Sei sulla pagina 1di 2

Avvertenze generali

verifica e valutazione

servono al docente per regolare e modificare la programmazione (al termine di ogni unit didattica)
e attuare interventi di potenziamento e/o recupero per gli allievi che non raggiungono il successo
formativo. Devono essere personalizzate e ogni U.D. deve specificare quale valutazione viene usata
e gli eventuali interventi di recupero.

Psicologia (sviluppo, apprendimento, educazione)


curricolo
Inclusione
continuit didattica e orientamento
autovalutazione d'istituto e piano di miglioramento
Indicazioni nazionali curricolo
Legislazione

Costituzione: artt. 33 e 34 http://www.simonescuola.it/docente/5_1.htm

Legge 107/15 (Buona Scuola):


1. Rafforzamento dell'autonomia scolastica.
2. Piano triennale dell'offerta formativa che viene formulato dal collegio dei docenti
sulla base delle indicazioni del Dirigente Scolastico ed approvato dal consiglio d'istituto.
3. organico dell'autonomia
4. nuovi poteri del dirigente scolastico fondamentalmente consistenti nella libert di
chiamare direttamente i docenti nella propria scuola ogni tre anni e di valutarli anche ai
fini di assegnare ai migliori un bonus in denaro
5. Immissioni in ruolo
6. Obbligo di formazione in servizio
7. Nuove possibilit per gli studenti consistenti nell'ampliamento dell'offerta formativa,
nell'aumento ed obbligatoriet di ore di alternanza scuola-lavoro nell'ultimo triennio
delle scuole superiori (200 ore nei licei e 400 ore negli istituti tecnici e professionali).
8. Benefici economici per le iscrizioni alle scuole paritarie
9. L'edilizia scolastica per la quale sono previsti numerosi interventi e finanziamenti.
10. La copertura finanziaria di circa 3 miliardi di euro annui.

Autonomia scolastica e organizzazione del sistema educativo:

1. dPr 275/99: autonomia scolastica a garanzia di libert d'insegnamento e pluralismo. POF,


Autonomia didattica nel realizzare gli obbiettivi formativi nazionali, autonomia
organizzativa, autonomia di ricerca, sperimentazione e sviluppo, reti di scuole
2. dlgs 15 aprile 2005: diritto-dovere all'istruzione/formazione
3. d.m. 22 agosto 2007: istruzione obbligatoria (per 10 anni); istruzione articolata in
concoscenze e abilit

Ordinamenti didattici: norme generali e relativi al gr. D'istruzione

1. 107/15:
2. 89/09: infanzia, primaria e sec. I grado

3.
4.
5.
6.

87/10: riordino Ist. Prof.


88/10: riordino ist. Tecn.
89/10: riordino licei
122/09: valutazione degli studenti: organi competenti (cons. di classe), comportamento (in
decimi) rendimento (in decimi, previsto recupero insufficienze); frequenza (); ammissione
esami;
valutazione
alunni
con
disabilit
(prove
equipollenti);
DSA
(compensativi/dispensativi)

governance istituz. Scolastiche:

1. testo unico capo I: sez. IOrgani collegiali a livello di circolo e di istituto e assemblee degli
studenti e dei genitori (consiglio di classe, collegio docenti, cons. di circolo/istituto,
comitato val. servizio dei docenti) sez. II Assemblee studenti e genitori

stato giuridico del docente, contratto di lavoro, disciplina del periodo di formazione e
di prova

Invalsi (ente di ricerca valutazione) e Indire (formazione, innovazione, processi di


miglioramento)
Sistema naz. Di valutazione (dpr 80/2013): (SNV= Invalsi, Indire e contingente ispettivo
valutazione e piano di miglioramento)
normativa alunni disabili
Orientamento permanente (nota MIUR 4232): lifelong learning, didattica orientativa e
attivit di accompagnamento la scuola fornisce le competenze orientative di base
attraverso tutor dell'orientamento, formazione docenti, cultura del lavoro e
dell'imprenditorialit, documentazione percorsi e attivit di orientamento, sensibilizzazione
dei genitori (patto di corresponsabilit educativa)
linee guida accoglienza e integrazione alunni stranieri
linee guida alunni adottati
linee di orientamento bullismo e cyberbullismo (MIUR 2519 15.04.15): prevede una
riorganizzazione degli organismi regionali di prevenzione (dagli osservatori regionali al
MIUR USR)
Quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento permanente (EQF): 8 livelli di
risultato nell'apprendimento, declinati in abilit e competenze. Deff. Conoscenze
(assimilazione info); abilit (capacit di applicare conoscenze); competenze (utilizzo di
conoscenze e abilit nel lavoro o studio)
Competenze chiave: sono 8 (comunicazione lingua madre, com. lingua straniera,
competenza matematica e scientifica di base; competenza digitale, imparare a imparare,
competenze sociali e civiche, senso di iniziativa/imprenditorialit, consapevolezza e
espressione culturale
Erasmus +: per studenti e docenti