Sei sulla pagina 1di 28

TecnologiaMeccanicaII

Lavorazioniaflussoabrasivo
(AbrasiveFlowMachining)
9
9
9
9
9
9
13/05/2015

Ilprocesso
Ilprincipiofisico
Lattrezzatura
Iparametridiprocesso
Lecapacitdelprocesso
Leapplicazioni
Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

IlProcesso
9 Hacomeobiettivilafiniturasuperficiale,la
sbavatura,lapuliziadellesuperfici,larimozione
distratisottilidisuperficichesonostate
sottoposteaunprocessodimicrofusione
superficiale,larrotondamentodeglispigoli
9 Ilprocessocomportalarimozionedipiccole
quantitdimaterialepermezzodiunapasta
abrasiva,chevieneforzataafluirenellezone
ovesidesideraoperarelalavorazione
9 Lapastalavorasottolazionediunpistone
idraulicochelaestrude,apressionicomprese
tra0.69MPae22MPa,attraversoosoprail
pezzoinlavorazionetenutofermodaapposita
attrezzaturadifissaggio
9 Lalavorazionepurealizzarsianchemediante
piciclialternatividellapasta
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

IlProcesso
9 Lamassimaasportazione
dimaterialesihanei
puntidimassimavelocit
delflussoabrasivo,ovesi
halaminimasezionedi
passaggio
9 Ilrisultatounazionemultitaglientemoltosimileaquelladiunamolain
unoperazionedirettificamachesidifferenziadaquestaperladeformabilitdel
supportodeigraniabrasivi(labase)
9 Lazionedelflussoabrasivosiesprimesiacontroleparetideicondottiattraverso
cuifluisce,cheversoglieventualispigolicheilflussostessopuincontrarenel
suocammino,operandounazionedifiniturasuperficialenelprimocasoedi
arrotondamentodeglispigolinelsecondo
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Ilmezzoabrasivo
9 Ecostituitoda
unabase
polimerica
siliconicaallostato
pastosoallaquale
vieneaggiuntauna
certaquantitdi
granuliabrasivi
9 Iltipo,lagranulometriaedilrapportoinpesorispettoallabasedeigranulisono
sceltiinbaseagliobiettividellalavorazione
9 Labasepolimericaunfluidononnewtoniano;presentaperciviscosit
variabilealvariaredellavelocitdideformazione
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Ilmezzoabrasivo
9 Alcunitipidibasihannounacurvadiviscositfortemente
crescenteconlavelocitdideformazionealpuntoda
evidenziareuncomportamentoelasticooaddirittura
fragile,quandosottopostaadeformazionirapide
9 Sonodisponibilicomunquealtritipidibasecon
comportamentodifferentedaquelloevidenziato
precedentemente.Infiguraperesempioriportatoanche
ilcomportamentoreologicodiunabasechemanifesta
viscositdecrescenteconlaumentodellavelocitdi
deformazione
9 Unparametromoltoimportantedaconsiderarenella
lavorazioneilcomportamentoreologicodelmezzo
abrasivo(basepigrani)edinparticolarelacurvadi
viscosit
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Ilmezzoabrasivo
9 Ilcomportamentoreologicodelmezzo
abrasivodefiniscelasuarigidezzae
influenzafortementeilcampodivelocit
chesiottieneduranteilsuomovimento:
unelevatarigidezzaproduceuncampodi
velocituniformeinognipuntodella
sezioneedunelevataasportazionedi
materialedalleparetidipassaggio,
mentreunabassarigidezzaimplicaun
campodivelocitvariabileeduna
maggiorecapacitdellapastaaseguirela
geometriadeglispigolid'imbocco
producendolabrasionee
larrotondamentodiquestiultimi
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Ilmezzoabrasivo
Designazionedellaviscosit
delpolimero,deltipodi
materialedeigrani

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Ilmezzoabrasivo
9 Altrettantaimportanzapossiedelapartegranularedelmezzoabrasivo,costituita
damaterialinormalmenteusatinelleoperazionidirettifica;inordinecrescente
didurezzaequindidicapacitabrasiva,maanchediprezzo,sievidenziano
OssidodiAlluminio,CarburodiSilicio,CarburodiBoro,Diamantesintetico
9 Lagranulometriadellabrasivovienesceltainbaseallafiniturasuperficialeed
allavelocitdiasportazionechesivuoleottenerenelprocesso,compatibilmente
conledimensionideipassaggicheilflussoattraversa
Tipicadesignazionedellapastaabrasiva(polimeropigrani)

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Ilmezzoabrasivo
9 Lagranulometriainoltreinfluenzalaviscositdella
pastaabrasiva,poichsiamiscelandoigranuliin
differentimisurecheadottandounagranulometria
pifine,siottieneunaumentodellaviscositdel
mezzoequindiunaumentodellasuarigidezza

(in)

9 Pressionedilavoro,lucidipassaggioeviscosit
dellapastasonotralorocorrelate

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Lamacchina
9 Tipicamentelamacchina
costituitadaduecilindri
verticaliopposti,contenenti
ilmezzoabrasivo,traiquali
vienepostoilpezzoda
lavorare,tenutoinposizione
eserratoidraulicamente
avvicinandoiduecilindri
9 Icilindrilavorano
alternativamentefacendo
fluirelabrasivoattraversoil
pezzo,avantiedindietrofino
alcompletamentodella
lavorazione

13/05/2015

un
macchinaa
flusso
abrasivo
completa
delsistema
dicontrollo

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Lamacchina
9 Ilpezzocostituisceunarestrizione
alflussodellabrasivo,quando
questovipassaattraversoo
intorno(dipendedadove
effettuatalalavorazione),creando
quellecondizioninecessarie
allesecuzionedellalavorazione
9 Pereffettuarelalavorazione
necessariospingereadelevate
pressioniilmezzoabrasivo
attraversoicondottipresentinel
pezzodalavorare,oppurecreati
conlausiliodiattrezzaturedi
fissaggio(peresempiosesi
voglionolavoraresuperfici
esterne)
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Lamacchina
Schematradizionale
9 alcunimodidi
canalizzareilflusso
abrasivoindiverse
ingegnerizzazioni
delprocessodi
lavorazione

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Lamacchina
Schema One
WayFlow

Schema
Multi
flow

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Lamacchina
9 Lapressionedi
estrusionevariada
0.69MPafinoa
22MPa.Laportata
dipendedalleperdite
dicaricocheilflusso
incontra
nellattraversareil
pezzo,dallarigidezza
delfluidoedalla
pressionedi
estrusione
9 Nelleproduzioniinserielamacchinadotatadipalletsperloscaricamentoedil
caricamentodeipezzicos,mentreunpalletdipezzilavoratiescedallamacchina,
unochestatogicaricatodalloperatorevainlavorazione.Questasoluzione
adottataperincrementarelaproduzioneedabbassareitempipassividella
macchina
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

La macchina
9 Unaltrodispositivospessopresentenellamacchinailraffreddatore
termostaticoperilmezzoabrasivo,poichlatemperaturainfluenzala
viscositdelmezzoabrasivoequindituttoquellochedaquestoderiva
9 Bracci
robotizzati
possono
utilizzarsiper
iniettarela
pastaabrasiva
inmododa
aumentarela
produttivitdel
processo

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Lamacchina

TavolarotanteconPalletsdicaricamentodeipezzi
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Leattrezzatureausiliarie
9 Leattrezzaturemantengonoilpezzonellagiustaposizioneedirigonoil
mezzoabrasivoinquellezonechedevonoesserelavorate
9 Perqueipezzichepresentanounrestringimentocostituitodaunacavit
passante,lalavorazioneavvieneautomaticamentedopoaverliposizionati
traiduecilindri,mentreperqueipezzichenonpresentanodellecavit
passantioperiqualisivoglianolavoraresuperficiesterne,necessario
crearedeicanalidipassaggiocondelleattrezzatureausiliarie,inmododa
dirigerelapastatralasuperficieesternadelpezzoequellainterna
dellattrezzaturadifissaggio(ruotedentate,girantiditurbine)
9 Particolareimportanzarivestonoleattrezzaturedifissaggio,quandosivuole
incrementarelaproduzione,poichsipossonolavoraresimultaneamente
pipezziriunitiinunlottodipocheunit,mentresiprovvedeallo
scaricamentoedalcaricamentodellattrezzaturachehaappenalasciatola
macchinaecheverrsuccessivamenteposizionatainlavorazione
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Leattrezzatureausiliarie

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Parametridiprocesso
9 Iparametridiprocessosignificatividacuidipendeilrisultatoottenutoe
chequindivannoaccuratamentecontrollatisono:
1. Numerodiciclidilavoro(laquantitdipastachevienefattapassare)
2. Pressionedilavoro
3. Tipoecomposizionedellapartegranulare
4. Rigidezzadelmezzoabrasivo
5. Configurazionedellageometriadeicondottiattraversoiqualipassail
mezzoabrasivo
6. Temperaturadelmezzoabrasivo

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Parametridiprocesso
9 SievidenziaunadellecaratteristichedellaAFMeciolampionumerodi
parametricheinfluenzanoilprocessoelafacilitconcuipossibilecontrollarli;
nellostessotemposievidenziacomunqueladipendenzadallageometriadei
condottidelpezzoinlavorazione,dipendenzachenonpermettediutilizzarei
datiprovenientidallaletteraturasenzaunaopportunasperimentazionerelativa
allaconfigurazionedilavoroinesame

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

10

Parametridiprocesso
9 Unaumentodella
pressionedi
estrusionepermettedi
Aumentare
lasportazione
Ridurreiltempodi
lavorazionea
paritdimateriale
asportato

Asportazioneneltempoinfunzionedipressione
[materiale:acciaiolaminatoafreddo,pasta36(564)]
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Parametridiprocesso

36(564) 600psi

Asportazioneneltempoinfunzionedipressione
[materiale:acciaiolaminatoafreddo,pasta70(633)]
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

9 Aparitditempo
dilavorazione,
unadiminuzione
dellaviscosit
dellapasta
permettedi
aumentare
lasportazione,per
laumentodella
velocitdelmezzo
abrasivo.Mezzi
abrasivinon
sufficientemente
viscosiriduconola
capacitditaglio
Prof. Luigi Tricarico

11

Parametridiprocesso

Asportazioneneltempoinfunzionedipressionee
temperatura[materiale:acciaiolaminatoafreddo,
pasta100(356)]
13/05/2015

9 Aparitditempo
dilavorazione,un
aumentodella
temperaturadi
estrusioneriduce
laviscositdel
mezzoabrasivoe
permettequindidi
aumentare
lasportazioneper
lamaggiore
velocitdel
mezzoabrasivo

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Parametridiprocesso
9 Laportatadelflusso
abrasivoaumentacon
laumentodellapressione
diestrusione

Portatadiabrasivoinfunzione
dellapressionediestrusione
[materiale:acciaiolaminatoa
freddo,pasta100(356)]

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

12

Parametridiprocesso
9 Laportatadi
flussoabrasivo
aumentacon
latemperatura
dellapastaper
ladiminuzione
dellaviscosit
delmezzo
abrasivo

Portatadiabrasivoinfunzionedellatemperaturadiestrusione
[materiale:acciaiolaminatoafreddo,pasta70(633)]

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Parametridiprocesso
9 Aparitditempodi
lavorazione,
laumentodella
lunghezzadeifori
riducelavariazione
didiametrodelforo
delcampione
(proporzionaleal
tassodi
asportazione),a
causadella
diminuzionedella
portatadipasta
abrasiva
Asportazioneinforididiversalunghezzarealizzatiinuna
piastradiacciaiolaminatiafreddo
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

13

Parametridiprocesso
Asportazionein
funzionedel
volumedi
pastanella
lavorazionidi
forisu
componentiin
legadiNichel

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Capacitdelprocesso
9 Quandolafiniturasuperficialeinizialedialmeno0.7m 7m,la
lavorazioneaflussoabrasivopermettedidiminuireanchedidiecivoltela
rugositdellasuperficie.LaAFM,infatti,capacediasportaremateriale
producendolavorazionidifinitura,manoningradodicorreggeremacro
irregolaritcomeincisioniedingenereerroridiforma(assenzadiplanarit,
circolarit)
9 Comeindicazionegeneralesipudireche:
i. Lamaggiorpartedellarimozionedelmaterialeavvieneneipuntidovesi
halamaggiorerestrizionedellelucidipassaggiodellapasta
ii. Itempidilavorosonogeneralmentecompresitra1e5minuti
iii. Larimozionedimaterialeavvieneuniformementesullasuperficie
iv. Sipossonoraggiungersitassidiproduzioneanchedi1000pezziperora,
ingegnerizzandoopportunamenteilsistemadiattrezzaggiodella
macchina
9 Itassidiasportazionesonocomunqueridotti
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

14

Capacitdelprocesso

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Capacitdelprocesso
OssidodiAlluminio

Carburodisilicio

CarburodiBoro

Carburodisilicio
CarburodiBoro

15
10
5
0
002

002

003

003

003

pressione,Mpa

13/05/2015

003

004

raggfiodiraccordo,mm

01
OssidodiAlluminio

20

incrementodidiametro,mm

tempodilavorazione,min

25

01
01
01
01
00

OssidodiAlluminio
Carburodisilicio
CarburodiBoro

00
00
002

002

003

003

003

pressione,Mpa

003

diametro
finalemm
3,58
3,68
3,89
3,66
3,78
3,89
4,06
4,17
4,39

Incremento, Raggio,
mm
mm
0,36
0,51
0,46
0,51
0,66
1,02
0,46
0,51
0,56
0,64
0,66
0,76
0,86
0,51
0,99
0,51
1,19
1,02

600

01

500

01
01
00

OssidodiAlluminio
Carburodisilicio
CarburodiBoro

00
00
004

Materiale
rimosso,mg
118,00
176,00
293,00
168,00
239,00
293,00
328,00
344,00
540,00

01
materialeasportato,mg

pressione, tempo, diametro


Mpa
min
iniziale,mm
2,07
18,00
3,23
2,76
3,80
3,23
3,45
1,80
3,23
2,07
22,70
3,20
2,76
4,20
3,23
3,45
2,00
3,23
2,07
19,30
3,20
2,76
3,80
3,18
3,45
1,60
3,20

Tipodigrano

400

OssidodiAlluminio
Carburodisilicio
CarburodiBoro

300
200
100
00

002

002

003

003

003

pressione,Mpa

Tecnologia Meccanica II

003

004

002 002 003 003 003 003 004


pressione,Mpa

Prof. Luigi Tricarico

15

Capacitdelprocesso

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Capacitdelprocesso
Correlazione
tranumeridi
cicloe
finitura
superficiale
perdifferenti
pressionidi
lavoro

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

16

Capacitdelprocesso

Correlazionetrafinitura
superficialeetassodi
asportazioneperdifferenti
pressionidilavoro

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Applicazioni
Work Material

Stainless steel

Hardened die steel

Tungsten carbide

Workpiece configuration
Raccordoerimozionedel
layerrisolidificatoda
unamatricediestrusione

Sbavaturadelle
intersezionidi12fori

Grit type
media

Silicon Carbide

Silicon Carbide

Pulituradiuna
matriceditrafilatura

Silicon Carbide

parts - Grit size

5020; 5036; 40700

100 - 70

100 30m

volume

250mm stroke

3passages, 0.1m3

0.02m3

450

450

800

Pressure, psi
Temperature, F

80

110

Processing time, min

1.5

3-8

Number stoke (one way)

20

30

Piece per fixture

Material removed
(Dimension changed)

0.025mm per surface

0.0019mm per surface

0.025mm 0.050
per surface

Ra change, m

1.6 a 0.4

1.9 a 0.2

0.6-0.9 a 0.15-0.2

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

17

Applicazioni
Work Material

Cast Stellite
Lucidatura,
raccordoe
sbavaturadi
uniniettoredi
combustibile
avortice

Workpiece configuration

Grit type
parts - Grit size
volume
Pressure, psi
Temperature, F
Processing time, min
Number stoke (one way)
Piece per fixture
Material removed
(Dimension changed)
Ra change, m
media

13/05/2015

High Strength steel

Boron Carbide
3520; 3536; 40700
300mm stroke
450
3
6
3
Polished
1.6 a 0.3

Sbavaturadentidi
ruotedentate

Silicon Carbide
100 - 70
0.02m3
600
80
2
4
1
0.005mm per
surface
1 a 0.2

AISI O2 Steel

Lucidaturatasche
diundispositivodi
bloccaggiodisedili

Silicon Carbide
100 - 24
0.09m3
1400
7
14
1
0.05mm per
surface
2.5 a 0.3

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Applicazioni
Work Material

Cast Stellite

High Strength steel

Workpiece configuration

Grit type
parts - Grit size
media
volume
Pressure, psi
Temperature, F
Processing time, min
Number stoke (one way)
Piece per fixture
Material removed
(Dimension changed)
Ra change, m
13/05/2015

Silicon Carbide
100220
0.001m3
475
95
Controllable by volume, not
strokes and time
1
3

Silicon Carbide
100 - 320
0.00048m3
1100
110
Controllable by volume, not
strokes and time
1
1

0.1mm on diameter

0.127mm on diameter

1.3 a 0.4

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

18

Applicazioni Operazionidisbavatura
9 AFMsviluppaeforniscesoluzionidisbavaturaefiniturasuperficiale
avanzateperl'industriamanifatturieramondiale.Soluzionialtamente
precisieaffidabilisonoapplicatiaunavastagammadimateriali,tracui:
acciaio,alluminio,acciaioinossidabile,zinco,ottone,ghisa,titanio,leghedi
nichel,anchetermoplastiche
9 Quasituttocichepresentabavedilavorazioneosuperficiconelevata
rugositpuesserelavoratoconAFM
9 L'industriasirivolgeaAFMquandoleoperazionidisbavaturaefinitura
convenzionalinonriesconoaprodurreirisultatirichiesti

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Applicazioni Operazionidipulituraefinitura
superfciale

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

19

Applicazioni Matriciestampi

AFMimprovesthesurface
finishfrom1micronRato0.1
micronRafinishinabout6
minutes

Thesurfacesofextrusiondiesforthe
aluminumandplasticindustriesare
polishedaccuratelyanduniformlyin
afractionoftimewhencomparedto
handfinishing

AFMimprovessurfacefinishfrom1
microto0.1micronRa

Afteronly7minutesofprocessing
withOrbitalAFM,thesurfaceofthis
proofcoiningdieimprovesfrom0.5
micronsurfaceRatoanamazing
0.01micronRa

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Applicazioni AFM orbitale nella realizzazione


di stampi

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

20

Applicazioni Aerospace

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Applicazioni Dieselfuelsystem
9 LalavorazioneaFlussoAbrasiva(AFM)elaMicroflowAFMhannocambiato
l'industriadiiniezionedelcarburantediesel,fornendounprocessodilavorazione
ingradodiottenerenellezoneinternedellepartiinlavorazionerisultati
irraggiungibiliconletecnologieconvenzionali.Infatti,lalavorazioneAFM
consenteaiproduttoridicontrollareiraggidiraccordointerni,direalizzare
superficilucideedimensionideimicroforiuniformi
9 Isistemiavanzatidiiniezioneadaltapressioneperimotoridieseldevono
affrontareciclidifaticaaltrettantoesigenticomelamaggiorpartedei
componentidimotoriaturbinadiaeromobili.Impulsiripetutidipressionimolto
elevatepossonogenerarerottureafaticanellealtezonedisforzoall'internodei
componentidegliiniettori.Lariduzionedellafiniturasuperficiale,larimozionedi
cricchesuperficialieilraccordouniformedispigoliottenuticonilprocesso
MicroflowAFMprolunganosensibilmenteladuratadeicomponenti
9 Lepressionidiiniezioneestremamenteelevate,quandocombinaticonorifizi
aerodinamicieaflussoregolabile,sonoingradodiridurreleemissionidi
particolato,migliorandol'efficienzadicarburantedeiveicoliconmotorediesel

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

21

Applicazioni Dieselfuelsystem
9 Tuningdellaportatadegliugelliiniettori
Capacitdilavorareforisinoadiametriminimidi50micron
Capacitdiadattarediversecondizionidiflussoconlobbiettivodifornire
beneficifunzionalidelprodotto
Riduzionedellatolleranzasulflussototaledicombustibileiniettatodal
valoredi 6%,tipicodellelavorazioniEDM,avaloridi 1%
9 Tuningperunamiglioreeconomiadicombustibile
Gliorifizidispruzzaturadiunugelloiniettoredevonorealizzareuna
portatadiflussoprecisa;lesuperficideicondottidevonopercigarantire
unavariabilitdiportataminima.Questecondizionisonorealizzatecon
AFM.Ilbordodiuscitadell'orifiziorimaneaspigolovivomentreilprocesso
produceunraggiouniformesuldiametrointerno.Ilprocessoconserva
anchel'integritdimensionaledelpiano'sede'.Ilraggiodientrataeil
miglioramentodellafinituracontribuisconoamigliorarelacapacitdi
flussoeladuratadelforo.Leportatediquestiorifizipossonoessere
'sintonizzati'amenodi 1%delflussototale.Conconseguenteriduzione
delleemissionierisparmiodicarburante
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Applicazioni Dieselfuelsystem
9 Pulituradellesuperfici
Questemicro
fotografie
mostranounugello
diiniezionedi
carburanteconuna
finituraottenuta
conilprocesso
EDM.Lefotosul
fondomostranolo
stessoforodopola
lavorazionecon
MicroflowAFM.Si
evidenziailraggio
diraccordoliscioe
lamigliorefinitura
superficiale
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

22

Applicazioni Dieselfuelsystem
9 Raggiatura delle
intersezione dei condotti
Leintersezionedei
condottiperilflusso
delcarburantepresenti
inunugellodi
iniezionesono
raccordaticonil
processo(AFM)per
migliorarelaresistenza
afatica.Nellafotoin
figuraevidenziatala
lucidaturadelle
superficielaraggiatura
diunintersezionetra
condotti,ottenutidopo
lavorazioneconAFM
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Applicazioni Diesel fuel system


9 Miglioramento della resistenza afatica
Componentiavanzatiadalta
pressionedelsistemadiiniezione,
comeilCommonRail,affrontano
sfidecontinuenelcampodelle
sollecitazioniafatica.Infatti,impulsi
ripetutidipressionimoltoelevate
(oltre1000bar),possonogenerare
rottureafaticanellezonedi
concentrazionedeglisforzi.La
riduzionedellafiniturasuperficiale,
larimozionedicricchesuperficialie
laraggiaturauniformedeglispigoli,
ottenuteconilprocessoAFM
possonomigliorarenotevolmente
l'affidabiliteprolungarelavitadi
servizio
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

23

Uncasoindustriale

Alta
Pressione

Regolatore
di
Pressione

Alimentazione
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

GeometriadeiCondotti
CorpoStandard

CorpoCompatto

55
44

11

11

2
3

44
Intersezione ad Y
IntersezioneadY

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

24

LaLavorazione
CorpoStandard
Tappo

CorpoCompatto

Tappo
T

IntersezioneR

44
2

E
11

U
D

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Intersezione ad Y
IntersezioneS

Prof. Luigi Tricarico

MisuradellaCapacitAbrasivadella
Pasta
DischettodiProva
5
mm

VERSOUNCONTROLLOINDIRETTO
DELPROCESSO:

10
mm

UsuracomeCapacitAbrasivadellaPasta
FacilitdieffettuazionedellaMisura
GrandezzadacorrelareaiRaggidiRaccordo

0.8
mm
13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

25

MisuradellaCapacitdiraccordaredella
Pastaabrasiva
CorpoCompatto

13/05/2015

Corpo
Standard

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

MisuradellaCapacitdiraccordaredella
Pastaabrasiva
Esempiodi
Immagine
acquisitacon
Software,
conrelative
misure
deiraggidi
raccordo.

13/05/2015

RaggioA:000.465mm
tol.000.000mm
RaggioB:000.112 mm
tol.000.000mm

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

26

Presenzadizonedeicondottifavoritedal
flussoabrasivo
RaggidiRaccordoA1eB1,
CorpoStandard

RaggidiRaccordoA,
CorpoStandard

A1

B1

0
125
150
175
200
225
250
275
300
325
350
375
400
425
450
475
500
525
550
575
600
625
650
675
700

RaggidiRaccordo

13/05/2015

100

200

300

400

500

600

0100200300400500600
RaggiodiRaccordo

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Soluzioniperlavorarezonenonfavorite
dalflussoabrasivo
Raggio
A

Raggio
B

Raggio
B

Raggio
A

Zonadi
Ristagno

Ugelloda14mm

Ugelloda8.5mm

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

27

CapacitAbrasivaecapacitdiraccordoin
funzionedeltempodilavorazione

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

Influenzadelnumerodeiciclisullacapacitdi
raccordaredellapasta
1200

PROVA DI PIU' CICLI, RAGGIO A

RAGGI

800

andamentodelraggiodel
condottoAconlaumentodel
numerodeicicli

RaggioA

1000
CONDOTTO1
CONDOTTO2

600

CONDOTTO3

400
200
CICLO
0
0

INCREMENTO MEDIO DEI RAGGI DI


RACCORDO A

INCREMENTO

500

diminuzionedellefficaciadel
processoconilprogrediredella
lavorazione(tassoasportazione
decrescente)

400
300
200
100
0
0

CICLO

13/05/2015

Tecnologia Meccanica II

Prof. Luigi Tricarico

28