Sei sulla pagina 1di 2

PROGETTO MUSICAL

MAGICAL MYSTERY TOUR

INCONTRO NUMERO UNO - PRESENTAZIONE

OBIETTIVI

-presa di coscienza del proprio corpo come risonatore

-introduzione alla corretta postura

-introduzione alla respirazione diaframmata

-presentazione delle caratteristiche del suono: intensit (piano/forte, crescendo/diminuendo)


e altezza

PREREQUISITI

conoscenza dellinno nazionale inglese God Save the Queen

MATERIALI

nessuno

SPAZI

aula (campo libero)

DESCRIZIONE

La tecnica del canto quell'insieme di accorgimenti, appresi con l'allenamento e lo studio,


necessari ai cantanti professionisti per evitare gravi danni alla laringe e per ottenere una voce
timbricamente gradevole, potente e con un'ampia gamma cantabile, cio un'estensione vocale
dalla nota pi bassa alla pi alta in cui il timbro sia omogeneo e l'intonazione corretta e stabile.
Tutti, pi o meno, possono cantare una canzone. Molti di meno invece riescono a cantare pi
canzoni di seguito, anche semplici: dopo qualche minuto un cantante improvvisato comincer
a sentire mal di gola, e la sua voce inizier a farsi rauca e sfiatata; se nonostante tutto
continua a cantare, di l a poco si ritrover afono, correndo il rischio di procurarsi un edema.
Questo accade perch, istintivamente, il cantore di cui sopra usa la sua voce come se
parlasse. Ma l'uso della voce che si fa normalmente, sebbene sufficiente allo scopo di parlare,
impone alla laringe sollecitazioni troppo forti nel caso del canto: per poter cantare per ore
senza danni, senza sforzo e con una voce sempre gradevole, il cantante deve reimparare ad
usare la sua voce, attraverso lo studio, l'allenamento e lauto-osservazione.
L'arte drammatica l'arte del recitare. Diffusa in tutto il mondo, riconducibile alla cultura e
al costume dei diversi popoli e delle differenti etnie.
L'elemento pi importante nell'apprendimento del mestiere d'attore quello che viene definito
la presenza scenica. Tale presenza innanzitutto lo sviluppo di abilit fisiche e fisiologiche, e
in particolare:
1 la duttilit e la capacit di utilizzare il proprio corpo: l'azione dell'attore si sviluppa
collegando l'uso della parola con la gestualit e con la mimica. L'uso della gestualit ha
lo scopo di integrare la verbalit, interagire con gli altri attori ed enfatizzare le parole o
dare loro significati simbolici.
2 le possibilit offerte dell'utilizzo della voce: l'uso accurato dello strumento vocale per
comunicare le caratteristiche del personaggio ed esprimerne le emozioni. Questo
risultato si ottiene con l'attenzione alla dizione e all'intonazione mediante una corretta
respirazione e articolazione. Si ottiene anche con il tono e l'enfasi che un attore mette
nelle parole.
3 la creativit e l'ispirazione dell'attore possono essere stimolate da adeguati esercizi di
rilassamento e di visualizzazione. La funzione di questi esercizi principalmente quella
di focalizzare l'attenzione cosciente sul lavoro creativo.
Gli aspetti interiori del percorso dell'attore si svolgono a diversi livelli: nello studio del
personaggio, nell'osservazione che l'attore fa di se stesso come individuo e negli aspetti
psicologici ed emotivi dell'attore durante lesecuzione.

SEQUENZA

1-rinforzare nei bambini la consapevolezza del lavoro che si sta iniziando a svolgere

2-proporre un momento di conoscenza reciproca incoraggiando i bambini a mettere in comune


quanto gi hanno acquisito a livello musicale: esperienze pregresse, eventuale studio di
strumenti musicali, interessi e passioni personali

3-presentare la corretta postura nel canto attraverso semplici esercizi proposti in modo ludico,
cercando il pi possibile di elicitare dai bambini stessi le ragioni degli atteggiamenti proposti

4-presentare la respirazione diaframmata sempre in forma di gioco corporeo

5-proporre ai bambini lesecuzione di un canto gi noto, nello specifico God Save the Queen,
appreso con linsegnante di classe

6-procedere nel lavoro sul brano presentando la caratteristica del suono INTENSITA: piano/
forte, crescendo/diminuendo

7-continuare con la presentazione della caratteristica VELOCITA: lento/veloce

8-congedo e conclusione