Sei sulla pagina 1di 4

COME SVILUPPARE IL PROPRIO MAGNETISMO

PERSONALE

Basato sul metodo del Prof. Auguste Rolland con note interposte del dr. Marco Paret.

Prefazione

Gli esercizi che seguono hanno un duplice scopo:  il primo è di sviluppare una tra le più importanti
e desiderabili qualità che esistano al mondo: il "magnetismo personale".
Il secondo è permettere una vera crescita interiore, attraverso una via che porta a scoprire vita ed
energia all'interno di noi stessi.
Che cosa s'intende intanto per magnetismo personale?
L'espressione « Magnetismo Personale » serve a designare quella specie di potente fascino che
alcuni individui producono sui loro simili.
Senza che essi sembrino fare alcunché di speciale, questi individui ispirano la simpatia, l'interesse,
la considerazione.
La loro presenza è gradita, si prova come un bisogno di renderseli amici, di conquistare la loro
stima.
Né la bellezza, né la ricchezza, né il successo, né le qualità morali possono identificarsi
coll'indefinibile e sottile irradiazione che emana l'individuo magnetico che ha qualche cosa di più e
di diverso: vi è l'impressione di un serbatoio di forze la cui vicinanza vi attira, appunto come un
campo magnetico attira tutto ciò che di suscettibile d'influenza si trova in sua prossimità.
In che cosa consiste dunque questa misteriosa energia e pur tuttavia reale e tangibile? Perchè uno la
possiede e un altro no? perchè una persona ne possiede poca ed un altro apparentemente molta? E
da dove proviene? A quali fonti possiamo attingerla?

La nostra scuola ha condotto lunghe ed approfondite ricerche sul soggetto.


Il magnetismo personale è infatti qualcosa di diverso dal concetto di "rapport" ed anzi molto spesso
è il magnetismo stesso l'elemento che successivamente facilita la creazione di "rapport".
E' anche diverso dal concetto di "status", in quanto il magnetismo personale è indipendentemente
dal contesto.
La terminologia più vicina è il concetto di "fascino".
Esistono vari studi sul concetto, la maggior parte in francese, pubblicati all'inizio del secolo
(consigliamo H. Durville di cui possiamo fornire una copia elettronica digitalizzata).
Successivamente, l'affermarsi della psicologia tradizionale ha portato la comunità scientifica in altre
direzioni.
La difficoltà scientificamente a provare il magnetismo personale ne è forse la causa principale.
Attualmente ben poche persone conoscono a fondo questa disciplina, più semplice di molte altre
create successivamente e che magari ne incorporano delle parti.
Eppure i vantaggi sono tanti: nella vita, nelle relazioni, nella terapia, in quanto una maggiore
efficacia personale è la chiave stessa del successo.
Il Prof. Rolland, il cui padre aveva tra l'altro già scritto un'operetta al riguardo, alcuni brani della
quale sono stati inclusi in questo lavoro, ci ha aiutato nel capire cosa veramente fosse questa
materia.
Oltre che basarci sul metodo trasmesso da Rolland, costituito da una serie di esercizi anche più
vasta di quella indicata in quest'opera, abbiamo consultato sia opere antiche che opere moderne, e
cercato ovunque persone che potessero dirsi maestre della materia, comparando e cercando di
comprendere cosa veramente si celasse dietro queste parole.
Possiamo pensare che il magnetismo provenga:

1. sia da una potente "coerenza individuale" per cui i gesti ed i movimenti di una persona
"magnetica" sono altamente coerenti. Noi riteniamo "magnetica" una persona il cui fare ci
appaia particolarmente sicuro, e tecnicamente questi attributi di "sicurezza" tendono a
coincidere con aspetti di "coerenza del messaggio", ovverosia la persona di fronte a noi si
sta esprimendo in una maniera coerente sotto tutti i livelli comunicativi. Già questo è un
grande obiettivo, in quanto la maggior parte delle persone ha poca coerenza a livello non
verbale.
2. all'aspetto precedente si aggiungono inoltre aspetti non verbali della comunicazione non
ancora sufficientemente chiariti ma di probabile natura quantica, e che fino al secolo scorso
erano invece ritenuti di tipi magnetico.

Questi aspetti non verbali sono in stretto rapporto col nostro controllo di noi stessi.
Possiamo infatti pensare che più siamo padroni di noi stessi più possiamo essere coerenti e
congruenti.
Questo è il livello nel quale crescita personale e potenza comunicazionale arrivano a coincidere.
Molte persone inseguono o l'uno o l'altro, ovverosia o  vogliono migliorare la comunicazione o
vogliono migliorare loro stessi.
Esiste una terza strada, dove entrambi i risultati sono possibili contemporaneamente ed è quella
enunciata in questo libretto.
Quello che vogliamo insegnare infatti è essere sè stessi, e proprio per questo manifestare
effettivamente un pensiero efficace e magnetico.

A cosa serve il Magnetismo Personale?

Il magnetismo personale è utile nella vita quotidiana, in quanto permette di moltiplicare l'impatto
relazionale di una persona.
E' utile nel business, in quanto permette di creare maggiore contatto ed impatto con il cliente. In
connessione con le tecniche comunicazionali (vedi capitolo apposito) è uno strumento potentissimo
di utilizzo tra l'altro immediato.
E' utile nelle relazioni perchè tra l'altro porta a dare invece che a chiedere solo.
E' utile nell'insegnamento, in quanto moltiplica l'impatto comunicativo.
Ed è anche utile nella terapia, dove i risultati di qualsiasi disciplina psicologica sono più netti nel
caso di presenza di forza magnetica.
Trova particolare utilizzo nell'ipnosi. Alcuni incredibili risultati che appaiono descritti sui libri di
ipnotismo dell'inizio secolo, ad esempio, non sono raggiunti dalle attuali tecniche ericksoniane per
la ragione che queste, pur efficaci, lavorano quasi esclusivamente sulla parola. E' necessaria infatti
la conoscenza della nostra disciplina per ottenere i risultati più potenti.

Il magnetismo personale è una SCIENZA PRATICA che può essere misurata in base alle
"impressioni soggettive" delle persone che entrano in contatto con la persona "magnetica" ed in
base agli effetti ottenuti.
Se qualcuno attende una misurazione "oggettiva" del magnetismo personale, potrà attendere tutta la
vita, ed alla fine rimpiangere di non aver dedicato tempo allo sviluppo di questa qualità
fondamentale.
Chi si occupa della teoria rischia di perdere tempo rispetto a chi dedica tempo agli esercizi e si gode
i risultati..
Il magnetismo personale funziona indipendentemente dalla teoria alla quale facciamo riferimento e
si basa su pochi semplici punti facilmente verificabili attraverso l'esperienza diretta.
Per imparare il metodo del magnetismo personale nella migliore delle maniere è fondamentale:

1. Conoscenza delle tecniche.


2. Pratica
3. Ed inoltre, per i risultati più eclatanti, abbiamo verificato che è anche di grande utilità la
conoscenza di altre persone magnetiche per avere l'"Iniziazione" allo sviluppo del
magnetismo interiore..

Il metodo che segue ricalca gli insegnamenti del Prof. Rolland, un maestro di tale tecnica e forse il
maggior esperto che sia mai esistito di tali tecniche, modificato da uno tra i pochissimi allievi eletti
ad aver avuto contatto diretto con lui, il dr. Marco Paret.
Pur essendo descritto nei suoi potenti effetti in tanti libri, tanto che molti hanno ottenuto risultati
immediati da pochi semplici esercizi, il concetto di "Magnetismo Personale" ha infatti necessità per
i gradi più alti di un apprendimento specifico che nasce da una vera e propria "trasmissione".
Cosa significa questa "trasmissione"?
Così come nel caso dei magneti fisici, è possibile trasmettere una piccola quantità di magnetismo
attraverso il semplice accostamento di due magneti, così anche nel magnetismo mentale è molto
importante questo passo.
Successivamente l'allievo continuerà a sviluppare autonomamente tale forza utilizzando gli
insegnamenti appresi.
L'iniziazione è anche utile per imparare il "modo di vedere" che ci porta verso la potenza all'interno
di noi stessi.
In effetti, è più un "modo di vedere" quello che è necessario, in quanto, una volta adottato troviamo
che una forza all'interno di noi ci sospinge nella giusta direzione.
Oltre ad avere una grandissima forza magnetica, il Prof. Rolland aveva quindi una serie molto
ampia di tecniche per sviluppare ulteriormente ed efficacemente  la propria energia mentale che ha
trasmesso interamente al dr. Marco Paret assieme alla "carica iniziale".
Poche persone possono nei fatti trasmettere la vera capacità magnetica, anche se è indubbio che già
praticando gli esercizi indicati di seguito potrete verificare un aumento del vostro potenziale
energetico.
L'apprendimento del magnetismo personale è quindi anche una vera e propria "iniziazione" che solo
una persona già padrona del metodo può trasmettere efficacemente.

Quello che segue è un breviario della tecnica, un "Bignami" preziosissimo di questa disciplina.
Nel leggerlo, per ottenere il massimo dei risultati nel più preve tempo possibile, vi invitiamo a
portare l'attenzione sui concetti legati all'aumento di consapevolezza di sè stesso e la massima
attenzione agli esercizi di respirazione ed a quelli di coscienza.
I saggi, i filosofi dell'antichità, i sapienti veri sapevano e sanno questo, la chiave del magnetismo
personale è nella respirazione. Più profonde e coscienti divengono le vibrazioni di respirazione di
una persona, a seguito di decisione volontaria di questi, più evolveranno perfettamente e
rapidamente il suo organismo, il suo pensiero, la sua intelligenza ed il suo MAGNETISMO
PERSONALE.

La Fisiologia del Magnetismo

Il magnetismo ha una specifica fisiologia.


Per essere efficace, il pensiero deve essere coerente con la nostra volontà, e, fisiologicamente,
esprimersi in maniera coerente sia a livello del sistema cerebro-spinale che del sistema simpatico.
In poche parole tutto l'organismo deve agire coerentemente
A questo proposito già gli indiani avevano portato attenzione sull'importanza della colonna
vertebrale in tale processo.
Il midollo spinale serve da canale al pensiero, trasmettendolo al sistema nervoso, e nel contempo
riporta le informazioni al cervello.
Un'importanza notevole ha inoltre l'utilizzo dello sguardo.
La parte puramente organica e cellulare dell'essere deve essere sotto il controllo della volontà che è
egualmente una manifestazione del pensiero, nel suo aspetto materiale, fisico, realizzativo.
Volontà significa volere di azione, di manifestazione. il pensiero, quindi, facendo partecipare il
sistema nervoso per agire, ricorre, attraverso la volontà ugualmente a questo come agente capace di
animare la materia.

L'efficacia di tale tipo di volontà è moltiplicata dalla corretta respirazione. La respirazione è la


strada con la quale mettiamo in moto ed in stato di salute il nostro organismo e possiamo risvegliare
le varie facoltà cerebrali ed armonizzare le varie funzioni organiche.