Sei sulla pagina 1di 44

Lezione

PONTIEGRANDISTRUTTURE
Prof. Pier Paolo Rossi
Ing. Eugenio Ferrara
Universit degli Studi di Catania

Dispositividiappoggio

Dispositividiappoggio
Definizione

Gliappoggisonoglielementistrutturalicheconsentonola
trasmissionedeicarichiefacilitanolassorbimentodelletraslazionie
dellerotazioni.
Neipontirealizzatimediantestrutturecomposte,
gliappoggitrasferisconoleazionieconsentonoglispostamenticausatida:
Temperatura
Ritiroeviscosit
Sollecitazionisismiche
elerotazioniprodotteda:

Azioniincurva
Carichidatraffico
Carichidavento
Disallineamentidegliappoggiinfasedicostruzione
3

Dispositividiappoggio
Disposizione

Ladisposizionedegliappoggideveessereeffettuatainmodoche
ilflussodelleforzepossaessereseguitosenzaambiguitdalla
sovrastrutturaallasottostruttura.
Ilcasopisemplicequellodellasingolatravata doveadunestremitsonopresenti
dueappoggifissi e allaltraestremitvisonodueappoggimobililongitudinalmente.
Questadisposizionedegliappoggiaccettabilesolosele
dilatazionitrasversalidellimpalcatosonopiccole.
Inognicasounerroreripartire leforzeorizzontaliinmaniera
ugualefragliappoggi.
Pertanto,unosolodiessidovressereprogettatoperresistere
allatotalitdellaforzaorizzontale.

Dispositividiappoggio
Disposizione

Ladisposizionedegliappoggideveessereeffettuatainmodoche
ilflussodelleforzepossaessereseguitosenzaambiguitdalla
sovrastrutturaallasottostruttura.
Ponteatravatasemplicementeappoggiata
condeformazionitrasversalinontrascurabili

Adunaestremitdelponte unatraveavrunappoggiofisso
edunomobilemultidirezionale.Nonsidispongonoaccantoad
unappoggiofissounoopiappoggimobilisoloinsenso
trasversale.

Dispositividiappoggio
Disposizione

Casiparticolari:
Solettone obliquo

Lassedirotazione degliappogginon
costante.Dovrannoessereusatiappoggia
cernierasferica.
Sidisporrunsoloappoggiofissoedunsolo
appoggiounidirezionale.

Pontecurvo

Laguidadellappoggiounidirezionaledeve
esseredirettaversolappoggiofisso,poichla
direzionedellospostamentonon
perpendicolareallassedirotazione.
Lusodegliappoggiarulloconsigliabile.
Sihannomovimentiradialidovutialle
variazionitermicheeritiroemovimenti
tangenzialidovutiaprecompressionee
deformazioniviscose.
6

Dispositividiappoggio
Disposizione

Casiparticolari:
Pontecontinuoconcurva

Movimentiradiali
dovutiavariazioni
termicheeritiro

Movimentitangenziali
dovuti aprecompressionee
deformazioniviscose

Neiponticurvicontinuisipossonoaveremovimentifralorononcongruenti,ladozionedi
appoggiunidirezionali pufareinsorgereforzeindesideratechesiripercuotonosulle
sottostrutture.
In entrambelesoluzioninascerannodelleforzeorizzontaliincorrispondenzadegliappoggi
unidirezionali.Bisognertenercontodiquesteforzenelpredimensionamento degliappoggi
stessiedellesottostrutturedelponte.
7

Dispositividiappoggio
Disposizione

Casiparticolari:
Pontecurvoconpiseriediappoggi

Disposizionedegliappoggi
conleguidetangenziali.In
generesiutilizzaquesta
disposizioneneiponticon
raggidicurvaturaelevati
neiqualiimovimentiradiali
sonodipiccolaentit.

Disposizionedegliappoggi
conleguideradiali.In
generesiutilizzaquesta
disposizioneneiponticon
raggidicurvaturapiccoli.

Selimpalcatoresistente
atorsionepuessere
convenienteprevederegli
appoggiintermedideltipo
acernierasferica.Intal
modolepile sonosoggette
amomentilimitati;i
momentitorcentisono
riportatiallespalle.
8

Dispositividiappoggio
Disposizione:noteconclusive

Nonpossibileaccoppiaresullostessoassedappoggio
appoggicheabbianocaratteristichedideformabilitdiverse.
Gli appoggiingommaandrannodisposticollatominoreparallelo
allassedellatraveperconsentireunamaggiorepossibilitdi
rotazione.
Ladisposizionedegli appoggiinunastrutturadevesempretener
contodellapossibilitdiispezioneesostituzionedeglistessi.

Dispositividiappoggio
Storia

PrimadellametdelXXsec.essieranoprogettaticomeappoggifissi
oscorrevoliinunasoladirezione.
Piastrasuperiore

Laminadi
piombo

Seriedisfere

Piastradibase
10

Dispositividiappoggio
Storia

Oggisonoconcepiticomevincolitridimensionali.Nellezonesismiche
agliapparecchidappoggiovienedemandatoilcompitodiisolarela
strutturadalmotosismico.
Gliappoggisipossonoclassificareinbase a:
Principio fisicoutilizzato
Gradidilibert
Trasmissionedelcarico
Materiale

11

Dispositividiappoggio

Classificazione:Principiofisicoutilizzato

Rotolamento
Medianteilrotolamentofraunasuperficie
pianaedunacilindricasiottienela
rotazioneattornoallageneratricelungola
qualeleduesuperficisonoacontatto.
Seilrotolamentoavvienetrauna
superficiepianaedunasferica(oppuretra
duesuperficisferiche,unaconvessae
laltramaggioredellaprima)acontattofra
loroinunpunto,medianteilrotolamento
siottienelarotazionerelativaattornoad
unassequalsiasipassanteperilpunto
(duegradidilibert)

12

Dispositividiappoggio

Classificazione:Principiofisicoutilizzato

Strisciamento
Mediantelostrisciamentofraduesuperfici
sferiche, lunaconcavaelaltraconvessasi
ottienelarotazioneattornoadunasse
qualsiasi(tregradidilibert).
Mediantelostrisciamentofraduesuperfici
pianesiottienelospostamentoinuna
direzionequalsiasielarotazioneattorno
allaperpendicolareaipiani(tregradidi
libert)
Gliappoggibasatisulprincipiodello
strisciamentovengonoimpiegatida
quandosonostatiscopertimaterialia
bassissimoattrito,comeilteflon.Laprima
applicazionerisaleal1960.
13

Dispositividiappoggio

Classificazione:Principiofisicoutilizzato

Deformazione
Medianteladeformazionediunelemento
fattodimaterialeidoneosipuottenere
sialarotazionechelatraslazione.
Ilmaterialechepicomunementesi
impiegaoggilagomma.
Gineitempiantichipersonostati
impiegatimaterialideformabili,comeil
piombo,perconsentireunamigliore
distribuzionedeicarichiepermettere
piccolispostamentirelativifracomponenti
strutturali

14

Dispositividiappoggio
Classificazione:Gradidilibert

Sidefinisconoappoggifissiquellichetrasmettonotutteleforzee
pertantononconsentonoalcunspostamento

Seconsentonolarotazioneattornoadunasseorizzontalesichiamano
appoggiacernieracilindrica

Seconsentonolarotazioneattornoadueassiorizzontalisidiconointalcaso
acernierasferica

Ilnumerodigradidilibertdiunappoggiofissopuessere1o2.

Gliappoggimobiliconsentonoilmovimentoorizzontalesecondouna
direzione,nelqualcasosidiconounidirezionalioinduedirezioni,nel
qualesidiconomultidirezionali:

Gliappoggimobilipossonoessereacernieracilindricaosfericaaseconda
checonsentanolarotazioneattornoadunasseorizzontaledeterminatoo
qualsiasi

Gliappoggimobilipossiedonoda2a4gradidilibert
15

Dispositividiappoggio

Appoggiofissooscillanteconcontattolineare

Basatisulprincipiodelrotolamentounappoggiochepermettela
rotazioneattornoadunasse:quelliincommerciosonoingradodi
resistereadazioniverticalida200a15000kN

16

Dispositividiappoggio

Appoggiofissooscillanteconcontattopuntuale

Basatisulprincipiodelrotolamentounappoggiochepermettela
rotazioneattornoaqualsiasiasseinunpiano:quelliincommercio
sonoingradodiresistereadazioniverticalida500a10000kN

17

Dispositividiappoggio

Appoggiofissooscillanteadiscoelastomerico

Basatisulprincipiodelladeformazioneunappoggiochepermette
larotazioneattornoaqualsiasiasseinunpiano:quelliincommercio
sonoingradodiresistereadazioniverticalida500a100000kN

18

Dispositividiappoggio

AppoggiofissooscillanteconsuperficiediscorrimentoalPTFE

Basatisulprincipiodellostrisciamentounappoggiochepermettela
rotazioneattornoaqualsiasiasseinunpiano:quelliincommercio
sonoingradodiresistereadazioniverticalida500a50000kN.
Consentonorispettoaquelliadiscoelastomericorotazionipiampiemaaprezzodi
unmomentoparassitapialtoperlepiccolerotazioni.

19

Dispositividiappoggio
Appoggiomobile

Gliappoggimobilisidividonoinduecategorie:
Gliappoggimobiliunidirezionali:permettonolospostamentoinuna
soladirezione.Sonopertantomunitididispositiviattiatrasmetterele
forzeorizzontalinelladirezioneortogonaleaquelladellospostamento
consentito.Talidispositivisichiamanobarrediguida
Appoggimobilimultidirezionali:permettonolospostamentosecondo
unadirezionequalsiasi.

20

Dispositividiappoggio
Appoggiomobile

Gliappoggiscorrevoliacontattopuntualeoadiscoelastomerico
vannoutilizzatiinqueicasiincuisipossanoaverenellastruttura
rotazioniattornoadassidiversi:
Periprimi:

Da500a10000kN

Rotazioniammissibilidi0.005rad

Perisecondi:

Da500a100000kN

Rotazioniammissibilidi0.015rad

Gliappoggiacalottasfericasonoidoneipercarichida500a50000kN e
consentonoelevaterotazioni,dellordinedei0.05rad.
21

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Gliappoggiingommacostituisconouncasoparticolareavendo
caratteristichecomunisiaagliappoggifissichemobili.
Consentonorotazioniattornoadunqualsiasiasse(tregradidilibert)
elospostamentoin2direzioni(duegradidilibert)
Glispostamentiimpressiproduconodelleforzedirichiamoche
tendonoafarriprendereagliappoggilaloroconfigurazione
indeformata.

22

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Essisonocostituitidastratiuniformidimaterialeelastomerico
(gommanaturaleosintetica)epiastrediacciaiolegatedaun
processodivulcanizzazione.Questotipodiappoggipresentano
elevatadurataerichiedonopocamanutenzione.

Iprincipali tipidiappoggi,descrittinellaEN13373sono:
TipoB(1):stratielastomericisiaincimacheallabase
dellappoggio
TipoB/C(1/2):stratoelastomericoincimaestratodiacciaioalla
base
TipoC(2):stratidiacciaiosiaincimacheallabase.
23

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

TipoB(1):Questinonsonosicuricontro loslittamento.Tuttavialacompressione
datadaicarichiverticalielattritooffronounminimodiresistenza.

TipoB/C(1/2):sicurocontroloslittamentoinquantolostratodi acciaioalla
baserisultacollegatoallosottostrutturatramitebulloni.Lancoraggioinunasola
direzioneconsentelafacileinstallazioneesostituzione.Pertanto,inmoltipaesi
lunicotipodiappoggioutilizzatoperipontiferroviari.

TipoC(2):stratidiacciaiosiaincimacheallabase garantisconoresistenza
controloslittamentoinentrambeledirezioni.

24

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Labasedegliappoggirisultaconnessaallasottostrutturainc.a.tramite
tirafondi,mentrelalastrasuperioreconnessaallaflangiainferioredella
travetramitebulloniprecaricati.
Inmoltipontilaflangiainferioredellatravenonrisultaorizzontale.
Pertanto,necessarioinserireunpiattocosicchleforzeverticalinon
provochinoazioniorizzontali.

25

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Tuttavia,lasoluzionedibullonarelaflangiainferiorenonrisultasemprela
migliorepoichsipossonoverificareurtitraibulloniegliirrigidimentidella
trave.
Unmetodomoltousatoquellodisaldareilpiattodellappoggioallaflangia
inferioredellatraveinacciaio.Ibullonisonoinseritiindegliappositiforima
nonsonopresollecitati pernondanneggiareilpiatto.
necessariocomunquedireche:

IbulloniutilizzatineiforifilettatinonsonotrattatinellaEN 1993

La saldaturaconlaflangiainferiorepresentaproblemididurabilit.
Larotturaperfaticaprobabilenelcasodipontiferroviari

Questo tipodiconnessionesconsigliabileinzonasismica

26

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Ilnumerodeglistratiinacciaiodipendedallaltezzatotalechevariadai10ai
400mm,conunnumerodistratidimaterialeelastomericoda1a16.
Gli appoggipossonoavereformarettangolareocircolare.
Lelorodimensionivarianodai200ai1200mm.
Gliappoggiresistonoalleforzeorizzontalinellestessedirezioniele
deformazionisonolimitateacirca40mm.Perquestomotivogliappoggi
elastomericinonpossonoessereutilizzaticomeappoggifissi.

27

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Ladistorsionetotalediprogettodeveesserelimitataa:

t,d KL c,d q,d a,d 7.0


dove:
c,d ladistorsionecausatadallacompressione
q,d ladistorsionecausatadalladeformazioneorizzontale
a,d ladistorsionecausatadallarotazione

KL

uncoefficientechedipendedaltipodicarico(1.5pericarichi
variabilied1perglialtri;ingeneralesiraccomandaunvalore
pariad1)
28

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Distorsionecausatadallacompressione

1.5 Fz,d
c,d
G Ar S
dove:

Fz,d ilcaricoverticalediprogetto

ilmoduloditagliodellelastomero(inmolticasi0.9Mpa)

Ar

lareatrasversaleridottadellappoggio

ilfattorediforma

29

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Distorsionecausatadallacompressione

vx,d vy,d
Ar A1 1

a
'
b
'

a ' b'
2 ti a ' b'

dove:
a ', b' sonoledimensionilongitudinalietrasversalidellapiastradi
acciaio
A1 lareatrasversaledellapiastradacciaio,
ridottadallapresenzadifori
v sonoimassimispostamentitrasversaliyelongitudinalix
ti

lospessorediognistratodielastomero

30

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Distorsionecausatadalladeformazioneorizzontale

q,d

vxy,d

dove:
vxy,d ladeformazionetagliante
Tq

Tq

2
2
vxy,d vx,d
vy,d

lospessorenominalevalutatocomeinfigura
Tb n ti ts ts 2 e
Te Tb n 1 ts
Tq Te

see>2.5mm

Tq n ti

see2.5mm
31

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma

Distorsionecausatadallarotazione

a '2 aa,d b'2 ab,d


a,d
2 n ti2
dove:
aa,d langolodirotazionelungolalunghezzalongitudinalea
ab,d langolodirotazionelungolalunghezzatrasversaleb
n

ilnumerodistratielastomerici

32

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma:limitazioni

Lospessoredellepiastrediacciaio,considerandocostantelospessoredegli
stratielastomerici,ricavatodallarelazione:
ts

Kp Fz,d 2 ti Kh m
Ar fyk

2mm

dove:
Kp 1.3
Kh

ugualead1pergliappoggisenzaforie2pergliappoggicon
fori

fattoredisicurezzaparzialeassuntougualead1.Inzonasismica
ilvaloreraccomandato1.15

33

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma:limitazioni

Unulteriorelimitefornitodallerotazionichedevonoesserelimitatein
accordoallerelazioni:
Perappoggi
rettangolari

Fz,d n ti 1
1 a ' aa,d b' ab,d


2
A1
Kr,d
5 G S Eb

Perappoggi
circolari

Fz,d n ti 1
1 D ' aD,d


2
A1
Kr,d
5 G S Eb

dove:
Eb 2GPa modulodicompressionedellelastomero
Kr,d 3

coefficientedirotazionechepuessereassuntoparia3

34

Dispositividiappoggio
Appoggiingomma:limitazioni

Inoltre,perassicurarelastabilitdovrvalerelaseguenterelazione:
Fz,d 2 a ' G S

3 Te
Ar

Perevitareloslittamentodellappoggio,deveessererispettatalaseguente
condizione:
Fxy,d e Fz,d,min
esottoicarichipermanenti
dove:

Fz,Gmin
3MPa
Ar

Fxy,d

larisultantedelleforzeorizzontali

Fz,min

laminimaforzaverticaleconsiderandolasituazionedi
progettoolasituazionedicarichipermanenti
35

Dispositividiappoggio
Sceltadegliapparecchidappoggio

Lasceltadellappoggiosarcondizionatadallentitdelleforzeedegli
spostamenti,inparticolare:

Carichiverticali

Carichiorizzontali,compresolattrito

Spostamentiorizzontalienumerodigradidilibert

Rotazionienumerodigradidilibert

Azioniorizzontalitrasmessesugliappoggifissiesulleinfrastrutture

Perreazioni verticalisuperioriai10000kN gliappoggielastomericisonoi


piidonei.Inoltre,lasceltadegliappoggidipendeda:

Tipodicostruzione,acciaioocalcestruzzo

Spaziodisponibileedincidenzadellamanutenzione

Estetica
36

Dispositividiappoggio
Esempio:appoggioelastomericoB

Lasceltadellappoggiosarcondizionatadallentitdelleforzeedegli
spostamenti,inparticolare:
3.4m

3.4m

7m
30cm

500x40

300x40

25m

25m

1200x15
a(mm)
Appoggi
interni
Appoggi
esterni

b(mm) Tb (mm)

ti

ts

e(mm)

450

500

84

11

2.5

250

400

63

2.5

37

Dispositividiappoggio
Esempio:appoggioelastomericoB

Pergliappoggiinternilospessorenominaledellelastomerovale:

Te Tb n 1 ts 84 5 1 4 60mm
Gliappoggielastomericisonointrodotticomemolledicostante Kallinternodelle
analisi,pertantoquestacostantevale:

A Gb 2250 0.09

Kx K y
1000 3375kN/m
60
Te
Pergliappoggidi estremit lospessorenominaledellelastomerovale:

Te Tb n 1 ts 63 5 1 3 45mm
A Gb
Kx K y
2000kN/m
Te
38

Dispositividiappoggio
Esempio:appoggioelastomericoB

Inunanalisiglobalesiconsideranogliappoggicomemolleagentilongitudinalmente
(x)etrasversalmente(y),mentreglispostamentiindirezioneverticalezsonoda
considerarsibloccati.
Verreffettuatalaverifica pergliappoggiinterni:

A a b 45 50 2250cm2
Lunghezzapiattodacciaio

a ' a 2 5 450 10 440mm

Larghezzapiattodacciaio

b' b 2 5 500 10 490mm

A1 a ' b' 44 49 2156 cm2

39

Dispositividiappoggio
Esempio:appoggioelastomericoB

Combinazione Pz (kN)
1
5959
2

4775

Px (kN)
0

Py (kN)
37.9

aa,d
4.88

bb,d
0.25

63.8

3.9

0.184

vx,d (mm) vy,d (mm)


0
9.29
0

15.6

44 49
1
a ' b'

10.54
2 ti a ' b' 2 11 44 49 10

Fattorediforma

Arearidotta

vx,d vy,d
0 0.929

2
Ar A1 1
2156
1
2115cm

a
'
b
'
44
49

Dovrannoesserecontrollateledistorsioni, lospessoredeipiattidacciaio,elealtre
verificheelencateinprecedenza

40

Dispositividiappoggio
Esempio:appoggioelastomericoB

Distorsioni

Distorsionicausate
dallacompressione
Deformazionitagliante

1.5 Fz,d
1.5 5959
c,d

4.46
G Ar S 0.09 2115 10.54
2
2
vxy,d vx,d
vy,d
02 0.9292 0.929

vxy,d

q,d

Distorsionicausate
dallarotazione

a '2 aa,d b'2 ab,d 442 4.88 492 0.25


a,d

0.83
2
2
2 n ti
2 5 11 10

Tq

0.929
0.15
6

Distorsioniorizzontali

t,d KL c,d q,d a,d 1.0 4.46 0.15 0.83 5.44 7.0
41

Dispositividiappoggio
Esempio:appoggioelastomericoB

Tensionenel piattodacciaio
ts

Kp Fz,d 2 ti Kh m
Ar fyk

1.3 5959 2 11 1 1

3.4mm>2mm
2115 23.5

Utilizzandounpiattodi4mmlaverificarisultasoddisfatta

Limitiallerotazioni
Fz,d n ti 1
1 a ' aa,d b' ab,d


2
A1
Kr,d
5 G S Eb
5959 5 11
1
1
44 4.88 49 0.25

0.076
0.38

2
3
2156 10 5 0.09 10.54 200
3 10
42

Dispositividiappoggio
Esempio:appoggioelastomericoB

Controllodistabilit
Fz,d 2 a ' G S
5959
2.44 0.09 10.54

2.82
4.64
3 Te
2115
3.6
Ar

Sicurezzacontroloslittamento
Fz,Gmin Fz,d,min 2231kN
e 0.1

1.5 Kr
1.5 0.6
0.1
0.19
9.9
m

2231
0.99kN/cm2 9.9MPa
2250

Fxy,d Px2 Py2 02 37.92 37.9kN 0.19 2231=423.89kN


Fz,Gmin 2231

10 10.5MPa 3MPa
Ar
2115
43

FINE

44