Sei sulla pagina 1di 6

Niente pane? Mangiamo brioche! – Puntarella Rossa 18/11/11 22.

17

Puntarella
Rossa on Facebook
Cerca
Like
Ricerca avanzata
581 people like Puntarella
Rossa.

email Iscriviti
Blackitty Bettina Patrizia

Facebook social plugin

RECENSIONI CLASSIFICHE NEWS E DIBATTITI INTERVISTE L'INDISCRETO GELATERIE SCONSACRATE

VERY NICE PEOPLE PIATTI AL VINILE EVENTI E CORSI A ROMA LE RICETTE DI ALESSIA VICARI HIC! RACCONTI DI VINO

Teutonico, altre cinque copie


per voi
Avete presente la torta della lavastoviglie? No? E i filetti di
cernia con dadini di ...
In rilievo

mer, set 21 2011 | 3 Comments

Niente pane? Mangiamo brioche!


By: Alessia Vicari

Visti i tempi che corrono, con la crisi del debito al


galoppo, l’euro a rischio tracollo e il
(potenzialmente) apocalittico 2012 in
avvicinamento, sorge spontanea una domanda:
potremmo improvvisamente trovarci costretti a
rinunciare anche al pane? Beh, rinunciare
all’essenziale potrebbe al limite risultare una
sfida interessante, purché non mi si chieda –
questo no – di rinunciare al superfluo! Quindi,
riprendendo la famosa frase attribuita a Maria
Antonietta e riconiugandola più
democraticamente (e realisticamente) alla prima
persona plurale: “Se non abbiamo pane,
mangiamo brioche”! E qual è la miglior brioche se non la brioscia? Ecco allora la ricetta della brioche (o
brioscia, appunto) a la sicula con la quale potrete accompagnare gli ultimi gelati della stagione (accoppiamento
che, inspiegabilmente, fatica ad affermarsi in continente) e, altresì, ottenere i famosi “pezzi” della rosticceria
palermitana (più street food di così si muore!).

Ingredienti:
Dove mangiare a Roma

TOP FIVE FEELING


Cesare al Casaletto

Asino d’oro

Osteria numero 7

Il sorpasso

Pigneto 41

TOP FIVE PESCE


Cru.dop
Farina 00 1 kg; Zucchero semolato 100 g; Strutto 100 g; Acqua tiepida 500 g; Lievito di birra a panetto 50 g;
Uovo 1; Zucchero q.b. Fish Market

Tempio di Iside

Preparazione: La Gensola

Acquolina

TOP FIVE CUCINA ROMANA


Flavio Al Velavevodetto

Fernanda

http://www.puntarellarossa.it/2011/09/21/niente-pane-mangiamo-brioche-al-gelato/ Pagina 1 di 6
Niente pane? Mangiamo brioche! – Puntarella Rossa 18/11/11 22.17

La Tavernaccia

Paris

Armando al Pantheon

TOP FIVE CHEAP


Osteria di Monteverde

Enoteca Corsi

Pecorino

Valentino

Teo
Setacciate la farina, sciogliete il lievito in poca acqua tiepida; non appena formerà una leggera schiuma, unitelo
alla farina, aggiungete lo zucchero semolato e iniziate a mescolare; se avete un’impastatrice l’operazione si
rivelerà molto più semplice e veloce; in questo caso utilizzate il gancio per impastare. Aggiungete il sale e
continuate a lavorare. MOST VIEWED
Fish Market, Barcellona a Pietralata - 57.182 views

Grom a Roma: ed è subito folla - 31.220 views

Gelato a Roma: the best of - 27.527 views

Fish market, moscardini a 5 euro - 26.771 views

Fazzo rivela: il Sismi vuol rapire Cracco - 23.206


views

RISTORANTI: LA VOSTRA TOP


Posts

All | Today | This Week | This Month

Ora versate la restante acqua tiepida e lavorate l’impasto a lungo. Charly’s Saucière
A questo punto aggiungete lo strutto (lasciato ammorbidire a temperatura ambiente) tutto in una volta e 5/5 (1 vote)
continuate ad impastare.
Inizialmente sarà un impasto molto appiccicoso e difficile da lavorare ma basterà avere pazienza e fiducia e
troverà lentamente la giusta consistenza, elastica e asciutta. TAG
agosto alemanno amatriciana appia antica brunch
Se impastate manualmente utilizzate un vecchio trucco: alzate la pasta e lasciatela ricadere sul piano di lavoro
per più volte; questo servirà a dare elasticità all’impasto.
cucina creativa
campo de' fiori colosseo

cucina romana cucina umbra dehors


enoteche esquilino ferie garbatella gelaterie
gianicolo giapponese giardini guide le
ricette di alessia milano
MONTEVERDE monti parioli pesce piatti
al vinile pietralata pigneto pizzerie portuense
prati quartiere africano Recensioni
ristoranti all'aperto san giovanni san lorenzo
stroncature support japan testaccio
top restaurants torre argentina trastevere tè
vegetariano

COMMENTI RECENTI
Riccardo Grande su Trastevere: Valzani va, Bakery
arriva

claudio su Lanificio, nasce il ristorante vintage

nemoravi su Mama eat, Napoli a Trastevere

Riccardo I. su Caffè e soprattutto Propaganda

Davide su Roma c’è, anzi non c’è più

SITI AMICI
06 Blog

Aglio, olio & peperoncino

Alias – manifesto

BarBabietola

Cibvs

Corriere Roma

http://www.puntarellarossa.it/2011/09/21/niente-pane-mangiamo-brioche-al-gelato/ Pagina 2 di 6
Niente pane? Mangiamo brioche! – Puntarella Rossa 18/11/11 22.17

Dissapore

Food in Rome

Foodie

Gastronauta

Gusto Blog

Identità Golose

Il Pasto Nudo

Italia Squisita

L'Espresso Food & Wine

La Cuisine de Fabien

Marchi di Gola (Paolo Marchi)


Fatto questo è il momento di far lievitare la pasta che, come da regola, dovrà raddoppiare il suo volume. Visto
Nile Guide (english)
il quantitativo di lievito usato (e le temperature ancora estive) questa operazione si concluderà in circa 30
minuti. Se invece si dispone di più tempo – una notte intera sarebbe l’ideale – allora dimezzate il quantitativo di Papero Giallo

lievito e mettete l’impasto a lievitare dentro una boulle di vetro, coperto con pellicola e riposto nel frigorifero. Parla Food

Passione Gourmet

Pirotecniche di Cucina

Roma chiama Milano: il blog di Valerio Visintin

Scatti di gusto

Secondo Me

Tavole Romane

Via dei Gourmet

Welcome to Rome (en)

Welcome to Rome (it)

Wine Food Corriere

ADV

Una volta raggiunta la lievitazione richiesta, tagliate la pasta a filoni e sgonfiatela velocemente con le mani
(non sarà necessario utilizzare dell’altra farina, nemmeno per il piano di lavoro); porzionate ogni filone in pezzi
da circa 40 g l’uno e, lavorandoli con le mani, formate delle sfere. Conservatevi un filone per fare delle ulteriori
piccole sfere da 15 g l’una che serviranno per il “tuppo” della nostra brioche.

ARTICOLI RECENTI
Il Mondo di Laura: biscottini kosher

Esce Teutonico, cinque polli per voi

Caffè e soprattutto Propaganda

Spaghetti, alici, pecorino e menta

Top five – Aperti dopo mezzanotte

Teutonico, altre cinque copie per voi

Domenica, otto volte brunch

Un saturnino e il carciofo alla giudìa


Dopo aver sagomato le sfere, praticate con le dita un’ansa al centro della palla più grande e collocateci la
pallina più piccola con una leggera pressione affinché aderisca. Teutonico in moto, venti copie per voi

La nuova Ortica, Tale Quale

http://www.puntarellarossa.it/2011/09/21/niente-pane-mangiamo-brioche-al-gelato/ Pagina 3 di 6
Niente pane? Mangiamo brioche! – Puntarella Rossa 18/11/11 22.17

Adesso avete tra le vostre mani l’inizio di una brioche.


A questo punto, sbattete un uovo, aggiungeteci un cucchiaio di zucchero e spennellate le brioche.

Lasciatele lievitare abbastanza distanziate l’una dall’altra su una teglia per circa un’ora e mezzo (o comunque
fin quando non saranno raddoppiate di volume). Trascorso il tempo di lievitazione, ripassatele con l’uovo e
infornatele in forno preriscaldato a 180° C per circa 20 minuti.

Mangiatele tiepide cosparse di zucchero a velo oppure aspettate che si freddino e farcitele di buon gelato!

http://www.puntarellarossa.it/2011/09/21/niente-pane-mangiamo-brioche-al-gelato/ Pagina 4 di 6
Niente pane? Mangiamo brioche! – Puntarella Rossa 18/11/11 22.17

Con lo stesso impasto (omettendo lo zucchero nell’uovo per la spennellatura) potrete ottenere i classici “pezzi
di rosticceria palermitana”, da farcire a piacimento. Non cambia nulla nella preparazione, nemmeno il tempo di
cottura; per il ripieno tradizione vuole l’immancabile calzone prosciutto e mozzarella o il più nazionalpopolare
(ma irresistibile) “rollò con wurstel”.

Buon appetito!

About Alessia Vicari Email

View all articles by Alessia Vicari

3 COMMENTS

sammy
25 settembre 2011 | Permalink | Replica

Magnifica idea per una serata quasi estiva come quella di stasera. Vado a fare la prova ese ci riesco

http://www.puntarellarossa.it/2011/09/21/niente-pane-mangiamo-brioche-al-gelato/ Pagina 5 di 6
Niente pane? Mangiamo brioche! – Puntarella Rossa 18/11/11 22.17

sarò sempre grata per questa deliziosa ricetta. Sei forte:-) :-)

s.martorelli@repubblica.it
4 ottobre 2011 | Permalink | Replica

Vorrei prepararle per un'amica che non può mangiare maiale – si può adoperare un altro tipo di grasso al
posto dello strutto?

Alessia Vicari
5 ottobre 2011 | Permalink | Replica

Puoi tranquillamente sostituire lo strutto con il burro, la grammatura resta invariata, solamente la brioche
avrà il sapore appena dolce del burro, ma se piace non è assolutamente un problema, anzi a me ricorda
le affascinanti giornate di pioggia a Parigi!

LEAVE A COMMENT

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments
via RSS.

Your email is never shared. Required fields are marked *

Name*

Email*

Website

Comment

This visual editor brought to you by fckeditor for wordpress plugin


SUBMIT

2009-2011 © Puntarella Rossa - puntarellarossa@hotmail.it | graphic and web designer Francesca 'Fou Turista' Pignataro » heyfou.com

http://www.puntarellarossa.it/2011/09/21/niente-pane-mangiamo-brioche-al-gelato/ Pagina 6 di 6