Sei sulla pagina 1di 2

Giovanni Boccaccio (Certaldo, 16 giugno 1313 – Certaldo, 21 dicembre 1375) è stato uno scrittore e

poeta italiano. Conosciuto anche per antonomasia come il Certaldese, fu una delle figure più importanti
nel panorama letterario europeo del XIV secolo. Alcuni studiosi (tra i quali Vittore Branca) lo definiscono
come il maggior narratore europeo del suo tempo, uno scrittore versatile che amalgamò tendenze e
generi letterari diversi facendoli confluire in opere originali, grazie a un'attività creativa esercitata
all'insegna dello sperimentalismo.

La sua opera più celebre è il Decameron, raccolta di novelle che nei secoli successivi fu elemento
determinante per la tradizione letteraria italiana, soprattutto dopo che nel XVI secolo Pietro Bembo
elevò lo stile boccacciano a modello della prosa italiana. L'influenza delle opere di Boccaccio non si limitò
al panorama culturale italiano ma si estese al resto dell'Europa, esercitando influsso su autori come
Geoffrey Chaucer, figura chiave della letteratura inglese, o più tardi su Miguel de Cervantes, Lope de
Vega e il teatro classico spagnolo.

Boccaccio, insieme a Dante Alighieri e Francesco Petrarca, fa parte delle cosiddette «Tre corone» della
letteratura italiana. È inoltre ricordato per essere uno dei precursori dell'umanesimo, del quale contribuì
a gettare le basi presso la città di Firenze, in concomitanza con l'attività del suo contemporaneo amico e
maestro Petrarca. Fu anche colui che diede inizio alla critica e filologia dantesca: Boccaccio si dedicò a
ricopiare codici della Divina Commedia e fu anche un promotore dell'opera e della figura di Dante. A
Boccaccio si deve infatti l'epiteto divina, attributo con cui è divenuta nota la Commedia.

Nel Novecento Boccaccio fu oggetto di studi critico-filologici da parte di Vittore Branca e Giuseppe
Billanovich, e il suo Decameron fu anche trasposto sul grande schermo dal regista e scrittore Pier Paolo
Pasolini.

Leggi la voce · Tutte le voci in vetrina

Voci di qualità

Voci di qualità

Nobel Laureates 1042 (30647248184).jpg

Yoshinori Ōsumi (大隅 良典 Ōsumi Yoshinori, talvolta traslitterato Yoshinori Ohsumi; Fukuoka, 9
febbraio 1945) è un biologo giapponese.

Ha scoperto l'esistenza dell'autofagia nei lieviti, utilizzando questi ultimi per individuare i geni coinvolti
nel processo stesso. Grazie a questo sempre più accurato screening genetico, ha individuato alcune delle
importanti funzioni dell'autofagia nei processi fisiologici umani. Altre funzioni sono ancora oggetto di
ricerca. Dal 2014 è professore onorario presso l'Istituto di Tecnologia di Tokyo.

Ha vinto il premio Nobel per la medicina nel 2016 «per le sue scoperte dei meccanismi di autofagia».

Leggi la voce · Tutte le voci di qualità

Lo sapevi che...

Lo sapevi che...

Subtropolis 02.JPG

SubTropolis è il nome commerciale di una grotta artificiale di circa 4,5 km2 scavata nel sottosuolo vicino
al fiume Missouri a Kansas City, negli Stati Uniti d'America.

Originariamente il luogo ospitava una miniera di roccia calcarea, ma dagli anni settanta del XX secolo è
stata trasformata nel più grande centro di stoccaggio sotterraneo del mondo.

SubTropolis è un'idea nata dalla famiglia di imprenditori immobiliari Lamar Hunt, che nel 1964 decise di
acquistare gli spazi abbandonati della miniera Bethany Falls, ormai esaurita. Dal 1985 SubTropolis è
un'area gestita dalla Hunt Midwest Enterprises, una holding immobiliare che comprende anche aziende
di vari settori.

Leggi la voce · Proponi un'altra voce

Potrebbero piacerti anche