Sei sulla pagina 1di 97

Questa pubblicazione non ha scopo di lucro.

Siamo grati a quanti vorranno farla conoscere e la sosterranno,


come possibile, soprattutto con la preghiera.

Per richieste:

MAURIZIO GIANOGLIO
Scaleres 16 I -
39040 Varna (BZ)
Tel. 0472/853508
A Giovanni Paolo II
"Vi ho chiamati, siete venuti", è stato il tuo
saluto ai giovani prima di salire al cielo...
A stento muovevi le labbra, ma per noi eri stato
chiaro e ci hai fatto sentire ancora una volta
amati da te e da Gesù.
Il mondo commosso vegliava con te, pregava,
ringraziava, ricordava le tue missioni, il tuo
insegnamento, la fedeltà a Dio...
Hai vissuto una vita secondo il vangelo, sì,
anche nella sofferenza, e ce l'hai indicato
come via.
Che meraviglie ha operato per tuo mezzo
il Signore, davanti al quale saresti stato
di lì a poco, accanto a Sua Madre!
Alle 21.37 di sabato 2 aprile 2005, poi, quando
era appena iniziata la festività liturgica della
Divina Misericordia, tanto amata e voluta da te
fin dall'inizio, hai confermato con quell'ultimo
tuo "amen" il sì di un'intera vita...
Ora ti sappiamo lassù, in vesti dorate,
benedicente "alla finestra del Padre".
Col tuo "Non abbiate paura!"..., ci hai rincuorati.
Facciamo nostro il tuo "Totus Tuus"
e ti ringraziamo.
Ciao Karol, prepara un posto anche per noi.
Lode e gloria al Signore!
I promotori della raccolta
Secondo il Decreto della Congregazione per la Propagazione della Fede
(A.A.S. N. 58-18 del 29 dicembre 1966), che abroga i canoni 1399 e 2318,
approvato da S. S. Paolo Vl il 14 ottobre 1966, poi pubblicato per volere del-
lo stesso papa, non è proibito divulgare senza l'lmprimatur scritti riguar-
danti nuove apparizioni, rivelazioni, visioni, profezie o miracoli.

Prima Edizione
2005 Anno
dell'Eucaristia

©Tutti i diritti riservati

Edizioni Centrostampa Schio (Vicenza) Italia


Tel. 0445.575.634 r.a. - Fax 0445.575.939
info@centrostampaschio.com
www.centrostampaschio.com
UNITI A CRISTO
MISTERO DI LUCE
Premessa

Uniti a Cristo, Mistero di Luce

(Estratto da Mane nobiscum Domine, Lettera Apostolica di


Giovanni Paolo II).

"Gesù ha qualificato se stesso come "Luce del


mondo" (Gv 24,27), e questa Sua proprietà é
ben posta in evidenza in alcuni momenti della
Sua vita, come la Trasfigurazione e la Risurre-
zione, nei quali la Sua Gloria divina rifulge. Nel-
l'Eucaristia, invece, la gloria di Cristo è velata...
Tuttavia, proprio attraverso il mistero del Suo
totale nascondimento, Cristo si fa Mistero di
Luce, grazie al quale il credente è introdotto
nella profondità della vita divina. Gesù è Luce
nella Sua Parola e ci sottrae all'oscurità. Fu la
Parola a sciogliere la durezza di cuore e ad
aprire gli occhi dei discepoli di Emmaus, in
cammino col Viandante sconosciuto. Essi,
carichi di tristi pensieri per la recente morte di
Gesù, non L'avevano riconosciuto mentre
"spiegava loro, in tutte le Scritture, ciò che si
riferiva a Lui" (Lc 24, 27), però sperimentavano
un intimo "ardore" sentendo la Sua Parola (ivi
32), tanto che supplicarono "resta con noi,
Signore!".
6
6 Gesù è Luce nell'Eucaristia poiché Egli, "Luce
del mondo" (Gv 8, 17), è rimasto con noi sotto i
veli del "Pane spezzato", come veniva chiamata
agli inizi l'Eucaristia, davanti al quale gli occhi
dei discepoli di Emmaus si erano aperti. Nel
Pane la Gloria di Dio è velata, è "mistero" di
fede. Egli in persona si fa dono e si unisce
all'uomo quale "Pane vivo disceso dal Cielo"
(Gv 6, 51): Cristo, centro della storia della Chie-
sa e dell'umanità, si fa Luce in noi e nel mon-
do..."

Pregare, adorare, contemplare Gesù


"Gesù, mediante il sacramento dell'Eucaristia,
rimane con noi ed 'in' noi (Gv 15, 4). Egli ha mes-
so nel cuore dell'uomo la 'fame' della Sua Parola,
una fame che si appaga solo nell'unione piena
con Lui. La comunione eucaristica ci è data per
'saziarci' di Dio su questa terra, in attesa dell'ap-
pagamento pieno in cielo. Mistero grande
l'Eucaristia! Mistero che dev'essere anzitutto ben
celebrato. Occorre ben disporsi pregando,
celebrando bene la Santa Messa, adorando, nel
rispetto, nel silenzio, lasciandosi attrarre da
Cristo, innamorandosi di Lui, contem-plandoLo,
ascoltandoLo, sentendo i palpiti del Suo Cuore:
"Gustate e vedete quanto è buono il Signore!"
(Sal. 33 [34], 9).
7
7 La presente raccolta di testi e meditazioni, lo
stesso Rosario e la contemplazione di Cristo,
guidati da Maria, potranno esserci di aiuto.
Saremo in comunione con Cristo, Mistero di
Luce, e con il prossimo: "Un cuor solo ed un'a-
nima sola" (At 4, 32). Saremo la Chiesa convo-
cata dalla Parola, nutrita dal Pane, illuminata
dalla Sua Luce.

"Mettete tutte le opere buone del mondo a confronto


di una buona comunione: sono come un granello di
polvere accanto ad una montagna" (Santo Curato
d'Ars)

"Egli desidera portare i pesi di tutti e di ognuno".


(S. Pietro Canisius, dottore della Chiesa 1597)

8
"Vergine Maria,
nostra amata Signora
del Santissimo Sacramento,
Tu sei la gloria del popolo cristiano,
il gaudio della Chiesa intera,
la salvezza del mondo!
Prega per noi,
risveglia in tutti i cristiani
una venerazione profonda
verso il Santissimo Sacramento,
affinché siano degni
di riceverlo quotidianamente".
(S. Pio X papa)
9
9 Vi chiedo di recarvi
nuovamente da Mio Figlio!

Egli vi aspetta con tutto il Suo amore.


Andate da Lui, adorateLo! Quanto vi ama...
Egli attende la vostra venuta.
Il Suo Cuore è amareggiato... se seguite
questo invito potete donarGli gioia.
Egli, per amor vostro, si è chiuso
nel tabernacolo, si è fatto piccolo, piccolissimo,
così da poter abitare in voi.
Egli però desidera da voi cuori puri,
cuori che Lo amino, che bramino stare con Lui,
che ardano d'amore.
Oggi nel mondo Egli trova molta freddezza,
un freddo che ferisce il Suo Cuore.
O figlioli, se sapeste quanto Gli fa male
che si disdegni l'Amore che Egli ha riposto
nella santa Eucaristia.
Vi attende tutto il giorno. Le chiese sono vuote e
Lui è solo, non potete immaginarvi quanto...
eppure il Suo amore per voi è tanto grande!
Vi aspetta ogni momento.
Quanto poco pensate a Lui.
VisitateLo in chiesa! Non lasciateLo solo!
Vi desidera tanto.
(Dalla Madre di Dio)

10
O Dio mio, io
credo in Te

O Dio mio, io credo in Te


perché Tu sei la Verità eterna.
Specialmente credo che Tu, mio Signore
e Salvatore Gesù Cristo, sei presente
nel Santissimo Sacramento:
quale Dio e Uomo, quale Redentore
e Fattore di beatitudine.
Io credo che Tu, qui in questo Sacramento,
Ti doni quale vittima per noi.
Ti ringrazio di cuore per questo.
Come segno di ringraziamento e fedeltà,
e per fede santa nella Tua Presenza, voglio fare
ogni cosa per Te, ciò che mi hai affidato
come lavoro e secondo il mio stato.
* *
Gesù, moltiplica in me la santa fede!
Gesù, rafforza in me la speranza! ...
Gesù, accendi in me l'amore! ...
* *
Signor mio e Dio mio,
toglimi tutto quello che mi separa da Te!
Signor mio e Dio mio,
donami tutto quello che mi avvicina a Te!
Signor mio e Dio mio,
toglimi a me stesso e fammi tutto Tuo!
(s. Klaus von Flüe)

11
Venite a Me, davanti al tabernacolo, la
casa del Mio Amore per voi...

Ascoltate il battito instancabile del Mio Amore


che vi chiama, che vi invoca, pieno di nostalgia,
per poter rafforzare e guarire, col Mio battito, i
vostri cuori stanchi ed indeboliti.
Lì invocate la pace. Chiedete la pace anche
per i vostri cuori, per le vostre anime, la pace
vera che vi lascia tranquilli e sereni in ogni
situazione. In Me troverete questa pace.
DiteMi tutto, portateMi i vostri desideri,
i vostri timori, le paure e preoccupazioni.
PortateMi tutto. Sedetevi accanto a Me.
Vi voglio tranquillizzare e soddisfare.
Se Mi date tutto vi posso liberare.
Perché temete? Non sono più forte
e potente di tutto ciò che temete?
Ponete i vostri bisogni nel Mio Cuore.
Voglio consolare tutti coloro che
vengono da Me fiduciosi.
Dalla pace dei vostri cuori
crescerà la pace nel mondo,
dall'amore dei nostri cuori uniti
esso sarà risanato e troverà salvezza.

"Partirono senza indugio..." (Lc24, 33)

12
Eccomi, o mio amato e
buon Gesù...

... Alla Tua divina Presenza prostrato.


Ti chiedo, col fervore più vivo,
stampa nel mio cuore sentimenti di Fede,
di Speranza e di Carità,
di dolore dei miei peccati
ed il proponimento di non più offenderTi,
mentre io, con tutto l'amore
e tutta la compassione,
vado considerando le Tue cinque Piaghe,
cominciando da ciò che disse di Te,
mio Dio, il santo profeta Davide:
"Hanno trapassato le Mie mani
e i Miei piedi, hanno contato
tutte le Mie ossa".

Per l'acquisto delle indulgenze:


1 Pater, Ave, Gloria...

Ti offro, o Madre dell'Eucaristia, tutte le indulgenze


che la Chiesa mi concede: usale a maggior gloria
di Dio e secondo le Tue intenzioni.

"Dio ci ha dato la vita eterna e


questa vita è nel Figlio Suo. Chi ha il
Figlio, quegli ha la vita".

13
C'è qualcosa di simile al Mio Amore?

Se capiste veramente il Mio Amore, tutto


il resto sarebbe niente per voi. Davanti
a Me nel tabernacolo sentite il battito
instancabile del Mio Amore che vi
chiama, che vi invoca, che vi brama.
Desidero poter rafforzare e guarire col
Mio battito i vostri cuori stanchi ed
indeboliti. Ogni pulsazione della vostra
vita diventi un pulsare d'Amore,
proveniente dal Mio Cuore, che vi
attraversa e riscalda e che in un unico
flusso d'Amore purifica tutto e
continuamente, trasformando e
rinnovando, cosicché tutto il vostro
essere venga disposto per l'Unione
eterna.

"L'adorazione eucaristica fuori dalla Messa


diventi un impegno speciale".
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

14
Gesù,Tu sei l'Amore che perdona...

Gesù, Tu sei il Signore che redime,


Gesù, Tu sei il nostro unico Amico!
Sì, GESÙ Tu sei veramente presente
nell'Eucaristia, accanto a noi, unito a noi.
Quando ci presentiamo a Te, Tu ci guardi.
Quando Ti parliamo, Tu ci ascolti.
Quando Ti confidiamo qualcosa,
il Tuo Cuore accoglie ogni nostra parola.
Vogliamo vivere con Te la nostra vita.
Sei il nostro Confidente caro,
l'Amico fidato che sempre aiuta...
Oh, quanto Ti desidera il nostro cuore!
Il volerTi bene è nostro gaudio e nostra gioia.
Vogliamo consolarTi per ogni ingratitudine,
rassicurarTi dopo tanti tradimenti,
donarTi l'amore delle anime pie,
amarti col Cuore di Maria,
ripieni di Spirito, uniti al Padre.

"Venite a Me, voi tutti,


che siete stanchi ed affaticati;
vi voglio ristorare! "

15
Questo è il Mio Amore:
poter Mi donare

CercateMi nel tabernacolo e adorateMi.


VisitateMi anche col pensiero.
Vi aspetto in ogni tabernacolo,
pieno di nostalgia e Amore.
ConsolateMi per tutti coloro
che hanno dimenticato quanto è grande
il Mio bisogno di donar loro il Mio Amore.
Questo è la Mia consolazione e il Mio gaudio:
poter farMi partecipe, donarMi.
Ecco ciò che bramo:
riempirvi di grazie e di beatitudine.
Per questo sono vostro prigioniero
e aspetto, aspetto...
Mi prodigo con ogni dolcezza,
la Mia voce è un sussurro:
voi potete sentirla ed ascoltarla
nei momenti in cui
tutto il vostro cuore desidera solo Me,
tanto più spesso quanto più asseconderete
il Mio prodigarMi.
Allora, un giorno, non lascerete inascoltato
quel richiamo d'Amore
che vi riconduce per sempre a casa,
nel tabernacolo del Mio Cuore.

16
Oh mio Gesù!

Tu che da anni hai scelto questa chiesa


quale Tua abitazione ed abiti tra noi,
racchiuso nelle specie del Pane:
io credo che Tu sei davvero,
veramente e sostanzialmente presente
nel tabernacolo, con Carne e Sangue,
con Anima e Corpo, Divinità e Umanità,
così come in Cielo sei alla destra del Padre.
Lo credo perché lo insegna e lo propone
la Chiesa santa, da Te fondata.
Illuminata da questa fede santa,
Ti vedo nel tabernacolo,
in attesa di tutti coloro che credono in Te,
che vengono per visitarTi ed adorarTi,
per dirTi il loro amore
e la loro gratitudine, per ottenere da Te
molte e grandi grazie.
Perciò mi presento qui al Tuo cospetto.
Oh, non disdegnare l'omaggio che Ti presento
io, povera creatura, ed ascolta le suppliche
che elevo al Tuo Santissimo,
Amatissimo Cuore.

(Santa Gertrude la Grande)

17
Voglio saziare
la fame d'Amore dell'umanità

Solo il Mio Amore può veramente


donare soddisfazione a ciò che ardentemente
gli uomini cercano.
Voglio essere tutto in loro.
Puoi comprendere lo smisurato bisogno
del Mio Amore che desidera
attirare a Sé ogni uomo?
Voglio dare Me stesso quale nutrimento,
essere il loro Cibo per la fame dell'anima.
Il Mio Sangue prezioso desidera
suscitare nuova Vita negli uomini,
purificarli e fortificarli.
Oh, come desidera unirsi alla loro linfa vitale,
che la loro circolazione si unisca alla Mia,
che il battito del loro cuore coincida col Mio,
uniti nel Cuore del Padre
per una vita d'Amore.

"Cristo è il fine della storia umana, il punto focale dei


desideri della storia e della civiltà, il centro del gene-
re umano, la gioia d'ogni cuore, la pienezza delle
loro aspirazioni".

(Cost. Past. sulla Chiesa nel mondo contemporaneo


"Gaudium et Spes")

18
O Sorgente divina!
0 Sorgente divina! O mio Gesù, Figlio del
Padre fatto uomo, dal Tuo Cuore santissimo
sgorga ogni beatitudine, ogni quiete,
ogni desiderio, ogni pace, ogni gioia, ogni
soddisfazione, ogni delizia, ogni bene, dalla
più nobile delle sorgenti nel cuore dei bambini,
di tutti i figli di Dio. Il Tuo Cuore santissimo è la
sorgente di ogni Santità, Purezza, Perfezione,
è la sede di ogni Virtù, è Delizia del Padre
Tuo, la Gioia della moltitudine angelica e di
tutti i Tuoi santi. Il Tuo Cuore santissimo è
l'altare sul quale vengono presentati i sacrifici
perfettissimi della lode, del ringraziamento e
dell'adorazione della Santissima Trinità. Nulla
in Cielo, e niente sulla terra, è più bello,
meraviglioso, puro, dolce e gaudioso del Tuo
Cuore. È luogo d'amore, di venerazione e
adorazione di tutti gli angeli e santi nel Cielo, di
ogni anima pura sulla terra. Oh, chi mi dà
parole per offrire a questo Tuo Cuore
Santissimo la lode che Gli si conviene? Come
esprimere quei sentimenti,
1 più profondi, che provo
pensando al Tuo Cuore pieno d'Amore?...
(Santa Gertrude la Grande)

19
In quanti tabernacoli aspetto amore

In quanti tabernacoli aspetto amore.


Aspetto che veniate a Me.
Dietro a molte porte chiuse aspetto amore.
Dimmi tu parole d'amore.
Non devi necessariamente essere
davanti al tabernacolo, ma pensaci.
CercaMi da lontano a casa e pensaMi.
Desidera essere con Me
per donarMi, nella Mia solitudine,
parole d'amore e per consolarMi.
Porta con te coloro
che non pensano mai
che sono qui ad aspettarli: portaMeli.
Ah, se sapessero quali grazie,
quale Amore ho pronti per loro.
Abbi tu misericordia
e prendeli tutti con te, nel tuo cuore.
Quanto più lo fai, tanto più sarai
profondamente e intimamente
unito a Me in comunione eucaristica,
che è una grande comunione d'Amore.

"Siamo venuti per adorarLo" (Mt 2, 2):


Tema della GMG di Colonia 2005

20
Mi getto ai Tuoi piedi, o Gesù

Eccomi, col più profondo rispetto


mi getto ai Tuoi piedi, o Gesù,
e invoco il Tuo Cuore bellissimo
e dolcissimo e, come Gli si conviene,
Gli offro ogni lode e ogni tributo.
Oh, potessi lavare e alleviare
col mio sangue tutte le sofferenze
già inflitte al Tuo Cuore Amatissimo,
potessi lenire tutte le sofferenze causateGli
da così tanti peccati!
Oh Gesù, accetta questo mio desiderio.
Riconosco di essere troppo misera
per poter offrirTi riparazione
con la mia adorazione e il mio omaggio.
Accetta perciò le lodi di tutte le Anime pie,
di tutti i santi in Cielo, loro che così
profondamente amano il Tuo cuore,
loro delizia.
Unisco il mio bisogno al loro,
con loro elevo il mio canto:
sia sempre lodato e onorato
il Santissimo Cuore del mio Gesù,
nei secoli dei secoli. Amen.

(Santa Gertrude la Grande)

21
Ringraziate l'Amore di ogni amore che
divide con voi tutto

Cosa fareste se Io non fossi con voi!


RingraziateMi per l'Amore senza fine
rappresentato dal dono
della Mia Eucaristica Presenza.
Lì vi sono così vicino!...
Quando vengo a voi
nel Santissimo Sacramento,
quando sono presente in voi,
presente in Corpo, Anima, Spirito,
e pervado tutto il vostro essere
fino all'ultima fibra e nel più profondo,
allora il Mio abbraccio vi avvolge più di quanto
mai possiate fare voi stessi.
Chi vi conosce come Me?
Chi vi ama come Me?
Chi sostiene la vostra vera Vita
e la conserva in Sé, come un tesoro,
dedicandole tutto il Suo Amore?
Lodate e ringraziate l'Amore
di ogni amore che divide con voi tutto,
nella Sua Grazia
e nella Sua smisurata Misericordia.

"Rimanete in Me ed Io in voi" (Gv 15, 4)

22
Ti ringrazio, o Dio,
e mi dono a Te!

Ti ringrazio, o Dio, e mi dono a Te!


Tu sei l'Amore di ogni amore,
Tu dividi con noi tutto.
Voglio donarTi perciò
tutto il mio essere e tutta la mia vita,
tutte le mie preoccupazioni e dispiaceri,
le mie sofferenze e le mie gioie,
tutte le mie malattie e debolezze,
ogni mia paura e scoraggiamento,
tutti i bisogni del mio matrimonio
e della famiglia,
ogni problema del mio cuore
e del mio lavoro,
ogni mio desiderio e richiesta.

"Un'epoca avanza o regredisce nella misura in cui


viene adorato il Santissimo. Questa adorazione
mostra come si vive, le grazie che ne derivano, la
capacità d'amare di un popolo, lo stato della sua gio-
ventù."
(San Giuliano Eymard)

23
Venite ogni giorno, venite
pieni di desiderio!

Se non vi avessi donato la santa Eucaristia,


come potreste ancora vivere?
In essa vi sono totalmente vicino
e nella comunione vi dono Me stesso,
la Mia Vita, il Mio Amore,
Me stesso insieme a molte grazie,
congiunte a questo sacramento
del Mio Amore redentore.
Venite ogni giorno.
Venite pieni del desiderio
di soddisfare il Mio ardente bisogno
di unirMi a voi nel modo più intimo.
Quanto più grande il vostro bisogno
di unirvi a Me, tanto più posso penetrare
profondamente in voi
e infuocare anima e corpo
con l'azione della Mia grazia.
Vi posso trasformare, guarire, santificare.
Quanto più a lungo restate, tanto meglio.
Dovete pur divenire simili a Me,
ed Io voglio sposare il vostro amore
col Mio per sempre.

"Io sono con voi tutti i giorni..." (Mt28,20)

24
O Redentore divino,
Gesù Cristo...

Tu sei veramente presente


in tutti i tabernacoli del mondo.
Ti prego con il più profondo rispetto:
distendi le Tue mani piene di grazie
e benedicimi nel corpo e nell'anima.
Benedici la mia preghiera e fa' che in ogni
bisogno senta il Tuo conforto e il Tuo aiuto.
Benedici tutti coloro che non possono
essere con Te, benedici i miei familiari,
parenti e conoscenti, i miei amici e nemici.
Benedici tutta la santa Chiesa
e ricolmala delle ricchezze
della Tua Grazia e Misericordia.
Non lasciare alcun cuore senza consolazione,
nessun'anima senza grazia,
nessuna vita senza benedizione.
Sii per ognuno e per tutti il Salvatore,
Colui che soccorre, che consola, il Redentore!
Mediante questa benedizione sia allontanato
da noi ogni male e ci sia donato ogni bene,
Le anime dei defunti possano riposare in pace.
Nel nome del Dio onnipotente e misericordioso,
del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen!

25
Non Mi è bastato, morente
in Croce, donarvi tutto il
Mio Amore...

...non doveva aver fine per essere


sempre a voi vicino.
RingraziateMi per l'Amore Crocifisso che
vi è dato vivere in ogni Sacrificio Eucaristico.
Per il Mio Cuore trafitto vi sono messe
a disposizione le grazie della redenzione
e nelle Mie braccia allargate vi abbraccia il Padre
celeste e vi prende sul Suo Cuore riconciliante.
Voi siete pur le membra del Mio Corpo Mistico!
Quando Mi offro al Padre, voi avete parte
in questo Sacrificio d'Amore che vi racchiude
tutti insieme nello Spirito Santo.
Penetrate in questo Amore,
sì, donatevi con Me al Padre.
Chiudete il cerchio in cui includete
tutti coloro che il Mio Amore brama raggiungere.
Quale meravigliosa comunione d'Amore potrebbe
esserci in questo unico Corpo, comprendente
tutti, uniti a Dio, una vita, poiché Amore.
Donatevi a Me. Rendetevi disponibili, per ricevere
insieme a Me tutto: ogni cosa in abbondanza,
ogni vita, ogni magnificenza,
la beatitudine eterna dell'Amore.

26
Ti adoro,
o mio Gesù crocifisso!

So che Tu sei qui


presente accanto a me,
Ti adoro
insieme al mio angelo.
Sii misericordioso con me!
O buon Gesù,
perdona i nostri peccati,
Tu che dalla Croce
Ti sei fatto Mediatore
tra noi poveri peccatori
e la giustizia del Padre.
MostraGli le Tue cinque piaghe
ed offriGli il Sangue prezioso
da Te versato.
In cambio Ti offro la mia gioia
per tanta Grazia, per il Tuo Amore
e Ti voglio sempre amare,
con l'aiuto di Maria,
nostra Madre. Amen!

"Nell'Eucaristia 'Cristo ripresenta a noi il Sacrificio


attuato una volta per tutte sul Golgota... Ogni
Santa Messa è memoriale della Passione di
Cristo, proclama la Sua Risurrezione, ci proietta
verso il futuro dell'ultima venuta di Cristo' ".
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

27
Conosco la vostra debolezza e il
vostro fallimento

Conosco ogni vostro smarrimento


e scoraggiamento. Proprio per questa vostra
miseria ho voluto rimanere per sempre con voi,
per consolarvi e darvi forza.
Perciò il Mio Amore è rimasto con voi,
visibile e sensibile alla vostra fede,
nel più grande miracolo del Mio Amore,
nella Santa Eucaristia.
Lì esso vi si dona in cibo,
consumato e donato, con un bisogno ardente
di unire i vostri cuori all'Amore divino.
Quale abbondanza di grazia
si riversa su di voi mediante la Mia Presenza,
quale ricchezza d'Amore entra nella vostra
anima quando la Mia divinità,
nascosta ma concreta e reale,
visita i vostri poveri cuori.
Potete dimenticare la beatitudine e la pace di
questo commovente donarsi, Cuore a cuore?
La vostra vita dovrebbe essere un incessante
ringraziamento, una lode ed una continua
desiderosa ricerca, considerato l'Amore
smisurato che vi viene concesso mediante
il mistero della Mia eucaristica presenza.

28
Mia Speranza,
Cristo, Dio

Mia Speranza, Cristo, Dio.


Tu, amico buono degli uomini, Tu Luce,
Via, Vita, Salvezza, Onore e Gloria
di tutti i Tuoi servi, vivi e regna in eterno!
Tu sei il mio Dio, vivo e vero,
il mio Padre santo, il mio benevolo Signore,
il grande Re, il buon Pastore, mio unico
Maestro, il mio migliore aiuto, mia guida verso
la terra del Padre, la Via dritta...
Tu, Agnello Immacolato, mia santa Redenzione,
mia ferma Speranza, l'Amore mio perfetto,
mia vera Risurrezione, mia Vita eterna.
Ti cerco ardentemente: Tu sei il Signore,
così mite e così bello! ...
O splendore della magnificenza del Padre,
Tu che regni sui cherubini
e scruti dall'alto gli abissi.
Tu Luce vera, che illumina, che non svanisce,
visione irrinunciabile degli angeli, guarda:
ecco il mio cuore, davanti a Te;
scaccia le sue tenebre perché io sia
quanto mai ricolmato dello splendore
del Tuo santo Amore.
(s. Agostino)

29
AdorateMi nella santa Eucaristia, lì
dove Io piccolissimo e invisibile Mi
offro in sacrificio e in dono

Adorate il Mio Amore, che si mostra a voi e si


fa partecipe in questo mistero. Quant'è grande
il desiderio di stare con voi, di trasmetterMi e
unirMi profondamente a voi, racchiuso in
questo mistero del Pane d'Amore. Adoratelo.
AdorateMi per tutti coloro che non conoscono
e non rispettano questo mistero del Mio
Amore. ChiedeteMi per essi quelle grazie che
la Mia vita eucaristica prepara loro. Rimanete
uniti a Me nell'amore e in adorazione, non
abbiate paura di alcun sacrificio nell'onorare e
nel celebrare il Mio Amore Eucaristico.

"Non abbiamo paura di parlare di Dio e di portare a


fronte alta i segni della fede. La cultura dell'Eucari-
stia promuove una cultura del dialogo che trova in
essa una forza ed un alimento. Ci si sbaglia a
ritenere che il riferimento pubblico alla fede possa
intaccare la giusta autonomia dello stato e delle
istituzioni civili o addirittura incoraggiare atteg-
giamenti di intolleranza."
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

30
Cristo, Figlio del Dio vivente!

Si stupisca ogni uomo,


si commuova il mondo intero e giubili il Cielo
quando sull'altare, nelle mani del sacerdote,
c'è Cristo, Figlio del Dio vivente!
O altezza sublime!
O discesa stupefacente!
O solenne umiltà!
O umile sovranità: il Signore dell'universo,
Dio e Figlio di Dio, per salvarci,
si cela sotto le modeste specie del pane!
Guardate, fratelli, l'Umiltà di Dio
e apriteGli tutto il vostro cuore!
Umiliatevi anche voi, così che Egli vi sollevi!
Perciò non trattenete nulla per voi,
così che Egli vi possa accogliere interamente,
Lui che tutto vi Si dona!

(s. Francesco d'Assisi)

Eucaristia: rendimento di grazie.


In Gesù, nel Suo Sacrificio, il sì incondizionato alla
volontà del Padre, l'amen dell'umanità intera.

31
In cambio offro loro il Mio Amore

Sì, lo fanno oggi come allora lungo la via dolorosa,


ma anche oggi taccio come allora ed in cambio
offro loro il Mio Amore.
Sì, sono proprio presente in mezzo a voi
col Mio infinito Amore e la Mia Misericordia.
Vi aspetto in tutti i tabernacoli del mondo.
Mi offro nel Santo Sacramento dell'Amore.
Sì, Mi consegno al vostro arbitrio. Vi guardo
da tutti i crocifissi e dalle vie dolorose del mondo.
Senza sosta supplico il vostro amore, per poter
salvarvi, perché non andiate persi in eterno.
Considerate dunque questo Mio Amore:
esso vi ha procurato la salvezza presso il Padre,
è Misericordia vivente,
è Amore rivelato dal Cuore del Padre.
Chiunque voglia appartenerMi
deve imitare questo Amore:
è la potenza salvifica contro il nemico dell'Amore,
contro le disgrazie dell'orgoglio e del male.
Sì, beati i misericordiosi!
Non donerò loro soltanto Misericordia per sé,
bensì per tutti coloro per i quali essi chiederanno
Misericordia in virtù del Mio Amore Misericordioso;
sì, in questo Amore clemente siamo tutti uniti,
un solo cuore nell'Amore e nella Misericordia
del Cuore divino del Padre.

32
Padre celeste!

Dammi una intelligenza capace di scoprirTi,


una logica che Ti possa capire,
un animo che trovi soddisfazione in Te,
uno zelo che Ti cerchi,
una saggezza che Ti trovi,
uno spirito che Ti riconosca,
un cuore cui Tu sia caro,
un fare che Ti glorifichi,
un udito che Ti ascolti,
occhi che Ti vedano,
una lingua che Ti lodi,
una conversione che Ti dia gioia,
una vita integra in tutto ed una ricompensa
che sia la vita eterna.
(Preghiera di San Benedetto)

Chiama a Te gli uomini tutti


Il mondo intero proclami la Tua paterna Bontà
e la Tua divina Misericordia, che Tu sia
conosciuto, amato ed onorato! Padre tenero e
misericordioso, non vogliamo perire, donaci la
Vita eterna in compagnia degli eletti, per i
meriti di Tuo Figlio, per lo Spirito Santo, per
intercessione di Maria e Giuseppe, dei Tuoi
angeli e dei Tuoi santi. Amen!

33
Se tu Mi guardi nella mangiatoia ...

Se tu Mi guardi nella mangiatoia


se lì vuoi vedere il Mio Amore,
allora il Mio essere bambino,
la Mia povertà e debolezza,
il Mia donazione totale all'Amore già nella culla
ti faranno intuire la Mia Via per la salvezza.
Ogni amore, ogni sofferenza, ogni vittoria
sono già presenti in Me:
tutto ciò che Mi circonda lo annuncia
e parla il linguaggio della pace
e della riconciliazione.
L'Amore parla una lingua in Cielo
come in terra. Considera il Mio Amore,
donato dal Cuore del Padre
e dall'Amore dello Spirito, meravigliosamente
formato dal Cuore della Madre.
Guarda questo Corpo
e riconosci in esso già il mistero dell'Ostia,
il Mio essere Uomo-Dio, misteriosamente,
il Mio donarMi nel Pane Eucaristico,
che Tu vedi qui giacere nella mangiatoia.
Adora questo miracolo dell'Amore divino.
Adora l'Amore trinitario nella Sua
eterna donazione, umana e divina,
nel miracolo d'Amore, eterno.

34
O Divino Bambinello!

E stato Amore quello


che Ti ha fatto discendere
su questa povera terra,
nel grembo
della Tua cara Madre;
è stato l'Amore
che, Bambino,
Ti ha deposto sulla paglia;
è stato l'Amore
che Ti ha portato
a morire per noi
e a morire in Croce;
è stato l'Amore
che ha lasciato
trafiggere il Tuo Cuore
e L'ha aperto.
Con gli occhi della fede
vedo nel Santissimo Sacramento
questo Tuo Cuore aperto
e sento la Tua voce
che mi chiama:
"Ti ho amato con Amore eterno."
(Santa Gertrude la Grande)

35
ChiediMi Misericordia
affinché Io possa perdonare loro

Con quale ardente desiderio


aspetto di poterMi donare a voi
nella Santa Comunione!
Non è un segno
del Mio infinito Amore
che Io Mi celi sotto le specie del Pane
per poter con esso
entrare in voi completamente,
che Io voglia farMi vostro Cibo
per corpo e anima?
Non sentite quanto Amore Mi ha spinto
a nascondere la Mia divinità
sotto il velo del Pane, così che la Mia divinità
incontri la vostra povera umanità?
Quale Amore vi debbo ancora donare
perché Mi amiate ancora?
ChiediMi di poterMi amare
per coloro che Mi prendono in sé,
ma non Mi amano.
ChiediMelo, per consolarMi.
ChiediMi soprattutto la Misericordia
affinché possa perdonare loro
giacché il Mio Amore sta aspettando questo.

36
Signore, fammi strumento
della Tua pace

Signore, fammi strumento della Tua pace:


che porti amore dove c'è odio,
che porti riconciliazione dove c'è divisione,
che porti unione dove c'è discordia,
che porti fede dove il dubbio tormenta,
che porti verità dove regna l'errore,
che porti speranza dove regna disperazione,
che porti gioia dove c'è tristezza,
che porti luce dove regnano le tenebre.
Signore, aiutami a non aspettarmi
di essere consolato, ma di consolare,
di essere capito, quanto di capire,
di essere amato, quanto di amare.
Infatti: chi dona, quegli riceve,
a chi perdona verrà perdonato,
chi muore risorgerà alla vita eterna. Amen.
(S. Francesco)

"La Chiesa rinnova nella celebrazione dell'Eucaristia


la sua coscienza di essere 'segno e strumento' non
solo dell'intima unione con Dio, ma anche dell'unità
di tutto il genere umano".
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

37
Dio in voi

Quale grazia indicibile vi viene data


nella Santa Comunione.
Non lo potete nemmeno immaginare,
oltrepassa ogni vostra aspettativa!
A nessun angelo è dato
un dono così santo e prezioso:
Dio stesso, Dio in voi,
Dio che si unisce misteriosamente a voi,
così intimamente, miracolo dell'Amore
che si compie ora
e si immerge nell'eternità.
In questo felice incontro
così propizio di doni
intercedete per gli affamati e gli assetati
che non trovano la strada che conduce a Me.
Attingete dalla sorgente inesauribile
del Mio Amore, dal Mio Sacratissimo Cuore,
e chiedete per loro di essere immersi
nel bagno salutare del Mio Amore,
per il Mio Sangue prezioso.
Voglio aver compassione della vostra povertà,
dei vostri bisogni e sofferenze,
tanto quanto più sono grandi la vostra fiducia
e la vostra fede nel Mio Amore.

38
Mio Dio, io credo fermamente

Mio Dio, io credo fermamente


che Tu sei veramente e materialmente
presente nel Santo Sacramento dell'altare.
Ti adoro dal più profondo del cuore.
Con quanta più umiltà possibile,
mi prostro alla Tua santa Presenza...
Anima mia, quale consolazione
avere sempre Gesù Cristo in mezzo a noi,
intrattenerci a parlare con Lui,
cuore a cuore, con fiducia!
Ora adoro, qui in terra, la Tua santa Maestà.
Fa', o Signore, che La possa
adorare un giorno eternamente in cielo!
Amen.

(Benedetto XV)

"In particolare mi rivolgo a voi, futuri sacerdoti:


cercate di fare esperienza di quanto è dolce
indugiare a lungo nel dialogo con Gesù eucaristico".
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

39
Vi ho lasciato un pegno:
il Mio Amore
Vi ho lasciato un pegno: il Mio Amore,
Me stesso come Amore nel Santo Sacramento,
in Corpo e Sangue.
Quale bene più prezioso avrei potuto lasciarvi?
Quanto bene potrebbe compiersi
se voi foste nell'unità dell'Amore!
È Amore vero, puro e presente
che si fa partecipe a voi,
entra in voi, agisce in voi,
10 stesso, vostro Dio, Bene santissimo,
Dio, il solo Bene mediante il quale
si compie ogni bene.
LasciateMi abitare in voi
perché possa compiere
11bene in voi e attraverso voi,
perché possa sempre più trasformarvi
e raccogliervi in una unità di Bene e di Amore.
Voi potete fondervi in Me, in un solo Amore,
nel Mio Corpo Mistico,
in un Cuore che conduco
a casa nel Cuore eterno,
nel Cuore del Padre, dal quale provengono
ogni Bene e ogni Amore,
del quale voi potete avere parte con Me,
nei secoli dei secoli.

40
Signore,
Tu sai che io Ti amo
Tu mi conosci nel profondo.
Tu sai che io Ti amo anche quando non lo so
esprimere nella preghiera, quando non Te lo
so dire come desidero, anche se mi chiedo
se il mio amore sia vero e sincero.
Tu sai che io Ti amo, anche se non provo
niente dell'amore che desidero donarTi,
e che vivere per me significa amare Te.
Tu sai che Ti amo e quanto desidero
donarmi a Te nel profondo, che soffro
di non saperTi amare col più grande amore.
Tu sai che io Ti amo, e il sapere questo
mi dà serenità e fiducia, mi incoraggia
ad amarTi ancor di più, poiché Tu conosci
la sincerità del mio povero amore
e lo apprezzi lo stesso.

Mi unisco all'Amore per essere santo

Insieme al sacerdote offro a Te, Padre celeste, questo


Sacrificio. Insieme a Gesù, nella piccola Ostia, pongo tutte
le offerte, le sofferenze, la generosità delle anime vittime,
che rinnovano in comunione con Lui la loro offerta al Tuo
Cuore. Sì, mi unisco all'Amore per essere santo, con
l'aiuto della Mamma celeste: Le affido le mie debolezze,
Lei mi mostrerà la via e mi aiuterà a percorrerla.

41
Questa Mia Vita
ve la dono ancora, ogni giorno

Perché siete così spesso scettici?


Perché avete paura?
Non continuate a dare spazio
alla paura e ai dubbi nel vostro cuore.
Essi sono come nebbia fitta e fredda
che vi impedisce di vedere il sole di Dio.
Non sapete che sono con voi ogni giorno,
che non siete mai soli?
Se guardate alla Mia Croce,
allora sapete che ho speso ogni cosa,
tutta la Mia vita per voi.
Che potevo fare di più per voi?
Questa Mia Vita ve la dono ancora ogni giorno.
Sì, sono pronto ad entrare in voi
e a vivere con voi,
in stretta intima unione, ad amare e soffrire,
sì, a morire per voi perché abbiate la Vita,
la Vita eterna
nella quale il Padre, mediante Me,
vi accoglie già qui per poter un giorno
farvi partecipi dell'abbondanza
del Suo Amore Trinitario.

42
O Signore, hai seminato
tanta bellezza sulla terra!

Essa mi parla della Tua bellezza


e sebbene Tu sia invisibile
e Ti tenga occultato
ed abbia nascosto il Tuo splendore,
il mio occhio illuminato dalla Fede Ti raggiunge
e la mia anima riconosce il suo Creatore,
suo sommo Bene,
ed il mio cuore s'immerge totalmente
in una preghiera di adorazione.
O mio Creatore e Signore,
la Tua bontà m'incoraggia a parlarTi,
la Tua Misericordia fa scomparire fra di noi
l'abisso che separa il Creatore dalla creatura.
È una delizia per il mio cuore parlare con Te.
O Signore, in Te trovo tutto ciò
che il mio cuore può desiderare...
(Santa Faustina)

"Riscoprite il dono dell'Eucaristia come Luce e Forza


per la vostra vita quotidiana nel mondo...
Riscopritelo soprattutto per vivere pienamente la
bellezza e la missione della famiglia".
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

43
Adorate in ogni Santa Messa
il Mistero dell'Amore divino, uno e trino

È stata l'infinita Misericordia del Padre


nella scelta eterna operata dal Suo Amore,
ed è stato il Mio grandissimo Amore per il
Padre a volervi riconciliare e salvare tutti.
Questo Amore ha lasciato che Io percorressi
la terribile via del dolore e della morte.
Ma poiché è stato Amore non cessa mai.
Ripercorre sempre quella strada, in modo
incruento, sempre torna a chiedere il massimo
di Misericordia, in ogni Santa Messa,
sì, ancor di più: Si consegna a voi
sotto forma di Cibo, per far divenire voi stessi
Amore Divino, per guarirvi e santificarvi.
Sempre, incessantemente, il Padre vi offre
il Suo Cuore mediante il Mio.
Ed ancora, nuovamente, Egli Mi offre a voi.
Pensate: vi dona quanto ha di più caro,
Lo divide con voi.
Vi lascia partecipare con corpo e anima
al Mistero indicibile del Suo Amore.
Pregate in ogni Santa Messa questo Mistero
dell'Amore Divino, Uno e Trino.
PregateLo con profondo rispetto e gratitudine,
insieme con Maria, tutti gli Angeli e i Santi.

44
La Tua Luce illumina il mio intelletto

La Tua Luce illumina il mio intelletto, lo rende


idoneo a conoscerTi sempre più profondamente.
Nel mio cuore scendono torrenti di grazie,
davanti a Te la mia anima attinge la Vita eterna.
O mio Creatore e Signore, Tu solo,
oltre a questi doni, mi dai Te stesso e Ti unisci
strettamente alla Tua misera creatura.
Qui i nostri cuori si comprendono senza ricorrere
alle parole, qui nessuno è in grado di interrompere
il nostro colloquio.
Quello di cui parlo con Te, o Gesù,
è un nostro segreto, di cui le creature
non saranno messe al corrente e su cui
gli Angeli non osano rivolgere domande.
Si tratta di perdoni segreti,
che conosciamo solo Gesù ed io;
è un segreto della Sua Misericordia
che abbraccia singolarmente ogni anima.
Per questa Tua inconcepibile bontà,
Ti adoro, o Creatore e Signore,
con tutto il cuore e con tutta l'anima.
E benché questa mia adorazione sia tanto
misera ed insignificante, tuttavia sono tranquilla
perché so che Tu conosci la sua sincerità,
sebbene così inadeguata ...
(Santa Suor Faustina, davanti al Santissimo)

45
Quando Io invito al banchetto
del Mio Amore

Quando siete invitati da persone care


allora vi fate belli per loro, siete contenti,
vi preparate e portate fiori e regali.
Apprezzate quanto vi viene offerto
e lo accettate pieni di gioia e riconoscenza.
Voi siete buoni verso gli altri, l'un l'altro,
ed il vostro cuore è pieno di gioia.
Quando Io vi invito
al banchetto del Mio Amore,
quando torno ad offrirvi il più grande Amore,
il massimo, quando vi dono Me stesso,
come vi preparate?
Il vostro cuore è altrettanto pieno di gioia,
di aspettative e di riconoscenza?
È preso totalmente da quanto lì avviene?
Ogni giorno, sempre ed ancora,
vi invito a questo banchetto, in preparazione
al banchetto eterno con Me.
Fate sì che il desiderio del vostro cuore
sia diretto a questo cibo vero
per essere poi pronti
per quel profondo ed intimo incontro
che vi darà gioia e ristoro per l'eternità.

46
Tu, nutrimento d'Amore!

Tu, nutrimento d'Amore!


Signore, mia delizia!
Manda il Tuo Spirito,
prepara il mio cuore: ricevo il Tuo Cuore,
dono del Padre: quanto vale, mio Signore?
È il baluardo della Grazia,
come già è avvenuto per la Madre;
voglio essere interamente Tuo, come Lei,
quando si compì il Miracolo dell'incarnazione:
era piena di Grazia,
oggetto della benevolenza di Dio,
del Suo Amore.
Si compia anche in me il Tuo Amore!
Ecco di cosa è capace l'Amore!
Tu Dio divieni Pane!
Si stupiscono gli angeli!
Per non impaurire il nostro cuore,
deponi tutto il Tuo splendore:
la Tua Maestà è troppa luce!
Ci metterebbe timore!
Prima devi liberarci dal peccato,
attraverso il Tuo Corpo eucaristico...

47
L'Amore di Dio
inviato nello Spirito Santo
realizza la santità

Non potete misurare


con quanto ardore
sono tornato al Padre, a casa,
nell'unione d'Amore in Dio.
Ora non vi sono vicino
in modo visibile e tangibile,
eppure sono in mezzo a voi, anzi, di più:
sono in voi nel Sacramento dell'Amore.
Vi ho anche mandato lo Spirito Santo
con i Suoi particolari doni di Grazia,
quello Spirito di Dio che compie
ogni trasformazione e rinnovamento,
che realizza la santità,
affinché il vostro grande desiderio
divenga giubilo eterno
nell'unione dell'Amore
nella casa che Io vi ho già preparato
nel Cuore del Padre.

"Il cristiano che partecipa all'Eucaristia apprende da


essa a farsi promotore di comunione, di pace, di soli-
darietà, in tutte le circostanze della vita".
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

48
Respira in me, Spirito Santo

Respira in me, Spirito Santo, che io pensi ciò che


è santo; guidami, Spirito Santo, che io faccia ciò
che è santo; allettami, Spirito Santo, che io ami
ciò che è santo; rafforzami, Spirito Santo, che io
curi ciò che è santo; proteggimi, Spirito Santo,
che io non mi perda mai. (s. Agostino)
***

Spirito Santo, Tu ospite caro, detentore


di tutti i doni. Vieni a me, illuminami, rafforzami.
Insegnami a capire la Parola di Dio,
a percorrere con gioia le Sue vie. Amen.
***
O divino donatore di grazia, consolatore delle
anime nostre in questa valle di lacrime, preserva-
ci dallo scoraggiamento e dalla tristezza.
Allontana dai nostri cuori ogni pensiero dannoso,
rafforzaci con la speranza della ricompensa cele-
ste, preservaci da una morte improvvisa, nell'ulti-
mo momento della nostra vita concedici la grazia
di un perfetto pentimento e la ricompensa eterna
dei giusti. Insegnami a capire la Parola di Dio, a
percorrere con gioia le Sue vie. Amen.

49
Quanto più l'Amore si può comunicare,
tanto più grande diviene il Suo Regno

Il Pane Santo:
è al contempo Cristo e Pane Santo.
In Esso c'è la Vita, l'Amore.
Venite, adorate l'Amore, perché vi possa
avvolgere completamente
e possiate divenire uno con l'Amore!
Guardate, questo Amore
non vuole altro che donarSi.
Permettete a questo Amore di donarSi:
aprite i vostri cuori affinché Esso
possa far germogliare e riversare in voi
il vero Amore della vostra vita.
LasciateLo vivere.
È veramente la Vita in voi.
È la pienezza della vostra esistenza,
la vostra felicità, la vostra ricchezza.
Apritevi!
Quanto più questo Amore Si può comunicare,
tanto più grande diviene il Suo Regno.
Esso cresce nel riversarSi,
non solo per il singolo, no, per tutti voi.
Questo è un grande Mistero.
Adorate questo Mistero dell'Amore divino.

50
Nostro Amatissimo Redentore

Nostro Amatissimo Redentore, Gesù Cristo.


A conclusione del vecchio sacrificio pasquale
hai introdotto il nuovo Sacramento
del Tuo santo Corpo e Sangue,
memoriale della Tua amara sofferenza;
donaci una fede forte in questo Sacramento
ed un amore ardente, cosicché la nostra anima
ne ricavi benefico cibo spirituale. Amen.
O mio Gesù, Ti amo con tutto il cuore.
Mi dolgo di aver così spesso
offeso la Tua infinita bontà.
Con l'aiuto della Tua grazia mi propongo
di non offenderTi più in futuro.
Ora mi consacro totalmente a Te,
anche se sono così indegno;
rinuncio alla mia volontà, alle mie inclinazioni,
al mio desiderio, a tutto ciò che è mio,
e lo rimetto nelle Tue mani.
Da oggi in poi disponi di me
e di tutto ciò che è mio: fanne quel che vuoi.
Io cerco e ho bisogno solo di Te
e del Tuo santo Amore, della perseveranza
e del perfetto compimento della Tua volontà.

(Sant'Alfonso Maria de' Liguori)

51
Credete sempre che Io
sono con voi

Non vi abbandono mai.


Vi seguo sempre. Vi riprendo.
Il Mio Amore vi riporta sempre a casa.
È pronto a tutto ed aspetta
il più piccolo segno del vostro amore
per potervi stendere le braccia.
Rifugiatevi in esse,
fosse anche l'ultimo istante della vostra vita.
Credete in questo Mio Amore.
ChiedeteMi anche per coloro
che non possono credervi,
affinché la mia Grazia
li possa raggiungere e salvare.
Sì, voglio donare a tutti loro
il soddisfacimento dei loro veri desideri,
preservarli da ogni abbaglio e smarrimento
che li precipita nella perdizione eterna.
Prendetevi cura di loro, di tutti i bisognosi,
qualunque sia il motivo del loro bisogno,
fatelo con Amore.
Abbiate misericordia,
come Io ho Misericordia con voi,
affinché nessuno vada perso
a causa della vostra indifferenza e freddezza.

52
Mio Dio, io credo, adoro,
spero e Ti amo
Mio Dio, io credo, adoro, spero e Ti amo.
Ti chiedo perdono per coloro che non credono,
non adorano, non sperano e non Ti amano.

Trinità Santissima, Padre, Figlio e Spirito


Santo: Ti adoro profondamente e Ti offro il
preziosissimo Corpo, il Sangue, l'Anima e la
Divinità di Gesù Cristo, presente in tutti i
tabernacoli della terra, in riparazione degli
oltraggi, dei sacrilegi e delle indifferenze con
cui Egli stesso è offeso e per i meriti infiniti del
Suo Sacratissimo Cuore e per intercessione
del Cuore Immacolato di Maria Ti chiedo la
conversione dei poveri peccatori.

Gesù mio, perdona le nostre colpe,


preservaci dal fuoco dell'inferno,
porta in cielo tutte le anime,
specialmente le più bisognose della
Tua Misericordia.
(Atti di riparazione insegnati dall'Angelo ai
veggenti di Fatima).

53
Quanto tempo Mi offrite?

Sono tra voi sempre.


Sono presente davanti a voi e aspetto.
Bramo la vostra presenza accanto a Me.
Giorno e notte, di continuo sono qui per voi.
Quanto tempo Mi offrite?
Aspetto pieno di trepidazione
i momenti dell'incontro con voi,
e sono spesso così brevi,
fugaci, e talvolta il vostro cuore è altrove.
Quanto prezioso è il tempo che Io vi dono:
ha il valore dell'eternità, per voi e per altri.
Utilizzatelo, donateMelo.
Spesso sembrano più preziosi
i desideri del mondo
e le vostre esigenze!
Quanto vi affannate...
ed essi passano!
Voi avete tempo per tante cose,
e così inutili, cose che non durano e deludono.
Ogni ora che Mi offrite
non è forse consolazione e forza per voi,
un tempo che si moltiplica nell'eternità,
un tempo in cui il bisogno vi porta avanti a Me,
un tempo in cui il vostro amore si espande
nell'infinito poiché si unisce al Mio Amore?

54
Per amore di noi uomini

Per amore di noi uomini sei presente


giorno e notte in questo Sacramento
ed aspetti, pieno di Amore e Misericordia,
chiamando ed accogliendo
tutti quelli che Ti fanno visita!
Io credo che Tu sei presente
nel Sacramento dell'altare;
dagli abissi della mia nullità Ti adoro
e Ti ringrazio per le tante grazie concessemi,
soprattutto per esserTi dato a me in questo
Sacramento, per avermi donato la Tua santa
Madre quale Mediatrice e per avermi chiamato
a visitarTi in questa chiesa.
Così oggi saluto il Tuo Cuore pieno di Amore
e mi propongo tre motivi per farlo:
primo, per ringraziarTi di questa grande grazia;
secondo, per riparare tutte le offese
che i Tuoi nemici Ti hanno arrecato
in questo Sacramento;
terzo, per adorarTi in tutti i luoghi della terra
dove il Santissimo Sacramento
viene poco onorato,
o addirittura lasciato solo. Amen!

(s. Alfonso Maria de'Liguori)

55
AdorateMi nella Mia forma
debole e piccola

In essa, nel Pane eucaristico,


si racchiude l'immensità del Mio Amore,
veramente e sostanzialmente presente.
L'Amore è la Mia sostanza,
tutto il mio Essere è Amore che si riversa,
Mistero di tutti i misteri, nascosto,
percepibile solo alla fede nell'Amore,
Miracolo dei miracoli,
celato eppure vivente e vicino.
Non c'è pienezza di vita più vera
della Presenza che è in questo Pane in te.
Il tuo solo cuore può accogliere ciò che
nessun cielo può contenere: l'Amore di Dio,
racchiuso in un piccolo Pane.
È infinitamente grande, Si dona perché tu
divenga altrettanto Amore, Amore che non
cessa mai più, che ti avvolge e trasforma
e ti racchiude nel centro del Suo Cuore
e lì ti tiene in un eterno abbraccio.

Dall'Eucaristia veramente partecipata "una spinta


per un impegno fattivo nell'educazione di una socie-
tà più equa e fraterna".
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

56
Tu, piccolo caro Sole!

(Justine Klotz a Gesù)


Tu, piccolo caro Sole, nello
scrigno del tabernacolo, come
Ti cerca la mia anima, rendila
di nuovo pura! Con Te, o
piccolo Sole, voglio
attraversare il mondo e cercare
ogni anima smarrita, lontana da
Te. Tu Delizia della mia anima,
Tu Alito della mia anima, Tu
Amore del Padre mio, accogli
la mia anima. Nel Fuoco del
Tuo Cuore, nella Luce del Tuo
Cuore, nella Ferita del Tuo
Cuore, rinchiudi la mia anima.
Dona alla mia anima Vita,
dona alla mia anima Essere,
dona alla mia anima Amore,
Accoglila così!

(da Gesù)
Quello che stai scrivendo è la voce del Mio Cuore.
(da "L'Atto d'Amore", ed. Aiuto per tutti, 1995)

57
Siate misericordiosi,
non giudicate, non condannate
Come potete sapere ciò che muove
il cuore degli altri? Non conoscete i retroscena,
né i perché, non le circostanze attenuanti
e nemmeno le aggravanti.
Voi non sapete perché permetto le prove.
Non potete nemmeno calcolare i bisogni
e le fatiche altrui. Io però li conosco e spero molto
che voi invochiate il Mio aiuto,
la salvezza e la redenzione.
Pensate che io Mi sono sacrificato
per ogni singola anima.
Così come migliaia di anni fa gli uomini
attendevano la salvezza, e la supplicavano,
così voi oggi, sapendo della Misericordia infinita
di Dio e dell'abbondanza delle Sue grazie,
dovreste chiedere, pieni di fiducia,
la redenzione per voi e per ogni uomo.
Così come Mi feriscono i cuori freddi
ed induriti, così Mi consola un cuore
pieno di bontà e di misericordia.
Nei vostri pensieri e discorsi, non concedete
spazio al male, poiché vi trascina e potrei
condannare voi, invece di coloro
che voi condannate, per la vostra durezza di cuore
e la vostra supponenza.

58
O buon Gesù, Ti prego,
aprimi le porte della Misericordia
Lasciami entrare
attraverso il Tuo costato aperto
fino nel più profondo del Tuo Cuore,
ricco d'Amore.
Fa' che il Tuo Cuore
sia unito al mio
dal legame dell'Amore.
Fa' che lì si infiammi talmente
che nessuno lo possa più separare da Te,
ma che resti unito a Te nell'eternità.
O dolcissimo Gesù,
ferisci il mio cuore
con la freccia del Tuo Amore,
affinché la mia anima sia guarita
ed il mio cuore sia al sicuro
e potentemente protetto
da ogni tentazione.

(Preghiera del XV secolo)

59
Curate che tutto si
trasformi in amore

Nel vostro prossimo voi Mi dovreste amare.


Dovreste amarlo tanto più esso vi fa del male,
sia che pensiate, parliate o agiate.
Se voi Mi vedete in loro,
allora posso essere in loro,
perché voi Mi amate,
perché Mi chiedete di aiutarli.
Allora il vostro cuore
non vede più il male ed il negativo,
no, tutto in voi tende acché ogni cosa
sia trasformata in amore.
Voi vedete allora il bisogno, la povertà,
la debolezza di queste persone
e avete misericordia di loro.
Quando allora il vostro cuore
è mosso in questo modo dall'amore,
allora il mio Amore può crescere in loro.
Allora piano piano posso divenire Uomo in loro
e orientare il loro cuore al Bene.
Una tale misericordia attira la pietà del Padre;
infatti solo nell'Amore misericordioso del Padre
potete essere tutti uniti.
Solo nell'Amore misericordioso
è possibile la vera pace.

60
O mio santo angelo di Dio...
Va' tu in chiesa per me: io non posso, ma ti seguo
spiritualmente... Inginocchiati e partecipa alla Messa.
Insieme al sacerdote offrimi tutta a Dio e lodalo
per me. Offri sull'altare ciò che ho e che sono. Alla
santa Consacrazione, poi, adora con profondo
rispetto Gesù Cristo, nostro Salvatore, là presente.
Gli chiedo perdono per le omissioni, per le offese,
per il poco amore mio e di ogni persona. Quando
si consuma il Bene Altissimo adora Gesù, in Corpo
e Sangue nell'Eucaristia: sono unita a Lui
spiritualmente, fa' che il mio cuore sia il Suo tempio.

SupplicaLo affinché tutti gli uomini partecipino alla


salvezza. Offri questo Sacrificio per i miei nemici,
per gli ammalati, per i miei morti, per coloro per i
quali non ho pregato... Corpo e Sangue di Gesù,
purificateci! Quando poi finisce la Messa, portami
a casa la benedizione! Guidami, proteggimi,
difendimi, illuminami sempre in ogni momento della
giornata e della vita. Grazie Gesù, grazie angelo
mio...
"L'uomo non è mai solo quando prega. Il suo angelo
custode è con lui. Sono sempre in due a pregare ed Io
già sono in mezzo a loro, secondo la Mia Parola. Non
cambia niente! Sono come avvolto nell'incenso, vicinissi-
mo, tanto amo la preghiera! Moltiplica la Mia Gloria".
(Gesù a Justine Klotz, da "L’ Atto d'Amore", ed. Aiuto per tutti, 1995)

61
Il sacrificio della Messa
ha un valore infinito

La Santa Messa è il sacrificio identico a quello


che Io ho offerto in Croce al Mio Padre celeste
per la redenzione del mondo. Come il sacrifico
sulla Croce, così anche il sacrificio della Messa
ha un valore infinito, perché Io, lo stesso Dio
come il Padre e lo Spirito Santo, Mi offro al
Padre celeste in ogni Santa Messa. L'offerta e
l'ascolto di una Santa Messa è perciò, tra tutte le
buone opere, quella che ha il più grande valore...
Nel Sacramento della Riconciliazione ricevi, o
cara anima, vita, forza, aiuto e grazia che Io ti ho
guadagnato mediante la Mia amara sofferenza e
la Mia morte. Nella Santa Comunione però ricevi
Me stesso con Carne e Sangue, con Anima e
Corpo, con l'Umanità e la Divinità. Dopo la Santa
Comunione non sono nella tua anima come Io
sono nel tabernacolo, bensì sono così
intimamente unito alla tua anima che nessuna
violenza potrebbe separarMi da te, fintanto che
tu non vuoi. Questa unione è così profonda che
non c'è uguale nell'ordine delle cose create.
(Tratto da "Fiumi di grazia",
di Padre Bonaventura Blattmann OFM).

62
Sono presente
ad ogni Sacrificio Eucaristico

10 sono con Mio Figlio nel Sacrificio, allo stesso


modo vicina ad ogni anima. Io devo vigilare su
ogni anima perchè tutti i cuori siano aperti per
ricevere la Grazia che lì si compie... Ogni sacer
dote Mi è affidato! Essi Mi sono particolarmente
familiari tramite il Sangue di Mio Figlio.
Oh, ogni sacerdote cresce in Me, tanto li amo!
11Padre li vuole amare per mezzo Mio.
Perciò Egli ha benedetto il Mio amore e Mi ha
dato grande potenza per i sacerdoti.
Nessuno potrebbe portare un tale tesoro se non
venisse sostenuto. Io osservo il suo agire e per
lui metto il Mio Cuore sull'altare.
Quale Madre posso intervenire, è addirittura Mio
dovere, affidatoMi dal Padre con le parole che
il Figlio Mi ha rivolto, quale Suo lascito.
Egli Mi ha affidato la Purezza posseduta dallo
stesso Suo Figlio. La Vittima non può essere
sfiorata da alcuna colpa. Tale Purezza discende
sull'altare in questo momento.
O, quale sublime consacrato è il sacerdote, nelle
parole che Dio gli pone sulle labbra! Egli stesso
non può capacitarsene. Non gli sarebbe possibile.
(La Madre di Dio a Justine Klotz, cfr. "L'atto d'Amore")

63
L'umiltà Mi attrae ed è
piena di Grazia!

Perciò volevo essere così umile con voi,


perché chi non sa piegarsi
non sa nemmeno rialzarsi.
L'umiltà è divenuta per mezzo Mio
la stella più bella nel cielo della Grazia.
Mia Madre ha compreso l'umiltà
e l'ha coltivata senza sosta.
Solo così ha potuto portare tanta Grazia
e consumare il Calice,
fino all'ultimo resto.
Questo Amore penetra anche la carne
e viene elevato a purezza massima.
L'uomo non può comprendere l'umiltà:
anch'essa viene da Me
e solleva in alto.
La luce delle anime
non può bruciare senza di essa.
E' radicata nella fede
come una radice.
Tutto si base sull'umiltà:
così trovate Dio nella Sua grandezza.

(Da "L'atto d'Amore", ed. Aiuto per tutti, 1995)

64
O Gesù, mite ed umile di Cuore,
donami l'umiltà!

Liberami, o Gesù, dal desiderio di essere stimato,


amato, ricercato, onorato, lodato, preferito; liberami
dal desiderio di venir consultato, approvato, dal giu-
dicare gli altri, dall'ipocrisia. Dammi la grazia, o
Gesù, di volere che altri siano a me preferiti ed io
a tutti posposto, che altri siano utilizzati ed io
messo da parte, che altri crescano nell'opinione
del mondo ed io ignorato, che altri siano lodati ed io
dimenticato, che altri siano consolati ed io con Te
solo soffra. Donami di desiderare la santità altrui
e la santità per me, come vuoi Tu. Concedimi
l'accettazione profonda del mio nulla, che non mi
dimentichi di essere peccatore, che colga la
meschinità nel mio essere, che rifiuti ogni vanità
ed ogni eccesso. O Signore, donami una pura
intenzione nel servire Dio ed una lieta
sottomissione ai Suoi voleri, suscita in me il vero
spirito di compunzione, l'ubbidienza senza riserve
ai superiori, l'odio santo per ogni invidia e gelosia,
la prontezza nel perdono, la prudenza nel tacere
degli affari altrui, l'ardente brama delle
mortificazioni e delle umiliazioni. Che io sia Tuo
discepolo sempre e in tutto, che porti la pace e
carità ovunque. Oh Maria, Regina, Madre e
Maestra degli umili, prega per me.

65
Il vostro amore
potrebbe attirare il Cielo in terra
Abbiate fiducia, senza limiti, ed Io vi esaudirò
poiché il Mio Amore non conosce limiti.
Quante grazie potrei donare,
grazie che oltrepassano
le vostre più ardite aspettative,
se voi Me le chiedeste
con un cuore pieno di fiducia filiale!
Sì, vi dono sempre più
di quel che osate sperare.
Niente è impossibile al Mio Amore,
poiché Esso è stato suggellato
dalla Mia morte in Croce.
E' il frutto del Mio soffrire e morire,
è forza salvifica dalle Mie ferite,
è il legame dell'unione
con Mio Padre celeste nello Spirito Santo.
La vostra fede e speranza, il vostro amore,
potrebbero attirare il Cielo in terra,
così come grazie al Mio Amore
siete stati immessi
nel Regno della redenzione
e potete aver parte
all'infinita abbondanza della Sua Grazia.

66
Voglio adorarTi, amarTi, consolarTi!

Voglio adorarTi, amarTi, consolarTi per tutte le volte


che sei indegnamente trascurato nei tabernacoli,
per l'indifferenza verso l'Eucaristia, per quando Ti si
lascia solo ed abbandonato, per la freddezza nelle
comunità e nelle famiglie, per ogni irriverenza...
Voglio adorarTi, amarTi, consolarTi per l'ingratitu-
dine nell'accostarsi alla Comunione, per il disprez-
zo e l'odio dei senza Dio, per le dissacrazioni e i
sacrilegi compiuti contro la Santa Ostia durante le
adorazioni...
Voglio adorarTi, amarTi, consolarTi per tutti coloro
che per tiepidezza o rispetto umano non Ti onora-
no quando sei portato in processione, o come via-
tico per gli ammalati, per ogni volta che si abusa
delle grazie che Tu generosamente distribuisci in
questo Santissimo Sacramento, per tutte le soffe-
renze ed il disprezzo che già hai patito in ogni tem-
po, per tutte le volte in cui si è ignorato o tradito il
Tuo Amore, per l'amaro dolore e la profonda tri-
stezza a Te causati dalle anime in rovina... Voglio
adorarTi, amarTi, consolarTi per tutti i bambini
privati della loro innocenza e sottratti a Te, per tutti
gli aborti... E poiché io sono così indegno, affido i
miei sentimenti al Cuore Immacolato di Maria: lode
e onore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.
Amen!

67
FateMi vivere
nel cuore
di tutti gli uomini
FateMi vivere nel cuore di tutti gli uomini FateMi
vivere nelle vostre sorelle e nei vostri fratelli, sì,
nei cuori di tutti gli uomini. In ogni uomo voglio
incontrarvi, lì troverete Me. Nei loro occhi Io vi
guardo e nei loro cuori
10vi chiedo amore, sì, spesso anche soltanto
una parola buona.
Come è facile per voi donarMi gioia, aiutarMi,
consolarMi. Basta anche soltanto la buona
volontà, ed ogni piccolo gesto diventa balsamo
per il Mio cuore. Sì, l'amore conta, e quante cose
può realizzare!
11Mio Cuore vi aspetta. Sì, aspetto il vostro
amore perché da solo può accarezzare i cuori.
Il Mio Amore è la forza che muove il mondo.
Vi ha redenti e vi voglio far partecipi di questa
Grazia, se voi aprite i cuori a questo Amore.
"L’Eucaristia è principio e progetto di 'missione'... Susci-
ta in ogni cristiano l'urgenza di testimoniare e di evan-
gelizzare. Per tale missione l'Eucaristia non fornisce
solo la forza interiore, ma anche - in un certo senso - il
progetto. Essa infatti è un modo di essere che da Gesù
passa nel cristiano e, attraverso la sua testimonianza,
mira ad irradiarsi nella società e nella cultura".
(Lett. Apost. "Mane nobiscum Domine", del 17.10.04)

68
Prega volentieri ed abbi coraggio: la
preghiera aiuta a sopportare tutto e
mette a posto ogni cosa
Anche la preghiera piena di imperfezioni è per Dio
una preghiera, poiché Egli sa che non è un angelo
che prega, bensì la fragilità. Non lasciarti spaventa-
re dai peccati che vedi in te, inorridito. L’amore di
Dio li coprirà se tu piamente confiderai in Lui.
Nemmeno devi desistere se non ti viene di
pregare con tutto il cuore: Dio non chiuderà gli
orecchi... La buona volontà è preghiera. Non
pregare mai pensando: ah, la mia preghiera non
serve! La tua fiducia non deve vacillare: Dio è la
tua certezza. Prega con la forza dell'amore, tieniti
stretto al tuo Dio.
...Prega anche se lo spirito è arido, continua a pre-
gare anche quando Dio ha concesso la Sua grazia.
Prega quando il tuo cuore impazzisce: pregare
sempre nutre l'anima. Prega come un fanciullo:
quando ti risvegli, corri da tuo Padre, alla sera esa-
minati, coricati con la preghiera. E se come uomo
hai sbagliato, rialzati e non guardare indietro. Il
pellegrino deve guardare avanti, l'anima guardi
avanti! Quello che compi fallo con spirito di
perfezione, immergilo nell'Amore di Dio. Questa
fatica ti renderà pio, andrà presto meglio, sarai
più santo. Se ti penti e fai penitenza, gioisci
perché Dio perdona.
(Preghiera trovata in una vecchia cappella)

69
Voi un giorno potrete contemplare il
Mio Amore per il Padre

Potrete riconoscere che quell'Amore per il Padre,


nel Figlio, mediante lo Spirito Santo,
racchiude tutta l'umanità, tutto il creato,
nell'Amore trinitario.
Nell'unità di questo Amore,
nell'unione di questa volontà d'Amore,
ho sacrificato totalmente il Mio Essere-Amore
divino, eterno nel Padre, al Mio Essere-Uomo,
tanto che quale Uomo ho potuto prendere
su di Me vita e sofferenze per tutti.
Quando Io, Dio, Mi sono deciso
per questo Amore estremo, nell'unione
profondissima d'amore del Figlio per il Padre,
ma in un'obbedienza d'amore che nulla escludeva
affinché vi potesse venir racchiuso tutto ciò
che si era allontanato nella disobbedienza,
ho potuto, mediante la Mia Morte
e la Mia sofferenza, salvare tutti voi.
Quale Dio, sapevo della dimensione
di quel compito salvifico, di quell'Amore
che poteva esprimersi
solo nella donazione totale,
nel donarsi e nel divenire
uno dell'Amore divino con l'uomo e per lui.

70
Padre mio che sei nei cieli!
Com'è dolce e soave il saper che Tu sei mio Padre
e che io sono figlio Tuo! È soprattutto quando è
cupo il cielo dell'anima mia e più pesante la croce
che sento il bisogno di ripeterti: Padre, credo al
Tuo Amore per me!
Sì, credo che Tu mi sei Padre ogni momento della
vita e che io sono Tuo figlio! Credo che mi ami
con Amore infinito! Credo che vegli giorno e notte
su di me e neppure un capello cade dalla testa
senza il Tuo permesso! Credo che, infinitamente
sapiente, sai meglio di me ciò che mi è utile.
Credo che, infinitamente Potente, puoi trarre il
bene anche dal male! Credo che, infinitamente
Buono, fai servir tutto a vantaggio di quelli che Ti
amano: e anche sotto le mani che percuotono, io
bacio la Tua mano che guarisce! Credo..., ma
aumenta in me la Fede, la Speranza e la Carità!...
Ti offro tutte le mie preghiere, i miei sacrifici e le
mortificazioni, tutte le mie azioni ed una maggiore
fedeltà al mio dovere.
Dammi la Luce, la Grazia e la Forza dello Spirito
Santo!... E Tu, Gesù, apri il Tuo Cuore e mettici il
mio, e con quello di Maria offrilo al nostro Divin
Padre!
(Preghiera di Madre Eugenia Elisabetta Ravasio in "Il Padre parla
ai Suoi figli", Ed. Nidi di Preghiera).

71
Voi potete supplire anche
per i peccati altrui
Voi potete supplire anche per i peccati altrui
Non dovreste chiedere perdono solo per voi,
intercedete ardentemente
anche per coloro che non lo fanno.
OffriteMi al loro posto
le vostre lacrime di pentimento.
Il Mio Amore ha pur preso su di Sé
tutte le vostre colpe e ha interceduto per voi
presso il Padre, per ciò siete redenti.
Anche voi potete supplire per i peccati altrui.
Potete pregare per loro.
Se l'Amore muove il vostro cuore, l'Amore vero
fondato su Dio ed il cui segno e speranza
è la Croce, tutto ciò che loro non fanno
può essere compiuto da voi,
Questo segno per voi, e mediante Me,
è il Cuore aperto del Padre:
chiedete tutte le grazie nell'Amore verso la Croce.
Chiedete per le Mie sante piaghe
e siate certi: il Padre vi ascolterà sempre.

"L'Eucaristia è epifania di comunione... comunione


fraterna, coltivata con una spiritualità di comunione
che vi induce sentimenti di reciproca apertura, di
affetti, di comprensione e di perdono".
(Lett. Apost. "Novo millennio ineunte")

72
Gesù, Maria: vi amo!

Gesù, Maria, Vi amo! Salvate le


anime dei sacerdoti, salvate tutte
le anime. Ve lo chiediamo
supplichevoli, moltiplicate
quest'atto d'amore mille volte ad
ogni respiro, ad ogni palpito del
cuore.

Questa preghiera è come una potenza


nucleare, senza uguali, è un dono d'Amore
della Mia Anima divina.
Tutti vengono compresi in quest'atto d'amore.
Perciò lo si deve diffondere e lasciar diffondere:
diventerà una fiamma gigantesca, te lo prometto.
Comincia con coraggio ed aggiungi sempre
la parola "MILLE"! Voi non vi rendete conto
di ciò che operate con esso...
Questo amore sarà il respiro di ogni anima.
Riaprirò nuovamente molti cuori che già si erano
irrigiditi. L’umanità è sprofondata molto in basso.
Solo la Mia Misericordia la può ancora salvare.
Perciò ho dato l’atto d'amore,
e non addormentarti mai senza di esso!
(Da Gesù a Justine Klotz, con la promessa di salvare migliaia di ani-
me ad ogni supplica, da "L’Atto d'Amore", ed. Aiuto per tutti, 1995).

73
Desidero colmare
le anime di grazie

Dì alle anime che non pongano ostacoli


nel proprio cuore alla Mia Misericordia,
la quale ha un grande desiderio
di operare in esse.
La Mia Misericordia agisce in tutti i cuori
che le aprono la porta;
sia il peccatore che il giusto
hanno bisogno della Mia Misericordia.
La conversione e la perseveranza
sono grazie della Mia Misericordia.
Le anime che tendono alla perfezione
abbiano un culto speciale
per la Mia Misericordia,
poiché l'abbondanza delle grazie
che concedo loro
proviene dalla Mia Misericordia...

(Dal Diario di s. Faustina Kowalska n. 1577)

A quanti però L'hanno accolto, ha dato potere di


diventare figli di Dio...
E il Verbo si fece Carne e venne ad abitare in mezzo
a noi; e noi vedemmo la Sua Gloria. (Gv 1, 12 -13)

74
Coroncina
della Divina Misericordia

Dopo il Padre Nostro,


l'Ave Maria ed il Credo iniziali,
si inizia ogni decina
con la seguente preghiera:

Eterno Padre,
Ti offro il Corpo e il Sangue,
l'Anima e la Divinità
del Tuo dilettissimo Figlio
e nostro Signore Gesù Cristo,
in espiazione dei nostri peccati
e di quelli del mondo intero.

Successivamente, per 10 volte, la


seguente invocazione:

Per la Sua dolorosa Passione, abbi


pietà di noi e del mondo intero.

Alla fine (3 volte):

Dio santo, Dio forte, Dio immortale:


abbi pietà di noi e del mondo intero.

(Coroncina della Divina Misericordia trasmessa da Gesù


a s. Faustina Kowalska).

75
Il mio Cuore
è stracolmo di tanta Misericordia

Il Mio Cuore è stracolmo di tanta Misericordia


per le anime e soprattutto per i poveri peccatori.
Oh! se riuscissero a capire che Io sono
per loro il migliore dei Padri;
che per loro sono scaturiti dal Mio Cuore
Sangue ed Acqua,
come da una sorgente strapiena di Misericordia;
che per loro dimoro nel tabernacolo
e come Re di Misericordia
desidero colmare le anime di grazie!
Ma non vogliono accettarle.
Vieni almeno tu il più spesso possibile
a prendere le grazie che essi non vogliono
accettare e con ciò consolerai il Mio Cuore.
Oh! quanto è grande
l'indifferenza delle anime per tanta bontà,
per tante prove d'Amore!
Il Mio Cuore è ripagato solo con ingratitudine
e trascuratezza da parte delle anime
che vivono nel mondo.
Hanno tempo per ogni cosa;
per venire da Me a prendere le grazie
non hanno tempo.

(Dal Diario di s. Faustina Kowalska n. 1577)

76
Recita continuamente
la Coroncina che ti ho insegnato

La grazia di una morte felice e tranquilla


viene concessa a coloro che pregano
questa coroncina e ai morenti per i quali
altri pregano le parole in essa riportate...
I sacerdoti la porgeranno ai morenti
come ultima ancora di salvezza.
Se si trattasse del più ostinato dei morenti,
quando si prega sia pure una volta sola
questa coroncina, gli viene concessa la grazia
della Mia infinita Misericordia (687)....
Anche solo una volta, ma con i sentimenti
che corrispondono al significato delle preghiere
che compongono la coroncina, soprattutto
con fiducia, con umiltà ed anche con profondo
e sincero pentimento per i peccati...
Ai sacerdoti che proclameranno
ed esalteranno la Mia Misericordia, darò una
forza meravigliosa, unzione alle loro parole
e commuoverò i cuori ai quali parleranno.
Desidero che tutto il mondo conosca
la Mia Misericordia.
Desidero concedere grazie inimmaginabili alle
anime, che hanno fiducia nella Mia Misericordia.
(Dal Diario di s. Faustina Kowalska, n. 811)

77
Figlia, non dire mai niente sul
conto di un sacerdote!
Voi attaccate il Mio Cuore
che loro servono giorno per giorno!
Voi non avreste alcun Sacrificio senza di loro!
Questo è peccato contro lo Spirito Santo.
È facile criticare quando non si conosce il travaglio.
Non dimenticate di ringraziare il Padre di averli!
Se Io non fossi accanto ai sacerdoti,
ognuno perderebbe il coraggio.
Loro devono togliervi i peccati.
Non l'ha capito ancora nessuno
cosa significa questo!
Mi è cara ogni anima sacerdotale.
Tanti dimenticano di pregare per essi
mentre sarebbe loro dovere farlo...
Con quale mancanza d'amore si parla,
sì, in modo calunnioso!
State dalla loro parte, così come loro
devono stare dalla vostra!
Non pretendete tutto da loro!
Il diavolo sta scavando sotto.
Egli rode l'onore dei sacerdoti.
State con i vostri sacerdoti, voi che Mi amate!
Se non avessero difetto alcuno sarebbero loro
i signori. Talmente in alto li ha innalzati Dio.
Nessuno cesserà di essere uomo.

78
Solo così possono riconoscere la miseria
del peccato. Anch'essi devono lasciarsi aiutare.
Nessun angelo può far proprio il loro
ministero.... Nel ministero egli non è peccatore,
lì egli è sacerdote.
Cosa sarebbe avvenuto dell'umanità
se non si fosse reso reperibile nessun sacerdote
e se non si fosse vista guida alcuna al di sopra!
Tanto siete tenuti al sicuro da Dio Padre stesso.
Pregate per avere anime sacerdotali!
(Gesù a Justine Klotz, cfr. "L'atto d'Amore",
Ed. Aiuto per tutti, 1995).

Il sacerdozio non si può comprendere


senza l'Eucaristia

"Un sacerdote vale tanto quanto la sua vita eucaristica,


particolarmente il suo Sacrificio Eucaristico, il sacerdo-
zio non si può comprendere senza l'Eucaristia...
Nessun sacerdote può mai realizzare appieno se stes-
so se l'Eucarestia non è centro e radice della sua vita...
Mai credere che l'intimo colloquio con Gesù nell'Euca-
restia e le ore passate in ginocchio davanti al taberna-
colo frenino la dinamica del vostro servizio. È vero il
contrario: ció che si dà a Dio non è mai perso per
l'uomo". (Giovanni Paolo II, 2. Congresso del Clero in Italia,
16.2.1984).

79
Preghiere

Comunione spirituale
Mio Dio, io credo in Te, spero in Te, amo Te
perché Tu sei Verità, Misericordia e Amore.
Vorrei comunicarmi, ma non sono puro abbastanza,
accogli benevolo la solenne richiesta di perdono
ed espiazione che ora voglio presentarTi
per le ingratitudini e i peccati miei e di ogni uomo.
Entra, o buon Gesù, spiritualmente nel mio cuore,
convertimi, converti i peccatori,
infiamma i nostri cuori.
0 Maria, Madre mia, fa' che questa
Comunione spirituale
mi preservi da ogni peccato mortale...

Adorazione spirituale
Gesù, poiché ora non Ti posso visitare in chiesa,
mi inchino spiritualmente davanti a tutti i tabernacoli
nei quali Tu ora sei solo, senza nessuno.
Ti adoro col più profondo santo timore,
Ti lodo e inneggio a Te e Ti ringrazio per il Tuo infinito
Amore che Ti ha spinto ad restare con noi.
Ti porto la mia intera famiglia, i miei amici e nemici,
1 miei vicini, la mia parrocchia e tutte le
persone,
soprattutto coloro che non riescono più a credere
in Te. Guarda a noi, nella Tua infinita Misericordia,
e perdonaci il male commesso.

80
Mamma celeste, cara Mamma!

Mamma celeste, cara Mamma!


Ascolta la mia supplica perchè non so
come preparare il mio cuore per Gesù!
Le Tue lacrime suscitino dolore e pentimento
sinceri, dona fiducia al mio povero cuore.
La Tua purezza faccia fiorire la mia anima,
ogni palpito del cuore diventi col Tuo aiuto ardore.
Chi è stata come Te, o Mamma,
una tale ancella del Signore?!...
Dammi la Tua benedizione, o Mamma,
lasciami esserTi ancella,
avvolgimi nel Tuo manto...
Non me sola, a Mamma, no,
il Tuo mantello sia per tutte le anime!
Adornata di Te voglio andare da Gesù,
Egli vedrà il Tuo mantello e le anime.
Quando Gesù si china nell'Ostia,
salga per mezzo Tuo un profondo grazie al Cielo.
Quando il mio Salvatore
sarà vicino alla mia anima allora saprò, Mamma,
che avvenne solo grazie a Te.
Perciò fa' che sia Tua ancella, in tutto cieca!
Desidero servire Te e il Tuo Figlio.
(Justine Klotz a Maria, da "L’Atto d'Amore", ed. Aiuto per tutti, 1995).

81
O Ostia Santa,
in cui è contenuto il testamento della Divina Miseri-
cordia per noi e specialmente per i poveri peccatori;
o Ostia Santa, in cui è contenuto il Corpo e il Sangue
del Signore Gesù quale prova dell'infinita Misericordia
verso di noi, ma soprattutto verso i peccatori; o Ostia
Santa, in cui è contenuta la Vita eterna e la
Misericordia infinita, concessa a noi in abbondanza,
ma soprattutto alle anime del purgatorio; o Ostia
Santa, in cui è contenuta la Misericordia del Padre,
del Figlio e dello Spirito Santo verso di noi, ma
soprattutto verso i poveri peccatori; o Ostia Santa,
in cui è contenuto il prezzo infinito della
Misericordia che ripagherà tutti i nostri debiti, in
particolare quelli dei poveri peccatori; o Ostia
Santa, in cui è contenuta la sorgente di acqua
viva che sgorga dall'infinita Misericordia per noi,
ma soprattutto per i poveri peccatori; o Ostia Santa,
in cui è contenuto il fuoco del purissimo Amore che
brucia nel grembo dell'Eterno Padre, infinito abisso
di Misericordia per noi, ma soprattutto per i poveri
peccatori;
o Ostia Santa, in cui è contenuto il balsamo contro
ogni nostra debolezza; quale sorgente, esso scaturi-
sce dall'infinita Misericordia per noi e per i poveri
peccatori;
o Ostia Santa, vincolo di unione tra Dio e noi grazie
all'infinita Misericordia per noi, ma soprattutto per i
poveri peccatori; o Ostia Santa, che contieni tutti i
sentimenti del dol-

82
cissimo Cuore di Gesù per noi, ma soprattutto per i
poveri peccatori;
o Ostia Santa, nostra unica speranza in ogni dolore
e avversità della vita;
o Ostia Santa, nostra unica speranza nelle tenebre
e nelle tempeste interiori ed esteriori; o Ostia Santa,
nostra unica speranza in vita e nell'ora della morte;
o Ostia Santa, unica nostra speranza negli insuccessi
e nel vortice della disperazione; o Ostia Santa, unica
nostra speranza nella menzogna e nel tradimento;
o Ostia Santa, unica nostra speranza fra le tenebre e
l'empietà che sommergono la terra; o Ostia Santa,
unica nostra speranza nel dolore e nella separazione e
quando nessuno ci può capire; o Ostia Santa, unica
nostra speranza nelle fatiche e nel grigiore della
quotidianità; o Ostia Santa, unica nostra speranza
quando crollano le nostre aspettative e sono vani i
nostri sforzi; o Ostia Santa, unica nostra speranza
sotto i colpi nemici e contro gli attacchi dell'inferno; o
Ostia Santa, confiderò in Te quando la fatica vincerà le
mie forze, quando vedrò vanificati i miei sforzi ; o
Ostia Santa, confiderò in Te quando il mio cuore verrà
sbattuto dalla tempesta ed il mio animo impaurito si
ripiegherà prossimo alla disperazione; o Ostia Santa,
confiderò in Te quando il mio cuore sarà scosso da
tremiti e la mia fronte si coprirà del sudore della
morte;

83
o Ostia Santa, confiderò in Te quando tutto congiurerà
contro di me e nella mia anima si farà strada una
disperazione smisurata;
o Ostia Santa, confiderò in Te quando i miei occhi si
spegneranno alle cose terrene ed il mio cuore avviste-
rà per la prima volta mondi sconosciuti; o Ostia
Santa, confiderò in Te quando ciò che dovrò fare
supererà le mie forze e l'insuccesso diventerà fedele
compagno;
o Ostia Santa, confiderò in Te quando l'esercizio delle
virtù mi diventerà difficile e la natura si ribellerà contro
di esse;
o Ostia Santa, confiderò in Te quando verrò fatto
oggetto dei colpi nemici;
o Ostia Santa, confiderò in Te quando le fatiche e gli
sforzi verranno malgiudicati dalla gente; o Ostia
Santa, confiderò in Te e quando il Tuo giudizio
risuonerà sopra di me, allora avrò fiducia nel mare del-
la Tua Misericordia.

O Trinità Santissima,
confido nella Tua infinita Misericordia.
Dio è mio Padre, quindi quale sua figlioletta ho ogni
diritto sul Suo Cuore divino.
Quanto più fitta l'oscurità, tanto più perfetta
dev'essere la nostra fiducia.

(Dal Diario di Santa Faustina, n. 356/57)

84
Inno eucaristico (di San Tommaso d'Aquino)
Divinità celata nel profondo, pregando mi avvicino.
Sotto questo segno sei veramente qui. Eccomi, con
tutto il cuore mi dono a Te, poiché davanti a tali
miracoli io sono solo povertà. Gli occhi, la bocca e
le mani possono restare confusi, ma il messaggio
della Parola Ti svela a me. Ciò che il Figlio di Dio
ha detto, lo accetto con fede. Egli stesso è Verità
che non può ingannare. Già in croce si celò lo
splendore della Divinità, qui è nascosto anche lo
splendore della Tua Umanità. La mia fede vede
entrambi in questo Pane; come il ladrone chiedo a
Te pietà. Non posso, come Tommaso, guardare le
rosse piaghe, tuttavia prego fiducioso: "Tu, Signor
mio e Dio mio!" Cresca sempre più questa mia
fede, rendi più salda la speranza, sia l'amore più
fedele. Memoriale che ci ricorda la morte del
Signore! Tu ci dai la vita, o Pane vivo. Sii
nutrimento misericordioso del mio spirito, che
possa sempre gustare le Tue delizie. Come il
pellicano moristi, o mio Signore: lavami e purificami
nel Tuo Sangue. Già una sola goccia espia tutti i
peccati, annuncia al mondo intero la salvezza e la
gloria di Dio! Gesù, che ora il mio occhio vede
nascosto, soddisfa questo mio bisogno che tutto mi
infiamma: lascia cadere i veli, mostraTi nel Tuo
splendore, che possa ammirare, Signore, il Tuo
Volto.

85
Quando contemplo
questo Tuo Amore sconfinato...
il mio cuore, che così poco Ti ama, che è freddo e
duro come pietra, che non si infiamma al fuoco del
Tuo santo Amore, questo mio cuore è preso da
vergogna, pentimento, dolore. Chi si avvicina al fuoco
ne viene avvolto, riscaldato ed infiammato. Sono
vicina a Te, o Gesù, sono vicina al Tuo Cuore
infiammato d'Amore, eppure il mio cuore rimane
freddo, non si lascia toccare! O Gesù, cosa devo fare
per lasciarmi prendere dall'Amore? Cosa devo fare
perché il mio cuore s'infiammi d'Amore? Non voglio
essere annoverata tra quelle persone che disdegnano
il Tuo Amore, che Ti evitano, che Ti disprezzano. Sì,
voglio amarTi, non con il cuore diviso, ma con tutto il
cuore. Lo so che esso rimane morto, che è senza
amore. Tu però vuoi che io viva: permetti che dal Tuo
Cuore Amatissimo discenda nel mio cuore un raggio
del Tuo Amore ed esso dovrà infiammarsi. Eppure
Gesù, questo non basta al mio bisogno. Voglio
immergermi nella brace del Tuo Santissimo Cuore per
essere presa tutta e soltanto dal fuoco dell'Amore.
...Tu sei pur ricco d'Amore; il fuoco che brucia nel Tuo
Cuore non diminuisce nemmeno se tutti gli uomini vi
attingono e si lasciano infiammare, io però sono povera
d'amore, ma Tu hai ascoltato la preghiera dei poveri.
Oh, donami Amore ed io amo e sono beata.

(S. Gertrude la Grande)

86
Inno di lode ambrosiano (Te Deum)
Noi Ti lodiamo, Dio, Ti
proclamiamo Signore.
0 eterno Padre,
tutta la terra Ti adora.
A Te cantano gli angeli
e tutte le potenze dei cieli;
Santo, Santo, Santo
il Signore Dio dell'universo.
1 cieli e la terra
sono pieni della Tua gloria.
Ti acclama il coro degli apostoli
e la candida schiera dei martiri;
le voci dei profeti si uniscono nella Tua lode;
la santa Chiesa proclama la Tua gloria,
adora il Tuo unico Figlio
e lo Spirito Santo Paraclito.
O Cristo, Re della Gloria,
eterno Figlio del Padre;
Tu nascesti dalla Vergine Madre
per la salvezza dell'uomo.
Vincitore della morte,
hai aperto ai credenti il regno dei cieli.
Tu siedi alla destra di Dio, nella gloria del Padre.
Verrai a giudicare il mondo alla fine dei tempi.
Soccorri i Tuoi figli, Signore
che hai redento col Tuo Sangue prezioso.
Accoglici nella Tua gloria
nell'assemblea dei santi.

87
Salva il Tuo popolo, Signore,
guida e proteggi i Tuoi figli.
Ogni giorno Ti benediciamo,
lodiamo il Tuo Nome per sempre.
DegnaTi oggi, Signore,
di custodirci senza peccato.
Sia sempre con noi la Tua Misericordia:
in Te abbiamo sperato.
Pietà di noi, Signore,
pietà di noi.
Tu sei la nostra speranza,
non saremo confusi in eterno.
Santa Trinità, unico Dio, abbi pietà di noi.

Signore, come Tu vuoi


Signore, avvenga di me come Tu vuoi,
dove Tu vuoi: lo voglio anch'io, fammi sol
capire, ciò che vuole Iddio. Signore,
quando vuoi: è quella l'ora; e quando
vuoi, eccomi qua, oggi e per l'eternità.
Signore, ciò che vuoi io l'accetto, quel
che Tu vuoi è per il mio bene, mi basta, il
mio io Ti appartiene. Signore, Tu lo vuoi,
perciò è buono; Tu lo vuoi, perciò son
coraggioso, il mio cuore è nelle Tue mani:
io riposo! (s. Rupert Majer SJ)

88
Invocazione allo Spirito Santo
(Veni Creator Spiritus)

Vieni, Spirito Santo,


manda a noi dal Cielo
un raggio della Tua luce.
Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori.
Consolatore perfetto,
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo.
Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo,
nel pianto, conforto.
O luce beatissima,
invadi intimamente il
cuore dei Tuoi fedeli.
Senza la Tua forza nulla
è nell'uomo, nulla è
senza colpa.
Lava ciò che è sordido,
bagna ciò che è arido, Dona ai Tuoi fedeli, che
sana ciò che sanguina. solo in Te confidano, i
Piega ciò che è rigido, sette santi doni.
scalda ciò che è gelido, Dona virtù e premio,
drizza ciò che è sviato. dona morte santa, dona
eterna gioia. Amen.

89
Pange Lingua

Genti tutte proclamate il mistero del Signore,


del Suo Corpo e del Suo Sangue che la Vergine donò,
sparso in sacrificio per salvar l'umanità.
Dato a noi da Madre pura, per noi tutti si incarnò.
La feconda Sua Parola tra le genti seminò:
con Amore generoso la Sua Vita consumò.
Nella notte della cena coi fratelli si trovò.
Del pasquale sacro Rito ogni regola compì
e agli apostoli ammirati come Cibo si donò.
La Parola del Signore pane e vino trasformò:
pane in Carne, vino in Sangue, in memoria consacrò!
Non i sensi, ma la fede prova questa verità.
Adoriamo il Sacramento che Dio Padre ci donò.
Nuovo patto, nuovo rito, nella fede si compì.
Al mistero è fondamento la Parola di Gesù.
Gloria al Padre Onnipotente, gloria al Figlio Redentor,
lode grande, sommo onore, all'Eterna Carità.
Gloria immensa, eterno amore alla Santa Trinità.
Amen.
Preghiamo: Signore Gesù Cristo, Tu ci hai lasciato in
questo Sacramento misterioso il memoriale della
Tua Passione: fa'che onoriamo i santi misteri del Tuo
Corpo e del Tuo Sangue e che possiamo sempre
godere i frutti della Tua redenzione. Tu vivi e regni
nei secoli dei secoli. Amen.
O Sangue ed Acqua, scaturenti dal Cuore di Cristo,
sorgente di Misericordia per noi, io confido in Voi.

90
O divin Redentore!

Com'è bella la quiete che avvolge il trono eucaristico


del Tuo Amore e come si sente bene l'anima che
Tu attrai con la tenerezza della Tua Grazia! Nella
Tua solitudine le vuoi rivolgere parole di vita per farle
provare la dolcezza che Tu, nel nascondimento,
riservi per coloro che Ti amano. Attira a Te,
dolcissimo Redentore, anche la mia anima: scioglile
un po' dei lacci terreni, liberala dalle preoccupazioni
e fa' che anche lei riposi, per un breve momento, sul
Tuo Cuore pieno di Amore, così che goda del Tuo
santo conforto, rinforzandosi contro i pericoli e le
sollecitazioni ingannatrici del mondo. È proprio vero:
questa terra, senza di Te, è un luogo selvaggio,
lontana da Te la povera anima vaga senza meta,
come uno straniero bisognoso in un paese pieno
soltanto di cespugli e spine. Di sicuro morirei di
fame se Tu, pane di Vita, non la nutrissi, se Tu,
fonte di Salvezza, non la dissetassi! Perciò vengo a
Te: ristora con mitezza chi è stanco ed oppresso!
Guarda, sono segnato da molte debolezze,
macchiato di peccati, appesantito da fatiche e
preoccupazioni, circondato da tentazioni e non di
rado sospiro per le ostilità e i dolori.

In particolare Ti chiedo .................


Illuminami, purificami, donami vigore
e lasciami provare la Tua forza onnipotente
in ogni mia debolezza. Amen.

91
O Maria, Madre dell'Amore, della
Grazia e della Misericordia...

Noi Ti amiamo e Ti ringraziamo in nome


di tutte le anime. Chiedi Amore, Grazia,
Misericordia per tutte le anime.
O Maria, Tu sei il capolavoro meraviglioso
della Sapienza e Onnipotenza divina.
Mai possiamo noi uomini comprendere la Tua
grandezza e la Tua altezza. Mai possiamo amarTi,
lodarTi e venerarTi come Ti si conviene.
Perciò ci uniamo in venerazione con le schiere
ed i cori angelici e con le anime coronate di vittoria,
con le schiere raggianti di coloro che dalla lotta
terrena sono giunti in Cielo e Ti vedono nel Tuo
meraviglioso splendore: sono al di sopra di ogni
buio ed esitazione, perciò Ti possono amare,
lodare e venerare in modo più perfetto del nostro.
Resi audaci dal santo bisogno di onorarTi
degnamente, ci uniamo pieni d'amore con tutta
la Chiesa trionfante e Ti offriamo, a nome di tutte
le anime e con tutta la forza della nostra volontà,
in ogni momento, tutto l'amore,
la lode e l'onore di cui sei degna.
Ti presentiamo questo omaggio, o Maria,
secondo la volontà del Padre celeste,
per la forza dello Spirito Santo, per mezzo di Gesù
Cristo Tuo Figlio, nostro Signore, a nome e per tutte
le anime, infinite volte per i secoli dei secoli.

92
(Anima cara, raccogliti ora con la Chiesa trionfante
in onore di Maria e pensa come puoi imitarLa,
oppure prega le Litanie Lauretane od una decina
dei misteri gloriosi)...

In unione con tutti gli Angeli e i Santi vogliamo, o


Maria, in nome di tutte le creature, amarTi, lodarTi e
inneggiare a Te in eterno. Sia benedetto in eterno il
dolce nome di Gesù e il nome di Sua Madre, la
gloriosa Vergine Maria. (3 anni di indulgenza)

O Maria, intercedi per noi lo Spirito Santo con


l'abbondanza dei Suoi doni e dei Suoi frutti. O
Gesù, con fiducia Ti chiediamo, per Amore di Maria
Tua Madre, abbi pietà di noi; supplisci per il Tuo
Amore misericordioso a quanto ci manca e ponici
nello stato di grazia in cui dovremmo essere.
(P. Bonaventura Blattmann OFM)

...Madre del Redentore e Madre nostra


Madre del Redentore e Madre nostra,
aiutaci a contemplare Gesù
con gli occhi del Tuo Cuore,
in comunione con Te e sul Tuo esempio.
Noi ci consacriamo a Te,
donaci ogni giorno il Salvatore,
aprici allo Spirito Santo,
guidaci al Padre, lungo le vie dell'Amore. Amen!

93
Padre Nostro davanti all'Eucaristia
Quodcumque petieritis Patrem in nomine meo,
hoc faciam, ut glorificetur Pater in Filio (Joan 14, 13)

1. - Padre nostro che sei nei Cieli - nei cieli eucari


stici. A Te che siedi su un trono di Amore e di Gra
zia: benedizione, onore, gloria, e potenza nei secoli
dei secoli!
2. - Sia santificato il Tuo Nome - in noi; nello spirito
della Tua umiltà, obbedienza e carità. Affinchè, umi
li e devoti noi stessi, possiamo farTi conoscere, ado
rare ed amare nella Eucaristia!
3. - Venga il Tuo regno - eucaristico. Regna Tu solo
in eterno, sopra di noi, coll'impero del Tuo Amore,
col trionfo delle Tue virtù, col dono della grazia, del
la vocazione eucaristica, per la Tua maggior gloria.
Da' a noi la grazia e la missione del Tuo santo Amo
re, affinchè, capaci di predicare, di estendere, e di
diffondere ovunque il Tuo regno eucaristico, adem
piamo il Tuo desiderio espresso nelle parole: "Sono
venuto a portare il fuoco sulla terra, e che cosa desi
dero se non che si accenda?" Oh! se noi pure fossi
mo degli incendiari di questo fuoco celeste!
4 - Sia fatta la Tua volontà come in cielo così in ter-
ra. - Rendici lieti di volere Te solo, di desiderare Te
solo, di pensare a Te solamente. Noi vogliamo rin-
negare noi stessi sempre e in tutto, affinchè l'esem-
pio della Tua santa ubbidienza, benepiacente e per-
fetta, sia per noi luce e vita. - Quanto poi allo stato e

94
al progresso della nostra società, io voglio ciò che Tu
vuoi, come Tu lo vuoi, nei limiti che Tu vuoi. Perisca-
no i nostri pensieri e i nostri desideri, se non vengo-
no da Te, verso di Te, in Te.
5. - Dacci oggi il nostro pane quotidiano. O Signore
Gesù, che con la manna nutristi quotidianamente il
Tuo Popolo, Tu che volesti essere la sola e totale
eredità dei Leviti, ed affidasti agli Apostoli il legato
della Tua povertà divina, noi eleggiamo, e vogliamo
Te per unico ed universale nostro provveditore ed
economo. Tu solo sei cibo e vestimento, tesoro e
gloria, farmaco nella malattia, difesa contro i nostri
nemici. Promettiamo di non accettare e non deside
rare affatto l'amicizia del mondo; Tu sarai il nostro
tutto, e gli uomini per noi saranno un nulla, da essi
ci aspettiamo soltanto l'oblio e la croce.
6. - E rimetti a noi i nostri debiti. - Perdona, o Signo
re Gesù, i peccati della mia gioventù; perdonami i
peccati commessi in una vocazione così santa affin
chè mi possa avvicinare con cuore puro e coscien
za tranquilla al Tuo sacro altare, possa servirTi nel
la santità e meriti di lodarTi con gli Angeli e coi San
ti. - Perdona i delitti commessi contro di noi, non fare
vendetta di quei che ci combattono, ci calunniano e
ci perseguitano; ricambia loro bene per male, grazia
per delitto, amore per odio.
7. - Come noi li rimettiamo ai nostri debitori. - Di tut
to cuore, con carità vera, con tutta la mente, con
infantile semplicità, con tutta la volontà; noi deside-

95
riamo e nel Tuo amore auguriamo loro ogni bene,
come lo desideriamo per noi stessi.
8. - E non ci indurre in tentazione. - Allontana dalla
Tua famiglia eucaristica le vocazioni false, le fraudo
lenti, le non rette. Che nessun superbo o ambizioso,
nessun tipo duro o iracondo sia giammai a capo di
questa umile e povera famiglia. Non lasciare che
cada in preda a bestie immonde e perverse l'anima
di chi confida in Te. Conserva la Tua società immune
da qualsiasi scandalo, vergine da ogni vizio; libera da
legami servili col secolo, e che goda di servirTi nella
santità, nella libertà, in pace e senza inquietudini.
9. - Ma liberaci dal male. - Liberaci dal demonio del
la superbia, della impurità e della discordia, dalle
cure e sollecitudini di questa vita, affinchè gioiosi
possiamo dedicarci completamente, noi e le nostre
cose, al Tuo servizio eucaristico con cuore puro e
con mente libera. Liberaci dai falsi fratelli affinchè
non opprimano la Tua società ancora in fasce; dai
sapienti di questo secolo, che non abbiano ad inqui
nare il Tuo spirito che è in noi; liberaci dagli uomini
dotti e superbi, affinché non provochino su di noi la
Tua ira e il Tuo abbandono; dagli effeminati, che non
smorzino l'ardore della virtù e il vigore della santa
disciplina; dagli uomini doppi e incostanti, che non
turbino la nostra semplicità.
9. Amen. - Io spero in Te, o Signore; non sarò con-
fuso. Tu solo sei il buono, il potente, l'eterno. A Te
solo sia onore e gloria, amore e ringraziamento nei
secoli dei secoli. (San Giuliano Eymard)
96
97