Sei sulla pagina 1di 3

PRIMI PIATTI

Pasta fresca all'uovo (sfoglia e formati)


Dosi
Difficoltà:
Costo:
Preparazione:
per:
NOTA:
4 +min
30 basso
Facile
Molto minuti di riposo
15persone

PREPARAZIONE INGREDIENTI

Uova (da almeno 70 g l'una)


possibilmente biologiche 4
Farina 00 400 g

Per realizzare la pasta fresca versate poco meno di 400 g di farina in una ciotola (meglio tenerne un po' da
parte da aggiungere in caso al bisogno) (1) o direttamente su una spianatoia di legno per la sua porosità.
Create un incavo al centro e aggiungete le uova intere (2), con la forchetta mescolate e
Fare la pasta fresca in casa
contemporaneamente è un'arte
iniziate antica: dalla
ad incorporare sfoglia(3).
la farina
tirata con il mattarello si ricavano fili d'oro come tagliolini o
tagliatelle, scrigni ripieni come ravioli o tortellini e le
intramontabili lasagne.
Anche oggi si è tornati a cimentarsi con la pasta fresca
fatta in casa, un prodotto genuino realizzato con le proprie
mani che non ha prezzo! Se si fanno i conti, poi, non ci
vuole molto tempo per preparare una buona pasta fresca:
15-20 minuti per un bell'impasto liscio ed elastico, 30
minuti di riposo, 15 minuti per stendere e ricavare la
Una volta
sfoglia... inche la un'ora
circa parte liquida
il giocoèèstata
fatto!assorbita
Noi siamoiniziate
partitia impastare a mano (4): trasferite sulla spianatoia o
un piano
dalla di legno
classica e lavorate
proporzione di l’impasto per circa
100 g di farina 10 minuti,
per un uovo, con il palmo e in maniera energica, tirandolo in
tutte le direzioni
ma molto dipende(5)anche
ma facendo attenzione
dal formato che siavuole
non stracciarlo. Una volta che l’impasto risulterà liscio (6),

preparare. Quindi, uno dei consigli generali più preziosi è


quello di rimanere un po' indietro con la dose e
aggiungerne al bisogno. Se volete sentirvi anche voi
"sfoglina" per un giorno, iniziate a preparare con noi la
pasta fresca, perfetta con ogni saporito abbinamento, dal
classico ragu ai condimenti di pesce! Quando vi sentirete
un po' più esperti potrete provare a colorarla col nero di
seppia, per esempio, per realizzare un primo piatto
d'effetto per Halloween come i tagliolini stregati nel
avvolgetelo nella pellicola (7) e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti. Una volta
peperone!
riposato, potrete riprendere l'impasto, tagliatene un pezzetto con il tarocco (8), avendo cura di conservare la
restante nella pellicola così che non si seccherà. Infarinate il pezzetto di pasta (9)
e tiratela con la macchina sfogliatrice (10) al massimo spessore e fate passare il panetto tra i rulli per
ottenere una prima sfoglia che sarà spessa (11), ripiegate i due lembi della sfoglia verso il centro (12)

per conferire una forma più regolare (13), quindi spolverate di nuovo con pochissima farina e ripassatela
ancora tra i rulli (14); una volta ottenuta una sfoglia rettangolare, adagiatela sulla spianatoia leggermente
infarinata e rifilate le estremità  con un tarocco (15) (o un coltello),

quindi dividetela in due parti (16) così da maneggiarla più facilmente passando di volta in volta allo
spessore più sottile fino ad arrivare al penultimo spessore (17). A questo punto la vostra pasta fersca all'uovo
è pronta, potete realizzare il formato di pasta che preferite (18): scoprite tutte le indicazioni in fondo alla
ricetta.

CONSERVAZIONE
Potete congelare la pasta fresca da cruda,nei vari formati scelti. Per la congelazione riponete su un vassoio i
formati di pasta ben distanziati e poi metteteli in congelatore per farli indurire un paio d’ore. Quando
saranno ben induriti, metteteli in sacchetti gelo e riponeteli nuovamente in congelatore. Quando li dovrete
utilizzare lessateli direttamente da congelati in acqua bollente e procedete come da ricetta.

CONSIGLIO
Se preferite il metodo tradizionale potete stendere la pasta fresca con un mattarello lungo! Ci vorrà molta
pazienza e.. olio di gomito! Alcuni aggiungono un pizzico di sale ma noi abbiamo preferito non farlo per
evitare le striature bianche sulla sfoglia.

DECALOGO PER UNA PERFETTA PASTA FRESCA!


1_ Usare la spianatoia:la rugosità del legno è più indicata di una semplice superficie liscia

2_ Sbattere le uova con la forchetta, quando si insceriscono nella fontana di farina in modo che non
fuoriescano.

3_ Sale si o no? Secondo le correnti emiliane, non andrebbe aggiunto all'impasto; secondo altri, invece, un
pizzico di sale non farebbe male.

4_ Evitare correnti: può far seccare la pasta

5_ Proporzione farina-uova: la proporzione classica prevede per ciascun uovo 100 g di farina. Ma dipende
soprattutto da ciò che dovete preparare.

6_ La lavorazione: la pasta va lavorata almeno per 10 minuti, con energia e con il palmo della mano,
sbattendola ogni tanto sulla spianatoia per renderla più elastica

7_ Tenere coperto l'impasto che non si sta lavorando, per evitare che si secchi.

8_ Infarinare il piano di lavoro: in questo modo i formati di pasta non si attaccheranno alla superficie.

9_ Se dovete realizzare le lasagne, tagliatelle, tagliolini, pappardelle o quadrucci, è preferibile far seccare i
fogli stesi cosparsi di semola qualche minuto per lato prima di piegarli in un rotolino piatto.

10_ Uova o tuorli? Se si realizza una pasta fresca ripiena come ravioli o tortellini si possono sbilanciare le dosi
verso la parte liquida. Perciò per circa 140 grammi di farina aggiungete un uovo + un tuorlo. Se realizzate
altri formati asciutti, meglio usare solo l'uovo intero.