Sei sulla pagina 1di 4

www.hotelaranci.it www.hotelaranci.

com
e-mail: info@hotelaranci.com

e-mail: ilfaro@viesteonline.it
Redazione: Via Messapia, 1 - Vieste (Fg) - Fax 0884/704191 Anno XXI n.2 (954) 22 gennaio 2016

Addio Ettore Scola ETTORE, CARLO E QUELLA VIESTE IN SMOKING


Se n andato Ettore Scola, se
ne and Carlo Nobile 8 anni fa. Due
anime gemelle nellanimare una delle
pagine pi belle e affascinanti della
storia recente di Vieste: quella degli
anni del Viestefilmfest (1995-2006).
Anni nei quali a questa citt capitava
di indossare lo smoking per accompagnare tra le viuzze del Borgo
Antico questo nume tutelare del
cinema e della cultura italiana, (...).
(...) In occasioni grandi e piccole,
comprese quelle quando calibri di
quel mondo della statura di Alberto
Sordi, Gina Lollobrigida, Giancarlo
Giannini ne calpestarono i suoli con
i favori del grande Ettore, materializzati dalleccellentissimo savoir faire di
Antonio Falduto direttore dei fasti
indimenticabili del Viestefilmfest.
Era tutto sigaro, brillantina e
barba hemingweyiana, in quel suo
fascino inimitabile di testimone irrinunciabile dellItalia che va dal Dopoguerra fino ai giorni nostri, scolpita in
una filmografia fiume che ci abbagli
di Sophia Loren, di Marcello Mastroianni e di tanti altri monumenti del
cinema che sfilarono davanti alla sua
macchina da presa.
Si innamor di Vieste, se ne
innamor perdutamente. Quando si

sedeva nelle serate di Filmfest a


Piazzetta Petrone si sentiva come un
innamorato su una gondola a Venezia. Quella cornice, e soprattutto
quella piazzetta intarsiata nel bellissimo costone della Vieste antica lo
rapirono talmente tanto
da proporla come irrinunciabile location per
un festival del cinema
tutto made in Vieste,
che si celebrasse nella
magica atmosfera delle
sere destate, sullo
sfondo del tremolar di
quel dinanzi mare argentato di luna piena.
Era lui che voleva
il grande schermo in
quello speciale angolo di mondo, lo
voleva senza poltrone vellutate per
gli attori e i registi ospiti: tutti attori
e pubblico seduti sui magici
scalini.
E infatti, proprio in sintona con
questo suo intimo desiderio, Carlo lo
lasci intatto cos come piaceva ad
Ettore e non ne annacqu mai quello
spirito ispiratore.

QUEI PENSIERI
POST MORTEM
DEDICATI A CARLO NOBILE
Conservo integro il ricordo dellincanto di un luogo e della speciale
qualit di un uomo, Carlo.
Di seguito il testo della lettera
dedicata a Carlo Nobile e indirizzata
alla famiglia nei giorni della sua
dolorosa scomparsa, poi resa pubblica nel catalogo artistico Carlo Nobile, uomo, artista, politico dedicato ai
suoi dipinti in mostra a Foggia nel
febbraio del 2010.
@@@
Ci sono alcuni luoghi che restano
indissolubilmente legati nel ricordo a
una persona che vi abbiamo conosciuto e che ci ha particolarmente
colpito. Vieste e Carlo Nobile compongono per me lo stesso paesaggio: il mare, le antiche stradine, la
grande piazza con il caff dangolo
dove Carlo mi portava per raccontarmi, schivo e discreto i suoi progetti di
organizzazione culturale, per leggermi
dopo molte reticenze- le sue poesie,
per assaporare il gusto di perdere
tempo, che avevamo in comune. E
poi nel suo studio, l accanto, a
scoprire i suoi dipinti ammucchiati per
terra, mai appesi alle pareti; erano
olii di luminosa bellezza e acquerelli
di raffinate atmosfere, che evocavano
suggestioni di maestri come Chagall,
Attardi, Sughi.
E poi ancora in giro con lui nelle
botteghe di artigiani, scultori e intagliatori, concittadini dei quali andava
fiero. E la sera in piazzetta, a vedere
insieme i film proiettati sullo schermo
con vista mare e con il pubblico
seduto sui gradini, nei balconi, alle
finestre. Dopo, non sono tornato pi
a Vieste: conservo integro il ricordo
dellincanto di un luogo e della speciale qualit di un uomo, Carlo.
Ettore Scola a Carlo Nobile

In attesa del calar della sera,


lamicizia eletta per incontri, passeggiate, bagni di viestanit fu quella pi
unica che rara con Carlo Nobile, con
cui instaur un affinit elettiva di
goethiano cono e che regal a
Vieste il titolo di testa con la partecipazione straordinaria di Ettore
Scola.
Decine gli aneddoti e le istantanee immortalate da foto, strette di
mano tra la gente, nei negozi, seduti
al bar o lungo il Corso Battisti da
Carlo Gentile, tra le sue inimitabili
sculture in pietra, o da Michele
Circiello tra i suoi splendidi mosaici,
o da commare Michelina tra i tavoli
ed i fornelli del Ristorante San Michele a inebriarsi di "acqua pazza".
Carlo poi ne trafiggeva il palato
regalandogli sapori e odori delle
nostre botteghe. Memorabile fu una
sosta allOrtofrutta di Michele Troia
nel quale dopo che Michel Muslin
gliene descrisse con grande maestri
la produzione si spos per mai pi
divorziare con i nostri pomodori
secchi sottolio ed altre specialit,
facendosene incetta nel portabagagli-

aio ogni volta che partiva da Vieste.


Successe anche che intrattenendosi con il nostro direttore Nin delli
Santi gli bened la sua intuizione di
organizzare, anzi di suggerire subito
a Carlo Nobile, la riedizione dello

sbarco di Dragut Rais a Marina


Piccola, poich poteva rappresentare
una manifestazione di grandissimo
pregio per la citt, ed anche perch
intendendosi di scenografie, ne capi
immediatamente la suggestione.
Ecco spiegato il perch e il percome Ettore Scola divent cittadino
viestano, tanto da solennizzarne il
legame con una delibera di Consiglio
comunale, consegnatagli rilegata con orgoglio da un emozionatissimo sindaco Mim
Spina Diana in una indimenticabile serata,
con la Piazzetta gremita di pubblico in ogni
angolo e gradino (Il 27
luglio del 2001 fu nominato "cittadino onorario" di Vieste, ndr).
Quelli di Ettore
Scola a Vieste furono anni indimenticabili di cui lui come scrisse a
Carlo Nobile ne conserva integro
il ricordo. Figuriamoci noi, che mai li
e Lo dimenticheremo.
Che riposi in pace.
Ad perpetuam rei memoriam.
Carmine Azzarone

Ma secondo la pattuglia dei dissidenti


Piemontese, Bordo e Scalfaro sarebbero contrari

PAOLO CAMPO AVALLA LINTESA A SOSTEGNO DI NICOLA ROSIEL


Marted sera 19 gennaio il consigliere regionale del Paolo Campo ha
incontrato nella sede del Circolo PD
di Vieste, in via Barbacane, iscritti e
simpatizzanti del partito. Al centro
dellincontro laccordo per sostenere
la candidatura a sindaco dell'attuale
assessore al bilancio Nicola Rosiello.
A fianco di Campo cera la segretaria cittadina Federica Castagnetti
ed Aldo Ragni, mentre in platea, fra
gli iscritti, siedevano i consiglieri
comunali Annamaria Giuffreda e

sa, arrivato lattacco di Francesco


Clemente che ha esposto la netta
posizione di contrariet condivisa da
un gruppo costituito con lui dai
"dissidenti" Pasquale Grima, Paolo
Prudente, Michele Rollo, Michele
Baldini e Alessio Vetrano. Clemente
ha parlato di netta e ferma contrariet riguardo all'alleanza politicoelettorale in vista delle amministrative
2016 sancita da singoli esponenti
dell'attuale segreteria e Forza Italia.
A dire dei dissidenti contro

Giuseppe Calderisi. A risaltare era


per soprattutto la presenza di alcuni
esponenti di spicco di Forza Italia:
lassessore Nicola Rosiello, la vicepresidente del Consiglio comunale
Pina Falcone e l'ex segretario locale
Vincenzo Mastromatteo.
Ad aprire il dibattito stata la
segretaria Castagnetti che ha tratteggiato la situazione politica che
portato allintesa con parte di Forza
Italia. A seguire Aldo Ragni (per
alcuni il vero ispiratore di questa
operazione civica) ha approfondito
la questione delineando le prospettive per la citt alla base del progetto.
Dopo altri interventi a favore dellinte-

lintesa ci sarebbero l'assessore


regionale Raffaele Piemontese ed il
deputato Michele Bordo. Anzi Piemontese li avrebbe invitati a presentare una propria lista. Infine, anche il
sottosegretario renziano Ivan Scalfarotto, sempre a detta dei dissidenti,
avrebbe fatto trapelare la sua disapprovazione.
Nel frattempo Nicola Rosiello va
avanti. Secondo alcuni, lo stesso
candidato sindaco avrebbe discusso,
del voto a Vieste e dellintesa, col
governatore Michele Erniliano, incontrato luned 18 gennaio a Manfredonia nel corso dellincontro contro le
trivellazioni in Adriatico.

CAMPO: SE SIAMO QUI CREDO CHE I MILITANTI DEL PD A VIESTE


ABBIANO COMPIUTO QUESTA SCELTA
Quale il suo giudizio complessivo
sullalleanza a Vieste del Pd con
parte di Forza Italia?
Credo che sia complicato al
giorno di oggi guardare alle sigle
soprattutto nelle realt dove si vota
con questo sistema elettorale. Penso
che debba prevalere la buona volont, lamore per la citt, le idealit e
le programmazioni per il territorio. Se
ci si incontra su questo terreno e se
c una volont condivisa, allora
bene.
Nellambito di questa alleanza ci

sono dei temi su cui il PD non pu


transigere?
Penso che lo sforzo debbano
farlo loro. Noi a Vieste veniamo da
una fase lunga e complessa anche
di difficolt interne. Abbiamo mancato
una serie di occasioni. Credo che se
le persone di buona volont, il
territorio il PD riesce ad esprimere
una cifra politica che segni un protagonismo diverso rispetto al passato
Poi le alleanze si fanno sui program-

(continua a pag.4)

La vignetta che Ettore Scola


disegn e regal al Viestefilmfest
allora Viestalia Cinemostra

GIOIELLI
PIZZA AL TAGLIO E DA ASPORTO

Francesco
Giardino

dove la pizza un culto...


Via Giovanni XXIII, 7

Tel. 338.7767704

Via S.Maria di Merino, 4


Tel./Fax 0884.701090

pag.2

settimanale

BASKET
SERIE C Silver
LA BISANUM VIESTE AFFONDA IL FASANO
Bisanum Viaggi Vieste
119
BK Fasano
57
Tabellini:
Bisanum Viaggi Vieste: Neal 29;
Ucci 11; Fratini 11; Dragna 14; Williams 15; Simeoli 4; Lauriola 18;
Vecera 3; Pietrafesa 8; Ruggieri 6
all. Desantis.
BK Fasano: Liaci 1; Sibilio 2;
Stomeo; Pezzarossa 15; Argento 10;
Di Mola 5; De Meo 2; Masciulli 20;
Losavio; Di Bari 2 all. Scarano.
In un Omnisport infreddolito dal
calo delle temperature delle ultime
ore, la Bisanum viaggi Vieste cerca
di tenersi aggrappata alla vetta della
classifica, in attesa dei risultati di
Foggia e Nard (che viaggia per
con una partita in meno). Avversario
di turno la Bk Fasano, squadra che
viaggia placida a met classifica con
14 punti e reduce da una netta
sconfitta casalinga contro la forte
UDAS Cerignola. I brindisini arrivano
sul Gargano senza il loro giocatore

simbolo, Laquintana, e senza Rosato,


ma con un roster in grado, sulla
carta, di impensierire la capolista.
La Bisanum arriva allo scontro
odierno dopo due vittorie consecutive
e deve tenere alta la tensione se non
vuole brutti scherzi, come quello
subito nellultima partita del 2015 da
Ruvo.
Starting five Bisanum con Neal,
Fratini, Ucci, Dragna, Williams. Fasano risponde con Pezzarossa, Argento, Di Mola, De Meo e Masciulli.
Pronti, via, tripla di Dragna. Che
bissa dopo nemmeno sessanta secondi. Tra gli ospiti sgomita e si fa
valere Di Mola, ma un gioco da tre
e un contropiede di Neal e un appoggio facile facile di Ucci, indirizzano
la partita sul parziale di 14-2 dopo
poco pi di tre minuti di gioco. Alla
festa prendono parte anche Williams
e Fratini, mentre Nick Neal continua
con i suoi abracadabra. Dopo sette
minuti di gioco la Bisanum gi sul

29-8. Si gioca per laccademia e lo


spettacolo e alla Bisanum vengono
fuori cose molto belle, soprattutto
quando sono semplici. Una Bisanum
perfetta fa in dieci minuti i punti che
solitamente si fanno in venti, fermando il tabellone su un eloquente 37-8.
Nel secondo quarto dentro Lauriola per la Bisanum, con Neal (gi
12 punti) chiamato a rifiatare in
panchina. I ragazzi di Desantis smettono di pigiare sullacceleratore, come
era ovvio e fin dai primi minuti gestiscono senza patemi il match. Purtroppo per Fasano, la Bisanum trova
il canestro anche senza cercarlo
spasmodicamente e Neal mette sei
punti in meno di un minuto. E cos
Vieste tocca quota 50 punti dopo
poco pi di 14 minuti di gioco, mentre gli ospiti affondano sempre pi
(50-12). Mentre Dragna trova il canestro anche dal garage di casa sua, il
primo tempo scivola inesorabile verso
il suo ineluttabile epilogo. Un 65-23
che da queste parti nessuno aveva
mai visto e si aspettava. Bisanum
quasi perfetta. Fasano in balia degli
avversari.
Ritorno in campo con il match
che sembra aver poco da dire. Ma
Williams sorprende con una schiacciata su libero sbagliato da Neal e
sveglia dal torpore un Omnisport che
vede i propri beniamini galleggiare su
un rassicurante +40 e dintorni, che
diventa +48 quando Neal mette tre
canestri in un amen.
Coach Scarano chiama il time
out quando mancano ancora 15
minuti e mezzo alla fine del match e
il punteggio sul 77-29, con il solo
Neal che ha gli stessi punti di tutta la
squadra avversaria. Non cambia
molto, poich Lauriola e Dragna
mettono due triple in pochi secondi,
scavando un solco che ormai una
voragine. Tra uninsensata protesta
degli ospiti e laltra, c gloria a
referto anche per Pietrafesa e per
Vecera che, con una tripla, chiude il
terzo quarto sul 92-36.
Con dieci minuti ancora da onorare e con i due punti messi in frigo,
lattenzione proiettata tutta sul
punteggio finale e sui baby di coach
Desantis: referto va anche Michele
Ruggieri, due volte di fila, portando i
suoi alla cifra tonda (100-44) con sei
minuti e mezzo ancora da giocare.
Lauriola ci prende gusto e trascina il
baby quintetto finale che se la cava
niente male. Il piccolo Tommaso
mette il sigillo al suo superbo quarto
con la schiacciata che chiude la
partita sul 119-57. Tanta, tantissima
roba per una Bisanum che ha ripreso
il suo cammino senza intoppi.
Al termine dellincontro, la dirigenza, con a capo il presidente Pasquale Vieste, ha incontrato Enrico Waldner, con il quale si giunti alla
risoluzione consensuale del contratto
che legava il lungo lombardo alla
compagine viestana.
Nessun rancore da entrambe le
parti, anzi, tante parole di stima. Il
presidente ha augurato al giocatore
tanta fortuna per il futuro.
Da parte sua, Waldner ha ringraziato la dirigenza per come sia stato
accolto e fatto sentire sempre un
componente della grande famiglia
Sunshine, sperando che non si tratti
di un addio, ma di un arrivederci.

LA BISANUM SI RINFORZA,
SAVARESE E NDIAYE I DUE NUOVI COLPI DI MERCATO
Il primo Ernesto Savarese,
classe 1989, play/guardia di 180 cm,
ha militato a Potenza, Mazara del
Vallo, Fermo, Licata e Calasetta
sempre in serie C. Giocatore che pu
coprire due ruoli, play e guardia, con
una buona propensione al tiro dalla
media e lunga distanza. Proviene
dalla studentesca Licata, dove viaggiava a una media di 19.2 punti a
partita. Un innesto importante, che
consentir a coach
Desantis di avere una
rotazione in pi in
questo campionato che
fino a questo momento
ha regalato tante soddisfazioni. Le prime
dichiarazioni di Ernesto
sono: Ringrazio il team manager Gianluca
Monacis e tutta la dirigenza, per lopportunit
e lo scenario che mi
stanno offrendo. Spero
di dare lapporto richiesto alla squadra e
di centrare insieme ai
nuovi compagni di
squadra gli obiettivi
richiesti.
Il secondo Fallou Ndiaye (pronuncia
con laccento sulla u
e sulla e, alla francese) il lungo che la
Bisanum Viaggi Vieste
affiancher a Darren Williams. Il
giovane atleta di origine senegalese,
classe 96, proviene dal vivaio della
Stella Azzurra Roma, dove negli
ultimi anni cresciuto allinterno delle
squadre giovanili, fino ad arrivare al
palcoscenico della Serie B. Fallou,
205 cm, un giocatore dotato di
grande fisicit. Questa la sua storia:
Vivevo a Dakar, la capitale del
Senegal, con i miei genitori e i miei
fratelli, uno pi grande e uno pi
piccolo di me. Andavo a scuola come
tutti i ragazzi di quellet. A 14 anni
ero gi abbastanza alto, quasi come
adesso e comunque molto di pi dei
miei coetanei. Non avevo mai toccato
un pallone da basket e non sapevo
neppure che cosa fosse realmente.
Su internet mi capit di vedere uno
spezzone di una partita di Nba. Mi
piacque quel gioco in cui bisognava

buttare il pallone in un canestro. Mio


padre me ne regal uno e con questo cominciai a divertirmi da solo sui
campetti di strada. Cera anche una
specie di allenatore che mi dava
qualche consiglio, ma nulla di importante. E, come spesso succede, mi
fecero un filmato e lo caricarono su
Facebook. Dopo un po di tempo i
miei genitori furono contattati dallItalia: era la Stella Azzurra Roma che

proponeva di farmi giocare con loro.


E naturalmente rassicuravano i miei
che mi avrebbero consentito di continuare a studiare. Sono partito e sono
arrivato in Italia. Da allora non sono
pi tornato in Senegal e neanche i
miei sono riusciti a venire in Italia
Ma la prossima estate ci torno. E
laffermazione sembra molto pi di
una promessa. Gioca nellUnder 17
e poi, con il passare del tempo,
nellUnder 19 con la quale conquista
anche uno scudetto. Fa anche qualche apparizione in prima squadra,
ma limpatto col basket che conta
arriva con lingaggio della Stella
Azzurra, sponda Viterbo. Quando mi
hanno proposto di giocare qui, ho
detto subito s.

SERIE C "SILVER"
20 Giornata (3 ritorno)
B.V. Vieste 119 57 Fasano
Bari 89 70 V.Ruvo di P.
Manfredonia 90 72 I.Brinidisi
B. Francavilla 90 73 Castellaneta
C. Ostuni - - L. Altamura
Diamond Fg 97 76 Lecce
N.P. Nard 89 47 Juve Trani
A. Cerignola 104 63 Monopoli
(ha riposato: Ecolav Cerignola)

Classifica
N.P. Nard
Bisanum Viaggi Vieste
Diamod Foggia
Udas Cerignola
BK A. Manfredonia
Adria Pall. Bari
Libertas Altamura
Juve Trani
V. Castellaneta
Olimpica Cerignola
Cestistica Ostuni
BK Fasano
Virtus Ruvo di P.
Action Now Monopoli
New BK 99 Lecce
Basket Francavilla
Invicta Brindisi

34
34
34
30
28
22
20
20
14
14
14
14
14
10
6
6
4

Prossima Giornata
Monopoli
Fasano
I.Brinidisi
Juve Trani
L. Altamura
Fire Lecce
Ruvo
Castellaneta

- B.V. Vieste
- Diamond Fg
- Adria Bari
- E. Cerignola
- Francavilla
- Manfredonia
- Ostuni
- Nard

(riposa: Allianz Cerignola)

settimanale

CALCIO Eccellenza PALLAVOLO


Campionato Regionale
GIRONE UNICO
RISULTATI - 21 Giornata
Gravina
Grottaglie
Molfetta
Atl.Mola
Bitonto
Atl.Vieste
Sudest
Barletta
Leverano
Casarano
Mesagne
Castellaneta
Novoli
Sporting Pro
Bisceglie
Altamura
Otranto
Trani

2-1
1-1
0-0
1-1
1-0
2-0
3-0
0-1
2-2

CLASSIFICA
F.C.Gravina 48; Casarano, Altamura, Atl.Vieste 38; Barletta 37; Trani
31; Atl.Mola, Molfetta, Novoli 30;
Otranto 27; Bisceglie 26; Mesagne,
Leverano 25; Bitonto 24; Sudest 23;
Sporting Pro 20; Castellaneta 19;
Grottaglie 12.
Prossimo Turno
Altamura
Bitonto
Casarano
Gravina
Atl.Vieste
Leverano
Grottaglie
Mesagne
Trani
Molfetta
Atl.Mola
Novoli
Barletta
Otranto
Castellaneta
Sudest
Sporting Pro
Bisceglie

A BITONTO VINCE
IL GENERALE INVERNO
BitontoAtl. Vieste
0-0
Atl. Vieste: Innangi, Augelli P., Caruso, Giannuzzi (39 st Kouame), Sollitto, Camasta, Augelli R., Silvestri,
Gallo (1 st Masanotti), Colella, Milella
a disp. Bua, Santoro, Rotunno,
Chiarella, Triggiani all. Franco
Cinque.
Il maltempo che ha colpito la
Puglia non ha risparmiato il manto
erboso del comunale di Bitonto,
riducendolo ad un acquitrino dove
hanno provato a giocare la squadra
di casa e l'Atletico Vieste. Ne
venuto fuori un freddo 0-0, raggelato
dal forte vento e da qualche precipitazione nevosa che ha reso ancor
pi complicata la tenuta del terreno
di gioco.
La ricognizione effettuata prima
del fischio di inizio dallarbitro Cherchi,
giunto dalla lontana Sardegna, in
compagnia dei due capitani, aveva
dimostrato che il pallone rimbalzava
e rotolava a sufficienza per poter
disputare il match. Ma questi requisiti
minimi non hanno garantito la disputa
di una gara di calcio, il vero assente
del match.
Senza Triggiani, Stoppiello e
San, Franco Cinque stato costretto a schierare un attacco leggero
con Rocco Augelli affiancato da
Gallo, non il massimo viste le condizioni del campo. Pettinicchio aveva
recuperato Bonasia ma doveva rinunciare a Roselli squalificato.
Nelle ultime cinque giornate,
l'Atletico Vieste ha disputato ben
quattro gare in trasferta ottenendo il
successo di Taranto, due pareggi con
Barletta e Bitonto e subendo la
sconfitta ad Altamura.
Domenica prossima torner tra le
mura amiche per affrontare il Leverano, formazione in grado di passare
da squadra quasi materasso nella
prima parte di campionato (comunque vittoriosa sul Vieste all'andata
per 3-2) a compagine in grado di
ottenere 9 risultati utili nelle ultime 10
partite, compreso il successo sulla
corazzata Casarano. Proprio questo
successo, e quello del Mesagne sul
Castellaneta, hanno spinto il Bitonto
al quintultimo posto, in zona play-out,
alla vigilia della delicata trasferta di
Altamura.
Sandro Siena

settimanale

Direttore responsabile:
Nin delli Santi
Collaboratori:
Carmine Azzarone, Luther Blisset,
Vincenzo Casamassima, Dragutspia,
Michele Notarangelo, Franco Patrone,
Gaetano Simone, Saverio Serlenga,
Matteo Siena, Sandro Siena

"Il FARO settimanale sar in edicola


venerd 29 gennaio 2016
Reg. Tribunale Foggia n.6 dell11 giugno 1996
Stampa: Grafiche Iaconeta
Giornale stampato su carta riciclata

Fermo il Campionato Open Maschile per consentire lo svolgimento


del 1 Concentramento della Capitanata Cup, che sar ospitato Domenica 24 gennaio dalla Societ S.S.E.
Troia.
Nella massima serie femminile
nulla cambiato in classifica. La
capolista Olimpia Volley PF Apricena
vince agevolmente con la giovane
squadra di Giampaolo Lippa, la
Volley Casalnuovo, per 3-0. Tutte le
inseguitrici incamerano i 3 punti in
palio, la Play V. Ischitella passa
indenne per 3-0 a S. Nicandro;
lHotel Gran Paradiso di San Giovanni Rotondo cede un set alla S.S.E.
Troia di Vito Tozzi e mantiene il
secondo posto in classifica, in condominio, con 18 punti. Il Vieste vince in
casa per 3-0 e si posiziona al quarto
posto con 15 punti; seguono Pietramontecorvino, che ha riposato, con 9
punti; S. Nicandro con 8; Sammarco
Pallavolo 4, S.S.E. Troia 3 e la Volley
Casalnuovo a zero punti. Sar molto
interessante la prossima giornata,
infatti le prime quattro formazioni si
scontreranno fra di loro, la prima,
Olimpia V. PF Apricena, ospiter la
seconda Play V. Ischitella; lHotel
Gran Paradiso San Giovanni R.
ricever il Csp Ipssar V. Vieste.
Questi due risultati saranno determinanti per lassegnazione del titolo di
campione dinverno e potrebbero
consolidare o riaprire la leadership di
questo avvincente campionato Open
Femminile, visto che in tre punti ci
sono ben tre squadre. La S.S.E.
Troia ospiter la squadra di mister
Raffaele Mantuano, mentre la Volley
Casalnuovo cercher di incamerare i
suoi primi punti giocando in casa con
il team di mister Saverio Saracino,
un gradito ritorno unitamente a Luciano Potenza, due figure storiche della
pallavolo di San Marco in Lamis.
Nel Campionato Under 16 Femminile, nel girone A il Vieste continua
a detenere la testa della classifica,
vincendo per 3-1 a San Giovanni
Rotondo; al secondo posto la formazione della Pallavolo Cerignola A,
al terzo il San Giovanni Rotondo,
chiude lAnspi San Nicandro. Nel
Girone B la squadra di Michele
Valentino Cerignola B ancora a
punteggio pieno, ottimo il secondo
posto della squadra della V. Casalnuovo. Chiudono, per ora a pari
merito, il Castelnuovo e lApricena.
Una sola giornata al termine, pi
qualche recupero, giochi chiusi per la
qualificazione del Girone B, matematicamente ancora aperti invece per il
Girone A. Accedono alle finali provinciali a quattro squadre, le prime due
classificate di ogni girone.

LA STORIA DI
DUE CUCCIOLI DISABILI
CHE COMMUOVE LITALIA
Sbirulino e Nebbia sono due
cuccioli disabili trovati dai volontari di
Anpana Vieste nella primavera del
2015. Sbirulino un volpino di circa
un anno e mezzo trovato impallinato
alla schiena e paralizzato in modo
irreversibile, mentre Nebbia un
cucciolo di maremmano nato con
problemi neurologici che gli causano
saltuarie convulsioni e non gli permettono una naturale deambulazione.

Grazie al progetto di Anpana Vieste


Zero Cani in canile che prevede
ladozione per tutti i randagi, per
entrambi parte la ricerca di una
famiglia. Grazie ad una rete di volontari nazionale, Sbirulino viene adottato in Brianza, dove oggi vive felice
con Angela Frigerio ed Elisa Mottola.
La storia di Nebbia pi travagliata.
Crescendo tende a perdere lequilibrio
cos quando cammina cade spesso.
In accordo con il
veterinario i volontari di
Anpana
Vieste
decidono
di portarlo
al mare
per fargli
fare terapia in acqua. Div e n t a
subito la
mascotte
d e l l a
spiaggia
con decine di turisti che tifano e lo applaudono quando comincia a camminare
senza pi cadere. A settembre arriva
finalmente una richiesta da Piacenza
ma ladozione fallisce. LAnpana
Vieste fa intervenire i colleghi del
Veneto facendo spostare Nebbia a
Lodi presso una volontaria disposta
a tenerlo fino ad adozione, la signora
Elena della Giovanna di Lodi. Ma
Nebbia sta male e viene ricoverato
presso la clinica veterinaria di Melegnano, dove gli viene diagnosticato
una malattia rara curabile con un
medicinale in vendita solo in Svizzera. I volontari lo acquistano e
Nebbia comincia a migliorare. Dopo
tre mesi di intensa azione mediatica
da parte dei volontari di Anpana
Vieste, aiutati da volontari di tutta
Italia, finalmente per Nebbia arriva
una splendida famiglia. Sono Stefano
Cammilli e Romana Pecchioli di
Pistoia che il 16 gennaio vanno a
Lodi a prendere Nebbia.
Alla notizia della sua adozione il
popolo di Facebook impazzisce e il
suo video in cui corre felice in giardino, ottiene oltre un milione di visualizzazioni.

che vuoi tu,


OLMO Vieste Quello
e un po di pi
OFFERTE VALIDE DAL 25 GENNAIO AL 3 FEBBRAIO 2016

pag.3

IMPARIAMO A CONOSCERE VIESTE:


COME ERA E COME E

I FRATELLI
DI LORENZI FAZZINI

Anche i fratelli di Lorenzo Fazzini


si fecero molto apprezzare a Napoli:
Matteo, il pi grande, svolse una
luminosa carriera nel foro napoletano
come giureconsulto.
Domenicantonio (pi noto soltanto come Antonio), anchegli avvocato,
insegn filosofia all'Universit di
Napoli, cattedra che fu poi occupata
da Pasquale Galluppi, ed economia
politica nella scuola del fratello
Lorenzo. Si dedic molto agli studi
filosofici e letterari, particolarmente a
quelli della Scienza Nuova di Giambattista Vico ed ebbe il merito di aver
introdotto nel Regno di Napoli il
Trattato di Diritto Penale di Pellegrino
Rossi, che tradusse dal francese,
arricchendolo di note e commenti. Il
Rossi che era esule a Parigi, ebbe a
scrivergli: La vostra traduzione, mio
caro Fazzini, uno dei pi grandi
pregi che possa avere il mio lavoro
originale. Il Rossi fu uno degli spiriti
sommi, che idearono ed attuarono
lideale dellunit, della libert e
dellindipendenza della Patria, come
ebbe ad elogiarlo Francesco DellErba, con larticolo Profili di viestani
illustri in Il Faro di Vieste anno 1950,
n.12, p. 3).
Fu anche collaboratore di alcune
riviste letterarie dell'epoca, fra cui il
Poliorama Pittoresco. Delle sue
pubblicazioni da ricordare il saggio
Le confessioni spontanee dei rei
secondo i principi di G.B. Vico,
particolarmente elogiato dal filosofo
Victor Cousin, che fra laltro lo defin
Voi siete uno dei migliori filosofi
italiani e lo sarete anche in Europa.
Mor all'et di 29 anni nel 1840,
dopo aver difeso davanti alla Suprema Corte di Giustizia un certo Germano Lena, condannato a morte
dalla Gran Corte Criminale, salvandolo dal patibolo.
Gaetano Emanuele (anche se
non si mai sottoscritto con questo
secondo nome), fu un accurato
disegnatore in architettura ed in
figura, di fervida fantasia, intraprese
la professione come architetto progettista. In et ancora giovanile ebbe
lincarico dai fratelli Bartolomucci della
costruzione di un palazzo a Picinisco,
in provincia di Frosinone, che fu
edificato sotto la sua direzione.
Alla scomparsa del fratello Lorenzo, morto di peste nel 1837, chiese
ed ottenne da re Ferdinando II la
riapertura della scuola fondata dal
fratello includendovi
insieme alla fisica anche larchitettura.
Nel 1841 il Ministro
Santangelo gli affid
lincarico del progetto
dell'Osservatorio sul
poggio del Salvatore
sul Vesuvio, unitamente alla strada rotabile
che da Resina (oggi
Ercolano), raggiungeva
questo luogo. LOpera
fu compiuta in quattro
anni ed ebbe il plauso
nel Congresso degli
scienziati italiani riunitisi
a Napoli. Inoltre progett e diresse
lOsservatorio Astronomico a Miradois; due stabilimenti termo-minerali a
Ischia e a Lacco Ameno, i camposanti di Casamicciola e Forio
dIschia, il restauro di alcune chiese
e quello del Reale Stabilimento
dellAnnunciata, e tantissimi altri
lavori.
Nel 1839 Gaetano, su invito di
Franois Arago, si rec a Parigi
portando con s gli appunti sullelettromagnetisno scoperto del fratello
Lorenzo e che successivamente
furono sfruttati dallo stesso Arag e
dal fisico Michael Faraday.
In quelloccasione ebbe modo di
assistere alla dimostrazione del
Dagherrotipo. Parola semplice, ma
che sta ad indicare il prototipo della
macchina fotografica, inventata da J.
M. Daguerre, dal cui nome provenne
il titolo di questa prodigiosa macchina.
Al rientro a Napoli port con s
il dagherrotipo e, dopo averne illustrato la funzionalit nella rivista
Lucifero ne volle dare anche una
dimostrazione il 13 e 14 dicembre
alla presenza del principe Gaetano
di Borbone, conte di Siracusa, fratello

del re Francesco II e a quella del


Ministro della Polizia, il marchese Del
Carretto.
Anche il fratello Antonio in quelloccasione ebbe a tesserne gli elogi
il 21 dicembre 1839, a pag. 149 nel
IV volume del Poliorama Pittoresco,
insieme ai poeti Francesco Ruffa,
Cesare Malpiga e G. Carfagna.
Gaetano Fazzini mor a Napoli il
24 dicembre 1878.
Che cosera questo dagherrotipo
che port da Parigi?
Il dagherrotipo era costituito da
due cassette di legno intercomunicanti e da un obiettivo che permetteva il passaggio di luce e dellimmagine da realizzare. Si utilizzava una

lastra di rame argentato. Questa


lastra veniva perfettamente lucidata
e pulita, in modo da diventare uno
specchio: a questo punto era pronta
per essere resa sensibile alla luce.
La si poneva allinterno di una scatola costruita appositamente, che possiamo dirla camera oscura, nella
quale veniva sensibilizzata ai vapori
di iodio e successivamente esposta
alla luce. Il tempo di esposizione
poteva variare da alcuni secondi ad
alcuni minuti, a seconda della quantit di luce disponibile. Lesposizione

era dato semplicemente togliendo e


rimettendo a posto il tappo dellobiettivo. Ora per rendere visibile limmagine, la lastra veniva sviluppata
allinterno del secondo contenitore,
quello della camera oscura per
mezzo di vapori di mercurio; indi
veniva lavata e fissata con acqua
distillata e poi asciugata.
Limmagine che si otteneva era
copia in positiva, e pertanto non
poteva essere riprodotta.
Queste notizie sono in gran parte
ricavate da M. Melloni, Dalla Relazione intorno al Degherrotipo, Napoli
1839.
Col passare degli anni, per,
sono cambiate molte cose, sia per lo
sviluppo che per il fissaggio, gli acidi
usati per gli uni e per gli altri sono
andati alla portata di tutti e il dagherrotipo divenne la macchina fotografica
che girava in tutte le vie cittadine del
mondo. A Vieste ad utilizzarla vi era
un certo Nicola Tantimonaco, che
normalmente sostava con la sua
macchina sul treppiedi nel piazzale
della Pescheria e in quello attiguo
alla chiesa di S. Croce.
(47 continua)
Matteo Siena

la radio che serve


al Gargano

www.ondaradio.info

la radio che serve


al Gargano

e-mail: ilfaro@viesteonline.it

www.ondaradio.info

notizie notizie notizie notizie notizie notizie


L'elezione avvenuta venerd scorso in maniera assai rapida

S al quesito sulla durata delle autorizzazioni proposto da nove consigli regionali

CAMPO: SE SIAMO QUI CREDO


E
BIAGIO
DI
IASIO
IL
NUOVO
PRESIDENTE
DEL
GAL
GARGANO
CHE
I MILITANTI DEL PD A VIESTE
TRIVELLE, LA CONSULTA AMMETTE IL REFERENDUM
Nuovo
vertice
per
il
GAL
(Gruppo
dAzione
Locale)
Gargano.
Dopo
le
ABBIANO COMPIUTO
La Corte Costituzionale ha dichiamare. In origine i referendum erano
dimissioni del numero uno Franco Schiavone, il consiglio di amministrazione
rato ammissibile il referendum sulle
6 e il 27 novembre la Cassazione
QUESTA SCELTA
ha eletto presidente Biagio Di Iasio. Il mandato durer fino all'elezione del
trivelle: il quesito riguarda la durata
diede il via libera. Un fuoco di fila di

delle autorizzazioni a esplorazioni e


trivellazioni dei giacimenti gi rilasciate. A
proporlo sono nove
Consigli regionali.
Questo stesso quesito
era gi stato dichiarato
ammissibile dalla Cassazione. Ma il governo
starebbe gi pensando
a intervenire.
La battaglia che,
dopo il dietrofront
dell'Abruzzo, vede
schierate 9 Regioni e
idealmente i comitati No-Triv, investe
le disposizioni sulle attivit di ricerca
e sfruttamento degli idrocarburi in

IL CONSORZIO GARGANO MARE


SOSTERRA IL REFERENDUM

La decisione della Corte Costituzionale un riconoscimento allimpegno di quanti in questi anni si sono
battuti a favore della tutela del nostro
mare. Il Consorzio Gargano Mare
simpegna ora a sostenere la campagna referendaria ha dichiarato
Mariella Nobiletti, presidente del
Consorzio Gargano Mare per
riaffermare il diritto delle popolazioni
del Gargano di non veder deturpato
il proprio mare, bene primario per lo
sviluppo economico del
comprensorio.
Mariella Nobiletti, con Agostino
Silvestri e Gino Notarangelo (componenti del cda del Consorzio) avevano
partecipato allincontro di luned 18
gennaio presso lAula consiliare della
Comune di Manfredonia, promosso
dalla rete Rete NoTriv, contro le
trivellazioni al largo delle Isole Tremiti.
Nelloccasione il Consorzio Gargano
Mare ha sottoscritto il documento
finale stilato al termine della riunione.

fronte al quale il governo intervenu-

to con una serie di modifiche nella


legge di Stabilit, stabilendo anche il
divieto di trivellazioni entro le 12
miglia marine. La Cassazione
tornata quindi a pronunciarsi l'8
gennaio e, alla luce della legge di
Stabilit, ha chiuso i giochi per 5
quesiti. Ma un referendum, centrale,
sopravvissuto: quello sulla durata
dei titoli per sfruttare i giacimenti l
dove le autorizzazioni siano gi state
rilasciate. Un termine che la norma
collega alla "durata della vita utile del
giacimento".
Il presidente Renzi dev'essere
contento perch quando il popolo
irrompe sulla scena della democrazia,
chi iscritto al Partito democratico
dev'essere contento per definizione.
Cos il presidente della Regione
Puglia, Michele Emiliano, commentando con i giornalisti la decisione
della Consulta sul referendum anti
trivelle. La campagna referendaria
contro le trivelle", ha aggiunto, "comincia subito.

E NATA L'ASSOCIAZIONE STUDENTESCA "GIOVANI IN AZIONE"

E nata lassociazione studentesca "Giovani In Azione" che opera,


come si legge nellatto costitutivo, per
la promozione tra i giovani della
cittadinanza attiva in tutte le sue
forme, attraverso la creazione e
limplementazione di spazi di aggregazione, cultura, ludici, di solidariet
e volontariato.
Il ruolo di Giovani in Azione
allinterno della nostra scuola ha
spiegato il coordinatore Matteo Parisi
sar pertanto quello di baluardo a
difesa dello studente. Sogniamo una
scuola vissuta e partecipata, con una

didattica davvero nuova, nella quale


vengano rispettate le inclinazioni, le
aspettative e le capacit degli studenti. Fare in modo che i gruppi sociali,
giovanili o professionali continuino ad
avere interessi divergenti la miglior
strategia per non raggiungere mai dei
risultati concreti.
Il nostro principale obiettivo
riunire tutti i giovani che vogliono
davvero essere "in azione" stimolando la partecipazione attiva con
l'organizzazione di mobilitazioni al fine
di trovare soluzione alle problematiche giovanili.

nuovo consiglio di amministrazione, prevista tra pochi mesi: servir vedere


chi sieder nel nuovo organo per comprendere se il presidente sar
riconfermato o si proceder ad un'altra elezione.
A quanto sembra Di Iasio potrebbe guidare il Gruppo d'Azione Locale
con sede nella sua nativa Monte
Sant'Angelo sia nel periodo di transizione che in quello della futura programmazione. Secondo alcuni, Diasio
punterebbe ad altro: tra qualche mese
ci sar il pensionamento del concittadino Matteo Di Mauro che liberer
l'ambito ruolo di segretario generale
di Camera di Commercio, incompatibile con la presidenza.
Il consiglio di amministrazione che
lo ha eletto venerd scorso composto da Danilo" Lolatte, Domenico Pio
Manzo, Giuseppe Campanaro, Massimo Mezzina, Franco Tavaglione,
Rossella Falcone e Vincenzo Fini.

lo spettacolo
LA SCUOLA MEDIA DI VIESTE A ROMA Per presentare
teatrale e musicale
La forza delle parole
PER IL GIORNO DELLA MEMORIA 2016
Il 26 gennaio,
Giorno della
Memoria, la Scuola
Secondaria di I grado
Alighieri-Spalatro di
Vieste presenter a
Roma (ore 17,00 al
Teatro Le Maschere,
via Aurelio Saliceti 1/3)
lo spettacolo teatrale e
musicale la forza delle
parole.
Si tratta di un lavoro originale nato come strumento e contributo di conoscenza e
approfondimento delle
tematiche proprie della
Shoah allinterno delle
attivit organizzate nel
corso degli anni scolastici per il Giorno della
Memoria.
Lo spettacolo vuole
evidenziare limportanza della parola nei discorsi che hanno segnato la nostra storia
recente. Nel corso
dellevento interverranno: Ruth Dureghello,
presidente della Comunit Ebraica di Roma; Pietro
Loconte, dirigente scolastico di Vieste; Alberto Mieli, sopravvissuto e
cittadino onorario di Vieste.

[Si ringrazia lUfficio Anagrafe


del Comune di Vieste]
(aggiornamento al 20 gennaio 2016)

NATI
17.01.2016
S.G.Rotondo
12.01.2016
Foggia

MORTI
Guerra Libera
n.
Vieste
m.
Vieste
Rizzi Sante
n.
Vieste
m.
Vieste

17.03.1929
15.01.2016
08.01.1932
19.01.2016

mi. E una questione che riguarda


Oggi governare complicato. C
una chiamata di responsabilit che
riguarda il Paese e che riguarda i
territori. Ed necessario che siano
loro i protagonisti di questa stagione.
I militanti del PD capiranno tutto
questo?
Se siamo qui credo che i militanti del PD a Vieste abbiano compiuto questa scelta. Non che la
decidiamo da fuori.
Questa alleanza a Vieste fa parte
di un progetto pi ampio a livello
regionale o un esempio episodico?
No, non fa parte di nessun
progetto complessivo. La candidatura
di Emiliano ha segnato una discontinuit anche aprendo lo scenario
politico a nuove esperienze, a nuove
alleanze. Lo stesso ha fatto anche
Renzi. Del resto governiamo il Paese
con una maggioranza che nessuno
avrebbe immaginato qualche anno
fa. Non vuol dire che sia una formula. Ma, ripeto, dipende molto da ci
che si ha in mente di fare e dal
protagonismo che il territorio come al
solito assumendosi le responsabilit
dovr fare.

VENDESI
ATTIVITA' DI TABACCHERIA
Ben avviata ed in ottima posizione
sul trafficato e frequentato
Lungomare Europa
OTTIMO AFFARE
Per informazioni cell. 347 53 29 20

LANAGRAFE DEI VIESTANI

Etabaghi
(M)
Mohamed Amin
Sacco
(F)
Jasmine

(segue da pag.1)

VIATel.GIO338.2132976
VANNI XXIII, 35
Vieste

ORARIO dal luned al sabato 8,00-13,00 e 16,30-20,00


domenica 8,00-13,00

VIA CARLO ALBERTO DALLA CHIESA, 20