Sei sulla pagina 1di 13

Informazioni preliminari

per la stesura di un
BUSINESS PLAN
2 Principali argomenti trattati

• Le funzioni del Business Plan

• Come scrivere un Business Plan

• La struttura del Business Plan

• I fattori di successo di un Business Plan

• Template di un Business Plan


3 Le funzioni del Business Plan

Apprendimento

Riduzione del rischio

Organizzazione

Comunicazione

Risorse
4
Come scrivere un Business Plan

• Non esistono regole per scrivere un perfetto Business Plan


• Il Business Plan descrive l’idea imprenditoriale e ne consente la
valutazione oggettiva della fattibilità in termini di:
– il bisogno di mercato (dimensione, segmenti, fabbisogni da
soddisfare, etc.)
– prodotto / servizio offerto
– strategie e descrizione dei punti di forza (vantaggio competitivo)
– disponibilità delle risorse umane e materiali
– descrizione dei traguardi economici
– il fabbisogno finanziario e le fonti di finanziamento
5
La struttura del piano

Variabili e parametri
6 I fattori di successo per un
Business Plan

La definizione di un credibile Business Plan non può prescindere dai


seguenti fattori critici:
1. Il fattore umano (il team)
2. Il contesto
3. Le opportunità
4. Le proiezioni economiche-finanziarie
5. Analisi del rischio
7
1. Il fattore umano

• Il fattore umano inteso come team di qualità è la miglior garanzia per


un impresa di successo (“Io investo nelle persone e non nelle idee. Di
idee di successo ce ne sono molte, di persone capaci di realizzarle no”)‫‏‬
• Elementi che rendono un team di qualità:
– l’esperienza e la conoscenza del mercato

– anche le esperienze negative hanno una loro importanza

– la capacità di saper organizzare e lavorare nel gruppo

• Un Business Plan deve fornire una chiara descrizione di ogni membro


del team e del ruolo che ognuno riveste nell’azienda
8 13 domande per identificare un
team di livello
1. Da dove vengono?
2. Dove hanno studiato e che formazione hanno?
3. Dove hanno lavorato e per chi?
4. Che cosa hanno realizzato in passato?
5. Qual è la loro reputazione nella Business Community
6. Quale esperienze hanno avuto rilevanti per quello che intendono fare?
7. Che tipo di conoscenze, abilità, etc. hanno?
8. Di chi altro c’è bisogno per completare il team?
9. Sono capaci e preparati per selezionare persone di livello?
10. Come risponderanno alle avversità?
11. Sono in grado di prendere decisioni importanti?
12. Qual è il loro impegno nell’iniziativa?
13. Quali sono le motivazioni?
9
2. Il contesto

• Ci si riferisce a fattori esterni e non controllabili ma che producono effetti


sul business aziendale

• Possono essere fattori:


– economici: l’ambiente macroeconomico, l’inflazione, i tassi di
interesse, etc.
– legali: leggi , regolamenti (un nuovo kit diagnostico)‫‏‬

– tecnologici: introduzione di nuove tecnologie (es. il cellulare, il


motore ad idrogeno, etc.)‫‏‬
10
3. Le opportunità

Un buon Business Plan identifica chiaramente il mercato di riferimento in


termini di:
• dimensione (grande/piccolo)
• dinamiche (in sviluppo, maturo)‫‏‬
• struttura (competitori, barriere all’entrata, tecnologia)‫‏‬
• grado di accesso al cliente
• Value proposition (Unique Selling Point)
11 7 domande utili per
l’identificazione delle opportunità

1. Chi sarà il consumatore tipo del prodotto/servizio?

2. Come il consumatore prenderà le decisioni d’acquisto?

3. Su quali basi sarà deciso il prezzo?

4. Come sarà possibile raggiungere tutti i segmenti identificati?

5. Quanto costerà acquisire un cliente?

6. Quanto costerà produrre e consegnare il prodotto/servizio?

7. Quanto costerà gestire e fidelizzare il cliente?


12 4. Le proiezioni economico-
finanziarie

• Deve essere sviluppato un piano economico-finanziario che dimostri


la fattibilità e la sostenibilità dell’iniziativa.
• Nello specifico, dovranno essere descritti:
– previsione delle vendite
– break-even point
– budget delle spese e margine di contribuzione
– bilancio previsionale
– analisi dei principali indicatori economico-finanziari
– analisi del cash-flow
13
5. Analisi del rischio

Dovranno essere identificati e classificati i principali rischi legati


all’iniziativa e le modalità di gestione di ciascuna criticità individuata.
Generalmente, i principali rischi sono classificati in:
• economico-finanziari;
• strategico-organizzativi;
• tecnici.