Sei sulla pagina 1di 28

ORGANIZZAZIONE DEL

CANTIERE
I PONTEGGI

I PONTEGGI FISSI

DLGS 81/2008 - artt. 122-140, All. XVIII, XIX, XXII


TU - Art. 122.
… Nei lavori che sono eseguiti ad un'altezza superiore ai m 2, devono essere
adottate, seguendo lo sviluppo dei lavori stessi, adeguate impalcature o ponteggi o
idonee opere provvisionali o comunque precauzioni atte ad eliminare i pericoli di
caduta di persone e di cose conformemente al punto 2 dell'allegato XVIII….
EVOLUZIONE STORICA NORMATIVA PRINCIPALE

DPR 164/1956 (norma base)


LIBRETTO DI AUTORIZZAZIONE MINISTERIALE: UN ESTRATTO
DELLA RELAZIONE TECNICA CHE IL COSTRUTTORE HA ESEGUITO
PER OTTENERE L’AUTORIZZAZIONE MINISTERIALE
descrizione elementi,
tolleranze ammissibili,
schemi d’insieme,
caratteristiche di resistenza dei materiali impiegati
coefficienti di sicurezza adottati per i singoli elementi
OBBLIGO DI RIPORTARE LE PROVE DI CARICO (il calcolo strutturale
teorico non è ritenuto affidabile a causa dell'incertezza della determinazione della
rigidezza dei nodi e, quindi, della snellezza delle aste; i risultati del calcolo
teorico devono essere confrontati con le prove sperimentali per determinare il
coefficiente di sicurezza)
EVOLUZIONE STORICA NORMATIVA PRINCIPALE

• NEGLI ANNI ‘70 SI AVVIA IL REGIME AUTORIZZATIVO PREVISTO


DAL DPR 164/56

• Circolare del MLLPP N. 85 del 1978 (introduzione del calcolo semplificato)


• D.M. 115 del 1990 (aumento dell’interasse per ponteggi a montanti e traversi
prefabbricati)
• Circolare 44 del 15.05.1990 (esclude il calcolo semplificato per ponteggi a
telai prefabbricati)
• Circolare 132 del 1991 (regolamenta i ponteggi a montanti e traversi
prefabbricati)
• DM 19 settembre del 2000(consente l’uso di impalcati con struttura metallica
e piano di calpestio in legno multistrato)
• Dlgs 81/2008 TESTO UNICO PER LA SICUREZZA
Ponteggi standard: ponteggi aventi un’altezza massima di 20 m,
geometria e carichi regolari, configurazioni riconducibili a quelle
descritte nel Libretto di Autorizzazione ministeriale, dove sono illustrati
gli schemi-tipo. Per l’impiego di questi ponteggi non è necessario
elaborare un progetto specifico.
Ponteggi non standard: sono quelli che superano i 20 m di altezza, hanno
geometrie irregolari o condizioni di carico particolari, come ad esempio
una più elevata azione del vento a causa della presenza di teloni.

Ponteggi da costruzione
Pomteggi da manutenzione
TU - Artt. 122 - 130 – Ponteggi e impalcature in legname
All. XVIII – Viabilità nei cantieri, ponteggi e trasporto dei materiali

ABETE BIANCO MONTANTI


FAGGIO, OLMO, ROBINIA TRAVERSI E CORRENTI
TU - Art. 125 Disposizione dei montanti (ponteggi in legno)

I montanti devono essere costituiti con elementi accoppiati, i cui punti di sovrapposizione devono risultare sfalsati di
almeno un metro; devono altresì essere verticali o leggermente inclinati verso la costruzione.

Per le impalcature fino ad 8 metri di altezza sono ammessi montanti singoli in un sol pezzo; per impalcature di altezza
superiore, soltanto per gli ultimi 7 metri i montanti possono essere ad elementi singoli.

Il piede dei montanti deve essere solidamente assicurato alla base di appoggio o di infissione in modo che sia impedito
ogni cedimento in senso verticale ed orizzontale.

L'altezza dei montanti deve superare di almeno metri 1,20 l'ultimo impalcato o il piano di gronda.

La distanza tra due montanti consecutivi non deve essere superiore a m 3,60; può essere consentita una maggiore
distanza quando ciò sia richiesto da evidenti motivi di esercizio del cantiere, purché, in tale caso, la sicurezza del
ponteggio risulti da un progetto redatto da un ingegnere o architetto corredato dai relativi calcoli di stabilità.

Art. 126. - Parapetti


Gli impalcati e ponti di servizio, le passerelle, le andatoie, che siano posti ad un'altezza maggiore di 2 metri, devono
essere provvisti su tutti i lati verso il vuoto di robusto parapetto e in buono stato di conservazione.

Art. 128 - Sottoponti


Gli impalcati e ponti di servizio devono avere un sottoponte di sicurezza, costruito come il ponte, a distanza non
superiore a m 2,50.
La costruzione del sottoponte può essere omessa per i ponti sospesi, per i ponti a sbalzo e quando vengano eseguiti lavori
di manutenzione e di riparazione di durata non superiore a cinque giorni.
Art. 129 (ponteggi in legno)

Nella esecuzione di opere a struttura in


conglomerato cementizio, quando non si
provveda alla costruzione da terra di una
normale impalcatura con montanti, prima di
iniziare la erezione delle casseforme per il getto
dei pilastri perimetrali, deve essere sistemato, in
corrispondenza al piano raggiunto, un regolare
ponte di sicurezza a sbalzo, avente larghezza
utile di almeno m 1,20.
Tipologie di ponteggi metallici
(TU – SEZIONE V – Ponteggi fissi - artt. 131-138)

Acciai normali: Fe 360, Fe 430, Fe 510.


Acciai a elevata resistenza: 5 420, 5 490, 5
A telai prefabbricati 590, 5 690.
Leghe di alluminio: n. 2014, 2024,5052, 5054,
A montanti e traversi prefabbricati 5086, 5454, 5083, 6060, 6061,6082,
7020,7075
A tubi e giunti
TU - Art. 131- …. Costruzione e impiego di ponteggi realizzati con
elementi portanti prefabbricati, metallici o non, …..

Autorizzazione soggetta a rinnovo ogni 10 anni


La relazione deve contenere:
a) descrizione degli elementi che costituiscono il ponteggio, loro dimensioni con le tolleranze ammissibili e schema
dell'insieme;

b) caratteristiche di resistenza dei materiali impiegati e coefficienti di sicurezza adottati per i singoli materiali;

c) indicazione delle prove di carico, a cui sono stati sottoposti i vari elementi;

d) calcolo del ponteggio secondo varie condizioni di impiego;

e) istruzioni per le prove di carico del ponteggio;

f) istruzioni per il montaggio, impiego e smontaggio del ponteggio;

g) schemi-tipo di ponteggio con l'indicazione dei massimi ammessi di sovraccarico, di altezza dei ponteggi e di larghezza
degli impalcati per i quali non sussiste l'obbligo del calcolo per ogni singola applicazione.
Ponteggio a tubi e giunti

Circolare con
d = 144-145 mm
169 mmq

Quadrata con lato


= 140 mm
196 mmq
TUBI: Φ = 48,25 mm S = 3,25 mm TU – art. 131 - Possono essere autorizzati alla costruzione ed
all'impiego ponteggi aventi interasse qualsiasi tra i montanti della
AREA SEZ. RESISTENTE 4,59 cmq stessa fila a condizione che i risultati adeguatamente verificati delle
prove di carico condotte su prototipi significativi degli schemi
TELAIETTO mm S = 2,9 mm funzionali garantiscano la sussistenza dei gradi di sicurezza previsti
dalle norme di buona tecnica.
AREA SEZ. RESISTENTE 4,14 cmq

Giunto ortogonale Giunto orientabile


Giunto coassiale Giunto a trazione

TU – art. 136 - Nel serraggio di più aste concorrenti in un nodo i giunti devono essere collocati strettamente
l'uno vicino all'altro
TU - Art. 135. - Marchio del fabbricante
Gli elementi dei ponteggi devono portare impressi, a rilievo o ad incisione, e comunque in modo visibile ed
indelebile il marchio del fabbricante.

Giunto di testa Giunto di tenuta


TU - Art. 138 – Norme particolari PONTEGGIO A TELAI PREFABBRICATI
… E' consentito un distacco delle tavole del
piano di calpestio dalla muratura non
superiore a 30 centimetri. ….
Per i ponteggi …. (metallici) valgono, in
quanto applicabili, le disposizioni relative ai
ponteggi in legno.

Ma:
- l'altezza dei montanti oltre l'ultimo
impalcato o il piano di gronda può ridursi ad
almeno 1 metro;
- l’altezza del parapetto può essere almeno di
95 cm;
- la tavola fermapiede può esser di almeno
15 cm;
- il sottoponte di sicurezza può essere
omesso nel caso di ponteggi che prevedano
specifici schemi tipo senza sottoponte.
Ponteggio a montanti e traversi prefabbricati
Gli schemi devono essere limitati a
ponteggi aventi altezza non superiore a
20 m.
I piani di ponteggio devono avere:
- altezza minima di transito, misurata
dal piano dell'impalcato, non inferiore a
1,65 m;
- larghezza minima utile di transito non
inferiore a 0,60 m.
La larghezza effettiva degli impalcati
per ponteggi da costruzione deve essere
non inferiore a 0,90 m.

CIRCOLARE 24 OTTOBRE 1991 N. 132


ALLEGATO 1
ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLE
RELAZIONI TECNICHE PER PONTEGGI
METALLICI FISSI A MONTANTI E TRAVERSI
PREFABBRICATI
Quando il piano di calpestio è realizzato in legname, l'intavolato deve essere costituito da tavole assicurate contro gli
spostamenti e fra loro accostate. Le dimensioni di ciascuna tavola devono essere non inferiori a 4 x 20 cm, per luci fino a
1,20 m, ovvero, fermo restando l'obbligo di osservanza di tali minimi, il modulo di resistenza di ciascuna tavola deve
essere maggiorato del 50% per luci da 1,21 m a 1,80 m e del 100% per luci da 1,81 m a 2,40 m, in proporzione per luci
superiori. Nel caso di impiego di impalcati prefabbricati, questi devono essere provvisti, a ogni estremità di vincolo, di
almeno due ganci, collegati sui traversi con adeguati sistemi di blocco: quando la larghezza degli elementi sia superiore a
350 mm, il numero dei ganci deve essere almeno di tre per ogni estremità di vincolo. I fori antisdrucciolo non devono
avere dimensioni superiori a 20 mm, ovvero la relativa apertura non deve avere superficie superiore a 314 mm2. Nel caso
di impiego di piani di calpestio in materiali diversi dal legname o dalla lamiera di acciaio, devono essere indicate le
caratteristiche dei materiali utilizzati e fornite le risultanze di prove specifiche atte a definire l'affidabilità di detta struttura
nel tempo.

CIRCOLARE 24 OTTOBRE 1991 N. 132


ALLEGATO 1 ISTRUZIONI PER LA
COMPILAZIONE DELLE RELAZIONI
TECNICHE PER PONTEGGI METALLICI FISSI A
MONTANTI E TRAVERSI PREFABBRICATI
Dimensioni usuali dei PONTEGGI
DA COSTRUZIONE
TUBO E GIUNTI larghezza impalcato 0,90 (1,10-1,20)
altezza 1,80
TELAI PREFAB E MONTANI E TRAVERSI
larghezza impalcato 0,90 (1,05)
altezza 1,65 (2,00)
DA MANUTENZIONE
TUBO E GIUNTI larghezza impalcato 0,60 (1,10-1,20)
altezza 1,80
TELAI PREFAB E MONTANI E TRAVERSI
larghezza impalcato 0,60 (0,70)
altezza 1,65 (2,00)
PONTEGGI STANDARD E CONDIZIONI DI ESERCIZIO

- Altezza entro 20 m e montaggio secondo lo schema fornito dal costruttore


- Sovraccarichi previsti per ponteggio da manutenzione:
- 1 impalcato da 150 daN/m2 + 1 impalcato da 75 daN/m2
- Sovraccarichi previsti per ponteggio da costruzione:
-1 impalcato da 300 daN/m2 + 1 impalcato da 150 daN/m2
-Sovraccarichi previsti per le piazzole di carico 450 daN/m2
-Velocità max del vento in condizioni di servizio (impalcati con sovraccarichi pari al
massimo previsto) 16m/s (57,6 km/h)
-Velocità max del vento in condizioni di fuori servizio (impalcati con sovraccarichi pari
alla metà dei valori massimi previsti) 30m/s (108,0 km/h)

-(velocità del vento Norme CNR 10012/85 e CNR 10027/85)