Sei sulla pagina 1di 5

Primi piatti

Risotto ai frutti di mare

Primi piatti Risotto ai frutti di mare Difficoltà: media Preparazione: 50 min Cottura: 40 min Dosi
Primi piatti Risotto ai frutti di mare Difficoltà: media Preparazione: 50 min Cottura: 40 min Dosi

Difficoltà:

media

Primi piatti Risotto ai frutti di mare Difficoltà: media Preparazione: 50 min Cottura: 40 min Dosi

Preparazione:

50 min

ai frutti di mare Difficoltà: media Preparazione: 50 min Cottura: 40 min Dosi per: 4 persone

Cottura:

40 min

mare Difficoltà: media Preparazione: 50 min Cottura: 40 min Dosi per: 4 persone Costo: elevato Il

Dosi per:

4 persone

Preparazione: 50 min Cottura: 40 min Dosi per: 4 persone Costo: elevato Il risotto ai frutti

Costo:

elevato

50 min Cottura: 40 min Dosi per: 4 persone Costo: elevato Il risotto ai frutti di

Il risotto ai frutti di mare è un piatto evergreen della cucina italiana che riesce a mettere d'accordo tutti da Nord a Sud. Come mai? Semplicemente perché è un piatto buono, raffinato e per nulla difficile! L'unica cosa più complessa è la pulizia di tutti i frutti di mare, ma come al solito vi spieghiamo passo passo come procedere! Il risotto ai frutti di mare è il piatto perfetto quando si vuole accogliere amici e parenti con un primo di classe. Una valida alternativa alla versione sicula con il cous cous o addirittura ai paccheri! Forchettata dopo forchettata sentirete l'armonia dei sapori e i profumi del mare uniti in un sodalizio gustativo davvero sbalorditivo, provate anche voi!

Ingredienti

Riso Carnaroli 320 g

Cozze 1 kg

Vongole 500 g

Calamari già puliti 350 g

Gamberi (le code) 300 g

Prezzemolo 1 ciuffo

Aglio 2 spicchi

Vino bianco 90 g

Brodo vegetale q.b.

Olio extravergine d'oliva q.b.

Burro freddo 70 g

Cipollotto fresco 50 g

Sedano 25 g

Carote 25 g

Peperoncino 1

Sale fino q.b.

Pepe nero q.b.

Preparazione

freddo 70 g Cipollotto fresco 50 g Sedano 25 g Carote 25 g Peperoncino 1 Sale

Per preparare il risotto ai frutti di mare cominciate dalla pulizia di tutti i molluschi e crostacei. Ricordate di scartare cozze e vongole se già dischiuse o rotte. Quindi partite dallecozze: eliminate i cirripedi con uno spelucchino (1) e poi strappate il bisso (2). Infine grattate le impurità con una paglietta e sciacquate bene (3).

le impurità con una paglietta e sciacquate bene (3). Dopo aver lasciato le vongole in ammollo

Dopo aver lasciato le vongole in ammollo in acqua (4) con il sale (5) per un paio d'ore, il tempo necessario affinché spurghino la sabbia, scolatele e sciacquatele. Ricordate poi di battere ogni vongola sul tagliere o sulla vaschetta del lavandino così da accertarvi che siano tutte intere e non piene di sabbia (6).

accertarvi che siano tutte intere e non piene di sabbia (6). Svuotate l interno dei calamari

Svuotate l interno dei calamari e staccate la pelle (7). Poi tagliate a listarelle spesse circa 1 cm (8) e da questi ricavate dei pezzetti grossi 2 cm (9).

1 cm (8) e da questi ricavate dei pezzetti grossi 2 cm (9). Infine pulite le

Infine pulite le code di gambero staccando le zampette (10), eliminando la corazza (11) e il filo nero posto sul dorso, basterà incidere la superficie e staccarlo con la lama o uno stuzzicadenti (12).

(11) e il filo nero posto sul dorso, basterà incidere la superficie e staccarlo con la

Adesso che avete tutto pronto spostatevi ai fornelli. Iniziate dalla cottura delle cozze, mettete sul fornello una pentola capiente e accendete alla massima potenza e versate le cozze. Chiudete con il coperchio (13) e fatele aprire agitando di tanto in tanto la pentola. Ci metteranno 2-3 minuti per dischiudersi (14). Filtrate il liquido versandolo nel colino posto in un recipiente (15).

liquido versandolo nel colino posto in un recipiente (15). Aspettate qualche istante prima di cominciare a

Aspettate qualche istante prima di cominciare a sgusciarle, così non vi scotterete. Mettete da parte 2-3 cozze intere per ogni piatto, vi serviranno per la decorazione finale (16). Passate alla cottura delle vongole. Rimettete sul fornello la pentola, accendete il fornello e versatele all interno. Chiudete con il coperchio (17) e lasciatele dischiudere agitando la pentola di tanto in tanto. Le bivalve si schiuderanno in 1-2 minuti, non appena saranno aperte filtrate il liquido versandolo nello stesso recipiente utilizzato per raccogliere quello delle cozze (18).

utilizzato per raccogliere quello delle cozze (18). Lasciate intiepidire qualche istante prima di sgusciare

Lasciate intiepidire qualche istante prima di sgusciare anche queste, tenendo ancora 2-3 pezzi interi per piatto (19). Mettete in caldo il brodo vegetale e passate a pulire sedano, carota e cipollotto. Sminuzzateli finemente al coltello; pulite gli spicchi d'aglio lasciandoli interi (20). Infine pulite anche il peperoncino e poi tritatelo, e sminuzzate il prezzemolo. Mettete tutto da parte e spostatevi di nuovo ai fornelli. Mettete una casseruola sul fuoco, fate un giro d'olio all'interno e versate il trito, l'aglio e il peperoncino sminuzzato (21).

il trito, l'aglio e il peperoncino sminuzzato (21). Fate insaporire il tutto per una decina di

Fate insaporire il tutto per una decina di minuti a fiamma bassa mescolando di tanto in tanto. Una volta appassiti gli odori eliminate l aglio (22), alzate alla massima temperatura e tuffate i calamari (23). Fateli saltare per 1 minuto prima di aggiungere anche le code (24).

Scottate per un altro minuto e, non appena il liquido si asciuga, sfumate con 40

Scottate per un altro minuto e, non appena il liquido si asciuga, sfumate con 40 g di vino bianco (25). Quando l alcol sarà completamente evaporato spegnete e trasferite calamari e gamberi in una ciotola, coprite con il coperchio e lasciate in caldo (26). Nello stesso tegame versate il riso e lasciatelo tostare per circa 1 minuto alla massima potenza mescolando di continuo evitando così che i chicchi brucino (27)

di continuo evitando così che i chicchi brucino (27) Quando saranno tostati sfumate con la restante

Quando saranno tostati sfumate con la restante parte di vino bianco (ovvero 50 g) (28) e aspettate che l alcol evapori prima di cuocere il riso con il brodo (29). Potrete bagnarlo un po alla volta con delle mestolate fino ad ultimare la cottura. Aggiungete il liquido di cozze e vongole e mescolate di tanto in tanto, ma non troppo (30)

e vongole e mescolate di tanto in tanto, ma non troppo (30) Quando mancano 1-2 minuti

Quando mancano 1-2 minuti dalla fine della cottura unite gamberi e calamari (31), cozze e vongole (32) e fate insaporire il tutto. Spegnete e mantecate aggiungendo il burro freddissimo e tagliato a cubetti (33),

aggiungendo il burro freddissimo e tagliato a cubetti (33), il prezzemolo tritato e il pepe nero

il prezzemolo tritato e il pepe nero macinato al momento (34). Mescolate e fate riposare qualche minuto prima di impiattare (35). Ecco pronto il vostro risotto ai frutti di mare guarnite i piatti con le cozze e le vongole tenute da parte (36).

Conservazione

Il risotto ai frutti di mare si può conservare in frigorifero per un paio di giorni, tuttavia sarebbe meglio consumarlo subito. Potete cuocere in anticipo i frutti di mare tenendoli in frigorifero e poi riportandoli a temperatura ambiente prima dell uso. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Non spaventatevi nel leggere il burro in un risotto ai frutti di mare! Dovete sapere che il grasso animale, in particolare quelli ricchi e saporiti come la pancetta per esempio, ci vanno a nozze con il pesce. Inoltre un risotto non potrebbe essere mantecato senza una base grassa e cremosa. Abbiamo preferito non utilizzare del formaggio grattugiato ma se preferite potreste utilizzarlo per rendere il tutto ancora più saporito! Con gli scarti delle code di gambero potete realizzare del fumetto di pesce da usare al posto del brodo vegetale!