Sei sulla pagina 1di 6

Protocollo RC n.

3508/14

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA


GIUNTA CAPITOLINA
(SEDUTA DEL 24 OTTOBRE 2014)

Lanno duemilaquattordici, il giorno di venerd ventiquattro del mese di ottobre,


alle ore 9,35, nella Sala delle Bandiere, in Campidoglio, si adunata la Giunta Capitolina
di Roma, cos composta:
1
2
3
4
5
6
7

MARINO IGNAZIO ROBERTO MARIA....


Sindaco
NIERI LUIGI....... Vice Sindaco
CATTOI ALESSANDRA.... Assessore
CAUDO GIOVANNI......

CUTINI RITA.....

IMPROTA GUIDO..

LEONORI MARTA.....

8
9
10
11
12
13

MARINELLI GIOVANNA..................... Assessore


MARINO ESTELLA...

MASINI PAOLO.....

OZZIMO DANIELE

PANCALLI LUCA..........................................

SCOZZESE SILVIA........................................

Sono presenti lOn.le Sindaco, il Vice Sindaco e gli Assessori Cattoi, Caudo, Cutini,
Improta, Leonori, Marinelli, Marino, Masini, Pancalli e Scozzese.
Partecipa il sottoscritto Segretario Generale Dott. Liborio Iudicello.
(O M I S S I S)
A questo punto gli Assessori Caudo e Pancalli escono dallAula.
(O M I S S I S)
A questo punto lOn.le Sindaco esce dallAula e il Vice Sindaco assume la presidenza
dellAssemblea.
(O M I S S I S)

Deliberazione n. 312
Autorizzazione alla concessione dell'immobile di propriet Capitolina sito in Roma, tra Via Pomona nn. 63/65 e Via Marica n. 82, a
favore della Cooperativa 29 Giugno - Cooperativa Sociale - Onlus.
Premesso che Roma Capitale proprietaria di un compendio immobiliare sito in
Roma, tra Via Pomona nn. 63/65 e Via Marica n. 82, consistente in 5 locali come da
allegata planimetria, di circa mq. 1.000 coperti, nonch mq. 2.456 scoperti, distinti in
catasto al Foglio 603, part. n, 312, sub 759-760-761-762-763;
Che, con nota prot. n. 63084 del 15 novembre 2011, la Cooperativa 29 Giugno
Cooperativa Sociale Onlus ha richiesto in concessione i locali in argomento ai fini di
una loro bonifica e ristrutturazione per adeguarli in parte a sede operativa della
Cooperativa medesima ed in parte a Centro di accoglienza temporanea notturna per
persone in condizioni di grave disagio economico, familiare e sociale;

Che, gi in data 9 febbraio 2011, il Municipio IV (ex V) aveva stipulato una


convenzione con la Cooperativa, che ha definito lutilizzo dei suddetti compendi
risalente al 1985 per una durata di tre anni rinnovabili, con limpegno della Cooperativa
medesima a garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria degli spazi, la
sorveglianza e custodia degli stessi, nonch lassunzione di persone appartenenti a
categorie svantaggiate residenti nel Municipio;
Vista la valenza sociale delle attivit svolte dalla Cooperativa in tema di
inserimento nel mondo del lavoro di persone in difficolt (giovani, emarginati, invalidi,
ex detenuti, etc.), si ritiene di regolarizzare lutilizzo degli spazi a favore della
Cooperativa medesima con un contratto di concessione per la durata di anni 6,
rinnovabili, con decorrenza dal 1/3/2014;
Che lUfficio Stime del Dipartimento, con perizia del 12 novembre 2013, ha
valutato a prezzo di mercato, quale canone di concessione dellimmobile in questione,
limporto annuale di Euro 73.764,00 e mensile di Euro 6.147,00;
Considerato, peraltro, che la Cooperativa 29 Giugno una Cooperativa con finalit
sociali, iscritta allAlbo delle Societ Cooperative, da ritenersi Onlus di diritto, in
conformit a quanto statuito allart. 10 co. 8 del D.Lgs. n. 460/1997, si ritengono
applicabili alla medesima i contenuti delle deliberazioni Consiglio Comunale nn. 26/1995
e 202/1996 riguardanti lassegnazione di spazi ad uso sociale, assistenziale, culturale,
ricreativo e sportivo;
Che, quindi, la Cooperativa dovr corrispondere un canone di mercato ridotto ai
sensi dellart. 7 lett. b) della deliberazione Consiglio Comunale n. 5625/1983,
corrispondente ad Euro 14.752,80 annuali ed Euro 1.229,40 mensili;
Che, con nota prot. n. 25010 del 12 novembre 2013, sono state comunicate alla
Cooperativa le condizioni economiche innanzi descritte ed accettate formalmente con
nota prot. n. 25046 del 12 novembre 2013;
Che, ai sensi dellart. 4 commi 3 e 4 della deliberazione Consiglio Comunale
n. 202/1996, stato richiesto al Dipartimento Politiche Sociali, con nota prot. n. 27878
del 17 dicembre 2013, parere di competenza, che, non essendo pervenuto nei termini
previsti, deve intendersi come assenso;
Che, ai sensi del medesimo articolo 4, commi 5 e 6, stato richiesto alla Presidenza
del Consiglio Municipale del IV Municipio, con nota prot. n. 1904 del 23 gennaio 2014,
parere di competenza, che, non essendo pervenuto nei termini previsti, deve intendersi
come assenso;
Che, con la medesima nota, stato richiesto parere di competenza alla
VII Commissione Capitolina Permanente Patrimonio e la stessa, con nota n. 2629/2014,
ha espresso parere favorevole;
Che, listanza di concessione, con allegati latto costitutivo e la relazione delle
attivit svolte dalla Cooperativa, sono stati pubblicati per 15 gg. (dall8 maggio 2014 al
22 maggio 2014) allAlbo Pretorio di Roma Capitale ed, a seguito di tale affissione, non
sono pervenute osservazioni;
Che, pertanto, avendo adempiuto a tutte le fasi dellistruttoria preliminare richiesta
ai sensi della deliberazione n. 202/1996, si ritiene di poter procedere alla concessione del
bene in argomento alla Cooperativa 29 Giugno, la quale, al fine di consentire una verifica
puntuale da parte dellAmministrazione, dovr fornire annualmente relazione scritta delle
attivit svolte;
Che in data 19 febbraio 2014 il Direttore della Direzione Gestione Amministrativa
del Dipartimento Patrimonio Sviluppo, Valorizzazione ha espresso il parere che di
seguito integralmente si riporta: Ai sensi e per gli effetti dellart. 49 del T.U.E.L., si

esprime parere favorevole in ordine alla regolarit tecnico-amministrativa della proposta


di deliberazione di cui alloggetto.
Il Direttore

F.to: C. Aceti;

Che, in data 19 febbraio 2014 il Direttore del Dipartimento Patrimonio Sviluppo e


Valorizzazione ha attestato ai sensi dellart. 29, c. 1, lett. i) e j), del Regolamento degli
Uffici e Servizi la coerenza della proposta di deliberazione in oggetto con i documenti
di programmazione dellAmministrazione, approvandola in ordine alle scelte aventi
ambiti di discrezionalit tecnica con impatto generale sulla funzione dipartimentale e
sullimpiego delle risorse che essa comporta.
Il Direttore

F.to: M. Di Giovine;

Che in data 19 febbraio 2014 il Dirigente della XXII U.O. di Ragioneria Generale
ha espresso il parere che di seguito integralmente si riporta: Ai sensi e per gli effetti
dellart. 49 del T.U.E.L, si esprime il parere favorevole in ordine alla regolarit contabile
della proposta di deliberazione di cui alloggetto.
Il Dirigente

F.to: G. Ruiz;

Atteso che sulla proposta in esame stata svolta, da parte del Segretario Generale,
la funzione di assistenza giuridico-amministrativa, ai sensi dellart. 97, comma 2 del
Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267;
Per i motivi di cui in premessa;
LA GIUNTA CAPITOLINA
DELIBERA

di autorizzare, a favore della Cooperativa 29 Giugno Cooperativa Sociale Onlus, con


sede in Roma, Via Prospero Colonna n. 37, la concessione del compendio immobiliare di
propriet Capitolina sito in Roma, tra Via Pomona nn. 63/65 e Via Marica n. 82,
consistente in 5 locali come specificato in verde nella planimetria, allegata in atti di circa
mq. 1.000 coperti, nonch mq. 2.456 scoperti, distinti in catasto al Foglio 603, part.
n. 312, sub 759-760-761-762-763, alle seguenti principali condizioni:
Durata: anni 6 a decorrere dal 1 marzo 2014. Decorso tale periodo la concessione potr
essere rinnovata per ulteriore periodo, secondo la normativa vigente a tale data, a
condizioni economiche da rideterminarsi, previa istanza di rinnovo da presentarsi almeno
sei mesi prima della scadenza e salva la facolt per Roma Capitale di denegare tale
rinnovo per i motivi e con le modalit di cui al punto G dellannesso disciplinare.
Canone: canone annuo stabilito in Euro 14.752,80 e mensile in Euro 1.229,40 a decorrere
dal 1 marzo 2014, da versarsi in rate trimestrali anticipate di Euro 3.688,20 cadauna,
soggetto ad adeguamento biennale sulla base della media degli indici Istat dei prezzi al
consumo del biennio precedente, a decorrere dallannualit 2016.
Uso: in parte sede operativa della Cooperativa ed in parte Centro di accoglienza
temporanea notturna per persone in condizioni di grave disagio economico, familiare e
sociale.
Cauzione: Euro. 3.688,20 pari a tre mensilit del canone di concessione, da versarsi
presso la Tesoreria Capitolina a garanzia dellesatto adempimento degli obblighi
contrattuali assunti.

In caso di morosit di oltre una rata trimestrale, la concessione sintender decaduta ed il


deposito cauzionale sar incamerato a titolo di penale.
La concessione altres autorizzata alle ulteriori condizioni di seguito elencate:
A) espressamente pattuito che il rapporto che si instaura con il presente atto
disciplinato dalle disposizioni sulle concessioni amministrative e non potr in nessun
caso essere ricondotto a regime locativo;
B) Roma Capitale esonerato da qualsiasi responsabilit per danni a persone e cose
subiti dal concessionario o da terzi in relazione allutilizzo dellimmobile;
C) obbligo del concessionario di impedire che sullimmobile si costituiscano servit o
situazioni di fatto comunque lesive della piena propriet di Roma Capitale;
D) le spese di manutenzione, cos come previste da legge, anche per aspetti relativi alla
sicurezza dellimmobile, sono a totale carico del concessionario e cos pure tutte le
imposte, tasse e assicurazioni relative allimmobile in concessione. Altrettanto dicasi
per i consumi relativi alle utenze le quali debbono essere intestate ad esso
concessionario a propria cura e spese;
E) le eventuali opere di adattamento dellimmobile, da eseguirsi comunque previa
formale autorizzazione, sono a totale carico del concessionario, fermo restando che al
cessare della concessione qualsiasi miglioria e/o addizione apportata si intender di
pertinenza di Roma Capitale senza diritto al rimborso della relativa spesa;
F) il concessionario tenuto a permettere laccesso agli incaricati e funzionari di Roma
Capitale per accertamenti relativi alladempimento degli obblighi contrattuali;
G) per motivi di pubblica utilit risultanti da formali provvedimenti o anche per grave
inosservanza delle condizioni sopra riportate o anche per il ripetersi di singole
inadempienze malgrado formale diffida, Roma Capitale ha facolt di procedere alla
revoca della concessione con il solo preavviso di mesi tre, da notificarsi a mezzo
raccomandata AIR al domicilio o recapito dichiarato dal concessionario, n per tale
revoca il concessionario potr accampare diritto ad indennizzi di sorta;
H) resta espressamente pattuito che il concessionario obbligato a riconsegnare
limmobile alla scadenza della concessione o in caso d revoca, libero da persone e
cose ed in buono stato di manutenzione;
I) le spese dellatto e conseguenti sono a totale carico del concessionario e cos pure le
spese di registro relative ai periodi di rinnovo;
L) il concessionario tenuto a corrispondere puntualmente il canone entro i primi cinque
giorni del mese successivo a quello di riferimento. In caso di morosit di oltre due
mesi egli sar invitato a regolarizzare il pagamento entro trenta giorni. Qualora la
morosit non fosse sanata entro tale termine, il concessionario incorrer
automaticamente nella decadenza e si proceder al recupero della disponibilit del
bene con provvedimento di autotutela del Sindaco. Costituisce causa di revoca anche
linadempienza ad una o pi clausole del disciplinare di concessione. Linadempienza
comporta anche la perdita del deposito cauzionale e lesclusione da altre assegnazioni
di beni;
M) il concessionario non pu trasferire ad altri il godimento del bene in uso, n
subconcederlo, n cambiare la destinazione per cui era stato concesso, senza il previo
assenso dellAmministrazione;
N) linosservanza di una qualunque delle clausole del presente disciplinare dar diritto a
Roma Capitale di revocare la concessione e di incamerare il deposito cauzionale salvo
il risarcimento del maggior danno.
O) La concessione si intender decaduta al venire meno di uno dei seguenti requisiti:

iscrizione allalbo delle societ cooperative;


perseguimento esclusivo di finalit sociali.

La verifica dei requisiti effettuata ogni anno a cura del Dipartimento Patrimonio
Sviluppo e Valorizzazione.
Accertamento: Lentrata annua di Euro 14.752,80, dovuta a decorrere dal 1/3/2014,
conseguente alla formalizzazione del presente atto, verr accertata sul Bilancio corrente,
con successivo provvedimento di approvazione della Lista di Carico, sulla risorsa codice
n. 3.02.4000 CCL Centro di Ricavo 1DP del P.E.G. 2014 e seguenti.
L'On. PRESIDENTE pone ai voti, a norma di legge, il suesteso schema di deliberazione
che risulta approvato all'unanimit.
Infine la Giunta, in considerazione dell'urgenza di provvedere, dichiara, all'unanimit,
immediatamente eseguibile la presente deliberazione a norma di legge.

(O M I S S I S)
IL PRESIDENTE
Ignazio R. Marino L. Nieri

IL SEGRETARIO GENERALE
L. Iudicello

La deliberazione stata pubblicata allAlbo Pretorio dal ......


al .. e non sono state prodotte opposizioni.

La presente deliberazione stata adottata dalla Giunta Capitolina nella seduta


del 24 ottobre 2014.
Dal Campidoglio, l ..

p. IL SEGRETARIO GENERALE
.....