Sei sulla pagina 1di 5

Cerca nel sito...

Q
Calcestruzzo ed agenti chimici aggressivi
Categoria: Notizie e approfondimenti tecnologici
Data: 6 dicembre 2013
Nel caso di contenimento primario di aggressivi chimici severi e

indispensabile il ricorso a mezzi di protezione rivestimenti (RC)


opportunamente selezionati


QQ

QQ

Premessa
Nellaffrontare i problemi inerenti il contatto di liquidi aggressivi con strutture di contenimento di natura cementizia e

piuttosto frequente la
mancanza di una precisa informazione sulle effettive modalita

di contatto. Le differenze fra la condizione di contenimento primario e


secondario sono pero

fondamentali: le prestazioni necessarie e le conseguenze economiche che caratterizzano la condizione di


contenimento secondario, rispetto a quella di contenimento primario, non possono essere trascurate.
Le immagini schematizzano le differenti condizioni di esposizione al liquido aggressivo: diretta e
continua nel caso di contenimento primario, accidentale e limitata nel tempo, nel caso di
contenimento secondario.
Nel caso di contatto secondario infatti, la natura accidentale del prevedibile contatto con il liquido
aggressivo ne contempla anche la tempestiva rimozione, rendendo possibile lutilizzo di materiali di
rivestimento e protezione di costo piu

limitato assolutamente improponibili per la condizione di contenimento primario, caratterizzata dal


contatto diretto, continuo e permanente con lagente aggressivo.
Resistenza chimica dei sistemi cementizi
La resistenza chimica del calcestruzzo e dei conglomerati cementizi in genere, altrimenti definita anche
con il termine inerzia chimica, e

direttamente correlabile con la sua densita

ed inversamente correlabile
con la sua porosita

e permeabilita

. Il calcestruzzo della figura 1, e

certamente caratterizzato da valori di


resistenza chimica potenziale sensibilmente inferiori a quelli del calcestruzzo della figura 2, molto piu

compatto.
In ogni caso, il calcestruzzo non e

caratterizzato da resistenze chimiche tali da consentirgli di resistere agli attacchi chimici severi.
Laddizione al calcestruzzo di silica fume (Microsil 90) in ragione non inferiore al peso del cemento, o il ricorso a malte cementizie
specificamente formulate con elevati dosaggi di silica fume (REPAR TIX-HG, REPAR CR, ecc.) consente miglioramenti della resistenza
chimica originaria tali da rendere i conglomerati del tipo indicato, idonei per le condizioni di contenimento secondario, cos

come e

possibile evincere dalla tabella proposta nel paragrafo D.


A solo titolo orientativo la tabella proposta nel paragrafo E, illustra le conseguenze derivanti dal contatto di sostanze aggressive nei
confronti di malte, betoncini e calcestruzzi, elencando i piu

comuni provvedimenti di protezione.


E opportuno considerare che per valutare correttamente lazione di una sostanza aggressiva, sia nei confronti del calcestruzzo che nei
confronti degli eventuali rivestimenti protettivi, e

indispensabile disporre delle seguenti informazioni essenziali:


nome della sostanza e relativo numero CAS
converted by Web2PDFConvert.com
forma di contatto (liquido, solido, gas)
temperatura di contatto
concentrazione della sostanza
tipo di contatto (accidentale o permanente)
composizione di eventuali miscele
Le opere in calcestruzzo, destinate al contatto permanente, con sostanze comportanti attacchi chimici severi, debbono essere
necessariamente protette.
Un documento informativo importante, per la verifica del livello di aggressivita

di una determinata sostanza chimica, nei confronti dei


sistemi cementizi e per orientare la scelta del materiale e del metodo di rivestimento piu

adeguato, e

certamente rappresentato da:


ACI 515.2R-13: Guide to Selecting Protective Treatments for Concrete by ACI Committee 515
La tabella di seguito proposta, da Concrete repair and mantenance (R.S. Means Co. Inc., elaborata sulla base delle informazioni
desumibili da ACI 515.2R-13: Guide to Selecting Protective Treatments for Concrete by ACI Committee 515 fornisce un utile
riferimento di carattere orientativo
(1) = resistenza solo per alcuni solventi; (2) = moderata resistenza ai solventi; (3) = non resistente allacido fluoridrico; (4) = moderata
resistenza agli acidi. ().

Resistenza chimica e norme tecniche vigenti
La norma UNI EN 1504-2: Prodotti e sistemi per la protezione e la riparazione delle strutture di calcestruzzo nella parte 2, Sistemi di
protezione della superficie di calcestruzzo fornisce indicazioni inerenti i metodi di protezione superficiale delle opere e delle strutture in
calcestruzzo.
Per quanto attiene gli attacchi chimici severi, definiti dalla sigla (RC) e dal Principio n. 6 attinente la Resistenza ai prodotti chimici
definisce il rivestimento come trattamento finalizzato ad ottenere uno strato protettivo continuo sulla superficie del calcestruzzo.
La valutazione del rivestimento ed i relativi metodi di prova sono rimandati alla norma UNI EN 13529: Prodotti e sistemi per la
protezione e la riparazione delle strutture di calcestruzzo Resistenza agli attacchi chimici severi.
I metodi di valutazione contemplano un esame visivo, coerente con EN ISO 2812, dopo 30 giorni di esposizione, nonche

, per gli attacchi


chimici piu

severi, la misura della Perdita di durezza (Buchholz o Shore) del rivestimento che non deve superare il 50%, dopo 28 giorni
di esposizione.
Il prospetto A1, di UNI EN 13529, fornisce un elenco dei liquidi di prova considerati che comprende, in larga
misura, le sostanze chimiche piu

frequentemente riscontrabili in ambito urbano ed industriale.


UNI EN 1504-2: Prodotti e sistemi per la protezione e la riparazione delle strutture di calcestruzzo Parte 2:
Sistemi di protezione della superficie di calcestruzzo. UNI EN 13529: Prodotti e sistemi per la protezione e la
riparazione delle strutture di calcestruzzo Resistenza agli attacchi chimici severi.
Microsilicati & resistenza chimica
converted by Web2PDFConvert.com
Attraverso lincremento della densita

, della coesione e dellimpermeabilita

e la contemporanea riduzione della calce libera reattiva, i


conglomerati a base di microsilicati forniscono valori di resistenza chimica significativamente superiori a quella del conglomerato di
riferimento.
Tabella di protezione semplificata
SALI EFFETTI PROTEZIONE
solfato di magnesio e di calcio, cloruro di sodio aggressione molto forte RIVESTIMENTO ANTIACIDO
cloruri, nitrati di sodio, calcio, potassio aggressione armatura IMPREGNAZIONE
cloruro di magnesio, cloruri e nitrati di ferro, alluminio, zinco aggressione forte RIVESTIMENTO ANTIACIDO
solfati di calcio, potassio, magnesio, alluminio, ferro, zinco aggressione forte RIVESTIMENTO ANTIACIDO
carbonati di potassio, calcio, sodio, ecc. inoffensivi IMPREGNAZIONE
silicati di potassio sodio, fluosilicati di potassio, magnesio, zinco, piombo inoffensivi IMPREGNAZIONE

ACIDI & BASI EFFETTI PROTEZIONE
Acido fluoridrico aggressione molto forte MATTONELLE ANTIACIDE
Acido cloridrico aggressione molto forte MATTONELLE ANTIACIDE
Acido nitrico aggressione molto forte MATTONELLE ANTIACIDE
Acido solforico aggressione molto forte MATTONELLE ANTIACIDE
Acido acetico aggressione molto forte RIVESTIMENTO ANTIACIDO
Acido formico aggressione molto forte RIVESTIMENTO ANTIACIDO
Acido lattico aggressione molto forte RIVESTIMENTO ANTIACIDO
Acido carbonico aggressione debole IMPREGNAZIONE + GIUNTI
Acido tannico aggressione forte RIVESTIMENTO ANTIACIDO
Acido urico aggressione debole IMPREGNAZIONE + GIUNTI
Lisciva di soda aggressione debole IMPREGNAZIONE
Acque ammoniacali inoffensive IMPREGNAZIONE

converted by Web2PDFConvert.com
4
News e approfondimenti
precedenti J
News e approfondimenti
successivi
SOSTANZE DIVERSE EFFETTI PROTEZIONE
oli e grassi vegetali ed animali aggressione media IMPREGNAZIONE + GIUNTI
oli e grassi minerali aggressione medioforte IMPREGNAZIONE + GIUNTI
benzina, cherosene e simili inoffensivi IMPREGNAZIONE + GIUNTI
gasolio aggressione lenta IMPREGNAZIONE + GIUNTI
oli di catrame, carbonfossile aggressione molto forte RIVESTIMENTO ANTIACIDO
acque dolci aggressione lenta IMPREGNAZIONE
Riflessioni & considerazioni
Il calcestruzzo e

un materiale essenzialmente strutturale con resistenze chimiche specifiche ridotte, seppure incrementabili attraverso i
miglioramenti conseguibili attraverso laddizione delle aggiunte finalizzate rappresentate dai microsilicati (silica fume). Il ricorso a tali
aggiunte o a malte cementizie ad alto tenore di microsilicati consente incrementi prestazionali in grado di sostenere contatti accidentali
con aggressivi chimici, limitati quantitativamente e nel tempo (contenimento secondario).
Nel caso di contenimento primario di aggressivi chimici severi e

indispensabile il ricorso a mezzi di protezione rivestimenti (RC),


opportunamente selezionati in funzione di precise informazioni in ordine al tipo di sostanza di contatto o contenimento, al suo stato, alla
sua concentrazione e temperatura, e cos

via, (paragrafo B) che consentono di determinare, lausilio della letteratura specializzata e


delle prescrizioni normative in argomento (UNI EN 1504-2, UNI EN 13529), leffettivo grado di aggressivita

delle condizioni di servizio di


unopera in calcestruzzo, e di individuare i mezzi di protezione necessari.

AUTORE DELLA NEWS
ULTIME NEWS INSERITE
Edoardo Mocco
Responsabile ricerca e sviluppo
9 Mag
rimozione di macchie ed imbrattamenti dai materiali edili
Unefficace rimozione degli imbrattamenti presuppone unaccettabile grado di selettivit specifica: ecco
alcuni gruppi di sostanze di agevole reperibilit.
11 Mar
Alghe: insediamento, bonifica e provvedimenti di protezione
Le alghe terrestri sono organismi vegetali di dimensioni microscopiche prevalentemente unicellulari, con la
tendenza ad aggregarsi
11 Ott
Bioedilizia, restauro e castagne
La storia del recupero della Grande Ghiacciaia e dellannesso Museo Contadino merita di essere ricordata
anche per il ruolo importante svolto dalla bioedilizia
6 Mag
AZICHEM al TURKEYBUILD 2013
AZICHEM srl ha partecipato a Istanbul a: TURKEYBUILD la 36esima edizione della principale fiera turca
delledilizia.
29 Set
Azichem al MADE EXPO 2012
Dopo il grande successo delledizione 2011, AZICHEM parteciper anche all'edizione 2012 del MADE
Expo di Milano, nei giorni 17-20 Ottobre 2012.
converted by Web2PDFConvert.com
Il tuo indirizzo email
AzichemS.r.l. - P. IVA 01474 220 207
Via G. Gentile, 16/A, 46044 Goito (Mantova), Italy
Tel. +39 0376.604185
Tel. +39 0376.604365
Email: info@azichem.it
Fax +39 0376 604398
Powered by: Netbooms.r.l.
Data architect: Pietro Trabucco
Resta aggiornato sulle ultime novit!
ISCRIVIMI ALLA NEWSLETTER
Consulta le nostre
Condizioni legali e di vendita
+
MOSTRA LE ALTRE NEWS
MOSTRA TUTTI
converted by Web2PDFConvert.com