Sei sulla pagina 1di 12

Terrepadane

Fieragricola 2020
Focus Biostimolanti
La coltura del riso

Giorgio Mazzoni
TERREPADANE IN NUMERI
Fatturato 2018 183.000.000 €
Fatturato 2019 189.000.000 €
Forecast 2021 200.000.000 €
Agrofarmaci, Fertirrigazione, Fertilizzanti, Sementi, Garden,
Settori: Comm. Cereali, Macchine agricole, Precision Farming, Ricambi,
Mangimi, Carbolubrificanti, Articoli Vigneto, Cap.sa
Consiglio di
11 membri
Amministrazione
Comitato esecutivo 5 membri
• 15 Magazzini di stoccaggio (PC, MI, LO, MB, PV, CR, BG);
• 1 Polo Macchine per trattori e macchine agricole
Depositi sul territorio • 3 Magazzini ricambi
• 1 Fabbrica di concimi liquidi
• 17 depositi per ritiro cereali (+ 6 essicatoi)
Clienti 11.000 (1.938 soci)
Dipendenti 125
Agenti 2 Responsabili vendite, 1 Area Manager, 38 Agenti
Tecnici agronomici 12
Tecnici zootecnici 7

Giorgio Mazzoni
Il mercato di Terrepadane
(Prov. PC, PV, MI, LO, MB)

vite; 18.286 frumento tenero;


pomodoro industria;
34.506
11.187
grano duro; 6.071

mais ceroso;
56.730

riso; 99.933

mais granella;
54.355

orzo; 10.110
soia; 17.627
foraggeri, prati e pascoli; 40.288
*Fonte Istat: dati SAU in ha 2019
Giorgio Mazzoni
La coltura del riso in Terrepadane

• Riso in asciutta 70% (quasi 90% su Milano)


• Riso in sommersione 30%

ü Concimazione preparazione del terreno NPK


ü Concimazione liquida alla semina o pre-emergenza con diserbo

ü Concimazione copertura
- 1° intervento 3-4 foglie
- 2° intervento con NK fine accestimento inizio levata
- 3° intervento con NK fine levata-botticella
Giorgio Mazzoni
Oggi cosa stiamo utilizzando

• Attualmente stiamo impiegando


- un prodotto a base idrolizzato di epitelio animale
- un prodotto derivato da idrolizzato di epitelio animale e da sostanze
derivate da vegetali
- Stiamo iniziando a testare e ad impiegare formulati di sola provenienza vegetale

• Questi prodotti ad azione biostimolante utilizzati al


momento dei trattamenti fungicidi contro il Brusone e
l’Elmintosporiosi (malattie derivate in parte da squilibri
nutrizionali per eccesso/difetto di azoto) ristabiliscono un
riequilibrio vegetativo della pianta
• Se applicati in fase di distribuzione di erbicidi, stimolano la
ripresa della pianta, aiutandola nel superamento dello
stress da diserbo
• Consentono alla pianta un risparmio energetico sui processi
di sintesi proteica ed enzimatici e mantengono attive tutte
le attività fisiologiche della pianta

Giorgio Mazzoni
Prodotti con effetto di biostimolazione

Con il loro utilizzo (2 -3 lt/ha per intervento/2 interventi) si ha


• una miglior allegagione à maggior numero di cariossidi, maggior
produzione e miglior qualità (resa alla lavorazione)
• un miglior utilizzo e assorbimento degli elementi nutrizionali

Gli effetti positivi sono più evidenti nelle


colture maggiormente sofferenti,
stentate, che hanno subìto maggiori
stress ambientali e/o maggiori stress
agronomici

Giorgio Mazzoni
Stress ambientali e agronomici della
coltura del riso

1. Sbalzi termici (minor protezione apparati riproduttivi)


2. Mancanza d’acqua
3. Crisi da diserbi (aumento dei passaggi con diversi principi attivi a causa
delle aumentate resistenze)
4. Allettamento (minore nelle nuove varietà)
5. Squilibrio nutrizionale che può diventare causa scatenante di malattie:
Brusone - Elmintosporiosi
6. Ritardi nelle semine per la lotta contro il riso crodo (falsa semina): se
piove si può arrivare anche ai primi giorni di giugno per chi vuole fare la
semina in asciutta

Giorgio Mazzoni
Effetto visivo senza
e con applicazione del formulato

Giorgio Mazzoni
Diserbo senza
e con aggiunta di formulato

Giorgio Mazzoni
Lo stabilimento produttivo
di Fiorenzuola (Pc)

Giorgio Mazzoni
Obiettivi

v L’applicazione non avviene in modo sistematico; viene eseguita, a volte,


per problemi evidenti sulla coltura, in questo modo si ha comunque un
rallentamento della crescita che influisce sulla produzione

v Stiamo provando diversi formulati per verificarne le risposte qualitative e


produttive

v Obiettivo: individuare dei formulati che possano rientrare nelle normali


pratiche agronomiche e che portino la pianta a reagire agli stimoli in
modo più efficace, senza lasciare residui

Giorgio Mazzoni