Sei sulla pagina 1di 15

Esperienze applicative sull’ impiego del

biostimolanti nel pomodoro da mensa


Youssef Rouphael
youssef.rouphael@unina.it

Focus Biostimolanti 2 – Normativa e Colture, Verona 31 Gennaio 2020


Colture orticole
1. Maggior efficienza d’uso dei nutrienti

2. Tolleranza agli stress abiotici

3. Miglioramento della qualità del prodotto

Incremento del reddito dell’agricoltore kg/ha

q Aumento della produzione unitaria


€/kg
q Incremento del prezzo di vendita del prodotto
kg/ha
q Riduzione dei costi di produzione
Caso studio 1: pomodoro nel Lazio
Tipo di coltivazione: serra fredda coperta con EVA
Periodo di coltivazione: estate-autunno
Suolo: sabbioso
cv: Sir Elyan
Fertirrigazione: una volta al giorno con soluzione nutritiva
Trattamenti biostimolanti: Estratto di piante tropicali
(1ml/L), idrolizzato proteico vegetale (3ml/L)
Applicazioni fogliari: 4 trattamenti ogni 10 giorni a
partire dall’allegagione del primo palco

Provincia di Latina
Incremento della produzione commerciale
Produzione commerciale (t/ha)

+11%
100 a +7%
a
b
80
60
40
20
0
o i e
at al tal
t ic
at op ge
tr tr ve
on t e co
N an ei
pi ot
di pr
o t o
t za
at
tr liz
Es ro
Id
Qualità della bacca
Caso studio 2: pomodoro in Campania
Tipo di coltivazione: serra fredda coperta con EVA
Periodo di coltivazione: estate-autunno
Suolo: sabbioso
cv: Sir Elyan e Akyra
Fertirrigazione: una volta al giorno con soluzione nutritiva
Trattamenti biostimolanti: idrolizzato proteico vegetale alla
dose di 2,5 o 5,0 ml/L
Applicazioni fogliari: 9 trattamenti ogni 10 giorni, a partire
dal 14 giorno dopo il trapianto

Sir Elyan
Akyra
Provincia di Napoli
Incremento della produzione commerciale

14
Produzione commerciale (kg/m )

+12-21%
2

a
12 a
b
b b
10

0
0.0 2.5 5.0
ra

n
ya
ky

El
A

Idrolizzato proteico (ml/L)


r
Si
Mean weight (g/fruit)
A

0
20
40
60
80
100
ky
ra 120
0.
A 0
ky m
l/

d
ra L
2.
A 5
ky m
l/
L

d
ra
Si 5.
r 0
El m
ya l/
L
d
Si n
0.
r 0
El m
ya l/
L
c

Si n
2.
r 5
El m
ya l/
L
b

n
5.
0
m
l/
a

L
Peso medio del frutto

o 2
Fruit number (n /m )
A
0
50
100
150
200
250
300
350
400

ky
ra
0.
0
Genotipo

A m
ky l/
L
b

ra
2.
A 5
ky m
l/
a

ra L
Si 5.
r 0
El m
ya l/
a

n L
Si 0.
r 0
El m
ya l/
L
c

Si n
2.
r 5
El m
ya l/
c

n L
5.
0
Numero di frutti

m
l/
L
c
Qualità della bacca
80
a +35%
70
+14% a
Licopene (mg 100g pf)

60 b
-1

50 c
b
40
30
20
10
0
0.0 2.5 5.0
ra

n
ya
ky

El
A

Idrolizzato proteico (ml/L)


r
Si
Funghi micorrizici: instaurano simbiosi tra funghi e piante
Le micorrize sono associazioni simbiotiche mutualistiche prodotte
dalla associazione tra funghi che vivono nel terreno e la maggior
parte delle piante terrestri, circa il 90%: queste simbiosi
coinvolgono circa 6000 specie di funghi e 240.000 specie vegetali .
Le micorrize consentono un
notevole incremento
dell'apparato radicale delle
piante ospiti:
Lunghezza micelio:
3-10 metri/grammo di suolo
FINO A 40 METRI PER
METRO DI RADICE
Valore nutraceutico del cibo derivato da filiera
micorrizata: attività nutraceutiche del pomodoro
micorrizato.

POMODORI PRODOTTI DA
PIANTE MICORRIZATE

CALCIO +15%
POTASSIO +18%
FOSFORO +59%
ZINCO +27%
LICOPENE +18,5%

Le ricerche future si concentreranno sulla selezione delle specie e dei


ceppi di funghi micorrizici e batteri più efficienti nell’aumentare il
contenuto di metaboliti secondari della pianta con attività salutistica, da
utilizzare per la produzione di cibo sano e sostenibile.
Bilancio economico parziale
Costo di
Dose di Incremento Valore Margine
acquisto Incremento Differen-
prodotto della ziale di del operativo
e del costo
utilizzata produzione
applicazione di raccolta costo incremento lordo
Località Biostimolante per ciascuna commerciale
del prodotto e post- comples- di differen-
applicazione rispetto sivo
ad azione raccolta produzione ziale
/ al controllo
biostimolante (€/ha) (€/ha)
(trattamenti) (%) (€/ha) (€/ha)
(€/ha)

Estratto di
piante 1 ml/l (4) 11,7 1.662,00 745,46 2.407,46 7.692,14 5.284,69
tropicali

Estratto di
Latina 3 ml/l (4) 6,6 1.839,22 418,80 2.258,02 4.321,43 2.063,41
alghe

Idrolizzato
proteico 3 ml/l (4) 7,0 1.834,00 441,64 2.275,64 4.557,14 2.281,50
vegetale

Prezzo del prodotto venduto 0,79 €/kg Fonte: Borsa Merci Latina anno 2017
Efficacia del biostimolante

BIOSTIMOLANTE GENOTIPO AMBIENTE

PERFORMANCE DELLA COLTURA


ED EFFICIENZA DEL PROCESSO PRODUTTIVO
Effetti interattivi
Per massimizzare l’effetto biostimolante è molto
importante definire per le diverse colture i dosaggi e
le modalità di applicazione in funzione dello stadio
fenologico e delle condizioni ambientali.
Coltura

Ambiente Biostimolante
Grazie a tutti voi per l’attenzione!