Sei sulla pagina 1di 9

Polstrada

Pachino

Ancora alto il numero


degli automobilisti
senza cintura

Via la ditta Busso


Per ligiene urbana
arriva la Dusty
A pagina due

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quattro

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 13 giugno 2015 Anno XXVIIi N. 137 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Cronaca. Operazione Euripide, ancora un provvedimento del Riesame

Operazione dei Carabinieri

Estorsioni: presi
Revocata lordinanza
gli esponenti
allex consigliere Messina del clan Nardo
I giudici dispongono il dissequestro dei suoi beni
parco robinson

Squallore
degrado
e scempio

di Salvatore Maiorca

S quallore,

abbandono,
scempio: ecco cos oggi il
parco Robinson di contrada
Bosco Minniti: alberi appassiti, altri abbattuti,
sterpaglie dove dovrebbe
esserci il prato, giostrine
malridotte, rifiuti dappertutto, insetti di ogni tipo. Il
locale dei servizi igienici
chiuso. Sulla porta un cartello: Chiuso per mancanza dacqua. Sul retro c
quel che dovrebbe essere
il magazzino. Un lucchetto
anche qui. Due ragazzini si
divertono a scagliare pietre.

n altro allarme stato


lanciato da un rappresentante delle forze dellordine.

A pagina dodici

A pagina cinque

citt

cronaca

Falso allarme Due barconi


ordigno
destinati
al Tribunale ad Amsterdam
U

Due

barconi sequestrati
dalla Procura di Siracusa,
sui quali hanno viaggiato i
migranti per fuggire.
A pagina quattro

Proseguono gli annullamenti dei provvedimenti


cautelari, emessi dal Gip
del Tribunale di Catania,
nellambito delloperazione antidroga denominata Euripide e Mammona, portata a termine
il 15 maggio scorso dai
carabinieri del nucleo investigativo del Comando
provinciale di Siracusa,
che hanno azzerato una
presunta gang che operava nel traffico della droga.

l Consglio comunale ha
adottato la mozione riguardante la lite pendente davanti al Consiglio di
Giustizia amministrativa
tra il Comune e lOpen
Land.

A pagina cinque

A pagina due

open land

Approvata
la mozione
in aula
I

Le dichiarazioni del collaboratore di Giustizia, Fabrizio

Blandino, ex consigliere comunale di Augusta, hanno


consentito ai carabinieri della Compagnia megarese di
dare un volto agli autori di una serie di estorsioni.
A pagina sette

Falso medico derubava


le vittime in casa loro
A

Belvedere i Carabinieri delle Stazione


di Portopalo di Capo
Passero e di Cassibile
hanno dato esecuzione
ad un provvedimento
cautelare.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
PACHINO

Gestione
dei rifiuti,
cambia
la ditta

Sicilia 13 giugno 2015, sabato

A causa delle critiche condizioni

igieniche e sanitarie ci siamo visti


costretti a interrompere il regime di
proroga dellazienda che gestisce la
raccolta dei rifiuti. A dichiararlo
sono stati il sindaco, Roberto Bruno,
e lassessore allEcologia, Andrea
Nicastro. Oggi stato dichiarato
chiuso il rapporto con la ditta Busso

13 giugno 2015, sabato

e con unordinanza contingibile e


urgente stato affidato il servizio
alla ditta Dusty. Capiamo la situazione economica delle famiglie degli
operatori ecologici ha dichiarato il
sindaco, Roberto Bruno -, a causa dei
mancati pagamenti degli stipendi, e
siamo stati noi per primi a scendere
in strada a loro fianco. Ma non si pu

accettare impassibilmente di vedere


una citt sommersa dai rifiuti e non
certo solo a causa dei due giusti e
legittimi scioperi proclamati dai
sindacati, per manifestare lo stato
di malcontento dei lavoratori che,
comunque, verranno tutelati. Quanto
accaduto ha causato una critica situazione igienica e sanitaria.

Con

riferimento al
comunicato del presidente e dei consiglieri della circoscrizione
Ortigia
(Scarso,
Gibilisco
e Grienti), sulla riqualificazione
del
parcheggio Talete e
dell'area circostante,
l'Ufficio del centro
storico afferma che
la questione stata
passata alla competenza dell'Ufficio le-

gale. Nonostante la
sottoscrizione di una
convenzione con polizza fideiussoria e di
un verbale di consegna lavori, spiegano i
funzionari del Centro
storico, la Russott finance spa non ha finora rispettato le previsioni contrattuali.
I consiglieri del quartiere Ortigia avevano
detto a proposito del
mancato intervento

al parcheggio Talete: Riteniamo che


sia giunto il momento che l'Assessore al
Centro Storico Francesco Italia ci spieghi
il perch fino ad oggi
non stato speso un
solo euro dai 600
mila euro previsti
per la sistemazione
e riqualificazione del
parcheggio
Talete
come da progetto gi
predisposto dall'Uffi-

Il parcheggio sulo Passeggio Talete.

cio Tecnico speciale


Ortigia. Vogliamo ricordare all'Assessore
Francesco Italia che
con delibera del Consiglio comunale del 4
ottobre 2006 avente
per oggetto la variante urbanistica al piano particolareggiato
di Ortigia (cambio
di destinazione d'uso
dell'ex Palazzo delle
Poste) si verbalizzava come segue: "che

le somme dovute
dalla Russott Finance S.p.A. per gli oneri di urbanizzazione
relativi all'intervento
unitamente alle ulteriori risorse poste
a disposizione come
in premessa dalla Russott Finance
S.p.A. nei limiti di
euro 600.00,00 siano utilizzate al fine
di realizzare interventi di riqualifica-

Emergenza migranti
Lo Sprar di Melilli
ancora con criticit

Marco ho visitato lo Sprar di contrada


a Spalla a Melilli riscontrando le
identiche criticit che un anno prima,
un'ispezione del Ministero ad opera del
Servizio di Protezione per richiedenti
asilo, aveva formalmente espresso.
Cos Sofia Amoddio, deputato nazionale PD. A distanza di un anno,
il centro gestito dalla Cooperativa
Luoghi Comuni non ha migliorato
le molte criticit che erano state segnalate nella relazione ministeriale".
Ritengo prosegue Amoddio che
una situazione di questo tipo non sia
tollerabile, tanto pi che il centro Sprar
ha regolarmente ricevuto l'intero pagamento per l'anno 2014 e nonostante

Attivit produttive, Teresa Gasbarro. Il presidente il dirigente comunale


del settore, Giuseppe Ortisi; gli altri componenti sono: Carmelo Maiorca
(vice presidente di Slow Food Sicilia), Paolino Uccello (guida naturalistica
ed esperto di tradizioni locali), Vittorio Cardaci (esperto del settore enogastronomico) e Giuseppe Li Rosi (esperto del settore agro alimentare). Nel
corso dellincontro, la commissione ha redatto un primo elenco di prodotti
agroalimentari legati alla tradizione siracusana, di cui si dovranno redigere
le schede identificative o i disciplinari di produzione. Anche i prodotti
dellartigianato potranno ottenere il marchio Deco, come la carta papiro o
i pupi. gi pervenuta una prima richiesta di iscrizione.

Open Land: approvata


la mozione in Consiglio

Sopralluogo di Cirone e Amoddio

Insieme allOn. Marika Cirone di

insediata ieri commissione che si occuper di assegnare il marchio di


Denominazione comunale (Deco) ai prodotti tipici del nostro territorio. La
commissione prevista dal regolamento approvato, lo scorso febbraio, dal
consiglio comunale con l'obiettivo di aiutare la collocazione nei mercati di
qualit delle nostre merci. La commissione stata nominata dal sindaco,
Giancarlo Garozzo, e alla prima riunione ha partecipato l'assessore alle

Cronaca di Siracusa

politica. ma quante polemiche in aula tra maggioranza e opposizione

la riqualificazione del parcheggio

Talete
Nessuna
notizia
di Russott

Insediata la commissione
per assegnare il marchio Deco

Sicilia 3

ci il centro utilizzato solo per 75 posti


ordinari e contrariamente al progetto,
non in grado di assicurare l'accoglienza
degli ulteriori 75 posti aggiuntivi. Il
Centro non ha ancora garantito uno spazio
comune di socializzazione se non una
stanza spoglia con una tv ed una panca
di legno con tre posti a sedere. Manca
un piano pasti settimanale dal quale si
possa risalire ad un menu variabile
che tenga conto delle usanze culturali e
religiose degli ospiti presenti; manca un
adeguato servizio di trasporto per oltre
70 persone ed assente perfino il frigorifero, richiesto ben un anno addietro,
ove conservare frutta ed acqua fresca
in concomitanza con il periodo estivo.
Anche le professionalit non corrispon-

dono esattamente a quelle indicate nel


progetto. Auspico che il Comune di
Siracusa, titolare del progetto Sprar, vigili
sull'effettivo ripristino delle condizioni
abitative minime previste dal progetto
nonch di seguire le raccomandazioni
descritte relativamente all'equipe e ai
servizi minimi offerti, attualmente non
aderenti alle linee guida ministeriali, pena
la decurtazione del punteggio attribuito
e conseguente revoca totale o parziale
del contributo. Per questo motivo ho
presentato una interrogazione al Ministro
dellInterno per metterlo a corrente dei
fatti ed intraprendere le misure necessarie affinch lente gestore adempia alle
prescrizioni impostegli. Lemergenza
migranti una questione molto delicata

zione nel circostante


perimetro urbanistico di Ortigia. A tal
fine questa societ
sar impegnata ad
utilizzare i fondi sopra descritti per la
sistemazione
e la
riqualificazione del
parcheggio Talete".
Noi, assessore Italia
riteniamo che contemporaneamente al
rilancio turistico di
Ortigia vanno difese
e tutelate le famiglie
che vi risiedono ed i
loro ragazzi, ed per
queste ragioni che
chiediamo l'utilizzo
di parte dei 600 mila
euro cos come disposto dalla delibera comunale e dalla
successiva adesione
della Regione Siciliana per riqualificare l'area del Talete
attraverso la realizzazione di campetti
sportivi e di spazi a
verde attrezzato con
relative
giostrine
proprio nello spazio
sterrato antistante il
parcheggio Talete rispondendo cos alla
grande richiesta di
ragazzi e genitori e
nel rispetto di quanto per legge regolato
negli atti del cambio
di destinazione d'uso
del lex Palazzo delle
Poste.
R.L.

l Consiglio comunale ha
adottato la mozione riguardante la lite pendente davanti al Consiglio di Giustizia amministrativa tra il
Comune e lOpen Land.
Laula ha preliminarmente respinto le pregiudiziali
sulla trattabilit del punto
allordine del giorno per
incompetenza del Consiglio. A chiederle il consigliere Salvatore Castagnino; a motivarle il segretario
generale Costa In quanto
il Consiglio organo di
indirizzo e controllo, e la
fattispecie vi rientra.
Sullargomento erano intervenuti anche il consigliere
Cetty Vinci che ha parlato
di Mozione che aumenter i costi della causa e di
provvedimento destinato
ad aprire un altro contenzioso; e Gaetano Firenze
che ha definito Fuorviante
liniziativa, non essendoci
alcun motivo per mettere
il consesso a conoscenza di
questi fatti.
E toccato al capogruppo
del Pd, Francesco Pappalardo, uno dei tredici primi
firmatari della mozione, illustrarla in aula, prima del
dibattito. La mozione ripercorre liter giudiziario della
vicenda, fino alla nota riservata del legale dellEnte in
data 13 aprile 2015, indirizzata al Sindaco, nella quale
si comunica come nella vicenda emergono una serie
di profili che non agevole
valorizzare in seno al processo amministrativo, in
quanto il Giudice amministrativo non attrezzato
per rilevare appieno alcune incongruenze come, ad
esempio, il deposito in giudizio di documenti pretesamente di data certa, ovvero
i comportamenti apparentemente equilibrati ed irrispettosi del principio del

In foto, il centro commerciale nel quartiere fieristico.

contraddittorio tenuto dal


C.T.U..
Il Consiglio - recita tra
laltro la mozione - non pu
rimanere inerte considerato
che stato interessato della problematica con la nota
protocollo 830 del 3 giugno
2015, indirizzata al Presidente; ed atteso che esso ha
il compito di rappresentare
la comunit siracusana, di
esprimerne la volont, di
promuoverne lo sviluppo e
di curarne gli interessi.
Una condanna al risarcimento dei danni per come
quantificata nella relazione del C.T.U. - continua la
mozione - produrrebbe uno
squilibrio finanziario del
Comune con gravissimo ed
irreparabile nocumento per
gli interessi e lo sviluppo
della comunit siracusana.
Il contenuto contraddittorio
delle sentenze sopra richiamate, evidenzia, inoltre,
una manifesta difficolt di
interpretazione dei procedimenti amministrativi oggetto dei giudizi tra il Comune di Siracusa e lOpen
Land.
Incomprensibile ipotizzare infine - che una col-

lettivit possa subire pregiudizi gravissimi per il


proprio sviluppo a fronte
di una richiesta di rilascio
di una concessione edilizia
per la realizzazione di un
intervento edilizio che non
sarebbe stato assentibile
alla luce della pertinente
normativa urbanistica e che
stato comunque realizzato.
Nel dibattito che ha preceduto lapprovazione della
mozione sono intervenuti
diversi consiglieri. Per Simona Princiotta La mozione, come proposta, un
atto diffamatorio, ed da
denunciare al contempo Il
silenzio dellAmministrazione che avrebbe dovuto
comunicare al Consiglio gli
sviluppi della vicenda per
poi trattarla in una seduta
daula dedicata.
Per Massimo Milazzo Tutta la vicenda stata gestita
in maniera superficiale. Sin
dal suo insediamento - ha
detto il consigliere rivolgendosi al Sindaco - occorreva coinvolgere direttamente il Consiglio: adesso
troppo tardi. Milazzo ha
infine chiesto listituzione

di una commissione dindagine interna per verificare


quanto successo sulla vicenda.
Identica richiesta venuta
anche da Gaetano Firenze perch Dalla vicenda
emergono delle responsabilit che nessuno pu coprire. Per Firenze, infine, La
seduta non ha senso se non
quello di determinare un
costo: se il sindaco sapeva
da aprile doveva denunciare penalmente quello di cui
era venuto a conoscenza.
Di Azione a tutela della
citt ha invece parlato Sonia DAmico per la quale
la mozione uno stimolo
del Consiglio allAmministrazione Per sgombrare il
campo dai dubbi sulleventuale irritualit di quanto
sta emergendo.
Per Alberto Palestro la mozione Un atto che vuole muovere la coscienza
dellAmministrazione che
va sostenuta nella sua attivit volta a fare chiarezza
su una vicenda che riguarda tutti i siracusani ed il
loro futuro e della quale,
quindi, il Consiglio doveva
essere informato. Il sin-

daco, Giancarlo Garozzo,


presente in aula, ha difeso
il comportamento seguito
dallAmministrazione. Logico avvertire il Consiglio
di quanto accaduto, un atto
di responsabilit ha detto
Garozzo per il quale La
mozione a tutela della
citt. Bisognava attendere
lesito del processo per fare
i passi che andremo a fare:
prima non si poteva intervenire per ovvi motivi procedurali, avremmo solo fatto
attivit mediatica.
Per Salvatore Sorbello Non
tutti gli elementi sono stati
messi nella disponibilit del
Consiglio, circostanza che
lo ha poi indotto ad abbandonare laula.
Per Fortunato Minimo, invece, la votazione della
mozione un Atto che va
a difesa della citt e dei siracusani.Non capisco quindi, se non in chiave politica, questo atteggiamento
dellopposizione contro una
mozione che vuole evitare il
default dellEnte. Ad illustrare gli emendamenti alla
mozione i consiglieri Stefania Salvo, che lha definita
Un atto di responsabilit
che serve a rafforzare lazione che il Sindaco porter
avanti in tutte le sedi; ed
Alberto Palestro per il quale
Questa mozione un atto a
tutela della collettivit. Il
civico consesso ha poi approvato latto con venti voti
a favore e le astensioni dei
consiglieri Firenze, Milazzo e Princiotta. La mozione
impegna il Sindaco e la
Giunta ad operare ogni utile
iniziativa, anche informando e trasmettendo tutti gli
atti agli organi competenti
ritenuti idonei in materia
giurisdizionale, a tutela degli interessi dei cittadini siracusani, affinch ciascuna
istituzione coinvolta verifichi quanto esposto dallavv.
Nicol DAlessandro nella nota del 13 aprile 2015,
nonch la nota prot. Pres.
del Consiglio n.830 del 3
giugno 2015 a firma del
segretario generale dott.ssa
Danila Costa.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 13 giugno 2015, sabato

luned la consegna ufficiale a portopalo di capopassero

Due barconi
destinati
al Comune
di Amsterdam
Due

barconi sequestrati dalla


Procura di Siracusa, sui quali
hanno viaggiato i migranti per
fuggire da guerre e stenti, costituiranno oggetto di studio ma
anche di esempio per gli studenti olandesi. Nella mattinata di
luned prossimo, a Portopalo di
Capo Passero, avr luogo la consegna a funzionari del Comune
di Amsterdam delle due imbarcazioni sequestrate nellambito
dellattivit di contrasto allimmigrazione clandestina.
La richiesta pervenuta nello
scorso mese di marzo dal Sindaco di Amsterdam, Eberhard van

In foto, barconi alla deriva.

Serviranno per essere studiati nelle scuole


e testimonianza di quanto avviene qui

derLaan, il quale ha motivato


tale richiesta con la realizzazione
di due progetti con finalit educative e divulgative in programma nella citt olandese lestate
prossima: il primo progetto
rivolto alle scuole di Amsterdam
per suscitare tra gli studenti la
consapevolezza del dovere della solidariet nei confronti delle
migliaia di cittadini extracomunitari, uomini donne e bambini,
che mettono a rischio la propria
vita per raggiungere le coste ita-

liane, frontiere dellEuropa, pur


di sfuggire a fame, a guerre e a
discriminazioni di ogni genere; il
secondo progetto, collegato alla
manifestazione internazionale di
vela Sail, che richiama pi di
un milione di visitatori e genera
lattenzione dei media a livello
mondiale, si propone di rendere
tangibile lesigenza di un impegno di tutti i Paesi Europei nella
soluzione del problema dellimmigrazione.
Lassegnazione delle due imbar-

cazioni, che ha ottenuto il benestare della Presidenza del Consiglio dei Ministri, stata resa
possibile grazie alla collaborazione tra la Procura della Repubblica, il Tribunale e la Prefettura
di Siracusa, il Gruppo Interforze
Contrasto Immigrazione Clandestina, lAgenzia delle Dogane e
dei Monopoli e lUfficio Locale
Marittimo di Portopalo.
Il trasporto dei due natanti interamente a carico del Comune
olandese, facendo risparmiare
allerario qualcosa come 12 mila
euro per la loro demolizione.
R.L.

118 contravvenzioni elevate proprio per il mancato uso della sicurezza

Cinture di sicurezza: ancora alto


il numero dei trasgressori

ra le "operazioni ad alto impatto" della Polizia Stradale,


programmate nel corso di questa
lunga estate e dedicate a contrastare i comportamenti pi pericolosi per la sicurezza stradale,
prendono il via anche quelle in
materia di utilizzo delle cinture
di sicurezza - in particolare nei
sedili posteriori - e dei sistemi di
ritenuta dei bambini.
Il mancato uso delle cinture di
sicurezza costituisce un comportamento molto rischioso
nella circolazione stradale: se
usate correttamente infatti esse
riducono dell'80% la possibilit
di morte o ferite gravi in caso di
incidente. Secondo una ricerca
curata dall'Istituto Superiore
di Sanit e dal Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti, la
percentuale dei conducenti che
rispettano l'obbligo di allacciare
la cintura di sicurezza pari al
63%. Ma il dato pi preoccupante che la percentuale degli
occupanti i posti posteriori che
la indossano non supera il 10%,
sia per mancata conoscenza che

l'obbligo vale anche per loro sia


in quanto diffusa l'errata percezione che, in caso di incidente,
siano maggiormente protetti
rispetto agli occupanti dei posti
anteriori del veicolo. Si ritiene
anche, ed a torto, che nei brevi
spostamenti sia trascurabile
indossare le cinture.
Senza essere bene assicurati, si
corre il rischio di essere sbalzati
fuori dal veicolo con conseguenze molto gravi. E' importante
poi ricordare che la cintura va
allacciata a maggior ragione
se attivo l'airbag. Particolare
attenzione stata dedicata anche
al corretto trasporto dei bambini
su seggiolini ed adattatori, fino
all'altezza di 1,50m. Lo scopo,
sottolineato dal Comandante Antonio Capodicasa richiamare
l'attenzione del mondo degli
adulti alla massima responsabilit e alla scrupolosa osservanza di quanto previsto dalla
specifica normativa. Al fine di
contrastare tali comportamenti
sensibilizzando al riguardo tutti
gli utenti della strada, sono stati

In foto, pattuglie della Polstrada di Siracusa.

attivati nelle scorse giornate mirati dispositivi con l'impiego di


15 pattuglie della Polizia Stradale
della Sezione di Siracusa e dei
Distaccamenti di Lentini e di
Noto. Nel corso dell'operazione
ad alto impatto sono stati 115 i
veicoli controllati ed oltre 159 le
violazioni accertate di cui 118 elevate a causa del mancato uso della
cintura da parte del conducente,
del passeggero anteriore e del passeggero posteriore. 3 conducenti
sono stati inoltre sanzionati per
aver trasportato bambini senza
utilizzare i sistemi di ritenuta

Sicilia 5

13 giugno 2015, sabato

previsti. Inoltre sono state ritirate


2 Carte di circolazione, decurtati
590 Punti della patente di guida.
Il non uso delle cinture di sicurezza
e il non utilizzo dei seggiolini o
adattatori per i bambini, comportano una sanzione amministrativa
da 81 a 323 euro e la decurtazione
di 5 punti sulla patente di guida.
Lattivit di controllo sopra enunciata, finalizzata a contrastare e
prevenire il mancato uso delle
cinture di sicurezza, con particolare attenzione per i passeggeri
posteriori, verr ripetuta durante
tutta lestate.

Cronaca di Siracusa

Dissequestrati anche i beni immobili e le quote

Proseguono gli annullamenti dei provvedimenti


cautelari, emessi dal Gip
del Tribunale di Catania,
nellambito delloperazione antidroga denominata Euripide e Mammona, portata a termine
il 15 maggio scorso dai
carabinieri del nucleo investigativo del Comando
provinciale di Siracusa,
che hanno azzerato una
presunta gang che operava nel traffico della droga
tra Lombardia, Calabria,
Catania e Siracusa.
Ha tirato un sospiro di
sollievo lex consigliere
comunale di Siracusa,
Roberto Messina, il quale si visto accogliere dal
Tribunale della Libert di
Catania il ricorso per la
revoca immediata della
misura cautelare dellobbligo di presentazione
alla polizia giudiziaria,
che gli era stata imposto
ventotto giorni addietro,
perch accusato di avere
svolto il ruolo di prestanome nellintestazione
di immobili che a giudizio degli inquirenti della direzione distrettuale
antimafia di Catania sarebbero il diretto proven-

Operazione Euripide
Revocata ordinanza
a Roberto Messina

In foto, l'ex consigliere comunale Roberto Messina.

to delle presunte attivit


di traffico delle sostanze
stupefacenti, con particolare riguardo a cocaina,
eroina e marijuana, costruito da diversi componenti della famiglia Mes-

Belvedere di Siracusa, i Carabinieri


delle Stazione di Portopalo di Capo Passero
e di Cassibile hanno dato esecuzione ad un
provvedimento cautelare emesso dal Giudice
per le indagini preliminari di Siracusa nei
confronti di Crescimone Giuseppina, classe
1986, gi nota alle forze dellordine per i
suoi precedenti in materia di reati contro il
patrimonio, allo stato agli arresti domiciliari
per il reato di furto.
La donna stata individuata quale autrice
di un tentato furto in abitazione verificatosi
a Portopalo di Capo Passero il 2 dicembre
2014 e di una rapina in abitazione consumata
a Cassibile lo scorso 12 marzo. Vittime due
anziane signore che vivono da sole. Analogo
il modus operandi nei due episodi: spacciandosi per medico del servizio sanitario la
donna riusciva ad entrare in casa delle vittime

n altro allarme stato lanciato da un


rappresentante delle forze dellordine, il
quale, entrato in uno dei bagni al primo
livello del palazzo di Giustizia di viale Santa Panagia, si insospettito della
presenza di un involucro. Lallerta si
diffuso un quarto dora prima delle ore
11 di ieri mattina. In breve si sparsa tra
i corridoi e le aule giudiziarie la voce e
parte del palazzaccio stata evacuata. Magistrati, avvocati e operatori della
Giustizia, che si trovavano in quel piano,
si sono riversati nel cortile, in attesa che
venissero espletati i controlli. Lallarme
cessato dopo poche decine di minuti
quando si compreso che quellinvo-

sina nel giro di qualche


anno.
Roberto Messina, che ha
affidato la propria difesa
allavvocato Giambattista Rizza, ha sempre negato ogni addebito dicen-

dosi pronto a dimostrare


la liceit del possesso degli immobili e anche della partecipazione a una
societ e i giudici glieli
ha dissequestrati, innescando la possibilit che

effettivamente Messina
non centri nulla con tutta
la vicenda giudiziaria che
gli crollata sulle spalle.
Medesima revoca stata adottata dal tribunale
del riesame nei confronti della moglie dellex
consigliere
comunale,
Carmela Mangano e di
altre tre donne coinvolte nellinchiesta della
Dda di Catania, Simona
Chiaramonte, Francesca
Cilio e Lucia Puglisi.
Ha ottenuto lannullamento della custodia
cautelare degli arresti domiciliari anche la
siracusana Roberta Cilio
di 29 anni, difesa dallavvocato Junio Celesti, la
quale accusata di avere
trasportato con destinazione Siracusa e il mercato della tossicodipendenza diversi quantitativi
di droga insieme con il
marito.
Insomma, per buona parte dei provvedimenti, il
tribvunale del riesame ha
dato ragione ai legali della difesa, che si sono visti
accogliere le rispettive
istanze di annullamento
o di revoca dei provvedimenti adottati in precedenza dal Gip del Tribunale di Siracusa.
R.L.

arrestata dai carabinieri di cassibile

Si spacciava per medico


per derubare le vittime

prescelte ove, approfittando di un momento

di distrazione, portava via effetti personali e


preziosi. Nel primo episodio, a Portopalo di
Capo Passero, il furto non si concretizzato
per linaspettato sopraggiungere di un parente
della vittima. Diversa sorte a Cassibile dove si
degenerati in rapina: lanziana vittima, presumibilmente narcotizzata con dei sonniferi, si
vista trafugare le fedi nuziali ed altri preziosi in
oro. Larrestata, al termine delle formalit di
rito, stata sottoposta nuovamente agli arresti
domiciliari presso la propria abitazione.

scattato poco prima delle ore undici

Allarme bomba
il Tribunale
Ma era falso

lucro fosse del tutto innocuo e che nulla


avesse a che fare con un ordigno o oggetti
similari.
Del resto, non la prima volta che al palazzo di Giustizia di Siracusa scatta lallarme
bomba rivelandosi poi una bufala.

societ 6

13 giugno 2015, sabato

Sicilia 13 giugno 2015, sabato

Valorizzare
il territorio
attraverso la sua
riqualificazione
V

si svolger allinterno di alcuni


appezzamenti agricoli; i volontari
saranno guidati, attraverso sistemi di localizzazione satellitare,
macchine fotografiche e biciclette, a mappare e rintracciare le discariche abusive che ricadono nel
territorio tra Pachino e Portopalo;
a questa prima fase ne seguir una
seconda che prevede il ripristino
ambientale riguardante gli scarti
di natura agricola e serricola.
I volontari saranno inoltre guidati
ad una maggiore conoscenza del
territorio sia attraverso la visita di
zone archeologiche, che attraverso momenti di confronto con gli
agricoltori.
La proposta del circolo Legam-

biente Scieri e muciari di Pachino ci sembrata rilevante- spiega


il Presidente del Consorzio Pomodoro di Pachino Igp Sebastiano Fortunato- perch finalizzata
a mettere in rete i diversi attori
del territorio attorno a un unico
obiettivo: la sua conoscenza, fruizione e valorizzazione. Credo che
attraverso queste esperienze si
possano ottenere risultati diffusi
e incisivi.
Il campo di volontariato che per
la prima volta si svolger a Pachino dal 20 al 30 agosto- spiega Salvatore Maino presidente del circolo Legambiente Pachino Scieri
e Muciare- unesperienza di vita
comune, nella quale i partecipanti

provenienti da regioni diverse, lavoreranno su un progetto ambientale condividendo anche tutti gli
aspetti della vita quotidiana, dalla
preparazione dei pasti alla pulizia dellalloggio. Per i volontari
sar unopportunit di incontro,
di svago e di conoscenza. Avranno insomma la possibilit di conoscere il nostro territorio e di
confrontarsi con le nostra cultura,
soprattutto di contribuire con il
loro lavoro, a migliorare le condizioni del nostro territorio. Un
territorio che, non ci stancheremo
mai di denunciarlo, fortemente
in pericolo, ma che vogliamo assolutamente riconsegnare al suo
antico splendore.

Si svolto presso il Centro Culturale Polivalente dellUnione dei Comuni Valle degli Iblei

Concluso il Concorso #FestivalShare. I nomi dei vincitori

Si conclusa lo scorso 10 giugno liniziativa Concorso #FestivalShare del


Centro Culturale Polivalente dellUnione dei Comuni Valle degli Iblei,
patrocinata dal Comune di Palazzolo
Acreide e dallIstituto Nazionale del
Dramma Antico di Siracusa, realizzata con la collaborazione tecnica di
Salvatore Caligiore, svoltasi in occasione della XXI Edizione del Festival
Internazione del Teatro Classico dei
Giovani di Palazzolo Acreide.
Positiva ed entusiastica la partecipazione, da parte dei giovani e dei frequentatori del social, alliniziativa coordinata dalla Responsabile del CCP
Linda Colosa.
Il bando prevedeva la pubblicazione,

sulla pagina fan di Facebook del Festival https://www.facebook.com/Festival.Teatro.Classico.Giovani, di foto


e/o video che raffigurassero momenti
delle rappresentazioni con l'hashtag
#FestivalShare e un titolo identificativo. Tramite le statistiche rilevate dalla
pagina Facebook del Festival, la foto e
il video che hanno ottenuto maggiori
visualizzazioni sono stati riconosciuti
vincitori del concorso.
I risultati registrati sono i seguenti
partecipazione di 25 soggetti
foto partecipanti 221 con la generazione di 111235 visualizzazioni totali,
video partecipanti 16 con 10201 visualizzazioni totali. I Vincitori del
Concorso sono: Per la categoria foto:

crisi libica, se ne parla con Giulietto Chiesa

Terrorismo
islamista,
situazione ucraina

Un incontro con il giornalista e scrittore

Giulietto Chiesa. Si terr sabato alle 17,


nella sala degli Stemmi della Provincia
dove, partendo dal suo saggio Earriva-

ta la bufera, Chiesa parler degli avvenimenti relativi al terrorismo islamista, alla


situazione ucraina e si soffermer sulla situazione specifica della crisi libica con le
sue ricadute sullimmigrazione. In un punto di vista inusuale che non mancher di
mettere in luce le verit nascoste dai media
di regime e spiegare alcuni aspetti contraddittori della politica estera nazionale.
Dialogheranno con Chiesa Luigi Amato e
Luca Pinasco. Coordiner i lavori Salvatore Russo.

Chiara Santini con la foto Le Troiane


di Euripide e Seneca. Liceo Classico
Pellegrino Rossi di Massa, 24/05/15
#festivalshare https://www.facebook.
com/Festival.Teatro.Classico.Giovani/
posts/843662009053464 che ha raggiunto 1870 visualizzazioni. Per la categoria video:
Aurora Salemi con il video #festivalshare Gli Uccelli - A.I.D.A.S.
(Francia) https://www.facebook.com/
Festival.Teatro.Classico.Giovani/
posts/840652386021093 che ha raggiunto 2851 visualizzazioni
Ai vincitori saranno a giorni assegnati
i premi in palio messi a disposizione
sia dal Comune di Palazzolo Acreide
che dalla Fondazione INDA.

Cronaca di Siracusa

I Carabinieri
hanno stretto
il cerchio sul
presunto vertice del clan
Nardo e sui
reggenti nel
territorio
megarese

Il Consorzio partner di Legambiente nellorganizzazione di un campo estivo

alorizzare il territorio, difenderlo dalle deturpazioni delle


discariche abusive e creare un
rapporto identitario con la popolazione: questi gli obiettivi del
campo di volontariato promosso
da Legambiente che il Consorzio
Pomodoro di Pachino Igp sosterr come partner e sponsor.
Lidea di valorizzare il territorio
attraverso la sua riqualificazione
da tempo attuata dal circolo pachinese di Legambiente, che con
il campo estivo compie un passo in pi: associare alla fruibilit e alla bellezza di un territorio
spesso trascurato, la sua vocazione identitaria con lagricoltura
deccellenza. Il campo, infatti,

Sicilia 7

A fianco, Marcello Ferro, Pippo Floridia


e Giuseppe Pedull.

Estorsioni ad Augusta
Arrestate tre persone
Le

dichiarazioni
del collaboratore di
Giustizia, Fabrizio
Blandino, ex consigliere comunale di
Augusta, hanno consentito ai carabinieri della Compagnia
megarese di dare un
volto e un nome ai
presunti autori di una
serie di estorsioni ai
danni di imprenditori
e commercianti del
luogo.
I militari dellArma
hanno notificato lordinanza di custodia
cautelare in carcere
nei confronti di Pippo Floridia, lentinese
di 59 anni, ritenuto
dagli inquirenti il
nuovo reggente del
clan Nardo, dopo
larresto di Sebastiano Brunno, avvenuto
a Malta dove trascorreva la sua latitanza. Attorno a lui
si sarebbero alimentate attivit illecite
che avevano come
punti di riferimento
ad Augusta Marcello Ferro di 54 anni,
gi detenuto presso
la casa di reclusione di piazza Lanza
a Catania per altra
causa, e laugustano
Giuseppe Pedull di
43 anni, indicvato
come il braccio destro di Blandino. Su
queste tre persone
pendeva lordinanza
di custodia cautelare

Costretti a pagare il pizzo titolari di pizzerie,


ristoratori e agenzie pompe funebri

in carcere emessa dal


Gip del Tribunale di
Catania, Marina Rizza, che ha accolto la
richiesta dei sostituti
procuratori Andrea
Ursino e Salvatore La
Rosa della Direzione
distrettuale antimafia
etnea.
I fatti oggetto della
contestazione risalgono a un lungo periodo tra il 1992 e il
2013. Il pentimento

di Blandino, avvenuto nel marzo dello


scorso anno, ha consentito agli investigatori di tracciare un
quadro della situazione quanto pi aderente relativamente alle
attivit illecite che la
cosca Nardo avrebbe
avviato sul territorio
di Augusta. Cinque
le vittime che hanno
poi collaborato, fra
titolari di pizzerie,

si presentavano periodicamente degli


emissari, i cosiddetti
ragazzi di squadra
ristoranti, oggetti per che dicevano di agire
la casa e persino di per conto della cosca
unagenzia di pompe o direttamente dei
funebri, che erano referenti del clan per
costretti a pagare il ottenere il pagamento
pizzo. Somme com- della quota parte. Per
misurate al volume essere maggiormente
daffari degli eserci- convincenti, sopratzi commerciali che tutto tra coloro che si
potevano quindi va- mostravano pi coriare tra i 500 e i 6 riacei, mettevano in
mila euro lanno per atto ritorsioni e azioavere la protezione ni di danneggiamenda parte del clan. A to. Si stima che comognuna delle vittime plessivamente, per

gli episodi contestati,


gli indagati abbiano
incassato per conto
del clan la somma di
90 mila euro. Si presentavano presso gli
esercizi commerciali
per riscuotere il pizzo
soprattutto nel periodo di Natale, quando
sapevano che gli introiti erano maggiori.
Dicevano di dovere
fare trascorrere le festivit serene alle famiglie dei detenuti. E
cos intascavano proventi che sarebbero
poi finiti in un unico
pentolone in modo da
gestire le varie esigenze o di finanziare
altre attivit illecite.
Unazione che sarebbe divenuta prassi
nel corso degli ultimi venti anni, come
confermato dal collaboratore di Giustizia
Fabrizio Blandino,
che ha consentito agli
investigatori dei carabinieri della Compagnia di Augusta
non solo di fare luce
su numerosi episodi
estorsivi ma anche di
ricostruire la mappa
del clan Nardo e la
consistenza degli affari.
Con larresto di Pippo Floridia, che aveva raccolto leredit
di Sebastiano Brunno, gli inquirenti sostengono non esservi
pi alcun referente in
libert in grado di potere ricostruire le file
del gruppo e di gestire le attivit illecite.

per gli inquirenti impossibile che la cosca possa riorganizzarsi

Con larresto di Pippo Floridia


azzerato il vertice del clan Nardo

egli ultimi sei anni sono stati assestati dei colpi


importanti nella zona Nord della provincia siracusana
come nel caso dei fratelli Pandolfo, arrestati e condannati in primo grado per lestorsione ai danni di un
centro agrituristico di Sortino; come ad Augusta dove
operava Fabrizio Blandino, ritenuto referente del clan
Nardo sul territorio, affiancato da Marcello Ferro che
stato costretto a lasciare il campo a seguito del suo arresto, avvenuto nel 2010 nellambito delloperazione
antimafia denominata Bermuda. Anche la figura di
Giuseppe Pedull accostata allaugustano Blandino,
del quale sarebbe stato il braccio destro. A queste persone finite in cella, viene aggiunto anche Tony Ortisi,
che nella recente operazione antiestorsione dei carabinieri stato raggiunto solo da una denuncia a piede
libero.
E stata importante la collaborazione di Blandino ha
detto il comandante provinciale dei Carabinieri, Mau-

ro Perdichizzi ma ancora pi importante per noi stata


la fiducia che ci stata risposta dalle vittime del racket.
Titolari di pizzerie, di ristoranti, di agenzie di pompe
funebri e anche di imprese edili, che hanno confermato
quanto aveva riferito in sede di dichiarazione lex consigliere comunale megarese sul fatto che le vittime fossero
costrette a pagare il pizzo al clan per ottenerne in cambio
la protezione.

SOCIET 8
A sette anni da La
Padrona del Giardino (premio Loano
e secondo al Tenco 2008) uscir a
settembre il nuovo
attesissimo progetto discografico del
cantautore siciliano
Carlo Muratori dal
titolo Sale, puro
cloruro di suono, per
nuovi sapori e nuove
emozioni raccontate
da uno degli autori
pi significativi della scena musicale
italiana. Un disco
frutto di mare, di
memoria salmastra,
che pizzica leggermente il palato. Lo
avverti allistante,
ne bastano pochi
grani per assaporarne il gusto.
Ad anticipare luscita del nuovo disco
il singolo Damor e
di pazienza da oggi
diffuso sulle radio
italiane dopo lanteprima su Spotify.
E una raffinatissima canzone damore, che ci riporta
al sound tipico del
musicista siciliano.
Amore e tanta pazienza, come i sentimenti richiesti per
asciugare le terre liquide, fare esalare le
acque per trattenere
lelemento che gi
sinonimo di mare,
appunto il Sale.
Devi avere pazienza con me, come la
candela con loscurit, il fuoco con la
cenere, il desiderio
con la castit.
Queste le prime parole del nuovo singolo, per dire con
la semplicit del
sentimento ci che
sembra sempre pi
complesso da comunicare, da offrire.
Cu havi chi Sali
conza a minestra,
recita da tempo immemore un adagio
siciliano spiegando
che chi ha sale in
abbondanza ha la
sapienza per dare
sapore alla minestra del vivere e del
sopravvivere.
E
quelle che il mae-

Sicilia 13 GIUGNO 2015, SABATO

13 giugno 2015, sabato

Devi avere pazienza con me,


come la
candela con
loscurit,
il fuoco con
la cenere,
il desiderio
con la castit

Nasce il nuovo singolo di Carlo


Muratori Damor e di pazienza
stro Carlo Muratori
ci propone in questo nuovo progetto
sono parole lente,
che sanno attendere, come pastori di
un presepe, in attesa di una luce, una
cometa, con gli occhi oramai stanchi
e disillusi di scrutare un finto cielo di
stelle televisive.
Occhi eppure ancora vivi, con dentro
il fuoco di vulcani, abbagliati dalla
luce accecante di un
Mediterraneo, eterna via di transito di
uomini e culture, di
sale e di commerci.
Storie di gremita
salitudine - spiega
lo stesso Muratori - Le abbiamo incontrate per le irte
trazzere che portano dalla piazza del
paese alle coste di
carrubi e nero dAvola, spettinati dal
vento di scirocco;
le abbiamo prese a
morsi per quel senso
di fame che mai ci
abbandona, di pane
nero, olive, mostarda e autenticit; e ce
le siamo poi ascoltate e riascoltate,
per riscriverle, le

storie, per il nostro


tempo, per la gente
di ora; le abbiamo
nutrite, ingigantite
a dismisura, per poi
ridurle ai minimi
termini,
graffiandole con le unghia,
scorticandole vive,
alleggerendole dei
pesi superflui, spogliandole dalle vesti
improprie, macinandole dentro il mortaio atavico della vita
e del tempo. Sia che
fosse mare o lacrima, amore, gelosia
e silenzio, orgoglio
e rabbia per leterna violenta lotta per

chi da sempre non


com-prende il Sud
e vuole dominare
il territorio e la sua
gente, spacciandolo
per rispetto, interesse o tutela. Sui fogli
bianchi cominciato
allora a precipitare
un grato senso di Salitudine che a stento
si vede; cosparso
com tra le parole.
Quanto di pi piccante, di iperbolico
e frizzante pu esserci nel carattere
siciliano e anche
nell' atteggiamento
verso il mondo, trafitti come siamo da

questa perenne luce


abbagliante. Tempo
addumisciuto,
dilatato; oppure impazzito, rovinoso e
rincorso come cane
assicutato.
CARLO
MURATORI
Carlo Muratori un
musicista, cantautore e uno studioso
di cultura popolare
che vive in Sicilia,
a Siracusa. Di formazione
classica,
ha compiuto studi
di chitarra classica,
armonia, composizione, direzione di
coro.
Nel 1977 ha formato I CILLIRI,
un gruppo musicale di folk-revival,
curando la ricerca e
gli arrangiamenti dei

canti. Nel 1987 ha


iniziato la sua carriera da solista che si
muove alternativamente
su due versanti:
1) la ricerca e riesecuzione di musica popolare;
2) la composizione di nuova musica
dautore in lingua e
dialetto.
1) Alla prima serie
di progetti appartengono:
due raccolte di reinterpretazioni dei
canti popolari del lavoro, canti damore,
filastrocche, canti di
protesta, musica da
ballo, confluite nei
dischi
I CILLIRI - Sutta 'n
Velu Isola CGD
1979
I CILLIRI - Dda
Bbanna a Muntagna
Isola CGD 1980
Il rifacimento dei
canti di cantastorie
del 600 sugli eventi
catastrofici dellIsola:
Leruzione dellEtna
e Lu tirrimotu anticu (Terzopiano ed.
1993),
Due ricerche monografiche
sulle
novene natalizie e i
cunti dell800 siciliano, Stidda di lOrienti (Folkstudio
1997); e sui riti della
Settimana Santa e i
canti processionali,
Pesah (Folkstudio
1999) elaborazioni
per coro polifonico
ed orchestra.

Sicilia 9

Lautorit marittima ha peraltro gi emanato la relativa


Ordinanza di
interdizione
del tratto di
costa interessata finalizzato alla tutela
della pubblica
incolumit
Costruzione denominata la casematta.

Riscontrati frane e smottamenti


nella zona balneare della Fanusa
La

Capitaneria di
Porto di Siracusa
ha diffuso una nota
a tutti le istituzioni
competenti al fine di
segnalare il pericolo di frane e smottamenti sul litorale
della Fanusa. Lautorit marittima ha
peraltro gi emanato
la relativa Ordinanza
di interdizione del
tratto di costa interessata finalizzato
alla tutela della pubblica
incolumit.
Il
provvedimento,

E scaturito per laccertato stato di pericolo dovuto


alla inclinazione ponderosa casematta

rende noto la Capitaneria scaturito


per laccertato stato
di pericolo dovuto alla inclinazione
ponderosa, verso il
sottostante arenile,
di una costruzione
denominata casematta che contrassegna linizio della
zona C dellArea
Marina Protetta del
Plemmirio.

Il personale militare della Guardia


Costiera insieme ai
vigili del fuoco e a
personale del Comune, hanno segnalato
recentemente proprio
laccentuarsi del processo franoso con
linevitabile aumento
del rischio per la comunit rappresentato dalla vicinanza
del sito di un com-

plesso residenziale,
di un parco giochi
per bambini nonch
dallarenile pubblico
che in estate molto
frequentato dai bagnanti.
Riteniamo opportuno divulgare il pi
possibile questa criticit del territorio
limitrofo alla zona
C dellArea Marina
Protetta del Plemmi-

rio afferma il direttore dellAMP del


Plemmirio Rosalba
Rizza il Comune ha
provveduto ad interdire materialmente
larea con transenne
e cartellonistica ma
sarebbe auspicabile,
come segnalato dalla locale Capitaneria
al proprio comando
che ha la competenza
del caso, che si provvedesse al pi presto
alla demolizione della struttura militare
in loco.

ITALIA NOSTRA PREMIA I VINCITORI DEL CONCORSO

I giovani alla riscoperta


del treno tra ambiente, storia,
tecnologia e sociologia

Italia Nostra, in collaborazione


con lUfficio scolastico territoriale di Siracusa, per il secondo anno
consecutivo, ha proposto agli Istituti Comprensivi della citt un
concorso, per le classi IV e V della scuola primaria e per la Secondaria di I e II Grado dal tema :
I giovani alla riscoperta del treno
tra ambiente, storia, tecnologia e
sociologia.
Obiettivo del concorso stato
quello di promuovere la mobilit
con luso del treno come forma di
trasporto alternativa e sostenibile
recuperandone la cultura storica.
Gli studenti, con la dovuta gra-

dualit, hanno potuto comprendere


e sperimentare direttamente limportanza del treno quale mezzo di
trasporto per le persone e le merci,
strumento di superamento dellisolamento di vaste aree del territorio
nazionale, osservatorio privilegiato
per la lettura del paesaggio e modalit di viaggio favorevole alla socializzazione.
La scuola che ha risposto allinvito
dellAssociazione con diversi pregevoli lavori stata la Lombardo
Radice dove oggi si svolta la cerimonia conclusiva alla presenza della Presidente di Italia Nostra, Lucia
Acerra (in foto) e della Consigliera

Nazionale e Vicepresidente Liliana Gissara ideatrice e curatrice del


progetto. Dopo la proiezione dei
migliori lavori alla presenza di tutte
le classi interessare al progetto, ha
avuto luogo la premiazione dei partecipanti con la consegna di attestati
e targhe ricordo.
"Appuntamento al prossimo anno
scolastico - dichiara Acerra - durante
il quale, come molti docenti presenti
hanno auspicato, si potr dare corso ad una proficua collaborazione
con Italia Nostra per lattuazione di
progetti volti ad una sempre migliore conoscenza del nostro territorio
cos ricco di storia e di tradizioni.

societ

Processo
a Medea:
Madre omicida
o moglie
tradita?

Questa sera alle


21 al Teatro Greco di Siracusa, con
ingresso libero, si
terr il "Processo
a Medea: Madre
omicida o moglie
tradita?". L'edizione 2015 di Agon
prende lo spunto
dalla tragedia di
Seneca che vede
Medea imputata del
terribile omicidio
dei suoi figli. Introduce il processo il
Presidente dell'Associazione Amici
dell'Inda
Enrico
Di Luciano. Dopo
l'interrogatorio di
Medea - Valentina
Banci - l'accusa
assunta da Rodolfo
Sabelli, Presidente
dell'Associazione
Nazionale Magistrati, mentre la
difesa, successivamente alla testimonianza del regista
Paolo Magelli,
affidata a Giovanni
Sofia, avvocato in
Salerno.
Al termine del dibattimento, l'avv.
Ettore Randazzo,
Presidente del Consiglio Scientifico
Regionale ISISC,
dopo una breve
riflessione,
inviter il pubblico a
giudicare secondo
coscienza, in attesa della sentenza
di Salvatore Carrubba, Presidente
del Piccolo Teatro
di Milano. Agon
una iniziativa della
Fondazione Inda,
dell'Istituto Internazionale di Scienze
Criminali, dell'associazione Amici
dell'Inda e dell'Ordine degli Avvocati
di Siracusa. All'evento sar presente
anche quest'anno
la comunit sorda siracusana, con
l'ausilio di un interprete Lis che
tradurr il processo
nella lingua dei segni.

SPECIALE 10

Sicilia 13 giugno 2015, sabato

13 giugno 2015, sabato

Il Gal Natiblei nel cluster Biomediterraneo ad Expo 2015

Expo 2015, le nivere danno


origine alla granita siciliana

18 e 19 giugno la dimostrazione del metodo tradizionale


alla stampa. Gli chef della settimana del Gal Natiblei

iorno 18 e 19 giugno
dalle ore 12 alle ore 14
presso il cluster BioMediterraneo ad Expo
si dar dimostrazione della preparazione
della granita siciliana
secondo le tecniche dei
maestri del neviere e si
proceder alla simulazione degli antichi
procedimenti utilizzati
per la realizzazione di
uno dei prodotti pi
tipici della Sicilia. Ad
organizzare levento, il
Consorzio Chiaramonte
(www.consorziochiaramonte.com) e gli chef
dellIstituto alberghiero
Principi Grimaldi.

I Monti Iblei sono un altopiano montuoso localizzato nella parte sud-orientale


della Sicilia, compresa tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania.

Breve descrizione
della storia
razione di primitivi realizzate velocemente
delle nivere
sorbetti e granite.
tramite la sfregatura
La storia del territo- In questo modo, la tra- dei blocchi di ghiacrio in cui si sviluppa dizione cos generatasi cio, dai quali ottenere
Chiaramonte Gulfi, ha fatto s che, ancora delle piccole scaglie
piccolo centro monta- oggi, la cittadina di da irrorare con succo di
no, si caratterizza per Chiaramonte Gulfi sia limone, in ambito altolintrecciarsi di ele- nota anche per gli ottimi borghese o aristocratico
menti paesaggistici e gelati preparati dai gela- la preparazione era
architettonici con quelli tai locali. Ovviamente, ben pi complessa. Un
prettamente enogastro- oggi, tali prodotti sono contenitore con dentro
nomici. Il clima mite realizzati con tecniche acqua, succo di limone e
e la conformazione moderne. In passato, zucchero, era infatti immorfologica prevalen- invece, sorbetti e gra- merso allinterno di una
temente collinare, pur nite erano realizzati in pi grande vaschetta
in presenza di una vasta modo del tutto artigia- piena di ghiaccio e qui,
area pianeggiante, han- nale, anche dopo lunghe pazientemente, il gelano favorito la presenza e preparazioni. Difatti, taio iniziava una fase di
la coltivazione di uliveti mentre il popolo pote- lenta mescolatura che si
e vigneti, nonch lalle- va accedere a granite sarebbe conclusa, dopo
vamento di suini e bovini. Da qui la ricca offerta
enogastronomica del
territorio chiaramontano. La zona montuosa di
Chiaramonte, tuttavia,
si contraddistingue per
la presenza di alcune
strutture antiche, le
cosiddette nivere, utilizzate nei secoli passati
per la conservazione
della neve. Allinterno di queste strutture,
ricavate scavando il
suolo calcareo fino alla
profondit, la neve si
conservava trasformandosi in ghiaccio
fino ai mesi pi caldi,
quando veniva utilizzata per usi farmacologici,
per la conservazione dei
cibi freschi (soprattutto
la carne) e per la prepa- Sopra, la necropoli rupestre di Pantalica.

pi di mezzora con la
lenta solidificazione del
contenuto, nel frattempo trasformatosi magicamente in cremoso
sorbetto. Si narra, che la
preparazione avvenisse
tutte le volte che i notabili locali accoglievano
degli ospiti, i quali rimanevano affascinati dallo
spettacolo, per loro
inconsueto, dellacqua
che si trasformava in
cremoso gelato da assaporare.
I finalisti del ii concorso gastronomico
regionale terramatta

I vincitori del Concorso


regionale gastronomico
Terra Matta Riccardo
Romano e Giovanni
La Terra Pirr venerd
19 giugno dalle ore 16
alle ore 18 terranno un
cooking show riproponendo i Cappelli montanari, ricetta che gli
ha permesso di aggiudicarsi il primo posto.
Il piatto ha lobiettivo
di esaltare alcune tra
le eccellenze siciliane
come la salsiccia di
Chiaramonte, la cipolla
di Giarratana e la farina
di Monterosso Almo.
Saranno preparati pi
di trenta coperti da
offrire alla stampa specializzata che interverr
allappuntamento.
I protagonisti
degli speakeasy
Le aziende e i prodotti
che saranno i protagonisti degli speakeasy
gioved 18 e venerd 19
giugno e che accompagneranno i partecipanti
alle degustazioni di
macco di fave, crostini
con salsiccia, conserve,
vini ed olio Dop Monti
iblei e torrone saranno:
Categoria OLIO
Frantoi Cutrera
Virag
Oleificio Guccione
Terre sul Dirillo
Categoria CONSERVE
Coop. Monterosso
Agromonte
Conserve Iacono
Categoria VINO
Az. Agr. Meridio
Az. Agr. Gulfi
Categoria DOLCI
Az. Ferraro
Il Gal Natiblei nel
cluster Biomediterraneo ad Expo 2015
I monti Iblei, altipiani
calcarei abitati da millenni, che caratterizzano il cuore del Sudest
dellisola. Un territorio
di scenari naturali selvaggi e dolci colline in
cui si leggono i segni
delluomo. Nelle pietre della necropoli di
Pantalica, nei muri a
secco che raccontano
la civilt contadina, nei

dettagli delle architetture barocche di Palazzolo


Acreide, inserite nella
World Heritage List
dellUnesco. Luoghi in
cui si conserva la genuinit di sapori antichi e
si sperimentano buone
pratiche che rinnovano
la civilt contadina.
Nella settimana dal 15
al 21 giugno al cluster
Biomediterraneo si parler di eccellenze agroalimentari, come le olive
della cultivar tonda
iblea dal sapore particolarmente fruttato, pluripremiate allultimo Sol
dOro di Verona, che ha
eletto Buccheri, paese
di 2000 anime, capitale
dellolio extravergine
di qualit. E le arance
ovali coltivate nella
Valle dellAnapo, una
tradizione riscoperta e
valorizzata con laiuto
della grande distribuzione.
Lagenda prevede laboratori sulla colazione
mediterranea, in cui
protagonista il pane
dei Fratelli Vescera,
che hanno riscoperto
due grani antichissimi,
il tumminia e il rossello. Una base preziosa
per lolio, il miele, le
marmellate di frutta e
le conserve a base di cipolla di Giarratana, una
variet particolarmente
dolce, che presidio di
Slowfood.
A mezzogiorno un intermezzo rinfrescante,
con granite di mandorla,
limone e gelsi. E il 18 e
19 giugno dalle ore 12
alle ore 14 il racconto e
la preparazione di uno
dei prodotti pi tipici
dellisola secondo le
tecniche dei maestri
delle neviere, tipiche
dellarea iblea.
Allora dello show cooking si esibiranno
sul palcoscenico del
cluster tre chef davvero
deccezione: Gaetano
Quattropani, stato
premiato titolo di King
of catering Platinum
ovvero come migliore
chef di catering, durante
lultima edizione di Le
identit golose.
(luned 15, marted 16 e
mercoled 17). Carmelo
Chiaramonte, eclettico cuciniere errante
incuriosito soprattutto
dagli aspetti antropologici e letterari del
cibo (gioved 18, dalle
16.00 alle 18.00). Il
suo piatto ancora top
secret, ma sar accompagnato dai vini Ros e
Nero Ibleo dell'Azienda
Gulfi, cantina pioniera

nella valorizzazione
del Nero dAvola, il
vitigno a bacca rossa
della Sicilia, e nella riscoperta dei prestigiosi
cru di Pachino. Andrea
Al titolare del ristorante Sapori montani,
pi volte ospite della
trasmissione tv La
prova del cuoco che
questanno ( il 15esimo) si aggiudicato la
prestigiosa chiocciola
di Slow food ed stato
scelto come migliore
trattoria da Best in
Sicily, il premio alleccellenza enogastronomica del magazine on
line Cronache di gusto.
Le sue ricette saranno in
scena venerd 19, sabato
20 e domenica 21.
Nei pomeriggi si evocher la bellezza dei
luoghi raccontati da
Elio Vittorini, Antonino
Uccello, Vincenzo Consolo, Giovanni Verga. E
gli interventi sul palco
saranno intervallati da
intermezzi di musica
popolare dei gruppi
Nunn lapa n musca
e I perciazzucca.
Tra i relatori: Paolino Uccello, guida
ambientale e profondo conoscitore degli
itinerari naturalistici
nellarea archeologica
di Pantalica e di Cava
grande, racconter di
luoghi, riti, piante e
percorsi che producono
guarigione; Francesca
Pedalino dellIstituto di
bioarchitettura mediterranea, che mostrer le
caratteristiche delle architetture rurali tipiche
dellarea iblea, masserie, frantoi e palmenti.
Negli spazi dello speakeasy si alterneranno gli
interventi delle aziende
dellarea iblea.
Si racconter lantica
tradizione dello spiritu
re fascitrari" che gli
apicoltori di Sortino,
citt del miele, tramandano da generazioni.
Una ricetta millenaria e
segreta, tramandata dalle donne delle famiglie
di apicoltori, rivisitata
dall'azienda Xuto, che
ha prodotto un distillato di miele purissimo,
Hyblon che ha esordito
con successo allultimo
Vinitaly.
Sicilian Food company presenter Le
delizie del Gattopardo,
marmellate e conserve
senza conservanti. La
famiglia Renna illustrer il segreto del suo
torrone di mandorle.
Tra gli eventi da segnalare: lo show cooking di

Sicilia 11

cipolla di Giarratana
al prosciutto di maiale nero dei Nebrodi;
cavati alla Norma rivisitata: melenzane cotte
al forno e ridotte in
crema, pomodorino e
mandorla tostata (nella
ricetta originale, quella
prediletta da Vincenzo
Bellini, sono tagliate a
tocchetti e fritte in olio).
E ancora: risotto con
ricotta fresca, finocchietto selvatico e sfere
di distillato di miele
Hyblon, dellazienda
Xuto; gelato al moscato
di Siracusa.

In foto gli chef: Andrea Al, Carmelo Chiaramonte e Gaetano Quattropani.

una coppia di giovanissimi cuochi, vincitori


del concorso gastronomico Terra Matta
ideato dal Consorzio
Chiaramonte,
che ha visto in competizione gli studenti
degli istituti alberghieri
siciliani (venerd 19,
18.30).
Le serate mediterranee
al cluster vedranno protagonista il cantastorie
contemporaneo Carlo
Muratori (chitarra e
voce) con un'insolita
formazione che contamina canzone d'autore,
folk e jazz: Francesco
Cal (fisarmonica), Rino
Cirinn (sax), Francesco Bazzano (percussioni). Quattro concerti
dal titolo proverbiale:
Cu havi cchi sali
conza a minestra in
programma gioved,
venerd, sabato e domenica alle 21.
Proverbio siciliano che
significa: chi ha pi
sale prepara, insaporisce, apparecchia, mette
insieme la minestra.
Quel sale che inteso
come sapienza, ma
anche come pazienza
e scienza del vivere,
descrive in maniera
mirabile la cultura,
la civilt, la sapidit
del popolo siciliano. Il
concerto illustra questo
tema, alternando il piano simbolico a quello
del reale, le metafore
alle istantanee. Di questo canter Muratori,
del vivere e del sopravvivere, spargendo sale
beneaugurante dietro
la spalla sinistra, sua
e del pubblico. SALE,
Puro cloruro di suono
sar infatti il titolo del
suo nuovo cd, in uscita
a settembre per letichetta EGEA. Ascoltare
i suoi cunti come im-

mergersi in quel mare


millenario, strada e
barriera di culture,
come transitare per le
trazzere dellisola, nei
suoi concerti recita versi, racconta storie sulla
cultura della sua terra.
Al cluster Biomediterraneo di Expo 2015
eseguir alcune anteprime del prossimo
lavoro e brani del suo
repertorio, che conta
una dozzina di album.
Il cantautore siciliano si
dedica da oltre 40 anni
alla musica tradizionale
dellisola, alternando
limpegno nel recupero
di canti della tradizione
orale alla composizione
di nuove canzoni. Negli
anni Settanta ha lavorato a fianco delletnologo Antonino Uccello,
nella sua Casa Museo
di Palazzolo Acreide.
Nel 1977 ha formato I
Clliri un gruppo folk,
dal 1987 ha iniziato
la sua carriera da solista, collaborando con
Ignazio Buttitta e Rosa
Balistreri.
Gli chef della settimana del Gal Natiblei (15/21 giugno) al
cluster Biomediterraneo Expo 2015

Andrea Al
44 anni, titolare del
ristorante Andrea, sapori montani, che si
trova nel cuore del centro storico di Palazzolo
Acreide, il paese degli
Iblei che la World Heritage List dellUnesco ha
segnalato per la bellezza
delle sue architetture
barocche. Il ristorante
anche questanno ( il
15esimo) si aggiudicato la prestigiosa
chiocciola di Slow food
che premia le migliori
osterie dItalia ed stato

scelto come migliore


trattoria da Best in Sicily, il premio dedicato
allenogastronoma in
Sicilia ideato dal magazine on line Cronache di
gusto. Andrea Al nato
a Palazzolo Acreide e
cucina da quando aveva
14 anni. Ha aperto il suo
ristorante nel 96, scegliendo di valorizzare
ci che pi caratteristico dellaltopiano degli
Iblei: la cucina della
tradizione contadina e le
erbe aromatiche spontanee. Niente pesce (con
ununica eccezione, la
trota), ma carni locali:
coniglio alla stimpirata,
salsiccia col finocchietto, maialino nero dei
Nebrodi. E poi verdure
dellorto, pane fatto con
farine di grani tradizionali e prodotti siciliani
selezionati. Come il
maiorchino, formaggio
ovino tipico di Novara
di Sicilia, laglio di Nubia, il sale di Trapani. I
sapori montani sono il
segreto e lessenza della
sua cucina, fortemente
caratterizzata dalle stagioni. A primavera,
ad esempio il momento del cazzamarru, un
cartoccio che profuma
di campagna iblea: asfodelo, amareddi, porro,
asparagi, cipolletta,
cotte al forno, condite
con olio e pepe rosa.
Andrea Al reinterpreta
a suo modo le ricette
tipiche della tradizione
(uno dei suoi cult
Profumi di Sicilia
di Giuseppe Coria, la
bibbia dei cultori della
gastronomia dellisola).
Un esempio che soprender: il miele degli
Iblei nella caponata di
melenzane. Durante i
suoi cooking show (in
programma, venerd 19
e sabato 20) preparer:

Carmelo
Chiaramonte
si autodefinisce cuciniere errante: un
omaggio ai personaggi
fantastici di Italo Calvino, spiega. E nato a
Modica, nel ragusano,
e vive alle pendici
dellEtna. Sette anni
fa ha abbandonato la
ristorazione per sperimentare linguaggi
trasversali sempre legati al gusto, ma che
lo spingessero anche
fuori della cucina. E
stato autore televisivo
per il Gambero Rosso
Channel. Si occupa di
escursioni botaniche,
design gastronomico
e di storia della cucina mediterranea. E
andato in scena come
cuoco-attore nella commedia Il Timballo del
Gattopardo, co-autore
del dramma musicale
Nenti , con la regia di
Pierandrea Casati (Teatro greco di Taormina,
2014). Performer di un
ciclo di 16 Lezioni di
Cucina al Parco della
Musica, Auditorium di
Roma. E anche autore
di libri. Il suo esordio:
A tutto tonno. Quello
a cui pi affezionato
Arancia, una monografia scritta con
Elvira Assenza, ricercatrice dellUniversit
di Palermo, ed edito da
Edizioni estemporanee.
Dedicato al frutto pi
rappresentativo dellisola raccontato attraverso citazioni letterarie e cinematografiche,
detti popolari, ricette di
antichi piatti, cosmetici
e medicamenti. Leclettico Chiaramonte
incuriosito soprattutto
dagli aspetti antropologici del cibo. Il suo
cooking show in
programma gioved 18
giugno, dalle 16 alle 18
e sar dedicato ai colori
gastronomici degli Iblei
(miele di timo, olive del

SPECIALE

cultivar tonda iblea,


ragusano, tartufo nero,
cipolla di Giarratana).
Il suo piatto ancora
top secret, ma sar
accompagnato dai vini
Ros e Nero Ibleo
prodotti dall'Azienda
Gulfi, cantina pioniera
nella valorizzazione
del Nero dAvola, il
vitigno a bacca rossa
della Sicilia, e nella
riscoperta dei prestigiosi cru di Pachino.
E c da scommettere
che durante lo show
citer la ricetta del timballo del principe, che
Tomasi di Lampedusa
descrive nel Gattopardo. Protagonista
lo scorzone, ovvero il
tartufo degli Iblei.
Gaetano
Quattropani
stato premiato titolo di King of catering Platinum ovvero
come migliore chef
di catering, durante
lultima edizione di
Le identit golose.
Ha vinto di misura sui
finalisti con un men
ispirato alla sua terra:
tartare di tonno con
arance, pesce spada in
crosta di pistacchio di
Bronte su carpaccio
di zucca, mousse di
ricotta e cioccolato al
profumo di arancia
su pandispagna alle
mandorle. Quattropani, 46 anni, ha aperto
il suo primo ristorante
a 20 anni, ma si dedica
esclusivamente al catering per gli matrimoni.
La sua azienda, Valentino catering, che cura
150 eventi allanno,
fa parte del neonato
network catanese W.E.
concept specializzato
in organizzazioni di
eventi aziendali, incentive e lanci di prodotto
con una forte identit
siciliana, ideato dalla
stilista Marella Ferrera.
Gaetano Quattropani
preparer piatti che
evidenzieranno leccellenza delle materie
prime del Sudest: pesce
fresco di Portopalo
(tonno, gamberoni, pesce spada, scampi), pomodorino di Pachino,
cipolla di Giarratana,
tartufo nero degli Iblei,
lardo di suino nero
dei Nebrodi (allevato
dallazienda Spazio
Sicilia di Palazzolo
Acreide). I suoi cooking show sono in
programma al cluster
Biomediterraneo, luned 15, marted 16 e
mercoled 17 giugno.

attualit 12

13 giugno 2015, sabato

Sicilia 13 giugno 2015, sabato

LOSSERVATORIO

Padre Carlo DAntoni: Chiesi invano al Comune di affidarci la gestione

Squallore, abbandono, scempio


questo il parco di Bosco Minniti

E dovera ancora qualche albero spuntano piattaforme in cemento

di Salvatore Maiorca

Squallore, abbandono,

scempio: ecco cos


oggi il parco Robinson
di contrada Bosco Minniti: alberi appassiti,
altri abbattuti, sterpaglie dove dovrebbe
esserci il prato, giostrine malridotte, rifiuti
dappertutto, insetti di
ogni tipo. Il locale dei
servizi igienici chiuso.
Sulla porta un cartello:
Chiuso per mancanza
dacqua. Sul retro c
quel che dovrebbe essere il magazzino. Un
lucchetto anche qui.
Due ragazzini si divertono a scagliare pietre
contro la porta in ferro.
E ora sono stati abbattuti tanti dei pochi alberi
superstiti per costruirvi
delle piattaforme in
cemento sulle quali dovrebbero esser montati
dei prefabbricati per
alloggi di emergenza.
Si azzanna cos luni-

storia

cemento e asfalto. Invano disse Cechov che


prima di abbattere un

Motivazione del Comune: queste piattaforme


le ha fatte costruire la

lunico polmone verde


di questa citt, tutta

albero bisognerebbe
pensarci su cento anni.

Protezione civile per


attendamenti in caso di

Padre Carlo: Chiederei di nuovo laffidamento


della gestione del parco se nellamministrazione
comunale ci fosse gente seria

Un libro prezioso per rendere onore a chi ha dato la vita

di Aldo Formosa

Poeta

co polmone verde di
questa zona nata male
e cresciuta peggio. Anzi

calamit.
Domanda spontanea:
ma proprio qui, abbattendo quei pochi alberi
che cerano?
Risposta del capo di
gabinetto del sindaco
Garozzo: Noi non ne
sappiamo nulla. E stata
la Protezione civile.
Ma la denuncia di padre Carlo DAntoni va
oltre: Fra le giostrine
si trovano di giorno i
bambini, di notte drogati e spacciatori afferma
con rabbia e sdegno.
E ricorda che quelle
poche piante superstiti,
anni or sono, sono state
piantate dalla gente del
luogo. Con le mie mani
ribadisce ho piantato
io quel filare di piante
di banana.
Anni fa ricorda padre
Carlo proposi a un
sindaco di affidare a me
e alla gente del luogo la
gestione di questo parco
mai nato. Quel sindaco
mi rispose: <Cosa ci

spagnolo
trucidato nel secolo scorso, in memoria del torero
Ignazio Sanches
Mejas ha scritto
tra l'altro: "Perch tu sei morto.
Come tutti i morti
della terra. Come
tutti i morti che
si scordano in un
mucchio di cani
spenti.
Nessuno
ti conosce. No,
ma io ti canto per
dopo... ".
Sono versi di Federico
Garcia
Lorca. Che ci inducono a non dimenticare. Come
ha fatto a Siracusa
un
appassionato
cultore di memorie: Vittorio Bel-

"Giovani aquile" di Siracusa


dimenticate dalla citt natale

Puntuale rievocazione dello storico Vittorio Belfiore

A destra il libro di Belfiore; sopra il Pantheon: entrambi dedicati ai nostri caduti

Sicilia 13

due volte il telone di


copertura stato sostituito e successivamente
distrutto, anche per
mancanza di vigilanza
e manutenzione. Ora
non c pi.
Strutture del genere non
possono esser lasciate
allabbandono che
consueto per tutte le
cose comunali. Vanno
gestite. E non pu certo gestirle lapparato
buro-politicante del
Comune. Occorrono
un regolamento duso,
un capitolato e una gara
di appalto per laffidamento a privati qualificati. Con preferenza per
associazioni, laiche e
non. Occorre rilanciare
lantica proposta di padre Carlo: Lo gestiamo

noi. Ma padre Carlo


ribadisce: Sempre se
allamministrazione
comunale ci fosse gente
seria.Comune assente.
Risultato: il Parco
rimasto nel degrado,
nellabbandono, oggetto di ripetuti atti di vandalismo, i quali lo hanno
reso il luogo inospitale
che attualmente. E ora
si aggiunge questaltro
oltraggio: labbattimento degli alberi per
la costruzione di manufatti che potrebbero
invece esser costruiti in
qualsiasi zona priva di
verde. E in questa citt
ce n tante.
Oltre tutto, queste piattaforme hanno una pavimentazione in mattonelle di cemento a
rilievo, come un bugnato. Giusto per spendere
pi del normale.
Ultima osservazione.
Proprio davanti al cancello dingresso del
parco (aperto giorno e
notte) esiste da decenni un enorme piazzale
usato per il mercato
rionale. Non sarebbe
bastato questo piazzale per attendamenti in
caso di calamit? Non
c risposta. Restano
soldi bruciati e parco
rovinato.
Non ci rimane che ricordare Cechov: Prima
di abbattere un albero
bisognerebbe pensarci
su cento anni.

coloro che caddero onorando il Tricolore.


Nelle pagine di
Belfiore scorre un
diario emozionante: il treno stracolmo di coscritti,
l'angoscia
delle
madri, e poi le lettere dal fronte, e
gli episodi (tanti!) alla prova del
fuoco, l'epopea di
Francesco Angelino medaglia d'oro
al valor militare...
Belfiore ha il dono
di saper raccontare, e la sua commozione traspare
da ogni pagina, dicendoci dei sentimenti, dell'umanit, degli eroismi.
II libro si chiude con l'elenco
dei caduti siracusani: da Accolla
a Zuccarello, da
Barcio a Troia,

da Campisi a Romano, pi di 300


nomi di soldati,
marinai, finanzieri, ufficiali, molti
dei quali decorati
al valor militare.
Non li troveremo
tutti
nell'ossario
del Pantheon. Dal
Carso al Piave, l
sono rimasti, e negli abissi del mare.
In queste nostre
calamitose
giornate, ora che fede,
patria, onore, sono
parole dileggiate
dalla spocchia del
tornacontismo
e
della vacuit morale, valgono le
parole di G. F. Maielli: "Salve, possente Siracusa, salve tu patria di eroi,
poeti, legislatori.
Salve divina citt
di Archimede, di
Teocrito e di Epicarmo.

Si dice che su queste piattaforme di


cemento debbano esser montati dei prefabbricati per alloggi di emergenza. Sarebbe la fine di quel poco che ancora
rimane di questo parco mai nato. E fummo noi che piantammo tanti alberi
guadagna il Comune?>.
Non se ne fece nulla.
Questo il risultato:
c unarea di 50mila
metri quadrati e pi; ma
il parco non c.
La domanda sorge
spontanea, come diceva
Catalano, o spintanea
come dicono i poliziotti: - Rifarebbe la stessa
proposta al sindaco e
allamministrazione

comunale di oggi?
Risposta di padre Carlo:
Se ci fosse gente seria
s.
-
Vuol dire che
allamministrazione
comunale non c gente
seria?
Risposta, immutata,
di padre Carlo: Se ci
fosse gente seria rifarei
quella proposta. E il
parroco aggiunge: A

che scopo, far nascere


questo parco mai nato,
pulirlo, curarlo, gestirlo, farlo diventare quel
che doveva essere e non
mai stato (il polmone
verde della citt, non
soltanto della zona, e un
centro di aggregazione
per la gente) anziani,
giovani, bambini?.
-
E queste piattaforme in cemento?

Sotto il titolo la nostra intervista con padre Carlo D'Antoni.


Al centro e a destra cemento e sterpaglie nel parco che non c'

fiore nel suo libro


"Come
giovani
aquile" edito da
Morrone, dedicandolo ai siracusani
morti nella grande guerra 15/18.
Siracusani stroncati nel fiore degli
anni.
bello oggi, come
fa nel suo libro
Belfiore, ricordare i tanti e sconosciuti giovani che
si immolarono in
quella follia che
la guerra. Nel
ricordare
questi siracusani, ci
sovviene Foscolo: "All'ombra dei
cipressi e dentro
l'urne confortate
di pianto, forse il sonno della
morte men duro?".
Giovani e sconosciuti questi nostri concittadini, i
cui nomi ritornano

miracolosamente
dal buio della dimenticanza.
Belfiore ha compiuto un lavoro
non facile ma generoso, certosino
e meritorio. cos
che rivivono davanti a noi le figure di ragazzi che il
14 maggio 1915 in
piazza Archimede
acclamarono
le
parole degli avvocati
Golino,
Amato e Piccione
contro l'Austria. E
il 22 maggio l'ambasciatore italiano
a Vienna presenta
la dichiarazione di
guerra all'Austria.
Partono i giovani
siracusani (tra i
quali molti gargallini) per il
fronte. Il resto
Storia. Cos come
appartengono alla
Storia i nomi di

Sono spuntate come


funghi dappertutto
allinterno del recinto,
<sfrattando> gli ultimi alberi superstiti.
Si dice che su queste
piattaforme dovrebbero
esser montati dei prefabbricati per alloggi
di emergenza. Sarebbe
la fine di quel poco che
ancora rimane di questo
parco mai nato.
E qui ricorda con
amarezza padre Carlo
sono stati spesi due
milioni e mezzo di
euro e, ancor prima,
600 milioni di lire: per
il nulla.
Bosco Minniti era aperta campagna fino aglinizi degli anni Sessanta.
Poi arrivarono i palazzinari. E fu tutto cemento

e asfalto. Con lassenso,


se non con la connivenza, dellamministrazione comunale, della
politica pi in generale
(ieri come oggi).
Si salvata soltanto questarea, estesa
per circa 50mila metri
quadrati. Ma la politica
non lha salvaguardata.
Oggi il parco di Bosco
Minniti ridotto a terra
di nessuno. E abbandono. Peggio: luogo per
usi distorti.
Il progetto del parco fu
approvato nel dicembre
2000. Vi furono poi vari
eseguiti vari lavori.
Fino alla costruzione di
un pallone tensostatico,
ripetutamente squarciato dalle intemperie
e vandalizzato. Per

attualit

Cultura 14

Sicilia 13 GIUGNO 2015, SABATO

Housing First. Inaugurata


a Scicli Casa Valverde

Lo scorso 4 giugno, a
Scicli, lex convento
di Valverde ha ripreso
vita. Nasce oggi un
polo della carit che
diviene cuore della
vita di fede di questa citt: con queste
parole don Ignazio
La China, Vicario
Foraneo di Scicli e
Presidente della Fondazione San Corrado,
ha aperto la cerimonia
di inaugurazione di
Casa Valverde, nuovo segno della carit
generato dalla rete tra
Fondazione San Corrado, Caritas Italiana,
Fondazione di Comunit Val di Noto,
Fondazione CON IL
SUD. Con questo
progetto si raggiungono due obiettivi
importantissimi ha
detto il Commissario
Straordinario Tania
Giallongo restituire
un bene alla collettivit e rendere, a chi soffre, la dignit di una
casa.
Lantico
convento
ristrutturato sar infatti destinato a un
progetto di Housing
First (che si pu
sintetizzare
nellespressione prima di
tutto la casa), ovvero
allaccompagnamento
abitativo come primo
passo per un recupero
di dignit. Da qui
una volta soddisfatta
lesigenza abitativa
- si punter a percorsi di autopromozione
della persona che ne
facciano
riemergere capacit e fiducia
nelle relazioni, come
ribadito da Valerio
Landri, direttore della Caritas diocesana
di Agrigento e delegato laico per la Sicilia nel Comitato del
Convegno ecclesiale
nazionale di Firenze:
Attenzione a pensare
che aprendo Casa Valverde abbiamo assolto al compito di dare
una casa a chi non ce
lha. Per rispondere
al bisogno dei senza dimora non basta
offrire un tetto sotto
cui dormire, occorre

E unopera-segno di una comunit


chiamata a farsi casa

restituire capacit di
relazione. Per questo, nella dinamica di
accoglienza, bisogna
accompagnare la persona verso unidentit
pacificata e, in que-

t. Per questo la Casa


prima di tutto uno
strumento educativo e
non di assistenza ribadisce Landri uno
strumento che permette di ripensare li-

tativo, la costruzione
di un percorso in cui
la persona non viene assistita ma resa
protagonista ha detto Domenico Leggio,
direttore della Caritas

ampio e su tre livelli,


sar punto di arrivo
e ripartenza per alcuni, e occasione di
incontro e condivisione per tutti. Casa
Valverde si aprir ad

Ad accogliere lospite di
Casa Valverde
sar la comunit tutta, che
rivestir un
ruolo fondamentale nel
percorso verso
la ripartenza

sto percorso, fare in


modo che si senta riconosciuta e accolta,
perch possa ritrovare
le sue potenzialit e
scorgere la possibilit
di ripartire nella vita.
Ad accogliere lospite
di Casa Valverde sar
la comunit tutta, che
rivestir un ruolo fondamentale nel percorso verso la ripartenza.
Per dare un tetto a
una persona occorre
generare una comunit accogliente.
compito della Caritas lavorare perch la
presenza dellospite
acquisti un significato
anche per la comunit ecclesiale e civile
che lo accoglie ha
proseguito
Landri,
evidenziando come
un ospite che si sente appartenente a una
comunit
diviene
portatore di valori e,
al tempo stesso, una
comunit che si lascia
abitare dallaltro e si
scopre accogliente,
genera sempre nuove
relazioni, con effetti
positivi su tutta la cit-

dea delleducare nella


logica del lasciarsi
educare dallincontro
col povero e di riformulare il modello
dellabitare nellottica di una Chiesa che,
facendosi
grembo
capace di relazioni di
sostegno significative,
recupera la dimensione delluscire in cerca
dellincontro. Casa
Valverde diviene dunque opera-segno di
una Chiesa che sa abitare le strade per fare
esperienza del risorto,
che si sbilancia oltre
le sue mura e va verso
le periferie dellumano per mostrarsi non
solo esperta di umanit ma immersa nellumanit. Sia questa
unesperienza ecclesiale e non solo assistenziale, un segno
profetico per la citt
ha infine augurato il
direttore della Caritas
di Agrigento.
Il modello dellHousing First un modello di orientamento che
prevede, dopo laccompagnamento abi-

di Ragusa e membro
del direttivo della Fio.
PSD, soffermandosi
sul ruolo della comunit: La collettivit
mette lospite al centro e partecipa con lui
e con lequipe degli
operatori allobiettivo di una ripartenza,
prendendo parte a un
progetto che restituisce dignit e attenzione alla persona e d il
senso di nuovo umanesimo.
Le accoglienze saranno attivate di concerto
con i servizi sociali, le
parrocchie, lequipe
degli operatori, che
valuteranno il disagio
abitativo della persona, nelle sue diverse
sfumature.
Ne sentiamo la responsabilit ma anche la bellezza ha
affermato Antonluca
Candiano, referente
della Caritas di Noto
per lHousing - Casa
Valverde pensata
per essere aderente
alle diverse necessit. Il centro abitativo
del convento, molto

unampia
tipologia
di accoglienze: potr
ospitare circa diciotto persone (singoli e
nuclei familiari sfrattati, o in condizione di forte disagio,
persone in uscita dal
carcere o dalla prostituzione, senza fissa
dimora, migranti in
difficolt) che usufruiranno, a seconda
delle necessit e della
condizione di singoli
o nuclei, di otto stanze con bagni annessi.
Vi poi una cucina,
una mensa comune,
una sala per il tempo
libero e le attivit dei
bambini, una piccola
biblioteca, una lavanderia. La presenza di
una comunit religiosa le Suore della
Presentazione di Maria al Tempio, provenienti dalla diocesi
gemella di ButemboBeni - permetter
un riferimento costante per le persone
accolte.
Coinvolte,
in questo farsi Casa
per il prossimo, anche le giovani gene-

razioni: gli studenti


dellindirizzo I.p.i.a.
dellIstituto Galilei
Campailla di Modica
stanno dedicando le
ore di laboratorio alla
realizzazione di alcuni
mobili per le stanze di
Valverde. Lintenzione quella di dare alle
persone la dimensione
dellabitare. A partire
da questo sar bello
accompagnare ciascuno nel proprio percorso verso una sempre
maggiore autonomia
ha concluso Antonluca Candiano.
Il vescovo di Noto,
Mons. Antonio Staglian, che ha fortemente voluto che lex
convento diventasse
segno di accoglienza,
si soffermato sulla
corresponsabilit dei
fedeli laici nella missione della Chiesa:
Questa Casa, segno
importante di una
Chiesa che si fa vicina ai poveri e diventa
povera nella misura
in cui ha un bene e lo
condivide con tutti,
anche una grande sfida alla maturazione
delle comunit cristiane: senza trame di
relazioni essa si riduce
a una versione superficiale di assistenza.
Siate dunque missionari della misericordia
in unottica di promozione della cultura
dellincontro.
Mons. Staglian ha
infine scoperto la targa e benedetto i locali, dedicati a quanti
hanno voluto sempre
dare una dimensione fraterna alla carit
coniugando insieme
condivisione, educazione, impegno per la
giustizia: i Papi Paolo
VI, Giovanni Paolo
II, Benedetto XVI e
Francesco; i padri
della Caritas Italiana
Mons. Giovanni Nervo e Mons. Giuseppe
Pasini; Mons. Salvatore Nicolosi, padre
della Caritas diocesana di Noto.
Fondazione
di Comunit
Val di Noto

13 giugno 2015, sabato

Di Luciano approda
nella rappresentativa
universitaria

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Orgoglio biancoverde per la convocazione nella rappresentativa


universitaria che prenderanno parte al raduno che si terr a Bari

Buone

notizie
in casa biancoverde lattaccante
dell'Ortigia Sebi
Di Luciano ha ricevuto ieri la convocazione nella
Rappresentativa
Universitaria. Il
tecnico Alessandro Duspiva ha,
infatti, diramato
lelenco dei giocatori che prenderanno
parte
al raduno che si
terr a Bari, presso lo Stadio del
Nuoto, dal 14 al
23 Giugno.
La convocazione di Sebi Di Luciano un grande
orgoglio per lOrtigia ha dichia-

rato il Presidente
Valerio Vancheri.
Ancora una volta,
infatti, un giocatore biancoverde
far parte di una
selezione nazionale, segno, questo, che il grande
lavoro svolto dallo stesso giocatore, dallo staff
tecnico e dalla
societ, alla fine
paga. Siamo tutti orgogliosi per
questa convocazione e speriamo
ne
seguiranno
tante altre.
Sempre
questa
mattina,
infine,
Andrea Tringali ha salutato la
squadra poich,

nelle
prossime
ore, voler allestero per lavoro.
Il giocatore augustano, prima di
partire, ha voluto
comunque lasciare un pensiero ai
compagni, al tecnico e alla societ
biancoverde.
Nel giorno della
mia partenza, che
per ragioni lavorative mi porta
per diversi mesi
lontano da casa,
sento il dovere di
ringraziare la dirigenza del Circolo
Canottieri Ortigia
per avermi dato
la possibilit, anche quest'anno,
di far parte di

questo fantastico
gruppo. Gruppo
di uomini veri,
che crede in quello che fa e che d
sempre il massimo per se stesso
e per lo stemma
che, con fierezza
e orgoglio, porta
in giro per lItalia. Il merito di
questo gruppo
sicuramente del
nostro
"piccolo
grande"
mister,
che prima ancora
della pallanuoto

ci insegna ogni
giorno valori ben
pi
importanti.
Ringrazio quindi
Gino Leone, per
avermi fortemente voluto e perch non smette
mai di credere in
me, ed i ragazzi, compagni di
mille avventure
(disavventure),
che al mio ritorno mi fanno sempre sentire a casa,
come se non me
ne fossi mai an-

dato. Mi dispiace
che la stagione
non si sia conclusa come tutti
speravamo, ma
stata lo stesso una
stagione fantastica.
Con la grinta e l'unione che ci contraddistinguono,
sono sicuro che
ci
riproveremo
l'anno prossimo.
Grazie ancora a
tutti...alla prossima e sempre Forza Ortigia!!

Vela, lOttovolante salper da Siracusa Canoa, alla IV^ Edizione del Memorial Salvo Greco
il 15 giugno con destinazione Spagna ottimo bronzo per la Polisportiva Rari 86 Augusta

Ottovolante, insieme al suo equipaggio,


lascer il porto di Siracusa luned 15 giugno alle 10,30 dalla Banchina antistante
Capitaneria di Porto di Piazzale IV Novembre. A bordo anche Elias (nella foto) e
Muhamed affronteranno un lungo viaggio
in mare. Un altro. Questa volta la destinazione Barcellona, in Spagna.
Giunti sulle coste siciliane a bordo di
barconi fatiscenti, dal 27 giugno al 4 luglio
prossimi parteciperanno, insieme ad un
equipaggio di skipper siracusani, a bordo
della barca Ottovolante, al campionato
mondiale di Vela ORC World Championship 2015. Limbarcazione lascer il
Porto di Siracusa luned 15 giugno alle
10,30, dalla Banchina antistante la Capitaneria di Porto (Piazzale IV novembre).
A scortare Ottovolante saranno le
motovedette della Capitaneria di Porto di
Siracusa.

Nello specchio dacqua antistante la


Golden Bay, si svolta la IV^ edizione del memorial Salvo Greco
premio speciale Marco Ciaccia,
gara regionale di canoa giovani che
ha visto sfidarsi sulla distanza dei
200 metri e 2000 metri circa 80 giovani canoisti provenienti da Catania,
Palermo, Marsala, Siracusa, Giardini Naxos ed Augusta. Il trofeo
stato vinto dalla societ Trinacria di
Palermo, al secondo posto il Naxos
ed al terzo la Polisportiva Rari 86
Augusta. Questanno stato messo in palio anche il premio speciale
Marco Ciaccia in ricordo del presidente del sodalizio augustano prematuramente scomparso lo scorso
anno. Il premio speciale consegnato dal figlio di dirigente scomparso
stato assegnato a Carmelo Amara,
della Rari 86 Augusta, nella categoria del k1 cadetti b maschile la gara
pi competitiva. Questi gli altri risultati conseguiti dai giovani atleti
augustani: Nel K 420 allievi metri
200, 1 posto per Giulio Amara, 3
posto per Lorenzo Di Mare; K 420
allievi A femminile mt 200, 3 posto
per Giorgia Blandino; allievi B mt
200 e mt 2000, 2 posto per Giulia

Contento, K 520 allievi B mt 200 e


metri 2000, 1 posto per Fisichella
Messina; K 420 allievi B mt 200
secondo posto per Andrea Messina e
Marco Fisichella; K 420 allievi B 2
posto per Lorenzo Prato sui mt 200 e
2000; k1 cadetti B, 1 posto per Carmelo Amara sui 200 e 2000 mt, 3
posto per Giuseppe Spinali sui 200 e
2000 metri.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 13 giugno

2015, sabato

Aldo Baio:
Nonostante
la sconfit a nulla
pregiudicato
poich la fase finale
ancora lunga

Pallanuoto, sconfitta beffa


per lunder 15 della 7 Scogli
I ragazzi di mister Baio perdono contro l'Acireale con un gol arrivato ad
un secondo dalla fine del match dopo il pareggio aretuseo di Zappulla

Sconfitta "amara"
lunder 15 del Circolo Canottieri 7
Scogli Siracusa ieri,
ad Acireale, contro lAltair, per 8 a
7 al termine di una
partita rocambolesca. Infatti, il goal
vittoria dellAltair
avvenuto ad 1 secondo dalla fine del
match dopo che gli
aretusei
avevano
raggiunto il pareggio con il capitano
Luciano Zappulla.
Sconfitta che sa di
beffa per i giovani
giocatori di mister
Baio che al termine
della partita dichia-

ra "Nulla pregiudicato poich la fase


finale ancora lunga e sono certo che
sabato e domenica
(13 e 14 Giugno),
in casa nostra, renderemo cara la pelle e ci riscatteremo.
Dispiace aver perso
cos, poich i miei
ragazzi, malgrado
le difficolt hanno
sempre lottato e reagito e meritavano il
pareggio. Tuttavia,
niente perduto e
cercheremo
subi-

Manca una settima per la partecipazione al torneo


di Taormina "
World cup 2015"
organizzato
dal
Tenuta Group dal
19 al 21 Giugno.
La Rari Nantes
di Siracusa sar
presente con le
categorie Piccoli
amici - Pulcini ed
Esordienti.
Grande soddisfazione da parte dei

Dirigenti Di Mauro, Campisi, Amico


e Rinauro. "Chiudiamo ufficialmente la stagione con
la partecipazione di
questo torneo a Ta-

to di rifarci Sabato
mattina contro lAquarius Trapani.
La societ del presidente Marco Capillo ha richiesto ed ottenuto, come noto,
l o rg a n i z z a z i o n e
della fase finale della categoria under
15 che si disputer,
dal 13 al 14 Giugno
2015, a Siracusa,
presso la piscina
Paolo Caldarella.
Alla manifestazione parteciperanno,
oltre alla 7 Scogli,

Calcio, la Rari Nantes chiude la stagione


agonistica con il Torneo di Taormina

ormina una stagione veramente piena


di
soddisfazioni.
Per noi un motivo in pi per impegnarci a far diventare questa Societ

lAltair di Acireale, la Polisportiva


Messina, la Brizz di
Acireale e lAquarius Trapani.
I ragazzi di mister
Baio scenderanno
in vasca sabato mattina alle ore 12:15
contro lAquarius
Trapani.
La seconda partita
prevista per Domenica mattina alle ore
9:30 contro la Brizz
Acireale ed infine,
il match conclusivo
in programma per
Domenica pomeriggio, alle ore 16:45,
contro la Polisportiva Messina.
Ieri i miei ragazzi,
continua Baio, hanno lottato alla pari,
contro lAltair che,
devo dire, mi ha stupito positivamente
poich pu contare
su tre elementi di
ottimo spessore che
gi giocano in serie C con la prima
squadra.
Adesso, cercheremo di ricaricare le
batterie in vista del
prossimo impegno.
Per la mia giovane
societ e per i miei
ragazzi questa fina-

le rappresenta la
prima volta in assoluto a testimonianza del fatto che,
finalmente, anche
a livello giovanile,
abbiamo imboccato
la strada giusta.
Questa finale si aggiunge a quella conquistata dallunder
17 qualche settimana addietro e ci fa
ben sperare per il
futuro.
Io personalmente,
insieme ai miei collaboratori, Emanuele Pipicelli, Simone
Morachioli ed Elena
Giuliano ed in accordo con il dirigente responsabile del
settore giovanile Zimei Gianni, stiamo
lavorando molto intensamente e seriamente con il settore
giovanile.
Siamo ancora molto
indietro, ne siamo
consapevoli, ma la
strada tracciata, finalmente, quella
giusta.
Appuntamento fissato, quindi per il
fine settimana per
assistere alle finali under 15 che si
svolgeranno, dal 13
al 14 Giugno 2015
a Siracusa presso la
piscina Paolo Caldarella.

Ippica,
al Mediterraneo
in scena
il memorial Ivan
Romano
G

iunto alla sua


XI edizione, ogg
allIppodromo
del
Mediterraneo, si ricorder, con un Memorial,
Ivan
Romano, giovane amante dei
cavalli,
appassionato di ippica,
prematuramente
scomparso in un
incidente stradale.
Una
maiden
sar abbinata al
Memorial Ivan
Romano, quarta corsa che sui
1400 metri in pista piccola mander in pista i 2
anni. Tra tutti si
potrebbe esprimer al meglio
Idomeneo,
reduce da due seconde piazze. Il
buon riferimento
con Peace And
Love, lo presenta Martin Blonde
bene al debutto.
Ma il numero
sei dello schieramento ad ottenere maggior consenso:
Pretzel
Logic, infatti, sui
1400 metri pu
solo migliorare.
L'inizio delle sei
corse previsto
alle ore 15.30.
Tra le altre competizioni, il Premio Portiere di
Notte che sui
1200 metri in pista piccola schiera i 3 anni e oltre.
La base affidabile della corsa
resta Lady Tari,
anche
dallalto della perizia.
Bene anche Air
Zan, mentre Sopran Varek, reduce da vittoria
atteso ancora sul
podio.

Interessi correlati