Sei sulla pagina 1di 24

eCre

Orang am

4
1
.
t
c
A

ei rimase al mio fianco per tutta la giornata, proprio come mi aveva


detto. Chiam sua madre e senza troppi giri di parole le disse che mi
avrebbe accompagnato in ospedale:
Per fortuna te la sei cavata con un nuovo cerotto e niente punti, comment sedendosi a tavola davanti a me.
Non niente, mi sfiorai la fronte con le dita. Lematoma si assorbir
presto e poi il taglio non si vede gi pi, conclusi felice di averla di fronte.
Ci hai fatto comunque preoccupare, intervenne a quel punto mia
madre mettendoci davanti t e biscotti.
Non colpa mia, sbuffai.
Sei sempre stata spericolata fin da piccola, insist lei.
Questo non vero! Sono sempre stata un po... vivace. Tutto qui.
Rei rise poi mi rivolse uno sguardo tenero.
Daccordo, ragazzina vivace, esord mia madre. Che ne dite se stasera mangiamo tutte insieme? Tanto come al solito tuo padre uscir coi suoi
amici, alz le spalle.
Mi sembra unottima idea, annu Rei con un sorriso strano. La guardai attentamente: come al solito non tradiva nessuna particolare emozione ma ero sicura che avesse qualcosa in mente...
Non vuoi dirmi che hai intenzione di fare?, le chiesi sedendomi insieme a lei sulla panchina in giardino. Il sole estivo di met pomeriggio ci
accarezzava il volto.
Vuoi rovinarti la sorpresa?, rise.
La stai prendendo troppo alla leggera, la rimproverai. Non sono
convinta che le nostre madri capiranno la situazione
Pu darsi, ma ho intenzione di combattere, cambi espressione e i
suoi occhi si fecero incredibilmente profondi. Non mi tirer indietro
Nemmeno io, mi avvicinai a lei. Sono felice che tu sia qui, dissi in
un soffio.
Che scenetta romantica!, esclam una voce sarcastica, facendoci sussultare.
Fujiwara-san..., sincup Rei vedendo Misato al di l del cancello di
casa con unespressione terribile disegnata sul volto.
344

345

Ero venuta a vedere come stavi, Miyuki, ma forse avrei fatto meglio a
telefonarti, mi lanci unocchiata di traverso.
Grazie per la visita, le andai incontro, seguita a ruota da Rei. Ho fatto tutti i controlli stamattina. I dottori hanno confermato che non niente
di grave, risposi facendo finta di niente.
Sono contenta, disse lei con un sorriso misurato.
Ti prego, entra, le aprii il cancello. Ti offro da bere
No, grazie, guard prima me e poi Rei. Dunque, le cose stanno
cos?, chiese senza giri di parole.
Te lho detto, le risposi sentendomi presa in contropiede. Tu mi piaci molto ma...
Sei innamorata di lei, fin la frase girandosi verso Rei. E... Asakawa
cosa ne pensa?, le si avvicin minacciosa.
Calmati, ti prego, mi intromisi.
Anchio la amo, laffront a quel punto Rei scostandomi con garbo.
Ma davvero?, la schern incrociando le braccia Misato.
S, cos, anche se non mi credi, anche se non provi un briciolo di
rispetto per me
Infatti. Sai cosa penso di te, non importa che aggiunga altro
Rei rimase in silenzio.
In ogni caso, se Miyuki ha scelto te, spero che tu sappia meritartela,
concluse lanciandoci un ultimo sguardo torvo. Fece per andarsene, ma io
la bloccai:
Per favore, non voglio che finisca in questo modo..., lafferrai per un
braccio.
Mi occorre tempo, disse con un sorriso triste. Ti auguro ogni bene,
concluse con voce traballante, poi si allontan senza voltarsi pi indietro.
Guardai Misato andarsene mentre nel mio petto si insinuava un dolore
sottile: quello che mi aveva dato era stato bello e importante, non lavrei
mai dimenticato. Forse, un giorno, avremmo potuto tornare in buoni rapporti. Lo sperai con tutto il cuore.
Rei comprese perfettamente il mio stato danimo. Mi tir a s dolcemente e mi consol:
346

Coraggio... si aggiuster tutto, mi diede un bacio tra i capelli. La


giornata ancora lunga, lo sai vero?
S, hai ragione, mi feci forza. La ragazza che amavo aveva perfettamente ragione: la prova pi dura e pesante doveva ancora cominciare...

***

Quella sera preparammo una cenetta deliziosa. Rei mi diede una mano
a cucinare mentre mia madre si occupava del dolce. Per loccasione fece
una torta con panna e fragole. Nonostante tutto, era palese che Ritsuko le
mancasse.
Hanno suonato, vado io!, corse verso lingresso tradendo la sua eccitazione. Io e Rei ci scambiammo una rapida occhiata:
Vieni qui, mi strinse alla vita tirandomi a s. Ho bisogno di un incoraggiamento
Andr tutto bene, le diedi un leggero bacio sulle labbra. Siamo insieme adesso
Hai ragione, prese un respiro e finalmente sorrise.
Ritsuko e mia madre rientrarono in sala con unespressione felice e rilassata dipinta sul volto.
Miyuki-chan, mi venne incontro la madre di Rei. Come va?, chiese apprensiva chinandosi sulla mia ferita.
Oh, non niente. Passer presto, mi ritrassi.
Certe cose non dovrebbero accadere a scuola, si accigli. Avresti
potuto farti male sul serio. Ma cosa insegnano ai giovani? Non accettabile!, esclam risentita.
Non niente di grave, rilassati, intervenne mia madre cercando di
rassicurarla.
Non dovresti prenderla cos alla leggera. Io sporgerei denuncia
Esagerata!, sdrammatizz mia madre mettendo i piatti in tavola.
Sono sicura che quella ragazza abbia gi pagato per quello che ha fatto, non cos?, chiese rivolta a me.
Beh, s... stata squalificata e, oltre a questo, abbiamo vinto la partita
347

348

Ritsuko non sembr molto soddisfatta della risposta ma lasci cadere


il discorso. Cominciammo a mangiare e la serata trascorse in modo piacevole, nonostante io e Rei fossimo sulle spine, indecise su quando e come
intavolare il discorso su di noi. Arrivati al dessert per, il mio cellulare
inizi a squillare e mi dovetti assentare un attimo per rispondere:
Ciao Yukino-chan, mi chiusi nel salottino adiacente la cucina.
Come stai?
Molto meglio credimi. Sai che ho la testa dura, risi.
Meno male, comment con una strana voce.
Ehi, che succede?
Ecco... ti ho chiamato anche per unaltra cosa, tentenn.
Dimmi pure, mi preoccupai.
Vedi... Oggi pomeriggio stavo venendo da te ma durante il tragitto ho
incrociato Fujiwara... Stava piangendo, prese una pausa. Quando mi ha
visto ha cercato di ricomporsi ma... crollata di nuovo, cos lho portata al
parco. Lho fatta sfogare poi ci siamo prese qualcosa da bere al bar
Sta meglio adesso?
Non lo so. La chiamer pi tardi. Miyuki-chan... sei davvero sicura
della scelta che hai fatto?
S. Io e Rei ci siamo chiarite
Ok, quand cos..., disse con una certa delusione.
Yukino-chan, Misato una splendida persona, merita qualcuno che
la ami totalmente
Questo lo so, per..., prese un altro respiro. Mi dispiace vederla cos,
uno strazio
Non credere che per me sia stato facile, mi sentii in colpa. Comunque, stata una fortuna che vi siate incontrate
Peccato non sia io la persona da cui vorrebbe essere consolata, replic.
Non dire cos. Se si sfogata con te significa che ti considera una vera
amica e questo importante
Se la metti su questo piano, hai ragione, sembr tranquillizzarsi.
Grazie, Yukino-chan
Di cosa mi ringrazi?
349

Sei unica, le dissi sincera. Quando chiusi il telefono ero molto pi


serena. Sapere che Misato poteva contare su Yukino in qualche modo mi
faceva sentire meno in colpa per ci che era successo.
Scusate lattesa, rientrai in cucina dove latmosfera si era fatta pesante. Che succede?, chiesi rimettendomi seduta accanto a Rei.
Ti stavamo aspettando per il dolce, mi lanci uno sguardo torvo Ritsuko. E anche per sapere che cosa state combinando tu e mia figlia. Mi
ha appena detto che dovete parlarci di una cosa importante
Miyuki?, incalz mia madre preoccupata.
Rei mi strinse la mano e prese la parola:
Io e Miyuki ci siamo innamorate
Il mio cuore sussult. Mi girai un istante verso di lei, affascinata dal suo
sguardo penetrante e sicuro, nonostante dovesse affrontare le mie stesse
paure e la sua mano tremasse.
Sta dicendo sul serio?, mi guard incredula mia madre mentre Ritsuko era rimasta in silenzio a fissare sua figlia.
S, la verit, ammisi sostenendo lo sguardo di entrambe.
Questa una stupidaggine!, sbott la madre di Rei. Cos, una ripicca nei confronti miei e di tuo padre?
Assolutamente no, la fiss sua figlia senza lasciarsi intimorire.
Non possibile!, si alter Ritsuko. tutto sbagliato!, ci fer.
Proprio tu ti permetti di dirci questo?, ribatt Rei alterandosi.
Sono tua madre! Chi altri dovrebbe metterti in guardia dalla stupidaggine che stai facendo?
Sarebbe stata una stupidaggine continuare a emularti e distruggermi
con relazioni squallide e senza amore, sbott Rei con disprezzo. So cosa
provi... La verit che sei invidiosa di me, perch io ho il coraggio che a
te mancato per essere felice con Eriko-san!, le rovesci contro come un
fiume in piena.
Ritsuko si alz in piedi e colp Rei con uno schiaffo, facendomi scattare
immediatamente:
Basta!, mi misi in mezzo a loro, pronta a difendere la mia ragazza.
Mia madre fece la stessa cosa trattenendo Ritsuko per le spalle.
350

351

Ti ho fatto pi male io, vero?, sorrise in modo sinistro Rei mentre dal
suo labbro scivolava gi una goccia di sangue.
Stupida, mi fai solo pena, disse in un soffio Ritsuko. Soffrirai cos
tanto che ci saranno giorni in cui pregherai che arrivi al pi presto la fine,
esord lasciando tutte sconvolte, poi scans mia madre e i suoi occhi si
fecero lucidi e insofferenti.
Rei rimase paralizzata in piedi accanto a me.
Forse meglio se adesso andate in camera tua, mi incit mia madre
cercando di prendere in mano la situazione.
No! Ho qualcosa da chiederti, Miyuki, si riprese Ritsuko fissandomi
minacciosa. Farai come lei?, indic con gli occhi mia madre. Lascerai
cadere mia figlia in un baratro senza fine?
Far lesatto contrario, mi parai di fronte a quella donna disperata,
capendo finalmente i suoi sentimenti.
Anche quando desidererai dei figli?
Quando sar il momento, li avremo insieme, tentai di rassicurarla
mentre la maschera di Ritsuko si sgretolava definitivamente davanti agli
occhi di tutte noi.
Perch hai lasciato la tua ragazza?
Perch, per quanto Misato sia una persona meravigliosa, io sono innamorata di tua figlia e, quando si ama in questo modo, non ci sono scorciatoie o vie di fuga. Tu lo sai bene
Ritsuko sembr colpita dalle mie parole. Il suo volto si distese e a quel
punto rivolsi uno sguardo complice a Rei che cap al volo. La presi per
mano e salimmo in camera mia lasciando finalmente le nostre madri libere di chiarirsi una volta per tutte.
***
Ti fa male?, tamponai il labbro di Rei con un batuffolo di cotone imbevuto di disinfettante.
Un po, strinse gli occhi. Non mi ha mai alzato una mano contro.
Sono rimasta sorpresa
352

353

Quello schiaffo non era per te, le dissi accarezzandole i capelli.


Lo so, prese un respiro lei. Cos successo veramente?
Credo che si siano creati troppi malintesi tra di loro e, alla fine, le cose
siano precipitate, mi sentii invadere dalla tristezza. Non solo colpa di
tua madre, anche la mia ha fatto del suo meglio per rovinare le cose, credimi, cercai di tranquillizzarla.
Se non ti avessi parlato sinceramente... forse sarebbe successo anche a
noi, si rattrist Rei.
Lo abbiamo superato, le presi il volto tra le mani. E forse, prima o
poi... ci riusciranno anche loro, la strinsi a me con delicatezza. Rei si rannicchi contro di me come una bambina e rimanemmo cos fino a notte
fonda, quando Ritsuko venne a chiamarla per tornare a casa. Ci salutammo
a malincuore, sapendo per che il giorno dopo ci saremmo riviste a scuola.
Come stai?, mi si avvicin mia madre dopo aver chiuso la porta dingresso.
Frastornata... e tu?, la scrutai cercando di capire come si sentiva.
Sconvolta, si pass una mano tra i capelli. Ti va un t di mezzanotte?
Ci sedemmo al tavolino dove qualche ora prima era scoppiato tutto e
finalmente ci chiarimmo anche noi:
stato uno shock, spieg mia madre. Ritsuko lo aveva capito da subito ma io... pensavo fossi davvero interessata alla tua senpai, mi guard
con biasimo. Avresti dovuto avvertirmi
Io e Rei dovevamo prima risolvere delle cose
Capisco, per...
Cos successo con Ritsuko?, la interruppi, rivoltandole la domanda.
Noi... non riusciamo ad andare oltre le scelte che abbiamo fatto in
passato, abbass lo sguardo sofferente. Forse... non siamo abbastanza
forti, mormor con voce incrinata.
Te ne sei pentita?
Non mi pento di avere te, rialz gli occhi incrociando i miei.
Mamma... basta scappare
Hai ragione... Tu e Rei-chan ci avete dato una bella lezione, sospir
rumorosamente. Che pensate di fare adesso?
Non lo so, rigir la tazza fumante tra le mani.
354

Non potete continuare cos


No, hai perfettamente ragione, concluse rivolgendo lo sguardo altrove, persa nel suo mondo.
***
Da quella notte le cose cambiarono radicalmente. La nostra relazione
fu in qualche modo accettata da entrambe le famiglie. Per quanto incredibile potesse sembrare, il padre di Rei fu quello che tra tutti sintromise
meno nella faccenda. Nonostante lapparente rigidit, il signor Asakawa
adorava sua figlia e non avrebbe mai voluto la sua infelicit. La stessa cosa
si ripet con mio padre. Probabilmente entrambi erano convinti che la
nostra storia fosse una fase di passaggio, oppure un capriccio, ma di certo
in quel momento le attenzioni di entrambi, pi che a noi, erano rivolte alle
altre due donne della famiglia...
Mia madre e Ritsuko smisero per lennesima volta di vedersi. Io e Rei
assistemmo al loro straziante tracollo: una sempre pi magra e depressa,
laltra distratta e incapace di lavorare anche alle cose pi semplici.
Fu terribile vederle ridursi cos ma poi, un giorno di fine estate, Rei mi
svel qualcosa di incredibile e inaspettato.
Ci eravamo rifugiate come nostro solito sul tetto della scuola e la mia
ragazza era davvero su di giri mentre mi raccontava quel piccolo segreto:
Tua madre ha comprato due biglietti per Parigi?, sussultai.
Gi. Ha intenzione di chiedere a Eriko-san di partire con lei il prossimo fine settimana
Questa s che una notizia sconvolgente!
Sai, da quando ci siamo confrontate quella sera, io e mia madre abbiamo iniziato a parlare, mi guard con dolcezza. tutto merito tuo
Questo non affatto vero, le presi una mano tra le mie.
Dici che tua madre accetter?, domand incerta.
Spero proprio di s... non ce la faccio pi a vederla cos, sospirai.
Laltra sera lho sentita discutere con mio padre, ormai una situazione
che non ha pi vie di uscita
355

Come la stai vivendo?, mi fiss preoccupata Rei.


Lho accettato. Cio, mio padre ha sempre avuto amanti e scappatelle,
ma questa sembra una cosa pi seria. da quando siamo arrivati qui che
si comporta in modo strano, forse cera gi unaltra e... mia madre sempre stata innamorata di tua madre... Insomma, inutile che continuino a
farsi del male in questo modo, non credi?
Gi, hai perfettamente ragione, mi si avvicin. Per adesso basta
parlare dei nostri genitori, daccordo?
Ok, allora... che ne dici di parlare delle prossime vacanze?, esclamai.
Rei mi baci a sorpresa sulle labbra e il cuore mi balz immediatamente
in gola: quella sensazione non sarebbe mai cambiata, ne ero consapevole.
Basta parlare!, mi spinse indietro, adagiandomi con la schiena sul
pavimento.
Mi lasciai andare e in un attimo fui avvolta dal suo profumo: i miei
occhi si riempirono di lei.
Salteremo la prossima ora?, ansimai sentendo le sue mani insinuarsi
sotto la mia gonna a pieghe.
Ti va?, chiese con voce suadente.
S..., sospirai sulle sue labbra prima di condurre anchio le mani sotto
la sua divisa.
Non giusto, ho iniziato io, cerc di ribellarsi Rei continuando ad
accarezzarmi.
C qualche problema se lo facciamo insieme?, la trattenni a me.
No, certo che no..., si lasci finalmente andare alle mie carezze.
Miyuki... ti prego..., gemette piano provocandomi unaltra violenta
scossa lungo tutto il corpo.
Trattenni il respiro. Mi piaceva quando Rei ripeteva il mio nome, quando
le sue labbra si schiudevano per il piacere, quando i suoi capelli ricadevano
sul mio viso mentre mi faceva sua. Era una sensazione cos forte, cos piena
di passione, eppure cos dolce e tenera, profonda come il blu dei suoi occhi.
Ti amo..., sussurrai sulla sua bocca. Rei inarc la schiena sopra di
me gemendo pi forte, io la seguii nella sua estasi poi ricaddi accanto a lei
vinta dal piacere.
356

357

358

Non dimenticher mai questa terrazza, mi sorrise ancora ansimante.


Neppure io, le accarezzai una guancia.
Il cielo sopra le nostre teste era di un azzurro intenso e per un attimo
fui catturata da quelle nuvole bianche che sembravano soffici come panna
montata.
Far un bel dolce stasera e te lo porter domani. Cos lo mangeremo
insieme a pranzo, ti va?
S, come al solito hai delle bellissime idee, mugol Rei stringendosi
al mio petto. Uno dei tuoi favolosi dolci alla crema darancia. Ho gi lacquolina, prese un lungo respiro. Sono stata fortunata a innamorami di
una cuoca provetta come te. Sarai una moglie meravigliosa
Mi stai chiedendo velatamente di sposarti?, risi.
Non era una domanda velata, era esplicita, mi baci, investendomi
con i suoi occhi meravigliosi, poi le nostre palpebre si fecero pesanti e,
senza rendercene conto, finimmo per addormentarci luna tra le braccia
dellaltra.
***
Allepoca io e Rei avevamo poco pi di diciassette anni. Dopo tutto
quello che avevamo passato, niente ci spaventava pi. Eravamo pronte a
sfidare chiunque si fosse intromesso tra noi. Del resto, gli anni del liceo
vengono descritti da tutti come una piccola parentesi rosa, una finestra sul
prato rigoglioso delladolescenza. Il tempo ci avrebbe cambiate, ci avrebbe
fatto capire quanto fosse pesante affrontare lingresso in societ e le responsabilit che avrebbero gravato sul nostro rapporto in futuro...
Quante volte avevo sentito ripetere quella cantilena noiosa?
Miyuki, che stai facendo ancora con quel quaderno?
La mia penna si ferma, alzo lo sguardo su mia madre che si sta avvicinando trafelata. Chiudo il mio vecchio diario e le vado incontro.
Eccole, sono arrivate!, dice impaziente e il suo volto si illumina
mentre corre ad aprire la porta dingresso della pasticceria. Io la osservo
divertita.
359

360

Ormai sono passati dieci anni dalla fine del liceo e le cose effettivamente sono molto cambiate:
Nonnina!, le voci di Hikari e Hana irrompono nella stanza. I clienti
si voltano verso i miei due angeli. Mi avvicino e, dopo mia madre, adesso
il mio turno di abbracciarle.
Allora, avete fatto le brave a scuola?, mi chino su di loro.
Hikari mi fa vedere il disegno di una bella casa in mezzo al verde che
ricorda tanto la nostra, mentre Hana mi recita la poesia che ha appena
imparato. Le ascolto e le stringo a me finch non sento il campanello della
porta dingresso suonare di nuovo:
Scusa il ritardo ma ho trovato un gran traffico, vedo una figura in
controluce avvicinarsi. Di colpo il suo profumo dolce mi avvolge, la sua
voce suadente mi parla, i nostri sguardi sintrecciano e il mio cuore perde
un battito come sempre da quando la conosco:
Ho la macchina qua davanti, carico le valige e partiamo subito, daccordo?
Certo, mi avvicino a lei e la bacio sulle labbra, ignorando la gente che
ci circonda.
Ehi, che ti prende?, mi sorride Rei mentre le sue guance si fanno pi
colorite.
Mi sei mancata
Anche tu, si avvicina quanto basta per farmi andare il sangue alla
testa: nel suo tailleur blu scuro troppo sexy.
Insomma voi due, tutte queste smancerie davanti alle bambine!, si
mette in mezzo Ritsuko, spuntata da chiss dove. Su, andatevene!
Io e Rei ridiamo. Le nostre bambine sono abituate, sanno che le loro
mamme si amano e ne sono felici, ma ripeterlo ogni volta a mia suocera
stancante, quindi decido di non ribattere.
Torniamo a fine settimana ma per qualsiasi cosa...
Abbiamo i vostri numeri di telefono, lo sappiamo!, Ritsuko interrompe Rei e io sorrido. bello che le cose si siano sistemate cos: le nostre
madri che ci supportano mentre io mando avanti la pasticceria e la mia
dolce met lazienda di famiglia... una meravigliosa donna in carriera.
361

362

Ma adesso tardi, Rei mi fissa impaziente. Un ultimo abbraccio alle


nostre bambine e ci infiliamo in macchina. La mia amata ingrana la marcia e parte alla guida del nostro fuoristrada.
Credevo che queste vacanze non arrivassero pi, sospira stringendomi la mano, portandosela alle labbra.
stato un anno impegnativo, con Hana e Hikari che hanno iniziato la
scuola oltretutto, prendo un respiro. Abbiamo davvero bisogno di una
pausa e di un po di tempo per noi. Per avresti potuto cambiarti..., rido
nel vederla alla guida con ancora i tacchi alti. C parecchia strada, vuoi
che guidi io?
No, rilassati finch puoi tesoro... Quando arriveremo nel nostro posto
magico avrai bisogno di parecchie energie, mi rivolge il solito sguardo
malizioso, lo stesso che mi ha fatto innamorare tanti anni fa.
Oh, non vedo lora. Ogni volta che andiamo alle terme sempre unavventura, mi avvicino sfiorandole lorecchio con le labbra. Il volto di Rei
si infiamma e senza aggiungere altro accosta la macchina in uno spiazzo
appartato, prendendosi la sua piccola rivincita: mi bacia tirandomi a s
con ardore, insinuando le sue dita affusolate tra i miei capelli, stringendoli
delicatamente dietro la nuca.
Il mio cuore e il mio corpo si accendono, tutto ci che ci circonda
scompare di colpo e so gi che quella sera non ci sar neppure il tempo di
mangiare.
***

363

364

Orange Cream
di Scarlett Bell

con i disegni di Aeryn Sun

CONTINUA...
Tutti i diritti riservati allautore. Ogni riproduzione vietata.
Sostieni il progetto leggendo i capitoli sul blog
e iscrivendoti alla pagina facebook.

www.orangecreamyurimanganovel.blogspot.it

365