Sei sulla pagina 1di 30

Le origini del concetto antropologico di cultura

Dal capitalismo e al colonialismo

• Capitalismo: sistema economico sorto in Europa alla fine del


Medioevo
• Sistema economico
• Modo di vita
Le origini del concetto antropologico di cultura

Il capitalismo e la «metafora del mercato»

• Il capitalismo si basa su una visione convenzionale:


«la finzione che guida questo tipo di società – uno dei dogmi chiave
della sua ideologia – è che la terra, il lavoro e la ricchezza sono merci,
cioè beni prodotti non per l’uso, ma per la vendita» (Eric Wolf)
Le origini del concetto antropologico di cultura

Dal capitalismo e al colonialismo

• La maggior parte dei contatti che avvennero fra l’Europa e il


mondo esterno si trasformò in conquista.
• Ciò condusse alla creazione di vasti imperi coloniali
Le origini del concetto antropologico di cultura
Le origini del concetto antropologico di cultura

Il capitalismo/colonialismo cambiò tutto

• Trasformazione della terra in merce


• Devalorizzazione delle identità sociali (basate sulla discendenza,
alleanze, residenza)
• Scomparsa delle forme di scambio tradizionali (reciprocità e
redistribuzione)
Le origini del concetto antropologico di cultura

Conseguenze del contatto coloniale/capitalismo

• Genocidi
• Schiavismo
• Abbandono dei contesti di vita
• Riorganizzazione delle società/culture
• nascita di nuove forme sociali gerarchiche
• re-invenzione di nuovi modi di vivere
Le origini del concetto antropologico di cultura

Conseguenze del contatto coloniale/capitalismo

• La re-invenzione di nuovi modi di vivere


• In molti casi i gruppi elaborarono nuove identità, escogitando
nuove forme sociali, anche attingendo a tradizioni antichissime
rielaborate per soddisfare le necessità sorte dalle nuove
esperienze
Le origini del concetto antropologico di cultura

La fase pre-antropologica

• Numerose considerazioni sull’alterità comparvero a partire dai primi


contatti tra l’Europa e gli altri continenti (epoca delle esplorazioni
geografiche) sino a tutto il periodo coloniale (viaggiatori, esploratori,
missionari cristiani, militari, commercianti…)
Le origini del concetto antropologico di cultura

La fase pre-antropologica:
stereotipi e pregiudizi occidentali

• I popoli senza storia: i popoli non occidentali erano da


sempre portatori degli stessi modi di vivere
• I modi di vivere dei dominati erano destinati a scomparire
Le origini del concetto antropologico di cultura

La nascita dell’antropologia e il contatto coloniale

• L’antropologia come disciplina scientifica nasce nella seconda metà


dell’Ottocento (al culmine dell’espansione coloniale europea)
• In questo periodo molte società del pianeta avevano già rielaborato
la propria cultura sulla base dei cambiamenti radicali subiti a causa
del colonialismo
Le origini del concetto antropologico di cultura

L’antropologia culturale e la classificazione

• L’antropologia, fin dall’esordio, ha cercato di elaborare delle


teorie per spiegare la varietà delle culture umane
Le origini del concetto antropologico di cultura

Dalle tipologie all’antropologia contemporanea


Le origini del concetto antropologico di cultura

• Tipologie

• Tipologia: sistema di analisi che mira a classificare le società oggetto


di studio in base a degli elementi di somiglianza e di differenza
• Ogni tipologia riflette il punto di vista di chi la crea
Le origini del concetto antropologico di cultura

• Tipologie evoluzionistiche

• Erano basate sul confronto tra le società altre e la propria società


(standard)
• Antropologi da tavolino: i “dati” provenivano da missionari e
funzionari coloniali
• Mancanze: stato, religione organizzata, tecnologie sofisticate
• Limiti al perseguimento degli scopi commerciali degli europei
Le origini del concetto antropologico di cultura

• Le basi della teoria evoluzionistica

• Positivismo
• Progressi nella scienza e nella tecnica
• Progressi nella conoscenza storica e archeologica
• Somiglianze tra gli stili di vita del passato europeo gli stili di vita dei
popoli extraeuropei
• La società inglese rappresentava la Civiltà per gli antropologi
vittoriani
Le origini del concetto antropologico di cultura

Il concetto di evoluzione in antropologia


• Parallelismo tra “europeo primitivo” e “selvaggio
contemporaneo”
• Oggetti materiali
• Comparazione della cultura materiale: oggetti come
misuratori del processo cumulativo del progresso tecnico
• Oggetti come chiave di interpretazione della Storia
dell’Uomo
• Importanza della ricerca archeologica
Edward Burnett Tylor
(1832-1917)

 Fondatore dell’antropologia
 Definizione di “cultura”
 Definizione di “animismo”
 Si occupò soprattutto di religione e
della parentela
Edward Burnett Tylor

Nascita del concetto di cultura

• «La cultura […] intesa nel suo ampio senso etnografico, è


quell’insieme complesso che include la conoscenza, le credenze,
l’arte, la morale, il diritto, il costume e qualsiasi altra capacità e
abitudine acquisita dall’uomo come membro di una società»
(Tylor, Primitive Culture, 1871)
«La cultura […] intesa nel suo ampio senso etnografico, è quell’insieme complesso che
include la conoscenza, le credenze, l’arte, la morale, il diritto, il costume e qualsiasi altra
capacità e abitudine acquisita dall’uomo come membro di una società» (Tylor, Primitive
Culture, 1871)

Pregi della definizione di cultura di Tylor:

• La cultura è ovunque
• La cultura è un insieme complesso
• La cultura è acquisita
• La cultura è un fatto sociale, non meramente individuale
«La cultura […] intesa nel suo ampio senso etnografico, è quell’insieme complesso che
include la conoscenza, le credenze, l’arte, la morale, il diritto, il costume e qualsiasi altra
capacità e abitudine acquisita dall’uomo come membro di una società» (Tylor, Primitive
Culture, 1871)

Limiti della definizione di cultura di Tylor:

• La cultura è frutto di accumulazione


• Esistono popoli +/- “colti”
• La cultura è scomponibile nei suoi elementi (religione, parentela,
morale, diritto, arte, conoscenza)
• “Misurabilità” dei singoli elementi, come indice dello “sviluppo”
• Irrilevanza di specifiche dinamiche interne alla singola cultura
Le origini del concetto antropologico di cultura

Gli antropologi evoluzionisti e il “progresso” culturale

• Evoluzione culturale per “stadi”


• Da culture e società “meno complesse” a culture e società “più
complesse” (meglio organizzate)

• Esistenza di popoli superiori e popoli inferiori


• Giustificazione della “superiorità” britannica del XIX sec.
• Possibilità di “regressione culturale”
Le origini del concetto antropologico di cultura

La teoria evoluzionistica unilineare

Stadi dello sviluppo sociale e culturale

Progresso

SELVAGGI BARBARI CIVILI


Le origini del concetto antropologico di cultura

La teoria evoluzionistica unilineare

Un ulteriore tentativo di classificazione


porta ad associare la teoria degli stadi
alla categoria di RAZZA
Evoluzione delle razze
SELVAGGI BARBARI CIVILI
Le origini del concetto antropologico di cultura

Le tipologie socio-strutturali

• Precondizioni storiche:
• Fase finale del colonialismo: spartizione dell’Asia e dell’Africa

• Precondizioni scientifiche
• Aumento della sistematicità dello studio dei popoli «selvaggi»
• Incongruenza tra le tipologie evoluzionistiche e i dati accumulati
Le origini del concetto antropologico di cultura

Le tipologie socio-strutturali: la centralità del potere

• Dominare, gestire e amministrare il potere in loco


• Conoscere i modi autoctoni di suddivisione del potere

• Nuovi impulsi allo studio antropologico


• Studio dell’organizzazione locale del potere e dell’autorità tradizionale
• Bisogno di dati certi e di conoscenze dirette
• dalla "antropologia da tavolino" alle prime "ricerche sul campo"
Le origini del concetto antropologico di cultura

Le tipologie socio-strutturali: il potere e


l'organizzazione della società (struttura sociale)
Le origini del concetto antropologico di cultura

Dall'evoluzione delle società alla stabilità delle società

• Lo studio delle strutture sociali attenuò l'interesse per i temi


dell'evoluzione
• Crebbero invece l'attenzione per i meccanismi di mantenimento in
vita delle strutture sociali
I sistemi politici preindustriali
Le origini del concetto antropologico di cultura

Dall'evoluzione delle società alla stabilità delle società

• Lo studio delle strutture sociali attenuò l'interesse per i temi


dell'evoluzione
• Crebbero invece l'attenzione per i meccanismi di mantenimento in
vita delle strutture sociali
La biologia della variabilità umana

Genetica di popolazione (dagli anni '40): studio dei modelli di


variazione biologica nella specie umana

Il genere umano non è suddiviso in una serie di unità geneticamente


distinte