Sei sulla pagina 1di 18

Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

Matrimonio e figli – Parte prima -, di Mario Costantino


l admin } 16 agosto 2010

m Astrologia genetliaca e dottrina degli umori, Il padre, la


madre, i figli, i fratelli, La vita affettiva, i legami e le unioni

Agnolo Bronzino, La lussuria mascherata – ca. 1545

Introduzione

Nell’ambito dell’astrologia classica l’argomento delle “unioni” costituisce un capitolo fondamentale che richiede
un esame articolato. Un giudizio completo consente di valutare se l’individuo si lega stabilmente, e quando
questo avviene, se vi sono uno o più matrimoni, se vi sono dei figli, se l’unione è felice, se vi è una possibile
separazione o vedovanza, e così via. In tale questione ci si serve anche dell’interpretazione di alcune sorti

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e%…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 1 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

arabe[1], si osserva la condizione dell’astro in levata eliaca[2] e dell’astro mattutino o vespertino al Sole[3],
nonché di innumerevoli altri elementi propri della dottrina classica [4].

Che cosa ci si propone

L’esposizione cercherà di fornire un itinerario attraverso i fattori più importanti, considerata la complessità degli
elementi da osservare, riguardo agli argomenti del matrimonio e della nascita dei figli. Allo scopo si propongono
due esempi di natività, il primo si sviluppa all’interno di questo lavoro, il secondo sarà svolto in un successivo
articolo. Limiteremo le osservazioni nel tema di nascita ai soli elementi che interessano matrimonio e figli e a
quanto succede nei moti primi (direzioni primarie) nel momento in cui si realizza il matrimonio e giungono dei
figli. In precedenza si è già parlato delle disposizioni affettive – Linguaggio astrale – anno XXVII n. 107 – estate
1997 -, nel riproporre diversi passi, riprendiamo alcune basilari nozioni sulle unioni ed i figli.

I principi universali, il maschile ed il femminile

L’indagine parte dai due principi universali generatori di ogni cosa, il Sole (principio
caldo e maschile) e la Luna (principio umido e femminile). Prosegue con l’esame dei
pianeti femminili Luna e Venere, in cui la qualità umida è preminente, che forniscono
indicazioni sulle disposizioni affettive. Quindi, la condizione e le testimonianze di
Marte nel tema di un uomo e di Venere nel tema di una donna esprimono
rispettivamente la componente di mascolinità e di femminilità. Infine, in questo
argomento, è molto utile e ulteriormente chiarificatrice l’osservazione di alcune parti arabe, la sorte di fortuna, la
sorte del genio e la sorte delle nozze.

La Luna rappresenta il principio femminile, i liquidi, tutto ciò che è umido, il corpo, la donna, la madre, la
moglie, il processo di crescita e deperimento dei corpi, il nutrimento, la fertilità, il matrimonio. Venere
rappresenta il principio femminile, la madre, lamoglie, la sorella, la figlia, l’amore, l’arte, la bellezza, il desiderio,
il matrimonio, i legami amorosi.

Il Sole rappresenta il principio maschile, il padre, il marito, l’autorità superiore, l’azione, la volontà, la dignità, la
mente, l’intelletto, la religione. Marte rappresenta la forza, l’energia, l’azione, la violenza, l’audacia, il coraggio,
l’intemperanza, l’incostanza, la litigiosità.

La sorte di fortuna, tyche od oroscopo lunare, si trae da un rapporto tra ascendente, Sole e Luna, assume parte
dei significati della Luna e, nell’ambito di cui stiamo trattando, significa la convivenza, le risorse ed i beni che
diventano patrimonio comune nel matrimonio. La sorte del genio, daimon o parte di spirito, si trae da un
rapporto tra ascendente, Luna e Sole, assume parte dei significati del Sole e, nell’ambito di cui stiamo trattando,
significa l’affinità psichica, di credo e di fede che contribuisce a saldare il legame. La sorte delle nozze si
determina da un rapporto tra l’ascendente, Venere e Saturno, e l’esame del suo signore e della Casa in cui si trova

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 2 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

la sorte fornisce indicazioni sui legami che vengono formalizzati e resi duraturi, quali il matrimonio o la
convivenza stabile.

NEL TEMA INDIVIDUALE

La prima considerazione deve essere ricercata nel tema


individuale al fine di comprendere se l’individuo ha una
propensione ai legami ed in che misura.

Il Sole e la Luna ben configurati (unione, trigono, sestile)


nel tema individuale dispongono ad un matrimonio, ad
una convivenza, che perdura. Allo stesso modo il legame
c’é anche se i luminari sono mal configurati. Invece, Sole
e Luna non configurati (incongiunti, ovvero in segni che
non si osservano) od in segni non propri (segni in cui
sono peregrini) sono uno dei segni che il matrimonio
potrebbe non esserci.

Il Sole e la Luna nei loro aspetti con Venere dispongono a legami duraturi. Infine, anche le buone configurazioni
che Venere forma nel tema dispongono alle unioni stabili.

Diverso l’esame nell’uomo e nella donna

I significatori che devono essere presi in considerazione variano a seconda se l’esame riguarda l’uomo o la donna,
nel modo che segue:

NELL’UOMO:

A) si osserva la Luna nel ciclo sinodico (le sue fasi rispetto al Sole) e nella rivoluzione diurna (la sua posizione
nelle Case e nei quadranti del tema natale). In particolare, i pianeti a cui la Luna si applica danno delle
indicazioni sui matrimoni e sulle caratteristiche della moglie;

B) si osserva Venere ed i suoi trigonocratori (signori della triplicità)[5] che possono indicare il tardi o il presto
del realizzarsi di legami duraturi, se in questi legami vi sarà armonia e felicità, e anche la misura di tutto ciò,
intendendo l’abbondanza o la penuria delle cose significate da Venere: se l’affetto è corrisposto, se vi è agiatezza,
serenità, presenza di figli, e così via.

Inoltre, occorre osservare le testimonianze eventuali di Venere o dei suoi trigonocratori al mediocielo, che

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 3 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

confortano il pronostico di un possibile felice esito delle unioni.

NELLA DONNA:

A) si osserva il Sole nella sua rivoluzione diurna (la sua posizione nella Case e nei quadranti del tema natale). I
pianeti che sono inlevata eliaca e mattutini al Sole esprimono le caratteristiche (il “volto”) del coniuge e il
numero dei matrimoni. In mancanza di pianeti in levata eliaca, si osserva il pianeta che ha maggior
testimonianza al Sole;

B) si osservano Venere ed i suoi trigonocratori, traendo indicazioni, come per le natività maschili, circa il
realizzarsi o meno di legami duraturi e se in questi vi sarà armonia e felicità.

Sia per l’uomo che per la donna se Venere e la Luna sono forti nel tema indicano il matrimonio, soprattutto se
Saturno è debole. Se i signori della triplicità di Venere sono mal messi (infortunati), se Venere stessa è mal
messa, se la Luna è testimoniata da Saturno, tutte queste sono indicazioni contrarie al realizzarsi del
matrimonio.

La “felicità” del matrimonio, intesa come buona condizione sociale ed economica sta primariamente in una
Venere ben messa e nei suoi trigonocratori ben messi.

Inoltre, la condizione del coniuge e il suo essere, la sua natura, si osserva dal significatore del coniuge, sia esso
marito o moglie, e dalle testimonianze che riceve Venere.

Se sono figure discordi, anche rispetto ai luminari, vi è la convivenza fuori del matrimonio che però può recare
discredito e avviene con il biasimo da parte dell’ambiente.

Quando le figure avvengono per “commutatio” [6] e vi partecipano i luminari, allora, le relazioni avverranno
all’interno della parentela: come nel caso di rapporti tra cognati, cugini, figliastri, finanche rapporti incestuosi.

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 4 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

DEI FIGLI

Nell’argomento dei figli l’indagine parte dall’osservazione:

A) dei luoghi significatori dei figli, che sono il X e l’XI luogo (o Casa),
e quelli che si oppongono a loro, ovvero il V ed il IV luogo, nonché gli
astri che sono presenti in tali luoghi o che testimoniano.

Il Mediocielo è il luogo procreativo per eccellenza, dopo di esso l’XI


luogo, mentre la V Casa è il luogo dei figli. Se in queste Case vi sono
astri che significano figli, il soggetto avrà figli, diversamente potrebbe
non averne. Significano figli gli astri che sono produttori dell’umido,
e quindi la Luna, Venere, Giove e Mercurio vespertino. Non
significano figli Saturno, Marte, il Sole e Mercurio mattutino.

B) dei Segni delle cuspidi dei luoghi predetti e, a seconda della loro natura, cioè rispetto agli elementi che li
costituiscono – il secco e l’umido – si giudica sulla presenza o meno della prole. I Segni, pertanto, si distinguono
in sterili e fecondi; fecondi sono i Segni d’acqua: Cancro, Scorpione e Pesci; il Capricorno è un Segno di media
fertilità; l’Ariete, il Toro, la Bilancia, il Sagittario e l’Acquario sono Segni di scarsa progenie; il Leone dà un solo
figlio; possono indicare assenza di figli i Gemelli e la Vergine, anche se in date condizioni predispongono a parti
gemellari.

I° ESEMPIO:

Proponiamo la natività, rettificata per le 20,15 di ora di fuso, di P.D.F. nata a Roma il 24.10.1958. Laureata in
architettura, grafologa, attualmente lavora presso un ente di gestione di dati informatici, dipinge e si occupa di
progetti grafici e servizi su internet.

Il tema di nascita

Nel tema di nascita di P.D.F. non troviamo il primo indicatore generale della propensione ai legami, dato dalla
figura tra i luminari, mentre vi sono molti altri elementi che favoriscono il matrimonio e la presenza di figli.

Trattandosi di nascita notturna la Luna è il luminare del tempo e qui si trova nella decima Casa in segno tropico
(cardinale). E’ una luna crescente che riceve varie testimonianze. Un esagono dal signore del suo domicilio
(figura che si realizza lungo lo zodiaco e nel mondo – moto orario diurno –); un trigono nel mondo da Saturno, il
signore della settima Casa; un trigono nel mondo dalla sorte delle Nozze; un quadrato nel mondo dalla sorte di
Fortuna, tyche, in cui la sorte è sovreminente. Già il complesso di queste indicazioni favoriscono la ricerca di un

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 5 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

legame stabile.

Rispetto al Sole, Venere, Mercurio e Giove sono invisibili. Il pianeta visibile che si avvicina alla fase della levata
eliaca vespertina (tramonto eliaco) è Saturno (arcus visionis –30,91). Saturno è il signore ed è posto sul limite
della settima Casa.

Venere, invisibile, è nel proprio segno, la Bilancia. Questa condizione, come la condizione mista dei suoi
trigonocratori, Mercurio e Saturno, preciserà alcune particolari modalità con cui comunque qui si manifestano i
significati connessi a Venere (il desiderio, il matrimonio, i figli, la convivenza, i beni che si condividono e così
via).

latitudini declinazioni distanza oraria

Sole – -11.78 3.26

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 6 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

Luna +2.02 +01.86 1.66

Saturno +1.06 -22.14 5.79

Giove +0.95 -13.81 3.72

Marte -0.77 +19.61 4.70

Venere +1.19 -09.07 3.11

Mercurio -0.91 -16.69 3.78

Fortuna – -11.78 4.45

Daimon – +01.86 3.38

In ogni natività si osservano sempre le eventuali applicazioni che la Luna realizza, lungo lo zodiaco, nella sua
corsa nel segno in cui è alla nascita, indicative di vari eventi che si realizzano in epoche più o meno lontane
dall’anno di nascita. La Luna si applica all’esagono di Marte, al trigono della sorte delle Nozze, al trigono di
Saturno, al quadrato della sorte di Fortuna, all’opposizione di Venere e del nodo lunare nord.

Da tutte le cose dette finora viene confermato un principio fondamentale dell’interpretazione astrologica
classica: tra i possibili significatori di una data questione deve sempre essere scelto quello che si mostra più forte,
più efficace perché più angolare, di moto crescente, visibile, nella propria hairesis e così via.

In questa natività la Luna, luminare del tempo, per il complesso delle sue condizioni e per il trovarsi nella Casa
del matrimonio sarà il primo significatore da osservare nei tempi futuri per ricercare tale momento.

Epoca del matrimonio, figura di direzione

Proponiamo un’analisi aposteriori che, laddove la rettifica del momento della nascita sia corretta, appare
interessante per la precisione con cui si perfezionano gli aspetti nel moto delle direzioni primarie [7] per la data
dell’evento. P.D.F. si sposa il 28/4/1984, quindi proponiamo la figura di direzione (arco di direzione 25,41)
calcolata per questa data in cui mostriamo i soli elementi attinenti l’evento del matrimonio. Nel cerchio interno
indichiamo le direzioni nel moto diurno, nel cerchio esterno le direzioni nel moto zodiacale, da osservare
entrambe [8].

La Luna diretta (DH 0,01) per il moto orario diurno giunge precisamente al meridiano (mediocielo della
natività)[9]; il Sole diretto (1°04’ Sagittario) è ancora nel trigono zodiacale della Luna di nascita (0°02’ Ariete);
Venere diretta (DH 1,65), il Sole diretto (DH 1,75), la sorte del Genio diretta (DH 1,57) sono giunti

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 7 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

all’opposizione nel mondo rispetto alla Luna di nascita (DH 1,66); la sorte delle Nozze diretta (DH 3,63) è
giunta all’equidistanza meridiana di Giove di nascita (DH 3,72).

Confini declinazioni DH

Oroscopo Giove +22.08 6.00

Mediocielo Marte -0.29 0.00

Sole Giove -20.38 1.75

Luna Saturno +11.15 0.01

Saturno Venere -22.50 4.42

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 8 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

Giove Giove -21.93 2.23

Marte Saturno +23.43 3.30

Venere Saturno -19.74 1.56

Mercurio Giove -22.12 2.34

Fortuna Mercurio -19.30 5.70

Daimon Giove -20.81 1.65

Esame dei figli

Per l’esame dei figli rileviamo che la Luna qui è posta in decima Casa, mentre Venere, Giove e Mercurio
vespertino sono posti nella quinta Casa; inoltre, osserviamo che la cuspide del mediocielo è un segno fertile, i
Pesci, pertanto si può ipotizzare che vi saranno dei figli.

Il loro arrivo si realizza quando si perfezionano, nei moti primi, delle figure di almeno alcuni di questi astri
significatori. Più facilmente quando vi è anche testimonianza alla cuspide del mediocielo (primo luogo
procreativo) ed alla cuspide dell’ascendente (il corpo fisico ed il parto, il travaglio) – queste ultime solo per il
moto orario diurno -.

Nascita della figlia, figura di direzione

La prima figlia nasce il 13/3/1989, in un’epoca in cui i signori dei confini[10] (secondo il sistema egizio) di tutti i
significatori interessati sono Venere o Giove. Nei moti di direzione (arco di direzione 30,52) per questa data la
Luna diretta (DH 0,34; decl. +13,18) giunge al trigono nel mondo di Giove (DH 3,72) e Mercurio (DH 3,78) di
nascita, nonché alla declinazione di Giove di nascita (decl. –13,81); inoltre, Giove (DH 1,95) e Mercurio (DH
2,05) diretti sono giunti al trigono dell’ascendente di nascita.

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 9 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

Confini Declinazioni DH

Oroscopo Giove +21.44 6.00

Mediocielo Giove +1.92 0.00

Sole Giove -21.40 1.45

Luna Venere +13.18 0.34

Saturno Venere -21.95 4.14

Giove Venere -22.61 1.95

Marte Marte +23.42 3.01

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 10 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

Venere Giove -20.88 1.25

Mercurio Venere -22.74 2.05

Fortuna Venere -18.26 5.40

Daimon Giove -21.75 1.30

Nascita del figlio, figura di direzione

Il secondo figlio nasce il 12/1/1998. Nei moti di direzione (arco di direzione 39,97) per questa data la Luna
diretta (DH 0,96; decl. +16,49) giunge al trigono di Venere di nascita (DH 3,11) ed alla declinazione di Mercurio
di nascita (decl. –16,69); Mercuriodiretto (DH 1,51; 25°26’ Sagittario) giunge al quadrato di Tyche di nascita (DH
4,45) ed all’esagono zodiacale di Venere di nascita (26°24’ Bilancia); Venere diretta (DH 0,67) e la sorte del
Genio diretta (DH 0,66) si sono uniti per il moto di entrambi.

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 11 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

Confini Declinazioni DH

Oroscopo Giove (ingresso) +20.00 6.00

Mediocielo Mercurio +5.94 0.00

Sole Venere -22.71 0.89

Luna Giove +16.49 0.96

Saturno Marte -20.63 3.63

Giove Saturno -23.32 1.38

Marte Venere +22.99 2.49

Venere Venere -22.40 0.67

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 12 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

Mercurio Saturno -23.36 1.51

Fortuna Giove -16.10 4.84

Daimon Mercurio -22.91 0.66

Nascita del figlio, figura rivoluzione solare del 1997

Allo scopo di illustrare in modo completo la tecnica delle previsioni, per quest’ultimo evento, si propone anche la
rivoluzione solare integrata dagli spazi di profezione[11] (o perfezione) del periodo. Si tratta della figura stilata a
Roma per il 24.10.1997 alle ore 6,16 T.U.

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 13 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

latitudini declinazioni DH

Sole – -11.78 5.27

Luna -3.08 +14.03 0.28

Saturno -2.75 +03.65 3.90

Giove -0.95 -17.96 0.22

Marte -1.20 -24.10 3.28

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 14 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

Venere -3.21 -26.04 3.27

Mercurio -0.18 -14.25 3.78

Fortuna – +14.03 0.28

Daimon – -11.78 0.15

Nella congettura della previsione, il ciclo delle profezioni indica i pianeti della rivoluzione che hanno particolari
diritti nel periodo e ci aiutano a capire se gli eventi indicati in direzione si realizzeranno proprio in quest’anno ed
il modo, la qualità con cui questo avviene.

In ogni rivoluzione annua si osservano sempre gli spazi di profezione dell’ascendente (oroscopo) – da cui
traiamo i signori dell’Anno – e della Luna. Anche per l’argomento dei figli, osserveremo tali profezioni che sono
fondamentali in un giudizio che può essere molto articolato ma che qui limitiamo ai dati essenziali e minimi per
non rendere ancora più complessa l’esposizione.

Venere domina la profezione dell’ascendente dopo i primi tre mesi circa dal compleanno (quando si passa dalla
Vergine alla Bilancia). Venere domina la profezione della Luna – Venere nel periodo è il divisore[12] del grado in
cui è giunto il Sole in direzione – insieme a Giove – che nel periodo è il divisore del grado in cui è giunta la Luna
in direzione -.

In rivoluzione la Luna è unita alla sorte di fortuna e culmina opponendosi a Giove ed alla sorte del Genio. La
Luna è all’interno dei gradi dello spazio della propria profezione e riceve testimonianze per trigono da Venere, da
Marte, da Saturno, dal Sole e da Mercurio (quest’ultimo sorge ed è il primo signore della profezione
dell’ascendente, per i gradi della Vergine). Senza soffermarci sulle molte cose che sono indicate, diciamo solo che
la figura vista nella direzione del trigono tra la Luna e Venere è confermata nei suoi significati dai diritti di
Venere nelle profezioni. Così come i domini importanti e le figure nella rivoluzione solare sono nuovamente della
Luna, di Venere e Giove. La testimonianza di Marte e Saturno indica anche alcuni rischi e difficoltà che verranno
superate in quanto i malefici non hanno domini nell’anno e non possono quindi contrastare l’evento positivo ed
il buon esito.

Conclusioni

L’intento di questo lavoro, richiamando dei principi dell’astrologia alle sue origini, è di introdurre al campo delle
previsioni in un modo che imita l’osservatore antico dei fenomeni nel cielo stellato il quale attraverso l’esperienza
sistematizza tali osservazioni e se ne fa padrone. Si realizzano quindi, pian piano, un procedimento d’indagine e
tecniche di calcolo che si servono dell’astronomia e della matematica. Una diversità sostanziale tra molti

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 15 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

astrologi moderni, che si orientano fortemente su interpretazioni di carattere psicologico, e l’astrologo antico
consiste nel fatto che quest’ultimo, calato in una dimensione di vita pratica, cerca di comprendere i principi che
possano in qualche misura spiegare i mutamenti del mondo umano, fisico e biologico.

_______________________________________________________________________

Note

[1] Per questa e per le altre sorti indicate nella sola prima parte dell’articolo ci riferiamo al sistema di calcolo
adottato da Placido Titi e da Negusanzio.

(2) Nel ciclo luminoso del pianeta rispetto al Sole è il momento (determinato per un dato orizzonte locale) in cui
il pianeta esce dai raggi del Sole ed appare visibile (levata eliaca mattutina) e quando il pianeta è ancora visibile e
sta per entrare sotto i raggi del Sole (levata eliaca vespertina). In queste due fasi si realizza la massima operosità
del pianeta in quanto aumenta di moto e di luce.

(3) Il Sole essendo al sorgere, al grado levante, mattutini sono gli astri nel I e III quadrante, vespertini nel II e IV.

[4] Per un approfondimento della dottrina si consiglia il sito internet www.cieloeterra.it dell’associazione “Cielo e
Terra”, dove trovare articoli, un glossario, una vasta bibliografia e dei corsi in rete di base dell’astrologia classica.

[5] Signori della triplicità/trigonocratori:nel giorno/nella notte

Triplicità di fuoco Ariete Leone Sagittario Sole Giove

Triplicità di terra Toro Vergine Capricorno Venere Luna

Triplicità di aria Gemelli Bilancia Acquario Saturno Mercurio

Triplicità di acqua Cancro Scorpione Pesci Venere Marte

[6] Quando, per esempio, Venere si trova in Gemelli o in Vergine, nel domicilio di Mercurio, e Mercurio si trova
in Toro o in Bilancia, si realizza uno scambio di natura anche se non vi è un aspetto tra i due pianeti.

[7] Moto primo o direzione di un punto della sfera locale è il suo spostamento nel senso del moto diurno verso un
secondo punto, rimanendo invariate le sue coordinate celesti dell’istante iniziale. L’arco che il primo punto
percorre in gradi equatoriali è l’arco di direzione. Quando il primo punto giunge per direzione al circolo orario
del secondo punto, si dice che tra i due punti avviene un incontro di direzione. L’osservazione di questo moto
costituisce il primo fondamento dell’arte della previsione astrologica (spiegazione contenuta nel glossario del sito
www.cieloeterra.it).

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 16 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

[8] Nei moti di direzione si ritengono compiuti quegli aspetti che abbiano uno scarto non superiore ad un grado
di longitudine zodiacale o a una distanza oraria (DH) di 0,07.

Per il modo del calcolo dei moti di direzione, data la difficoltà di reperire testi di contemporanei sull’argomento,
si indica l’eccellente opera di recente pubblicazione: “I moti del cielo”, di Marco Fumagalli, curato dalla
cooperativa Colibrì di Milano e che può essere richiesto tramite la seguente casella di posta elettronica:
colibri2000@libero.it.

[9] Il permanere, in alcuni casi, di un minimo scarto rispetto alla precisione della figura, è dovuto al fatto che il
momento della nascita, non è un solo istante bensì una quantità sensibile di tempo. All’interno di questo pur
brevissimo spazio di tempo si giustificano le minime differenze rispetto alla precisione assoluta dell’aspetto di
direzione primaria.

[10] È la prima delle due dignità minori e consiste nella divisione di ciascun segno zodiacale in cinque settori di
ampiezza variabile, ognuno dei quali viene assegnato ad uno dei cinque pianeti, esclusi i due luminari. I sistemi
di divisione dei segni in confini riportati nell’astrologia classica sono tre: un sistema caldeo, uno egizio ed uno
tolemaico. Il criterio di attribuzione dei confini sembra essere in relazione, come dice lo stesso Tolemeo, con i
tempi ascensionali dei segni, ma sicuramente è stato successivamente corretto in base all’esperienza. Il confine
ha molta forza ma il suo effetto è limitato nel tempo e riguarda i mutamenti brevi. È detto anche “termine”
(spiegazione contenuta nel glossario del sito www.cieloeterra.it).

[11] Profezione o perfezione di un punto della sfera locale è il suo spostamento, nel senso del moto diurno,
attraverso i circoli orari delle 12 case, in modo tale che in 1 anno percorra lo spazio di una casa, e dopo 12 anni
ritorni al punto iniziale. Il segno nel quale cade la profezione prende il nome di “segno di profezione” e, nel caso
che il punto “proferito” sia l’oroscopo (l’ascendente), è detto segno dell’anno (spiegazione contenuta nel glossario
del sito www.cieloeterra.it).

[12] Divisore di un significatore, per un dato periodo di tempo, è il pianeta che domina i confini del grado
eclittico in cui giunge la direzione nello zodiaco del significatore stesso. Il divisore assume un dominio sul
significatore per tutto il periodo durante il quale la direzione rimane entro i suoi confini, e condivide questo
dominio con il suddivisore. Suddivisore di un significatore per un dato periodo di tempo, è il pianeta che ha
ricevuto per ultimo la direzione del significatore, nello zodiaco o nel mondo. Il Suddivisore assume un dominio
sul significatore e lo mantiene finché quest’ultimo compie una direzione ad un diverso pianeta. Condivide il
dominio con il divisore (spiegazione contenuta nel glossario del sito www.cieloeterra.it). Nel nostro esempio
Venere è il divisore che riceve la direzione della Luna e ne condivide con essa i domini di questo periodo.

← Post precedente Post successivo →

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 17 di 18
Matrimonio e figli - Parte prima -, di Mario Costantino - Astrologia Classica 12/05/21, 11(09

file:///Users/loris/Desktop/UNIONI%20E%20FIGLI/Matrimonio%20e…i%20Mario%20Costantino%20-%20Astrologia%20Classica.webarchive Pagina 18 di 18