Sei sulla pagina 1di 11

PERIODO: I

DISCIPLINA: Sassofono

Competenze:
Obiettivi specifici di Esame di verifica delle
conoscenze e abilità da Opere di riferimento
apprendimento competenze acquisite
conseguire
Tecnica
Elementi fondamentali di Acquisizione di un equilibrio H. PRATI: L'alfabeto del 1) Scale e arpeggi maggiori e
tecnica strumentale: psico-fisico adeguato al controllo sassofonista minori fino a 3# e 3b
a) postura dei parametri fondamentali per
b) impugnatura dello l'esecuzione J.M. LONDEIX: Il sassofono 2) Quattro studi di difficoltà pari
strumento nella nuova didattica - Prima o superiori alle raccolte indicate
c) imboccatura: emissione e Parte (gli studi devono essere
articolazione dei suoni selezionati fra almeno due
d) respirazione: esercizi SALVIANI: Vol. 2° (quartine), ed. raccolte differenti)
propedeutici di respirazione Ricordi

Studi di tecnica o “giornalieri” Coordinazione elementare dei


di livello elementare (da parametri strumentali A discrezione del docente
eseguire preferibilmente a fondamentali
memoria)

Scale e arpeggi maggiori e Eseguire le scale e gli arpeggi a


minori fino a 3# e 3b memoria, nell'ambito di 2 ottave, I modelli di esecuzione sono a
applicando semplici modelli di discrezione del docente
articolazione

Armonizzare la tecnica Eseguire studi stilistici di livello


strumentale alle finalità elementare (ovvero composizioni
espressive musicali propedeutiche allo
strumento in forma di duetto,
variazione sul tema, preludio...,
possibilmente in stili diversi)

Repertorio
Studio di facili brani tratti dal Acquisizione delle nozioni di base J.M. LONDEIX: Il sassofono 3) Esecuzione di un brano tratto
repertorio strumentale necessarie alla comprensione del nella nuova didattica dal repertorio originale del
testo musicale proprio strumento o
SALVIANI: Studi per sassofono - adattamento con
Conoscenza dei principi basilari Vol 1°, ed. Ricordi accompagnamento di
per procedere all'esecuzione di pianoforte o altri strumenti o
semplici composizioni strumentali G. LACOUR: 50 studi facili e basi registrate.
progressivi Il livello di difficoltà del brano
Saper eseguire facili brani tratti deve essere di livello pari o
dal repertorio originali del proprio A discrezione del docente superiore a quanto esercitato
strumento e/o adattamenti con nel corrente ambito formativo di
accompagnamento di pianoforte o tecnica strumentale
altri strumenti o basi registrate

Esecuzione di brani facili per Sapere ascoltare se stessi e gli


due o più strumenti altri nelle esecuzioni di gruppo

Educazione dell’orecchio
Riconoscimento degli intervalli Saper riconoscere facili intervalli A discrezione del docente Non previsto
melodici e armonici

Composizione di facili melodie Saper riconoscere significative


da eseguire a memoria variazioni di intonazione di uno o
più suoni anche tramite confronto
Trasporto in altre tonalità di
semplici melodie
Riconoscimento di variazioni
significative dell'intonazione di
un suono

Conoscenza dello strumento


Elementari nozioni Acquisire nozioni di base sulle A discrezione del docente Non previsto
organologiche caratteristiche del proprio
strumento
Componenti

Manutenzione
PERIODO: II

DISCIPLINA: Sassofono

Competenze:
Obiettivi specifici di Esame di verifica delle
conoscenze e abilità da Opere di riferimento
apprendimento competenze acquisite
conseguire
Tecnica
Esercizi di base su Acquisire padronanza strumentale Continuazione con i metodi del 1) Scale e arpeggi maggiori e
articolazione, intonazione, adeguata all'esecuzione di repertori precedente livello (LONDEIX, minori fino a 5# e 5b
dinamica, meccanica scelti SALVIANI)
2) Quattro studi di difficoltà pari
Ampliamento degli studi di Coordinazione dei parametri A discrezione del docente o superiore alle raccolte
tecnica o “giornalieri” strumentali fondamentali indicate (gli studi devono
J.M. LONDEIX: Il sassofono essere selezionati fra almeno
Scale maggiori e minori (fino Saper eseguire le scale e gli nella nuova didattica - Vol. 2° due raccolte differenti)
a 5# e 5b) arpeggi con vari schemi ritmici e
differenti articolazioni KLOSE’: 15 studi melodici
Arpeggi nelle medesime
tonalità (ampliamento Eseguire studi stilistici di livello M. MULE: 18 esercizi o studi
dell'estensione) facile (ovvero composizione
musicali in forma di duetto, C. SALVIANI: Vol. 4
Scale cromatiche variazione sul tema, preludio...,
possibilmente in stili diversi)
Armonizzare la tecnica
strumentale alle finalità
espressive
Seguire gli abbellimenti e
apprendere le relative
diteggiature

Repertorio
Eseguire e interpretare Saper eseguire brani scelti dal Brani popolari o brani trascritti da 3) Esecuzione di due brani tratti
repertori scelti di musica repertorio originale del proprio opere, sonate o concerti dal repertorio originale del
strumentale appartenenti a strumento e/o adattamenti con proprio strumento e/o
diversi stili del repertorio accompagnamento di pianoforte o adattamenti con
altri strumenti o basi registrate accompagnamento di
Analisi elementare dei pianoforte o altri strumenti o
repertori studiati basi registrate (uno dei brani
può essere una composizione
Conoscenza del repertorio Riconoscere alcune fra le maggiori A discrezione del docente per strumento solo).
solistico e cameristico per opere della letteratura Il livello di difficoltà dei brani
sassofono acquisita tramite sassofonistica deve essere pari o superiore a
l'ascolto di incisioni di opere quanto esercitato nel
del repertorio solistico e corrispondente ambito
cameristico formativo di tecnica strumentale

Educazione dell’orecchio
Sensibilizzazione percettiva Saper ascoltare se stessi e gli altri Duetti e/o altre formazioni a Non previsto
all'intonazione tramite: nelle esecuzioni di gruppo discrezione del docente
a) esecuzione di una
melodia in canone SALVIANI: Studi per sassofono -
b) esecuzione di semplici Vol. 1° e Vol. 3°, ed. Ricordi
melodie ascoltate
c) esecuzione di facili brani
per più strumenti

Lettura a prima vista


Lettura estemporanea di Saper leggere a prima vista G. LACOUR: 100 esercizi per la 4) Lettura estemporanea di un
brani per sassofono solo e/o musiche di livello facile lettura a prima vista e per il facile brano
duetti di livello facile trasporto

Brani scelti a discrezione del


docente

Conoscenza dello strumento


Elementari nozioni circa lo Conoscere i principali elementi A discrezione del docente Non previsto
sviluppo dello strumento organologici dello strumento

Ascolto di incisioni di opere Distinguere le peculiarità


eseguite con strumenti di timbriche e strutturali dei diversi
diverse taglie strumenti della famiglia dei
sassofoni
PERIODO: III

DISCIPLINA: Sassofono

Competenze:
Obiettivi specifici di Esame di verifica delle
conoscenze e abilità da Opere di riferimento
apprendimento competenze acquisite
conseguire
Tecnica
Consolidamento della Acquisire una padronanza Approccio graduale ai metodi: 1) Scale maggiori e minori in
tecnica strumentale: esercizi strumentale adeguata tutte le tonalità
di base di articolazione, all'esecuzione dei repertori scelti W. FERLING: 48 studi
intonazione, dinamica, 2) Quattro studi di difficoltà pari
meccanica, vibrato... M. MULE: Studi vari o superiore alle raccolte
indicate (gli studi devono
Ampliamento degli studi di Coordinazione dei parametri G. SENON: 16 studi ritmico- essere selezionati fra almeno
tecnica o “giornalieri” strumentali fondamentali tecnici due raccolte differenti)

Scale maggiori e minori in Saper eseguire le scale e gli A discrezione del docente
tutte le tonalità arpeggi con vari schemi ritmici e
differenti articolazioni
Scale cromatiche
nell’ambito dell’intera
estensione dello strumento

Repertorio
Eseguire e interpretare Saper eseguire brani scelti dal Brani del repertorio 3) Esecuzione di due brani
repertori scelti di musica repertorio originale del proprio sassofonistico originale e appartenenti a diversi periodi
strumentale appartenenti a strumento e/o adattamenti con trascrizioni di brani di diversi storici tratti dal repertorio
diversi stili accompagnamento di pianoforte o periodi storici, a discrezione del originale del proprio strumento
altri strumenti o basi registrate di docente e/o adattamenti con
Ascoltare incisioni di opere difficoltà pari o superiore agli studi accompagnamento di
del repertorio solistico e stilistici indicati pianoforte o altri strumenti o
cameristico basi registrate (uno dei due
brani può essere una
Ascoltare interpretazioni Saper distinguere la peculiarità del composizione per strumento
delle medesime opere, linguaggio musicale nei diversi stili solo).
appartenenti a diversi stili, da Il livello di difficoltà dei brani
parte di diversi esecutori Saper cogliere le differenze tra deve essere pari o superiore a
interpretazioni diverse della quanto esercitato nel
medesima opera corrispondente ambito
formativo di tecnica strumentale

Lettura a prima vista


Lettura estemporanea Saper leggere a prima vista brani di Brani scelti a discrezione del 4) Lettura estemporanea di un
adeguata difficoltà docente brano di adeguata difficoltà

Conoscenza dello strumento


Ascolto di incisioni di opere Distinguere le peculiarità timbriche A discrezione del docente Non previsto
eseguite con sassofono e strutturali del sassofono classico
classico e sassofono jazz e sassofono jazz

Principi costruttivi del Conoscere i vari tipi sassofoni, di


sassofono, delle ance e delle imboccature, di ance, etc.
imboccature (bocchini)
Esame finale dei corsi preaccademici di Sassofono

PERIODO I, esame finale.

Tecnica strumentale
− Scale e arpeggi maggiori e minori fino a 3# e 3b.
− Quattro studi di difficoltà pari o superiore alle raccolte indicate (Gli studi devono essere selezionati da almeno due raccolte
differenti).

Repertorio:
− Esecuzione di un brano dal repertorio originale del proprio strumento o adattamento con accompagnamento di pianoforte o altri
strumenti o basi registrate. Il livello di difficoltà del brano deve essere pari o superiore a quanto esercitato nel corrispondente
ambito formativo di tecnica strumentale.

PERIODO II, esame finale.

Tecnica strumentale:
− Scale e arpeggi maggiori e minori fino a 5# e 5b.
− Quattro studi di difficoltà pari o superiori alle raccolte indicate (Gli studi devono essere selezionati da almeno due raccolte
differenti).

Repertorio
− Esecuzione di due brani tratti dal repertorio originale del proprio strumento e/o adattamenti con accompagnamento di pianoforte
o altri strumenti o basi registrate (uno dei brani può essere una composizione per strumento solo). Il livello di difficoltà dei brani
deve essere pari o superiore a quanto esercitato nel corrispondente ambito formativo di tecnica strumentale.

Lettura a prima vista:


– Lettura estemporanea di un facile brano.
PERIODO III, esame finale.

Tecnica strumentale:
− Scale e arpeggi maggiori e minori in tutte le tonalità
− Due studi di difficoltà pari o superiori alle raccolte indicate (Gli studi devono essere selezionati da almeno due raccolte
differenti).

Repertorio:
− esecuzione di due brani tratti dal repertorio originale del proprio strumento e/o adattamenti con accompagnamento di pianoforte
o altri strumenti o basi registrate (uno dei brani può essere una composizione per strumento solo). Il livello di difficoltà dei brani
deve essere pari o superiore a quanto esercitato nel corrispondente ambito formativo di tecnica strumentale.

Lettura a prima vista:


− lettura estemporanea di un brano di adeguata difficoltà.

La commissione degli esami finali dei periodi 1, 2 e 3 degli strumenti a fiato può decidere, a propria discrezione, di fare
eseguire al candidato il programma d'esame integralmente o parzialmente.

Area formativa: Esecuzione e interpretazione

Insegnamento: Scuola Principale Sassofono


La formazione strumentale si articolerà nei seguenti ambiti formativi:

PERIODO I:
Tecnica
Repertorio
Educazione dell'orecchio
Conoscenza dello strumento

PERIODO II:
Tecnica
Repertorio
Educazione dell'orecchio
Conoscenza dello strumento
Lettura a prima vista

PERIODO III:
Tecnica
Repertorio
Conoscenza dello strumento
Lettura a prima vista

Aosta, il 27-09-2010

In fede
Massimo Baldioli