Sei sulla pagina 1di 4

®

Chelal B
BMS Micro-Nutrients
Informazioni tecniche

Il vero ed unico
chelato di Boro
Non è necessario ribadire l'importanza nutrizionale, e quindi economica, che l'
oligoelemento Boro riveste nelle produzioni mondiali delle colture. Infatti, il Boro è
riconosciuto universalmente come l' elemento che influenza non solo la resa totale, ma
anche la qualità delle produzioni. Analizzando le diverse funzioni di questo elemento
all'interno delle piante (vedi riquadro qui sotto) diventa evidente la sua strategicità per
ottenere resultati produttivi delle colture, in quantità e qualità delle produzioni.
La maggior parte dei problemi legati alla presenza o meno di Boro nelle piante, sono
derivati dalla combinazione della sua disponibilità variabile nel suolo con la sua
scarsa mobilità all'interno della pianta. Per assicurare una corretto
approvvigionamento di nutrienti poco mobili (come il Boro!) è della massima
importanza che la pianta sia in grado di garantirsi un assorbimento continuo e costante
di questi elementi, durante tutto il suo ciclo biologico/produttivo. Nel caso del Boro
questo non è certamente sempre possibile.
Alcune specie di piante sono poco sensibili alla carenza di Boro semplicemente perché
hanno trovato, al loro interno, una soluzione a questo problema: aumentando la
mobilità del Boro, nel floema, sono in grado di ridistribuire
l'elemento dalle parti di pianta con un eccesso di Boro, verso altre
parti carenti e che necessitano di questo elemento (ad esempio i
meristemi apicali), evitando così le manifestazioni negative,
derivanti dalla carenza di Boro, in queste parti vitali.
In questo documento vogliamo illustrare come BMS Micro-
Nutrients abbia tratto ispirazione da queste specie di piante
per lo sviluppo tecnologico del suo esclusivo chelato di Boro.
CHELAL B è il prodotto contenente l’elemento Boro più
disponibile e più mobile presente sul mercato.

Le funzioni del Boro all'interno delle piante:


Anche se il Boro, all’interno delle piante, è coinvolto in quasi tutti i processi metabolici vorremmo, di
seguito, sottolinearne solo alcuni dei più importanti.
Innanzitutto, è risaputo che il Boro riveste un ruolo determinante per quanto riguarda una divisione
cellulare ordinata e, quindi, è indispensabile la sua presenza in tutti i meristemi apicali e anche nei
meristemi dove si formano nuovi organi, quali polline, fiori e, successivamente i frutti. Il Boro, quindi, riveste
un ruolo indispensabile per quanto riguarda la qualità e la quantità di frutti e semi prodotti.
Il Boro, inoltre, è strettamente collegato alla stabilità, all'integrità ed alla permeabilità delle
membrane e delle pareti cellulari, controllando e influenzando, in questo modo, il trasporto interno e la
(re)distribuzione dei nutrienti (principalmente Ca, N, P), degli ormoni vegetali, degli zuccheri, di altri
elementi e metaboliti. Il Boro influenza la nutrizione e la gestione delle risorse idriche della pianta e
aumenta, in colture come barbabietole da zucchero, patate, frutta, ecc... il contenuto di zucchero
presente negli organi di riserva.
Nelle leguminose il Boro migliora anche la fissazione dell'Azoto e aumenta l'assorbimento di K, Mg, Ca
e P in tutte le specie vegetali.
Boro
nel suolo
&
nella pianta
Disponibilità del Boro nei suoli: Mobilità del Boro all'interno delle
Molte caratteristiche chimico/fisiche del suolo hanno piante:
un'influenza sulla disponibilità del Boro nel suolo stesso. Le
Il Boro è scientificamente conosciuto come un elemento
più importanti sono: pH, carbonato di calcio, la materia con una mobilità molto bassa (o, addirittura, immobile...)
organica, tessitura del suolo, tipo di argilla, umidità del all'interno delle piante ma, in realtà, questo concetto non
suolo, temperatura, ossidi e idrossidi di Fe, Al, Mg e altri è completamente vero. É sicuramente vero che la
elementi presenti nel suolo, ecc.... mobilità del Boro nella maggior parte delle piante, è
Tutti questi fattori hanno un elemento in comune: relativamente bassa ma può variare molto da una specie
inducono una forte influenza sull'adsorbimento ad un'altra e, anche all'interno della stessa specie, sono
/deassorbimento di Boro sulla superficie delle particelle documentate importanti differenze tra diverse varietà. Lo
del terreno. Il Boro adsorbito su queste superfici non è studio di queste differenze di mobilità (ricerca eseguita,
disponibile per le piante. Solo la quota di Boro presente tra gli altri, da PH Brown e BJ Shelp) ci ha fatto
nella soluzione del suolo è disponibile, ma, a sua volta, comprendere come la stessa natura abbia trovato,
questo Boro può essere dilavato e,quindi, reso autonomamente, delle soluzioni vincenti per superare e
indisponibile per il sistema radicale. risolvere questo problema.
La disponibilità del Boro nel suolo dipende prima di tutto La spiegazione di questa meccanismo sembra risiedere
dal contenuto intrinseco del suolo (dotazione di Boro nel nella capacità che alcune piante hanno di ridistribuire il
suolo) oltre che dai fattori sopra citati. Ciascuno di questi Boro all'interno del floema, trasformando così il Boro in un
fattori influenza direttamente l'adsorbimento di Boro, ma, nutriente molto più mobile. Queste specie sono in grado
allo stesso tempo, interagiscono tra di loro, rendendolo un di formare "complessi di Boro polialcoli (o polioli)
fenomeno enormemente complesso e difficile da zucchero", che, quando è necessario, agiscono come
veicoli di ridistribuzione. In questo modo possono
prevedere ed analizzare.
traslocare il Boro da parti di piante aventi una maggiore
concentrazione (assorbita durante i periodi di alta
Pertanto la disponibilità di Boro nel suolo è disponibilità), verso le parti che hanno necessità di questo
molto mutevole e varia notevolmente elemento (quando la disponibilità di Boro è basso).
durante l'intero ciclo di sviluppo della pianta. Questa “semplice” soluzione le protegge dalla incostante
disponibilità di Boro ed evita carenze di Boro che sono la
causa di perdite produttive e qualitative.

Questi complessi poliolo-B-polioli sono dei


chelati di Boro, che rivestono un ruolo chiave
nel contrastare e risolvere la carenza di Boro.

CHELATI DI BORO
La definizione di chelato secondo Morgan & Drew (1920) e Mellor (1964)
è: Anelli eterociclici
- un chelato contiene almeno un anello eterociclico formato da un
atomo "metallico o metalloide" e una molecola organica bifunzionale.
- Una molecola chelante deve avere, al minimo due "ganci" orientati in
modo tale da formare un anello, avente una struttura eterociclica.
Boro Molecole organiche
Se osserviamo attentamente alcuni noti complessi organici di Boro, e li
confrontiamo con queste definizioni di chelati, ci rendiamo conto che
alcuni di loro sono veramente chelati. Per esempio, nella determinazione
analitica colorimetrica del Boro, viene usata la Curcumina che formerà
con il Boro il colorante rosso conosciuto come Rosocyanine.

Qui sopra viene mostrata l'immagine di questa molecola, che, come si può vedere, è completamente conforme alla definizione di
chelati.
Chelal B ®

La soluzione più efficiente


Fertilizzanti che contengono il Boro:
1. Prodotti contenenti Boro solo in forma minerale, acido borico, borati (quali borati di
calcio) e altre forme semplici.
Questi tipi di prodotti, se applicati al suolo, si comportano esattamente allo stesso modo
di come si comporta il Boro normalmente presente nel suolo. Le stesse condizioni del
suolo che bloccano e rendono indisponibile il Boro “naturale” presente nel suolo,
influenzano e bloccano, nello stesso modo, il Boro applicato in questa forma.
L'assorbimento di questi prodotti, se applicati per via fogliare, è lento e, ancora più
importante, questo Boro, non si muove all'interno delle piante. Brown & Shelp spiegano
chiaramente nella loro pubblicazione: "... l'applicazione di fertilizzanti fogliari di Boro
determina un arricchimento della foglia trattata ma non produrrà aumenti sul tenore di Boro all'interno delle
foglie formatesi dopo il trattamento e nei tessuti nutriti principalmente dal floema (ad esempio i frutti) ".
2. Prodotti di Boro Monoetanolammina.
Questi prodotti sono generalmente nient'altro che miscele di acido borico e Monoetanolammina (MEA). Il
vantaggio principale di questa miscela è che essa aumenta notevolmente la solubilità di Boro in soluzioni
acquose: senza dubbio un aspetto importante per i prodotti commerciali utilizzati per la nutrizione delle piante. La
solubilità tuttavia non è l'unica caratteristica importante di un prodotto per renderlo efficace. In queste soluzioni di
MEA, avvengono tutta una serie di reazioni chimiche che portano alla formazione di un "complesso sistema
multi-componente" di esteri, poliborati e sali di aminium. Le forme chimiche che si producono in questa
soluzione, creano uno scambio dinamico e la formazione di diversi componenti di Boro, molti dei quali non
possono nemmeno essere isolati e studiati specificamente. Quando questi tipi di prodotti vengono utilizzati come
fonte di apporto di micro-nutrienti in agricoltura, nessuno sa veramente come ciascuno di questi componenti si
comporterà, se e come reagirà, e, eventualmente quello che più importa... se sarà o
meno assorbito dalla pianta.
3. Altri prodotti misti:
Sul mercato possiamo trovare anche molti "prodotti speciali" a base di Boro che sono,
generalmente, niente di più che la miscela dei prodotti di cui al punto precedente, con
l'aggiunta di piccole quantità di materia organica come, per esempio, amminoacidi, acidi
umici, composti organici, oli o altri estratti vegetali. A causa del fatto che sono solo miscele e
che il Boro in questi prodotti rimane invariabile, l'effetto sulla nutrizione delle piante è lo stesso
(...quasi nullo!) come per i prodotti di cui ai punti 1 e 2.
4. Chelati di Boro prodotti da BMS Micro-Nutrients:
La ricerca di BMS Micro-Nutrients, invece, ha fatto un grande passo in avanti! Partendo da
questa soluzione di Boro-MEA altamente solubile, ha “provocato” delle reazioni per ottenere
dei "chelati di Boro" molto più stabili. Ispirata dal meccanismo con il quale alcune specie
vegetali sono in grado di aumentare la mobilità del Boro (cfr pagina precedente), BMS Micro-Nutrients utilizza il
giusto tipo di polioli, per trasformare questo complesso sistema multi-componente in una soluzione più stabile di
chelati di Boro, migliorando quindi non solo l'assorbimento, ma anche la traslocazione, all’interno della
pianta, del Boro applicato. I chelati di Boro di BMS Micro-Nutrients non sono solo miscele estemporanee di vari
componenti! Durante il particolare e complesso processo di produzione, le reazioni chimiche vengono attivate
in modo da creare la "struttura ad anello" indispensabile per formare chelati di Boro stabili.
In tutte le formulazioni prodotte da BMS Micro-Nutrients, nelle quali è contenuto l’elemento
®
Boro, il Boro stesso è presente in forma chelata: tra tutti questi prodotti, il Chelal B è il più
concentrato, quindi ideale da utilizzare per la prevenzione e la cura delle carenze di Boro.
Chelal B ®

Raccomandazioni
Uso del prodotto
Chelal® B consente una grande flessibilità di utilizzo. Chelal® B viene applicato preferibilmente per via fogliare
ma, per esempio in caso di necessità di applicazioni precoci ad inizio stagione, quando non è presente un
elevato apparato fogliare da irrorare, può essere ugualmente utilizzato tenendo conto che anche il prodotto
che ricade al suolo viene assimilato dall’apparato radicale, poichè la formulazione chelata ne preserva la
stabilità e la disponibilità per lungo tempo. Il prodotto può essere utilizzato anche in irrigazione “goccia a
goccia” e/o in soluzioni nutritive.
Le dosi di Chelal® B da applicare sono basse e possono variar, a seconda delle colture, da 1 a 4 Lt per ettaro,
per anno. Nella maggior parte delle colture la dose di 1-2 Lt/ha/anno è sufficiente per assicurare un corretto
apporto di questo elemento. Per ottenere l'effetto ottimale del trattamento, è molto importante la
conoscenza e la scelta del momento fenologico migliore per l'applicazione. Per questo motivo Vi
consigliamo di consultare i nostri programmi specifici, appositamente studiati e verificati, per ogni coltura.

Vantaggi - Il prodotto è molto stabile, rapidamente assorbito e con una traslocazione immediata verso tutti gli organi
della pianta
- Il prodotto è liquido e, quindi, estremamente facile da usare
- Può essere miscelato con tutti gli altri formulati di BMS Micro-Nutrients e, anche, con la maggior parte dei
pesticidi (consultate la nostra tabella di miscibilità). Pertanto, il trattamento per le applicazioni di pesticidi,
®
può essere utilizzato per abbinarvi anche il Chelal B, senza costi aggiuntivi.
®
- Grazie alla “somiglianza chimica” di questo chelato con i chelati naturali esistenti in natura, Chelal B ha
un'ottima e veloce traslocazione, alimentando non solo la foglia sulla quale è stato applicato ma anche i
®
giovani germogli, i meristemi attivi, .... Chelal B ha un effetto positivo sull'intera nutrizione della pianta e non
solo sulle foglie, al contrario di ciò che capita quando vengono applicati altri prodotti in commercio, a base
di Boro non chelato.
®
- Chelal B mantiene la sua stabilità anche quando viene applicato al terreno: l'agente chelante protegge il
icronutriente da reazioni secondarie non desiderate che tendono a rendere indisponibili gli elementi
immessi al suolo. Come ampiamente illustrato in questo documento, la disponibilità di Boro nel terreno
dipende da una serie di reazioni di adsorbimento che fissano il Boro solubile sulle particelle di terreno,
rendendolo indisponibile per le piante. Il chelato di Boro di BMS Micro-Nutrientes “protegge” il Boro, riducendo
sensibilmente le reazioni di adsorbimento, mantenendo pertanto il Boro disponibile per la pianta.

Chelal B: un Boro come nessun altro!!!

BMS MICRO NUTRIENTS ITALIA SRL:


Via Donizetti, 27 - 31046 Oderzo (TV) - Italia
N° Verde: 800.876.170 - Fax: 00.32.3.899.40.45
italia@chelal.com
24/09/2013