Sei sulla pagina 1di 87

Rassegna del 27/04/2010

PROVINCIA DI ROMA
27/04/10 Repubblica Roma 4 Altolà dei partigiani dopo le contestazioni dei centri sociali - Altolà Cillis Anna_Rita 1
dei partigiani ai centri sociali
27/04/10 Stampa 39 Separati in Patria Geremicca Federico 2
27/04/10 Tempo Roma 39 Altolà del Pd al corteo di destra Coletti Grazia_Maria 3
27/04/10 Libero Roma 52 E i vecchi partigiani rifiutano i violenti: non li vogliamo con noi Barberini Susanna 4
27/04/10 E Polis Roma 20 L'Anpi boccia i centri sociali "Non sono più da invitare" - L'Anpi M.R. 5
allontana i centri sociali, tensione per il corteo del Blocco
27/04/10 DNews Roma 5 25 Aprile. "Escluderemo i centri sociali" l'Anpi attacca i contestatori Albensi Valerio 6
- I partigiani scaricano i centri sociali
27/04/10 Liberazione 5 25 Aprile, fischi a Polverini e Moratti. Pd e destra accusano i centri Farneti Roberto 8
sociali
27/04/10 Unita' 18 25 aprile, il Pd contro Maroni: sottovalutati i rischi in piazza Carugati Andrea 9
27/04/10 Terra 11 Sorpasso e liberazione ... 11
27/04/10 Riformista 5 Gentiluomo Leone Cinzia 12
27/04/10 Il Fatto Quotidiano 6 Professione: lanciatore di uova Cannavò Salvatore 13
27/04/10 Libero Roma 52 Fermati i contestatori della Polverini Cavallaro Rita 14
27/04/10 Libero Quotidiano 32 Lettere - 25 Aprile ... 15
27/04/10 Europa 1 Robin Elezioni ... 16
27/04/10 Cinque Giorni 12 Bertucci (Pdl): vile atacco alle istituzioni ... 17
27/04/10 Provincia Latina 14 Il consigliere Romeo De Angelis: "La Festa d liberazione Ma.Sc. 18
appartiene a tutti"
27/04/10 Repubblica Roma 7 Gay aggredito sul bus di notte a Trastevere. "Pestato Isman Gabriele 19
nell'indifferenza" - Gay aggredito sul bus: "Nessuno mi ha difeso"
27/04/10 Corriere della Sera 5 Aggredito sull'autobus "Sei gay, fai schifo" - Insulti e schiaffi sul Il.Sa. 20
Roma bus "Sei gay, fai schifo"
27/04/10 Mattino 10 Schiaffi e insulti al gay sull'autobus e tra i passeggeri vince ... 21
l'indifferenza
27/04/10 Libero Roma 52 Gay aggredito sul bus. la condanna di Alemanno - Giovane Posti Orlandi Nicoletta 22
omosessuale aggredito sul bus a Trastevere, nessuno interviene
27/04/10 Giornale 16 Schiaffi e insulti su un bus notturno a un giovane gay: "Tutti ... 23
indifferenti"
27/04/10 Avvenire 12 Roma, attivista gay picchiato sul bus. Dura condanna del sindaco ... 24
Alemanno e del presidente provinciale Zingaretti
27/04/10 Leggo 2 Botte al gay, la gente guarda - Gay picchiato, nessuno interviene Camuso Angela 25
27/04/10 Il Fatto Quotidiano 9 Aggressione omofaba sul bus ... 26
27/04/10 City Roma 31 Gay aggredito sul bus notturno ... 27
27/04/10 Cinque Giorni 1 Aggressione omofoba sull'autobus Zingaretti: un insulto a tutta la ... 28
comunità - L'arcigay denuncia un'altra aggressione omofoba a
Trastevere
27/04/10 Cinque Giorni 21 Tutto pronto per il bando della Circonvallazione ... 29
27/04/10 Corriere della Sera 10 In piazza Mazzini fioriscono i libri De Leo Carlotta 30
Roma
27/04/10 Il Fatto Quotidiano 2 Le piste d'oro di Fiumicino - Fiumicino, 10 miliardi con danno Ferrucci Alessandro 31
ambientale
27/04/10 Libero Roma 51 Crolla tetto di una scuola, "Zingaretti si dimetta" Fatone Valeria 36
27/04/10 Corriere Laziale 10 Rubrica - Indiscreto ... 37
27/04/10 Manifesto 8 "E' la prova, la nostra rivolta era giusta" Gubbini Cinzia 40
27/04/10 Tempo Civitavecchia 9 Palio Marinaro, un'apoteosi Bisbiglia Vincenzo 41
27/04/10 Nuovo Oggi Roma 11 L'assessore Stella consegna gli attestati ai detenuti che hanno ... 42
Castelli e Provincia partecipato al corso per pizzaioli
27/04/10 Cinque Giorni 6 Carcerati pizzaioli, ecco gli attestati ... 43
27/04/10 Tempo Roma 39 Dal prefetto stretta sulle minicar Red.Cro. 44
27/04/10 E Polis Roma 21 Minicar, controlli stradali e ispezioni nelle officine ... 45
27/04/10 DNews 7 Giro di vite sulle minicar una task force opererà al fianco dei vigili ... 46
urbani
27/04/10 Messaggero Cronaca di 36 Prefettura, giro di vite sulle minicar ... 47
Roma
27/04/10 Cinque Giorni 13 Volley, grande festa al trofeo delle Provincie-Kinderiadi ... 48
27/04/10 Messaggero Cronaca di 39 Gay malmenato sul tram notturno. "Nessuno mi ha difeso" - Panarella Elena 49
Roma Insultano gay e lo prendono a schiaffi
27/04/10 Provincia di 6 Festa di Primavera, la tradizione si rinnova Mosconi Romina 51
Civitavecchia
27/04/10 Provincia di 9 Cisterna Faro fa suo il Palio Marinaro Mosconi Romina 52
Civitavecchia
27/04/10 Cinque Giorni 6 Gli auguri di Leodori al neo assessore Buontempo ... 53
27/04/10 Italia Sera 15 La Fiavet Lazio con la Provincia di Roma per la formazione dei ... 54
dipendenti
27/04/10 Latina Oggi 35 Cappuccetto Rosso cambia veste Galoni Emanuele 55
27/04/10 Provincia Latina 44 Più di cento alunni a teatro ... 56
27/04/10 Provincia di 6 Allumiere, nuovo libro di Rinaldi Rom.Mos. 57
Civitavecchia
27/04/10 Cinque Giorni 9 La viabilità di Nemi è in ginocchio Shanti Rai Maria Chiara 58
27/04/10 Corriere di Rieti - 11 Tre milioni e mezzo per assunzioni nelle Pmi ... 59
Corriere di Viterbo

NAZIONALE E VARIE
27/04/10 Riformista 5 Nicola di Roma candidato in sonno Labate Tommaso 60

ZZZ_WEB
26/04/10 IL MESSAGGERO 0 Rendina: 25 Aprile, mai più centri sociali alla festa, hanno colpito i ... 62
partigiani
26/04/10 REPUBBLICAAFFARIEF 0 "Ringrazio Zingaretti, mi ha difesa" ... 63
INANZA
26/04/10 NEWNOTIZIE.IT 0 25 aprile: contestazioni a Roma e Milano ... 65
26/04/10 CITY 0 25 aprile, Polverini contestata ... 66
26/04/10 ILVELINO 0 Orenove/4. Le ... 69
contestazioni del 25
aprile
26/04/10 bresciaoggi.it 0 Un 25 Aprile tra le polemiche, contestate Polverini e Moratti ... 72
26/04/10 il salvagente.it 0 Bersani: ''Non credo al messaggio di Berlusconi, lui vuole le ... 73
elezioni''
26/04/10 NOTIZIARIOITALIANO 0 Centri sociali contro la Festa della Liberazione ... 76
26/04/10 CORRIERE DELLA 0 Giovane gay aggredito su autobus ... 78
SERA «Insulti omofobi e schiaffi»
26/04/10 asca.it 0 ROMA: ZINGARETTI, IN CAMPO CONTRO DISCRIMINAZIONI E ... 80
INTOLLERANZA
26/04/10 IL VELINO 0 POL - *Fini, il difficile equilibrio della linea "lealtà, non ... 83
acquiescienza"
26/04/10 romatoday.it 0 Race for the cure, il 16 maggio alle Terme di Caracalla ... 85
art

PROVINCIA DI ROMA 1
art

PROVINCIA DI ROMA 2
art

PROVINCIA DI ROMA 3
art

PROVINCIA DI ROMA 4
art

PROVINCIA DI ROMA 5
art

PROVINCIA DI ROMA 6
PROVINCIA DI ROMA 7
art

PROVINCIA DI ROMA 8
art

PROVINCIA DI ROMA 9
PROVINCIA DI ROMA 10
art

PROVINCIA DI ROMA 11
art

PROVINCIA DI ROMA 12
art

PROVINCIA DI ROMA 13
art

PROVINCIA DI ROMA 14
art

PROVINCIA DI ROMA 15
art

PROVINCIA DI ROMA 16
art

PROVINCIA DI ROMA 17
art

PROVINCIA DI ROMA 18
art

PROVINCIA DI ROMA 19
art

PROVINCIA DI ROMA 20
art

PROVINCIA DI ROMA 21
art

PROVINCIA DI ROMA 22
art

PROVINCIA DI ROMA 23
art

PROVINCIA DI ROMA 24
art

PROVINCIA DI ROMA 25
art

PROVINCIA DI ROMA 26
art

PROVINCIA DI ROMA 27
art

PROVINCIA DI ROMA 28
art

PROVINCIA DI ROMA 29
art

PROVINCIA DI ROMA 30
art

PROVINCIA DI ROMA 31
PROVINCIA DI ROMA 32
PROVINCIA DI ROMA 33
PROVINCIA DI ROMA 34
PROVINCIA DI ROMA 35
art

PROVINCIA DI ROMA 36
art

PROVINCIA DI ROMA 37
PROVINCIA DI ROMA 38
PROVINCIA DI ROMA 39
art

PROVINCIA DI ROMA 40
art

PROVINCIA DI ROMA 41
art

PROVINCIA DI ROMA 42
art

PROVINCIA DI ROMA 43
art

PROVINCIA DI ROMA 44
art

PROVINCIA DI ROMA 45
art

PROVINCIA DI ROMA 46
art

PROVINCIA DI ROMA 47
art

PROVINCIA DI ROMA 48
art

PROVINCIA DI ROMA 49
PROVINCIA DI ROMA 50
art

PROVINCIA DI ROMA 51
art

PROVINCIA DI ROMA 52
art

PROVINCIA DI ROMA 53
art

PROVINCIA DI ROMA 54
art

PROVINCIA DI ROMA 55
art

PROVINCIA DI ROMA 56
art

PROVINCIA DI ROMA 57
art

PROVINCIA DI ROMA 58
art

PROVINCIA DI ROMA 59
art

NAZIONALE E VARIE 60
NAZIONALE E VARIE 61
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB 26-APR-2010
art
Rendina: 25 Aprile, mai più centri sociali alla festa, hanno colpito i partigiani - Il M... Pagina 1 di 1

Rendina: 25 Aprile, mai più centri sociali


alla festa, hanno colpito i partigiani
Un limone lanciato verso la Polverini ha colpito Zingaretti,
il presidente dei partigiani centrato da un uovo

ROMA (26 aprile) - «I centri sociali sapevano che


sarebbero venute le istituzioni e che sul palco ci sarebbe
stata la Polverini. Ci avevano assicurato che si
sarebbero comportati in maniera consapevole. Ora, dopo
quello che è successo, da parte di una minoranza di
ultras da stadio, stiamo pensando di escluderli da tutte le
prossime manifestazioni, a partire da quelle per il 7
maggio per la fine della guerra e per i 150 anni dell'Unità
d'Italia».

È ancora arrabbiato Massimo Rendina, il giorno dopo la contestazione a Porta S.Paolo per le
celebrazioni del "25 aprile" quando una parte della piazza ha fischiato la presidente della Regione Lazio,
Renata Polverini, culminata con il lancio di qualche ortaggio (che ha colpito il presidente della Provincia
Nicola Zingaretti) e di un fumogeno che ha sfiorato lo stesso presidente dell'Anpi di Roma e Lazio.

«Sono stato colpito con un uovo marcio e sfiorato da un fumogeno - ha continuato Rendina - hanno
voluto colpire me e gli altri partigiani. Non sono contro le forme di protesta, qualsiasi protesta civile è una
manifestazione di democrazia, credo che se si fossero limitati ai fischi anche le istituzioni di destra
l'avrebbero accettato, l'avrebbero considerata una provocazione non grave. In quel modo, invece, hanno
voluto colpire i partigiani. Sono indignato e non accetto assolutamente le loro scuse».

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=99409&sez=HOME_ROMA 26/04/2010

ZZZ_WEB 62
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB 26-APR-2010
art
"Ringrazio Zingaretti, mi ha difesa" - Roma - Repubblica.it Page 1 of 2

Cerca: Archivio La Repubblica dal 1984 Cerca

Cerca: Cerca nel Web con Google Cerca


Lunedì 26.04.2010 Ore 09.58

Home Cronaca Sport Foto Video Annunci Aste-Appalti Lavoro Motori Negozi Cambia Edizioni

Sei in:Repubblica Roma / Cronaca / "Ringrazio Zingaretti, mi ha … Stampa Mail Condividi

"Ringrazio Zingaretti, mi ha difesa"


Polverini contestata dagli autonomi, colpito il presidente della Provincia
Denunciati due giovani. La Digos sequestra anche 4000 manifesti di Forza Nuova
di ANNA RITA CILLIS
La contestazione improvvisa, violenta, ripetuta, segna una
giornata molto particolare nel clima politico della Capitale.
Si celebra il 25 Aprile, la Liberazione. Un giorno nel quale
le forze politiche cercano di mettere da parte divisioni e
polemiche per ricordare una giornata storica. Sul palco di
Porta San Paolo, all'improvviso, piove di tutto.
Monetine, ortaggi, fumogeni. La cerimonia s'interrompe
quasi subito, il presidente della Provincia Nicola Zingaretti
è stato colpito all'occhio destro da una patata avvolta in un
TAG
cartoccio. Ha provato a difendere il diritto a parlare del Liberazione, Porta San Paolo, Nicola Zingaretti, Renata
presidente della Regione Renata Polverini. Per questo, la Polverini
Polverini lo ringrazierà. "Si poteva rischiare il peggio", commenta qualche ora più tardi. E aggiunge:
"Ringrazio il presidente Nicola Zingaretti al quale esprimo la mia solidarietà, per il gesto importante che ha TROVA INDIRIZZI UTILI

compiuto sotto il profilo istituzionale e personale". Cerca negozi e professionisti


Cosa vuoi cercare?
Non è stata una giornata facile. La Digos all'alba aveva già sequestrato 4mila manifesti con la foto del Roma
duce e la frase "25 aprile: un'idea è al tramonto, quando non trova più nessuno capace di difenderla". Vicino a Cerca
Denunciate 17 persone (tra cui Martin Avaro, militante di Forza Nuova) per apologia del fascismo.
Naviga per categoria:
A Porta San Paolo sono le dieci del mattino. Sul palco ci sono Renata Polverini e Nicola Zingaretti, oltre a • NOLEGGIO AUTO E MOTO CONCESSIONARI
due ex partigiani. Ed è lei l'obiettivo di un piccolo gruppo di contestatori. Oltre a una serie di "buu, buu" e AUTO TAXI

frasi come ''Polverini vattene a Casapound, fascista e ipocrita", il gruppetto finisce per lanciare monete e • FARMACIE OSPEDALI PRONTO SOCCORSO

ortaggi. A rimetterci è il presidente della Provincia colpito all'occhio destro. • RISTORANTI AGENZIE VIAGGI ALBERGHI
AGRITURISMO BED AND BREAKFAST
RESIDENCE
"Ho difeso il diritto a prendere la parola del presidente della Regione - racconta il presidente della Provincia - • AGENZIE IMMOBILIARI FINANZIAMENTI E
nessuno in nome dei valori del 25 aprile si deve permettere anche solo di teorizzare che qualcuno con MUTUI MOBILI E COMPLEMENTI D'ARREDO
PIANTE E FIORI IDRAULICI TRASLOCHI
un'idea diversa non abbia il diritto di parola. La differenza tra il fascismo e la democrazia è proprio questa. IMPRESE EDILI
Era una bella piazza, rovinata da un gruppo di mascalzoni che nulla hanno a che fare né con la libertà né • PALESTRE PISCINE ISTITUTI DI BELLEZZA
con la democrazia. Mi dispiace - continua Zingaretti - perché avremmo dovuto dare a Remo Comanducci il PARRUCCHIERI ERBORISTRIE

riconoscimento di Provincia Capitale: 65 anni fa a Porta San Paolo ha lottato e rischiato la vita per tutti noi e • ABBIGLIAMENTO GIOIELLI E OROLOGI
OUTLET CENTRI COMMERCIALI
non meritava di assistere a uno spettacolo del genere". ELETTRODOMESTICI

Di quel gruppetto la Digos identifica due giovani, entrambi appartenenti ai centri sociali. Ma la giornata non è
ANNUNCI (ROMA E LAZIO)
finita qui. Il sindaco Gianni Alemanno spiega perché non fosse presente a Porta San Paolo: "Non sarei Appartamenti
andato perché ho visto quello che è successo l'anno scorso. Però va anche detto che un invito ufficiale non vernio 0 Via Roma (RM) 70 mq 3 locali n.
bagni 1 1 piano cucina: Abitabile fidene
è arrivato". Pronta la risposta degli organizzatori: "Dispiace apprendere la dichiarazione del sindaco secondo piano primo composto da ingresso ampio
cui non sarebbe stato ufficialmente invitato", spiega il Comitato unitario per l'Antifascismo e la Resistenza soggiorno cucina ab. camera. ....
aggiungendo di aver "mandato contestualmente al sindaco e ai presidenti della Provincia e della Regione la Offro - Varie Motori
Vendo aixam 751 Quadriciclo Aixam 125 con
lettera di invito".
sedile posteriore omologato per tre adulti
anno di immatricolazione giugno 2007 km.
(26 aprile 2010) © RIPRODUZIONE RISERVATA 15. 000. Tagliandata in....

Offro - Case vacanze


Affitto Roseto degli Abruzzi Residence Sea
Resort www. abruzzo - resort. com a soli 50
metri dal mare visita il nostro sito per tutte le
Annunci Premium Publisher Network informazioni....

Svela la Dea che sei oggi Hotel


Partecipa al concorso e vinci il nuovo Gillette Venus Oceana Week end da mille e una notte in Maremma.
www.desiderimagazine.it . a € 199 pp in junior suite con camino
massaggi relax. . . tutto per te. . . oppure 3
Val Gardena - Dolomiti GIORNI PER TE. Per....
Vivere la magia delle montagne più affascinanti del mondo
www.valgardena.it
ANNUNCI DI LAVORO (ROMA E LAZIO)
Vola con British Airways SELEZIONE PROFESSIONISTI
Prenota Londra da €59 solo andata tutto incluso su ba.com E/O SOCIETA' DI INGEGNERIA
www.britishairways.com CONSULENTE PREVIDENZIALE
All'interno di un ambizioso programma di sviluppo della
propria rete diretta di...
CONSUL. PREVIDENZIALE SENIOR
Ricerchiamo su tutto il territorio nazionale:Consulente
Previdenziale SeniorI candidati ideali sono brillanti...

ENTI E TRIBUNALI (ROMA E LAZIO)

http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/04/26/news/polverini_contestata_grazie_zingar... 26/04/2010

ZZZ_WEB 63
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB 26-APR-2010
"Ringrazio Zingaretti, mi ha difesa" - Roma - Repubblica.it Page 2 of 2

Tipologia: Vendite
Località: roma - Lazio Fai di Repubblica Roma la tua homepage | Redazione | Scriveteci | Rss/xml | Mappa del sito | Servizio Clienti | Pubblicità
Beni in vendita: 1 - bene immobiliare: Locale/laboratorio
Leggi i dettagli I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o
Tipologia: Gare ed appalti
parziale.
Località: roma - Lazio
Oggetto: Servizi
Leggi i dettagli

Divisione La Repubblica
Gruppo Editoriale L’Espresso Spa - P.Iva 00906801006

http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/04/26/news/polverini_contestata_grazie_zingar... 26/04/2010

ZZZ_WEB 64
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB NEWNOTIZIE.IT 26-APR-2010
art

25 aprile: contestazioni a Roma e Milano

L‘invito del presidente della Repubblica a riscoprire nel 25 aprile la festa di tutti, capace di
cementare un senso di unità nazionale che va rinnovato, è rimasto inascoltato a Roma. Ieri, insieme
al presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti e al presidente dell’Anpi, Massimo
Rendina, la neo governatrice del Lazio, Renata Polverini, è stata infatti fortemente contestata
durante la tradizionale cerimonia a Porta San Paolo (luogo-simbolo della Resistenza).

Salita sul palco, l’ex sindacalista ha tentato di prendere la parola, ma il suo intervento è stato
immediatamente impedito da voci di dissenso come: “Polverini vattene a Casapound” o “Fascista e
ipocrita”, accompagnate dal lancio di frutta, monetine e fumogeni. Una “sollevazione” che ha spinto
il presidente della Regione ad abbandonare il palco, seguita da Nicola Zingaretti, raggiunto (tra
l’altro) da un limone lanciato dalla folla.

“Un gruppo di violenti - ha dichiarato più tardi la Polverini - non può macchiare una celebrazione
cui il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, ha giustamente conferito il senso eil valore dell’unità
nazionale. Si poteva rischiare il peggio, sono stati lanciati oggetti pericolosi, tra cui fumogeni che
fortunatamente hanno danneggiato solo la pavimentazione del palco. Ringrazio il presidente
Zingaretti - ha aggiunto - al quale esprimo la mia solidarietà per il bel gesto istituzionale e
personale”.

“Era una bella piazza – ha commentato, da parte sua, il presidente della Provincia di Roma –
rovinata da un gruppo di mascalzoni che nulla hanno a che fare nè con la libertà nè con la
democrazia”.

Ma la contestazione romana contro Renata Polverini non è stata l’unica registrata nel corso della
giornata di ieri. Anche a Milano, infatti, la partecipazione al corteo del sindaco, Letizia Moratti, e
del presidente della Provincia, Guido Podestà, ha provocato la reazione stizzita di alcuni dissidenti.
I quali hanno indirizzato ai due esponenti istituzionali epiteti come “fascisti”, invitandoli ad
abbandonare la manifestazione al coro di “vergogna”.

Il momento più “caldo” è stato quando il presidente della Provincia ha tentato di intervenire dal
palco allestito a piazza Duomo. La sua voce è stata costantemente sovrastata da una serie
ininterrotta di fischi e urla, fino all’arrivo – nelle immediate vicinanze del paco – di un furgone
guidato da un gruppo di manifestanti che, con i megafoni e la musica ad alta volume, hanno reso
praticamente impossibile seguire il discorso scandito da Guido Podestà.

La contestazione milanese è stata fortemente criticata da Carlo Smuraglia, presidente del Comitato
permanente antifascista della città: “Per tanti anni - ha detto – siamo stati da soli a ricordare questa
data, la Resistenza e i suoi valori. Se ora le istituzioni scelgono di venire in piazza è positivo. Poi ci
sono mille modi di manifestare il proprio dissenso, possiamo discutere in sede politica se la
pensiamo in modo diverso su altri temi, ma questa - ha concluso Smuraglia – deve rimanere una
festa“.

ZZZ_WEB 65
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB CITY 26-APR-2010
art
25 aprile, Polverini contestata - City Roma Page 1 of 3

BARI BOLOGNA FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI ROMA TORINO VERONA

FATTI CRONACA PEOPLE INTERVISTE SPORT AGENDA CITY TV mycity SERVIZI TV METEO OROSCOPO GIOCHI MAPPE RSS

cerca
30% 20% 0% 30% 20% nel sito
LUNEDÌ 26.4.2010

City > Cronaca Roma > 25 aprile, Polverini contestata

http://city.corriere.it/2010/04/26/roma/prima-cronaca/25-aprile-polverini-contestata-2... 26/04/2010

ZZZ_WEB 66
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB CITY 26-APR-2010
25 aprile, Polverini contestata - City Roma Page 2 of 3

CRONACA

25 aprile, Polverini contestata


Lancio di frutta e di oggetti, fumogeni, insulti: il palco della manifestazione con i partigiani a Porta San
Paolo, in occasione dell’anniversario della Liberazione, si è trasformato in ressa. Nel mirino la presidente
della Regione, Renata Polverini, apostrofata come “fascista e ipocrita” mentre saliva sul palco per il suo
discorso. Un limone ha colpito in un occhio il presidente della Provincia Nicola Zingaretti. “La contestazione
di oggi è un atto vergognoso - ha detto il presidente dell’Anpi Massimo Rendina (nella foto Eidon mentre
viene aiutato a lasciare il palco) - Ma siamo contrari alla violenza della destra, che viola le leggi,
ricostituendo forme fasciste e parafasciste”. Due contestatori, due ragazzi dei centri sociali, sono stati
identificati e denunciati. Denunciate anche 17 persone sorprese ad attaccare 4000 manifesti con sopra la
foto del Duce e frasi di elogio al fascismo. City

26 aprile 2010 commenti


Diventa fan di city su

Condividi ShareThis

Vota La più votata

PRECEDENTE SUCCESSIVO

COMMENTI

ARCHIVIO CRONACA TUTTI GLI ARCHIVI

VUOI VINCERE 250€?


Basta una foto o un video del tuo
giardino o terrazzo! Entra
www.leroymerlin.it

VUOI FARE NUOVI INCONTRI?


Cerca le single nella tua regione e chatta
con loro!
www.meetic.it

APRI CONTO ARANCIO


Prendi il 2,50% fino al 30 aprile 2011.
Scopri come!
web.ingdirect.it

I volti di Socías

Tutti gli eventi di Roma

2010-04-26 09:50
Roma 21° Umidità 52%

http://city.corriere.it/2010/04/26/roma/prima-cronaca/25-aprile-polverini-contestata-2... 26/04/2010

ZZZ_WEB 67
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB CITY 26-APR-2010
25 aprile, Polverini contestata - City Roma Page 3 of 3

Scarica ora il PDF


completo del City di
oggi.

BARI BOLOGNA FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI ROMA TORINO VERONA

Copyright City Italia S.p.A., P. IVA 03227190968 - © Dada AD www.dada-adv.com I nostri siti

http://city.corriere.it/2010/04/26/roma/prima-cronaca/25-aprile-polverini-contestata-2... 26/04/2010

ZZZ_WEB 68
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB ILVELINO 26-APR-2010
art
il VELINO - Orenove/4. Le contestazioni del 25 aprile - Agenzia Stampa Quotidiana ... Page 1 of 3

REDAZIONE | ABBONAMENTI | CONTATTI |


lun, 26 apr 2010 11:32 AREA UTENTI Entra
MAPPA | NOTE LEGALI | PRIVACY

POLITICA ECONOMIA ESTERI LATINO AMERICA COOPERAZIONE AGROALIMENTARE AMBIENTE ED ENERGIA


MOTORI CULTURA E SPETTACOLI IL GOVERNO RACCONTA

CALABRIA CAMPANIA LAZIO/ROMACAPITALE | seguici su AGGIUNGI AI PREFERITI

RICERCA | AVANZATA
ARTICOLI edizione completa
Cerca
Stampa l'articolo

Il Velino presenta, in esclusiva per gli


abbonati, le notizie via via che vengono
inserite.

INT - Orenove/4. Le
contestazioni del 25
aprile
Assolutamente da non perdere TUTTE LE NEWS
Roma, 26 apr (Il Velino) - “L’aria, in giro DOCUMENTI
per il Paese non è stata esattamente
quella che il Presidente ha auspicato –
scrive LA STAMPA, che dà notizia di
diversi episodi di contestazione -: a Roma
c’è stata una contestazione violenta da Tutte le categorie
parte dell’ultrasinistra nei confronti dei
presidenti della Regione, Renata Polverini,
e della Provincia, Nicola Zingaretti. A
Milano un episodio analogo ha riguardato il
sindaco Letizia Moratti e il presidente della
Provincia Guido Podestà, in piazza
Duomo. Ma la situazione è stata pesante
in molte altre città, dove esponenti
dell’ultrasinistra e dei centro sociali hanno
preso di mira, con modalità e differenti
livelli di gravità, molti esponenti delle
istituzioni, specie se eletti in liste del
:::: 26 apr 11:24 (ECO)
centrodestra. A Torino la ricorrenza era Roma, Vino, Coldiretti Lazio:
stata celebrata la sera precedente con una Tutti i numeri del settore. E le
ORESEDICI
fiaccolata conclusa in piazza Castello, e la :::: Tutti gli articoli ::::
SERA cosa sembrava abbastanza tranquilla, fin
Scarica il VELINO BOX
tanto che non è stato annunciato
l’intervento di Michele Coppola,
PARLAMENTO
capogruppo del Pdl in consiglio comunale
e ora assessore della giunta di
ECONOMIA centrodestra alla Regione. Dalla piazza si
sono levati subito fischi provenienti da
LATAM giovani vicini ai centri sociali.
COOPERAZIONE
Le contestazioni sono durate per tutto
l’intervento dell’esponente del Pdl che ha
AMBIENTE ED ENERGIA poi ricevuto la solidarietà del Pd, oltreché
del suo partito. Non, invece, del Pdci che,
AGROALIMENTARE attraverso il suo segretario piemontese,
SALUTE E BENESSERE
Vincenzo Chieppa ha giudicato i fischi a
Coppola ‘una cosa buona e giusta’. A

http://www.ilvelino.it/articolo.php?Id=1108836 26/04/2010

ZZZ_WEB 69
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB ILVELINO 26-APR-2010

INNOVAZIONE E PA Bergamo la situazione è stata ancora più

CULTURA

CALABRIA

CAMPANIA

EMILIA ROMAGNA

LAZIO

LOMBARDIA

quotidiane
LEGENDA:
settimanali

edizione completa

ZZZ_WEB 70
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB ILVELINO 26-APR-2010
il VELINO - Orenove/4. Le contestazioni del 25 aprile - Agenzia Stampa Quotidiana ... Page 3 of 3

Le foto riprodotte in questo sito provengono in prevalenza da Internet e


sono pertanto ritenute di dominio pubblico. Gli autori delle immagini o i
soggetti coinvolti possono in ogni momento chiederne la rimozione,
scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica ilvelino@ilvelino.it

Impronta S.r.l. - Società Editrice de il VELINO di DANIELE CAPEZZONE e LUCA SIMONI

Amministratore delegato: Luca Simoni - Direttore editoriale: Daniele Capezzone - Direttore responsabile: Maurizio Marchesi
Via del Tritone, 169 - 00187 ROMA - Tel. +39.066977051 R.A. - FAX +39.066793559 - Reg. Trib. di Roma N° 528/98 - Codice Fiscale e
Partita IVA: 09792861008

http://www.ilvelino.it/articolo.php?Id=1108836 26/04/2010

ZZZ_WEB 71
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB bresciaoggi.it 26-APR-2010
art
Bresciaoggi.it - Italia & Mondo Pagina 1 di 1

Un 25 Aprile tra le polemiche, contestate


Polverini e Moratti
LA LIBERAZIONE. Il Pd Zingaretti colpito da un limone difende la ex sindacalista, che dal palco
non ha potuto parlare
Inascoltato l'appello di Napolitano a condividere l'idea di unità Roma, sequestrati 4.000 poster con
la foto di Mussolini: 17 denunce

26/04/2010 A

ROMA
Fischi, urla, lanci di oggetti. Il palco della Liberazione
diventato un tiro al bersaglio, contro la neo-presidente
della giunta regionale del Lazio Renata Polverini, a Roma.
Contro il sindaco Letizia Moratti, a Milano.
È stato un 25 aprile antitetico rispetto a quello invocato
dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
Il capo dello Stato aveva infatti auspicato che la giornata
di festa per la liberazione dal nazi-fascismo si svolgesse in
un clima di serenità e unità. La deposizione di una corona
di alloro all'Altare della patria aveva aperto la giornata.
«Il clima di serenità può e deve circondare ovunque le
Giorgio Napolitano rende omaggio con
celebrazioni», aveva sottolineato Napolitano. una corona al Milite Ignoto
Il 25 aprile è una giornata che «ha un significato
nazionale, per il valore di riconquista e di condivisione del senso della nazione e della patria, di
riaffermazione di una rinnovata identità e unità nazionale», aveva aggiunto.
Al Quirinale si era svolto l'incontro con le rappresentanze delle associazioni combattentistiche,
d'arma e partigiane. «Non è solo festa della Liberazione: è festa della riunificazione d'Italia»,
aveva detto sabato sera nel suo intervento al teatro alla Scala rievocando lo spirito che animò i
Costituenti. Poi aveva parlato dell'esigenza di uno sforzo collettivo per superare quell'insieme di
contrapposizioni «che blocca il riconoscimento di impegni di più alto interesse nazionale, tali da
richiedere una convergenza tra forze destinate a restare distinte in una democrazia
dell'alternanza».
E invece la realtà è andata da tutt'altra parte. A Porta San Paolo, l'ex sindacalista Renata Polverini
è stata bersagliata da un lancio di oggetti di cui ha fatto le spese il presidente Pd della provincia di
Roma Nicola Zingaretti, colpito all'occhio da un limone. «Polverini vattene a Casa Pound, fascista
e ipocrita», gridavano i contestatori, mentre la presidentessa della giunta regionale rinunciava a
prendere la parola e lasciava il palco. Tra i contestatori, un gruppo di dieci-quindici giovani - due
dei quali, militanti dei centri sociali, sono stati identificati e denunciati - e alcune decine di
persone, tanti giovani, ma anche uomini e donne di mezza età.
Stessa sorte, a Milano, per il sindaco Letizia Moratti - che come il presidente della Provincia
Guido Podestà - è stata accolta da fischi, insulti e slogan. «Fuori i fascisti dal corteo», «vergogna,
vergogna», «la Resistenza è partigiana, Moratti te ne devi andare», gridavano giovani dei centri
sociali. Alla Polverini è andata la solidarietà di entrambi gli schieramenti.
E in molte strade della capitale, infine, sono apparsi manifesti con una foto di Mussolini
sorridente, una didascalia - «25 aprile» - e una frase di Mussolini autografata: «Un'idea è al
tramonto quando più nessuno è capace di difenderla».
La polizia ha sequestrato 4.000 di questi manifesti e ha denunciato 17 persone intente ad
attaccarli. Fra loro anche un militante di Forza Nuova, già denunciato per scontri tra elementi di
opposte fazioni politiche, per occupazione abusiva di stabile e per manifestazione non preavvisata,
che si è assunto la paternità del gesto.
Subito dopo è stato perquisito un magazzino, utilizzato dal militante di Forza Nuova, dove sono
stati sequestrati altri 2.000 manifesti.

http://www.bresciaoggi.it/stories/Italia%20&%20Mondo/146564__un_25_aprile_tra_... 26/04/2010

ZZZ_WEB 72
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB il salvagente.it 26-APR-2010
art
Bersani: ''Non credo al messaggio di Berlusconi, lui vuole le elezioni'' - IL SALVA... Pagina 1 di 3

Bersani: ''Non credo al messaggio di Berlusconi, lui


vuole le elezioni''
Intervista a Repubblica del segretario del Pd: "Sul voto anticipato non decide
solo lui".
ANGELO ANGELI
"In questa maggioranza non ci sono le condizioni per affrontare le riforme". Anzi, Berlusconi utilizzerà il primo
pretesto possibile per andare al voto.
Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani - intervistato stamattina da Repubblica - non crede affatto al dialogo
offerto dal presidente del consiglio nel messaggio del 25 aprile.
A suo giudizio, anzi, Berlusconi non ha alcuna intenzione di compiere delle "scelte". Semmai, il premier è
pronto all'ennesimo "strappo": perché questo governo "non potrà andare avanti così altri tre anni".
Ma sulle urne anticipate - sottolinea Bersani - "decide il capo dello Stato" e in quel caso non si possono
"indicare ora soluzioni a tavolino".
Insomma Bersani non ci casca e - come spiega ancora a Repubblica - crede di trovarsi di fronte a una nuova
giravolta del presidnete del Consiglio utile solo a prendere tempo, in attesa del primo pretesto utile per andare
alle urne.

Il messggio di ieri di Berlusconi


Dura pochissimi minuti il messaggio di Berlusconi per il 25 aprile, che si può vedere e ascoltare anche sul sito
del governo o su YouTube, nel video ripreso da Sky Tg24.
Il premier ha rilanciato l'idea di riformare la Costituzione, circoscrivendo però l'impegno alla "seconda parte" e
subito dopo ha ribadito che deve trattarsi di un "percorso condiviso per aprire insieme una nuova pagina di
storia".

Il testo integrale di Berlusconi

Questo è il testo integrale del messaggio di Berlusconi: "Nella ricorrenza del 25 aprile celebriamo la Festa
della Libertà quale espressione di un sentimento nazionale unitario.
In questa ricorrenza, come ho auspicato un anno fa ad Onna, tutto il popolo italiano e tutte le parti politiche
devono riconoscersi nel valore più grande, nella libertà.
E nel nome della libertà devono confrontarsi in modo democratico per il bene di tutti e nell’interesse di tutti. Un
sentimento doveroso che tutti insieme dobbiamo consolidare e rafforzare.

La vittoria degli Alleati col contributo della Resistenza


Dopo la vittoria degli Alleati sul Nazifascismo, con il contributo militare, politico e morale della Resistenza, i
nostri padri costituenti seppero accantonare le differenze politiche più profonde e sancirono nella Costituzione
repubblicana il miglior compromesso allora possibile per tutti; un compromesso fondato sull’antifascismo, che
diede vita ad un sistema che ha saputo prosperare e consolidarsi nella democrazia e nella libertà.

Costruire l'Italia del futuro, modificando una parte della Costituzione


Dopo 65 anni, la nostra missione è ora di andare oltre quel compromesso e di costruire l'Italia del futuro
sempre, sempre nel rispetto assoluto dei principi di democrazia e libertà. Il nostro obiettivo è quello di
rinnovare la seconda parte della Costituzione del 1948, che è già stata in parte modificata, per definire
l'architettura di uno Stato moderno, più vicino al popolo, sulla base del federalismo, uno Stato moderno più
efficiente nelle Istituzioni, nell'azione di governo, uno Stato più equo nell'amministrazione di una giustizia
veramente giusta.

Vogliamo farlo con le altre forze politiche


Vogliamo farlo insieme a tutte quelle forze politiche che, come fecero i nostri padri costituenti, non rifiutano a
priori il dialogo ed hanno a cuore la libertà. Quelle forze politiche che si preoccupano per l'avvenire delle
nuove generazioni e che lavorano per il benessere di tutti gli italiani.
La sfida è ora, è nei fatti. Dobbiamo scrivere insieme - conclude il testo di Berlusconi - una nuova condivisa
pagina di storia della nostra democrazia e della nostra Italia".

Polverini contestata, ci rimette Zingaretti

http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Bersani%3A+''Non+credo+al+messaggi... 26/04/2010

ZZZ_WEB 73
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB il salvagente.it 26-APR-2010
Bersani: ''Non credo al messaggio di Berlusconi, lui vuole le elezioni'' - IL SALVA... Pagina 2 di 3

La neo-governatrice del Lazio, Renata Polverini, è stata contestata nel corso della celebrazione romana.
"Fascista, vergogna", hanno gridato i contestatori alla Polverini salita sul palco. Ma chi ci ha rimesso è stato il
presidente della Provincia Nicola Zingaretti del Pd, che ha provato ad intervenire per difenderla ed è stato
colpito in pieno volto da un limone.
La Polverini ha poi lasciato il palco, accompagnata da Nicola Zingaretti che ha deprecato il gesto di "alcuni
mascalzoni".
"Un gruppo di violenti - ha commentato la Polverini - non può macchiare una celebrazione cui il Capo dello
Stato, Giorgio Napolitano, ha giustamente conferito il senso ed il valore dell'unità nazionale".
"Si poteva rischiare il peggio - aggiunge la governatrice del Lazio - sono stati lanciati oggetti pericolosi, tra cui
fumogeni che fortunatamente hanno danneggiato solo la pavimentazione del palco. Ringrazio il presidente
Zingaretti, al quale esprimo la mia solidarietà, per il gesto importante che ha compiuto sotto il profilo
istituzionale e personale, lasciando la manifestazione di fronte alla prepotenza di chi non è nemmeno degno di
pronunciare la parola democrazia".

Napolitano elogia Sandro Pertini


Con un grande elogio a Sandro Pertini, presidente della Repubblica molto amato e combattente per la libertà,
si è aperto il discorso di Giorgio Napolitano per celebrare a Milano il 25 aprile.
"L'esempio di Pertini - ha detto Napolitano commosso fino alle lacrime - non va dimenticato".
Poi il presidente della Repubblica ha citato il diario di Benedetto Croce, un antifascista liberale, per invocare
una concezione "non settaria" né esclusivista della Resistenza.
"Bisogna rafforzare - ha detto poi Napolitano - l'identità nazionale anche per creare un nuovo clima politico".
Berlusconi, che era presente, ha definito il discorso di Napolitano "profondo e toccante".
Da notare che il presidente della Repubblica ha citato positivamente anche il discorso del premier tenuto il 25
aprile dell'anno scorso a Onna, il paese abruzzese distrutto dal terremoto.
Patria e libertà
Che cosa era accaduto nei 20 mesi della Resistenza, tra il collasso dello Stato sabaudo fascistizzato e la
liberazione?
"Era accaduto - risponde il presidente Napolitano - che nella partecipazione alla Resistenza si era ritrovato il
binomio di patria e libertà".
Con la Resistenza, contro il fascismo - ha aggiunto Napolitano - rinacque un'idea di patria.
Poi Napolitano cita - tra gli applausi - Carlo Azeglio Ciampi e Natalia Ginzburg che hanno raccontato quei
giorni.

La giornata milanese del presidente

Il Presidente della Repubblica è stato oggi per l'intera giornata a Milano per le celebrazioni del 25 aprile, 65°
anniversario della Liberazione.In mattinata, il Capo dello Stato ha assistito, all'Auditorium di Milano la Verdi, al
concerto dell'Orchestra Sinfonica e del Coro Sinfonico Giuseppe Verdi per i giovani e le scuole dedicato al 20°
anniversario della scomparsa di Luigi Nono, di cui è stato eseguito "Il canto sospeso" accompagnato da
frammenti di lettere dei condannati a morte della Resistenza europea.

Le pagine dei condannati a morte


"Una celebrazione - definita dal Presidente Napolitano - meravigliosa anche perché sono state lette alcune
straordinarie lettere dei condannati a morte".
Al termine del concerto il Capo dello Stato si è recato nella sede della Provincia dove è stato accolto dal
Presidente Guido Podestà e ha incontrato i componenti della Giunta provinciale e i capogruppo consiliari.
Nel pomeriggio, alla Scala di Milano, il Presidente della Repubblica interviene alla celebrazione organizzata
dall'Anpi e dal Comune di Milano.
Berlusconi, presente assieme al sindaco di Milano di Letizia Moratti, ha sentito il bisogno di elogiare il
"discorso profondo di Napolitano".

Il testo integrale di Napolitano

Questo il testo del discorso di ieri di Napolitano diffuso dalla presidenza della Repubblica.
"Mai in queste celebrazioni, e dunque nemmeno in quella di oggi, si può smarrire il riferimento ai fatti, al
vissuto, a quel che fu un viluppo di circostanze concrete, di dilemmi, di scelte difficili, di decisioni coraggiose e
costose, di sconfitte e di successi; non si può mai smarrire il riferimento a tutto ciò, rinunciare a ricostruire e
tramandare costantemente quelle esperienze reali, se non si vuole ridurre il movimento di Liberazione a
immagine sbiadita o ad oggetto di dispute astratte".
Così il Presidente della Repubblica nel discorso celebrativo del 65° anniversario della Liberazione alla Scala
di Milano.

http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Bersani%3A+''Non+credo+al+messaggi... 26/04/2010

ZZZ_WEB 74
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB il salvagente.it 26-APR-2010
Bersani: ''Non credo al messaggio di Berlusconi, lui vuole le elezioni'' - IL SALVA... Pagina 3 di 3

I tanti protagonisti della Resistenza a Milano


Il Capo dello Stato, nell'occasione, ha ricordato i tanti protagonisti della Resistenza a Milano e reso omaggio a
Sandro Pertini: "L'omaggio che gli rendo vorrei fosse però incitamento ed auspicio per un nuovo, deciso
impegno istituzionale, politico, culturale, educativo diretto a far conoscere e meditare vicende collettive ed
esempi personali che danno senso e dignità al nostro essere italiani come eredi di ispirazioni nobilissime, di
insegnamenti altissimi, più forti delle meschinità e delle degenerazioni da cui abbiamo dovuto risollevarci. Un
impegno siffatto è mancato, o è sempre rimasto molto al di sotto del necessario. Abbiamo esitato, esitiamo a
presentare in tutte le sue luci il patrimonio che ci ha garantito un posto più che degno nel mondo: esitiamo per
eccessiva ritrosia, per timore, oltre ogni limite, della retorica e dei miti, o per sostanziale incomprensione del
dovere di affermare, senza iattanza ma senza autolesionismi, quel che di meglio abbiamo storicamente
espresso e rappresentiamo".

Rinacque il senso della patria


Per il Presidente Napolitano "con la Resistenza, di fronte alla brutalità offensiva e feroce dell'occupazione
nazista, rinacque proprio l'amore, il senso della patria, il più antico e genuino sentimento nazionale. Il 25 aprile
è non solo Festa della Liberazione : è Festa della riunificazione d'Italia.

L'Italia rinacque riunificando Nord e Sud


Dopo essere stata per 20 mesi tagliata in due, l'Italia si riunifica, nella libertà e nell'indipendenza.
Se ciò non fosse accaduto, la nostra nazione sarebbe scomparsa dalla scena della storia, su cui si era
finalmente affacciata come moderno Stato unitario nel 1861, con il compimento del moto risorgimentale.
Se nella Costituzione possono ben riconoscersi - come dissi celebrando il 25 aprile due anni orsono a
Genova, e come voglio ripetere - anche quanti vissero diversamente dai combattenti della libertà i drammatici
anni 1943-45, "anche quanti ne hanno una diversa memoria per esperienza personale o per giudizi condivisi",
è perché la Carta approvata nel '47 sancì - dandovi solide basi democratiche - una rinnovata identità e unità
della nazione italiana.Mi auguro - ha concluso il Presidente - che in questo spirito si celebri il 65° anniversario
della Liberazione e Riunificazione d'Italia".

Oggi a Roma all'altare della patria


Le celebrazioni per la Festa della Liberazione continuano il 25 aprile a Roma: il Presidente Napolitano, dopo
aver deposto una corona d'alloro al sacello del Milite Ignoto all'Altare della Patria, incontra al palazzo del
Quirinale le Associazioni Combattentistiche e d'Arma, alla presenza dei Ministri della Difesa e dell'Interno e
dei vertici delle Forze Armate.
Nel corso della cerimonia saranno consegnate le Medaglie d'Oro al Merito Civile al Comune di Sasso Marconi,
alla Garfagnana e alla memoria del signor Zosimo Marinelli.

http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=Bersani%3A+''Non+credo+al+messaggi... 26/04/2010

ZZZ_WEB 75
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB NOTIZIARIOITALIANO 26-APR-2010
art
Centri sociali contro la Festa della Liberazione NotiziarioItaliano.IT - Giornale On Li... Page 1 of 2

Lunedì, 26 Aprile, 2010 ORE 11:33

POLITICA Roma-Milano: centri sociali si comportano da nazisti

Centri sociali contro la Festa della Liberazione


ROMA - A volte l'incoerenza di alcune persone, condita con una buona
dose di stupidità ed ignoranza, porta l'essere umano a compiere alcune
azioni degne della condanna alla pubblica gogna.

Perchè, a mente fredda e con lucidità, si compie un immane sforzo per


trovare il significato delle contestazioni violente che hanno dovuto subire
ieri, 25 aprile, Festa della Liberazione nazionale, i Presidenti della
Regione Lazio e della Provincia di Roma, Renata Polverini e
Nicola Zingaretti nella capitale, ed il Sindaco di Milano Letizia
Moratti, oltre al Presidente della Provincia, Guido Podestà, nel
capoluogo lombardo, da parte di un gruppo di giovani facinorosi di
estrema sinistra vicini all'ambiente dei centri sociali.

A Roma, durante la manifestazione per celebrare la Liberazione, sono state lanciate uova e frutti
contro le cariche istituzionali, che subendo il poco democratico atteggiamento di una dozzina di
giovani 'rossi', hanno dovuto abbandonare il palco.

Parole di condanna per questo gesto sono arrivate da Massimiliano Rendina, presidente
dell'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), presente sul palco al fianco della
Polverini e di Zingaretti: "un atteggiamento estremistico e puerile" che ha rovinato "lo spirito di
questa manifestazione unitaria che predicava il rispetto reciproco che è l'essenza della libertà" ha
detto Rendina.

"Un bella piazza, rovinata da un gruppo di mascalzoni che nulla hanno a che fare con la libertà e la
democrazia", ha invece affermato Zingaretti.

A Milano, insulti e fischi alla Moratti e a Podestà, arrivano dai giovani del centro sociale
Cantiere, fermamente convinti, anche se non ne è comprensibile la ragione, che chi sia del Popolo
della Libertà, non possa festeggiare la Liberazione del nostro Paese.
Più volte i 'dissidenti' hanno mostrato cartelli dove si diceva fermamente "No" ad una fantomatica
manifestazione nazifascista del 1 e 2 maggio organizzata dalle brigate nere di Formigoni e
compagnia.

Sia a Roma che a Milano si sono udite ancora una volta le grida "Fascisti, andate via" e "O
partigiano, portali via", nemmeno fossimo in clima da guerra civile. E pensare che la Polverini e la
Moratti non sono mai apparse in pubblico in camicia nera, cosa che avrebbe potuto almento
parzialmente giustificare le ingiuste accuse di collaborazionismo fascista che si sono sentite gridare
con odio.

E' a dir poco comico sentir gridare la parola "Fascista" nel 2010, ma a quanto pare, forse per
giustificare l'assenza di significato di una falce e di un martello su di una bandiera rossa, è diventata
una vergognosa abitudine.
I libri di storia, ad alcuni italiani non hanno insegnato niente, e costoro forse non hanno mai
assaggiato il dolore delle dure legnate e del divieto al manifestare, provata invece dai veri dissidenti
del ventennio.

Se allora è questo il clima di tensione da guerra civile, che alcuni cercano, magari al posto di far

http://www.notiziarioitaliano.it/italia/politica/39241/giovani-di-estrema-sinistra-rovin... 26/04/2010

ZZZ_WEB 76
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB NOTIZIARIOITALIANO 26-APR-2010
Centri sociali contro la Festa della Liberazione NotiziarioItaliano.IT - Giornale On Li... Page 2 of 2

terminare le celebrazioni, avremmo preferito qualche carica della polizia in più.

(Foto dalla rete)


26/04/10 06:06 Paolo Taglialatela

NotiziarioItaliano.it - Autorizzazione Tribunale di Napoli del 06/10/1994 n° 4567 - New Wuords s.a.s. Editore

http://www.notiziarioitaliano.it/italia/politica/39241/giovani-di-estrema-sinistra-rovin... 26/04/2010

ZZZ_WEB 77
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB 26-APR-2010
art
Corriere Roma Pagina 1 di 2

stampa | chiudi

NELLA NOTTE DI SABATO 24 SUL BUS N8 IN ZONA TRASTEVERE

Giovane gay aggredito su autobus


«Insulti omofobi e schiaffi»
La denuncia di Arcigay Roma: un 22enne preso di mira
da un gruppo di ventenni. «Mi dicevano che facevo schifo,
passeggeri indifferenti, nessuno mi ha difeso»
ROMA - «Insulti omofobi e schiaffi». Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 aprile un giovane
volontario di Arcigay Roma, Mattia C., 22 anni, studente, sarebbe stato insultato e aggredito da un
gruppo di 4 ragazzi sui venticinque anni a bordo dell'autobus N8 in zona Trastevere. Lo denuncia la
stessa Arcigay, che sostiene: «Dopo aver provato a replicare, il ragazzo è stato colpito ripetutamente e
preso per il collo», si è sottratto alle violenze scendendo dal bus.
Secondo Fabrizio Marrazzo, presidente di Arcigay Roma, si tratta dell'«ennesimo episodio di omofobia
che si verifica nella nostra città». Marrazzo si dice «preoccupato perché assistiamo al moltiplicarsi di
questi comportamenti violenti e intimidatori che offendono non soltanto la persona aggredita e la
comunità lesbica e gay, ma la libertà di tutti i cittadini».

IL RACCONTO - «La cosa che mi ha colpito maggiormente - afferma Mattia C. - è l'indifferenza degli
altri passeggeri: nessuno di loro, pur assistendo alla scena, ha detto qualcosa o è intervenuto per
fermarli. Io ero seduto e leggevo un libro, poi queste persone, dopo aver preso di mira un uomo di
colore hanno iniziato a dirmi che facevo schifo perchè gay».

AGGRAVANTE NEGATA - «La nostra città non può permettersi di restare indifferente verso
comportamenti di questo tipo - aggiunge il presidente di Arcigay Roma - Purtroppo in Italia non
esistono leggi che prevedano un'aggravante nel caso di aggressioni motivate da odio nei confronti di
lesbiche, gay e trans». «L'associaizone auspica dunque «che il legislatore affronti la questione per
mettere fine a questa diffusa percezione di impunità» e chiede più impegno alle istituzioni «contro ogni
forma di discriminazione con iniziative nelle scuole e nella pubblica amministrazione o con campagne
di comunicazione e sensibilizzazione».

HELP LINE - Arcigay Roma chiede ora l'intervento della Regione Lazio - per riprendere al più presto le
campagne antiomofobia di Gay Help Line 800713713 (numero verde antiomofobia e transfobia) - e del
Comune di Roma, per aumentare la diffusione della prossima campagna. La maggior parte delle
vittime, infatti non denuncia gli episodi per paura delle conseguenza in famiglia o nel lavoro: il nostro
servizio cerca di dare quel supporto legale e psicologico che dia loro la forza di denunciare». Anche il
Circolo Mario Mieli si unito nella condanna dell'episodio. Imma Battaglia, presidente Dì Gay Project,
sollecita un incontro tra amministrazione e associazioni. «Credo che sia urgente che in vista della

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/10_aprile_26/aggressione-gay-sabato-notte-160... 26/04/2010

ZZZ_WEB 78
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB 26-APR-2010
Corriere Roma Pagina 2 di 2

giornata anti-omofobia del 17 maggio il sindaco di Roma Gianni Alemanno incontri tutte le associazioni
per riprendere quel confronto che aveva messo sul tavolo l'istituzione a Roma di un Osservatorio e le
altre campagne».

SOLIDARIETA' - «Quanto accaduto la notte tra sabato e domenica a Trastevere è un atto vile e da
condannare con la massima fermezza. A nome mio e di tutta l'amministrazione voglio esprimere la mia
vicinanza al ragazzo aggredito. Mi auguro che gli autori dell'aggressione vengano individuati al più
presto e puniti come meritano». E' stato il commento del sindaco di Roma Gianni Alemanno.
Solidarietà agli aggrediti anche dal presidente delle Provincia Nicola Zingaretti. « Provo un senso di
profonda frustrazione nel realizzare che non è più possibile neanche salire su un mezzo di trasporto
senza correre il rischio di non tornare a casa incolumi e con il conseguente senso di angoscia che questo
provoca non solo nelle vittime, ma anche nelle loro famiglie e in tutti i cittadini». E la neopresidente del
Lazio Renata Polverini aggiunge: «È un fatto gravissimo, di inaccettabile violenza e intolleranza che va
condannata e combattuta. Al giovane aggredito va tutta la solidarietà mia e della istituzione che
rappresento. La Regione, nell'ambito delle sue competenze, non farà mancare certamente tutto il
proprio impegno contro qualsiasi forma di discriminazione e a sostegno di una cultura della tolleranza e
del rispetto del prossimo».

I PRECEDENTI - Tra gli episodi che hanno visto il mondo omosessuale oggetto di aggressioni omofobe
nei mesi scorsi a Roma, si ricordano quello della notte del 19 agosto scorso quando fu picchiato e
insultato il cantautore Emilio Rez mentre tornava a casa. Il 22 agosto una coppia di giovani omosessuali
fu aggredita all'uscita del Gay Village, rassegna dell'estate romana: uno venne accoltellato e l'altro ferito
gravemente con una bottiglia rotta. In manette finì Alessandro Sardelli, 40 anni, detto Svastichella, con
l'accusa di tentato omicidio. Il 2 settembre alcuni petardi furono lanciati contro uno dei locali della Gay
street romana, vicino al Colosseo. Nella notte dell'8 settembre, su un muro della centrale via Cavour era
comparsa una scritta volgare contro il movimento omosessuale.

Redazione online
stampa | chiudi

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/10_aprile_26/aggressione-gay-sabato-notte-160... 26/04/2010

ZZZ_WEB 79
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB asca.it 26-APR-2010
art
ROMA ZINGARETTI IN CAMPO CONTRO DISCRIMINAZIONI E INTOLLER... Pagina 1 di 3

Prestiti INPDAP
Prestiti fino a 80000€ a Dipendenti e Pensionati.
Preventivo Gratis
www.prestiter.it/inpdap
Corsi RLS RSPP
Corsi RLS, RSPP, Rspp Esterni A B C In accordo

Direttore Responsabile Gianfranco Astori

HOME CHI SIAMO

BREAKING NEWS ECONOMIA BORSE&MERCATI POLITICA ENTI LOCALI SPORT ATTUALITA'

RICOSTRUZIONE ABRUZZO |

*** 20:50 - MEDIOBANCA: GERONZI FORMALIZZA DIMISSIONI DA PRESIDENTE *** 20:43 - UE: RAGGIUNTO L

Utente Registrato Abruzzo


nome utente password Basilicata
Bolzano
Calabria
Campania
non sei registrato clicca qui Emilia Romagna
26-04-2010 Friuli Ven. Giu.
ROMA: ZINGARETTI, IN CAMPO CONTRO DISCRIMINAZIONI E Lazio
INTOLLERANZA

(ASCA) - Roma, 26 apr - ''La duplice aggressione avvenuta tra sabato e


domenica ai danni di un uomo di colore e di un ragazzo gay a bordo di
un autobus notturno rappresenta l'ennesimo episodio che insulta tutta la LA REGINA RANIA DI
nostra comunita'. GIORDANIA IN VISITA ALLA
GALLERIA BORGHESE
Provo un senso di profonda frustrazione nel realizzare che non e' piu'
possibile neanche salire su un mezzo di trasporto senza correre il
rischio di non tornare a casa incolumi e con il conseguente senso di
angoscia che questo provoca non solo nelle vittime, ma anche nelle loro CALCIO/ MONTALI, IMPORTANTE
famiglie e in tutti i cittadini''. Lo dichiara in una nota il presidente della CONTINUARE A SOGNARE
Provincia di Roma, Nicola Zingaretti.
LATITANTE DA DUE ANNI,
''A nome mio e dell'Amministrazione provinciale - conclude Zingaretti - ARRESTATO PER
rivolgo ai protagonisti di questa brutta disavventura la solidarieta' e ASSOCIAZIONE A
vicinanza, ribadendo l'impegno costante della Provincia di Roma contro
| Home Page MULTA PER 19 PROSTITUTE E 2
| Copertina ogni forma di discriminazione e intolleranza anche con iniziative di CLIENTI
| Focus sensibilizzazione e formazione in tutto il territorio''.
| Speciali PICCHIA CONNAZIONALE PER
Ricostruzione Abruzzo res-rg/sam/bra RUBARGLI 10 EURO,
| Abruzzo/la ripresa ARRESTATO RUMENO
| Breaking News
| Economia (Asca) 12 ARRESTI NEL CORSO DI
| Borse&Mercati
RISSE QUESTA NOTTE, 4 SONO
| Politica
DONNE
| Enti Locali
| Sport
| Attualitá ROMA/TURISMO:
| Energia e Mercati CONTROLLI POLIZIA, 200 MULTE
| Terzo Settore E 10 STRUTTURE
| Leggi&Regioni
| Cooperazione decentrata CONTROLLI A TRASTEVERE,
| Vetrinaitaliana POLIZIA SOSPENDE ATTIVITA' DI
| Attività di Governo TRE PUB
| Edizione Radiofonica

http://www.asca.it/regioni-ROMA__ZINGARETTI__IN_CAMPO_CONTRO_DISC... 26/04/2010

ZZZ_WEB 80
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB asca.it 26-APR-2010
ROMA ZINGARETTI IN CAMPO CONTRO DISCRIMINAZIONI E INTOLLER... Pagina 2 di 3

Governo.it SERVIZI CONTROLLO


Governo.it focus QUESTURA, MULTATE 31
Governo.it estero PROSTITUTE E 3
| Autonomie Locali
| Multimedia SEQUESTRATI
| Ambiente e turismo MANUFATTI ABUSIVI A CLAN
| Stampa estera CASAMONICA
| Famiglia
| Energia e Petrolio CALCIO/ RANIERI PROVA IL 4
3-1. PROBABILE TOTTI UNICA
PUNTA

Zoomarine
Il parco divertimenti di
Roma. Una vacanza in un
giorno!
www.zoomarine.it

Assistenza Samsung Roma


Tecnico Climatizzatori Specialista a Roma con diritto di Deposito Mobili Roma
chiamata € 0 Deposito Mobili A Roma
PARTNERS riparazioneclimatizzatoriroma.com
Affidabile E
Personalizzato.
Finanziamenti INPDAP Noi!
A Dipendenti Statali fino 90.000€ ! Preventivo Online TraslochiDiMaria.it/Deposito_Mobili

Gratis in 2 min.
www.Prestito-Conveniente.it
Roma Meteo
Meteo affidabile e
Consulenza Sito Web preciso; previsioni del
Affidati ai Partner Microsoft e Prova le Soluzioni per il tempo aggiornate
Web! www.ilmeteo.it
www.microsoft.com

Traslochi Internazionali
Roma
Probabilmente i Migliori
Traslocatori al Mondo.
www.traslocare.it

Corsi Formazione Roma


Operatore Servizi Sociali
Diploma Qualifica Anche
in 1 Anno! Info
IstitutoMeschini.net/

Web Design by Pixell - Copyright - Privacy - Asca S.p.A. P.IVA 01719281006

http://www.asca.it/regioni-ROMA__ZINGARETTI__IN_CAMPO_CONTRO_DISC... 26/04/2010

ZZZ_WEB 81
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB asca.it 26-APR-2010
ROMA ZINGARETTI IN CAMPO CONTRO DISCRIMINAZIONI E INTOLLER... Pagina 3 di 3

http://www.asca.it/regioni-ROMA__ZINGARETTI__IN_CAMPO_CONTRO_DISC... 26/04/2010

ZZZ_WEB 82
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB 26-APR-2010
art
il VELINO | Stampa l'articolo Pagina 1 di 2

Il Velino presenta, in esclusiva per gli abbonati, le notizie via via che vengono inserite.

POL - *Fini, il difficile equilibrio della linea "lealtà, non


acquiescienza"
Roma, 26 apr (Il Velino) - Anche oggi il presidente della Camera Gianfranco Fini ha riunito, nella Sala Tatarella di
Montecitorio – per l’occasione ancora off limits per i giornalisti – i “suoi” parlamentari. Una riunione per tracciare un
bilancio dell’accesa direzione nazionale del Pdl di giovedì scorso, ma soprattutto per una messa a punto della linea
ad uso e consumo soprattutto di chi andrà in tv o farà dichiarazioni, ma anche in vista dei prossimi delicati passaggi
parlamentari, a partire dal ddl intercettazioni, su cui Berlusconi e la maggioranza del Pdl, ma anche Bossi e i
leghisti, aspettano al varco i “finiani”. “Assoluta lealtà” alla maggioranza e al governo e massimo “rispetto” per il
programma elettorale. “Tutti voi avete capito che non è in discussione la permanenza nel Pdl e nella maggioranza”.
Sono queste le indicazioni trapelate dall’incontro. Fini vuole evitare a tutti i costi di offrire spunti o pretesti che diano
modo ai suoi avversari di ritrarre la sua minoranza come un gruppo di sabotatori dell’agenda di governo e il
verificarsi di ulteriori strappi in Parlamento che contribuiscano a materializzare lo spettro di elezioni anticipate. Ma
la credibilità della linea “lealtà senza acquiescenza” si gioca su un delicatissimo equilibrio per quella che deve
rimanere un’“area politico-culturale di minoranza” e non dare l’impressione di essere una corrente stile Prima
Repubblica. Berlusconi e Bossi restano alla finestra ma la loro posizione è chiara: se in qualche modo al governo
verrà impedito di governare e alle riforme – innanzitutto, il federalismo fiscale – di procedere, la strada non può
essere che quella del ritorno alle urne. No alla paralisi, né a ipotesi “ribaltoniste”. Né sono state superate le
perplessità e le obiezioni circa la compatibilità del doppio ruolo che sta sempre più assumendo Fini, quello di leader
di una minoranza interna al Pdl e allo stesso tempo quello di presidente della Camera. “Aspettiamo di vedere il
punto d’equilibrio” che raggiungerà, osserva al VELINO il senatore Pd e costituzionalista Stefano Ceccanti. Ma
certo che una “gestione in prima persona” della sua componente, che vada oltre un ruolo di semplice figura di
riferimento, sarebbe incompatibile con la sua carica di presidente della Camera.
Parlando sui giornali dell’ipotesi di governi tecnici Alessandro Campi, direttore di Farefuturo, irrita qualche “finiano”,
ma sembra interpretare e completare il pensiero espresso dallo stesso Fini, quando ieri, ospite di In Mezz’ora, di
Lucia Annunziata, ha definito uno sbocco “irresponsabile” quello di eventuali elezioni anticipate. Quella di oggi,
aveva in qualche modo messo le mani avanti Carmelo Briguglio nelle ore precedenti l’incontro, è una riunione
“informale a cui non è obbligatorio che partecipino tutti”. E infatti uno dei ‘finiani’ che non ha preso parte all’incontro
è Amedeo Labocetta, che spiega di non voler entrare in alcuna componente ‘finiana’ organizzata e racconta di aver
avuto “un colloquio di quasi un’ora” con il presidente della Camera, concludendo che “la pensiamo diversamente, io
non credo alle correnti”. E annuncia: “Inizia una nuova fase che non capisco. Non vado più a nessuna riunione”.
Laboccetta critica duramente il ruolo svolto da Italo Bocchino, “un soggetto di rottura, lacerante e la sua conduzione
è stata fallimentare”. Altro argomento della riunione di oggi la lettera di dimissioni da capogruppo vicario del Pdl alla
Camera che Bocchino dovrebbe consegnare domani nelle mani di Cicchitto. Lettera che Laboccetta bolla come
“finta”. A questo proposito negli ambienti finiani si fa presente che in base alla lettura dello statuto del gruppo
parlamentare, con le dimissioni di Bocchino a loro avviso anche Fabrizio Cicchitto dovrebbe rassegnare il mandato
e sottoporsi ad una nuova votazione. A quel punto, Bocchino potrebbe decidere di candidarsi contro Cicchitto
ottenendo il consenso dei soli “finiani”, ma sancendo politicamente l’esistenza di una minoranza anche all’interno
del gruppo. Confermata, intanto, la presenza di Fini alla puntata di domani di Ballarò, su RaiTre. Non sarà presente
fisicamente in studio, ma con un intervento pre-registrato, mentre tra gli ospiti ci saranno il leader IdV Antonio Di
Pietro, il ministro dei Beni culturali e coordinatore del Pdl Sandro Bondi, il presidente della provincia di Roma Nicola
Zingaretti e la direttrice del Secolo d’Italia, e deputata Pdl, Flavia Perina.
(fdp) 26 apr 2010 19:54

Agenzia stampa quotidiana nazionale

Impronta S.r.l. Via del Tritone, 169 - 00187 Roma


Tel. 066977051 r.a. - Fax 066793559
web: www.ilvelino.it - e-mail: news@ilvelino.it

Direttore editoriale Daniele Capezzone


Direttore responsabile Maurizio Marchesi

Marketing e Comunicazione Chiara Proietti

http://www.ilvelino.it/articolo_stampa.php?isEnglish=&Id=1109670 26/04/2010

ZZZ_WEB 83
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB 26-APR-2010
il VELINO | Stampa l'articolo Pagina 2 di 2

Direttore generale Michele Guerriero

La riproduzione in fotocopia o a stampa non è consentita. Gli abusi


verranno perseguiti

http://www.ilvelino.it/articolo_stampa.php?isEnglish=&Id=1109670 26/04/2010

ZZZ_WEB 84
Data Pubblicazione:
RASSEGNA WEB romatoday.it 26-APR-2010
art
Race for the cure il 16 maggio alle terme di caracalla Pagina 1 di 1

Race for the cure, il 16 maggio alle Terme di Caracalla


Anche quest'anno l'associazione "Susan G. Komen Italia" organizza la corsa per la
prevenzione del tumore al seno. La partenza è alle Terme di Caracalla, madrina d'eccezione
Mariagrazia Cucinotta

di Redazione - 26/04/2010

Dopo aver festeggiato nel 2009 la decima edizione


con oltre 43.000 partecipanti, torna il 16 maggio alle
Terme di Caracalla, la "Race for the Cure - di corsa
contro i tumori del seno", mini maratona di raccolta
fondi e di solidarietà con le donne operate di tumore
del seno.

Organizzata dalla "Susan G. Komen Italia" sotto l'Alto


Patronato della Presidenza della Repubblica, in
collaborazione con Ipasvi e Dipartimento delle Pari
Opportunità e con il patrocinio del Comune di Roma,
Provincia di Roma, Regione Lazio, Coni, Fidal, Ministero della Salute e Policlinico Gemelli di Roma, la
manifestazione prenderà il via dalle Terme di Caracalla alla presenza di tante personalità e ospiti d'onore.
Insieme alla Presidente di questa edizione, la Prof.ssa Maria Teresa Scajola, non mancherà il volto ormai
storico della Race for the Cure, Maria Grazia Cucinotta, che affianca la Komen Italia fin dai primissimi anni
nell'azione di contrasto a questa malattia (37.000 casi l'anno in Italia e principale causa di morte nella
popolazione femminile oltre i 35 anni di età).

Ma le vere protagoniste della Race saranno come sempre le "Donne in Rosa", donne che hanno affrontato
personalmente il tumore del seno e che scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una
maglietta ed un cappellino rosa. Tra loro, anche l'attrice Rosanna Banfi, recentemente colpita dalla
malattia, che lo scorso anno partecipò per la prima volta alla manifestazione e che testimonierà anche
stavolta quel cambiamento di mentalità in positivo che ogni donna deve avere nei confronti del tumore del
seno.

La maratona benefica sarà preceduta da una settimana dedicata alla prevenzione, che interesserà case di
reclusione, case famiglia e istituti religiosi della Capitale dove per le donne è spesso difficoltoso sottoporsi
ai tradizionali percorsi di diagnosi negli ospedali. La settimana si concluderà con il "Villaggio della Salute",
un laboratorio pratico di educazione alla prevenzione e al benessere psicofisico, che sarà allestito nel week
end del 16 maggio allo Stadio "Nando Martellini" e dove saranno offerte gratuitamente ad un nucleo di
donne disagiate alcune mammografie, ecografie e visite senologiche da personale medico e infermieristico
volontario proveniente da molte Aziende ospedaliere di Roma e provincia. Con questa iniziativa, giunta alla
decima edizione, negli scorsi anni è stato possibile accertare più di venti casi di tumore del seno,
immediatamente avviati a protocolli di cura nei giorni successivi.

Il week end della "Race for the Cure" è quindi un evento che abbraccia lo sport, la salute e l'impegno
sociale e che si rivolge a tutta la famiglia in un'atmosfera davvero festosa. Uomini, donne, bambini, agonisti,
sportivi della domenica e sedentari potranno trascorrere una domenica mattina di relax e benessere
visitando gli stand degli sponsor, ascoltando l'intrattenimento musicale o semplicemente prendendo il sole
sul prato dello Stadio delle Terme di Caracalla. Tutti con un unico obiettivo: rendere il tumore del seno una
malattia sempre più curabile.

Alla maratona è possibile iscriversi con una donazione minima di 10 euro. Presentando la ricevuta al
"Villaggio Race" si riceverà l'esclusiva borsa gara con la maglia ufficiale da collezione e il pettorale gara,
riservato sia ai competitivi che si misureranno sul percorso da 5km che ai non competitivi, che potranno
scegliere tra la corsa o la passeggiata di 2km. Anche nel 2010, organizzatore tecnico della gara sarà come
sempre il Gruppo Sportivo Bancari Romani che ha studiato un percorso di gara davvero suggestivo che
toccherà il Circo Massimo, la Bocca della Verità, Piazza Venezia, Via dei Fori Imperiali e il Colosseo.
Inoltre, alla Race si potrà partecipare anche in squadra, coinvolgendo i propri colleghi, gli amici o i
compagni di classe e concorrere per vincere premi dedicati ai team più numerosi e simpatici. Nestlè Fitness
sarà il partner ufficiale della competizione tra i gruppi.

Previsti anche tanti premi ad estrazione tra tutti i partecipanti alla cerimonia di fine gara, tra cui 2 biglietti
aerei per gli Stati Uniti offerti da American Airlines, vettore ufficiale della manifestazione. Per conoscere i
punti iscrizione o per iscriversi on-line visitare il sito www.raceforthecure.it oppure chiamare lo 06.3540551 /
52.

I fondi raccolti attraverso la "Race for the Cure" saranno destinati a promuovere la diagnosi precoce, il
benessere psico-fisico delle donne operate, l'aggiornamento degli operatori sanitari e l'acquisto di
apparecchiature di diagnosi e cura attraverso progetti che saranno realizzati principalmente da altre
associazioni, in una filosofia di condivisione e di non competizione.

Sponsor dell'edizione 2010: Anche quest'anno, due grandi aziende come Johnson & Johnson e Samsung
hanno scelto di affiancare la Komen nell'organizzazione dell'evento come sponsor nazionali nelle edizioni di
Roma, Bari, Bologna e Napoli. Tra gli altri sponsor dell'edizione romana: Banca del Fucino, Beauty Point,
Gioco del Lotto e Mr. Muscolo. Neutrogena sarà invece lo sponsor delle "Donne in Rosa", Lete il fornitore
ufficiale acqua, New Balance sponsor tecnico e Internazionali BNL d'Italia di Tennis l'evento partner
ufficiale. Media sponsor Hallmark Channel, Corriere dello Sport, Metro, Radio Radio e Roma Uno TV, tutti
storici partner della manifestazione.

http://www.romatoday.it/sport/race-for-the-cure-16-maggio-2010.html 26/04/2010

ZZZ_WEB 85