Sei sulla pagina 1di 2

3.

: Le varietá del repertorio italiano

repertori linguistici: composizione di tutte le varietá che strutturano una comunitá linguistica
→non tutte le varietá sono disponibili a tutti (dipende dalla competenza del linguaggio)
 Repertorio linguistico è l’insieme delle risorse linguistiche a disposizione di una
comunità linguistica (repertorio comunitario) o di un parlante (repertorio individuale).
 Nel repertorio linguistico, le varietà linguistiche si dispongono secondo una struttura
gerarchica. Si riconoscono due estremi:
 un polo alto, destinato allo scritto e ai contesti formali (la scuola e l’università, la
giustizia, la liturgia, i mezzi di comunicazione ...)
 un polo basso, che comprende le varietà che la comunità riserva alla conversazione
familiare e ordinaria, spesso apprese dai bambini come lingua di prima
socializzazione.
 Tutti i membri di una comunità linguistica condividono però le stesse informazioni su
quali risorse sono a disposizione della comunità.

da cosa dipende il cambiamento linguistico?


 tempo
 spazio
 situazione comunicativa
 mezzo di espressione (scritto o parlato)
 fattori sociali (livello di scolarizzazione, genere, etá)

Il modello di Berruto:
 l’italiano standard letterario
 l’italiano neo-standard
 l’italiano formale aulico,
 l’italiano tecnico-scientifico
 l’italiano burocratico;
 l’italiano parlato colloquiale,
 l’italiano regionale popolare,
 l’italiano informale trascurato
 l’italiano gergale.

 Ogni varietà è un insieme di tratti congruenti di un sistema linguistico che co-


occorrono con un certo insieme di tratti sociali, caratterizzanti i parlanti o le situazioni
d’uso.
 È quindi sempre un’entità che presuppone una correlazione tra fatti linguistici e fatti
non linguistici, e deve essere caratterizzata sulla base di entrambi.
 esempi di varietà dell'italiano
 italiano aulico
 italiano popolare
 italiano dei giovani
 italiano parlato
 italiano scritto
 italiano colloquiale
 italiano trascurato
 italiano burocratico
 italiano tecnico-scientifico
 Per variazione linguistica si intende il carattere delle lingue di essere mutevoli e
presentarsi sotto forme diverse nei comportamenti dei parlanti.
 A livello della generale facoltà del linguaggio verbale si realizza nella diversità delle
lingue in cui si articola la capacità umana di parlare.
 il repertorio linguistico degli italiani in quattro diverse «tastiere»: (Pellegrini)
 italiano letterario
 dialetto locale
 italiano regionale
 koinè dialettale