Sei sulla pagina 1di 1

Equazione di Bernoulli

In fluidodinamica, l'equazione di Bernoulli rappresenta un modello semplificato di


flusso inviscido di un fluido incomprimibile allo stato stazionario.[1] L'equazione
di Bernoulli si deriva mediante l'omonimo teorema dall'integrazione dell'equazione
di Eulero della quantit� di moto lungo una linea di flusso, e descrive il moto di
un fluido lungo tale linea.
Descrizione
L'equazione descrive matematicamente l'effetto Bernoulli per cui in un fluido
ideale su cui non viene applicato un lavoro, per ogni incremento della velocit� di
deriva si ha simultaneamente una diminuzione della pressione o un cambiamento
nell'energia potenziale del fluido, non necessariamente gravitazionale. Prende il
nome da Daniel Bernoulli, nonostante fosse gi� noto in precedenza ad altri
studiosi, fra cui Eulero.

Il campo pi� generale di validit� del teorema di Bernoulli non � in realt� solo
quello di fluido inviscido, ma � sufficiente che sia nulla la risultante delle
azioni viscose legate al rotore della vorticit�: quindi basta che il fluido sia
incomprimibile, irrotazionale (potenziale) e stazionario (derivata parziale
temporale della velocit� nulla).