Sei sulla pagina 1di 3

40 giorni di preghiera: il giorno ventiquattro

Pubblicato 29 maggio 2018di Siri Singh Sahib Ji e archiviato sotto la preghiera .

Ulteriori risorse di preghiera


Leggi la conferenza: "The Technology of Prayer"
"La preghiera non sta parlando a Dio. Il concetto alla base della preghiera è l'impulso di attingere al nostro sconosciuto. La preghiera sta intercettando energia dal mio
sconosciuto. Ogni volta che vuoi raggiungere il tuo sconosciuto, devi pregare. E l'unico canale attraverso il quale il tuo sconosciuto può raggiungerti per aiutarti è il potere della
tua stessa preghiera. È lì che ti è stato insegnato qualcosa di totalmente sbagliato. Anche il pensiero che la preghiera è di comunicare con la tua anima è inutile e
impreciso. L'anima è già lì, a comunicare con o senza il tuo aiuto ... "

Leggi di più

La tecnologia della preghiera


Pubblicato 5 marzo 2018di Siri Singh Sahib Ji e archiviato sotto Lezioni-Siri Singh Sahib , Organizzazioni legacy , Preghiera .
Estratti da KRI Livello 2 Conscious Communication Manual , per gentile concessione di 3HO
"La preghiera non sta parlando a Dio. Il concetto alla base della preghiera è l'impulso di attingere al
nostro sconosciuto. La preghiera sta intercettando energia dal mio sconosciuto. Ogni volta che vuoi
raggiungere il tuo sconosciuto, devi pregare. E l'unico canale attraverso il quale il tuo sconosciuto
può raggiungerti per aiutarti è il potere della tua stessa preghiera. È lì che ti è stato insegnato
qualcosa di totalmente sbagliato. Anche il pensiero che la preghiera è di comunicare con la tua
anima è inutile e impreciso. L'anima è già lì, in comunicazione con o senza il tuo aiuto.
"Il concetto di preghiera è di toccare il tuo sconosciuto per il tuo conosciuto. Quando il conosciuto e
lo sconosciuto sono uniti nell'unità del sé, Dio è vivo. Quando il conosciuto e lo sconosciuto sono
separati in qualsiasi concetto, Dio è dormiente. Non morto. Non andato È chiaro? Pertanto, il potere
della preghiera deve essere continuo. Nel momento in cui diventi una persona orante, la paura
dell'ignoto è sparita e l'amore per lo sconosciuto si risveglia. "
Tutti possiamo imparare a mettere da parte le nostre vecchie idee di preghiera come
comportamento, e possiamo sperimentarlo come una realtà da utilizzare come strumento di
comunicazione. Poiché la mente è essenziale in questo, l'uso corretto del nostro prana, che controlla
la mente e le nostre parole, che controllano la nostra proiezione, possono rendere efficaci le nostre
preghiere.
"Tutto di te sarà curato. Semplice. E una volta che inizi la tua giornata con qualcosa di bello e bello,
allora continuerai con quel ritmo per tutto il giorno. Senza preghiera sei debole. Non sei
completo. Ci sentiamo vuoti, non importa quanti possedimenti abbiamo se non possediamo
pienamente noi stessi. Quel vuoto ci viene perché non abbiamo l'afflusso dell'ignoto nel conosciuto
di noi. È quella combinazione che stiamo cercando come umani. È quella combinazione che ci
rende insoddisfacenti o ci rende di successo.
"Sono un essere umano con certi poteri noti. Esiste un certo concetto noto di mente. E c'è un certo
concetto sconosciuto di mente che è la mia riserva, che è sempre dietro di me. La preghiera sta
intercettando energia dal mio sconosciuto. Ogni volta che vuoi raggiungere il tuo sconosciuto,
prega. E l'unico canale attraverso il quale il tuo sconosciuto può raggiungerti è il potere della tua
stessa preghiera. La preghiera non sta parlando a Dio.
"Coloro che vedono ciò che sta accadendo intorno a loro e ciò che li circonda come Dio, sono
sempre attinti al loro conosciuto e sconosciuto. Ci sono quelli che sono solo sfruttati nella loro
nuvola. Sì, quella è una nuvola lassù. Lo sai, e lo so. Ma chi ha portato quella nuvola? E chi ha reso
l'azzurro? ... Dio è così grande che chiunque tocchi quella grandezza deve apprezzarlo. E questo
apprezzamento di Dio è preghiera. La preghiera è il tuo concetto di apprezzare l'infinità di Dio che è
la tua sconosciuta. È una relazione proprio qui. Tra il conosciuto e l'ignoto c'è una relazione, un
apprezzamento dell'ignoto, della vastità e della creatività. "Dammi una macchina, una Mazda. Io
sono il tuo figlio buono ". Non è preghiera.
"Impara a chiamare su te stesso. Impara ad essere te stesso. Impara a vibrare. Questa è una buona
cosa che tutti possiamo imparare. Diventiamo devoti in atteggiamento. Allora Dio ti benedirà in
ogni campo, qualunque sia il tuo campo. È solo una questione di pratica. Una volta stabilita questa
pratica in te, non avrai alcun problema. L'unico problema è quando ti opponi a te stesso ... Devi
metterti in contatto con te stesso. Tutti gli altri poteri sono inutili se non hai il tuo potere. E il potere
della tua anima è il potere più puro. Lascia che la vibrazione si spenga da te ... [Dal tuo cuore, non
dalla tua testa!] È la tua preghiera. Incontrerà tutte le sfide verso l'Infinito. Lascia che la tua anima
tocchi le rive illimitate. "-Yogi Bhajan
© Insegnamenti di Yogi Bhajan
From The Aquarian Teacher: Comunicazione consapevole. KRI International Teacher Training in
Kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan. Operatore di trasformazione di livello
2 . Kundalini Research Institute. 2006.