Sei sulla pagina 1di 2

Per una didattica inclusiva Anno scolastico 2011/2012 Ufficio Scolastico Territoriale di Treviso Sede di ______________

Scaletta dell’incontro n. 1

Parte 1 di 2

Obiettivo Modalità Tempi


Attività da svolgere
da perseguire di lavoro [minuti]
[tutor]
 Presenta gli obiettivi del percorso di formazione
[Obiettivi:
- condividere i principi fondamentali su cui si basa il processo di inclusione;
- conoscere gli strumenti e i protocolli d’azione per programmare e realizzare
l’intervento;
Presentare gli obiettivi del percorso - condividere le strategie e i protocolli d’azione per garantire la continuità educativa e
Plenaria 15
di formazione e i materiali di lavoro didattica
- ipotizzare un intervento di insegnamento/apprendimento collocato nel gruppo-classe,
tenendo conto delle caratteristiche dell’alunno;
- definire le modalità di lavoro di un gruppo finalizzato a realizzare l’inclusione di un
alunno con disabilità]
 descrive i materiali di lavoro, usando il testo Introduzione a pag. 3 (Per una Didattica
Inclusiva Strumenti, procedure e modelli operativi)
Condividere i principi fondamentali [tutor]
su cui si basa il processo di  Chiede ai docenti partecipanti di:
inclusione  leggere la parte A. del testo “La dimensione inclusiva della scuola” (pp. 6-11);
 prendere in visione un elenco di aspetti focali per il processo di inclusione [progetto
di inclusione - organizzazione delle attività didattiche - metodologie e strategie
didattiche - relazione con la famiglia - ruolo del docente di sostegno – valutazione - Gruppi 60
clima di classe – documentazione]
 elaborare 10 buone regole da tener presenti come docenti curricolari per favorire
l’inclusione degli alunni con disabilità, considerando le indicazioni del testo e gli
aspetti focali proposti
[docenti partecipanti] Elaborano le 10 buone regole in gruppi di 3 o 4 componenti.

Studio – Docenti curricolari Incontro 1 Pagina 1


Per una didattica inclusiva Anno scolastico 2011/2012 Ufficio Scolastico Territoriale di Treviso Sede di ______________

Scaletta dell’incontro n. 1

Parte 2 di 2

[tutor]
 Fa esporre le 10 buone regole elaborate ad almeno due gruppi e chiede agli altri se
vogliono integrare.
[docenti partecipanti]
 Presentano le regole elaborate
Condividere i risultati del lavoro di [tutor] Plenaria 45
gruppo
 Valorizza e pone alla discussione le regole presentate, evitando che i docenti si
soffermino subito suoi motivi che possono ostacolare il rispetto delle regole. I motivi
ostacolanti possono essere considerati solo alla fine e in termini propositivi.
Il motto del corso deve essere “Quando non si può tornare indietro, bisogna soltanto
preoccuparsi del modo migliore per avanzare” (P. Coelho).
120

Studio – Docenti curricolari Incontro 1 Pagina 2