Sei sulla pagina 1di 1

PEDRO 03/04/2014

Mentalit del protagonista: figlia rassegnata. Comincia a sfogarsi per il mal di


testa che gli aveva provocato i deviti del marito, i soldi. Non gli consiglia di essere
felici, i consigli sono per protegere il patrimonio. Per la tenerezza, si mise a
piangere come un bambino, ma lamore e soltanto per describere il patrimonio.
PAG:306
Momento che lui vorrebbe che fosse intimo, ma quando sa che chiamare per 1
cambio nel testamento per riconoscere i suoi figli ilegitimi, lei non vuole sapere
nulla. Gli avevano creato una stanza che dormiva accanto alla sua stanza. Una
notte Gesualdo comincia a dire, mia figlia! E il dorm che aveva stato nelle notte
ascoltando tutto quello che lui voleva dire.
CARDUCCI:
Nace nel 1835 in Toscana, ma molto presto va a vivere nella Maremma pisana.
Questo una zona che ricorda un po a Doana, una especie di parco naturale
della zona di pisa. Suo padre Repubblicano e diventa il suo primo maestro. Con
otto anni studia la grammatica latina e con dieci traduceva la metamorfosi
dOvidio con tutte le regole poetiche. Nella biblioteca del papa legge manzoni,
con la mamma legge alfieri. Nel 49 la famiglia va a vivere a Firenze e nel 53 vince
un concorso e va a studiare alla scuola normale di pisa (la pi prestigiosa
universit di firenze era questa qua). Nel 56 gli fanno un contratto per
cominciare a san nimiato ma verra cacciato per le sue idee liberali e atee. Fonda
con gli amici il corcolo di amici pedanti per parlare della difesa del classicismo.
Nel 57 pubblica il primo libro di rime. Se suicida il fratello Dante (no es dante
alighieri) e muore il padre. Nel 60 con 25 anni le viene offerta la ctedra di
letteratura dellUniversit di Bologna. Una volta con lincorporazione a Bologna
dove rimarr tutto il resto della sua vita. Alle 43 anni ammalatto e va in
pensione. Comincia a leggere autori stranieri che influiscono nella sua poesia. Dal
punto di vista delle idee politiche. Negli anni 60 ha le idee di Mazzini, Voltaire.
Lui si dicchiara anticlericale, avr momenti molto anticlericale. un momento in
cui lui abraza lidea del progresso e la religione viene vista come un nemico del
progresso.
Nel 66 viene destinato a Napoli, ma lui dice che non va. Rimane due mesi senza
stipendio mentre dopo continua a Bologna. Di nuovo nel 1860, ha un figlio che
chiama Dante. Nella sua vita ci sono dei cambiamenti. Si avvicina a quelle idee
repubblicane mazziniane. Si avvicina alla istituzione monarchica. Scrive una
poesia dedicata alla Regina dItalia Margherita.
Vince 1984. Nel 1986 deve abbandonare la sua ctedra per salute.
PIANTO ANTICO:
Dedicato al figlio. Presenza di natura con cui si stabilisce una commune
communione tra uomo e Natura, che serve di consolazione.