Sei sulla pagina 1di 3

capitolo 1

GEOPOLOTICA EUROPEA
nel 1648 abbiamo la pace di westfalia che inaugura gli stati territoriali delimitati da confine naturale e
frontiera statale,organizzati su tre principi integrità territoriale,eguaglianza legale e non intervento.
essa mette fine alla guerra di 30 anni che aveva causato più tasse, crisi agrarie,la ricchezza dei
soldati mercenari e la povertà dei contadini (sventura e vendetta dei contadini david vinckboons. ci
furono ribellioni. aristocratiche e rivolte popolari per impedire assolutismo come quella di napoli 1647
(masaniello), catalogna(1652), polonia e russia. in francia si ha la fronda parigina,sale sul trono il
bambino luigi XIV aiutato dalla mamma e da giulio mezzarino che conquista l'Alsazia. in seguito i nobili
accettano la monarchia
INGHILTERRA
Elisabetta accusò maria stuarda di aver preso parte ad un complotto contro di lei e la fa
giustiziare.sale al trono giacomo I stuart che unifica scozia ed inghilterra,nel 1625 salì al trono il figlio
carlo I Stuart. il parlamento era diviso in camera dei lord e camera dei comuni che approvavano una
petizione dei diritti che vietava incarcerazione arbitraria. questa proposta causò lo scioglimento del
parlamento da parte di carlo I, che poi fu riunito, e venne proclamato il diritto comune,una
giurisprudenza fondata sulla pratica dei tibunali. il parlamento aveva l'appoggio dei puritani. oliver
cromwell prende comando forze parlamentari e instaura nuovo esercito che ebbe la meglio nella
attaglia di naseby il 14/05/1945,carlo I fu decapitato nel 1649. viene proclamata la repubblica unita di
inghilterra irlanda e scozia. nel 1655 cromwell si propone come dittatore, cercò di trasformare il
protettorato in una nuova monarchia ereditiera.
nel 1660 salì al trono carlo II Stuart. dopo 30 anni il parlamento era diviso in tories(schieramento
conservatore) e whigs (schieramento progressista).salì al trono il fratello giacomo II ed in seguito ad
un tentativo di restaurazione del cattolicesimo e assolutismo si ha la rivoluzione gloriosa promossa dal
parlamento e il trono andò a guglielmo III d'orange che sottoscrive la dchiarazione dei diritti

FRANCIA SECOLO DEL RE SOLE


luigi XIV organizza il governo in organi centrali e periferici. zona centrale>consiglio superiore (ministri
di guerra degli esteri e giustizia) e il consiglio delle finanze (ministro plenipotenziario che controlla la
finanza). in periferia si aggiunsero gli intendenti. luigi XIV integra i nobili a Versailles che spezzano il
nesso feudale. nel 1666 nasce accademia della scienza naturale di parigi. ci furono varie guerre,di
devoluzione 1667-68/1678, dove le potenze europee formano una coalizione, si conclude con la pace
di nimega, ottiene franca contea dalla spagna. dei 9 anni 1688-1697, nulla di fatto si conclude con
pace di rijswik, ottiene strasburgo. di successione spagnola 1700, coalizione antifrancese( olanda
inghilterra diversi principati tedeschi) con i trattati di utrecht e rastatt 1713-14 si arriva al
compromesso che consisteva nella rinuncia degli Asburgo d'austria a ereditare il trono di spagna e
nel riconoscimento di filippo d'angiò ( senza unione corona di Madrid e parigi )

PIETRO ROMANOV
pietro il grande salì al potere nel 1964 anche se fu asceso al trono nominalmente quando aveva 10
anni, e regno fino alla sua morte nel 1725. le sue ambizioni politiche erano occidentalizzare la russia
ed espandersi nel Mar Baltico. nel 1697 organizzò una grande ambasciata in europa, impose i vestiti
europei, divise il regno russo in varie province, emanò nel 1722 la tavola dei ranghi e fondò scuole e
accademie. sconfisse esercito ottomano in una guerra russo turca ottenendo il mar nero.
successivamente si scontra con la svezxia nella grande guerra del nord, dove viene sconfitto.
consuma la sua rivincita nella battaglia di poltava che vince e gli viene riconosciuto tramite il trattato
di nystad nel 1721 il Mar Baltico e qui vi fondò la nuova capitale : San Pietroburgo
capitolo 2
GIUSNATURALISMO
il giunsnaturalismo fu inventato da ugo grozio e deriva da ius>legge naturale =diritto di natura.
secondo ugo la ragione condiziona la vita dell'uomo che nasce con 2 diritti, diritto alla liberta e alla
vita. gli uomini che tendono a vivere in comunità e condizionati dalla volontà, stipulano fra di loro un
patto sociale e di convivenza che da vita agli stati in cui l' uomo perde la capacità di
autogovernarsi, e lo stato in cambio garantisce il benessere
THOMAS HOBBES
secondo thomas i poteri legislativi giudiziari esecutivi dovevano appartenere al sovrano. la didattura
di cromwell merita di essere lodata perchè garantisce la pace . il potere inglese si basa sul patto
stipulato dai cittadini che non possono tornare indietro e l' uomo nello stato di natura vive
difficilmente in quanto segue l'istinto e cerca di ottenere i vari territori. nello stato di hobbes i
cittadini non possono prender eparte alla vita politica, vige la legge del più forte lo stato è
superiore alla chiesa e l' uomo comprende che è giusto rinunciare parzialmente alla libertà in
cambio di sicurezza
JOHN LOCKE
jhon è il fondatore dell'empirismo e fu colui che scrisse la dichiarazione dei diritti. lui scrisse due
saggi di politica, nel primo attacca un suo contemporaneo che sosteneva che il governo nascesse
da dio. viene cnsiderato il padre dell'illuminismo e del liberalismo. sostiene che gli uomini nascano con
due diritti: alla vita e alla libertà , che poteva essere materiale come il diritto alla proprietà privata
e spirituale come libertà di pensiero e parola. sosteneva che il potere legislativo apparteneva ala
parlamento, quello esecutivo al sovrano e ai funzionari e quello federativo alla gestione della politica
estera .nel suo stato gli uomini cedono allo stato soltanto il diritto di autogovernarsi e di farsi
giustizia da soli e non i diritti naturali ed è vietata la pena di morte. john era tollerante verso tutte le
religioni( infatti nell' illuminismo, in cui nasce il deismo basato su due principi, esiste solo un dio
creatore dell'universo e dio crea i valori, tutte le religioni sono tollerate. lui è contro solo verso gli
atei in quanto la fede in dio fonda i principi morali, e i cattolici che sono dei fanatici religiosi. locke
crede nella religione anglicana che si allontana da tutti i culti e le superstizioni.
IL MONDO DELLA GUERRA 1600 1700
nacque una competizione per il primato militare del vecchio continente. ciò comportò la
formazione di eserciti più imponenti e di campi di battaglia che potevano contenere oltre centinaia
di migliaia di unità. questa competizione portò anche i governi defli stati ad investire sull'innovazione
militare che diede vita all'industria della guerra che si rivelò sia un fattore di sviluppo sia uno
strumento di coercizione, perchè aumentò la durata media degli assedi, e il mestiere del soldato
divenne un obbligo. infatti ricorsero il reclutamento su base forzosa attraverso la mobilitazione di
interi classi d'età. la guerra era richiesta dai nobili perchè non potevano rinunciare alla gloria
militare e per affermare la validità del codice d'onore e dai sovrani per ottenere il rispetto.

GUERRA DI SUCCESSIONE POLACCA 1733-1738


il trono di polonia era vacante così il re di francia proprose stanisalo leszczynski mentre carlo
Iimperatore d'austria propone augusto di sassonia principe tedesco. seguirono 5 anni di guerra
combattuta sia in terra italiana che tedesca. nel 1734 stanislao fugge dalla polonia. la guerra si
conclude con il trattato di Vienna 1738. carlo riesce a far salire al trono i suo candidato con il
nome di augusto III anche se il duca francesco stefano dovette lasciare i suoi possedimenti a
stanislao. le principali conseguenze in italia furono il passaggio del mezzogiorno ai borbone e della
toscana agli Asburgo, e l'ampliamento del regno di sardegna
GUERRA DI SUCCESSIONE AUSTRIACA
nel 1713 carlo VI aveva reso pubblica la "prammatica sanzione">la figlia femmina può succedergli al
trono . dopo la sua morte prussia spagna e francia contestavano il diritto della figlia maria teresa
di salire al trono mentre le province d'olanda inghilterre e il regno di sardegna assunsero le sue
difese.la Prussiadiventa un regno nel 1701 caratterizzato dalla forza del suo esercito e il rapporto
di alleanza fra nobiltà(junker) e corona.la prussia sotto il dominio di federico II invase la slesia per
l'abbondanza di risorse naturali. nel 1748 i rappresentanti delle diverse cancellerie si riunirono ad
aquisgrana dove venne riconosciuta come imperatice maria teresa

GLI ESERCITI PROFESSIONALI


in seguito alle tre guerre di successione ci fu un
periodo di pace di equilibrio. dopo la pace di westfalia,
cattolici e protestanti erano pervenuti ad una
coesistenza pacifica. l' impatto dei conflitti armati sulla
società fu contenuto dalla professionalizzazione degli
eserciti. infatti la complessità delle tecniche belliche
costrinsero le monarchie assolute ad affidarsi a
soldati di mestiere, i quali erano interessati ad una
promozione piuttosto che alla paga. per vincere una
guerra la qualità dell' armamento, l'intensità
dell'addestramento e l'efficacia della logistica dovevano
essere soddisfacenti. l'esercito prussiano si rivelò un
modello di organizzazione e obbedienza. molti di questi
soldati erano dei vagabondi per i quali arruolarsi
nell'esercito significava avere la minestra assicurata, e
ladri che partendo per la guerra riuscivano a sfuggire
alle loro punizioni
GLI STATI ITALIANI ALLA METÀ DEL SETTECENTO
Il Ducato di Savoia Venezia e il papato erano indipendenti, Ma non avevano un peso sullo scacchiere
politico internazionale. Dopo La pace di Utrecht del 1713 legge monilia sulla penisola era passata dalla
Spagna all’Austria, Anche se l’unico dominio diretto di quest’ultima era la Lombardia che grazie alla
buona amministrazione dei sovrani asburgici e della dinastia asburgo Lorena conobbe un periodo di
sviluppo. Nacque il catasto dei terreni: un censimento e seguito da funzionari pubblici di origine non
milanese, in modo da definire obiettivamente estensione, destinazioni d’uso e valore commerciale
degli immobili per determinare le tasse a carico dei proprietari. In Toscana, dopo l’estinzione della
famiglia medici, il gran ducato passò gli Asburgo LorenaDal 1738. Il regno di Napoli era invece è
stato assegnato nel 1738 a un ramo dei Borbone di Spagna. Un’altra famiglia Borbone legate ai
sovrani spagnoli ricevete ad Aquisgrana nel 1748, il Ducato di Parma.