Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Viabilit
Autostrada: ancora
un fne settimana
con restringimenti
a pagina quattro
Oggi il riconoscimento
Melilli: niente Tasi
per le famiglie bisognose
LAmministrazio-
ne Comunale di Me-
lilli, in coerenza con
la politica di conteni-
mento della pressione
fscale a carico delle
fasce deboli.
A pagina sette
AMBIENTE CRONACA
POLITICA SOVRINTENDENZA
LOsservatorio
Camera di commercio
di Siracusa sar
accorpata da Catania
a pagina dodici
Riunione operativa con la partecipazione dellassessore Sgarlata
Il riconoscimento di tutta
la fliera e la tracciabilit
dei prodotti alimentari
unoperazione.
A pagina due
Tracciabilit
alimenti
C lntesa
Sar eseguito nella giornata odierna presso lobitorio
dellospedale Umberto primo di Siracusa il riconosci-
mento della donna, il cui cadavere stato rinvenuto ieri
pomeriggio nel mare della baia di Santa Panagia.
Occhio di riguardo a Pantanelli, fume Anapo e Villaggio Miano
Piano anti alluvioni
Rifettori su Siracusa
La questione relativa alla
sospensione della sovrin-
tendente ai beni culturali
di Siracusa, Beatrice Basi-
le continua ad imperversa-
re a tutto spiano. Ieri sera
Sel ed altre associazioni
ambientaliste hanno dato
vita ad un sit in di protesta
in Largo XXV Luglio in
Ortigia, mentre i Verdi de-
positeranno luned mattina
(questo il loro annuncio)
una dettagliata denuncia
alla Procura della Repub-
blica di Siracusa. Una ma-
nifestazione a sostegno
della Basile e contro le
ipotesi di depauperamen-
to delle sensibilit e delle
professionalit a difesa.
Riili prova
a smarcarsi
su facebook
Un piano strategico per
prevenire i rischi delle al-
luvioni e ridurre i pericoli
per cittadini, beni cultura-
li e attivit economiche.
E con queste parole che
lassessore regionale al
Territorio e Ambiente
Mariarita Sgarlata com-
menta lesito dellincon-
tro sul piano di gestione
del rischio alluvioni di
ieri mattina, nei locali del
Vermexio. Il vertice, con i
tecnici del Comune.
A pagina due
A pagina sei
sabato 6 settembre 2014 anno XXVII n. 204 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
La droga leggera al centro
di un traffco che riguarda
principalmente la citt di
Siracusa.
A pagina quattro
Trasportava
in auto 3 kg
di marijuana
Nuovo capitolo dellintri-
cata vicenda relativa alle
elezioni regionali supple-
tive di ottobre nelle nove
sezioni di Pachino e Roso-
lini. Il Consiglio di giusti-
zia amministrativa.
A pagina tre
Elezioni bis
Ancora
polemiche
Il cadavere
di una donna
trovato in mare
A pagine cinque
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 6 SETTEMBRE 2014, SABATO
Un piano strategico
per prevenire i rischi
delle alluvioni e ridur-
re i pericoli per citta-
dini, beni culturali e
attivit economiche.
E con queste parole
che lassessore regio-
nale al Territorio e
Ambiente Mariarita
Sgarlata commenta
lesito dellincontro
sul piano di gestione
del rischio alluvioni
di ieri mattina, nei lo-
cali del Vermexio. Il
vertice, con i tecnici
del Comune, del Di-
partimento provincia-
le della Protezione ci-
vile e dellassessorato
regionale al Territorio
e Ambiente, servito
per iniziare a elabo-
rare il piano per las-
setto idrogeologico
di Siracusa. Un piano
che andr poi messo in
relazione con la piani-
fcazione urbanistica.
Lapprovazione del
piano ha dichiarato
lassessore Sgarlata
un passaggio fon-
damentale sia per
accedere ai fnanzia-
menti messi a disposi-
zione dalla Comunit
europea sia perch
parte integrante di un
percorso di crescita
civica rivolto allat-
tivazione di compor-
tamenti orientati alla
prevenzione. Il nostro
obiettivo quello di
legare quanto previ-
sto dalla direttiva con
la programmazione di
ciascun territorio in
maniera tale da capire
quali siano le esigen-
ze primarie e in quali
zone intervenire in
maniera prioritaria.
Lincontro di questa
mattina scaturisce in
particolare dal piano
alluvioni che d at-
tuazione alla Direttiva
comunitaria 2007/60 e
al D.Lgs. 49/2010. La
direttiva indica come
prioritarie la preven-
zione, la protezione
e la preparazione, so-
prattutto in riferimen-
to alle previsioni delle
alluvioni e ai sistemi
di allertamento per le
popolazioni. E un
piano ha commen-
tato Sgarlata . che ser-
vir a ridurre le conse-
guenze negative per i
cittadini, il territorio e
lambiente cos come
per le attivit econo-
miche e i beni cul-
turali. Si punta sulla
programmazione per
ridurre i rischi. Insie-
me ai rappresentanti
del Comune e della
Protezione civile si
fatto in particolare il
punto sulle zone che
presentano i maggio-
ri rischi dal punto di
vista del rischio allu-
vioni.
Ritengo che le aree
sulle quali bisogne-
r intervenire con la
massima priorit ha
aggiunto Sgarlata
siano zone come i
Pantanelli piuttosto
che il Villaggio Mia-
no e larea del fume
Anapo. Insieme con
tecnici del Comune e
della Protezione civile
di Siracusa prosegui-
r adesso il lavoro di
programmazione e in-
dividuazione delle esi-
genze sulle quali in-
tervenire. Lassessore
Sgarlata, nei prossimi
giorni, proseguir in-
vece il tour di incontri
anche nelle altre pro-
vince siciliane.
Piano alluvioni
Pantanelli e fume
Anapo sotto
osservazione
Da luned
aperto il PTA
di via Brenta
dalle 8 alle 20
RIUNIONE OPERATIVA IERI MATTINA
SANIT
A partire da luned prossimo lam-
bulatorio di Fisiatria del PTA di via
Brenta a Siracusa sar aperto dalle
ore 8 alle ore 20 ed il sabato dalle
ore 8 alle ore 14.
Lo ha disposto il direttore generale
dellAsp di Siracusa Salvatore Bruga-
letta al fne di pianifcare un servizio
pi rispondente alle richieste e alle
necessit dei cittadini di avere la
possibilit di accedere alle prestazioni
nellarco dellintera giornata.
Lo stesso criterio che abbiamo
voluto applicare allambulatorio di
Fisiatria dichiara il direttore gene-
rale dovr ispirare tutte le azioni
che via via saranno messe in campo
nel prossimo futuro per migliorare
innanzitutto laccessibilit ai servizi
sanitari venendo incontro alle esigen-
ze dei pazienti.
Il riconoscimento di tutta la
fliera e la tracciabilit dei
prodotti alimentari unope-
razione importante che serve
a garantire i consumatori da
eventuali truffe e per accertare
che il prodotto che sta per fnire
sulle tavole sano.
Un diritto non sempre garan-
tito come emerge dallattivit
repressiva che le forze dellor-
dine insieme con i medici e gli
esperti dellazienda sanitaria
provinciale eseguono negli
esercizi commerciali e nei locali
pubblicxi della provincia.
Per avviare unattivit di pre-
venzione, ieri mattina, nella sala
giunta di palazzo Vermexio ,
stato siglato il protocollo d'intesa
fra il Comune di Siracusa, rap-
presentato dal sindaco Giancarlo
Garozzo dallassessore Maria
Grazia Cavarra, e l'Istituto Zo-
oproflattico Sperimentale della
Sicilia rappresentato dal direttore
Generale Antonino Salina e dalla
biologa Daniela Lo Monaco.
Obiettivo del protocollo, di av-
viare ed assicurare la trasparenza
produttiva delle attivit presenti
sul territorio attraverso la trac-
ciabilit delle produzioni alimen-
tari.
Tracciabilit alimenti
sottoscritto ieri
un protocollo dintesa
Mission dell'istituto Zooproflatti-
co Sperimentale della Sicilia la
tutela dei consumatori, attraverso
il controllo delle fliere alimentari,
e allattivit di ricerca fnalizzata
all'acquisizione di elevati stan-
dard nell'ambito della sicurezza
alimentare.
Il protocollo consentir al Comu-
ne di Siracusa ed alla cittadinanza
di benefciare dei servizi dell'isti-
tuto Zooproflattico Sperimentale
della Sicilia a tutela dei consuma-
tori. Dopo la frma di ieri mattina,
liter sar completato con la rati-
fca del procedimento in Giunta
Garozzo.
In foto, la zona dei Pantanelli.
COMUNE E ISTITUTO ZOOPROFILATTICO
6 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Il settore Ambiente, uffcio agricoltura, informa la cittadinanza che, domani
verr riaperto al pubblico, nellambito della propria attivit, il mercato degli
agricoltori. In vendita solo prodotti agricoli 100% italiani, quali, olio extra-
vergine, miele, pane di tuminia, formaggi, confetture miste, salumi, frutta di
stagione e ortaggi. Prodotti della fliera corta dove i produttori agricoli, senza
intermediari, potranno incontrare con cadenza settimanale e a Km. zero.
Riapre domani il mercato
del contadino a km zero
Elezioni bis: la palla
passa al Prefetto
Vinciullo: a
colto il mio ri-
corso a seguito
del rinvenimen-
to delle buste
IL CGA AVREBBE DATO MANDATO DI VERIFICARE LE SCHEDE
Nuovo capitolo dellin-
tricata vicenda relativa
alle elezioni regionali
suppletive di ottobre nelle
nove sezioni di Pachino e
Rosolini. Il Consiglio di
giustizia amministrativa,
che ha imposto al Gover-
natore Crocetta lindizio-
ne delle nuove elezioni,
ha incaricato il prefetto di
Siracusa, Armando Grado-
ne, di chiarire se vi siano le
condizioni per poter proce-
dere, aprendo le buste, alla
verifcazione dei risultati
della competizione eletto-
rale del 28 ottobre 2012.
In particolare, il CGAritie-
ne che essendo sopravve-
nuto il fatto del reperimen-
to delle buste 4/R e 6/R,
ha incaricato il Prefetto di
Siracusa affnch, entro 10
giorni, riferisca per iscritto
in ordine alla possibilit, o
meno, di effettuare la ve-
rifcazione sulla sola base
del materiale oggi esisten-
te, ossia quello origina-
riamente acquisito presso
il Tribunale di Siracusa, e
quello ulteriore, di recente
reperimento.
Qualora il Prefetto dovesse
riscontrare la possibilit di
un conteggio oggettivo del-
le schede, verrebbe meno
lesigenza di chiamare al
voto oltre tremila elettori
delle nove sezioni in que-
stione e quindi di scongiu-
rare le nuove elezioni. La
svolta alla vicenda scatu-
risce dallaccoglimento del
ricorso presentato al Cga
dal parlamentare regiona-
le Enzo Vinciullo, il quale
chiedeva un riscontro delle
schede ritrovate e quindi la
possibilit di procedere al
conteggio delle stesse.
Altra storia ha com-
mentato lon. Vinciullo
quella se il Consiglio di
giustizia amministrativa
poteva o meno sostituirsi
al Parlamento Regionale
Siciliano nellannullare
gli effetti di una legge an-
cora oggi in vigore, ma su
questultimo argomento,
che riguarda le specifche
competenze del Parlamen-
to Siciliano, sar la Supre-
ma Corte di Cassazione a
decidere nei modi e nelle
forme voluti dalla Legge.
Fin qui le parole dellono-
revole Vinciullo, secon-
do il quale sarebbero stati
anche abbattuti i tempi ri-
spetto alludienza del 25
settembre prossimo, fssata
per affrontare il nodo dei
ricorsi presentati da una
serie di parlamentari regio-
nali siracusani.
Ma c chi non la pensa
come lui. In effetti, lex
parlamentare regionale
Pippo Gennuso, che ha in-
tentato il primo ricorso per
il riconteggio delle schede
previo poi scoprire che era-
no state sottratte o comun-
que sparite, per poi riappa-
rire qualche mese addietro,
sostiene che Vinciullo stia
facendo unopera di distra-
zione nei confronti delle-
lettorato di Rosolini e di
pachino (vedi articolo a
fanco).
R.L.
Ancora un batti e ribat-
ti di dichiarazioni sulla
vicenda delle elezioni
suppletive del 5 ottobre
prossimo. Lex deputato
regionale Pippo Gennuso
ha dato mandato allav-
vocato Aldo Ganci di
denunciare lonorevole
Vincenzo Vinciullo del
Nuovo Centro destra,
perch con le notizie che
diffonde pubblicamente,
tenta di distrarre lelettora-
to chiamato alle urne per il
prossimo 5 ottobre.
Il Consiglio di giusti-
zia amministrativa sulla
richiesta di revocazione
della sentenza presentata
da Vinciullo ha rinviato
qualsiasi decisione allu-
dienza del prossimo 25
settembre, con la seguente
motivazione: Allo stato di
una somma rivalutazione
degli atti di causa, dubbia
la suffcienza (e, quindi,
la decisivit) del mate-
riale elettorale di recente
ritrovato, difettando ancora
oggi tutte le buste 5/R
delle sezioni interessate
dallannullamento.
Vinciullo dice Gen-
nuso ha detto tuttaltre
cose con un solo obiettivo:
quello di creare confusione
tra gli elettori di Pachino
e Rosolini, dimenticando
che c il decreto del pre-
sidente della Regione che
fssa le elezioni regionali
per il prossimo 5 ottobre.
In merito alla revocazione
della sentenza, i giudici
del Cga sono stati chia-
rissimi: mancano le buste
elettorali 5 R delle sezioni
interessate al voto. Se sono
stati ritrovati altri plichi
sono ininfuenti al fne
della decisione. E da una
verifca fatta alla Prefettura
di Siracusa, a tuttoggi, le
buste 5 R non sono state
trovate.
Gennuso:
stop a questa
attivit
di distrazione
degli elettori
E stato programmato per luned prossi-
mo un confronto sindacale con lazienda
che ha trasmesso a 14 lavoratori il pre-
avviso di licenziamento. Questa la novit
emersa nelle ultime ore a proposito della
vicenda della Etna police, lazienda cata-
nese che assicura il servizio di vigilanza
in portineria dellIsab. Proprio davanti
allo stabilimento Isab sud si tenuto il
programmato sit-in dei lavoratori che dal
primo ottobre saranno licenziati per effet-
to della scissione del contratto da parte di
Vigilanza allIsab, ieri il sit-in
Isab. I lavoratori con le organizzazioni sin-
dacali Filcams e Uiltucs di Siracusa, han-
no voluto dare un segnale di maturit dei
lavoratori della vigilanza alla committente
Isab che con questo provvedimento di chiu-
sura della portineria ex Isab Energy ha di
fatto determinato il licenziamento di questi
14 lavoratori. Luned programmato il se-
condo incontro con Etna Police nellambito
della procedura di licenziamento, in quella
sede chiederemo lumi sullincontro tenuto
a Roma tra Isab e Etna Police.
PROGRAMMATO PER LUNED LINCONTRO CON ETNA POLICE
In foto, urna elettorale.
Ancora un fne settimana
coi restringimenti in autostrada
Per questo primo fne settimana di
settembre la viabilit dovrebbe essere
scorrevole nella intera rete autostra-
dale - Messina-Palermo, Messina-
Catania e Cassibile-Rosolini (tratta
in esercizio della Siracusa-Gela) -
anche se in alcune ore della giornata
potrebbero formarsi degli incolonna-
menti nei Caselli (soprattutto in quelli
di inizio e fne autostrada) allatto del
pagamento del pedaggio per il per-
durare di una azione di sciopero del
personale di esazione con astensione
dal lavoro nelle fasce orarie 04:00-
06:00, 12:00-14:00, 20:00-22:00.
Viabilit altrettanto scorrevole nei
Caselli a ridosso delle localit turisti-
che. Ancora possibili code e/o rallen-
tamenti nella tratta Cefal-Buonfor-
nello (Messina-Palermo). Invariata
la circolazione nel Viadotto Ritiro e
nellinnesto degli svincoli Giostra e
Ritiro (Tangenziale di Messina) e nel-
la Cassibile-Rosolini (Siracusa-Gela).
Ancora confermate le postazioni dei
cantieri di manutenzione, i restringi-
menti e gli scambi di carreggiata per
una imminente ripresa di tutti i lavori
nelle autostrade che comporteranno
modifche alla circolazione che saran-
no rese note allutenza.
Sabato e domenica scorsi non si sono
verifcati sinistri signifcativi. Divieto
di circolazione dei mezzi pesanti nella
sola giornata di domenica dalle 7:00
alle 23:00.
La droga leggera al cen-
tro di un traffco che riguar-
da principalmente la citt di
Siracusa, Ingenti quantita-
tivi di marijuana fuiscono
in maniera sistematica nel
capoluogo, molto proba-
bilmente provenienti dalla
vicina Catania, per essere
smerciati al dettaglio nelle
principali piazze.
Adistanza di pochi giorni,
un altro ingente quanti-
tativo di fumo, stato
scoperto dai poliziotti,
che stanno evidentemente
seguendo delle tracce red-
ditizie ai fni delle indagini
nel settore del traffco delle
sostanze stupefacenti.
Il secondo corposo colpo
scattato nella serata di
gioved scorso. Un uomo
trasportava in auto tre chili
di marijuana.
La scoperta stata fatta dai
poliziotti della squadra mo-
bile, che gi una settimana
prima avevano bloccato una
donna originaria di Palermo
ma residente a Siracusa che
trasportava sulla propria
vettura un altro carico di
droga leggera. Al Gip la
donna ha riferito di averlo
fatto perch in preda alla
disperazione essendo senza
un reddito certo. Ha poi
In foto, Umberto Rizza e il carico di droga sequestrato dai poliziotti.
Trasportava in auto
tre chili di marijuana
In manette fnita una vecchia conoscenza
siracusana delle forze dellordine
NUOVO COLPO DELLA SQUADRA MOBILE DI SIRACUSA
riferito di avere acquistato
il chilo di marijuana nella
piazza di Catania ma non
ha saputo dare indicazioni
da chi e soprattutto a chi era
diretta. Ha soltanto detto di
avere avuto la promessa di
500 euro per quel viaggio.
Stavolta le manette sono
scattate ai polsi del siracu-
sano Umberto Rizza di 44
anni, gi noto Alle forze
dellordine, il quale deve
adesso rispondere del reato
di detenzione ai fni di spac-
cio di sostanza stupefacente
del tipo marijuana.
Lepisodio accaduto,
appunto nella serata di
gioved scorso.
Una pattuglia della squa-
dra mobile della Questura
di Siracusa ha eseguito il
controllo su strada della
vettura sulla quale viaggia-
va Rizza. Nel corso della
perquisizione del veicolo in
uso allindagato, gli investi-
gatori hanno rinvenuto, sul
sedile anteriore, e seque-
strato una busta di plastica
contenente tre involucri
di sostanza stupefacente
del peso complessivo di 3
chili circa.
Rizza stato tradotto nel
carcere di Cavadonna, in
attesa di essere sottoposto
alludienza di convalida al
cospetto del Gip del tribu-
nale di Siracusa.
R.L.
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 6 SETTEMBRE 2014, SABATO
LO COMUNICA IL CONSORZIO PER LE AUTOSTRADE SICILIANE
PoLItICa
bianca:
Perch
multare
le auto
dei turisti
in Ortigia
Diversi turisti in visita a
Siracusa ed in particolare
in Ortigia, lamentano di
essere stati colpiti dai
provvedimento di rimo-
zione delle vetture noleg-
giate perch collocate in
divieto di sosta o in aree
in cui i parcheggi sono
riservati ai residenti. Una
situazione che viene mes-
sa in evidenza oggi dalla
consigliera della circo-
scrizione Ortigia, Arlene
Bianca, che ha scritto al
sindaco Garozzo.
da pochi giorni che
assistiamo alla riaper-
tura della caccia alle
auto noleggiate dai
turisti,provocando non
pochi risentimenti e non
pochi disagi ai visitatori
che malauguratamente
scelgono di trascorrere le
loro vacanze a Siracusa.
Nei giorni scorsi as-
serisce il consigliere di
circoscrizione Ortigia
Arlene Bianca, militan-
te nel partito Progetto
Siracusa/Art4 - aveva gi
evidenziato il problema
agli organi di competenza
che neavevano preso atto
concentrando la loro at-
tenzione sui residenti, con
le conseguenze del caso.
Aquesto punto della
situazione innegabile
pensare che una citt tu-
ristica come Siracusa non
abbia a cuore una delle
maggiori risorse della
sua economia per tanto
ci auguriamo un fnale di
stagione pi accorto che
serva ai malaugurati turi-
sti ad adeguarsi agli usi e
consumi locali.
6 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Cadavere di donna
rinvenuto in una cala
di Santa Panagia
FORSE APPARTIENE ALLA DONNA SCOMPARSA
Sar eseguito nella gior-
nata odierna presso lobi-
torio dellospedale Um-
berto primo di Siracusa
il riconoscimento della
donna, il cui cadavere
stato rinvenuto ieri pome-
riggio nel mare della baia
di Santa Panagia.
Da una prima ispezione
cadaverica, eseguita dal
medico legale Francesco
Coco, si tratterebbe di
una donna di circa cin-
quantanni, il cui volto
trasfigurato dallesposi-
zione in mare per diverso
tempo e soprattutto a
causa della risacca che ha
fatto carambolare il corpo
della donna che afforava
esanime nellacqua a ri-
dosso della scogliera. La
scoperta stata fatta nel
primo pomeriggio odierno
da una coppia di sub che
si immersa nella zona
in questione, a due passi
della donna siracusana
che scomparsa da casa
da luned scorso. Il marito
proprio questa mattina ha
lanciato un appello nel
tentativo di rintracciare
la persona che ieri sera ha
fatto ritrovare nel cortile
condominiale dove abita
la famiglia in questione,
la borsa appartenente
alla dona scomparsa. Il
marito ha constatato che
allinterno vi erano effetti
personali, il bancomat, e
soprattutto un vestito ed
una scarpa che lo stesso
coniuge ha riconosciuto
essere della moglie.
Lappello era stato lanciato
nei confronti della persona
che, attraverso la carta
didentit, ha lasciato il
reperto davanti al cortile
dell'abitazione di via Len-
tini, nella zona alta della
citt. Ai fni delle indagini,
infatti, sarebbe servito
sapere dove materialmente
la donna potrebbe averla
lasciata. Agli investigatori,
il marito ha riferito che la
moglie soffre di problemi
depressivi e che altre volte
si era allontanata arbitra-
riamente da casa ma era
sempre tornata. Stavolta,
invece, non stato cos. Si
allontanata da casa luned
scorso a bordo della sua
vettura e non ha pi fatto
avere tracce di se. Ma tocca
domani all'uomo recarsi
allobitorio per stabilire
se la donna rinvenuta in
mare sia sua moglie oppure
si tratti di qualche altra
persona. Soltanto dopo
tale operazione si sapr
se il pubblico ministero
vorr disporre lautopsia
sul cadavere per scoprire
se la morte della donna sia
da ricollegare ad annega-
mento o ad altra causa.
F.N.
Fino all'ultimo abbiamo atteso e sperato
in un passo indietro rispetto alla scelta, ma
con la nomina del nuovo Sovrintendente
ai Beni Culturali di Siracusa si consuma
un grave atto di arroganza politica. L'As-
sessore regionale ed il presidente Crocetta
dovrebbero dimostrare maggiore rispetto
per un territorio che in larghissima parte
sostiene la dott.ssa Basile, riconoscendole
indubbie qualit e un rigore professiona-
le di alto proflo. Lo sostengono i parla-
mentari del Pd, Pippo Zappulla e Bruno
Maggiore rispetto per Siracusa
Marziano, i quali intervengono sulla que-
stione della sospensione della dottoressa
Beatrice Basile da Sovrintendente ai beni
culturali.
Non mai troppo tardi per rimediare ad
un evidente e clamoroso errore - affermano
i due deputati siracusani - Diversamente,
Crocetta e la Furnari lancerebbero un catti-
vo segnale alla citt di Siracusa e alla sua
provincia.
Si tratta di una ferita al territorio e alle sue
forti peculiarit culturali e storiche. Non
MARZIANO E ZAPPULLA SUL CASO DELLA BASILE
La revoca dellincarico della dott.ssa Basile
a Soprintendente di Siracusa atto oggetti-
vamente incomprensibile e appare in questo
momento potenzialmente estremamente
nocivo per la tutela del patrimonio dei beni
culturali e paesaggistici. Queste le dichiara-
Incomprensibile
il provvedimento
contro la Basile
IERI SERA IL SIT-IN DI SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA' A SIRACUSA zioni da parte del coordinatore del circolo Sel
di Siracusa, Santino Romano, che prosegue:
Desta apprensione il provvedimento di revoca
che, singolarmente, interviene in un momento
molto delicato per la salvaguardia dei beni cul-
turali. di Siracusa, messa in discussione come
dimostrano, ad esempio, i ricorsi avverso il
decreto della Perimetrazione del Parco Arche-
ologico di Siracusa. Non appare condivisibile,
per altro, anche la frettolosit delladozione e
della esecuzione di tale atto di revoca, brutale
nelle modalit con cui stata reso operativo
nei confronti di una seria professionista uni-
versalmente stimata. E il caso di ricordare che
principale dovere dellAssessorato tutelare
e proteggere il proprio patrimonio culturale.
In alto, la cala dov stato rinvenuto il cadavere, sopra lo-
spedale Umberto I..
dalla pista ciclabile e dal
ponte di Targia. I sub han-
no fatto scattare lallarme
e sul posto si portata
una pattuglia delle unit
Volanti della Questura di
Siracusa ed una squadra
dei vigili del fuoco.
Sono stati questultimi,
attraverso idonee attrezza-
ture, ad operare il materia-
le recupero del cadavere,
che poi stato trasportato
allospedale di Siracusa.
Il pubblico ministero Ca-
terina Aloisi ha disposto il
riconoscimento della sal-
ma soltanto nella giornata
di domani. C il sospetto,
infatti, che possa trattarsi
posso che testimoniare il forte dissenso per
una scelta sbagliata, consumata con suppo-
Canicattini
Convocata
per luned
la riunione
del civico
consesso
6 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Melilli, niente Tasi
per le famiglie bisognose
Lammini-
strazione
comunale
melillese ha
disposto laz-
zeramento
delle aliquote
per molte
prime
abitazioni
In foto, il municipio
di Melilli.
Avola, consegnati
in anticipo le sale
operatorie
LE ATTIVIT CHIRURGICHE URGENTI ERANO STATE TRASFERITE A NOTO
Con tre giorni di
anticipo rispetto
alla previsione,
dalle ore 14 di ieri
il complesso ope-
ratorio del presi-
dio ospedaliero Di
Maria di Avola
tornato ad essere
funzionante per
tutta lattivit chi-
rurgica program-
mata e urgente.
Ne d notizia il
direttore gene-
rale dellAsp di
Siracusa Salvatore
Brugaletta a con-
ferma dellimpe-
gno assunto nei
giorni scorsi as-
sieme ai sindaci di
Avola e Noto con
la cittadinanza del-
la zona sud. Lune-
d scorso le attivit
chirurgiche urgenti
ed indifferibili erano
state trasferite allo-
spedale Trigona di
Noto per consentire
la riparazione di un
guasto allimpianto
di climatizzazione
e trattamento aria
nel complesso ope-
ratorio del presi-
dio ospedaliero Di
Maria di Avola con
la previsione che i
lavori si sarebbero
conclusi entro l8
settembre.
La collaborazio-
ne tra i due presidi
ospedalieri secondo
il principio che go-
verna gli Ospedali
Riuniti sottolinea
il direttore generale
Salvatore Brugalet-
ta ha consentito
di ridurre al minimo
i disagi alla cittadi-
nanza garantendo la
continuit assisten-
ziale. Limpegno
che hanno profuso
tutti gli attori coin-
volti con grande
senso di responsa-
bilit e spirito di
appartenenza, ha
consentito di com-
pletare i lavori in
anticipo rispetto al
tempo programma-
to, riconsegnando
alla cittadinanza un
complesso operato-
rio nel pieno dellef-
fcienza.
LO HA DECISO LAMMINISTRAZIONE COMUNALE NEL DETERMINARE IL CARICO
Il presidente del
Consiglio comu-
nale di Canicattini
Bagni, Antonino
Zocco, ha prov-
veduto stamane
alla convocazio-
ne, in seduta or-
dinaria urgente,
ai sensi degli artt.
18, comma 4, e
20, comma 3, del
Re g o l a me n t o ,
alla convocazio-
ne del Consiglio,
per luned 08 set-
tembre 2014, alle
ore 21:00 presso
i locali del Palaz-
zo municipale di
via Principessa
Iolanda, per trat-
tare il seguente
ordine del giorno:
Formalit preli-
minari alla sedu-
ta. Nomina scru-
tatori. Lettura e
approvazione dei
verbali di se-dute
precedenti: rin-
vio. Approvazio-
ne Regolamento
per la disciplina
del tributo per i
servizi indivisibili
(TASI). Determi-
nazione aliquote
TASI 2014.
Art. 30, commi
7 e 7 bis, L.R. 28
gennaio 2014, n.
5, e s.m.i. - Antici-
pazione quota del
fondo destinato al
compenso squili-
bri fnanziari Pre-
sa datto.
Attivit ispettiva.
In caso di man-
canza del numero
legale all'ora so-
pra fssata, la se-
duta verr sospesa
per un'ora.
Qualora anche
alla ripresa dei
lavori dovesse
persistere la man-
canza del numero
legale, la sedu-
ta verr rinviata
alla stessa ora del
giorno successivo
(09-09-2014) col
medesimo ordine.
LAmmi ni st ra-
zione Comunale di
Melilli, in coeren-
za con la politica di
contenimento della
pressione fscale a
carico delle fasce
di popolazione pi
disagiate, ha deciso
che la Tassa per i ser-
vizi comunali indivi-
sibili (Tasi) non ver-
r pagata. quanto
afferma il Vice Sin-
daco Dott.ssa Ar-
cangela Palmeri, che
spiega Troppe tasse
per i nostri cittadini.
Avendone la facolt,
questa Amministra-
zione ha stabilito di
azzerare limposta
su tutte le abitazioni
principali, sulle rela-
tive pertinenze, e su
tutti gli altri immo-
bili.
Per gli immobili di
categoria D, come
ad esempio quelli ri-
cadenti nella zona in-
dustriale, stata sta-
bilita laliquota dello
0,8 per mille.
Palmeri continua di-
chiarando che oggi
la Giunta Municipa-
le ha deliberato di
mantenere le tariffe
degli anni preceden-
ti per lacquedotto,
mentre, per quanto
riguarda la Tari, ri-
ferisce che Siamo
obbligati a coprire il
100 per cento del co-
sto del relativo servi-
zio, ragione per cui
siamo stati costretti
ad incrementare le
tariffe. Questa Am-
ministrazione si sta
impegnando, per, a
revisionare i costi di
gestione del servizio
per abbattere le bol-
lette del 2015.
Per quanto riguarda
lImu, restano con-
fermate le aliquote
degli anni precedenti,
per cui la prima casa e
le relative pertinenze,
non si pagano, men-
tre laliquota della 2a
casa del 7,6 per mil-
le. Gli immobili rien-
tranti nella categoria
D vedranno appli-
cata laliquota del 3
per mille. Si precisa
che il 7, 6 per mille
delle entrate derivan-
ti dallImu applicata
alla Categoria D,
viene trattenuto nel-
le casse dello Stato.
Una grande boccata
dossigeno per le fa-
miglie indigenti che
tentano di sbarcare il
lunario non sempre
riuscendoci in questo
marasma economico.
Ilcomune di Melil-
li pu considerare
questo tipo di poli-
tica anche perch ri-
sulta essere tra i pi
ricchi della Sicilia,
certamente della pro-
vincia, per il carico
fscale dovuto alla
presenza delle grandi
imprese.
In foto, lingegnere
Massimo Riili. Sotto, la
Sovrintendenza ai beni
culturali e il sovrinten-
dente Rizzuto.
La questione relati-
va alla sospensione
della sovrintendente
ai beni culturali di
Siracusa, Beatrice
Basile continua ad
imperversare a tutto
spiano. Ieri sera Sel
ed altre associazioni
ambientaliste han-
no dato vita ad un
sit in di protesta in
Largo XXV Luglio
in Ortigia, mentre i
Verdi depositeranno
luned mattina (que-
sto il loro annuncio)
una dettagliata de-
nuncia alla Procura
della Repubblica di
Siracusa. Una ma-
nifestazione a so-
stegno della Basile
e contro le ipotesi
di depauperamento
delle sensibilit e
delle professiona-
lit a difesa del pa-
trimonio culturale,
archeologico e pae-
saggistico della citt
e della provincia di
Siracusa.
Sul banco degli im-
putati quella mac-
china del fango,
come lha defnita
lassessore Maria
Rita Sgarlata, suo
malgrado al centro
delle polemiche e
causa del defene-
stramento della So-
vrintendente Basile.
La vicenda ormai
nota a tutti e si ri-
ferisce alla colloca-
zione di una piccola
piscina non interra-
ta allinterno della
villetta dellasses-
sore Sgarlata a due
passi dal mare. E
scattato un dossier
giunto sul tavolo
del dirigente gene-
rale dellassessora-
to regionale ai Beni
Culturali, che ha di-
sposto unispezione
alla Sovrintendenza
per acquisire docu-
mentazione relativa
alla concessione del
parere favorevole
della dottoressa Ba-
sile al prefabbricato.
E proprio sulle cau-
se, in tanti hanno
puntato il dito con-
tro il presidente
di Ance Siracusa,
Massimo Riili, che
in una lunga nota,
pubblicata sul so-
cial network, prova
a difendersi, ma non
disdegna di toglier-
si qualche sassolino
dalle scarpe. Qui di
seguito la sua rispo-
sta testuale, come
postata su Facebo-
ok.
Ho letto con stu-
pore e dispiacere
larticolo comparso
oggi sulla Sicilia
riguardante la or-
Riili: Il Sovrintendente
ha le caratteristiche
della dottoressa Basile
mai famosa piscina,
oggetto di questa
miserabile specula-
zione che mi ha, sia
pure marginalmen-
te ed immotivata-
mente, coinvolto, a
partire da un ami-
chevole scambio
di messaggi con
lavvocato Corrado
Giuliano che, certa-
mente, non aveva lo
scopo di diventare
ti per simili inezie,
che vanno urgente-
mente liberalizzate
o comunque affda-
te al massimo ad un
uffcio del decoro
urbano del Comune
interessato.
Circa lopportunit
politica di realizza-
re questa iniziativa
proprio in questo
frangente e dati i
ruoli ricoperti con-
fermo qualche mia
perplessit, ma di
certo non si tratta di
comportamenti og-
gettivamente gravi
e censurabili e non
nel mio costume
strumentalizzare si-
mili sciocchezze.
Compl e t a me nt e
falso e fuorvian-
te infne estrarre
da questa faccenda
una inesistente av-
versione al sovrin-
tendente Beatrice
Basile, nei confron-
ti della quale, io
personalmente e la
categoria dei co-
struttori che rappre-
sento, nutriamo la
massima stima e f-
ducia, avendone pi
volte apprezzato la
competenza, la mi-
sura e lequilibrio
nel contemperare
esigenze di tutela e
di trasformazione
del territorio che ne-
cessariamente han-
no punti di confitto,
respingendo in ma-
niera ferma lipo-
tesi di qualsiasi no-
stro interessamento
negli atti posti in
essere dallAsses-
sorato Regionale,
sul quale la nostra
infuenza pari a
zero e che avr avu-
to, oggi come nel
recente passato, le
sue buone ragioni
per procedere alla
rotazione degli in-
carichi delle sovrin-
tendenze di tutta la
Sicilia.
Linteresse esclusi-
vo del nostro settore
quello di evitare
queste inutili beghe
e di avere un So-
vrintendente con le
caratteristiche gi
ritrovate nella per-
sona della dottores-
sa Basile e che sono
sicuramente tutte
presenti anche nella
nuova fgura indica-
ta dallAssessorato,
per proseguire nel
rapporto di corret-
ta collaborazione
nellinteresse della
citt, per dare una
mano alla gravis-
sima crisi che non
accenna ad avere al-
cuna soluzione.
una comunicazione
pubblica, n uno
strumento di critica
politica per nessu-
no, ma che qualcu-
no ha volontaria-
mente ingigantito.
A scanso di equi-
voci, confermo
pr el i mi nar ment e
che sotto il proflo
squisitamente tec-
nico, a mio avviso,
il parere favorevole
rilasciato dalla So-
vrintendenza sulla
piscina dellAsses-
sore Sgarlata pie-
namente legittimo
e corretto nella so-
stanza.
Figurarsi se una pi-
scina e qualche mo-
desta attrezzatura a
corredo, segregate
allinterno del re-
cinto di una villa
privata, possono
avere a che fare con
il paesaggio da tute-
lare, specie per chi
operando nel setto-
re della trasforma-
zione del territorio
ritiene perfettamen-
te compatibili con
il paesaggio anche
importanti opere di
ingegneria e archi-
tettura, purch ben
progettate.
Semmai trovo as-
surdo che una isti-
tuzione come la So-
vrintendenza debba
sprecare risorse for-
nite dai contribuen-
Il presiden-
te di Ance
Siracusa,
Massimo Rii-
li, affda ad un
post su face-
book la repli-
ca a coloro
che lo accu-
sano di avere
fatto emergere
artatamente il
caso della pi-
scina dellas-
sessore
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 6 SETTEMBRE 2014, SABATO
A scanso di equivoci, confermo prelimi-
narmente che sotto il proflo squisitamente
tecnico, a mio avviso, il parere favorevole
rilasciato dalla Sovrintendenza sulla piscina
dellAssessore Sgarlata pienamente legitti-
mo e corretto nella sostanza. Figurarsi se una
piscina di una villa privata, possono avere
a che fare con il paesaggio da tutelare
Il signifcato dellarmistizio
di Cassibile
L8 settembre
del 1943 veni-
va diramato da
Pietro Bado-
glio il cosid-
detto armi-
stizio lungo
dopo che il
3 sera stato
frmato segre-
tamente quello
corto
di Arturo Messina
Anche questanno
a Cassibile sta-
to ricordato quello
che per la storia
considerato lar-
mistizio corto, che
altri dicono sia stato
fatto sottobanco,
ossia impost dagli
anglo-americani il
pomeriggio del 3
settembre del 1943
a un manipolo di
generali capeggiato
da Pietro Badoglio
(che il 24 luglio
aveva preso il posto
di Benito Mussoli-
ni a Capo del Go-
verno, dopo che il
Duce era stato mes-
so in carcere) e da
Casa Savoia, il Re
Vittorio Emanuele
III e il fglio Um-
berto, che fuggiva-
no da Roma: cos
ha scritto gioved
scorso sul quotidia-
no Libert lAsso-
ciazione culturale
Lamba Doria.
Per questo molto
signifcativa la la-
pide di Cassibile
dedicata allarmi-
stizio: Lamba Doria
prosegue scriven-
do che larmistizio
frmato a Cassibile
dal generale Ca-
stellani per lItalia
e da Bedell Smith
per gli Anglo Ame-
ricani dimostra,
senzombra di dub-
bio, lo sfascio delli-
stituzione politica e
militare dItalia.
Pi signifcativa
la scritta antibado-
gliana riapparsa a
Verbania-Pallanza,
piazza Municipio,
allo sbiadire di
una mano di calce
data per cancellarla:
Abbasso Badoglio,
abbasso i tradito-
ri del PNF (Partito
Nazionale Fascista).
E fu un antifascista
sicuramente quello
che con la sua radio
clandestina ebbe a
segnalare agli An-
glo-Americani che
la resistenza contro
di essi non sareb-
be stata nella costa
siracusana (infatti
non fu sparato nem-
meno un colpo da
tutte le batterie che
cerano nelle nume-
rose garitte, nem-
meno da quella di
no a ostruire le due
strade che portava-
no a Buccheri-Mon-
te Lauro e quindi
ledifcio tra via Ga-
ribaldi e via Roma,
doverano ospitati i
miei, che mio padre
aveva portato per
salvarli dai bombar-
damenti che cerano
a Siracusa!
Abbasso Badoglio:
perch? Chi era Ba-
doglio? Tradimen-
to? Liberazione?
Necessit? Chi era
Badoglio, che tenne
do aveva appena 15
anni in Eritrea. Fu
unautentica, incre-
dibile escalation!
Strana la sua posi-
zione durante la pri-
ma guerra mondia-
le, soprattutto nella
disfatta di Capo-
retto che, secondo
alcuni generali, fu
causata proprio dal
suo comportamen-
to, perch si era al-
lontanato dai repar-
ti. Perch egli non
rispose alle accu-
se? La pass liscia,
nellesercito regio-
mussoliniano, con
la nomina di Mare-
sciallo dItalia. Nel
1929 ricevette la
nomina di Governa-
tore di Libia; la sua
sete di potere non si
spegnava mai Nel
1935 mussolini lo
mand a sostituire
De Bono in Africa
Orientale. Quando
ci fu la guerra dE-
tiopia rivel desse-
re senza scrupoli e
impieg i gas asfs-
sianti persino nelle
retrovie e cos gli
Etiopi si arresero il
5 maggio del 1936...
Il 10 giugno 1940,
perch non par-
l, non si oppose
apertamente alla
dichiarazione del-
la seconda guerra
mondiale che sape-
va bene come sareb-
be stata disastrosa
per gli Italiani, pur
sapendo che lItalia
era assolutamente
impreparata? Per-
ch non parlo nella
riunione dello Stato
Maggiore? Hanno
ragione quegli sto-
rici ne hanno dedot-
to lantico sistema:
Bruciare la casa per
uccidere il topo!?
Da chi fu voluta la
guerra, anche da
chi non la voleva?
Come mai il 25 apri-
le del 1943, a guer-
ra gi apertamente
perduta, Mussolini
fu dimesso e car-
cerato e Badoglio
prese il suo posto?
Persino nel testo
dellarmistizio co-
siddetto lungo cerc
di non essere coin-
volto, non volendo
fare apparire la sua
frma n il suo nome
in quel documento
che venne siglato
segretamente dal
generale Castellano
per lItalia e dal ge-
nerale Walter Bedell
Smith a nome di Ei-
senhower. A ben ra-
gione la benemerita
associazione Lamda
Doria precisa che
non si deve parla-
re di celebrazione
dellarmistizio, ben-
s di ricordo, anzi di
rifessione, perch
dal conoscere gli er-
rori altrui che biso-
gna evitare di com-
metterli anche noi!
Piave, nel 1918,
unoffensiva voluta
da Diaz con Bado-
glio contrario, fu
nominato generale
dArmata. Pure lui
fu a trattare, a villa
Giusti, le condizio-
ni dellarmistizio,
a ricevere i premi
della prima vittoria
mutilata.
Signifcativo il fatto
che egli non ebbe
alcuna simpatia per
il Fascismo; anzi si
oppose alla marcia
su Roma... Sintoma-
ni si fece fessibile,
ambiguo, si adegu
e Mussolini lo no-
min ambasciatore
del Brasile, forse
per un certo presen-
timento Quando
vide che Mussolini
era diventato ve-
ramente forte ed
aveva convalidato
il suo potere, Ba-
doglio gli fece le
congratulazioni e
si mise a sua dispo-
sizione e ottenne
la nomina a Capo
di Stato Maggiore
Santa Panagia, che
la gente chiamava
il 420) ma sarebbe
stata dalla monta-
gna, da Monte Lau-
ro: perci quelli,
nel terribile doppio
bombardamento di
Palazzolo, badaro-
segreto larmistizio
fno a quando non
lo proclam, da Ra-
dio Algeri, Dwight
Eisenhower?
Tanti gli eventi ai
quali Pietro Bado-
glio partecip sin
dal 1896, da quan-
mentre furono silu-
rati Luigi Cadorna e
Luigi Capello, anzi
fu promosso sotto-
capo di Stato Mag-
giore, a fanco del
generale Armendo
Diaz e dopo la vit-
toria conclusiva sul
tica fu la sua dichia-
razione: Io quelli
con una diecina di
arresti al massimo e
con unazione ener-
gica risolverei su-
bito la questione!
Egli per, vedendo
lascesa di Mussoli-
Molto signifcativa la lapide di Cassibile dedicata allarmistizio: A perenne
ricordo degli eroi che bagnarono con il loro sangue queste contrade
In alto, la celebrazione dellanniversario;
a fanco, le istituzioni raccolti a commemorare;
sopra, la stipula della frma dellArmistizio.
CULTURA 8 Sicilia 8 SETTEMBRE 2014, VENERD
6 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 9 VITA DI QUARTIERI
Eventi: un ciclo di conferenze
per conoscere S. Lucia
In occasione
dellarrivo
delle spoglie
mortali
della Santa
della luce
nella sua
stessa citt
natale
Gli appuntamenti avranno inizio
il 10 settembre prossimo
La fgura di santa Lucia,
nel corso dei secoli, stata
fonte di ispirazione non sol-
tanto sul piano strettamente
religioso e teologico, ma
anche artistico, e soprattut-
to letterario. Essa ha trova-
to spazi sia nella letteratura
colta che in quella legata
alla tradizione popolare, di
questo o quell'ambiente in
cui si , in varia misura, ra-
dicato il culto verso la mar-
tire siracusana. Nell'ambito
della tradizione letteraria
propriamente detta, la fgura
della santa ispir Dante Ali-
ghieri. Il poeta nel Convivio
afferma di aver subto in gio-
vent una lunga e pericolosa
alterazione agli occhi a causa
delle prolungate letture (Con-
vivio, III-IX, 15), ottenendo
poi guarigione per interces-
sione della santa siracusana.
Gratitudine, speranza e am-
mirazione indussero quindi
il sommo poeta ad attribuirle
un ruolo fondamentale non
soltanto nella sua vicenda
Dalla Martire
la migliore
ispirazione dantesca
personale, ma anche, allego-
ricamente e simbolicamente,
in quella dell'umanit intera
nel suo viaggio oltremondano
descritto nella Divina Com-
media. Secondo Salvatore
Greco[10] Santa Lucia, nelle
tre cantiche, diventa il simbo-
lo della "grazia illuminante",
per la sua adesione al Vange-
lo sino al sacrifcio di s, dun-
que "via", strumento per la
salvezza eterna di ogni uomo,
oltre che del Dante personag-
gio e uomo.
NEL CONVIVIO DELLALIGHIERI
Inizier il 10 set-
tembre alle 20,'' il
ciclo di conferenze
su Santa Lucia nella
cultura organizzato
dal comitato Gio-
vani per Siracusa
e promosso in col-
laborazione con la
Deputazione della
Cappella di Santa
Lucia, dellAsses-
sorato alle Politiche
Culturali del Comu-
ne di Siracusa , dal
Consiglio di Cir-
coscrizione Grotta-
santa, della sezione
siracusana di Italia
Nostra e dellas-
sociazione "mici di
Santa Lucia. Un
iniziativa culturale
nata con lintento
di promuovere la
conoscenza della f-
gura di Lucia in am-
bito culturale. Infatti
Ella verr esaminata
in campo artisti-
co e letterario, per
concludere con la
conferenza sul cul-
to delle reliquie. Le
conferenza saranno
tenute dalla profes-
soressa Giuseppina
Cannizzo, docente
di storia dellarte e
dalla scrittrice An-
namaria Piccione.
Durante la confe-
renza su Santa Lu-
cia nella letteratura,
alcuni brani scelti
saranno letti dallat-
tore Marco Scuotto
della scuola di Ago-
stino De Angelis.
Tutto il ciclo di con-
ferenze sar rivolto
anche alla Comunit
Sorda di Siracusa,
grazie al servizio
di interpretariato in
Lis (Linguaggio
Italiano del Segni)
allUnione Italiana
Ciechi e degli Ipo-
vedenti Onlus e al
Mac (Movimento
Apostolico Cie-
chi). Lingresso
libero. Giovani per
Siracusa ringrazia
per la preziosa col-
laborazione il i Leo
Club, l'associazio-
ne culturale Extra
Moenia, il Fiaba
(fondo Italiano per
lAbbattimento del-
le Barriere Archi-
tettoniche), lEnte
Nazionale Sordi di
Siracusa, lUnione
Italiana dei Ciechi e
degli Ipovedenti, il
Movimento Aposto-
lico Ciechi, la Con-
sulta Giovanile di
Siracusa e Siracusa
Turismo, Promozio-
ne Turistica".: Di
seguito il calendario
degli eventi in agen-
da.
Giorno 10 settem-
bre. Alle 20, presso
la Latomia dei Cap-
puccini, accoglienza
delle Scarpette di
Santa Lucia e saluti
delle Autorit. Alle
20,30 conferenza
sul tema Santa Lu-
cia nellArte tenuta
dalla professoressa
Giuseppina Canniz-
zo, docente di storia
dellarte.
Giorno 10 ottobre,
presso il tempietto
ottagonale del Se-
polcro, conferenza
sul tema Santa Lu-
cia nella letteratura
per adulti e piccini
tenuta da Annama-
ria Piccione e letture
di Marco Scuotto.
Inveterate
tradizioni
legate
alla Vergine
A Siracusa unin-
veterata tradizione
popolare vuole che,
dopo avere esalato
lultimo respiro, il
corpo di Lucia sia
stato devotamen-
te tumulato nello
stesso luogo dell
martirio.
Infatti, secondo la
pia devozione dei
suoi concittadini,
il corpo della santa
fu riposto in un ar-
cosolio, cio in una
nicchia ad arco sca-
vata nel tufo delle
catacombe e usata
come sepolcro.
Fu cos che le cata-
combe di Siracusa,
che ricevettero le
sacre spoglie della
vergine e marti-
re, presero da lei
anche il nome e
ben presto attorno
al suo sepolcro si
svilupp una serie
numerosa di altre
tombe, perch tutti
i cristiani volevano
essere tumulati ac-
canto allamatissi-
ma Lucia.
Ma, nell'anno 878
Siracusa fu invasa
dai Saraceni per cui
i cittadini tolsero il
suo corpo da l e
lo nascosero in un
luogo segreto per
sottrarlo alla furia
degli invasori.
Ma, fno a quando
le reliquie di Lucia
rimasero a Siracusa
prima di essere
doppiamente tra-
slate (da Siracusa
alla capitale bizan-
tina Costantinopoli
e da Costantinopoli
a Venezia)? Fino al
718 o fno al 1039?
certo che a Ve-
nezia il suo culto
era gi attestato dal
Kalendarium Vene-
tum del sec. XI, nei
Messali locali del
sec. XV, nel Me-
moriale Franco e
Barbaresco delli-
nizio del 1500,
dove era considera-
ta festa di palazzo,
cio una festivit
civile.
Asinistra luscita
del simulacro
di S. Lucia
nel pomeriggio
del 13 dicembre..
Dal primo novem-
bre esami di labora-
torio e accertamenti
dovranno essere pre-
scritti dal medico di
base solo in forma
digitale. Via libe-
ra alla prescrizione
elettronica anche per
le prestazioni specia-
listiche. Il decreto -
frmato dal dirigente
generale del Dipar-
timento per la Piani-
fcazione Strategica
dellassessorato alla
Salute, Salvatore
Sammartano - preve-
de lavvio dal pros-
simo uno novembre.
Esami di laborato-
rio, radiografe, le
visite specialistiche
dovranno essere pre-
scritte dal medico di
base esclusivamen-
te per via telemati-
ca. Un obbligo che
era gi scattato poco
meno di un anno fa
per quanto riguarda-
va i farmaci e che in
undici mesi ha pro-
dotto risultati in ter-
mini di contenimento
dei costi. La ricetta
medica del Servizio
Sanitario Nazionale
italiano un docu-
mento rilasciato da
un medico dipen-
dente del Servizio
Sanitario Nazionale
o convenzionato con
esso, necessario per
l'acquisto di farma-
ci ai sensi di legge.
I soggetti autorizzati
al rilascio sono: me-
dici di famiglia, pe-
diatri di libera scelta,
medico continuit
assistenziale, medici
delle aziende ospeda-
liere, medici di strut-
ture sanitarie di dirit-
to privato accreditate
con il Sistema Sanita-
rio Regionale, medici
specialisti ambulato-
riali, medico di guar-
dia medica). Tale atto
amministrativo per-
mette alle farmacie
di erogare i farmaci
a totale o parziale
carico del Servizio
Sanitario Nazionale
nei limiti previsti dai
livelli di assistenza e
dalla classifcazione
dei farmaci stessi. La
ricetta medica altre-
s utilizzata per la ri-
chiesta di prestazioni
specialistiche o dia-
gnostiche sia in strut-
ture pubbliche che
private, queste ultime
solo se accreditate.
Il nuovo disciplina-
re tecnico che regola
le caratteristiche dei
nuovi ricettari e le
nuove ricette a lettu-
ra ottica entrato in
vigore il 1 gennaio
2005.
Il ricettario per-
sonale, dunque non
cedibile ad altri me-
dici, e pu essere
utilizzato solo per la
prescrizione di far-
maci o accertamenti
diagnostici durante
l'esercizio dellattivi-
t di "medico pubbli-
co"; nell'eventualit
che il professionista
eserciti anche attivit
privata (intra- od ex-
tra-moenia) non pu
utilizzare le ricette a
carico del Servizio
Sanitario Nazionale.
In questo caso utiliz-
zer esclusivamente
la cosiddetta ricetta
bianca. prevista la
possibilit di sosti-
tuzione di un medi-
cinale prescritto dal
medico quando esista
in commercio un cor-
rispondente generico.
In questi casi, viene
preso come prezzo di
riferimento del rim-
borso al farmacista
il prezzo minimo del
generico disponibile
nel ciclo distributivo
regionale. Il farma-
cista pu sostituire
il farmaco prescritto
dal medico con l'e-
quivalente generico
a prezzo pi basso, a
condizione che il me-
dico non abbia esclu-
so esplicitamente tale
diritto.
Ortigia: Eventi in agenda allarena
Maniace fra l8 ed il 9 settembre
Luned 8 settembre 2014, allarena
Maniace, Lune di Donna Manuela
Atria feat. Strange live set Appunta-
mento da non mancare, anche questa
sera @Arena Maniace, per la rasse-
gna Lune di Donna sul palco Ma-
nuela Atria, accompagnata dalla sua
Band Strange. La Band caratteriz-
zata dalle tipiche sonorit dell'Alter-
native Rock statunitense ed ispirata
dalle produzioni dei Garbage che
sono contenute all'interno del reper-
torio, proporr una serata all'inse-
gna di un Rock gradevole, dove non
mancheranno brani icone del rock
che va dagli anni 70 a quello con-
temporaneo. Manuela Atria (Voce),
Giovanni Favuzza (Chitarra), Sal-
vatore Messina (Batteria) Antoni-
no Tarascio - (Basso). A seguire da
mezzanotte circa, il dj set. Ingresso
gratuito. Marted 09 settembre 2014
Clis live set. A seguire da mezza-
notte circa, il dj set. Ingresso gratuito
anche in questultimo caso. Il castel-
lo Maniace, il sito contiguo allarena,
uno dei pi importanti monumenti
del periodo svevo a Siracusa e uno
tra i pi bei castelli federiciani. Nel
sito in cui sorge il castello dovettero
quasi certamente esistere delle forti-
fcazioni sin dai tempi dei Greci in
quanto strategicamente importante
per la difesa del Porto Grande.
rIFLessIonI
Una vicenda
che appare
oggettivamente
incomprensibile
nei termini
e nei contenuti
Da Santino Romano,
coordinatore del circolo
di Sinistra, Ecologia e Li-
bert Antonio Gramsci
di Siracusa, riceviamo
e pubblichiamo quan-
to segue. La revoca
dellincarico della dott.
ssa Basile a Soprinten-
dente di Siracusa a Beni
Culturali atto oggettiva-
mente incomprensibile e
appare in questo momento
potenzialmente estrema-
mente nocivo per la tutela
del patrimonio dei beni
culturali e paesaggistici.
Desta apprensione il prov-
vedimento di revoca che,
singolarmente, interviene
in un momento molto
delicato per la salvaguar-
dia dei beni culturali di
Siracusa, messa in discus-
sione come dimostrano,
ad esempio, i ricorsi
avverso il decreto della
Perimetrazione del Parco
Archeologico di Siracusa.
Non appare condivisibile,
per altro, anche la fret-
tolosit delladozione e
della esecuzione di tale
atto di revoca, brutale
nelle modalit con cui
stata reso operativo nei
confronti di una seria
professionista universal-
mente stimata. E il caso
di ricordare che principale
dovere dellAssessorato
tutelare e proteggere il
proprio patrimonio cul-
turale e chi lo ha difeso
con rigore, e perci appare
quanto meno non oppor-
tuno un atto che suona
di gradimento e soddi-
sfazione a coloro che
vorrebbero il sacrifcio
della tutela del patrimo-
nio culturale a vantaggio
di interessi speculativi.
Cos si esprime Santino
Romano, coordinatore del
circolo di Sinistra, Eco-
logia e Libert Antonio
Gramsci di Siracusa a
proposito della rimozione
della dottoressa Beatrice
Basile dei vertici della
Soprintendenza ai beni
culturali ed Ambientali
di Siracusa nel testo della
sua lettera aperta sul tema.
La Capitaneria di Porto,
Compamare Siracusa ren-
de noto che, sulla Gazzetta
Uffciale della Repubblica
Italiana, quarta serie spe-
ciale numero 67 stato
pubblicato il bando di con-
corso per il reclutamento
di 1748 volontari di truppa
in ferma prefssata di 1
anno (Vfp1).
I posti sono cos suddivi-
si: 500 per il corpo degli
equipaggi militari maritti-
mi (Cemm) e 1248 per il
corpo delle Capitanerie di
Porto suddivisi in 4 distinti
incorporamenti.
I candidati, con unet
compresa tra i 18 e i 25
anni, possono esprimere
nella domanda il gradi-
mento per lassegnazione
al corpo degli equipaggi
militari marittimi o alle
Capitanerie di Porto; la
stessa potr essere inviata
a decorrere dal 23 settem-
bre e fno al 22 ottobre.
Tra le novit mggiormente
salienti, rispetto al bando
precedentemente emanato
dal Ministero della Difesa,
si segnala la possibilit
di esprimere, tra i posti a
disposizione per il corpo
In foto, nave Andrea Doria nel golfo di Aden.
Bandi: un nuovo concorso
nella Marina Militare
Reclutamento di 1748 volontari di truppa
in ferma prefssata per la durata di un anno: VFP1
A DARNE NOTIZIA LA CAPITANERIA DI PORTO - COMPAMARE SIRACUSA
degli equipaggi militari
marittimi corpo degli equi-
paggi militari marittimi, il
gradimento ad uno dei set-
tori di impiego delle forze
speciali (incursori) e delle
componenti specialistiche
(palombari, sommergibili,
componenti aeromobili).
I vincitori che saranno
assegnati a questi specifci
settori di impiego, infatti,
effettueranno un corso di
formazione ad hoc il cui
superamento rappresen-
ter titolo di merito per la
partecipazione al concorso
per Vfp4 (volontari di
truppa in ferma prefssa-
ta di 1 anno) e, qualora
superato, acquisiranno la
rispettiva categoria/spe-
cialit durante limpiego
da volontari di truppa in
ferma prefssata di 1 anno.
Epossibile, ad ogni modo,
reperire il bando di con-
corso con tutte le infor-
mazioni inerenti requisiti
e modalit di reclutamento
sul sito http://www.mari-
na.difesa.it alla sezione
dedicata Arruolamento
e Concorsi.
La Capitaneria coglie,
inoltre, loccasione per
anticipare che, prevedi-
bilmente entro il pros-
simo mese di dicembre,
sar bandito un concorso
a nomina diretta, per
titoli ed esami, per il re-
clutamento di Uffciali in
servizio permanente nel
ruolo normale del Corpo
delle Capitanerie di Porto.
Anche in questo caso, la
novit saliente rappre-
sentata dal fatto che una
quota dei posti a concorso
verr riservata ai giovani
in possesso del titolo
professionale di Primo
Uffciale di macchina su
navi con apparato motore
principale pari o superio-
re a 3000 kilowatt (gi
Capitano di macchina)
da impiegare sulle nuove
unit navali del Corpo.
VITA DI QUARTIERI 10 Sicilia 6 SETTEMBRE 2014, SABATO
L'INGRESSO AD ENTRAMBI GLI APPUNTAMENTI DEDICATI ALLINTRATTENIMENTO E GRATUITO
Salute: per esami e visite
richieste telematiche
Dal primo
novembre
formato
esclusivamente
digitale
per tali
prescrizioni
mediche
In foto, una ricetta
medica Tipo.
Neapolis: Al De Filippis
la nuova caserma dei CC?
Ingresso dellidroscalo De Filippis.
La nuova caserma dei carabinieri allinterno
dellarea dellAeronautica militare di via Elo-
rina. Sarebbe lorientamento del ministro della
Difesa, Roberta Pinotti nellambito di un pi
ampio programma di utilizzo delle caserme
italiane dismesse. Per alcune grandi citt il
programma gi operativo: Milano, Torino e
Roma, secondo quanto spiegato dal quotidiano
La Repubblica, si sono riprese immobili
inutilizzati dalla forze armate, per un totale di
13 complessi militari, che diventeranno entro
un anno edifci ad uso civile, mentre laccordo
con Firenze ancora precedente. Diverse,
invece, le prospettive per larea del 34esimo
Gruppo Radar di via Elorina. Si tratterebbe
anche in questo caso di unoperazione di
spendig review, ma rimarrebbe nellambito
militare. Il comando provinciale dei carabi-
nieri , infatti, ancora ospitato nelledifcio
di viale Tica in afftto, con un costo annuo a
carico della pubblica amministrazione di 400
mila euro. Tra le ipotesi al vaglio ci sarebbe
quella di costruire la nuova caserma in unarea
privata del capoluogo. Mancherebbe, tuttavia,
ancora il necessario fnanziamento e anche
dal punto di vista progettuale liter sarebbe
tuttaltro che in stato avanzato. Per costruire la
nuova caserma servirebbero almeno 7 milioni
di euro. Larea dellAeronautica di via Elo-
rina sarebbe sovradimensionata rispetto alle
attuali esigenze del gruppo radar. Lidea del
ministero sarebbe, dunque, quella di crearvi
allinterno una sorta di cittadella militare. Il
vantaggio non sarebbe anche logistico, pure
in virt della posizione strategica sul mare. I
posti letto attualmente non utilizzati, infne,
sarebbero un centinaio. La vicenda approdata
lanno scorso anche in Parlamento. L'Arma
dei Carabinieri una delle quattro forze
armate italiane, con collocazione autonoma
nell'ambito del Ministero della Difesa, nonch
corpo di gendarmeria, avente anche funzioni
di polizia. L'attuale comandante generale il
Generale di corpo d'armata Leonardo Galli-
telli. In caso di emergenza, per contattare il
corpo, suffciente comporre su un qualsiasi
telefono cellulare o telefono fsso il numero
112 (senza alcun costo). L'Arma dei Carabinie-
ri divisa in tre grandi parti: l'organizzazione
territoriale, i reparti mobili e specializzati,
le scuole addestrative e di formazione. In
aggiunta sono presenti dei reparti autonomi
con compiti particolari. I distintivi mostrati per
guida mezzi veloci e moto non sono ammessi
nell'Arma dei Carabinieri.
6 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 11 VITA DI QUARTIERI
LosserVatorIo
La Camera di commercio
sar accorpata da Catania
Sempre assente la politica. Assente anche il presidente catanese
Ivan Lo Bello. E un pezzo dopo l'altro Siracusa va in frantumi
Una rivoluzone in vista anche per la sede territoriale di Confndustria
di Salvatore Maiorca
Un pezzo dopo laltro
Siracusa va in frantumi.
I prossimi pezzi da
perdere sono le sedi di
Camera di commercio
e Confndustria. Con
modalit e tempi di-
versi. Ma la strada
ormai tracciata: sono
due pezzi dei quali il
taglio gi deciso; e
sono un pezzo nel set-
tore pubblico (Camera
di commercio) e laltro
nel privato.
Cominciamo dal pub-
blico. La Camera di
commercio di Siracusa
verr accorpata con
quella di Catania. Di-
ciamo meglio: la Ca-
mera di Siracusa verr
assorbita da quella di
Catania.
Beninteso, il territorio
non perde servizi: uno
sportello per luten-
za rimarr; sia per la
Camera di commercio
tere decisionale. Il
che ha certamente un
peso e un signifcato
mera di commercio. E
non per quel che in ge-
nere valga la istituzione
camerale. Bens per
quel che vale ormai la
Camera di commercio
di Siracusa: zero. Gra-
zie a questo presidente:
lormai famoso Ivan
Lo Bello, il quale ha
interessi in varie parti
dItalia tranne che a
Siracusa. Dove per
continua a tenersi stret-
ta la poltrona camerale:
duemila e 50 euro al
mese e un po di potere
senza far nulla fanno
ben comodo! E questo
il solo interesse che ha
a Siracusa il presidente
Lo Bello.
Il provvedimento per
le Camere di com-
mercio era nellaria
da tempo. Ma ora si fa
concreto. Si tratta di
un accorpamento, per
cos dire, innaturale.
Sarebbe stato naturale
invece accorpare le Ca-
mere minori (Ragusa e
Siracusa, per esempio)
salvo poi a regolarne
la governance in ma-
teria da salvaguardare
entrambi i territori di
rispettiva competenza.
Lesempio viene dal
sindacato. Cisl e Uil
hanno cominciato a
rivedere le rispetti-
ve strutturazioni sul
territorio. La Cisl ha
accorpato le strutture
territoriali di Siracusa
e Ragusa. La Uil quelle
di Siracusa, Ragusa
e Gela, seguendo il
criterio delle affnit
industriali del territo-
rio. E sono spese che
si risparmiano.
La Camera di com-
mercio di Siracusa
verr invece fagocitata
che per Confndustria.
Il territorio perde per
rappresentanza e po-
per Confndustria. E
invece assolutamente
irrilevante per la Ca-
Sarebbe stato pi naturale l'accorpamento
con Ragusa. Dalla unione di due strutture
piccole pi effcienza con risparmio di risorse
da quella di Catania.
Daltra parte cosa ci si
poteva aspettare? Qui
abbiamo una classe
politica assolutamente
e permanentemente
assente dai problemi
del territorio. Per di pi
il caso Camera di com-
mercio ha una sua pecu-
liare connotazione. Ha
un presidente (lormai
famoso Ivan Lo Bello)
che a Siracusa nato ma
Siracusa fuori dagl'investimenti
decisi dal Governo per le Ferrovie
Siracusa rimane ta-
gliata fuori dai nuovi
investimenti per le fer-
rovie previsti dal de-
creto Sblocca Italia.
Lo denuncia Liliana
Gissara, componente
del Consiglio naziona-
le di Italia nostra.
Esattamente come
avevo scritto sul no-
stro Bollettino numero
479, pag.23, - sotto-
linea la professoressa
Gissara il decreto
Sblocca Italia preve-
de investimenti per le
ferrovie in Sicilia; ma
soltanto sul triangolo
Catania-Messina-Pa-
lermo. Per tutto il resto
della rete non azzar-
dato prevedere tagli e
dismissioni di tratte,
in dispregio della met
dei siciliani e dei due
terzi del territorio de-
stinato a modalit di
trasporto pi scomode
ed inquinanti. Non di-
mentichiamo infatti la
carente viabilit della
Sicilia che non conta:
strade interrotte, allun-
gamento dei percorsi, e
cos via.
IsoLatI Il nostro territorio ancora una volta escluso dal resto d'Italia
cordare la pervicacia
della Regione nel voler
mantenere in vita que-
sto ineffciente quanto
dispendioso e, pi in
generale, dannoso Cas
(Consorzio autostrade
siciliane). Come non
possiamo non ricor-
dare laltra pervicacia
della Regione nel non
voler frmare il con-
tratto di servizio con
Trenitalia ed Rf (Rete
ferroviaria italiana). E
senza questo contratto
non c n mai ci sar
un investimento sulle
borboniche ferrovie si-
ciliane.
Vedremo cosa usci-
r, prima o poi, dal
cappello a cilindro
del mago Renzi e dal
Aggiungiamo, a pro-
posito di viabilit di-
sastrata, le ripetute ma
vane denunce per il
cronico dissesto della
cosiddetta autostrada
Siracusa-Rosolini. E
non possiamo non ri-
suo decreto Sblocca
Italia. Ma una cosa
intanto certa: per
Siracusa non ci sar
nulla. Daltra parte
fn troppo chiaro che
glinvestimenti previ-
sti riguarderanno sol-
tanto il triangolo Cata-
nia-Messina-Palermo.
Come sempre.
Pu anche non stupire
che il governo naziona-
le dimentichi Siracusa,
questo estremo lem-
bo a sud dItalia. Ma
la politica di questo
territorio dov? E il
sindacato dov? Tutti
assenti. Tutti zitti. Tutti
obbedienti. Salvo poi a
levare il grido di do-
lore (peraltro inutile
a quel punto) quando
si perdono posti di la-
voro. Come se ferrovia
non signifcasse infra-
struttura sul territorio,
e questo non signif-
casse a sua volta svi-
luppo e, quindi, posti
di lavoro.
Una domanda allo-
ra simpone: perch?
Perch tanta indiffe-
Le risorse limitate al triangolo Catania-Messina-Palermo
diventato catanese. A
Catania ha la famiglia.
ACatania ha glinteres-
si. Almeno alcuni. Altri
hanno sedi pi lontane
e diverse. Non parlia-
mo poi del segretario
generale e dei vari or-
gani camerali: pletorici
e dispendiosi. Oltre che
inutili. Come inutile,
assolutamente inutile,
diventata ormai la
Camera di commercio
di Siracusa.
Del resto lo sfoltimento
delle Camere di com-
mercio era abbondan-
temente previsto. Quel
che invece non era
prevedibile linnatu-
rale accorpamento con
Catania: invece di una
unione tra piccoli, per
dar vita a una nuova
forza, ha prevalso il
criterio del pesce gros-
so che mangia quello
minuto. Tanto pi in
questo caso in cui la
Camera di commercio
di Siracusa ha un pre-
sidente catanese. Che
ci potevamo aspettare?
Del resto le Camere
di commercio in Italia
hanno ormai perso
ogni funzione di uti-
lit pubblica. Dopo la
nascita di tante strut-
ture specialistiche di
settore le Camere si
sono ormai svuotate
di contenuti concreti.
Sopravvive ancora il
Rec (il Registro degli
esercizi commerciali);
ma potrebbe benissimo
essere assorbito dai
Comuni. Sopravvi-
vono le commissioni
provinciali per il com-
mercio e per lartigia-
nato; ma esercitano
funzioni previdenziali
che potrebbero benis-
simo essere assorbite
dallInps e invece co-
stituiscono passaggi
procedurali intermedi
che si concretizzano in
complicazioni inutili,
anzi dannose, laddove
potrebbero invece es-
ser saltati a pie pari.
Per non parlare dei
costi di queste commis-
sioni: spese alte quanto
inutili.
Sopravvive la parte-
cipazione a mostre
nazionali e internazio-
nali; ma anche questa,
per cos dire, funzione,
potrebbe essere eser-
citata da altre strutture
regionali e territoriali.
Nellambito camerale
questa partecipazione
si risolve soltanto in
una vacanza pagata per
il segretario generale e
chi gli particolarmen-
te vicino. E lelenco
potrebbe ancora conti-
nuare.
Ben altro problema
invece quello del per-
sonale e del patrimonio.
E infatti prevedibile,
anzi previsto, che su
Siracusa rimanga sol-
tanto, almeno per ora,
uno sportello camerale.
Ma basteranno pochi
addetti per gestirlo. E
gli altri dipendenti?
Con ogni probabilit
alcuni verranno avviati
al pensionamento, gli
altri trasferiti a Cata-
nia. In ogni caso tutti
sanno chi ringraziare:
la politica e il presi-
dente camerale Ivan
Lo Bello.
Capitolo patrimonio.
Che succeder di quel
gran palazzo di Ortigia,
che si affaccia sul
Porto Grande ed
stato appena restaurato
sontuosamente con un
dispendioso interven-
to che durato anni
e anni? In che mani
fnir? Le medesime
domande si pongono
per i locali di piazza
Adda, inutilizzati dal-
la Camera che peral-
tro ne proprietaria.
Qualcuno comincer
a pensarci? Oppure,
come sempre, dovremo
arrivare impreparati
allora X?
Altro discorso quello
che riguarda Confn-
dustria Siracusa. Que-
sta unassociazione
privata, pi specifca-
mente unassociazio-
ne di imprenditori. I
cambiamenti son fatti
loro: deglimprenditori
e della loro associazio-
ne. Quel che fnora
Un pezzo dopo l'altro Siracusa va in fran-
tumi. Ancora nessuna indicazione nemme-
no per il riutilizzo dell'edifcio sede storica
in Ortigia. Mistero anche per gli altri im-
mobili di propriet della Camera
certo che resteranno
operative le sedi di
Confindustria Sicilia
(regionale), Confin-
dustria Palermo, che
forse accorper Trapa-
ni, e la neo-costituita
Confindustria Sicilia
centro. E certo pure
che Siracusa fnir con
Catania. E comunque
probabile che in questo
caso si tratti, pi che
altro, di una sforbiciata
agli organi di rappre-
sentanza: presidenti,
vicepresidenti, consi-
gli, e via discorrendo.
Gli uffici territoriali
rimarranno comunque.
Magari con organici
sfoltiti. Ma si tratta di
pochi addetti che po-
tranno esser coinvolti,
e comunque attraverso
prepensionamenti e
simili strumenti.
In defnitiva si continua
a tagliare. Daltra parte
che ci si pu aspettare
in una citt che ha gi
perso la ferrovia, la
fliale della Banca dI-
talia, larea direzionale
del Banco di Sicilia e
altro ancora?
Intanto, come sempre,
a parte qualche sparuta
interrogazione parla-
mentare, senza alcun
effetto concreto peral-
tro, la politica tace. E
chi decide taglia.
renza della classe poli-
tica e, a questo punto,
anche della classe sin-
dacale? Per incapacit
di capire i problemi
del territorio, che poi
sono problemi di svi-
luppo e di posti lavo-
ro? O per impegno in
vicende per loro pi
redditizie? E ancora:
ma che ci pu essere
di pi importante della
infrastrutturazione del
territorio e delle con-
seguenti opportunit di
sviluppo e lavoro?
Allora siamo al bivio:
o abbiamo una classe
politica e una classe
sindacale incapaci o
i rispettivi esponenti
sono in altre faccen-
de affaccendati. Quali
faccende non sta a noi
scoprire.
Emblematica, per pas-
sare ad un altro ca-
pitolo delle vicenda
infrastrutture, rima-
nendo peraltro in am-
bito ferroviario, il
capitolo del porto di
Augusta privo di colle-
gamento con la ferro-
via. Domanda: mai
possibile che un por-
to commerciale, del
quale tutti declamano
limportanza, ma sen-
za andare oltre, non
abbia un collegamento
ferroviario? Tanto pi
in un caso come quello
del porto commerciale
di Augusta, che la fer-
rovia e la stazione ce
lha accanto. Ma sen-
za un pezzo di binario
per il collegamento.
E la movimentazione
via terra dei container
che arrivano via mare
come dovrebbe avve-
nire con i camion? con
gli autotreni? Ma con
quali costi? E soprat-
tutto con quali rischi?
Daltra parte un colle-
gamento diretto con la
ferrovia manca anche
allaeroporto di Ca-
tania Fontanarossa, il
quale pure ha ferrovia
e stazione l acanto.
Perch dovremmo stu-
pirci che questo col-
legamento manchi al
porto di Augusta.
Altrettanto emblemati-
ca la vicenda vagoni
letto. Uno deragliato
in manovra tra sca-
lo merci Pantanelli e
stazione centrale. Le-
pisodio accaduto da
mesi. Ma fnora non se
n saputo alcunch.
Per quali reconditi mo-
tivi? E la sicurezza chi
la garantisce?
E ancora: tutti i vagoni
letto della tratta Sira-
cusa-Roma viaggiano
perennemente spor-
chi. E alle proteste dei
viaggiatori il personale
addetto si permette di
rispondere: Vi diamo
quel che vi meritate.
Non fnita. Passato
ormai agosto si rico-
mincia a parlare di
soppressione della
linea ferroviaria Si-
racusa-Ragusa-Gela.
Alla faccia dei progetti
di ammodernamento
che lon. Bono aveva
sbandierato ai tempi in
cui era in auge.
E non fnita ancora.
Si riparla anche di sop-
pressione del traghet-
tamento sullo Stretto
di Messina. Questa
della soppressione del
traghettamento una
decisione che Treni-
talia ha gi preso, ma
che ancora tiene sotto
coperta. Ora se ne ri-
parla. Prima o poi acca-
dr. Pi prima che poi.
E quando sar accadu-
to si leveranno i soliti
cori inutili quanto tar-
divi. Ma ogni discorso
rimarr inutile fno a
quando questa classe
politica e questa classe
sindacale non saranno
riuscite a capire che i
trasporti sono essen-
ziali per lo sviluppo. E
sviluppo signifca posti
di lavoro. Ma per far
funzionare i trasporti
occorrono le reti tra-
sportistiche. E inutile
rivendicare sviluppo e
lavoro se non si riesce
a pensare ai presup-
posti che determinano
sviluppo e lavoro.
Siamo sempre l: la
gente dovr capire che
deve cambiare clas-
se dirigente (politica
o sindacale che sia).
Senza questo cambia-
mento (sostanziale pe-
raltro, non soltanto di
nomi e facciata) non
avremo mai n svilup-
po n lavoro.
s.m.
ATTUALIT 12 Sicilia 6 SETTEMBRE 2014, VENERD 6 SETTEMBRE 2014, VENERD Sicilia 13 ATTUALIT
La sede camerale di Ragusa
La Camera di commercio di Catania
La stazione centrale e lo scalo merci Pantanelli. La prima rinnovata
da poco, l'altro di costruzione recente. Entrambi ormai in abbandono
La Camera di commercio aretusea
6 SETTEMBRE 2014, SABATO Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Si chiami Gymnica
come lanno scorso
o Citt di Scordia
come questanno,
la realt che la
sbarazzina compa-
gine affdata alle
cure di Natale Sera-
fno, resta una mina
vagante diffcile da
disinnescare e un
avversario da pren-
dere con le pinze
per la sua perico-
losit. Protagonista
lanno scorso di
uno splendido cam-
pionato, e operando
a partire da luglio
su unossatura di
squadra gi collau-
data, si presenta
questanno ai nastri
di partenza note-
volmente rafforza-
ta specialmente in
difesa, grazie agli
arrivi del portiere
Bill, uno dei mi-
gliori guardiapali
della categoria, e di
Diop, autore lanno
scorso di un buon
campionato proprio
col Siracusa. Pi
mobile il centro-
campo con larrivo
di Bertolo e sempre
pericoloso lattac-
co con il bomber
Bellino e il veloce
Ousmane, sostenuti
da un Marziale che
oltre a farsi notare
in fase costruttiva
sa alloccorrenza
proporsi come re-
alizzatore special-
mente dalla distan-
za, grazie al buon
tiro di cui dispone.
Immutati gli sche-
mi di gioco rispetto
allo scorso anno,
con una difesa che
ha nellanticipo
la dote migliore,
con un centrocam-
po che assicura un
buon fltro sia in
fase di difesa che di
rilancio, con Zum-
bo che detta i tempi
di una manovra che
si snoda sorniona
e allapparenza un
tantino prolissa,
fno allimprovvi-
so lancio per gli
avanti, il tutto in
due, massimo tre
passaggi che il pi
delle volte riesce a
sorprendere le di-
fese avversarie per
la rapidit di esecu-
zione.
Sul piano dellin-
tesa fra singoli e
reparti lo Scordia,
pur essendo reduce
dalleliminazione
in Coppa col San
Pio X, almeno
sulla carta, si lascia
preferire in sede di
pronostico rispet-
to ad un Siracusa
largamente rin-
novato e legger-
mente in ritardo di
preparazione, che
per dispone della
stella Mascara,
in grado da solo di
imprimere alla gara
lindirizzo voluto
da Beppe Anastasi
specialmente se gli
sar concesso di re-
citare un ruolo alla
Pirlo, non troppo
indietro come col
Rosolini, ma una
decina di metri pi
avanti. Ci sono co-
munque tutte le
premesse per una
bella gara, tirata
dal primo allulti-
mo minuto, con i
rossobl pronti ad
approfttare del mi-
nimo errore degli
avversari e con il
Siracusa che ha un
solo obiettivo che
quello della vit-
toria.Sia per inca-
merare i primi tre
punti della stagio-
ne che per esorciz-
zare quella che per
i precedenti dello
scorso campionato
(2-3 tanto allanda-
ta quanto al ritorno
) si segnala come
la bestia nera degli
azzurri chiamati
subito a dimostrare
che rispetto al re-
cente passato sono
unaltra cosa.
Armando Galea
Per gli azzurri
esordio
in salita
In foto,una formazione dello Scordia
Con lo Scordia bestia nera.
Ma il nuovo Siracusa ha tutti i numeri
per invertire la rotta
L'Albatro di mister Vince torna sul mercato
In foto, Vinci e Dedovic
Apochi giorni dallavvio del massimo cam-
pionato di serie A di pallamano, lAlbatro
Siracusa di patron Laudani, torna sul mer-
cato, per trovare un terzino da affancare al
forte serbo Dinko Dedovic. Ancora qualche
ritardo nel recupero dellItalo argento Lu-
ciano Brancaforte che non potr scendere in
campo al PalaLoBello per la prima di cam-
pionato prevista per il 20 settembre contro i
laziali del Gaeta. Il girone C degli aretusei
composto da Alcamo, Benevento, Conver-
sano, Dorica, Fondi, Geoter Gaeta, Lazio,
Junior Fasano Purtroppo ha commentato
mister Vinci- i tempi di recupero di Luciano,
sono stati pi lunghi di quello che pensava-
mo. Abbiamo una settimana, per trovare un
In pieno fermento il mercato della 7Scogli,
impegnata a posizionare gli ultimi tasselli
in vista del primo campionato di A2 della
propria storia. La societ aretusea comu-
nica che, contrariamente a quanto annun-
ciato precedentemente, l'accordo con il
giocatore Raffaele Cusmano non stato
raggiunto per alcune diffcolt subentrate
successivamente al precedente annuncio.
Inoltre, anche Simone Onida non far pi
parte del nostro organico. Onida stato
uno dei protagonisti del gruppo che lo
scorso anno ha conquistato una storica
promozione in A2.
Ma per la 7Scogli c' anche una ricon-
ferma. Infatti stato raggiunto l'accordo
anche per la prossima stagione con il
veterano Renzo Puglisi che ancora per un
altro anno vestir i colori bianco blu.
Altro colpo di mercato
per la 7 Scogli,
arriva Cusmano
valido giocatore daffancare a Dedovic e,
successivamente anche a Brancaforte. Ab-
biamo avuto in questi giorni alcuni contati
e, stiamo valutando la situazione. Con il
recupero di Di Stefano abbiamo una squa-
dra che sicuramente dir la sua in questo
campionato. Abbiamo tanto entusiasmo e
sappiamo che il camino sar in salita. Se
non riusciamo a concludere lacquisto in
questa settimana, partiremo con questa
rosa che non ha niente da invidiare a nessu-
no. Abbiamo fatto una buona preparazione
atletica, purtroppo non siamo riusciti a fare
nessuna amichevole per la distanza delle
squadre alla nostra portata.
Salvatore Cavallaro
Lincessante attivit di con-
trollo delle aree rurali della
giurisdizione della Compagnia
Carabinieri di Vittoria continua
a dare i suoi frutti, ponendosi
quale obiettivo precipuo quello
di garantire maggiore sicurez-
za e di conseguenza serenit ai
residenti in quelle zone. Nella
serata di gioved, infatti, i mi-
litari della Stazione Carabinieri
di Acate, insospettiti dalla pre-
senza di un impianto di tritura-
zione plastica in un fondo agri-
colo situato in contrada Dirillo
Riverbero, hanno effettuato un
controllo per verifcare che il
Si comincia a met agosto,
raccogliendo lo Chardon-
nay nella tenuta di Ulmo,
a Sambuca di Sicilia, e il
Moscato sulle colline di
contrada Buonivini, a Noto,
e si fnir solo a novembre,
quando arriver il tempo
per i grappoli di Carricante
e Nerello Mascalese che
stanno maturando a Sciara
Nuova, all'ombra dell'Etna:
novanta giorni di entusia-
smanti fatiche, fanno s che
la vendemmia in casa Pla-
neta sia una delle pi lun-
ghe, in Sicilia. E in questo
intenso percorso, che ogni
anno non manca di riservare
sorprese, tra i profumi e
i colori delle 26 diverse
variet che danno vita a
22 etichette, Planeta vuole,
come sempre, coinvolgere
in prima persona gli appas-
sionati del vino. Attraverso
gli appuntamenti di Vivere
Vendemmia, Planeta invita
il pubblico a scoprire dove
e come nascono i migliori
vini dell'Isola: attraversare
i territori che ospitano le
cantine dell'azienda, vuol
dire infatti sperimentare un
viaggio in Sicilia, declinato
nel segno del vino e tutto
alla scoperta di un vasto pa-
trimonio di storie agricole,
sapienti tradizioni e ricchis-
sima biodiversit. Dopo
l'appuntamento della scorsa
settimana a Ulmo (Sambuca
di Sicilia, Agrigento), la
prossima tappa di "Vivere
Vendemmia" 2014 sar
nella cantina di Buonivini
(Noto, Siracusa), dal 9 al
13 settembre. Ogni evento
pensato come un'occasione
per gli appassionati del vino,
gli amanti della natura e del
territorio, i turisti in visita
in Sicilia, per scoprire da
vicino il percorso di ogni
grappolo d'uva dal vigneto
Cronaca:
denunciato dai
CC per furto
di elettricit
VITTORIA: LUOMO GESTIVA UN IMPIANTO DI TRITURAZIONE CLANDESTINO"
In foto, Giovanni Marceca.
Noto: vivere la vendemmia En plen air
UNOPPORTUNIT DI PARTECIPE ALLA PRODUZIONE DEI VINI DEL SUDEST SICILIANO
proprietario dellappezzamen-
to avesse le necessarie auto-
rizzazioni allo smaltimento e
al trasporto di plastica. Oltre a
non avere quanto richiesto, il
coltivatore Marceca Giovanni,
56enne, vittoriese, pi volte de-
nunciato dalle Forze dellOrdi-
ne, per far funzionare limpian-
to, aveva realizzato un allaccio
abusivo mediante estensione di
un cavo ad un palo della rete
elettrica Enel, con un salvavita
collegato in maniera grossola-
na. Tanto bastato per confer-
mare i sospetti dei militari che,
dopo lintervento dei verifcato-
ri Enel che hanno messo in si-
curezza larea, hanno arrestato
il Marceca per furto aggrava-
to di energia elettrica e hanno
sequestrato il cavo abusivo. Il
soggetto, pi volte denuncia-
to dalle Forze dellOrdine, al
termine delle formalit di rito,
stato condotto presso la sua
abitazione di Vittoria e sottopo-
sto agli arresti domiciliari, a di-
sposizione dellAutorit Giudi-
ziaria di Ragusa. Sono in corso
accertamenti da parte dellArma
di Acate per verifcare lentit
del furto, nonch la posizione
dellarrestato circa lattivit il-
lecita di gestione di rifuti peri-
colosi e speciali. Quali sono le
pene che si rischiano con il furto
di energia elettrica? Intanto una
denuncia civile da parte della
societ erogatrice del consumo
- in questo caso Enel - la quale
intima al pagamento immediato
di quanto sottratto illegalmente
negli anni, attraverso un'analisi
storica dei consumi. Civile, ma
anche penale: s perch il furto
di energia elettrica perseguibi-
le come reato, in base all'artico-
lo 624 e 625 del codice penale
come Delitti contro il patrimo-
nio.
ATTUALIT 14 Sicilia 6 SETTEMBRE 2014, SABATO
GIUsePPe bIanCa
Direttore Responsabile
Direzione e Redazione
Uffci amministrativi:
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Fax 0931 60.006 Libertasicilia@gmail.com
Pubblicit diretta: Poligrafca S.r.l.
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Per la pubblicit sono previsti sconti
Editrice e Stampa: Poligrafca S.r.l.
Registrazione Tribunale di Siracusa
n.17 del 27.10.1987
Sicilia
In foto, la vendemmia vissuta en plein air.
alla cantina, attraverso la
partecipazione attiva alla
vendemmia, con una gui-
da Planeta: un'esperienza
animata dallo spirito di
squadra e dall'atmosfera
familiare che sempre con-
traddistinguono questo
lavoro e che si concluder
con la degustazione dei
vini Planeta e una genuina
colazione di campagna con
prodotti tipici del territorio.
Proprio questa vendemmia
speciale per Planeta:
la ventesima, dato che
quest'anno si celebra il
"compleanno" dell'azien-
da. E questa, ancor pi di
altre, sar l'occasione per
condividere i racconti di
una appassionante storia
di vino e ospitalit, che ha
sempre avuto e continua
ad avere come comune
denominatore l'amore per
la Sicilia e l'impegno nel
portare avanti la sua eccel-
lente tradizione enologica.
Di seguito il programma di
Vivere Vendemmia 2014.
Alle 09.00 benvenuto. Alle
9.30 partecipazione alla
vendemmia. Alle 10.30
visita della cantina. Alle
11.00 degustazione infor-
male dei vini. Alle 12.30
Colazione di campagna. Si
consigliano abbigliamento
adeguato e scarpe da gin-
nastica. In caso di avverse
condizioni meteo, levento
verr rimandato. La preno-
tazione obbligatoria: Tel.
+39 0925 1955460 - wine-
tour@planeta.it. Costo 35
euro, bambini da 10 a 16
anni 10 euro. possibile
seguire giorno dopo giorno
la Vendemmia Planeta 2014
attraverso il blog www.
vederevendemmia.com e
i canali social di Planeta
Winery e Planeta Wine-
tour, attraverso l'hashtag
#20Planeta.
SPORT PAGINA 16 6 SETTEMBRE 2014, SABATO
Sicilia
Il Noto calcio, chiede tempi
certi per il "G. Palatucci"
L'U.s.d. Noto
non pu fare
dello stadio
"Palatucci"
I casa netina ritorna Mohammed Saani
attaccante classe 1993
Giovanissimi
Hellenika
al torneo
"Turi Nicolosi"
tra le big
Invito di presti-
gio per la so-
ciet siracusana
dellHellenika.
Domenica 7
settembre,
infatti, i Giova-
nissimi (classe
2000/2001) al-
lenati dal mister
Corrado Modi-
cano, si esibi-
ranno in una
gara dimostra-
tiva sul green
del comunale di
Pedara contro
il Katane Soc-
cer a corollario
del prestigioso
torneo in corso
di svolgimento
nella provincia
di Catania per
la categoria
Allievi ed alla
quali parteci-
pano, tra gli
altri, la Juven-
tus, lAtalanta,
il Napoli ed il
Catania.
Un riconosci-
mento che riem-
pie di orgoglio
lHellenika da
sempre attenta
allo sviluppo
del calcio gio-
vanile. Presenti
in tribuna i
maggiori re-
sponsabili dei
rispettivi Settori
Giovanili dei
Club profes-
sionistici che
partecipano alla
kermesse e che
non mancheran-
no di visionare
i giovani talenti
in campo delle
due societ. Un
altro impor-
tante step per
lHellenika del
tecnico Corrado
Modicano, in
vista del torneo
Regionale di
categoria che
prender il via
il prossimo 21
settembre.
Per una societ
calcistica sono
importanti le
strutture sportive
che sono il teatro
dove si consuma-
no vittorie e gio-
ie, dove in tanti,
supporter e tifosi,
si incontrano per
spingere ed inco-
raggiare i colori
che amano e se-
guono.
Cos lU.s.d.
Noto calcio non
pu fare a meno
dello stadio della
sua citt, il G.
Palatucciche ha
visto tante emo-
zioni consumarsi
sul terreno di gio-
co e nelle tribune.
L Ammi ni st r a-
zione Comunale
ha affermato chia-
ramente la neces-
sit di lavori da
realizzare nello
stadio, soprattutto
per quanto riguar-
da il manto erbo-
so.Importante in
questa fase, con
il campionato alle
porte, la tempi-
stica. "Chiedia-
mo tempi celeri e
certi - dice il Di-
rettore Generale,
Giuseppe Can-
nazza -per quanto
riguarda i lavori
allimpianto spor-
tivo G. Palatuc-
ci.
E necessario po-
ter dire ai nostri
abbonati e tifosi
la data e a parti-
re da quale gara
potranno vedere
giocare e soste-
nere i colori gra-
nata allintero
dello stadio della
citt. Nel profon-
do spirito di col-
laborazione tra
Amministrazione
Comunale e la so-
ciet sportiva del
Noto calcio, per
il bene dei tanti
tifosi e sportivi,
la maggior parte
cittadini di Noto,
giusto essere
chiari e traspa-
renti per quanto
riguarda i lavo-
ri che interesse-
ranno limpianto
sportivo".
Il Noto calcio
comunica inoltre
di aver acquisi-
to le prestazioni
di Mohammed
Saani. Attaccan-
te, classe 1993,
si tratta di un
gradito ritorno:
Saani ha vestito
la maglia nella
prima parte della
scorsa stagione
contribuendo a
suon di gol a fare
guadagnare pun-
ti importanti per
la classifca del
Noto, per poi pas-
sare alla Vibone-
se. Nella carriera
del nuovo acqui-
sto del Noto, due
stagioni tra i pro-
fessionisti, a Gela
e Taranto in Serie
C1. Prima di in-
dossare la maglia
del Noto, Saani
ha trascorso una
stagione a Licata
in Serie D. Lat-
taccante si alle-
na col gruppo da
qualche giorno ed
a disposizione
per le scelte mi-
ster Di Sole.
In foto, Giuseppe
Cannazza
Si chiama Isaac Akuet-
teh, ed un giovane
talento del calcio, cre-
sciuto nel settore gio-
vanile del Milan.
E ora in fn di vita.
Il ragazzo, quindicen-
ne di orgini ghanesi,
stato infatti travolto
da un treno nella gior-
nata di ieri: secondo
le ricostruzioni, stava
attraversando i binari
della stazione di Coda-
rago, nel Comasco, con
le cuffe nelle orecchie.
La musica ha coperto il
Akuetteh,talento del Milan,
travolto da un treno
suono del mezzo in ar-
rivo che non ha potuto
evitarlo.
I soccorsi sono stati im-
mediati e il giovane
stato ricoverato d'urgen-
za in ospedale: i medici
stanno ancora cercando
di salvargli la vita, con-
siderato che le sue con-
dizioni sono gravissime.
In serata, la societ ros-
sonera ha pubblicato
sul proprio sito internet
un messaggio di inco-
raggiamento verso il
15enne: "Isaac, tutto il
Milan ti vicino e tifa
per il tuo gol pi bello,
non mollare!", si legge.
IL RAGAZZO, QUINDICENNE DI ORIGINE GHANESI, GRAVISSIMO
In foto, Akuetteh