Sei sulla pagina 1di 71

BENVENUTI NELLA RIVISTA INSIDE REAL VAMPIRES

Lavevamo promesso. Avevamo preso un impegno con tutti voi. Elimpegno, la parola data, va sempre mantenuta. Siamo persone di parola e ogni promessa è per noi debito. Quello che avete ora tra le vostre mani e avete iniziato a sfogliare è il numero “0” della nostra rivista magazine INSIDE REAL VAMPIRES”, la prima e lunica rivista italiana dedicata ai Real Vampires.Questo lavoro lo avete grazie alloperato della nuova corporazione associativa della Lega Italiana Real Vampires, il nuovo Consiglio Direttivo neoeletto, che senza lasciarsi perdere in inutili parole si è rimboccato le maniche ed è passato subito ai fatti. Proprio così, vi

avevamo promesso dei fatti concreti e questa rivista è il primo dei fatti concreti che si

susseguiranno in avvenire. Presentando questa rivista cosa parlerà? Sicuramente di

tutto il mondo che riguarda i Real Vampires, ma anche i loro donatori, i loro amici, e altre creature dellombra. Questa rivista è la voce informativa ufficiale

dellAssociazione Lega Italiana Real Vampires, lunica Associazione di Real Vampires e Vampyre Life style italiani. Eun mezzo di comunicazione sicuramente importante tra i nostri lettori e la comunità vampiro della Lirv. Una voce che vi giungerà ogni tre mesi con ricchi articoli, ricerche, informazioni, appuntamenti che riteniamo opportuno comunicarvi prontamente. Una rivista, o meglio un magazine che oggi vi giunge in formato PDF ma che sicuramente un domani non tanto lontano potrà giungervi anche nella versione cartacea. Intanto però grazie a questo formato potete comunque stamparvela da per voi a leggervela comodamente come una vera

e propria rivista cartacea. Abbiamo deciso, per motivi pubblicitari, che i primi tre numeri vi giungeranno gratuitamente anche se non siete iscritti - associati allAssociazione LIRV, ma poi per proseguire a riceverla vi dovrete iscrivere allAssociazione, in quanto questa rivista è comunque un organo dinformazione

dellAssociazione dei Real Vampires Italiani ed edita dalla LIRV e quindi riservata ai

suoi soci iscritti.

Come responsabile legale della Rivista, in attesa di registrazione in Tribunale ( come

tutte le riviste che si rispettano) trovo giusto ringraziare vivamente e personalmente chi mette del suo in queste pagine, in particolare i membri componenti del nuovo Consiglio Direttivo della Lirv: Dario, Morgana, Tony, Natascia, Carlo, Stefano, Billy e altri amici che vi collaboreranno attivamente. A loro tutti va il mio più sentito augurio

di buon lavoro, non solo per la realizzazione delle future uscite di questa rivista, ma

per ogni singola attività dellAssociazione LIRV che si sono impegnati personalmente

di portare avanti

Un abbraccio fraterno a tutti i lettori Horus Sat

Sommario:

Attualità

I Real Vampires sono tra noi

Cultura e storia Il Vampirismo nella storia

Società

I Real Vampires e i donatori, un rapporto simbiotico

Spiritualità e religione

I Vampiri della Dea Iside

Action! Il Vampirismo Astrale

Salute

Vampiri e salute

Rubriche:

News dallAssociazione LIRV

Eventi, iniziative,divertimento

I REAL VAMPIRES SONO TRA NOI

particolarità diverse. La medicina e la scienza che vanno di pari passo hanno iniziato a studiare seriamente il fenomeno dei Real Vampires che sempre più numeroso e travolgente si affaccia tra i giovani e meno giovani in ogni angolo del nostro globo. Ma ancora nè la medicina nè la scienza non sono riuscite a dirci cosa in realtà sono i Real Vampires. Per cui trovo

inutile parlare qui ora delle numerose teorie mediche o scientifiche non ancora ufficializzate e comprovate. Lasciamo che sia la medicina che la scienza facciano il loro percorso e il lavoro indisturbate.Allora non si può dare una risposta? Quello che posso dare è una mia risposta

personalissima e riflettuta molto. Data la

mancanza oggettiva di risposte da parte della medicina e della scienza oserei dire che attualmente l'essere Real Vampires è una delle tante forme

e modi naturali

dell'essere umano.

90

l'organizzazione mondiale della sanità (OMS) cancellava

l'omosessualità dalla malattie psicologiche affermando quello che oggi si dice degli omosessuali: essi sono una variante naturale della

sessualità umana, un

orientamento sessuale

naturale diverso. Ecco io mi sentirei di dire all'incirca la stessa

cosa: gli RV sono una

naturale variazione e modo dell'essere umano. Se poi un giorno medicina e scienza affermeranno alcune prove

sull'esistenza degli Real Vampires come "

esseri" diversi dalla razza umana sarò il primo a documentarmi sulla materia e a correggere le mie affermazioni.Il Real Vampires è una persona umana, vivente, che ha alcune necessità mediche diverse da quelle delle persone comuni. il corpo umano del Real Vampire non produce tutta l'energia vitale necessaria e da qui la necessità di assorbire e alimentarsi di energia da parte di altre fonti che possono essere altre persone ma anche elementi naturali esistenti sulla terra, per poter

OK SONO UN REAL VAMPIRE

Autore: Sangue versato di Horus Sat

Molti mi chiedono cosa vuol dire essere Real Vampire? La mia risposta è molto semplice quanto chiara ed inequivocabile: certamente non è essere il vampiro del cinema o della mitologia. Chiariamo una volta per tutte che il vampiro così come ci viene mostrato nel cinema o nella mitologia sono solo fantasie. Il vampiro cinematografico NON ESISTE, non esistono i "Cullen" o i "Volturi" di turno. Così come non esistono i vampiri di True Blood, di MoonLight, di Blood Ties, del Diario del

Sono solo fantasia e finzione

per tenere incollato

il pubblico di turno

Vampiro ecc

per tenere incollato il pubblico di turno Vampiro ecc nella poltroncina di un cinema o davanti

nella poltroncina di un cinema o davanti alla tv. Così come non esistono i "

morti viventi" della

mitologia e delle leggende metropolitane. Questi sono solo frutto di antiche superstiziosi di un passato in cui la paura e il terrore dell'ignoto venivano

alimentati dalla religione attraverso anche i periodi bui della storia come l'inquisizione e la

caccia

alle

streghe.Allora appurato che i Real Vampires non sono i morti viventi delle mitologie e del

cinema, quindi non volano, non brillano al

sole, non sono super veloci, non hanno le

zanne, non diventano pipistrelli, lupi, topi, nebbia, non sono immortali, non temono l'acqua santa, le croci, l'aglio, la loro immagine viene riflessa tranquillamente negli specchi, non volano, che cosa sono? Innanzitutto sono persone umane, viventi come tutte le altre persone, hanno un cuore pulsante, un cervello pensante e sangue

rosso nelle vene. Quindi non sono nemmeno

" omini verdi di altri pianeti". Sono perfettamente umani ma con alcune

Negli

anni

continuare a stare bene in salute.Se noi analizziamo la parola " vampiro" comprendiamo che il suo termine vuol significare oggettivamente " persona che prende dagli altri". Che sia sangue, energia psichica, pranica, elementale ciò non conta. Questo è il motivo per cui l'RV viene considerato un vampiro ed egli stesso ha adottato la parola Vampiro evidenziando la sua necessità di " prendere dagli altri" per continuare a stare bene in salute. L'Aggiunta dell'aggettivo davanti quale "REALE" (Real - Vampire) sta evidenziare che non stiamo parlando di vampiri mitologici ma persone esistenti, viventi, VERE. Per questo motivo sono considerati in ugual modo come Real Vampire tutti coloro che in qualche modo " prendono dagli altri o dall'ambiente circostante". Persone che bevono sangue (cioè assorbono l'energia vitale contenuta nel sangue umano o animale), che si nutrono di energia psichica ( cioè l'energia mentale), pranica ( cioè l'energia emanata dal corpo umano) o elementale( cioè presente nella natura) sono tutti considerati in ugual modo VAMPIRI o meglio Real Vampires Cos'è che porta queste persone ad alimentarsi dell'energia? Semplice la risposta: il fatto che il proprio corpo non produce tutta l'energia necessaria alla persona e da qui l'esigenza effettiva di ricercare energia negli altri. L'energia vitale è una realtà di fatto, contribuisce alla funzione della cosiddetta" macchina

umana". Sull'energia vitale tantissimi hanno detto la loro. Noi ora interessa il discorso sotto

il profilo medico, per cui lasceremo perdere l'aspetto religioso, spirituale ecc. dell'energia vitale. Dicevamo che il Real Vampire non produce tutto quel quantitativo di energia

Per poter stare bene ed

necessaria al suo corpo, metabolismo, sistema immunitario ecc

in salute egli, il vampiro, è obbligato a nutrirsi di questa energia andandola ad aggiungere

a quella prodotta dal proprio corpo. Ora le motivazioni per cui l'energia vitale prodotta dal

corpo del Real Vampire non

basta potrebbero essere varie,

ma

considerazione solo una, quella che a me sembra la più

realistica sotto il profilo medico - scientifico. E' un dato di fatto che il corpo del " vampiro" utilizzi più energia di quanto lo fa il corpo di una persona comune. Perchè? Ancora una volta non siamo in grado di dare una risposta concreta.

Sulle motivazioni nella comu-

nità RV internazionale ognuno ha detto la sua , ma concreta- mente ancora non esiste una risposta esaudiente. Ogni

cosa nel nostro corpo è gestita dall'energia prodotta dal corpo stesso, dal sangue, dal

cervello ecc

muscolo occorre energia che

gli arriva attraverso pulsazioni nervose e sangue. Se un corpo non produce l'energia necessaria sia ha uno squilibrio, direi grave: l'energia non riesce a mantenere al massimo tutte le prestazioni fisiche e quindi si ha senso di affaticamento, stanchezza, mancanza di concentrazione, dolori fisici. Il sistema immunitario che è una delle cose che nel corpo umano impiega anch'esso molta energia e s'indebolisce con il rischio di lasciar passare virus e malattie. La mancanza di energia porta al cervello una disfunzione che noi possiamo constatare attraverso la mancanza di concentrazione, l'agitazione nervosa ecc Per togliere questo disagio fisico e psicologico il Real Vampire ha solo un mezzo, ovvero riequilibrare la sua energia aggiungendo della nuova alla sua " produzione interna". Non siamo quindi, come a volte si vuol far credere, quei malati mentali che fanno uso di sangue legando la cosa a riti oscuri, la necessità è puramente fisica e scientifica. Senza energia il

la cosa a riti oscuri, la necessità è puramente fisica e scientifica. Senza energia il ne

ne

prendo

in

Per muovere un

corpo umano non può funzionare, si ammala, inizia una procedura di decadenza e di indebolimento. Questa è la motivazione sostanziale perchè gli RV si alimentano di energia prelevandola dagli altri e dall'ambiente che li circonda. Poi è naturale data la diversità di predisposizione che gli RV si alimentino di energia attraverso la loro naturale predisposizione. Ogni persona è diversa dall'altra per una serie di fattori. Un RV sang (Sanguinarian cioè colui che assume energia dal sangue) è predisposto ad assumere energia solo dal sangue, non potrà

assumere energia da

altre fonti. La stessa cosa per quei vampiri dove la loro predisposizione li porta ad assumere energia solo da fonti psichiche, praniche o elementali. Ci sono poi alcuni Real Vampires anche hanno una particolarità, ovvero riescono a nutrirsi da varie fonti di energia anche se però sembra davvero essere una piccola minoranza. Questo è praticamente quello che fa di una persona un Real Vampire.

La particolarità dell'essere Real Vampire

I Real Vampires sono soggetti ad avere

situazioni particolari, che però non possono essere ritenute prove dell'essere un Vampiro in quanto anche alcune persone comuni le possono avere. Ad esempio la stragrande maggioranza dei Real Vampires presentano una forte fotosensibilità della pelle e degli occhi al sole e ai raggi UV. Certo non si polverizzano a contatto con la luce solare, ma soffrono situazioni e disagi causati dalla luce del sole. Una di queste è proprio la fotosensibilità al sole, cioè

Una di queste è proprio la fotosensibilità al sole, cioè l'estrema sensibilità della loro pelle. Questo

l'estrema sensibilità della loro pelle. Questo

è il motivo per cui i Real Vampires si ricoprono di crema protettiva con filtri solari molto alti anche in inverno e indossano sempre occhiali scuri per proteggere i loro

occhi. Ma questo lo ripeto lo fanno anche

alcune persone comuni molto sensibili, con problemi di pelle. Tuttavia anche questo discorso va a ricollegarsi alla questione dell'energia vitale. La fotosensibilità è qualcosa che al corpo umano richiede un maggiore

utilizzo dell'energia vitale

per riequilibrare e proteggere la pelle dagli attacchi esterni. Un Real Vampire che si nutre poco di energia vitale è più

soggetto a questi attacchi esterni, ad esempio quello dei raggi UV del sole. Un

nutre

normalmente di energia vitale ha più possibilità di contrastare questi attacchi esterni e resistere meglio.

RV

che

si

normalmente di energia vitale ha più possibilità di contrastare questi attacchi esterni e resistere meglio. RV

Altri fattori che portano a consumare più velocemente l'energia vitale di RV è la guarigione dalle ferite e dalle malattie. Sappiamo come il corpo umano richieda uno sforzo particolare per combattere le malattie e questo viene praticamente portato avanti dal sistema immunitario. Molti mi hanno chiesto come sia possibile che un Real Vampire sia in grado di digerire il sangue. Sappiamo infatti che il sangue, per le sostanze che esso contiene, può essere pericoloso se ingerito in quantità eccessive in quanto tende a coagulare nello stomaco creando così uno scompenso che si trasforma in patologia quale l'intossicazione e possibilità di prendere una epatite alimentare. Però c'è un fatto ancora inspiegabile che riguarda una minoranza di RV tra cui il sottoscritto. Per meglio spiegarmi presento come prova quello che è la particolarità della mia storia /vita come esempio. Io praticamente be- vo sangue da sempre, sin da bambino. Non sono mai stato male, non ho mai avuto malattie derivate dallassunzione di sangue o complicazioni di alcun genere. Il mio stato di salute co- me possono accertare le analisi sono perfette. E così pure mio figlio di 27 anni è anch'esso un RV, così come lo è la mia ex compagna, la madre di mio figlio. La mia famiglia quindi è composta esclusivamente da RV predisposti all'assunzione del sangue, cioè a trarre energia vitale dal sangue. Ora io riesco a bere dosi ingenti di sangue senza avere le cause

io riesco a bere dosi ingenti di sangue senza avere le cause fisiche, di rigetto o

fisiche, di rigetto o patologiche delle persone comuni nell'assunzione di dosi eccessive di

sangue. La risposta non la so dare e aspetto che medici con cui collaboro siano loro a darmi delle risposte. Quello che io posso dare sono solo congetture:

1) essendo una persona che ha sempre assunto il sangue per tutta la loro vita, io sia in qualche modo predisposto a tale assunzione, e così pure mio figlio naturale. Il sangue

quindi sia diventato realmente un alimento in cui il mio corpo, quello della mia ex compagna

e di mio figlio si sia ampiamente abituato nel corso degli anni facendo del sangue - per noi

- un alimento necessario e perfettamente digeribile al pari di tutti gli altri alimenti. Quindi

riuscirei a digerire tranquillamente il sangue per predisposizione. A prova di questa risposta

è il fatto che anche bevendo davvero dosi ingenti di sangue (vale dire un bel bicchiere col-

mo di sangue) non ho mai avuto, nel corso degli anni, effetti collaterali o patologie dovute

ad intossicazioni alimentari. Questo ovviamente non è così per tutti gli RV. Ci sono molti RV, forse la maggioranza, che non bevono quantità ingenti di sangue, ma solo poche gocce

di sangue da qualche taglietto. Anche bevendo solo poche gocce di sangue ( forse al pari di

un cucchiaino di caffè a malapena) si sentono comunque carichi di energia e non sentono altra necessità. Probabilmente la risposta sta nel fatto che ogni Real Vampires è diverso dallaltro con esigenze energetiche diverse. Ad alcuni servono quantità minime, ad altri dosi più massicce per ricaricarsi di energia vitale. Quello che penso che chi necessità di dosi più

ingenti è sicuramente predisposto a non avere effetti collaterali.

2)Il fatto che un Real Vampire che assume energia dal sangue senta la reale

necessità del sangue e questo diventi una sostanza necessaria al corpo- metabolismo del Real Vampire. Quando qualcosa diventa necessario credo che il corpo avvii un "processo di accettazione e predisposizione" e faccia in modo di poterlo "accettare" senza controindicazioni proprio perchè è necessario. Alla fine ho accettato di collaborare con medici e ricercatori proprio per cercare queste risposte. Come mai in alcuni RV, anche se in una minoranza effettiva, il sangue in dosi eccessive non crea problemi? Esiste una reale predisposizione fisica e metabolica del corpo di un Real Vampire al sangue? Se questo non è possibile allora come mai io, la mia ex compagna e mio figlio, non abbiamo mai avuto

problemi di rigetto, di

intossicazione, di epatiti alimentari e via dicendo assumendo dosi eccessive di sangue? Queste sono delle risposte che mi piacerebbe avere da medici e ricercatori. Nel corso degli anni, direi anzi secoli, i Real Vampires hanno

saputo, come tutte le minoranze sociali, costruirsi le loro comunità, la loro cultura e le loro tradizioni. Gran parte di ciò è dettato dal fatto che una volta compreso di essere "

diversi" ( si è diversi per orientamenti sessuali, sesso, razze, religioni, culture, ecc

scopriva la necessità di condividere con i propri simili la loro particolare natura e diversità. Ecco il motivo per cui esistono comunità, gruppi, associazioni che vengono chiamati con i più svariati nomi secondo le diverse tradizioni e culture dei popoli e dei paesi.

che vengono chiamati con i più svariati nomi secondo le diverse tradizioni e culture dei popoli

)

si

che vengono chiamati con i più svariati nomi secondo le diverse tradizioni e culture dei popoli
9
9
9

IL VAMPIRISMO NELLA STORIA

Autore: Sangue versato dalla Redazione

Come per tutto quanto è presente su questo nostro mondo, ci deve pur essere stato un inizio. Così per cercare di comprendere un fenomeno sociale, culturale denominato vampirismo, senza per altro cadere nella trappola di ruoli stereotipati e

ricorrenti, credo sia indispensabile un breve riassunto di quelle leggende popolari,

che potrebbero essere una prova documentale di una naturale e diversa forma di vita, già esistente dalla notte dei tempi. Il personaggio del Vampiro è essenzialmente identificato in un essere mitologico e folkloristico, che sopravvive nutrendosi dellessenza vitale (sangue generalmente) di altre creature. Tale concezione esiste da millenni e la si trova in culture, come quella Mesopotamica, Egizia, Ebraica, Greca e Romana, descritta in spiriti o demoni, che possono essere identificati quali precursori dei più moderni Vampiri, divenuti popolari dal XV° secolo in poi. Il più antico testo in merito, si trova su un reperto babilonese conservato al British Museum, si tratta di una tavola magica che

serviva a proteggere dai Demoni Notturni succhiatori di sangue, che erano chiamati Etimmè. Con il ritrovamento archeologico di porcellane raffiguranti creature che bevevano il sangue degli

uomini, anche i Persiani furono

una delle prime civiltà che tramandarono la storia di

demoni bevitori di sangue. Lantica Babilonia e lAssiria, raccontano nei loro scritti della mitica figura di Lilitu, che nella demologia ebraica divenne Lilith, la prima e malvagia

moglie di Adamo, golosa del

seme umano, che entrando di notte nel letto degli uomini li prosciugava di ogni forza. Da Lilith, derivarono poi le Lillin, che si nutrivano del sangue dei bambini. In quella Greca e Latina, si ritrovano creature denominate empuse, lamie e strigi. Empusa era la figlia della Dea Ecate, che si trasformava in una giovane donna per sedurre gli uomini e bere il loro sangue. La Lamia e la Strige, descritte con il corpo di uccello, si cibavano di bambini, ma anche di giovani uomini, bevendone il sangue. Nel territorio africano, si ritrovano gli Asambosam, lAdze e lImpundulu, creature che si trasformano in lucciole e uccelli per nutrirsi di sangue, mentre nella cultura delle Mauritius, è presente il Loogaroo, provabile contrazione dal francese loup-garou, che significa Licantropo.Il Loogaroo, si ritrova anche nelle isole Caraibiche e in Luisiana, negli

Stati Uniti. La mitologia Azteca, narra dei Cihuateteo, dal viso scheletrico, che rubano bambini, intraprendono relazioni sessuali con i vivi, ne bevono il sangue e li portano alla pazzia. In Asia troviamo i Ghoul, in India i Bhutta o Pret, nelle Filippine

e in Malesia i Mandurugo (letteralmente succhia-sangue), in Cina gli Jiang Shi e sia

in tempi antichi, quanto moderni a Puerto Rico e nel Messico il Chupacabra. Quanto sopra descritto, è solo di una rapida, quanto molto incompleta occhiata allantica storia del mondo, nel quale risulta più che evidente, che civiltà lontane le une dalle

occhiata all ’ antica storia del mondo, nel quale risulta più che evidente, che civiltà lontane

altre, anche se non collegate fra loro, abbiano in comune leggende che parlano di esseri che si nutrono di sangue umano. Essenzialmente si tratta di mitologia e leggende, ma così come niente si distrugge e tutto si trasforma, così come dal nulla non nasce nulla, sarebbe ovvio e ragionevole pensare che il variegato cammino dellevoluzione, abbia creato una diversa razza di esseri umani, per i quali la necessità di assumere sangue sia divenuta

unindispensabile esigenza per poter sopravvivere. Nei tempi antichi non esisteva la

tecnologia medica attuale, così come non potevano essere tramandate esperienze con scritture pubbliche quali

libri, trattati o altro, linformazione era passata da una generazione allaltra attraverso il racconto verbale, che per ovvi motivi di paura, ignoranza scientifica e fanatismo religioso, subì distorsioni e amplificazioni sconfinando inevitabilmente nel mondo dellesoterismo, della magia e della mitologia legata a esseri demoniaci e

sovrumani. Nel territorio

europeo, in particolar modo quello dellest, la mitologia vampiresca era ed è ancora molto sentita e definita con specifiche connotazioni:

UPIER – Vampiro polacco che straordinariamente si sveglia a mezzogiorno e torna riposare a mezzanotte. Descritto con una lingua molto pungente e più affamato di sangue in relazione a altri, ne beve una grande quantità e ne dorme immerso.

UPIERCZI – Vampiro polacco e russo, possiede un pungiglione sotto la lingua al

posto delle tradizionali zanne e può essere distrutto solo dal fuoco. UBOUR – Vampiro bulgaro, creato da una morte violenta o dal rifiuto dello spirito di lasciare il corpo. Rinasce dopo 40 giorni dalla sua sepoltura. UPYR – Vampiro russo estremamente dissoluto. Attacca prima i bambini per poi passare ai genitori. VARACOLACI/STRIGOI – Vampiro rumeno, il più potente fra i non morti.

– Vampiro rumeno, il più potente fra i non morti. TRADIZIONALI CARATTERISTICHE VAMPIRESCHE Una versione

TRADIZIONALI CARATTERISTICHE VAMPIRESCHE

Una versione accreditata del termine Vampiro, deriva da un manoscritto russo del 1407, in cui compariva la parola UPIR. Il termine era usato da un Principe di Novgorodian, che per lesattezza era UPIR LICHYJ, traducendosi in Vampiro

malvagio. Le tradizionali caratteristiche dei Vampiri, traggono anche origine dal tentativo delle società pre-industriali di spiegare il naturale processo di

decomposizione di un corpo dopo la morte. Spesso si riteneva che un cadavere si

fosse trasformato in Vampiro, quando aveva un aspetto non congruo con lo stato di morte.I cadaveri si gonfiano di gas accumulati nel tronco e la pressione forza il sangue ad uscire dal naso e dalla bocca, per tale motivo il corpo appare gonfio e

ben nutrito con carnagione sanguigna. Questo fatto spaventava, in quanto il trasudare sangue era considerata unazione vampiresca.La decomposizione scurisce la pelle, altro segno che indicava un Vampiro, come quello del gas che uscendo dal corpo passando fra le corde vocali, produceva suoni simili a gemiti.

Dopo la morte pelle e gengive perdono liquidi e si contraggono, esponendo alla vista le radici dei capelli, delle unghie e dei denti. Ciò dava la sensazione che

continuassero a crescere anche dopo la morte, contribuendo a confermare una

ricca attività post-mortem. Molti dei miti riguardanti i Vampiri nacquero nel

Medioevo, del tutto simili al folklore ampiamente sviluppatosi dal XVI al XVIII secolo nellEuropa dellest, e successivamente si diffusero in Inghilterra e Germania. Nel XVIII secolo vi fu poi un avvistamento frenetico di Vampiri nellEuropa dellest, con frequenti rituali, che comprendevano impalare o disseppellire un corpo per individuare potenziali non morti, a cui parteciparono attivamente anche ufficiali del governo. Dallinsieme di folklore, ignoranza e religiosità, la figura del Vampiro emerse nettamente come quella di un demone predatore. Uno dei peggiori

predatori dellepoca era il

lupo, per cui ai vampiri fu collegata la capacità di trasformarsi in lupo. I pipistrelli avevano sempre spaventato gli uomini perché assalivano il bestiame per succhiare il sangue. I Vampiri si nutrivano di sangue e assalivano gli uomini, così furono anche identificati come pipistrelli, che oltretutto è anche un animale notturno, che scompare con la comparsa del sole.Non bisogna nemmeno dimenticare la Chiesa Cattolica, che fra

fine del XII° e linizio del XIII° secolo, ritenendo insufficiente la repressione

delleresia, in particola modo quella Catara e Valdese, nominò i propri assassini di stato INQUISITORES, incaricandoli di ricercare e giudicare gli eretici. Gregorio IX nel 1235 affidò definitivamente lInquisizione ai Domenicani, esteso poi ai frati minori da Innocenzo IV nel 1246. Per ottenere le confessioni, furono utilizzati i metodi più vari, dallarresto, alla confisca dei beni, alla tortura, definitivamente autorizzata da Innocenzo IV nel 1252 e ulteriormente confermata da Alessandro IV nel 1259 e da Clemente IV nel 1265. Nel XV° secolo Ferdinando dAragona e Isabella di Castiglia, con la motivazione di

eliminare le minoranze etniche e religioni ebraiche e arabe, diedero il via a quella spagnola con la nomina di un inquisitore generale, tristemente noto con il nome di Torquemada. Dopo aver annientato i Catari e i Valdesi, lattività inquisitoria si

occupò degli Alchimisti definendoli maghi, delle donne che furono identificate come streghe e ovviamente anche di chi fu incolpato di vampirismo, denunciandoli, arrestandoli, torturandoli e poi giustiziandoli abitualmente sul rogo. Il Santo offizio, cui faceva capo lInquisizione non venne mai sciolto e nel 7 dicembre 1965, giorno precedente la conclusione del Concilio Vaticano II, fu trasformato in Congregazione

per la dottrina della fede, con compiti connessi più alla promozione della ricerca

teologica, che alla repressione degli errori. ( NB. Attenti RV, linquisizione esiste ancora). Nel 1819, il successo del romanzo Il Vampiro di John Polidori iniziò a instaurare la carismatica e sofistica figura del Vampiro, è però il romanzo Dracula di

di John Polidori iniziò a instaurare la carismatica e sofistica figura del Vampiro, è però il

Bram Stoker, ad essere considerato la quintessenza del vampiresco, alla quale in epoca moderna, grazie alla diffusione cinematografica, fece seguito una più vasta conoscenza popolare, sino ad arrivare nei giorni odierni a vederlo come uno status symbol. Ecomunque interessante notare, che le caratteristiche più famose dei

Vampiri, sono la fotosensibilità, la sporgenza dei canini e il pallore accompagnato da una forte repulsione per laglio. Bram Stoker scrisse il celeberrimo romanzo

Dracula, mentre stava studiando una rara malattia ereditaria del sangue,

LA PORFIRIA ERITROPOIETICA CONGENITA. I malati di questa forma di Porfiria, presentano uno schema di sintomi che comprendono:

-Sensibilità ai raggi ultravioletti, che possono creare ustioni alla pelle; -Canini sviluppati in conseguenza di un difetto enzimatico; -Pallore legato ad una forte anemia; -Repulsione allaglio che sembra spiegabile con laumento di agenti tossici creati dalle sue componenti. A volte i sintomi ledono il Sistema Nervoso creando Stati confusionali o addirittura coma profondo, del tutto simile alla morte. A quei tempi il malato poteva essere considerato defunto e messo in una bara, dalla quale poi si svegliava, uscendo improvvisamente da quello stato di morte apparente. Stoker utilizzò questa sintomatologia drammatizzandola in modo da farla apparire disumana e avvolta nel mistero.

CONSIDERAZIONI PERSONALI SUL VAMPIRISMO

Autore: sangue versato da Horus Sat

Sono fermamente convinto che leggende, folklore e ogni forma di espressione

umana non siano partorite dalla fantasia più o meno contorta di noi poveri mortali, ma bensì nascano da situazioni di vita reali, che poi possono essere distorte e amplificate dallignoranza, dalla superstizione, o magari anche manipolate per trarne vantaggi più o meno personali (vedi religioni). Primo fra tutti, cè stato uno scienziato

ricercatore che ha saputo

dimostrare con fatti reali e inequivocabili, quanto la natura sia perfetta e come tale in

grado di adattarsi alla mutevole situazione della vita, per mezzo della complessa equazione formata da ADATTAMENTO e EVOLUZIONE. Si chiamava Charles Darwin, naturalista britannico celebre per aver formulato la teoria dellEVOLUZIONE delle specie animali e vegetali, sulla

variabilità dei caratteri ereditari e della loro diversificazione e moltiplicazione per discendenza da un antenato comune. La sua teoria

evoluzionistica si basava su tre presupposti fondamentali:

evoluzionistica si basava su tre presupposti fondamentali: RIPRODUZIONE – Tutti gli organismi viventi si riproducono

RIPRODUZIONE – Tutti gli organismi viventi si riproducono con un ritmo tale, che in breve tempo, il numero di individui di ogni specie potrebbe essere non più in

equilibrio con le risorse alimentari e lambiente messo a disposizione

VARIAZIONI – Tra gli individui della stessa specie esiste una ampia variabilità di caratteri, ve ne sono di più lenti e più veloci, più chiari e più scuri e così via.

SELEZIONE – Esiste una lotta continua per la sopravvivenza tra gli individui

allinterno della stessa specie. Nella lotta sopravvivono solo quelli più adatti

che meglio sfruttano le risorse dellambiente e generano una prole più numerosa.

Darwin affermò che levoluzione di nuove specie avviene attraverso un accumulo graduale di piccoli cambiamenti. Ciascuna specie presenta un proprio adattamento allambiente evoluitosi mediante la selezione naturale. Comprendere in che modo gli adattamenti si sono evoluti per selezione naturale è il compito della biologia evoluzionistica. Ora sul pensiero di Darwin proviamo a costruire una teoria evolutiva sulla specie che viene comunemente indicata

come vampiri. Cè stato un

tempo nel quale luomo

non aveva bisogno di

carne per vivere, la natura forniva in abbondanza

frutti, erbe, radici e una

grande quantità di vegetali per potersi nutrire, poi subentrarono secoli di glaciazioni e le foreste

poco a poco si ristrinsero

sino a scomparire, portando con loro anche i

preziosi alimenti che

permettevano di

sopravvivere. Nella fase di

RIPRODUZIONE il numero

di individui potrebbe

essersi trovato a non essere più in equilibrio con le risorse alimentari dellambiente. Nella fase di VARIAZIONE la variabilità dei caratteri avrebbe potuto creare una prima selezione legata al fatto che per sopravvivere era divenuto indispensabile procurarsi con la cacciagione la carne, divenuta indispensabile per il nutrimento. Gli agglomerati si

divisero in stanziali, che vivevano sulle rive degli oceani nutrendosi principalmente dei pesci che pescavano e migranti, che seguivano la selvaggina nella loro ricerca

di prede, per poter soddisfare i propri bisogni nutrizionali.

A questo punto avrebbe potuto subentrare per forza di cose anche la fase della

SELEZIONE, la lotta continua per la sopravvivenza fra gli individui della stessa specie. La caccia era pericolosa e non sempre poteva fornire un pasto

soddisfacente, detto ciò è possibile ipotizzare che gli esseri umani abbiano iniziato a cibarsi oltre che della carne, anche del sangue in modo sempre più abbondante.

Levoluzione di una nuova specie avviene attraverso un accumulo graduale di

piccoli cambiamenti e in funzione di tale legge naturale, diviene possibile che quelli

più adatti a sfruttare le risorse dellambiente, con il tempo abbiano creato un mutamento fisico chimico e ormonale, nel quale il sangue da semplice alimento

ambiente, con il tempo abbiano creato un mutamento fisico chimico e ormonale, nel quale il sangue

sussidiario, poteva essere divenuto primario e indispensabile.Unepoca così lontana non era certo legata a leggi sociali, per cui è presumibile che una specie mutante, una volta instaurata una tale forma di nutrimento primario, non si sia limitata alla caccia solo sugli animali, ma che in momenti di scarsità di prede, abbia rivolto il

proprio interesse anche nei confronti dei loro simili, magari scoprendo che potevano essere più facilmente acquisibili oltre che più nutrienti come catena alimentare. Ciò

potrebbe anche spiegare le forme diverse di cannibalismo, dove il nutrirsi della

carne e del sangue dei propri nemici, diventava più una ricerca utile per appropriarsi della loro forza e delle conoscenze da loro acquisite.Esiste

inoltre unaltra possibilità, legata al Sud America, Venezuela e Brasile. Nella Ribeira Valley sono stati recuperati i resti di un chirottero (pipistrello) della famiglia dei fellostonidi, razza dei pipistrelli vampiri, che risale al periodo Pleistocenico, con una differenza sostanziale nelle dimensioni dei loro simili, in quanto erano tutto uguali a quelle di un uomo preistorico, per tale similitudine assunse il nome

scientifico di DESMODUS

DRACULAE. Inoltre i resti rinvenuti non erano del tutto mineralizzati e giacevano insieme a quelli di altre specie ancora viventi, il che fece anche supporre che fossero vissuti sino a tempi abbastanza recenti, se non ancora esistenti. I possibili cacciatori preistorici, potrebbero aver

incontrato sul loro terreno di caccia il

chirottero, scoprendo in tal modo un nuovo modo di alimentarsi osservandolo. Cacciandolo e nutrendosi delle sue carni e del suo sangue, potrebbero aver assunto nuove sostanze enzimatiche capaci di creare delle mutazioni sostanziali del loro ciclo vitale.

di creare delle mutazioni sostanziali del loro ciclo vitale. FASE DI SELEZIONE Anche in queste ipotesi,

FASE DI SELEZIONE Anche in queste ipotesi, si può fare riferimento alla Teoria Evoluzionistica di Darwin, che dimostrò un elemento comune nellevoluzione, quale filo conduttore della diversità della vita. Secondo una visione evolutiva biologica, i membri dello stesso gruppo si assomigliano perché si sono evoluti da un antenato comune. Secondo questo modello le specie sono originate in un processo di discendenza con variazione”, e fatto ancora più importante, nel suo trattato sullorigine della specie, Darwin propose la selezione naturale come meccanismo principale in cui la

variazione porta alla speciazione e dunque allevoluzione di nuove specie.

Una volta che le basi genetiche si furono fissate, la generazione di una prole così diversificata, potrebbe aver portato avanti nei secoli questa nuova specie, frutto del processo evolutivo. La natura ha sempre avuto regole ferree, così per evitare di trovarsi in una situazione di squilibrio alimentare, causata da un oneroso numero di nuovi esseri viventi così particolari, concesse a pochi e selezionati individui le doti indispensabili alla mutazione, limitando in tal modo lo sviluppo di una nuova e diversa specie numerosa, che avrebbe esaurito in tempi relativamente brevi le

risorse alimentari, finendo poi per autodistruggersi, per poter calmare la sete. Non esistono prove documentali di una tale possibilità genetica, ma rimane comunque una possibilità teorica, che si

legherebbe in modo ben

equilibrato al folklore legato alle

leggende descritte da quasi ogni civiltà del passato. Proviamo ora ad immaginare ciò che potrebbe

anche

successo.Inizialmente le strutture sociali erano formate da agglomerati di esseri umani che iniziarono a riunirsi in villaggi per meglio armonizzare larte della sopravvivenza, in tal modo avrebbero agevolato una popolazione vampira, divenendo prede primarie della loro catena alimentare. In seguito i villaggi divennero piccoli, medi e grandi agglomerati divenendo città e

popoli di diversa potenza dominante.Se in una razza dominante, una piccola parte

dominante.Se in una razza dominante, una piccola parte essere di chi deteneva il potere fosse stata

essere

di

chi deteneva il potere fosse stata di specie vampira, avrebbe avuto la possibilità

di

gestire vita e morte dei suoi sudditi. A questo punto rientrerebbe nuovamente in

gioco la legge evolutiva legata alla VARIAZIONE e SELEZIONE. La variazione

insegna le differenze nella stessa specie, il che potrebbe significare che potrebbero

essere esistiti Vampiri di diverso genere, quelli che avevano bisogno di poco

sangue e quelli che necessitavano di molto, per calmare la sete. La selezione, avrebbe instaurato la lotta per la sopravvivenza e il conseguente adattamento ai propri bisogni sfruttando lambiente. Una così possibile situazione, avrebbe poi dato seguito alla descrizione di Vampiri assetati, potenti e intoccabili per casta, creando poi nei secoli a venire, le comuni leggende sulla storia della razza. Con linevitabile cambiamento delle situazioni sociali, il crescere delle varie forme religiose e linstaurarsi di leggi comuni, la popolazione Vampira potrebbe essersi trovata in minoranza e non più libera di interagire con gli esseri umani senza nessuna

limitazione, in tal modo avrebbero dovuto adattare la loro esistenza al cambiamento

dei tempi, entrando nellanonimato e gestendo la propria esistenza in funzione di un modo di vivere totalmente differenziato. Vivere una doppia vita non era certo una situazione facilmente gestibile, i differenti bisogni di sangue necessitavano di donatori e le leggende che li descrivevano e identificavano come demoni morti viventi, non potevano certamente agevolarli nel soddisfacimento dei loro bisogni, oltretutto da esseri dominanti con diritto di vita e morte, erano diventati oggetto di caccia e cattura, con conseguente condanna a morte da parte di agenti statali e religiosi. Una situazione difficile quanto pericolosa per la specie, che avrebbe

cercato in tutti i modi possibili di vivere nella segretezza e nellanonimato, riuscendoci in gran parte dei casi, ma non totalmente, così come si può facilmente intuire, nei clamorosi casi di identificazione, cattura e morte di Vampiri, che si

ritrovano nella cronaca della storia relativamente recente. Fortunatamente il mondo è un continuo cambiamento e adattamento, la scienza scopre sempre nuove possibilità, così anche la specie Vampira ha la possibilità di uscire dallanonimato, per essere riconosciuta come una parte del mondo e della natura. Rimane al momento solo una nuova battaglia da combattere, quella di

riuscire a far accettare alla società umana, la propria diversità.

REAL VAMPIRE E DONATORI UN RAPPORTO SIMBIOTICO

Per questo articolo si è preso informazioni da:

http://www.sanguinarius.org

http://darkgothiclolita.forumcommunity.net/?t=47675216

Si ringrazia Dark gothic lolita e Sanguinarius per la gentile collaborazione.

ATTENZIONE!!! VISTO I TEMI E GLI ARGOMENTI TRATTATI SI CONSIGLIA LA LETTURA AD UN PUBBLICO ADULTO IL PRESENTE ARTICOLO E' SOLO A TITOLO INFORMATIVO E NON CONSISTE IN UN INVITO A COMPIERE LE PRATICHE IN QUESTO ARTICOLO DISCUSSE. SE CREDI CHE CERTI ARGOMENTI COLLEGATI AL SANGUE POSSANO TURBARTI O ANDARE

CONTRO LA TUA MORALE O PENSIERO

SEI INVITATO A NON LEGGERE QUESTO ARTICOLO: NON FA PER TE.

SEI INVITATO A NON LEGGERE QUESTO ARTICOLO: NON FA PER TE. INDIVIDUAZIONE E SCELTA DEL DONATORE

INDIVIDUAZIONE E SCELTA DEL DONATORE PIU' IDONEO

La maggior parte dei donatori sembrano preferire scegliere il proprio rv al contrario di un rv che debba trovarli. Il problema è che gli rv sono spesso un po troppo reticenti , quando si tratta di trovare i propri donatori. Se un donatore non può vederti e sapere che tu sei un vampiro, è probabile che esso non sarà mai pronto ad offrirsi completamente. Volete un donatore? Siate piu' aperti pubblicamente ! I donatori non si avvicinano da soli per donare se non sanno che siete un rv ! Club fetish, locali da ballo, congreghe ed eventi pagani o satanisti sono tutti buoni punti di partenza alla ricerca di donatori.Nel migliore dei modi il rapporto vampiro / donatore DOVREBBE essere simbiotico. Come la maggior parte delle relazioni, l'equilibrio tende ad essere la chiave, e se ognuno ottiene ciò di cui hanno bisogno, questo tipo di rapporto può essere appagante e di

lunga durata. Pertanto, alcuni tipi di donatori sono più desiderabili di altri. Otherkin:

Sappiamo tutti che poiche' i rv hanno tutti la stessa carenza, la donazione vamp-to-

vamp è meglio lasciarla per altri scopi

aiuta affatto

eccezionali donatori !Gli Otherkin sono spesso facili da trovare. Essi tendono a frequentare lo stesso tipo di bacheche, forum , siti online come fanno i rv . Poiche' gli otherkin sono risvegliati anch'essi dai propri istinti , tendono provare un dolore molto meno grave di un donor normale I donors Fae kind : sono spesso gentili, compassionevoli, e spesso possono

riconoscere i vampiri senza lo sforzo da parte dell'rv di farsi notare. I cosi' detti

non

i vampiri senza lo sforzo da parte dell'rv di farsi notare. I cosi' detti non Ma

Ma

ci sono molti altri tipi di

donors "Fae kind " sono di gran lunga la scelta migliore se si riesce a trovarne uno.I weres sono una buona scelta piuttosto popolare. Come i faekind, i Therian riconoscono spesso i vampiri senza che il vampiro sia troppo evidente. i Weres sono anche molto attenti a consentire ad un vampiro di oltrepassare i confini, dal momento che sono abbastanza aggressivi per chiedere un trattamento equo e paritario. Poiche' un therian ha i propri problemi nutrizionali, spesso puo' capire,

meglio di qualsiasi altro tipo di parentela, le esigenze di un sanguinarian. L' unico

inconveniente di questo rapporto è che si potrebbe ottenere un rapporto un poì tempestoso, se sorgono problemi di dominanza. Cutters e feticisti del sangue. La

prima cosa devo di dire è, quando si tratta di cutter (persone che sentono il isogno

di tagliare se stessi), si prega di conoscere la persona prima di provare a nutrirsi da

loro. La maggior parte delle persone con questo meccanismo di coping sarà buona,

ma non tutti lo sono!Fate

attenzione ai segni di tendenze

troppo profondi o fatti troppo spesso. Molti cutters trovano un rilascio emozionale nel salasso,il che va anche bene. Essi richiedono anche una grande quantità di attenzione emotiva e di affetto. Un vampiro freddo che tende ad abbandonarli non e' ciò che questo tipo di donatore ha bisogno. Se scoprite che il vostro donatore è un

cutter, siate pronti ad essere dolci, gentili e compassionevoli. Non abbiate paura di dare loro un po di coccole in più, e di affetto. Della sana e cortese attenzione è meravigliosa per questo tipo di persona e con l'accettazione reciproca, spesso può sbocciare una grande amicizia o qualcosa di piu'! Feticisti del sangue e blood play. La maggior parte dei feticisti del sangue che ho

incontrato sembrano pensare che i vampiri siano "le cose più carine!" mai

Trovare un feticista del sangue che è abbastanza aperto per avvicinarsi

voi è un'altra cosa. Se siete alla ricerca per alimentarvi di un tipo di donors più aggressivo e sessuale , un feticista del sangue potrebbe essere il donatore che state cercando. Potrete incontrarne alcuni nei club a sfondo fetish

Persone"normali"Di gran lunga il più difficile da trovare,come tipologia di donatore.

E sono tra le relazioni più difficili da mantenere . Affinché il rapporto simbiotico

possa restare uguale, ci deve essere un "dare e avere" su entrambi i lati. Al fine di

mantenere l'equilibrio è molto importante scoprire che cosa potete dare al vostro

donatore in cambio di cio' che state ottenendo da lui.Altro problema che si puo'

trovare nel rapporto

donatore / vampiro sorge in presenza di un compagno, coniuge o amico del

vampiro

viene visto come pericolo nella loro relazione Bisogna spiegarsi prima di intraprendere questo tipo di relazione o non solo i vampiri perderanno il loro donatore , ma rischia di perdere anche il proprio AMORE. Il mio consiglio? Conoscere bene il donatore. Sapere di cosa

donatore

incontrare

molta attenzione nel non lasciare tagli

piacevole ed e' la gente per lo più emotivamente stabile

ed e' la gente per lo più emotivamente stabile ed il ha bisogno per sentirsi bene

ed

il

ha bisogno per sentirsi bene e sicuro e felice con lo status quo.

I donatori sono preziosi, e difficili da trovare. Loro offrono la loro linfa vitale,

volontariamente, per mantenere in buona salute il proprio rv. Non è qualcosa che un

un privilegio! Si tratta di

Rv si "meritano" o di cui puo' arrogarsi il "diritto" di avere

E'

una gentilezza, ed è basato sul rispetto reciproco. Trattate il vostro donatore BENE, prendetevi cura di loro, e probabilmente sarà con voi per molto tempo. Trattatelo male,lo indurra' ad essere infelice, si comportera' egoisticamente, e vi meritate di perdere il donatore.

PROBLEMI DI SICUREZZA DEL SANGUE

Dopo aver trovato il vostro Donors ormai come gia' detto in altri interventi che trovate in questa pagina, la cosa a cui dovrete prestare maggiore attenzione e' la SALUTE. Fate attenzione alle malattie facilmente trasmissibili, che qui non ripetero' ma che potrete consultare nelle altre sezioni.

I METODI DI TAGLIO

Come avete intenzione di alimentarvi? Userete un Bisturi, una lametta/rasoio, farete un taglio, per l' estrazione del sangue? Personalmente la mia preferenza è quella di lasciare che il donatore esegua da solo il taglio se vogliono , con un rasoio usa e getta acquistabile persino dai tabacchini, .Alcuni non lo faranno. Questo dovrebbe

essere una Scelta del donatore stesso

Maggior parte dei donatori ha un metodo

preferito se sono gia'esperti. Se non lo sono vi consiglio di iniziare con piccoli

tagli .Questo è un consiglio che ho sempre dato col cuore: Se il donatore NON sa eseguire il taglio, toccate solamente la pelle col rasoio,leggermente , basta a malapena premer una parte. Quando si forma una piccola quantita' di sangue,

fermatevi , e bevete. SIATE GENTILI. I donatori devono essere trattati con

gentilezza e rispetto, a meno che a loro piaccia essere trattati in modo piu' rude.

Donatori:

Insistete affinche' i vostri vampiri siano buoni con voi. Abbiamo bisogno

di voi, non il contrario. Lancette. e Lancette sono un dispositivo usato dai diabetici

per estrarre una piccola quantità di sangue per il test di zucchero nel sangue.(test

della glicemia) Essi sono poco costosi e facilmente reperibili senza prescrizione

medica, ovunque. La bellezza di questi aghetti è che sono completamente sterili ed

è quasi impossibile fare gravi danni, come si può invece fare con un rasoio o un

bisturi, anche se si dovrebbe comunque evitare le maggiori arterie e vene. Aghi.

Utilizzare un piccolo ago ed una siringa è una valida alternativa al bisturi o lametta.

Però, anche se è un metodo relativamente indolore, alcune persone proprio non

sopportano gli aghi e le siringhe. Se questo è il metodo che voi ed il vostro donatore scegliete, cercate informazioni su come eseguire bloodplay e salassi in modo

Bisogna Imparare a

sicuro! Imparare ad estrarre il sangue non è un gioco fai da te farlo correttamente e in sicurezza!

La

SICUREZZA

Come il sesso sicuro, anche eseguire un bloodletting (salasso ) funziona meglio se pianificato in anticipo. Tenere tutto il necessario vicino, pulito e sterile. Bisturi, lame, tamponi imbevuti di alcool, cerotti Neosporin / Polysporin, e un piccolo opuscolo di primo soccorso, sono tutti indispensabili se si vuole eseguire del bloodplay. Un buon libro o fare ricerche nei siti web sul salasso è anche altamente consigliabile.Istruzione e cura sono le chiavi per evitare incidenti che possono essere molto costosi e pericolosi per i nostri donatori. Se il vostro metodo di alimentazione preferito coinvolge leccare e / o succhiare i tagli,ferite vi consiglio di

utilizzare prima un po' di collutorio che e' sempre buona cosa avere a portata di

mano.Se voi o il vostro donatore usate lame bisturi o ci sono ulteriori precauzioni da prendere per la sicurezza.Taglio, se fatto bene, dovrebbe avvenire simile alla traccia lasciata da una penna a punta fine che passa sulla pelle, non dovrebbe mai essere

troppo profondo ! Cercae di eseguire sempre un piccolo taglio per minimizzare lo

sfregio. Poco sangue è di gran lunga preferibile a troppo

donor di emorragia?? Se il taglio è troppo piccolo, si può sempre farne un altro. Ma non correre il rischio di un taglio troppo profondo. Tenete sempre a portata di mano

dei cerotti emostatici o per punti a farfalla in caso di emergenze, per fortuna, non ho mai avuto bisogno di usarli. Ma, meglio prevenire che curare.È possibile riutilizzare una due o tre volte il bisturi o la lama in una alimentazione, a patto che vengano

riposti su qualcosa di sterile ( garza, per esempio), ma dopo bisogna gettarli via

riponeteli all' interno di un vecchio contenitore o una bottiglia oppure potrete smaltire

e'

concesso. Pulire e bendare il taglio il più presto possibile, soprattutto se in una zona

che tende ad essere calda e umida. Neosporin / Polysporin e un cerotto saranno utili x minimizzare o elimnare cicatrici. Assumere Un po di vitamina E aiuta anche molto i donatori Alcuni donatori coagulano meglio di altri. Spesso troppo in fretta per

Se si dispone di un donatore, che coagula

troppo in fretta, non tagliate più profondamente o piu' spesso solo per compensare. Il flusso del sangue può essere aumentato se il vostro donatore beve del vino, oppure se assume aspirina, 20 minuti circa prima dell'inizio della donazione . Un bel

bagno caldo è ottimo anche per aumentare il flusso sanguigno,per la pulizia della pelle,ed e' rilassante per il donatore. Un suggerimento importante - Riscaldare le mani o qualsiasi altra cosa si stia per usare per l'assunzione del sangue ( il

cosiddetto feed.) - Se le mani sono fredde o il donatore è freddo, in generale, il flusso di sangue alle dita sara' fortemente ridotto. Come Vampiro, so che le vene possono scomparire in corpi tesi o freddi rendendo necessario colpire o tagliare di più. Evitare questo a tutti i costi. Provate a are tutto il possibile per mantenere l'esperienza non traumatica per il vostro donatore .Cose da ricordare: Anche se è tutta una questione di alimentazione, la sicurezza e la sicurezza del donatore

sono la vostra priorità

il comfort dell'alimentazione del loro rv

aghi e rasoi , se necessario, nei contenitori di medicinali delle farmacie

non

vorrete far morire il

dove

di medicinali delle farmacie non vorrete far morire il dove numero uno! Se voi o il

numero uno! Se voi o il vostro donatore non si sente in grado di farlo STOP immediatamente.

Apparecchiature sterili, garze

e un gel antibiotico sono i

tuoi migliori amici! Tagli netti

e lancetta o lama veloce a

colpire e ben fermamente tenuta tra le dita prima e dopo aver tagliato. Bendaggio immediato. Tagli superficiali in luoghi non ovvi sono più sicuri e di solito più

confortevoli per il donatore. Mai tagliare troppo vicino alle vene o legamenti o rischiate il taglio di un muscolo. Evitate i coltelli, non sono lo strumento piu' adatto ! I bordi sono spesso troppo alti e seghettati e possono portare a cicatrici, e il taglio può essere molto doloroso e lento a guarire. Non sono affatto sicuri come metodo di estrazione del sangue ! Conoscere l' Anatomia. Cercate un libro o un articolo on-lie.

Siate intelligenti

E' il minimo che potete fare per la persona che fornisce il vostro

nutrimento. Importanet sapere dove trovare le vene o i punti meno pericolosi in cui

praticare fori o tagli

po'

quindi

prendere una bella enciclopedia medica ed applicatevi un

la

conoscenza non fa mai male anzi.

PRIMO SOCCORSO DI BASE PER VAMPIRI E DONATORI

I METODI SEGRETI DEL VAMPIRISMO - IL VAMPIRISMO ASTRALE

Il Vampirismo è la presa della forza / energia vitale dell'essere umano per potenziare il vampiro. Nella sua essenza, il Vampirismo è solo una forma più raffinata di nutrirsi. Il vampiro assorbe la forza vitale da l'umano. L'essere umano assorbe da altri animali e piante. Le piante prendono dal

dom. Tuttavia, l'analisi chimica delle sostanze nutritive e dei suoi luoghi nel ciclo biochimico (il Ciclo

di Krebs) che trasferisce l'energia non è lunica motivazione. I biochimici continuano ad ignorare il

ruolo di un elemento "mancante" nel sistema energetico del corpo umano. Questo elemento

mancante è il cosiddetto universo astrale che comprende i corpi astrali di tutte le cose viventi. Al

centro di nutrirsi cè il concetto di trasferimento di energia astrale. L'effettivo trasferimento di solito richiede un passaggio dal corpo fisico al corpo astrale che a sua volta comporta, di solito, una perdita di coscienza. Quindi dopo un pasto abbondante, la maggior parte di uomini e animali avranno sonno perché è quando drmono che il trasferimento di energia avviene veramente. Un altro esempio del ruolo del sonno è l'assorbimento di energia che può essere vista in quei casi di estremo pericolo per la sopravvivenza fisica. Se un uomo sta attraversando un deserto e muore di sete, può crollare fino alla perdita di coscienza e dormire. Quando si risveglia, il suo livello di energia si rinnova, e si può continuare la lotta per la sopravvivenza. Questo accade perché durante lincoscienza il suo corpo astrale viene separato in una certa misura dal corpo fisico al fine di consentire il flusso

misura dal corpo fisico al fine di consentire il flusso di energia immagazzinata nei vari tessuti

di energia immagazzinata nei vari tessuti

del corpo e del cervello. La fonte più raffinata dell'energia vitale, per i vampiri

viventi, si trova nei corpi astrali degli esseri umani, mentre dormono o in qualche altro modo non sono coscienti. Noi vampiri viventi spesso visitiamo gli umani mentre dormono per spillare del quantitativo di energia vitale accumulato durante la loro vita. Per raggiungere questo livello di vampirismo è necessario ch il vampiro sia

in grado di passare dal suo corpo fisico in astrale

con sufficiente consapevolezza e intenzione. Il raggiungimento di essere coscienti fuori dal proprio corpo, durante il viaggio astrale, richiede volontà, la pratica e l'assistenza degli Dei. attraverso la

Comunione Vampirica

questo livello elevato di Vampiric Mastery e raccoglie lenergia vitale dei primi donatori per offrirla in sacrificio, durante il rito delle Comunione Vampirica, agli antichi Dei, affinché loro stessi aiutino lIniziato, in modo invisibile, nella sua evoluzione per ottenere un controllo astrale. Ma come può il vampiro Iniziato ottenere prima le energie della vita che gli necessitano al fine di attrarre gli Dei, che lo aiutino a diventare poi un vampiro astrale? La risposta è sorprendentemente semplice e, come la maggior parte delle verità, efficace, eminentemente istintuale. Quando l'uomo

l vampiro Iniziato aspira a

istintuale. Quando l'uomo l vampiro Iniziato aspira a è cosciente, il corpo astrale condivide lo spazio

è cosciente, il corpo astrale condivide lo spazio del fisico, si compenetrano in ogni sua parte.

Tuttavia, l'astrale, in un normale essere umano sano, di solito è un popiù grande del corpo fisico tale che circonderà il fisico ad una distanza che varia da un paio di pollici a diversi metri. Coloro che

hanno sperimentato un allentamento dei legami Astrali e sono quindi più capaci di veder nell'universo astrale hanno, nel corso dei secoli, riportato l'aurea che circonda gli esseri umani. Questo è comunemente visto nei dipinti religiosi di Europa degli ultimi 1500 anni, che ritraggono il cosiddetto "alone" o "aureola" sulla teste e mani di storiche figure religiose (che molto spesso erano in realtà vampiri viventi). Così ogni volta che si tocca un essere umano, si sta penetrando anche il suo corpo

astrale in una certa misura. Con la penetrazione dal vostro astrale al suo, è

relativamente facile lassorbimento dellenergia vitale. Non sarà permesso il grado

di flusso e il "bere profondo" che sono possibili solo quando si preda attraverso il

sonno umano. L'atto di trasferire la forza vitale dallastrale della vittima nella propria è, in fondo,

istintuale e non insegnabile. Allo stesso tempo vi sono specifiche azioni fisico-astrali che si possono imparare. Ecco allora i segreti fondamentali del vampirismo:

1. Contatto

2. Penetrare

3. In Pareggio

4. Contatto di riposo

Contatto 2. Penetrare 3. In Pareggio 4. Contatto di riposo 1. Contatto Con il termine “

1. Contatto

Con il termine contattoci

riferiamo alla possibilità di qualche parte del vostro corpo astrale di

mettersi in contatto con il corpo

astrale dell'umano. Solo il contatto fisico pelle a pelle assicura tale contatto astrale.

2. Penetrare.

Il vostro astrale deve penetrare nel astrale dell'uomo per permettere l'assorbimento dellenergia vitale. Quanto più il

vostro astrale entra nellastrale dell'uomo, più rapidamente e "profondamente" ci

giungerà lenergia vitale attraverso il suo flusso.

3. In Pareggio

Con la penetrazione astrale, il Vampiro deve effettivamente trarre lenergia vitale dall'essere umano. Questa azione accompagna, di

solito, l'inalazione del respiro fisico

dal corpo fisico

Si arriva a sentire

in maniera fluida lassunzione della forza vitale come qualcosa di vaporosoo liquidoquanto entra

di “ vaporoso ” o “ liquido ” quanto entra in noi 4. Contatto di riposo.

in

noi

4.

Contatto di riposo.

Ricaricata la nostra batteria

energeticaè importante ritirarsi

completamente dallastrale

dell'uomo per almeno due buone ragioni. In primo luogo, se non si desidera avere un flusso inverso del prezioso Lifeforce che dal vampiro raggiungerebbe nuovamente lumano in quanto è un dato di fatto che lenergia vitale ha un flusso e

riflusso e, dall'altro, se non si vuole causare la fisica distruzione del vostro donatore lasciandolo come un vegetalesenza energia vitale propria. Noi vampiri viventi non siamo degli ingordi ed è necessario ricordare il primo principio Vampirico: Mai creare dei rifiuti di cibo! All'inizio è necessario praticare vampirismo consapevolmente e con grande attenzione.

Nel corso del tempo l'atto di vampirismo diventa sempre più inconsapevole ed

automatico.

Il successo nel vampirismo è evidenziato attraverso questi segni:

1.La tua visione della vita torna gioiosa , ritorna la tua voglia di vivere e tutto il mondo ha per te dei colori vivaci. 2 Sentire un rinfrescante, effetto fisico rivitalizzante. 3.Sentire una calma profonda e un bilanciamento interno e fisico. 4.Le tue esperienze mutano con un incremento di forza fisica.

5.

Il ricordo dei tuoi sogni e la possibilità

di

metterli in pratica.

6.Tendi ad attrarre le attenzioni degli Dei

nei rituali magici.

Le fasi di sviluppo di vampirismo sono

quattro:

1. Il Contatto fisico richiesto.

2. Il Contatto visivo richiesto.

3. Il Contatto Simpatico.

4. Il Contatto con la mente da sola.

Il Contatto Simpatico. 4. Il Contatto con la mente da sola. 1. Contatto fisico. Dalla stretta

1. Contatto fisico.

Dalla stretta di mano più casuale o allinterno di intensi incontri sessuali, la chiave è la prossimità del vostro corpo astrale a quello del tuo donatore. Ricordate che il contatto fisico è un astrale contatto.

2. Contatto visivo.

Con l'esperienza sufficiente a livello fisico, il vampiro aspirante può immaginare

(disegnare) la forza vitale che da un essere umano passi a lui, senza contatto fisico

o linea di vista. Il meccanismo attuale è la proiezione astrale di un ramoo di

"cavo" che collega al astrale del donatore. Di solito nel risultato di questo atto si sente come se l'essere umano fosse stato in contatto fisico con gli occhi del

Vampiro, come se gli occhi possano letteralmente toccare con mano il donatore.

Questa e le seguenti tecniche avanzate saranno trattate al livello di un secondo

insegnamento.

3.

Contatto simpatico.

Il concetto di magia, di contagio e simpatia, si trovano all'interno di questo livello di vampirismo. Entrando in contatto con qualche elemento fisico, come un capo di abbigliamento,

una penna, che un tempo era in contatto fisico (e quindi, il contatto astrale) con il donatore, i vampiri esperti possono trarre forza vitale a grande distanza. Questo

livello dipende dal

il grado di connessione tra il donatore e l'oggetto così come il livello di sviluppo del

Vampiro.

4. Contatto di mente.

Richiede una formazione interna al tempio, il vampiro adepto in grado di percepire l'esistenza di un donatore e direttamente attingere la forza vitale, senza alcun apparente ponteastrale . Questo livello di passi sofisticati al di là delle leggi della fisica come comunemente noto e si basa sugli insegnamenti delle Nove Leggi della Magia, limitato al sacerdozio o UR.

Riepilogo.

Vampirismo è istintuale, ma può essere raggiunto solo attraverso uno sforzo

ma può essere raggiunto solo attraverso uno sforzo personale. Ogni agire vampirico auto - ordina

personale.

Ogni

agire

vampirico

auto-ordina

e

amplia la capacità del corpo

astrale

di

accettare

l'energia.

Con

l'aumento

dellenergia,

i

poteri

Vampirici

iniziano

all'alba.

Come sempre, se si deve

scegliere

una

Entità

di

Energia

Superiore

o

Inferiore

per

un

aiuto

speciale, allora il processo

di

apprendimento

è

accorciato,

per

tale,

lo

scopo del Tempio è stata

condizione

Vampirica stabilita.

raggiunto

e

la

Ma

gli

Dei

sono

molto

selettivi

e

sono

più

soddisfatti dai migliori sforzi e dalla forza di volontà del vampiro per raggiungere il proprio scopo Quindi,

possibilità di una

imparare e saper applicare è la via perfetta per ottenere la Iniziazione vera!

SALUTE E PREVENZIONE

Ho ritenuto opportuno e importante aver fatto questo pomeriggio ( pochi minuti fa)

un colloquio telefonico con il Primario del Reparto infettivi dellOspedale Bufalini di Cesena per ottenere delle risposte concrete ed esaustive sulle malattie a

trasmissione sessuale e via sangue / o saliva . Sotto vedete le mie domande e le risposte che mi sono date esplicitamente dal primario degli Infettivi.

Nota:

D= Domanda da me fatta R= Risposta del Dottore Primario del Reparto infettivi dellOspedale Bufalini di Cesena

D: Si può contrarre HIV / l' AIDS ingerendo il sangue infetto ?

R: Mentre il sangue infetto è pericoloso se viene a contatto con il proprio sangue tramite tagli , scambio di lamette e siringhe,e tramite rapporti sessuali non protetti, se il sangue viene ingerito, diventa radente l'impossibile un eventuale contagio, ciò sarebbe molto difficile anche succhiando il sangue direttamente da una ferita di un omo infetto, poichè il tubo digerente è chiuso e il virus non ha la possibilità di penetrare all'interno dell'organismo, tuttavia sono necessarie diverse precauzioni: non bere mai sangue se si sa di avere carie, gengive sanguinanti , scorticazioni o rigonfiamenti in bocca potenzialmente la più piccola ferita in bocca può causare il contagio, Per cui prima di bere assicurarsi di non avere ferite in bocca e che i denti siano tutti a posto. Non bere mai subito dopo aver lavato i denti in quanto lo spazzolino da denti provoca piccole lesioni che può far sanguinare la gengiva e quindi creare una possibile via di contagio. Bere sangue almeno dopo 5 ore dal lavaggio deidenti. Il Virus dellHiv a contatto dellaria diventa inattivo, teoricamente il virus esposto all'aria perde la sua virulenza. Tuttavia consiglio sempre di fare i test dellHIV.

D: Cosa è l'Epatite B?

R: L'Epatite B è una malattia seria del fegato che è causata dal virus dell'Epatite B. Essa è estremamente contagiosa e può essere trasmessa sessualmente o per

contatto con sangue o liquidi, compreso la saliva, della persona infetta. Sebbene il

virus dell'Epatite B può infettare le persone di tutte le età, i giovani adulti e gli adolescenti sono quelli a rischio maggiore. Il virus dell'Epatite B attacca direttamente il fegato e può portare a malattie intense, danni del fegato, e in alcuni casi alla morte. Sebbene non esista nessuna cura per l'Epatite B, esiste un vaccino sicuro ed efficace che può prevenire la malattia.

D: Come fa qualcuno a prendere l'Epatite B?

R: Il virus dell'Epatite B è altamente contagioso e si diffonde attraverso contatto con

il

sangue e con altri liquidi del corpo (inclusi lo sperma, le infezioni vaginali, la saliva

e

latte materno) di individui infetti. Esso può essere trasmesso attraverso:

Contatto sessuale (vaginale, anale o orale) con una persona infetta Scambio di siringhe, droghe e gli arnesi della droga Uso di lamette da barba o aghi per tatuaggi contaminati Gravidanza e/o parto (esposizione perinatale)

Esposizione sul lavoro al sangue o altri liquidi corporei di una persona infetta

Sebbene sia raro, la trasmissione in famiglia (trasmissione senza una riconosciuta esposizione al sangue, sessuale o perinatale) dell'Epatite B è stata documentata soprattutto fra i bambini giovani che vivono con membri familiari che sono portatori

di Epatite B. Viene ritenuto che il virus è trasmesso probabilmente per esposizione

non riconosciuta alle membrane mucose o lievi tagli nella pelle.

A differenza dell'Epatite A, un virus imparentato, l'Epatite B non si diffonde

attraverso il cibo o l'acqua.

D: Quali sono i fattori di rischio dell'Epatite B?

R: I fattori primari di rischio per l'infezione da Epatite B includono:

Intraprendere sesso rischioso senza le dovute precauzioni ( luso del preservativo) Fare sesso con più di un partner o con un partner che ha o ha avuto più di un partner o che fa uso o ha usato droghe Scambio di siringhe, droghe e arnesi per la droga

Ricevere una trasfusione o una terapia di sangue o prodotti di sangue

Farsi fare un tatuaggio o un foro nella pelle Avere un lavoro (ad esempio un dipendente di un istituto sanitario) che espone una persona al sangue o ad altri liquidi del corpo Viaggiare o vivere in aree con alti indici di infezione da virus dell'Epatite B (includendo l'Asia SudEst, il bacino delle Amazzoni in Sud America, le Isole del Pacifico, il Medio Oriente)

D: Come potere evitare di prendere l'Epatite B?

R: Sebbene non esiste nessuna cura per il virus dell'Epatite B, esiste un vaccino sicuro ed efficace che può prevenire l'Epatite B. Questo vaccino è stato reso disponibile sin dal 1982 ed è fornito in serie di tre iniezioni. Esso fornisce protezione contro l'Epatite B in 90-95% di quelli vaccinati. Essere vaccinati è la migliore maniera di ridurre il rischio di contrarre l'Epatite B.

maniera di ridurre il rischio di contrarre l'Epatite B. Si raccomanda di somministrare il vaccino a:

Si raccomanda di somministrare

il vaccino a:

Lavoratori presso strutture sanitarie Individui che si dedicano a comportamenti ad alto rischio (includendo sesso non protetto, sesso con più partner, scambio

di siringhe)

Tutti i bambini

Adolescenti Individui che vivono con persone infette dal virus

dell'Epatite B Individui che vivono in aree con alti indici di infezione del virus dell'Epatite B Inoltre altre maniere di ridurre il rischio includono:

Usate profilattici di lattice o di poliuretano durante i rapporti sessuali (ogni volta che

vi è una probabilità che un partner sessuale sia soggetto al virus dell'Epatite B,

includendo partner non vaccinati o non infettati precedentemente) Limitate il numero di partner di sesso

Evitate di scambiare le siringhe, droghe e arnesi per la droga Evitare la foratura della pelle e i tatuaggi Seguite sempre delle precauzioni ordinarie se siete lavoratori in strutture sanitarie Usate la cautela quando maneggiate oggetti che possono presentare sangue infetto dal virus dell'Epatite B su di essi (come lamette da barba, spazzolini da denti, forbicine per le unghie, assorbenti igienici)

D: Quali sono i sintomi dell'Epatite B?

R: Molte persone con l'Epatite B non presentano sintomi o ne presentano solo lievi. Tuttavia, alcune persone provano sintomi simili all'influenza o che possono sviluppare l'ittero (colorazione gialla della pelle). I sintomi dell'Epatite B includono:

gialla della pelle). I sintomi dell'Epatite B includono: Affaticamento Nausea o vomito Febbre e brividi di

Affaticamento

Nausea o vomito

Febbre e brividi di freddo Urina color scuro Feci chiare Colorazione gialla degli occhi e della pelle (ittero) Dolore nel fianco destro, che può diffondersi nella schiena

Può un'infezione dell'Epatite

B portare ad altri problemi di

salute?

La maggioranza degli individui avranno infezioni autolimitate, proveranno una risoluzione completa, e svilupperanno livelli protettivi di anticorpi. Un piccolo numero di individui (5-10%) sono incapaci di azzerare l'infezione e diventano portatori cronici. Dei portatori cronici, il 10-30% svilupperà malattia del fegato cronica o cirrosi. Inoltre i portatori cronici possono infettare gli altri durante tutta la loro vita, e il loro rischio di sviluppare cancro al fegato è 200 volte superiore.

D: Qual'è l'incidenza dell'Epatite B sulla gravidanza?

R: Le donne incinta con l'Epatite B possono trasmettere il virus ai loro bambini. La trasmissione accade durante il parto. La maggior parte dei bambini infetti che non

vengono curati immediatamente diventeranno portatori cronici e saranno a rischio

più alto di cirrosi del fegato, insufficienza epatica e cancro del fegato. Pertanto tutte

le donne incinta devono essere esaminate per il virus dell'Epatite B. Se una donna

incinta viene trovata positiva al virus, una terapia per il bambino deve iniziare immediatamente dopo il parto. La terapia include il vaccino dell'Epatite B come pure l'immunoglobulina del virus dell'Epatite B. Inoltre il bambino riceverà le due punture

aggiuntive di vaccinazione durante le successive visite.

Le donne con malattia del fegato avanzata sono a rischio più alto nel soffrire complicazioni durante la gravidanza.

D: Come viene diagnosticata l'Epatite B?

R: L'Epatite B può essere diagnosticata con l'esame del sangue. L'attività ordinaria del sangue, che include verifiche alle funzioni del fegato, possono indicare l'infezione. Inoltre uno specifico esame del sangue per il virus può fornire una diagnosi definitiva di Epatite B.

D: C'è una terapia o una cura per l'Epatite B?

Non esiste nessuna specifica terapia o cura per l'Epatite acuta e nessuna droga può alterare il corso dell'infezione una volta che qualcuno si ammala. Tuttavia per gli individui con Epatite cronica, la terapia a base di interferone può aiutare. Alcune volte è necessario il trapianto del fegato nei casi più gravi.

I sintomi dell'Epatite possono essere curati. Per esempio il limitare i grassi e il bere

liquidi chiari può aiutare ad alleviare i sintomi come nausea, vomito, e diarrea.

Inoltre viene raccomandato che gli individui con l'Epatite B:

Si riposino molto Bevano molti liquidi Mangino secondo una dieta con molte proteine per riparare le cellule danneggiate Mangino secondo una dieta a base di carboidrati per proteggere il fegato Evitino l'alcool

Ricordatevi che il virus può essere trasmesso agli altri attraverso rapporti sessuali o

contatto con oggetti che sono stati contaminati con il sangue (come lamette da

barba, spazzolini da denti o assorbenti igienici). Ricordate che la maggior parte delle infezioni sono auto-restrittive e il virus viene azzerato dal corpo. Un esame del sangue può confermare se il virus è stato azzerato dal corpo di una persona.

Cosa è l'Epatite C?

L'Epatite C è una malattia seria del fegato che è causata dal virus dell'Epatite C.

Questo virus può essere trasmesso sessualmente o per contatto con sangue o liquidi tra cui la saliva della persona infetta. Il virus dell'Epatite C attacca il fegato e può portare a danni del fegato e in alcuni casi alla morte. L'Epatite C in passato era

conosciuta come Epatite non-A non-B.

Come fa qualcuno a prendere l'Epatite C?

L'Epatite C si diffonde attraverso contatto con il sangue e con altri liquidi del corpo

(inclusi lo sperma, le infezioni vaginali e latte materno) di individui infetti. Esso può

essere trasmesso attraverso:

Contatto sessuale (vaginale, anale o orale) con una persona infetta

Scambio di siringhe, droghe e gli arnesi della droga

Uso di lamette da barba o aghi per tatuaggi contaminati

Gravidanza e/o parto (esposizione perinatale)

Esposizione sul lavoro al sangue o altri liquidi corporei compreso la saliva di una persona infetta

Il rischio di infezione attraverso rapporti sessuali o trasmissione perinatale è

considerato essere molto più basso rispetto al virus dell'Epatite B. A differenza di quest'ultimo, non ci sono prove attualmente che la trasmissione in famiglia (trasmissione senza sangue riconosciuto, sessuale o esposizione perinatale) del

virus dell'Epatite C accada.

Quali sono i fattori di rischio dell'Epatite C?

I fattori primari di rischio per l'infezione da Epatite C includono:

di rischio per l'infezione da Epatite C includono:  Scambio di siringhe, droghe e arnesi per

Scambio di siringhe, droghe e arnesi per

la droga

Ricevere una trasfusione una di sangue o una terapia con prodotti

di sangue infetto

Avere un lavoro (ad esempio un

dipendente di un

istituto sanitario) che

espone una persona

al sangue o ad altri

liquidi del corpo

Come potete evitare di prendere l'Epatite C?

A differenza dell'Epatite B, non esiste nessun vaccino protettivo contro l'Epatite C, e

la prima infezione del virus dell'Epatite C non protegge contro successive infezioni

come è nel caso dell'Epatite B. Le probabilità di diventare infetti con l'Epatite C possono essere ridotte.

Per ridurre i rischi:

Evitate di scambiare le siringhe, droghe e arnesi per la droga

Evitare la foratura della pelle e i tatuaggi

Seguite sempre delle precauzioni ordinarie se siete lavoratori in strutture sanitarie

Usate la cautela quando maneggiate oggetti che possono presentare sangue infetto dal virus dell'Epatite C su di essi (come lamette da barba, spazzolini da denti, forbicine per le unghie, assorbenti igienici)

Sebbene il rischio di trasmissione del virus dell'Epatite C è basso,

usate profilattici di lattice o di poliuretano con tutti i partner sessuali casuali.

Le raccomandazioni per l'uso del profilattico con un partner sessuale che è

portatore del virus dell'Epatite C devono essere fatte su base individuale.

Quali sono i sintomi dell'Epatite C?

Molte persone infettate con l'Epatite C non presentano sintomi o ne presentano solo lievi. Generalmente i sintomi dell'Epatite C non sono tanto gravi come quelli dell'Epatite B. L'Epatite C puo 'causare:

Affaticamento

Nausea o vomito

Febbre e brividi di freddo

Urina color scuro

Feci chiare

Colorazione gialla degli occhi e della pelle (ittero)

Dolore nel fianco destro, che può diffondersi nella schiena

Può un'infezione dell'Epatite C portare ad altri problemi di salute?

Fra il 50-80% delle persone infette sono incapaci di azzerare l'infezione e diventano portatori cronici. Dei portatori cronici, il 50-70% svilupperà un'Epatite attiva cronica e sono a rischio maggiore di cirrosi, insufficienza epatica e cancro del fegato. Tutte le

persone con il virus dell'Epatite C sono potenzialmente contagiose.

Qual'è l'incidenza dell'Epatite C sulla gravidanza?

Non esiste nessuna prova concreta che le donne con l'infezione dell'Epatite C sono a rischio maggiore nell'avere complicazioni durante la gravidanza. Le donne con l'infezione dell'Epatite C di solito hanno bambini sani. La trasmissione dell'Epatite C dalla madre al bambino può accadere, ma appare essere relativamente rara.

Le donne con malattia del fegato avanzata sono a rischio più alto nel soffrire complicazioni durante la gravidanza.

Come viene diagnosticata l'Epatite C?

L'Epatite C può essere diagnosticata con diversi esami del sangue. Questi esami determinano la presenza di anticorpi contro il virus dell'Epatite C, come pure valutare le particelle virali. Vengono anche fatti degli esami per eliminare la possibilità di altre infezioni, come l'Epatite B.

C'è una terapia o una cura per l'Epatite C?

La terapia a base di interferone è efficace in circa il 20% dei pazienti con il virus dell'Epatite C.

I sintomi dell'Epatite possono essere curati. Per esempio il limitare i grassi e il bere liquidi chiari può aiutare ad alleviare i sintomi come nausea, vomito, e diarrea. Inoltre viene raccomandato che gli individui con l'Epatite C:

Si riposino molto

Bevano molti liquidi

SOCIALITAGuardarsi attorno: esistono altri vampiri?

Autore: Sangue versato da Horus Sat

E' una domanda che praticamente ci siamo posti tutti appena abbiamo scoperto che eravamo dei Vampiri. Certo oggi grazie ad internet le informazioni scorrono sul web ed è facile capire che non

si unici, che esistono altri Vampiri, diversi per sfumature e culture. Fino ad una ventina di anni fa, quando internet non esisteva, i Vampiri erano più relegati all'isolamento, proprio per il fatto della segretezza era più difficile conoscere in Italia altri Vam- piri. Non esistevano gruppi o comunità locali, che solo

con l'avvento di internet,

sono potuti nascere e farsi conoscere. Molti giovani mi domandano ma come è possibile riconoscere un Vampiro”? Ovviamente non è facile. Sono pochi i Real Vampires dichiaratiche hanno fatto un coming out ( cioè uscire dalla tomba”, dichiararsi) e che dimostra- no palesemente di esserlo, proprio perchè tutto ciò ri- chiede una buona dose di coraggio che non tutti hanno. Solo un RV attento può notare alcune

sfumatureche possono portare a sospettare che quella determinata persona possa essere un

Real Vampire. Queste sfumatu-

re sono collegate a dei fatti fisici. Ad esempio se siamo da- vanti ad una persona e ad un certo punto ci sentiamo stan- chi, spossati, o ci viene il mal di testa tutto d'un tratto il Vampi- ro capisce che si trova davanti ad un Psi o Empatico Vampire, ovvero un Vampiro che si nutre dell'energia psichica o delle emozioni. Allo stesso modo un Vampiro attento percepisce quando si trova davanti ad un Vampiro sanguinarians perchè

il sangue bevuto dal sanguinarians lascia una tracciache è l'odore. E' come quando una persona

che beve molto caffè si sente dal suo alito l'odore del caffè, oppure una persona che beve molti alcolici o birra, dall'alito si sente ciò che ha bevuto, che a volte è anche molto fastidioso. E siccome uno dei sensi migliorati nella trasformazione del Vampiro è proprio il senso dell'olfatto, ecco che percepire l'odore del sangue in un Vampiro che ha appena bevuto è molto facile. Se abbiamo per-

ecco che percepire l'odore del sangue in un Vampiro che ha appena bevuto è molto facile.
ecco che percepire l'odore del sangue in un Vampiro che ha appena bevuto è molto facile.

cepito che quella persona vicino a noi è un altro Vampiro, usare la massima discrezione è la cosa più conveniente se vogliamo conoscere questo nuovo fratello e diventare suo amico. Ci avvicineremo a lui come quando facciamo amicizia con un compagno di classe, di sport o di lavoro, presentandoci con una stretta di mano. Mai uscire fuori con frasi tipo ciao ho visto

che anche tu sei un Vampiro”! Perchè anziché crearvi un amico finirete subito per farvi un ne-

mico. A qualsiasi Vampiro piace la discrezione, il rispetto e non essere messo al murocon frasi di questo tipo che creano imbarazzo soprattutto se si è in un luogo pubblico. Allaccia quindi il discorso su altri temi, cerca di essere simpatico, dimostra di cercare solo una buona amicizia. Nel primo incontro proponi, senza alcun obbligo, di rivedervi ancora, e se riuscite a scambiarvi il numero di cellulare è già una grande conquista. Lascia passare qualche giorno dal primo incontro, non essere assillante. Dopo qualche giorno se vedi che lui non ti telefona fatti vivo tu, magari invitandolo ad una serata tranquilla a casa tua, ad una pizza tra amici. Quando

sei più sicuro di te stesso comincia a confidarti con lui, dicendo che tra amici ti piace essere sincero, e che trovi giusto confidargli una cosa, considerandolo un amico. Lui sicuramente ap- prezzerà il gesto e ti dirà di essere disponibile ad ascoltarti. A questo punto svelate con molta delicatezza le vostre carte: racconta al tuo nuovo amico che da un po di tempo ti sei reso con- to di essere fotosensibile e di sentire una forma di sete che non riesci a capire cosa sia e che non trovi soddisfazione nell'acqua e in altri liquidi. A quel punto sei lui è davvero un Vampiro cercherà di aiutarti a capire. Magari mettendosi in gioco anche lui dicendo, guarda che que-

ste sensazioni le provo e le vivo anch'io

amico è anch'egli un Real Vampire e a questo punto potete andare oltre a raccontargli tutta la verità su voi stessi, che siete sicuri che il vostro amico non scapperà via urlandovi dietro dan- dovi del pazzo.

Il dado è tratto avete la certezza che il vostro nuovo

amico non scapperà via urlandovi dietro dan- dovi del pazzo. Il dado è tratto avete la

ATTUALITA’

LE TRE FAMIGLIE DI VAMPIRI

Si è sempre parlato di Real Vampires, ma in realtà ben tre sono le categorie di Vampiri esistenti ed alcune di queste non possono essere identificate come Real Vampires. La no- stra redazione ha voluto intervistare Horus proprio per farci spiegare la differenza so- stanziale tra queste categorie di vampiri.

Domanda: Horus vuoi spiegarci bene una volta per tutte chi è un vampiro?

Horus: Mettendo da parte tutte le leggende metropolitane, il mito nella storia, e anche i vampiri del cinema e della Tv, possiamo concretamente dire che il vampiro oggi si divide

praticamente in tre figure ben distinte diverse tra loro su cui però ruota una grandissima confusione. Come stanno facendo le comunità vampiro all'estero anch'io in Italia sto cer-

cando di far comprendere ed accettare, prima dalla comunità stessa, poi alle persone co-

muni questo criterio di divisione tra le categorie per poter trovare una maggiore armonia e collaborazione tra le parti. Partiamo dalla figura primaria, quella principale che è il Real Vampire. Il termine sta per “Reale o Vero Vampiro” (RV) , una volta in Italia agli inizi degli anni novanta si usava un altro nome quale “Human Living Vampire” (HLV) ma siccome la sua sigla era molto facile scambiarla per HIV , cioè la sigla che evidenzia le persone siero-

positive e il virus dell'Aids alla fine, onde evitare possibili equivoci nelle persone si è pen-

sato di adottare anche in Italia la sigla usata in America, RV appunto, che sta per Real Vampire. Sotto questa categoria e sigla vi troviamo persone umane che per una necessità fisica e medica reale si nutrono di energia vitale attraverso i possibili mezzi di estrazione:

dal sangue, dalla psiche, dal corpo. L'energia vitale è presente anche negli elementi natu- rali seppur in minor quantità. Tra le tante teorie che spingerebbero i Real Vampire alla ri- cerca di energia prana la più accredita da gran parte delle comunità vampiro è quella in cui il corpo di un RV non ne produce in quantità necessaria per il proprio dispendio energeti- co: di fatto i Real Vampires se non si nutrono di energia vitale stanno male, hanno più faci- lità di ammalarsi di altre persone, possono avere anche un crollo del sistema immunitario. Alimentandosi di energia prana costantemente, ogni volta che il proprio corpo lo richiede, essi mantengono un forte equilibrio fisico e metabolico, un alto sistema immunitario am- malandosi così più raramente, ed anche un perfetto equilibrio psicofisico. Spiegato questo occorre anche dettagliare che il Real Vampire si suddivide a sua volta in quattro distinte

categorie che prende nome dalle sue capacità e dai mezzi di assorbimento dell'energia vitale, per cui abbiamo il Sanguinarian, ovvero la persona RV che trae l'energia vitale dal

sangue e non è capace di trarre l'energia da altre fonti. In genere è il Real Vampiro più di- scriminato proprio per il suo legame al sangue, considerato ancora oggi un tabù, che lo fa, in un certo senso più visibile e dichiarato; abbiamo lo “Psichico”,ovvero quella persona RV maggiormente meno identificabile, che si nutre di energia vitale che scaturisce dalle emo- zioni e dalla psiche umana, abbiamo “l'Energetico” ovvero quella persona Rv che è capace

di

trarre energia vitale

da

ogni parte del corpo

umano. Ad esempio un “pranoterapeuta”, an- che se non riconosce questa terminologia, è a tutti gli effetti un Real Vampire capace di as- sorbire energia vitale

che altro non è che l’ energia prana in un corpo umano laddove

c'è ne troppa e donare

energia laddove c'è ne poca. Per concludere

a

o

“L'elementale” ovvero quella persona Rv che

trae energia vitale gra-

zie alla sua capacità di

rapportarsi con le

energie elemetari pre- senti in natura, come

la terra, l'acqua, il fuoco e

l'aria. Ad esempio molti maghi e molti wiccan

(Streghe) non accettano di

essere considerati dei “ vampiri elementali” ma questo è in realtà un dato di fatto visto la

loro predisposizione a rapportarsi con gli elementi naturali necessari alle forme di magia.

b

b

i

a

m

Nella foto: Horus Sat , presidente nazionale dell’Associazione Lega Italiana Real Vampires (LIRV), un esempio di Real Vampire italiano. Ha aperto la comunità della LIRV alle tre cate- gorie di Vampires: Real Vampire (RV), Vampyre Lifestyle (VLF) e Vampyre Spiritual (VS)

Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche ed ha importato l’attività di Fangsmith dall’America per i Vampyre Lifestyle. E’ stato scritturato come attore protagonista nella saga vampiro cinematografica italiana “Onde di Sangue” in produzione dalla BLUE SCREEN nel mese di Ottobre 2014

Specificato tutto questo ci sono dei fattori comuni ormai accolti come possibile regola dalla comunità vampiro internazionale che danno campanelli di allarme sulla possibilità che una determinata persona sia in realtà un Real Vampire. Anche se queste caratteristiche sono comuni nella maggioranza dei Real Vampires occorre precisare che non necessariamente chi ha queste caratteristiche sia per forza un RV, è necessario quindi eliminare ogni altra possibile causa o patologia, prima di arrivare alla conclusione di essere un Real Vampire. Vediamo di illustrare queste caratteristiche: 1) Fotosensibilità. La maggioranza dei Real Vampires affermano di essere infastiditi dal sole, ovvero di essere fotosensibili, di ustionarsi veloce- mente ai raggi UV del sole, motivo per cui uscen- do alla luce devono ricoprirsi di forti creme protetti- ve ad un altissimo numero di filtri che li proteggo- no da queste ustioni. Allo stesso modo anche gli occhi, molto sensibili alla luce del sole, li devono proteggere con occhiali molto scuri che non lascia filtrare i raggi UV che potrebbero causare congiun- tivi, e in alcuni casi anche la rottura di vasi sangui- gni nel bulbo oculare. 2)Al problema della fotosen- sibilità che è il problema primario c'è da dire che gli RV hanno il ciclo circadiano invertito: sono maggiormente attivi di notte rispetto alle persone comuni. 3)Infine c'è una casistica che afferma che gli Rv hanno caratteristiche che possono essere riscontrate in persone comuni ma che molto spes- so negli Rv è quasi una norma. C’è da dire che un Real Vampire è una persona molto empatica e secondo alcune ricerche hanno una temperatura basale e corporea molto bassa rispetto le persone comuni ( in genere un Rv ha una temperatura sui 35g° a differenza delle persone comuni che ce l'hanno a 36) Specificato questi aspetti, alla fine un Real Vampire è una persona come tan- te altre, ma ha uno stato di vampirismo reale che lo porta ad avere esigenze diverse come

quella di nutrirsi di energia vitale/prana. Nulla a che vedere quindi con la fantasia cinemato-

grafica: non hanno super poteri, non si trasformano in nulla, non volano, non sono super

veloci, non brillano alla luce del sole, non sono immortali, né tanto meno vivono per secoli,

non nascono in natura con le zanne (canini) lunghe ed affilate, non temono né i crocefissi

né l'acqua santa né tanto meno l'aglio ( salvo a chi ne è allergico l'aglio è ottimo sulle bruschette che mangiamo pure noi!). Inoltre un Real

Vampire non sceglie di esse-

re un vampiro. Semplicemen-

te si accorge di esserlo in età che può variare dalla pubertà all'età adulta. Per questo mo- tivo gran parte della comunità

vampiro è dell'idea che RV si

nasce. La fase in cui ci si ac- corge di essere un Real Vam-

pire, dove ci si accorge di al- cune caratteristiche che por- tano la persona a riconoscer-

si come “ diverso” dalla per-

sona comune è chiamata con il nome di “Risveglio”, mentre invece la fase successiva che è quella che porta la per-

sona ad auto-accettarsi per quello che in realtà è viene identificato con il termine di “trasformazione” che nulla ha c he ve de re con il “trasformare una persona in un vampiro”. Ci sono perso- ne che si accorgono di esse- re RV sin dalla pubertà ma che impiegano lunghi anni , anche di sofferenza, per accettarsi. La trasformazione ha quindi culmine con la piena accettazione di se stessi come identità diversa dalle per- sone comuni.

Nella foto: Leggendary Lordbyron Cyberpunk nelle sue performance artisti- che, il nuovo Vicepresidente nazionale dellAssociazione Lega Italiana Real Vampires, un chiaro esempio di Vampyre Lifestyle. La nuova LIRV ha rac- colto nella sua comunità Real Vampires, Vampyres Lifestyle e Vampires Spritual in una unica famiglia, andando perfettamente daccordo tra loro.

Domanda: Bene abbiamo chiarito cosa sono i Real Vampires ci vuoi ora parlare dell'al- tra categoria di Vampiri che dicevi?

Horus: Preso atto di cosa sono e non sono i Real Vampires occorre specificare che in real- tà c'è una categoria di persone che invece scelgono propriamente di essere dei vampiri. Certo non possono essere dei Real Vampire perchè abbiamo visto che Rv si nasce e non lo si diventa, ma queste persone diventano vampiri adottando lo stile di vita e di moda pro- pria pur non essendo degli RV. Questi vengono identificati con il nome di “Vampires Life- style” il cui termine sta proprio nella scelta di vita e di moda, di adottare quella vampiro. Og- gi giorno lo sdoganamento delle diversità sociali ha portato le persone a riconoscersi in ca- tegorie sociali e minoranze sempre più diverse. Negli anni 60 e 70' abbiamo avuto l'esplo- sione dei cosiddetti “ figli dei fiori”, dei Dark e dei Gothic. La ricerca di una identità diversa, di non omologarsi nella società comune, di trovare il proprio spazio e il proprio “io”, sia esteriore che interiore, hanno portato, dagli anni 60' ad oggi , una moltitudine di giovani a riconoscersi in categorie diverse per stili di vita e di moda. Chiariamo subito che non c'è nulla di male in tutto ciò: la stessa Costituzione Italiana riconosce l'inviolabile diritto alla persona di riconoscersi nelle espressioni sociali e come meglio crede, è quindi un diritto della persona essere quello che più lo fa star bene e felice con se stesso. E se la persona non vuole “ omologar- si” con la società co- mune ha il sacrosan- to diritto di trovare una identità che più gli aggrada. L'impor- tante quindi è la ricer- ca di cosa in realtà vuole essere ed es- sere felice nella sua nuova scelta. Così con l'incrementare dei film sui vampiri dagli anni 70' ad oggi è nata una nuova cate- goria sociale di per-

sone che riconoscono

nella figura del vampiro mitologica, leggendaria e cinematografica lo stile ideale di vita e di moda e lo assumono volontariamente nel loro pieno diritto di scelta. Per intenderci con il

lo stile ideale di vita e di moda e lo assumono volontariamente nel loro pieno diritto

nome di Lifestyle si riconosce quelle persone che assumo le caratteristiche evidenti della vita e della moda vampiro: indossano lenti e zanne, vestono gotico, adottano uno stile di vita simile a quello dei Real Vampires , ovvero più incentrato sull'attività notturna che diurna. La differenza sostanziale tra le due figure di vampiro sta proprio nel non poter scegliere e nello scegliere esplicitamente. Sicché si potrebbe identifica- re nel Real Vampire colui che non sceglie uno stile di vita vampiro ma si trova per necessità fisica e medica a viverla, mentre per il Lifestyle colui che liberamente e propriamente sceglie questo stile di vita perchè lo riconosce più vicino a se stesso e alla sua identità , riconoscendosi nella classe sociale specifica. Fino a qualche tempo fa in Italia c'era un forte scontro tra chi era Real Vampire e chi Lifestyle. I Real Vam- pires vedevano nei Lifestyle delle persone false che scimmiottavano il disagio della vita dei Real Vampires. Oggi finalmente si è voluto discutere sul diritto della scelta della persona di essere ciascuno ciò che in realtà vuole essere. Ne è uscito fuori un interessante risposta al confronto che si riallaccia al tema dei diritti civili. In Italia i Real Vampires mirano a far riconoscere i propri diritti e far riconoscere la loro identità sociale come “ espressione di diversità” , il diritto appunto di essere ricono- sciuti come diversi e come minoranza sociale tra le tante diversità e minoranze. Ma se i Real Vampires italiani mirano a questo riconosci- mento e a far sì che la loro caratteristica sia riconosciuta come una delle tante diversità dell'uomo, non possono certo sottrarsi dal rico- noscere la libertà di un altra classe sociale ,

quella dei Lifestyle che mirano anch'essi al di-

ritto di essere ciò che vogliono essere. Pratica- mente non si può certo chiedere di essere ac- cettati e allo stesso tempo discriminare. Ecco perchè è importante il lavoro che si sta com- piendo in Italia sul confronto reciproco e sull'imparare ad accettarsi a vicenda. L'im-

portante è il distinguere bene le due classi sociali: I Real Vampires e i Vampire Life-

style sono due cose ben distinte tra loro che possono coabitare anche nella stessa comunità sociale.

Domanda: e la terza figura del vampiro?

Horus: La terza figura del vampiro la identifichiamo come colui che non è ne un Real

Vampire né un Lifestyle ma vive il vampirismo come una forma di culto e religione pagana. Questa figura di vampiro si riallaccia agli antichi culti pagani, molti dei quali la forma di vampirismo e il legame con il sangue era molto viva. Molti li identificano con il nome di “ vampiri spirituali”. Sappiamo che il sangue è stato da sempre legato al culto religioso. Senza andare lontano nel tempo basta tener presente che lo stesso

Cattolicesimo e il Cristianesimo è un culto legato al sangue. Anche se simbolicamen- te, durante la funzione religio- sa, nella comu- nione si assume il sangue di Cri- sto che si offre

in sacrificio per

la salvezza di tutti gli umani. Per tanto chi crede in questa

religione è con- sapevole che facendo la co- munione beve e mangia il corpo

di Cristo perchè

il credo di que- sto culto impone

la credenza che

tramite la tra- smutazione, durante la funzione, l'ostia consacrata e il vino diventino per davvero il corpo e il sangue di Cristo. I Vampiri spirituali a differenza dei Cristiani hanno mante-

Cosa c'è in un nome

I VAMPIRI SPIRITUALI

Nel precedente articolo abbiamo parlato della tera categoria di Vampiri esistenti, quelli che

si autodefiniscono come “Vampiri Spirituali”. Nelle no- stre ricerche abbiamo trovato diverse realtà che vivono

il vampirismo come una forma di culto o di spiritualità.

In questo articolo parliamo di due “famiglie” di vampiri

spirituali che diciamo discendono dallo stesso ceppo,

quello che vede le origini del vampiro nell’antico Egitto

quello che vede le origini del vampiro nell’antico Egitto Il significato di Atum Ka-Mon Atum: Essere

Il significato di Atum Ka-Mon

Atum:

Essere il nome egiziano per il Dio della creazione, e

fondatore del Enneade del consiglio dei nove divinità di Atum trovato nel tempio di Atum. Questa è stata la pri- ma e originale teologia che incorniciava l'intera società dell'Antico Egitto.

Ka: Significato di energia vitale e di essere parte del concetto egiziano di anima.

Mon: (luna pronunciato)Significato continuato Journey

o in corso del ciclo.

Ka-mon: Spirit o anima è in corso Journey

La nostra ideologia

Atum Ka-Mon è una congrega di vampiri psionica che è radicato nella Kemetic, Esoterico, e sistemi di credenze Asetian. Consideriamo l'ideologia della trasformazione egiziana dell'anima per essere la vera definizione dello stato di essere vampirico. maggior parte delle culture nel corso della storia hanno definito il termine vampiro per indicare una crea- tura o un essere che si nutre di esseri umani per sostenere la propria esistenza. Più indie- tro si va nel lascito vampiro e più li vede indicati come demoni e come altre creature simili

a spiriti. Il Motivo è che i demoni non sono pienamente umani né sono pienamente spiri-

ti. Si tratta di un mix di entrambi (come definito nella maggior parte del folklore documenta-

to) e prosperano su energie spirituali che si trovano dentro gli esseri umani. Ciò significa che i vampiri non consumano energia da qualsiasi sostanza digestiva fisica come il consu- mo di sangue o la carne. Insomma dei vampiri esistenti da sempre alimentati dallo spiri-

to. che oggi chiamiamo questa energia prana, forza vitale, chi, o ka

glie di chiamarlo - vuol dire che il vampirismo è una psi o condizione psionica. Reale vam-

pirismo non è una chiesa o una setta religiosa di passaggio per qualsiasi gruppo o individuo. Il vampirismo non è una ma- lattia o qualsiasi altra forma di infezione, né è una condizione di biologia, come ad esempio una razza o stirpe di genetica umana. Il vampirismo è uno stato di coscienza. In realtà uno

la

tua anima. Quando l'anima avanza consuma, in uso, più ener- gia che il corpo può produrre. La necessità di nutrirsi di altre fonti di energia dall'esterno del sé diventa una necessità. Ciò significa che il vampirismo è spiritualismo, uno stato di evolu- zione di quei livello di consapevolezza. La vita è un ciclo che si ripete in ogni aspetto della natura, noi chiamiamo questo mo- dello di rinascita nell'uomo reincarnazione. In ogni vita si lavora attraverso l'umana esperienza con l'unico scopo di imparare dalle sfide che la vita ha da offrire. L'anima, lo spirito, l'essenza stessa di ciò che siete conserva la conoscenza di esperienze di vita passate in profondità dentro di voi. Quando si raggiunge un livello di avanzamento per i quali i pezzi della loro coscien- za iniziano a forgiare un livello duraturo e consistente di ener- gia, che l'essenza evolve e comincia ad adattarsi ai cambia- menti. Questo processo è la trasformazione dell'anima. Il termine "risveglio" è comunemen- te usato per descrivere un processo che passa attraverso in questo stadio di coscienza ed è chiaramente il termine appropriato. Mentre il vostro personaggio comincia a sperimentare

i piani superiori del suo essere che sperimenteranno le fasi del loro risveglio in diversi mo- di. Questi spesso possono venire alla superficie come i sogni, regressione vita passata sot-

o si manifestano sotto forma di caratteristiche psichiche comuni come

to forma di flash

l'empatia e la precognizione. Per molti questo è dove il viaggio della scoperta di sé inizia, e dopo innumerevoli anni di frustrazione si decide di seguire gli insegnamenti di coloro che

sembrano avere alcune delle risposte nella speranza che molte delle risposte verranno con

il tempo.Alla Atum Ka-Mon abbracciamo il nostro antico passato e la natura del nostro au-

qualsiasi cosa si sce-

stato di coscienza evoluta, si tratta dello Spirito all'interno

tentico vampirismo. Presentiamo ideologie e pratiche per garantire a tutti i nostri soci di cre- scere e imparare, per avanzare in un modo che sfrutta la natura del loro risveglio. Se ritieni che sia giunto il momento per voi di trovare le rispo- ste che cerchi, per porre fine alle domande che altre congreghe e paradisi non sono riusciti a fornire chiarezza noi siamo disponibili per il dia- logo e confronto.

altre congreghe e paradisi non sono riusciti a fornire chiarezza noi siamo disponibili per il dia-
altre congreghe e paradisi non sono riusciti a fornire chiarezza noi siamo disponibili per il dia-
43
43

NELL'EGITTO LE RADICI DEL REALE VAMPIRISMO — IL CULTO VAMPIRO DELLA DEA ISIDE

Autore: Sangue versato di Horus Sat

Come ho già evidenziato nel mio precedente articolo, dove riporto la notizia di un collegamento tra il vampirismo e l'antico culto egiziano,sembra che proprio dall'Egitto vi siano rintracciate le origini del vampirismo sia come forma spirituale che come forma fisica ( ovvero il vampirismo inteso come atto di alimentarsi dell'energia di altri) Nelle mie ricerche sono giunto a conoscenza che un'antica Dea di nome Iside, il cui vero nome egiziano è conosciuto come “Aset”, conosciuta per essere la Dea egizia della magia e del potere, fosse conosciuta come la Dea dai molti nomi, il vero volto dietro a molte divinità e la Dea madre di tutti gli antichi déi. La parola “ Aset”, oltre a rappresentare il nome della Dea egizia Iside, in termine letterale rappresenta anche il sacro trono su cui lei spesso viene rappresentata nelle varie iconografie. Molte volte troviamo la Dea Iside o Aset con il simbolo del trono disegnato sulla sua testa. Questo particolare sta proprio ad evidenziare che la Dea Iside Aset fosse davvero la Dea Madre di tutti gli dei egiziani. Nel culto Egiziano troviamo il nome

della Dea “Aset” collegato da un

secondo altro nome: “KA”. Come ho già evidenziato nel mio precedente articolo la parola KA rappresenta la forza della vita nella teologia egizia, di solito in qualche riferimento con l'Energia dell'Anima. Quello che noi semplicemente chiamiamo spirito. Per farvi memoria, nel mio precedente

articolo abbiamo visto come gli egiziani avessero cura del “KA”, il cui significato sta per un compagno astrale di ogni persona vivente. Il ka è stato per gli Egiziani ( ed è tuttora per i vampiri spirituali) un simbolo dei poteri sulla vita donata ad ogni uomo dagli dèi; il Ka è la

fonte di tali poteri. Il ka praticamente, secondo le usanze egiziane, è un doppio spirituale che nasce con

ogni uomo e viveva dopo la sua morte, ma solo se aveva un posto dove vivere. Il ka viveva dunque all'interno del corpo dell'individuo e pertanto era necessario un nuovo corpo dopo la morte dove il Ka potesse continuare la esistenza nell'immortalità. Questo concetto lo ritroviamo presente in molti altri culti: il ka è equivalente all'anima, allo spirito della persona che secondo alcune religioni politeiste e pagane si può rincarnare in un altro corpo, mentre secondo le religioni monoteiste (Ebrei, mussulmani, cristiani ) lo spirito può resuscitare.(Resurrezione) Sembrerebbe quindi che il oncetto dell'immortalità dell'essere o come reincarnazione o come resurrezione sia partito proprio dall'antico Egitto. Per assicurare ancora un corpo al Ka, affinchè il ka non andasse disperso nel nulla è il motivo per cui gli

egiziani mummificavano loro morti, perché se il corpo si fosse decomposto, il suo doppio spirituale o

astrale, il suo ka, sarebbe morto e defunto e avrebbe perso la sua occasione per la vita eterna. La

doppio spirituale o astrale, il suo ka, sarebbe morto e defunto e avrebbe perso la sua

convinzione maggiore degli antichi Egiziani era che il corpo di una persona fosse guidato

non dalla mente ( materia) ma da il Ka (Spirito) mentre era in vita, ma una volta morti il ka reincarnandosi più volte avrebbe portato l'anima (ba o khu) nell'eternità. Ora quello che molti non sanno o ignorano ( o viene tenuto a tacere come segreto) è che il

KA per sopravvivere ha bisogno di essere alimentato. Da cosa? Da Energia. Egli è pura

energia, energia che viene reincarnata da corpo a corpo, molti la chiamano energia primordiale”, altri energia divina”, altri soffio di vitae via dicendo. Secondo una teoria non poi molto fantasiosa degli antichi egiziani si afferma che quando il KA si reincarna in un corpo questa può trovare delle difficoltà. La difficoltà più riscontrata è un maggiore dispendio di energia per far funzionare il corpo ospitante. Il Ka dunque deve in qualche modo recuperare l'energia che necessità al corpo ospitante, da qui l'esigenza di fare il vampirismo energetico, ovvero recuperare energia – quella che noi chiamiamo prana- affinchè

il corpo umano ospitante possa funzionare nel migliore dei modi. Nell'antico Egitto si facevano sacrifici di sangue in onore alla Dea Iside e agli altri Dei, anche perchè si riteneva che nel sangue, così come nella psiche, nel corpo e negli elementi naturali si trovasse questa energia necessaria al KA per poter vivere bene all'interno del corpo umano. Ecco che quindi troviamo una traccia del vampirismo più antico nella sua forma più attuale: alimentarsi di energia prana per poter stare bene con il corpo fisico. Gli Asetiani (Asetians) erano antichi seguaci di un culto egiziano dediti alla Dea Iside (Aset Ka). In molti scritti antichi abbiamo trovato traccia di questi Asetiani come persone dedite alla magia nera ( dove per magia nera sta per culto legato al sangue e alle tecniche di morte e mummificazione, quello che oggi si potrebbe chiamare con il nome di necromanzia) Gi Asetiani come seguici della Dea Iside praticavano ogni forma di vampirismo così come oggi lo conosciamo e attraverso le stesse tecniche di estrazione del prana”: dal sangue, dalla

psiche, dal corpo e dagli elementi attraverso la magia.

Nel corso dei secoli l'Egitto è stato vittima del dominio di altre culture e di sanguinose battaglie. Molto di quello che era l'antico Egitto e le sue primordiali credenze è andato

culture e di sanguinose battaglie. Molto di quello che era l'antico Egitto e le sue primordiali

perso e distrutto. Ciò malgrado gli Asetiani sono riusciti in qualche modo a sopravvivere nascondendosi nel più assoluto silenzio e segreto che solo oggi, a quanto pare, è stato infranto portando a conoscenza quello che era un'antica fede e credenza ma che tutt'oggi viene ancora praticata.

Questa è la realtà degli Asetiani , un ordine di Real Vampires che presenta un percorso

spirituale e metafisico incentrato sulla magia ( rituale e spirituale) e su spiritualità predatori . L'organizzazione mantiene uno stretto legame con l'antico Egitto, dove il suo nome " Aset Ka "può essere grossolanamente tradotto in" L'essenza di Iside ". Essi, rompendo il silenzio che per secoli li ha protetti, stanno ora cercando di diffondere in tutto il mondo moderno l'Ordine di Aset Ka, ovvero il ritorno al vampirismo primordiale e

spirituale. La sede scelta per uscire allo scoperto l'Ordine degli Asetiani è la città di Porto, in Europa, essendo stata considerata la capitale culturale d'Europa nel 2001. Porto è nota per la sua tipica architettura gotica, ricca di cultura spirituale con una estesa storia, dispone di una delle più imponenti città sotterranee occulte in Europa, con una lunga storia di stregoneria, influenza pagana e governata da diverse congreghe centenari. Secondo la cultura Asetian, i primordiali vampiri vivevano in Egitto, tra gli esseri umani, e come parte della regalità faraonica e dei suoi eserciti. Questa teoria è in sintonia con la convinzione egiziana antica che il Faraone, e talvolta la sua famiglia reale, non erano umani, ma in parte divini. Questi vampiri erano conosciuti come Asetians, dove la parola vampiro rappresenta una designazione moderna creata dall'uomo per descrivere loro, a causa della loro natura predatoria. Nella loro teologia, si dice di essere i discendenti spirituali di Aset, e possono essere distinte metafisicamente da tre Casati :

- I Serpenti (Serpents), dal Lignaggio Viperino;

- Gli Scorpioni (Scorpions), dal Lignaggio Guardiano;

- Gli Scarabei (Scarabs), dalla Lignaggio Concubino.

Si distinguono in entrambi le caratteristiche spirituali e metafisiche, in cui i Serpenti sono di solito collegati con la leadership del Aset Ka, noti per le loro potenti e devastanti abilità

metafisiche in parallelo con un senso senza età della saggezza; gli Scorpions sono un archetipo di amore, lealtà e intenso della sessualità, noti per le loro impressionanti scudi sottili e avanzati magia difensiva; finalmente gli scarabei sono i più comuni dei tre Lignaggi, una grande capacità di energia e di manipolazione mentale, amati per la loro capacità innata di operare donatori di alta qualità in uno scambio di energia o alimentazione

vampiro. Anche se sono diversi e impossibile da definire completamente, ogni Lignaggio completa l'altro, e la più forte potenza del Aset Ka sta scritto nell'essere la loro unione e il senso infrangibile di lealtà, entrambi tratti distintivi di tutta la loro cultura.

Il percorso spirituale dell' Asetiano ( Asetians) è noto come Asetianismo (Asetianism) , e

anche se non è professato come una religione, è un sistema complesso e spirituale iniziatico nonché occulto. Molti dei misteri della loro tradizione non sono di dominio

pubblico, in una società che è circondata dal segreto, ma una buona idea delle loro

credenze di base, pratiche e la storia può essere trovato nel loro libro: Asetian Bibbia” . Non è una pubblicazione comune, da una casa editrice esoterica, ma un lavoro distribuito

su scala globale direttamente dall'Ordine di Aset Ka stessa. All'interno di esso, da antichi

geroglifici e sigilli magici della cultura Asetian, l'autore accompagna i suoi lettori in un

viaggio senza tempo ritornando all'Antico Egitto, dove spiega come tutto è cominciato e le origini della creatura vampiro, e come si è evoluto attraverso i secoli fino ad oggi. Il sistema spirituale Asetian viene spiegato molto bene, anche se i dettagli sulla iniziazione non sono pienamente condivisi, ma preseta alcune teorie stimolanti che spiegano il sistema vampiro sottile e l'anima in dettaglio, così come la metafisica dietro le loro pratiche e nei suoi fondamenti. Si tratta di un lavoro serio sulla cultura vampiro, e il primo a presentare i vampiri con un sistema spirituale completo con una solida base sulla spiritualità predatori, sulla cultura occulta e sulla magia.

E'

molto Interessante la lettura

di

tutto ciò anche per rendersi

conto che l'Asetianismo (Asetianism), sebbene incentrato sulle fondamenta del vampirismo, non è un percorso spirituale limitato all'Asetians o al Real Vampires in quanto tale, in quanto è aperto a tutti coloro che s'impegnano nelle sue filosofie ed è stato attraverso un certo livello di iniziazione o di risveglio. Un termine ricorrente nella terminologia Asetian è anche la parola Asetianist (Asetianista) , che viene usato per descrivere qualcuno che studia il percorso e l'arte di Asetianism (Asetianismo). Così,

mentre un Asetian è un vampiro, un discendente spirituale di Iside e iniziato ai misteri del

Aset Ka, un Asetianist non necessariamente definisce qualcuno come un vampiro, ma solo

una parte del percorso e della cultura Asetian. In realtà, a differenza degli Asetians, la maggior parte degli Asetianists non sono collegati direttamente con l'Ordine di Aset Ka,

essendo studenti e ricercatori indipendenti che hanno trovato all'interno della cltura Asetian un percorso filosofico ideale a loro . Un altro dettaglio particolare che possiamo trovare nella moderna comunità Asetian è il

valore del rispetto non solo per la Asetians e la loro cultura, ma anche per l'Asetianist nel

loro percorso. Essi rappresentano una comunità molto unita con un forte senso di arte e di

saggezza che porta il reale vampirismo ad un livello completamente nuovo in termini di consapevolezza spirituale e conoscenza metafisica. Per concludere questa breve introduzione al mondo dei vampiri egiziani della Dea Iside, vi lascerò con il simbolo dei vampiri Asetian. Nessun articolo rispettabile sulla ricerca del vampirismo sarebbe completo senza qualche menzione al Marchio Nero, non è vero? Così

ho voluto completare questa prima parte del mio articolo dando uno sguardo a questo simbolo misterioso. Viene detto di essere un sigillo magico, gli Asetians lo chiamano The Asetian Sigil “, ma la maggior parte del mondo lo conosce semplicemente come il Marchio Nero, simbolo mistificante che i membri del Aset Ka sono noti per aver tatuato sul polso sinistro. Gli occultisti credono che il simbolo contenga le proprietà talismaniche di un potere sconosciuto, essendo formato da caratteristici e antichi geroglifici ed icone egiziane, come il principale Ankh, al centro, simbolo dell'immortalità, una rappresentazione della immortalità e la vita eterna, e le strutture superiori a forma di corna, descritti come Rays of Aset” (Raggi di Aset Ka) nella lor letteratura, si dice rappresentino l'energia e l'illuminazione. Nel prossimo articolo parleremo ancor più dettagliatamente di questa

comunità di Asetiani, come loro vivono, come si predano, ecc

NOTE INTERESSANTI DI HORUS SAT alla prima parte dell'articolo. Nota 1: La Dea Iside è considerata da moltissime religioni pagane come la Dea Madre. Essa

rappresenta la luna, ( come simbolo della notte) , è la Dea della rinascita e dell'immortalità, tutto nasce dal suo grembo; gli ambienti segreti – grotte e anfratti sotterranei - sono a lei dedicati e secondo antiche simbologie rappresentano l'utero della Dea Madre da cui tutto prende vita. Le antichi piramidi egiziane avevano molti di questi ambienti sotterranei bui e segreti, nascosti sottoterra, proprio per simboleggiare l'utero della Dea Madre da cui l'uomo nasceva e lo spirito si reincarnava. Secondo antiche credenze lo spirito di una persona doveva giacere e passare in questi luoghi nascosti dagli occhisottoterra, proprio come un bambino prima di arrivare alla luce della vita sosta per nove mesi al buio nel grembo della madre nascosto dagli occhi altrui. Questa antica credenza è ancor oggi portata avanti con la sepoltura dei defunti nelle tombe sottoterra nei più comuni cimiteri. Un antico ritualese così l vogliamo chiamare, che si rifà alle origini egiziane quello di seppellire il corpo senza vita sottoterra o in ambienti segreti dove questo possa riposare in

attesa che il KA ( o spirito, o anima) possa reincarnarsi in nuova vita. Un ritorno al grembo

materno dopo la nascita dal grembo materno. Nota 2: Il culto della Dea egiziana Iside viene preso da molti altri culti pagani tra cui anche il

Alla prossima parte.

culto del Dio Mitra. Nella religione cristiana il culto della Dea Madre Iside lo ritroviamo nel culto alla Madonna. Non solo ma si sostiene che la Madonna di Loreto, una statua che raffigura la vergine di colore ( anziché bianca) sia stata originariamente una figura che rappresentasse la Dea Iside adottata poi dai primi cristiani come immagine di Maria. Infatti

se nella Vergine Maria e nelle statue che riproducono la Madonna generalmente non

vengono rappresentati simboli pagani perchè considerati dalla Chiesa cattolica e Cristiana come eretici e legati al male, contrariamente nelle vesti della Vergine Nera di Loreto troviamo i simboli della Dea Madre, ovvero decorazioni realizzati tramite disegni della luna. Nota 3: Secondo gli studi del famoso archeologo – Astronomo Zecharia Sitchin la Dea Madre Egiziana Iside è collegata anche al culto Sumero di Enki: essa altro non è che la donna che su ordine del Dio Enki avrebbe messo al mondo partorendo prima gli Semidei ( il primo uomo Sapiens più simile agli Dei che all'uomo stesso per le sue particolarità e doti presenti negli Dei) e poi l'uomo Sapiens Sapiens (Cioè l'uomo attuale) Secondo Zecharia e anche secondo l'ordine degli Asetiani entrambe le due razze umane (Sapiens – semidei e Sapiens Sapiens) sarebbero sopravvissute sino ad oggi coabitando lo stesso pianeta. Iside, secondo i testi e le antiche tavolette sumere sarebbe uno dei tanti nomi dati alla Dea Madre, colei che ha dato alla luce”, secondo i culti e le tradizioni diverse dei popoli. Praticamente gli Dei, secondo Sitchin, erano sempre gli stessi cambiavano i loro nomi apparendo alle civiltà e culture diverse. Secondo gli Asetiani la prima creatura della Dea Madre, che nel culto

Enkista troviamo come uomo spiens o semidei altro non sarebbero che gli attuali e moderni

Real Vampires. A riprova del collegamento tra il culto della Dea Madre Iside e il culto Babilonese al Dio Enki troviamo ancora una volta la figura del serpente. Il serpente simbolo

Dea Madre Iside e il culto Babilonese al Dio Enki troviamo ancora una volta la figura

del principale Lignaggio alla Dea Iside è il simbolo stesso del Dio Enki. Infatti il simbolo di Enki è, per chi non lo ricorda, i due serpenti attorcigliati elicoidalmente attorno ad un asse verticale. Simbolo che troviamo anche nella famosa figura di Baphomet il cui significato – un insieme di simboli esoterici – significa SOPHIA - SAPIENZA

Nota 4: Non so se avete mai fatto caso ad una cosa che molto spesso è davanti agli occhi di

tutti noi ma non viene mai data assolutamente importanza o rilievo. Eppure per i Real

Vampires certe particolarità non dovrebbero mai sfuggire

visitare antichi luoghi e monumenti che un tempo facevano parte della cultura pagana,

non può fare altro notare che questi ambienti sono: 1) molto

bui e oscuri, 2) molto freschi. Vi siete mai chiesti il perchè? Da tempo avevo una mia teoria che mi ronzava per la testa che però con molta mia soddisfazione ha trovato conferma in una recente chiacchierata con un Asetiano. I luoghi di culto pagano, ovvero i luoghi dove si adoravano gli antichi Dei erano bui e freschi proprio per la caratteristica che avevano questi Dei. Secondo antichi scritti egiziani tramandateci, gli Dei o le divinità soffrivano troppo la luce (fotosensibilità al sole come noi RV?) e soffrivano troppo il caldo (temperatura corporea bassa come noi RV?) templi a loro dedicati erano luoghi di penombra dove gli Dei potevano dimorare e vivere tranquillamente senza alcun disagio. Ora se è vera la teoria secondo cui gli Asetiani affermano che i Real Vampires sono quelli che erano gli antichi semidei per alcune particolarità che li distingue dall'uomo comune, il fatto che noi RV siamo fotosensibili, di avere fastidio del sole, di non sopportare il caldo e via dicendo ci legherebbe in qualche modo a questi antichi ambienti più di ogni altra persona. Secondo gli Asetiani gli attuali Real Vampires sono i discendenti degli antichi semidei, figli della Dea Madre Iside (Aset Ka). Secondo Zecharia Sitchin i Real Vampires sono i discendenti diretti

Per chi come me è abituato a

come templi, piramidi ecc

degli semidei creati per prima da Enki e dagli anunaki, (ovvero quegli esseri venuti dallo spazio e considerati Dei dalla razza primitiva dell'uomo) prima ancora dell'uomo sapiens sapiens, più simili agli dei che al comune umano. Due teorie che combaciano completamente . E quando si dice 1+ 1 forse la verità non è poi così tato lontana dal scoprirsi

L'ORDINE DI ASET (L'ORDINE DI ISIDE)

L'Ordine Kemetic di Aset Ka, o Casa Aset come viene spesso citato, si dice sia uno dei più antichi gruppi Vampyre, particolarmente noto per la sua segretezza. Le cose che sto in qualche modo riuscendo ad illustrarvi è perchè dopo loro varie indagini su chi e cosa sono io “, dopo aver preso atto che sono un Real Vampire e dopo aver chiacchierato personalmente con due di loro rappresentanti che mi hanno gradito di una loro visita a Cesena, mi hanno chiesto di far parte anche della loro comunità ( osservando principalmente e loro regole di vita spirituale che comunque non si discostano dalle mie) e

sono stato diciamo autorizzatoa parlare di alcuni argomenti che loro identificano come comuni o genericialla comunità Rv Italiana. Non sono autorizzato andare molto a fondo e violare quello che loro ritengono non idoneo ad essere divulgato anche tra altri RV. Per tanto mi limito come da loro richiesto ad illustrare quello che posso dire senza violare le

loro richieste di mantenere un certo riserbo.

Come sono giunto a loro.

di mantenere un certo riserbo. Come sono giunto a loro. Giungere a questa comunità non è

Giungere a questa comunità non è stato facile e mi ci è voluto

molto tempo. E' naturale che sia una comunità molto diffidente non fanno amicizia con facilità né tanto meno svelano i loro segretial primo che capita. Solo dopo lunghe indagini da parte loro su chi sei, cosa fai, e cosa sei, senza nemmeno chiederti o farti domande, ma hanno tutte le

possibilità per indagare

completamente sulla tua vita ( come facciano sinceramente non lo so !) a tal punto che arrivato il momento giusto sono loro che ti dicono tu sei questo e questo, hai fatto questo e questo, ti sei comportato in questo modoecc e non sbagliando di una virgola ( Almeno di quello che posso dire della mia vita e del mio passato e presente, praticamente mi hanno raccontato tutto di me senza

che io avessi raccontato a loro nulla, anche cose che io personalmente non ho mai

divulgato pubblicamente e quindi non rintracciabile nel web), questo fa supporre che dietro le loro spalle abbiano una struttura e un'organizzazione in grado effettivamente d fare ricerche molto approfondite per valutare chi trovano davanti ai loro occhi. Comunque fatto sta che mi hanno degnato di fiducia e mi hanno inserito nella prima parte del loro mondo riservata a coloro che si affacciano alla loro realtà per la prima volta: anche se sanno delle mio effettive conoscenze nel campo del vampirismo ( che mi ha portato a scrivere diversi

libri sull'argomento), anche se sanno delle mie esperienze come RV sia in Italia che all'Estero ( In America) sono molto legati e ferrei alla loro formazione e

gavetta” (giustamente) che una persona RV deve compiere non soltanto come vampiro ma

anche come persona spirituale nella loro comunità. Nell'entrare nel loro mondo comporta un forma di rito di iniziazione in cui nella loro comunità la persona cessa di esistere con un determinato nome o vita e rinasce a nuova vita come nuova persona”. Questo che

potrebbe sembrare una trasformazione in vampironon consiste in una forma fisica ma

più in una forma spirituale, con un determinato cammino spirituale e filosofico la persona cambia la propria vita, diventa un persona con due facce: quella pubblica conosciuta dai più che mantiene un legame con il passato della vita della persona, e quella segreta che viene manifestata all'interno della comunità Asetian. Nella comunità ci si rapporta solo con l'immagine segreta. Per meglio intenderci se voi ora contattate qualsiasi comunità Asetian, anche quella presente in Italia e chiedete di Horus Sat (Io) per quanto il mio nome o alias pubblico sia legato alle tradizioni dell'antico Egitto, loro vi chiederanno: scusa Horus chi?” Questo non perchè loro non mi conoscano e non faccia parte della loro comunità, a perchè è una loro regola ferrea che tutti i nomi usati pubblicamente non possono essere usati nella loro comunità e il nome con cui si viene battezzati nel nuovo spirito e nel nome della Dea Asetviene rigorosamente mantenuto segreto all'interno della comunità e mai divulgato esternamente. Non solo ma a nessuno è acconsentito ammettere che una determinata persona fa parte della comunità Asetian, e questo favorisce ancora maggiormente il loro segreto. Il fatto che io sia qui a dirvi che faccio parte della loro comunità per loro non cambia nulla e non viola in alcun modo il loro segreto in quanto, in caso di necessità, possono affermare tranquillamente di non conoscermi. In effetti sarebbe la loro parola contro la mia che non scalfisce minimamente la loro segretezza. Se dovesse capitare che disgraziatamente il nome segreto in cui si è conosciuti nella comunità dovesse diventare pubblico o conosciuto si procede al battesimo con un nuovo nome segreto. Il nome segreto che non viene scelto dall'individuo ma dto dalla comunità stessa, rappresenta in genere il cammino della vita personale della persona sotto la luce del culto Egiziano della Dea Iside (Aset) Tutto riguardo la vita di quella determinata persona viene visto sotto gli occhi di questo culto e delle più antiche tradizioni Egiziane. Non solo ma il nome segreto è anche quello utilizzato spiritualmente dall'individuo nel rapportarsi con la divinità (Iside) e i Guardiani ( Dei o Demoni secondo come si vuole interpretare) Con loro sono sempre stato sin dal primo approccio molto trasparente: sotto l'aspetto spirituale ho sempre affermato di essere un Enkista spirituale ma di aver fatto e compiuto diverse ricerche su altri culti sia politeisti che monoteisti, con particolare attenzione ai culti pagani e con molto interesse anche alla tradizione egiziana. Sono sincero nell'affermare che quello che mi ha avvicinato a loro non è l'aderire ad un altro gruppo o comunità RV in quanto mi trovo molto bene e

considero come la mia famiglia la comunità RV Italiana, ma il fatto di aver trovato un

gruppo e comunità che si riallaccia alle vere tradizioni dell'antico Egitto, quindi più per motivi spirituali, di storia ed interessi archeologici che per i motivi legati al vampirismo.

Sono sincero nell'affermare che anch'io inizialmente ero molto scettico e distante: la mia

razionalità istintiva mi porta a diffidare inizialmente di tante cose e di chi mi trovo davanti, soprattutto in un epoca come quella di oggi in cui gruppi di presunti vampiri autoproclamati spuntano dall'oggi al domani senza nemmeno sapere effettivamente cosa vuol dire

vampirismo nelle sue varie forme. Ma sono altresì sincero che una volta abbattuto i muri

della diffidenza da parte di entrambe le parti mi si è aperto un modo che dir fantastico ed incredibile è poco. E ancora non sto parlando riguardo gli RV ma riguardo tradizioni, conoscenze, storia legata all'Egittologia. Chiamare gli Asetiani come una società segreta è praticamente un insulto sono molto che più segreti. Confronto a loro le logge Massoniche sono ridicoli gruppuscoli che giocano a fare i segreti. Comunque mettendo da parte tutto quello che ho trovato riguardo gli antichi culti Egiziani, mettendo da parte una certa mia soddisfazione per il semplice motivo che certe mie teorie legate agli Egiziani e alla storia di Enki ( il Dio dell'Enkismo spirituale) hanno trovato una risposta e testimonianza dimostrando così che non sono uno stupidoe pur non avendo conosciuto tutto ciò certe mie intuizioni e teorie erano ampiamente fondate sul vero. Comunque mettendo da parte tutto questo e tornando a parlare di Vampirismo solo po recentemente gli Asetiani hanno iniziato a creare un'identità pubblica, con la pubblicazione su scala mondiale della loro Bibbia, che venne pubblicata per la prima volta nel 2007, non molto tempo dopo la nascita del sito web Aset Ka, dove molte persone curiose sono andate a curiosare visto l'alone di mistero che si annida dietro a questa

comunità e la loro dichiarazione di segretezza, non c'è quindi da meravigliarsi che l' ordine

Aset sia così intrigante.

un

loro dichiarazione di segretezza, non c'è quindi da meravigliarsi che l' ordine Aset sia così intrigante.

Alcune Terminologie Per prima cosa, andiamo a vedere su altre definizioni di scomposizione:

House:

Qualsiasi gruppo di individui sotto una particolare credenza. Questo potrebbe significare

una struttura letterale (esempio: le chiese sono spesso indicati come la "Casa di Dio"), o

potrebbe essere l'idea astratta di un gruppo collettivo (esempio: "Casa Aset"). Aset:

Come ho già specificato nei miei precedenti articoli Aset sta per "Il nome egiziano per la Dea Iside, che è un nome greco della dea egizia della magia e del potere, e che significa anche letteralmente" Trono "in egiziano antico, essendo il motivo per cui Iside è molte volte dipinta o scolpita con un simbolo del trono sulla sua testa . Lei è a volte considerata la dea dai molti nomi, il volto dietro a molte divinità, e la Dea di tutti gli dei ", una dei nomi che fa parte di più pantheon come quello Wiccan, Pagano, Enkista, Induista, persino Cattolico se si prende in considerazione che la Dea Iside si ritiene che in realtà, nel culto cristiano, sia la Madonna. (Vedete la storia della statua della Vergine o Madonna nera con il Bambino del santuario di Loreto) Kemeticism:

Qualcosa che è "Kemetic" tipicamente è in riferimento ad avere, almeno in parte, credenze derivate da quella di una spiritualità egiziana. Hermetic:

Gruppo segreto, ermetico, riservato ai pochi. Consiste in un gruppo di assoluta segretezza dove al confronto poche notizie vengono fatte trapelare e diffuse. Ordine:

Simile a una "Casa", sta anche ad significare un culto religioso o filosofico – spirituale. Ka:

La forza della vita nella teologia egizia, di solito in qualche riferimento con l'Energia dell'Anima. Quindi, qui abbiamo la Casa di Aset, o più specificamente, l'ordine in base al largo della teologia egizia che ruota attorno alla divinità Aset, avendo un bel po 'a che fare con l'Energia Vitale.

Da quanto tempo sono effettivamente in giro?

La loro tradizione si riallaccia ad una trascendenza di gruppi spirituali. Mi spiego meglio. Si sostiene che il culto ebbe origine dalla Dea Aset stessa, sopravvissuto dai domini di altri culti, tradizioni e religioni grazie proprio al suo mantenersi segreto. Di gruppo in gruppo gli Asetiani si sono tramandati per iscritto ed orale tutte le tradizioni e gli antichi saperi che vengono custoditi gelosamente e segretamente come antichi tesori all'interno del loro

ordine. Il fatto di giocare su due facce, quella pubblica e quella segreta ha permesso al loro ordine di sopravvivere sino ad oggi. Quello che è noto è appunto

perchè loro stessi lo hanno reso noto,

come la loro bibbia (Asetian Bibbia), il loro testo sacro che è stato pubblicato nel 2007 nella versione attuale. Ma la bibbia non è tutto il loro antico sapere. Questa bibbia è formata da nozioni generali, ovvero adatte per un primo approccio con questa realtà. Ma le cose molto più importanti riguardo il loro antico sapere e culto vengono custodite segretaente tra le mura segrete del loro ordine, i testi sono mantenuti segreti, e solo chi

fa realmente parte della loro comunità,

meritevole della loro fiducia, viene

autorizzato alla lettura.

quella energia prana che il Real Vampire ha bisogno per stare bene in salute.

A differenza di altri gruppi di RV che tendono a darsi una immagine perbenistaagli occhi di terzi affermando che gli RV sono tutti brave persone”, gli Asetians e l'ordine di Aset affermano che loro sono in primis dei predatori di energia, che esiste una scala gerarchica dove in cima alla catena ci sono gli antichi Dei ( o

dove in cima alla catena ci sono gli antichi Dei ( o entità di altri mondi,

entità di altri mondi, demoni ecc

loro ci sono gli Asetians e altre forme

Otherkins predatorie, sotto di loro le persone umane e via scendendo con gli

animali, insetti , vegetali ecc

per questo motivo gli Asetians compiono

reati e crimini a danno delle persone

Tuttavia non

) sotto di

comuni, al contrario la loro segretezza impone a loro dei comportamenti rigidi e

Il Loro punto di vista sul vampirismo reale

I seguaci di Casa Aset, noto come

"Asetians," seguono la fede dell'Ordine che specifica che queste persone sono vampiri la cui anima è spirituale immortale, a seguito della loro fede nelle loro vite passatePraticamente

gli Asetiani sostengono che il vampiro è

immortalenon nel corpo fisico ma nello spirito e nell'anima che si reincarna più volte ( noto anche concetto buddista e in

tanti culti pagani) raggiungendo uno stato

di purezza e di evoluzione. Il Corpo per

l'Asetian è un involucro di materia in cui il

vero vampiro è la forma spirituale, sarebbe questa a necessitare di tutta

normative ancora più ferree rispetto alle comunità Rv comuni, proprio per non mettere in risalto o peggio in cattiva luce la loro realtà.

sul

donazioni.

controllo

dello

stato

di

salute

nelle

sul donazioni. controllo dello stato di salute nelle L'Ordine Kemetic di Aset Ka è una società

L'Ordine Kemetic di Aset Ka è una società spirituale basato su un ordine metafisico di misteri che è stata fondato nel Kemet da Sua Altezza Aset, in un momento in cui gli antichi conoscono come il Settembre Tepy”. La parola Kemet significa Terra Nera in Antico Egitto, facendo riferimento alle terre dell Asetian dell'Impero sulle rive del Nilo, mentre settembre Tepy significa prima volta”, una terminologia Kemetic per l'epoca d'oro degli Dei, un antico arco di tempo primordiale che precede Egitto dinastico.

La loro definizione di un vampiro

Nell'affermare che una persona umana

non nuocerà mai al proprio animale domestico che lo ricambia con affetto e sentimento, allo stesso modo gli Asetian affermano che non nuoceranno mai agli umani che vengono considerati come parte della scala

animale” ( scientificamente gli Asetians

riconoscono l'uomo come animale intelligente” ) con cui si possono instaurare rapporti di affetto e

sentimento. L'istinto predatorio degli Asetians porta a riconoscere nella

persona comune l'alimento necessario,

ovvero l'energia prana, per cui si predaper nutrirsi e stare in salute e mai per far del male e far soffrire. Questo è il concetto in cui l'uomo primitivo originariamente cacciava la preda per mangiare e sopravvivere e mai – come viene fatto oggi giorno – per semplice sport o gusto macabro di uccidere. Sotto questo aspetto l'uomo – animale è molto più cruento e spietato delle stesse leggi della natura a cui tutto il mondo animale, prede e predatori compresi gli Asetians sottostanno. La comunità Asetian è composta sia da Real Vampires che da Donatori. Il rapporto tra Vampiri e donatori è altresì basato sulle regole della civile convivenza e assistenza , sul rispetto di entrambe le parti, sulla non sofferenza e auto-assistenza(gruppi di auto- aiuto),

non sofferenza e auto - assistenza(gruppi di auto - aiuto), Affinché un individuo possa diventare un

Affinché un

individuo possa diventare un membro di Casa Aset, deve prima diventare Asetian.

Questo risultato è

ottenuto dal "Turning", dove

l'individuo diventa un vampiro spirituale

attraverso una

sorta di "rituale", conosciuto come il Bacio Oscuro , i cui dettagli sono assolutamente riservati. Dopo questo "rituale", in genere l'individuo subisce poi quello che viene chiamato il Risveglio, in cui l'individuo è presumibilmente e spiritualmente rinato in un Real Vampire, che essi definiscono come:

(Testuali parole)

"Il termine vampiro è stato creato dai mortali per descrivere un'antica razza che essi non riuscivano a comprendere. Per secoli, lungo il passato, gli esseri umani hanno definito con la

parola Asetianssemplicemente come i vampiri, i predatori dell'umanità

natura del Real Vampire si nasconde molto più in profondità di quello che la parola stessa può

esprimere. Gli Asetians sono esseri immortali a livello spirituale, proprietari di un forte fascino

misterioso, potenti abilità metafisiche, e un intelletto impressionante. Sono esseri di una spiritualità silenziosa, un nobile senso di lealtà e di una comprensione fondamentale dei fondamenti dell'universo, "

Tuttavia la vera

Le Arti Psioniche

I Asetians credono nella Psionica, che loro chiamano come " Magia vibrazionale” (magic vibrational). Alcune di queste pratiche includono: messa a terra, rilevamento, pulizia, Guarigione, Proteggersi, Proiezione, attacchi psichici, Bando, rilegatura, costrutti, Viaggio Astrale, Vite precedenti, regressioni. Credono anche che i vampiri non sono gli unici che sono in grado di manipolare lo scarico di energia; che pure gli esseri umani possono farlo. Gli Asetians affermano inoltre che i vampiri sono ", entrambi, un potente psichico (Pranico) e un potenziale bevitore di sangue, essendo in grado di drenare energia vitale mediante diversi modi di estrazione, come il contatto fisico, il sangue degli esseri umani, l'interazione sessuale o semplicemente abilità metafisiche invisibili, tra i

tanti altri ", e che ciò che tutti i vampiri veri hanno veramente bisogno, " è il Ka , l'essenza della

vita, sia rilasciato da un orgasmo sessuale intenso, dal sangue che cola fuori dalla vena di un donatore o semplicemente con il tocco della carne ".

un donatore o semplicemente con il tocco della carne ". Sommario: Aset Ka con parole proprie

Sommario: Aset Ka con parole proprie

Per riassumere tutto questo, ecco la loro sintesi auto-descrittiva:

"L'Ordine di Aset Ka è una società segreta elitaria. L'essenza e la conoscenza dietro l'Aset Ka non si trovano in edifici, oggetti o libri comuni. I suoi misteri vengono svelati solo ai degni e le

sue porte aperte solo per coloro che sono fedeli

l'Ordine non potrà mai

esistere ". E vi assicuro che è proprio così

e veri. Per tutti gli altri

vi assicuro che è proprio così e veri. Per tutti gli altri te”, ma i licantropi

te”, ma i licantropi per lui erano “un altro fatto; per- ché i Lupi minarii ci sono davvero” e lui stesso ne poteva indicare uno. Un segretario comunale rife- riva che nessuno più par- lava delle driadi e pochi credevano a streghe e fa- te, ma anch’egli garantiva che “l’esistenza, invece, dei lupi-minarii è vera e reale” e che lui stesso ne conosceva uno. Diventa

licantropo chi è nato la

notte di Natale (Basilicata, Cassano Murge).La trasformazione in lupo avviene di

notte (Castelli Romani) ed è legata alle fasi luna-

ri (Catania) e in particolare alla luna piena

(Sicilia).Secondo la versione raccolta nella colo-

nia alba-

nese della

Calabria, per tra- sformarsi, dopo es- sersi chiu- so a chia- ve in una

s t

“ v e r s a dell’acqua nella pol- vere, si ro- tola in essa”.Il pelo cresce in un momento

(Castelli Romani, Catania) e le unghie diventano artigli (Catania).I lupi mannari sgozzano pecore

e capre senza divorarle, solo perché amano il

sangue caldo (Calabria).Come salvarsi da un lu-

NON SOLO VAMPIRI:

I LUPI MANNARI nel folclore dell'Italia del Sud

LUPO MANNARO dal latino parlato lupus hominarius (nel latino classico era versipellis, il “cambia-pelle”)LICANTROPO – dal greco lykánthropos, formato da lýkos (lupo) e ánthro- pos (uomo) Il licantropo (uomo affetto dalla pa-

tologia della licantropia detto anche HLW ovve-

ro Human Living Werewolf) è un uomo che si trasforma caratterialmente in determinate circo- stanze in un lupo.Massimo Izzi (Il dizionario il- lustrato dei mostri, Roma : Gremese, 1989, pp.215-216) ha così classificato le trasformazio- ni (in lupi o altri animali):a) indotta, ovvero ope- rata da un mago o stregone su qualcuno- a1) che

lo ha richiesto- a2) che è vittima inconsapevole

dell’attob) volontaria (compiendo determinati gesti o servendosi di determinati oggetti)c) spon- tanea, ovvero generata da cause naturale (p.e. la luna piena) Il primo volume della “Rivista delle tradizioni popolari italiane” (1893-1894) contie- ne diversi racconti sui lupi mannari nell’Italia del Sud.Queste sono i luoghi in cui sono stati

raccolti e i nomi dati al lupo mannaro:

Castelli Romani:

lupo menaroSici- lia: lupunaruCata- nia: lupinaru (o l u p u m i n a r u ) Cassano Murge (Bari): lupomi- neBasilicata: lu- pumanareColonia albanese della Ca-

lupomi- neBasilicata: lu- pumanareColonia albanese della Ca- a l l a , po mannaro? Salendo sulle

a l

l a ,

lu- pumanareColonia albanese della Ca- a l l a , po mannaro? Salendo sulle scale. In

po

mannaro? Salendo sulle scale. In Sicilia si di-

ce

che il lupo mannaro non riesce a salire neppu-

re

un gradino. A Catania, però, più prudenti, ri-

tengono che possa salire per tre gradini. Ma non

di più.Si può guarire un lupo mannaro? Ai Ca-

stelli Romani e in Sicilia dicono di sì, a patto che si abbia il coraggio di avvicinarsi e ferirlo

con un coltellino facendogli perdere un po’ di

sangue (tre gocce, si dice, per essere precisi, ai Castelli Romani). Ai Castelli Romani si raccon-

labria:

lupo-

minario

Un uomo della colonia albanese

della Calabria non

aveva dubbi nel

definire le driadi “superstizioni del

popolino ignoran-

ta, però, che il lupo mannaro guarito prenderebbe in odio chi lo ha “salvato” e cercherebbe addirittura di ucciderlo. Non sono d’accordo in Sicilia: secondo loro, anzi, il lupo mannaro guarito diventerebbe un gran- de amico del suo salvatore.

FONTI:

diventerebbe un gran- de amico del suo salvatore. FONTI: Castelli Romani: ROMA LISTER, Leggende classiche e

Castelli Romani: ROMA LISTER, Leggende classiche e superstizioni dei Castelli Romani, in “Rivista delle tradizioni popolari italiane”, I (1893-1894), pp.29-37 vedi p.36.Sicilia: S. RACCUGLIA, Medicina popolare siciliana, in “Rivista delle tradizioni popolari italiane”, I (1893-1894), pp.727-728 vedi p.728.Catania:

I. A. TROMBATORE, I lupi mannari, in “Rivista delle tradizioni popolari italiane”, I (1893-1894), pp.282-283.Cassano Murge (Bari): FULVIA PEROTTI DE’ MIANI, Cre- denze e superstizioni di Cassano Murge (Bari), in “Rivista delle tradizioni popolari italiane”, I (1893-1894), pp.380-382 vedi p.381.Basilicata: M. PASQUARELLI, Noterelle folk- loriche per la Basilicata, in “Rivista delle tradizioni popolari italiane”, I (1893-1894), pp.635-641 vedi p.635.Colonia albanese della Calabria: A. ARGONDIZZA, Driadi,

lupi-minarii, streghe, fate, in “Rivista delle tradizioni popolari italiane”, I (1893-1894),

pp.695-700, 776-785 vedi pp.696-700, 784-785.

PER FARE UN CONFRONTO: I LUPI MANNARI IN FRANCIA

tratto da Giorgio Castiglioni, Animali misteriosi della Francia, pubblica- to sul sito europacz.com, 2005.

della Francia, pubblica- to sul sito europacz.com, 2005. Il folclore francese è ricco di sto- rie

Il folclore francese è ricco di sto- rie di lupi mannari. In alcune di queste (e non solo in quelle fran- cesi), i loups garoux vengono scoperti perché tornati al loro aspetto umano mostrano le ferite o le menomazioni ricevute men- tre erano mutati in lupi. Una frec-

cia che si era conficcata nella co-

scia di un lupo, per esempio, ve- niva ritrovata nella coscia di un uomo dolorante nel suo letto.In una storia dell’Alvernia del

XVIII secolo “basata sul raccon-

to vero di un processo che si

svolse nel 1603”, un uomo recise

la zampa ad una lupa che riuscì a fuggire. Quando volle mostrare il suo

trofeo di caccia, dalla bisaccia saltò fuori una mano di donna con anelli che l’uomo riconobbe erano quelli della moglie. La donna, che cercò

inutilmente di nascondere la mutilazione, fu condannata e bruciata sulla piazza del vil- laggio.Nel Périgord

inutilmente di nascondere la mutilazione, fu condannata e bruciata sulla piazza del vil- laggio.Nel Périgord si raccontava che il lupo mannaro (là chiamato louléerou), alla prima effusione di sangue, perdeva il suo aspetto animale tornando a quello umano. Anche quando non veniva così colto in flagrante, il licantropo poteva essere riconosciuto dalle mani, grosse, con le dita corte e qualche pe- lo anche sul palmo.(Baring-Gould 1865, ; S.1927; Barloy 1987, pp.166-167; Coppin 2003, pp.36-45; Fajardo 2004, p.208)

FONTI:

SABINE BARING-GOULD, The Book of Werewolves, London : Senate, 1995 (1a ed.: London : Smith, Elder & Co., 1865), pp.66, 69-78, 80-99, 105-107.G. S., I venditori di fumo, in “La Domenica del Corrie- re”, n.3, 16 gennaio 1927, p.7.JEAN-JACQUES BARLOY, Gli animali misteriosi : invenzione o realtà?, Roma : Lucarini, 1987, pp.166-167.BRIGITTE COPPIN, Storie di lupi, Milano : Fabbri, 2003, pp.36- 45.JOSE’ MANUEL FAJARDO, Vite esagerate, Parma : Guanda, 2004, p.208.

Notizie dagli Real Vampires italiani:

NEWS DALL’ASSOCIAZIONE LIRV

dagli Real Vampires italiani: NEWS DALL’ASSOCIAZIONE LIRV L'ASSOCIAZIONE LEGA ITALIANA REAL VAMPIRES – UN PO DI

L'ASSOCIAZIONE LEGA ITALIANA REAL VAMPIRES UN PO DI STORIA

La Lega Italiana Real Vampires nasce nel 2011, fondata da Horus Sat, dopo altri tentativi di associazionismo dei “Real Vampires”, come gruppo su facebook con lo scopo di aiutare le persone RV, HLV e HLW durante il loro processo di autocoscienza personale. Per la costitu- zione ufficiale dell'Associazione dovremo aspettare il 2 dicembre 2012 quanto 5 persone di cui 4 Real Vampires e 1 amico simpatizzante decidono di rimboccarsi le maniche e fare qual- cosa di concreto a favore degli RV, HLV, HLW. A dire il vero, per onor di storia, l'anno pri- ma, precisamente il 27 maggio 2011 un altra Associazione era nata: si chiamava Associazione HLV Italiani, sempre fondata da Horus Sat assieme ad altri Rv Italiani. Purtroppo però il pro- getto naufragò a causa dei tempi ancora poco maturi per gli stessi RV di uscire allo scoperto. Ma è chiaro che un “ seme” era stato deposto. Passa infatti un anno e rinasce una nuova Asso-

ciazione che prende il nome di Lega Italiana Real Vampires (LIRV o ALIRV) Il titolo di

“Lega”, lungi dall'appartenere al partito della Padania, è legato all'idea di costituire un'Asso- ciazione che in realtà fosse una FEDERAZIONE di tante piccole comunità di RV, HLV, HLW sparse per lo stivale italiano. Il progetto della Lirv federazione vede subito l’adesione di una delle comunità forse più numerose tra le regioni italiane: quella della Romagna costituta nel Clan “ La Tana di Darlk fondata a Cesena nel 2011. A tutto oggi la Tana di Darkl è la co- munità più numerosa ed attiva in Italia. Pertanto la legalizzazione ufficiale dell'Associazione

avviene nel Gennaio 2013, dopo alcune correzioni di una prima bozza dello statuto nazionale.

Il 9 gennaio 2013 l'Agenzia delle Entrate di Cesena registrava ufficialmente lo statuto nazio-

nale al numero 118 mod. 3. L'Associazione viene fondata da 4 persone fondatrici e l'atto co- stitutivo e lo statuto nazionale vengono registrati e depositati all'Agenzia delle Entrate di Ce- sena a firma di Horus Sat ed altri Rv Italiani. Nel mese di Settembre 2013, dopo poco più di

un anno di attività e di rodaggio l’Associazione rinnova il Consiglio Direttivo che vede la riconferma come presidente nazionale di Horus Sat ma l’ingresso nel Consiglio di tante nuo- vi Rv Italiani. Dopo il primo anno di “assestamento” l’Associazione passa subito orga- nizzare eventi ed iniziative culturali tra cui feste, serate a tema e seminari informativi.

I nostri scopi e le nostre attività

Dallo statuto nazionale dell'Associazione Lega Italiana Real Vampires veniamo a sapere gli scopi prefissi dall'organizzazione: in primo luogo aiutare gli RV/ HLV/HLW attraverso l'autoscienza nel prendere atto del proprio status; poi segue la tutela dei diritti delle persone RV / HLV / HLW , la salute e la preven- zione alle malattie diffuse via sangue o via rap- porti sessuali non protetti dando una informazione chiara, onesta e soprattutto riconosciuta dalla medicina ufficiale. Non meno importante è la realizzazione di una vera e propria comunità di RV /HLV / HLW e do- natori che l'Associazione sta mettendo in atto attraver- so l'informazione ma anche la costituzione di una rete

so l'informazione ma anche la costituzione di una rete di piccoli nuclei locali ( detti sezioni,
so l'informazione ma anche la costituzione di una rete di piccoli nuclei locali ( detti sezioni,

di piccoli nuclei locali ( detti sezioni,

) che gli RV e i

loro amici possono considerare come una “ casa”. Sempre sul piano medico l'Associazione lascia aperta ogni porta

per una possibile collaborazione con medici, istituti medici, ospedali e ricer- catori. Questo per aiutare a far com- prendere questa nostra realtà oggi gior- no ormai divenuta in qualche modo visibile. Infine non meno importante resta anche lo studio e la ricerca sulle nostre origini che l'Associazione cerca

di approfondire attraverso, non solo la

clan, coven, circoli ecc

ricerca ma anche la viva collaborazio- ne con associazioni RV nel mondo con cui scambiare informazioni, scambi culturali sul tipo di “Erasmus” (Noi ospitiamo loro nella nostra comunità per lo scambio e loro ospitano noi nella loro comunità) In questa attività c'è anche lo studio, la ricerca e la valorizzazione di tradizioni, culture, folclore, miti e leggende. Praticamente l'Associazione spazia in tutti questi argomenti per poter dare

una corretta informazione a chiunque si rivolge noi chiedendo aiuto o anche per una semplice ricer- ca. L'Associazione Lega Italiana Real Vampires è comunque una grande famiglia di persone che mettono al centro il loro benessere, la loro reale natura, il loro confronto culturale, evidenziandosi per la loro particolarità dalle persone comuni senza però esaltazione, protagonismo o manie di pote- re.

Come rintracciarci

L'Associazione hai i seguenti indirizzi dove ci potete rintracciare

Pagina pubblica su facebook :

https://www.facebook.com/comunitalegaitalianarealvampires

https://www.facebook.com/associazionelegaitalianarealvampires

Sito web: http://legaitalianarv.wix.com/lega-real-vampires Forum: http://lirv.blogfree.net G o o g l e : h t t
Sito web:
http://legaitalianarv.wix.com/lega-real-vampires
Forum:
http://lirv.blogfree.net
G o o g l e :
h t t p s : / / p l u s . g o o g l e . c o m / u / 0 /
communities/111055630306788573994
Pagina Twitter https://twitter.com/LegaRealVampire
Indirizzo email: lega.italiana.real.vampires@gmail.com
Indirizzo email del presidente: horus.sat66@gmail.com
Telefono
del
presidente:
+39
347
7783236
(Italy
Vodafone)

PER ISCRIVERSI ALL'ASSOCIAZIONE LEGA ITALIANA REAL VAMPIRES

Per iscriversi alla nostra Associazione LEGA ITALIANA REAL VAMPIRES è necessario:

a) aver compiuto i 18 anni;

b)) comunicarci sei si è RV o altro, donatori o semplicemente simpatizzanti;

C) in quale città e regione si risiede

Per iscriversi all'associazione scarica la domanda di adesione /iscrizione da http://www.mediafire.com/download/

gpb54z0o78amvm8/

DOMANDA+DI+ADESIONE+UFFICIALE+ALL%

27ASSOCIAZIONE.doc

stampala e poi compilala firmandola di tuo pugno. Spedisci la domanda COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI E FIRMATA a questo indirizzo: AS- SOCIAZIONE LIRV SIA SACCHI 21, 47521 CE- SENA (FC), oppure dopo averla compilata a ma- no digitalizzala con uno scanner e inviala via

email a: lega.italiana.real.vampires@gmail.com

e inviala via email a: lega.italiana.real.vampires@gmail.com La quota associativa di iscrizione annuale da pa- gare per

La quota associativa di iscrizione annuale da pa- gare per l'anno in corso è di 10 Euro (dieci) + il costo della spedizione della busta contenente la tessera di ade- sione all'Associazione. (1,50 Euro il costo della prioritaria oppure 4 Euro il costo della raccomandata normale, oppure 6 Euro il costo della Raccomandata 1 che si riceve il giorno dopo la spedizione) Il versamento complessi- vo ( adesione + costo spedizione della tessera) va effettuato facendo il versamento sulla carta poste pay n. 4023 6006 6025 8551

Conserva la ricevuta del versamento valida per i fini legali del pagamento. Almeno fino a quando ti arriverà la tessera, la ricevuta del versamento ti permetterà comunque di far parte e partecipare alle iniziative della nostra Associazione come se tu avessi già la tessera. Comunicaci l'avvenuto versamento attraverso i seguenti canali:

-email: lega.italiana.real.vampires@gmail.com -facebook: www.facebook.com/HorusSat

-in MP(Messaggio privato) su http://lirv.blogfree.net/ oppure http://alirv.blogfree.net/

NOTA IMPORTANTE:

Entro 30 giorni dal versamento della quota associativa ti sarà spedita la tessera di adesione /iscrizione all'Associazione presso l'indirizzo da te evidenziato e rilasciato nella tua domanda di adesione/iscrizione.

SPEDIZIONI DELLA TESSERA , COMUNICAZIONI, AVVISI ECC DA PARTE DELL'ASSOCIAZIONE.

COSA FARE QUANDO NON SI PUO' RICEVERE POSTA PRESSO IL PROPRIO DOMICILIO

Molti mi hanno posto il problema che vorrebbero iscriversi all'Associazione LIRV ma hanno paura a farlo

per via della spedizione della tessera presso il proprio domicilio; essi hanno infatti paura che i genitori,

possano aprire la busta e trovare la tessera e quindi compromettersi e problemi a non

finire. Ammesso che aprire la posta di altri è un reato punibile per legge anche se si tratta di genitori troppo cu- riosi, figli, amici, conviventi o altro, il problema è risolvibile attraverso due possibili soluzioni. Quindi non dovete rinunciare ad iscrivervi all'Associazione LIRV se volete farlo ma adottare uno dei prov- vedimenti legali tra quelli disponibili a tutelare la vostra privacy personale. Veniamo ora cosa si può fare

parenti, figli ecc

per ricevere la tessera senza che questa vi venga spedita a casa, quali sono le opportunità legali che ab-

biamo davanti per scelta.

SCELTA:

RICHIEDERE CHE LA TESSERA E ALTRA DOCUMENTAZIONE VI SIA INVIATA AL VOSTRO FERMO POSTA

1:

Il FERMOPOSTA è una soluzione valida, a mio parere la più valida, per tanti motivi a tutelare la vostra

privacy. Il fermoposta molto spesso viene utilizzato quando non si vuole ricevere in alcun modo la corri- spondenza a casa perchè potrebbe essere compromettente. Ad esempio il fermoposta viene molto utiliz- zato per ricevere risposte ad un proprio annuncio fatto su un giornale ( annunci di incontri gay, etero ecc )

che per qualche motivo potesse essere compromettente se viene letto dai propri famigliari.

IN COSA CONSISTE IL FERMOPOSTA?

In cosa consiste il Fermoposta? Semplicissimo. Si richiede che la corrispondenza ( nel nostro caso la cor- rispondenza della LIRV, la busta con la Tessera) sia spedita al vostro fermoposta, vale dire al vostro nu- mero di carta identità presso qualsiasi ufficio postale della vostra città. Per farvi un esempio: se io voglio ricevere posta al mio fermoposta chiedo che la busta sia indirizzata a:

CARTA IDENTITA' N. AU 4233068 , FERMOSPOSTA 47521 (CODICE POSTALE) CESENA 5 ( NUME- RO DI UFFICIO POSTALE DELLA CITTA). Sulla busta non sarà scritto in alcun modo il vostro nome co-

gnome ma solo il numero della vostra Carta d'identità

Il fermoposta dunque è il numero di carta d'identità tua, + la scritta fermoposta seguito dal codice postale

della tua città o zona di residenza + il nome della tua città + eventuale numero dello sportello delle poste italiane qualora nella tua città ce ne sia più di uno.

COME FUNZIONA IL FERMOPOSTA?

Una volta che ci hai comunicato che la corrispondenza della nostra Associazione la vuoi ricevere al tuo fermoposta, l'associazione invierà al fermoposta da te indicato la tua corrispondenza ( tessere, avvisi, invi-

ti,

Semplice vai presso l'ufficio postale ( quello che hai segnalato e scelto come tuo fermoposta) e chiedi se arrivata posta per te al tuo documento di carta d'identità. L'Addetto guarda il tuo numero di carta d'identità

e va a controllare se c'è posta per te. Nel caso risulti posta indirizzata al tuo numero di carta d'identità il commesso E' OBBLIGATO A CONSEGNARTELA.

documenti ecc

)

Come fare per ritirare la tua posta al tuo fermoposta?

IL

COSTO DEL FERMOPOSTA?

Il

fermoposta è un servizio offerto dalle POSTE ITALIANE è ha un costo minimo per la trattenuta di ogni

corrispondenza inviata al tuo fermoposta. Si parla di 3 Euro a busta per la consegna. Il mittente paga quin-

di 3 euro di costo fisso + il costo della normale affrancatura ( prioritaria o raccomandata) Ovviamente il

costo della spedizione ( 3 euro + il costo della prioritaria o raccomandata) è a carico del richiedente o di chi si iscrive all'Associazione, ovvero chi richiede alla nostra Associazione che gli venga recapitata la tes- sera al fermoposta. Il costo del fermoposta (3 Euro)+ l'affrancatura (1,50 Euro la prioritaria oppure 4-6

Euro la raccomandata) vanno versati anticipatamente assieme al costo dell'adesione o iscrizione annuale alla

nostra Associazione (10 Euro) sul nostro numero di carta poste pay: 4023 6005 6304 1989 Il versamento sulla nostra posta pay va sempre fatto presso qualsiasi ufficio postale e la ricevuta che vi rilasciano per i fini legale va sempre conservata come prova dell'effettuato versamento e adesione, almeno fino a quando non vi arriverà

la tessera al vostro fermoposta.

FERMOPOSTA: IL MASSIMO DELLA TUTELA DELLA PRIVACY

il fermoposta è e rimane la consegna della posta più tutelata in fatto di privacy: i vostri genitori e parenti non possono accedere alla consegna ( appunto perchè indirizzata al numero del vostro documento di identità), né si può delegare nessuno alla consegna, dovete quindi ritirarla voi presentando il vostro documento di carta d'iden-

tità. C'è da ricordare che la vostra corrispondenza rimane in giacenza presso l'ufficio postale solo 7 giorni dopo

di

che viene respinto al mittente. Nel caso che sulla busta non vi sia riportato il mittente la busta viene distrutta.

E

PER CHI SPEDISCE AL FERMOPOSTA?

Per chi spedisce al Fermoposta di una persona ( nel nostro caso la nostra Associazione) il costo rimane identi- co di una qualsiasi spedizione a qualsiasi domicilio ( Ovvero il costo della posta prioritaria, oppure della racco- mandata) + il costo fisso di fermoposta di 3 Euro per ogni invio.

Per informazioni specifiche andate a questo link:www.poste.it/postali/personalizzata/fermoposta.shtml

SCELTA 2 APRIRE UNA VOSTRA CASELLA POSTALE

La casella postale sostituisce la consegna della vostra corrispondenza presso il vostro domicilio, ovvero tutta la

vostra posta personale sarà consegnata alla vostra Casella Postale anziché a casa vostra. Ovviamente tutto

questo ha un costo ( anche eccessivo) e per questo motivo vi rimando direttamente al sito delle poste italiane a questo link http://www.poste.it/postali/personalizzata/caselle.shtml

CONCLUSIONE:

Sicuramente, visto l'estrema facilità e semplicità è consigliabile che voi utilizziate la scelta del fermoposta. E' economica, semplice da usare e sicurissima in fatto di privacy.

semplice da usare e sicurissima in fatto di privacy. La storia del Clan "la Tana di

La storia del Clan "la Tana di Darlk"

FONDATORI DELLA TANA NEL 2011:

Horus Sat, Sceriff (Master) Membri del Consiglio Direttivo: Willigan, Pa- trick, Ray

IL CLAN NEL 2012:

Horus Sat, Sceriff (Master) Membri del Consiglio Direttivo: Erik, Grace, Ray

IL CLAN NEL 2013

Horus Sat, Sceriff (Master) Membri del Consiglio Direttivo: Tony, Elena, Erik, Grace, Andrea

IL CLAN NEL 2014

Horus Sat, Sceriff (Master) Membri del Consiglio Direttivo: Horus, Tony, Elena, Natalia, Morgana, Erik, Grace, Andrea, Billy, Dario

LO SAPEVI CHE …… APPUNTAMENTI, EVENTI ED INIZIATIVE:

LO SAPEVI CHE …… APPUNTAMENTI, EVENTI ED INIZIATIVE: Night Of Darkness Vampire Ball THE NIGHT OF

Night Of Darkness

Vampire Ball

THE NIGHT OF DARKNESS - VAMPIRE BALL è un 'organizzazione di serate a te-

ma dedicate al vampirismo (Real Vampires, Vampire Lifestyle, Dark, Goth, Me-

tall ecc

fanno parte altri gruppi e collaboratori esterni, PR, artisti, agenzie di spettaco-

lo, ecc

la comunità vampiro italiana ed anche per investire in progetti ed iniziative

promosse dall'associazione sempre a favore della comunità vampiro.

Il Comitato organizzatore degli eventi è interamente composto da alcuni mem-

bri del Consiglio Direttivo della Lirv e dai componenti del direttivo della Tana di Darlk di Cesena. La responsabile coordinatrice degli eventi è Morgana Desde-

mona.

L'Associazione LIRV organizza questi eventi per assistere e sostenere

)

a cui a capo è l'Associazione Lega Italiana Real Vampires (LIRV) e di cui

THE NIGHT OF DARKNESS sono eventi dedicati ai VAMPIRI e al mondo gravi-

tante attorno al Dark e al gotico. Sono una serie di serate a tema in maschera

e costume prodotte ed organizzate dall'Associazione Lega Italiana Real Vampi-

res (LIRV) come attività ricreativa ed economica volta a sostenere la comunità

vampiro italiana. Le serate a tema sono provviste di discoteca ( ballo) , eventi speciali (Performance artistiche e rituali), premiazioni dei costumi più qualitativi e/o impressionanti. THE NIGHT OF DRKNESS è meglio descritta come una Masquerade Vampi-

re con balli antichi e moderni legati al vampirismo, una sorte di "Corte Vampi- ro", mescolata all'energia di un concerto rock e l'eleganza di un cabaret burle-

sque."

Il prossimo evento di NIGHT OF DARKNESS si svolge a Rimini SABATO 18 OT- TOBRE 2014 presso il Dylan Dog Pub di Miramare di Rimini (Italy). Inizio serata: ore 21

Dj resident: Billy Ramone (Musica Dark, Goth, metal, varia) Performance e spettacolo di Leggendary Lordbyron Cyberpunk Performance e ritual di Horus Sat Altri spettacoli e performance posso essere aggiunti allevento allultimo mo- mento

Servizi aperti durante il corso della serata:

Cartomanzia

Vendita gadget Tesseramento Associazione Lirv

GUEST STAR:

LEGGENDARY LORDBYRON CYBERPUNK

che vi stupirà con il suo straordinario spettaco-

lo e la sua esperienza acquisita da precedenti esperienze. Leggendary LordByron Cyberpunk è un personaggio
lo e la sua esperienza acquisita da precedenti
esperienze. Leggendary LordByron Cyberpunk
è un personaggio con un certo spessore
con
la
passione per le maschere fatte in lattice crea
effetti speciali unici e incredibili nel suo genere
oltre che ha crearsi lui i suoi accessori
rende
pezzi unici e di alta manifattura. Ha preceden-
temente fatto performance per un gruppo e
con piacere e bravura lo riproponiamo al
NIGHT OF DARKNESS per darvi un'aria nuova e
con nuovi "volti" . Vi stupiranno con una esibi-
zione senza precedenti.

DRESS CODE:

COME VESTIRSI AI NOSTRI EVENTI E SERATE

Tutti i principali eventi di NIGHT OF DARKNESS - VAMPIRE NIGHT promossi dall'Associazione Lega Italiana Real Vampires sono eventi a tema, il cui tema è il vampirismo. Per tanto sono eventi che vengono organizzati in abiti e costu- mi appropriati, dove per consuetudine l'abito o costume più bello sarà pre- miato nel corso della serata - evento come "Re o Regina della serata" Questo comporta l'alta spettacolarità dell'evento in per se stesso e un'accurata sele- zione all'ingresso. Non possono infatti partecipare chi non indossa abiti o co-

stumi appropriati alla serata. Si valorizza molto il " fai da te" ovvero il crearsi

il costume o abito con le proprie mani che maggiormente valutato nel corso

della serata per la premiazione.

LIVELLO 3 : ELITE

Esempi: Carnevale veneziano, Aristocratico, Dracula di Bram Stoker, intenso Steampunk, All-Out Cosplay o Eyes Wide Shut, Kitra o Fred Samedi LIVELLO 2: IMPRESSIVE Esempi: uniformi, Steampunk, Storico, Gothic Lolita, Latex, cravatta nera, in pel- le, neo-vittoriano, Furries, Masquerade, Drag, Dandy, Undead Prom, Sacerdoti /

Sacerdotesse.

LIVELLO 1: MINIMAL Esempi: Di base tutti i nero-su-nero(Dark, Metal) , zanne, e Maschere. LIVELLO 0: NON POSSONO ENTRARE E/O PARTECIPARE Esempi: NO (siamo seri) T-Shirts, Blue Jeans, Moglie Beaters, simboli razzisti, Sportswear, Street Wear, scarpe da ginnastica, ecc

razzisti, Sportswear, Street Wear, scarpe da ginnastica, ecc A Cena col Vampiro Vampyre Movie La Rassegna

A Cena col Vampiro

Street Wear, scarpe da ginnastica, ecc A Cena col Vampiro Vampyre Movie La Rassegna cinematografica di

Vampyre Movie

La Rassegna cinematografica di film sui Vampiri che si tiene ogni anno nel mese di Novembre, ogni Mercoledì sera alle ore 20,30 presso la sede del Clan La Tana di Darlk a Cesena When: Presso il Clan La Tana di Darlk, per info + 39 347 7783236 lega.italiana.real.vampires@gmail.com

ULTIMA PAGINA:

I VAMPYRES THERIANS

Questo articolo contiene alcune informazioni di base su therianthropy per chi ne ha bisogno. Fon-

te: www.sanguinarius.org/articles-2/what-is-therianthropy.shtml

Prima di tutto, che cosa significa "therianthrope" ?Per comprendere ciò che therianthropy è, dobbia- mo prima comprendere la definizione del termine "therianthrope" nel suo complesso.

Therianthrope / THi (ə) R EAN Throp '/Una persona che è, si sente, o crede lui / lei di essere, in parte

o in tutto, (non fisicamente) uno o più animali non umani in una parte integrante, a livello personale.

Theriotype / THi (ə) r 'EO TIP /Il tipo di Therian / Otherkin si identifica con; comunemente una spe- cie o gruppo di specie.

Therianthropy è rappresentato da una profonda convinzione integrale o personale che, in qualche mo- do, è un animale non umano. I fattori esterni (essendo peloso, avendo sensi intensificati, abbaiare, ululare, ecc) sono irrilevanti se sei un Therian o meno.Therianthropy è un auto-identificazione. Ciò significa che nessuno può dire in realtà se sei un therianthrope o meno. Gli altri possono contribuire a guidarti, puntare a risorse, dare suggerimenti e fornire informazioni, ma alla fine, solo tu sai se sei un therianthrope o meno.

Therianthropy non è necessariamente un spirituale, alcune persone credono che sia spirituale, altri credono che sia psicologico, e alcuni credono che è una combinazione di entrambi i fatto- ri.Therianthropy * non * è lo stesso che avere un animale totem, o una guida. Per essere un therian- thrope, ci si identifica con una certa specie.

Therianthropy * non * è una religione, infatti, alcuni therianthropes si identificano come atei.Il 99,9% dei Therians credono che trasformarsi fisicamente in un animale sia impossibile. A meno che non si dispone di una prova consistente del caso contrario, non si va sostenendo che si può fare que- sto nella therian comunità. Si porta di solito ad un bando immediato.

Ok, allora che cosa è questa roba?Lo spostamento è un cambiamento di stato. Più specificamente, è quando un therianthrope "diventa" più simile come il loro Theriotype. Per il vostro riferimento, alcu- ni dei più comuni tipi di spostamenti e la loro definizione sono al di sotto. Insieme ad un tasto indica- to come accettato che sono nella comunità.

(M) ental Shift - Dove si prende la mentalità del theriotype.(S) piritual Shift - Quando la tua Aura,

corpo astrale, o sé spirituale è trasformato in tua theriotype.(Se) nsory Shift - Uno spostamento in cui

il cambio sperimenta uno stato di accresciuta percezione o ridotto senso di consapevolezza spesso in

linea con la loro theriotype, ad esempio: avere come theriotype il lupo può rivendicare meglio il sen- so dell'olfatto, ecc(A) ura Shift - Simile al precedente, quando la tua Aura prende la forma del vostro theriotype.(D) risma Shifting - Un passaggio nel tuo theriotype mentre si sogna, comunemente pensa- to per essere un altro tipo di Shifting Astrale.(C) Ameo Shifting - Uno spostamento in un animale che non è il tuo theriotype.(As) trale Shifting - Un passaggio che si svolge nel piano astrale.(Ph) antom Shifting - Un cambiamento di cui si sente un "arto fantasma" sensazione, si può sentire le orecchie e la coda, o zampe al posto delle mani, per esempio.(Bi) posizione spostando - Uno spostamento in cui

il vostro theriotype lascia il corpo "umano" e si materializza altrove. Molto simile ad una "esperienza

fuori dal corpo", ma invece del "corpo spirituale" essere il vostro corpo umano, è il corpo della tua theriotype.(P) hysical Shifting - Letteralmente, fisicamente "cambiare" nel theriotype nel mondo rea- le.

Sono un Therian?

La

risposta semplice a questa domanda è che solo tu sai se sei un Therianthrope, nessuno può dire

se

si è o non. Therianthropy è una convinzione interiore e personale, non è qualcosa che gli altri

possono sentire su di te.

Ci sono molte credenze che sono legati alla therianthropy. Questo include, ma non è limitato a:

1. La convinzione di avere l'anima o lo spirito di un animale (o gruppo di animali).

2. La convinzione che tu fossi un certo animale in una vita passata, che è in qualche modo signifi-

cativo per la tua vita attuale.

3. Fattori psicologici che si connettono a un animale (o gruppo di animali).

4. L'identificazione con un certo animale (o gruppo di animali).

Anche in questo caso, tutte le credenze di cui sopra sono interni e personali. Therianthropy è un'e- sperienza interiore, non è causata da fattori esterni.

SIMPLY SIMPATIA / AMARE / ESSERE OSSESSIONATI DA UN ANIMALE NON SIGNIFI- CA CHE SEI UN THERIAN, O CHE DETTO ANIMALE E' VOSTRO THERIOTYPE.

Solo perché ti piace molto un certo animale, non vuol dire che sei un therianthrope. Il theriotype inoltre, non è necessariamente il tuo animale preferito. C'è una parte della community che discute questo in profondità.

Su "Diventare un Therian" …

Sebbene la maggior parte Therians passa attraverso un risveglio (leggi: realizzazione) del processo,

ma non è ritenuto possibile "diventare" un therianthrope: o si è o non si è. A volte ci vuole solo un

periodo di tempo per la realizzazione.

In chiusura

Quello che c'è scritto sopra dovrebbe essere le basi. Se ancora non sei sicuro delle cose, si dovrebbe dare una buona occhiata a se stesso, e alle risorse disponibili. Questo può richiedere tempo, intro- spezione, e più lo studio, ma alla fine si dovrebbe essere in grado di rispondere alla tua domanda. Sei un Therian, o no?

e più lo studio, ma alla fine si dovrebbe essere in grado di rispondere alla tua
APPUNTAMENTO CON INSIDE REAL VAMPIRE A DICEMBRE ! Il numero ZERO di Inside Real Vampires

APPUNTAMENTO CON INSIDE REAL VAMPIRE A DICEMBRE !

Il numero ZERO di Inside Real Vampires finisce qui. Abbiamo fatto il

possibile per parlarvi di tutto un po ’. Se questo magazine vi è piaciu-

to allora aspettateci a Dicembre. Cercheremo ancora di migliorare,

di proporvi sempre più materiale interessante, di realizzare una gra-

fica ancora più accattivante, di trattare i temi sul vampirismo e altro ancora in maniera più approfondita. Se volete collaborare con que- sto magazine ed improvvisarvi giornalisti potete farlo. Basta manda- re i vostri articoli a :

INSIDE REAL VAMPIRES lega.italiana.real.vampires@gmail.com

Saremmo molto felici e onorati di inserire i vostri interventi nelle

nostre pagine, affinché questo magazine possa sempre più essere la voce dei Real Vampires e Other Italiani!

Un abbraccio Horus Sat

71