Sei sulla pagina 1di 2

Template per la strutturazione dell’idea

Titolo dell’idea:

Breve descrizione dell’idea (max 5 righe):

ASPETTI DA VALUTARE BREVE DESCRIZIONE PUNTEGGIO


Grado di innovatività
Potenziale di mercato
Facilità a superare le criticità
Ritorno atteso
Numerosità e varietà delle
applicazioni
Accesso alle competenze
necessarie (interne/esterne
all’azienda, partner
consolidati, etc.)
Fattori incentivanti (se
-
presenti)
Altre informazioni utili
(possibilità di allegare -
documenti, immagini, etc.)
TOTALE

Nota: Per ciascun aspetto evidenziato il valutatore attribuirà un punteggio da 1 a 5 (1=molto 2=basso,
3=sufficiente, 4=buono, 5=ottimo). Indicando su che aspetti l’idea deve essere potenziata. Per poter essere
considerata “valida” l’dea deve raggiungere un punteggio minimo di 20 punti.

1/2
GUIDA ALLA COMPILAZIONE

Titolo dell’idea

Dare un titolo all’idea che aiuti a capire subito il contesto di riferimento

Breve descrizione dell’idea (max 5 righe)

Descrivere gli aspetti caratterizzanti l’idea sviluppata: che bisogno/necessità va a coprire, come si differenzia
dai concorrenti, che vantaggi offre, ambiti di applicazione, etc.

ASPETTI DA VALUTARE

In questa sezione dovranno essere dettagliati: il livello di innovatività, il potenziale di mercato, le possibili
applicazioni, le risorse e le competenze necessarie per sviluppare l’idea indicando se è necessario rivolgersi a
competenze o risorse esterne all’azienda, eventuali sinergie, le possibili criticità e le modalità per superarle, i
benefici attesi. Nello specifico:

 Grado di innovatività: descrivere gli aspetti innovativi della nuova idea sviluppata rispetto alle
soluzioni/tecnologie presenti sule mercato.

 Potenziale di mercato: descrivere le tipologie di potenziali clienti e le dimensioni del target di


riferimento.

 Facilità a superare le criticità: indicare le principali criticità per lo sviluppo della nuova idea (ad esempio:
finanziarie, tecniche, etc.) e come si prevede di superarle.

 Ritorno atteso: indicare i principali benefici attesi (ad esempio: riduzione sprechi, ottimizzazione nella
gestione delle risorse, minori costi, incremento del livello tecnologico, etc.)

 Numerosità e varietà delle applicazioni: indicare la principale applicazione della soluzione proposta ed
ulteriori altre applicazioni (ad esempio in altri settori).

 Accesso alle competenze necessarie (interne/esterne all’azienda, partner consolidati, etc.): indicare se
l’azienda possiede le competenze necessarie per lo sviluppo della nuova idea, in alternativa indicare se
sono già stati identificati potenziali partner a cui appoggiarsi per sviluppare determinate fasi.

 Fattori incentivanti (se presenti): indicare eventuali fattori incentivanti, ad esempio: valorizzazione di
competenze, di risorse inutilizzate, di prodotti invenduti, etc.

 Altre informazioni utili (possibilità di allegare documenti, immagini, etc.).

2/2