Sei sulla pagina 1di 27

AGLIO Antica ricetta

tibetana e molto di pi
GIU 26, 2014BY DIONI IN ALIMENTAZIONE
Nellanno 1972 da una spedizione patrocinata
dallUNE!O" #ra le ro$ine di un antico %onastero
ti&etano" #u ritro$ata la ricetta di un antico %edica%ento
cinese a &ase di a'lio scritta su ta$olette di ar'illa e
tradotta in di$erse lin'ue nel 197()
Studi hanno appurato che le tavolette ritrovate possano risalire
anche a 5.000 anni a.C..
E**ETTI
Il diaframma miocardio malato;
Arteriosclerosi;
Sinusite;
Ipertensione;
Malattia polmonare;
Artrite e reumatismi;
Vari disturbi della vista e delludito;
Impotenza;
Mancanza di appetito;
astriti! ulcere dello stomaco e le emorroidi;
Cancella il corpo di "rassi e pietre #rene! allo$;
Mi"liora il metabolismo e %uindi tutti i vasi san"ui"ni #ri$
diventa elastico;
Si scio"lie i coa"uli di san"ue;
&e"ola il peso corporeo;
' forse la pi( importante)
* Assorbe eventuali tumori interni ed esterni +, Ale-ander
.uce! /umansAre/ealth,.com
LA +,E+A,AZIONE
Si ta"liano a pezzettini e si schiacciano con un mortaio 050 " di
a"lio #possibilmente da a"ricoltura biolo"ica$ dopo aver tolto il
rivestimento dei bulbi.
Mettere la polti"lia ottenuta in una botti"lia e a""iun"ere a
%uesto 000 " di alcool etilico da alimenti a 152 "radi.
3appare ermeticamente e conservare la botti"lia per 40 "iorni in
luo"o buio! fresco e ventilato.
Allundicesimo "iorno 5ltrare attraverso il cotone o una tela
bianca! spremendone il residuo.
6opo tre "iorni di macerazione! si pu7 iniziare a prenderlo
tenendo conto della scaletta se"uente)
si consiglia di prendere le seguenti gocce con circa 50 g di succo
di frutta o latte o altro (anche acqua) sempre pri%a dei pasti
-IO,NI !OLAZIONE +,ANZO !ENA
42 4 "occia 8 "occe 0 "occe
82 9 "occe 5 "occe : "occe
02 ; "occe < "occe 1 "occe
92 40 "occe 44 "occe 48 "occe
52 40 "occe 49 "occe 45 "occe
:2 45 "occe 49 "occe 40 "occe
;2 48 "occe 44 "occe 40 "occe
<2 1 "occe < "occe ; "occe
12 : "occe 5 "occe 9 "occe
402 0 "occe 8 "occe 4 "occe
442 85 "occe 85 "occe 85 "occe
Si prose"ue la somministrazione di 85 "occe al d= come l442
"iorno 5no alla consumazione totale del prodotto.
>uesta somministrazione non deve essere ripetuta per almeno 5
anni.
#Allium sativum ..$ +ulbo di sapore piccante penetrante; si deve
utilizzare solo ed esclusivamente %uello sta"ionato ?secco;
sve"lia lappetito; risve"lia e riattiva i villi intestinali! rinforzandoli
ed @ un ottimo anti parassita! ma non deve essere utilizzato in
"randi %uantita #oltre 500 "r.$per molto tempo in %uanto
contiene una sostanza che puo essere velenosa per il cervello.
'sso! . uno dei ri%edi piu noti sin dalla preistoria) basti
pensare che ne sono state rinvenute tracce in caverne abitate 40
mila fa e che la prima AprescrizioneB risale a una tavoletta
dar"illa del 0000 a.C.! con incisioni cuneiformi! ritrovata nel Sud
America.
li antichi '"izi sono stati tra i ma""iori utilizzatori di a"lio!
convinti della sua capacitC di prevenire le malattie e aumentare
la forza e la resistenza 5sica) la pianta fu infatti ritrovata nella
tomba del faraone 3utanDamon.
Anche nellAntica &oma la"lio fu un rimedio di fre%uente
impie"o) il celebre medico Ippocrate lo raccomandava per la cura
di infezioni! ferite! lebbra e tumori e anche Elinio lo
raccomandava.
Fel Medioevo la"lio era la medicina dei contadini e dei poveri!
che lo consumavano in "randi %uantitC come terapia e
prevenzione di tutti i mali.
Eer la sua azione /uidi0cante del san"ue la"lio in forti dosi @
sconsi"liato in caso di emorra"ia! di ulcera "astroGduodenale e in
"ravidanza a dosi elevate.
.a dose tossica @ stata calcolata in circa 515 " per un uomo
adulto. Conviene tener presente inoltre che la sua
somministrazione abbassa i tempi di coa"ulazione. '
%uindi! sconsi'liata
lassunzione in 'ra$idanza e allatta%ento.
.in"estione dei bulbi freschi! di estratti o di olio! pu7 provocare
nausea! vomito e diarrea! specie nei cani e "atti.
Hno studio dellHniversitC di +erlino ha dimostrato che la"lio e in
"rado di ApulireB le arterie! due volte e mezzo piu dell/6.! il
cosiddetto Acolesterolo buonoB.
&icercatori del Ieizmann Institute of Science! in Isralele! assieme
ai colle"hi del &ehovots Japlan /ospital! descrivono un nuovo
approccio al cancro in un articolo pubblicato nel numero di
ma""io di Molecular Cancer 3herapeutics.
Earticolari vitamine contenute! ad esempio! nellA"lio sono in
"rado di far suicidare #AEKE3KSI $ cellule tumorali mali"ne *
Contiene) ac%ua :4L! idrocarbonati 00!5L! proteine :!5L! "rassi
0!0L! ceneri 4!8L con ma"nesio! potassio! sodio! calcio! fosforo!
nitrati! zolfo! ferro! iodio! rame! man"anese! zinco! bromo!
arsenico! silicio! ecc.$! vitamine +4! +:! +48! C! 6! /; principi
antibiotici.
Euri5ca il san"ue! antisettico! antielmintico! anti ulcera "astrica!
anti cancero"eno! ipotensivo! balsamico! anti nicotinico!
ipo"licemizzante! antireumatico! riduttore dei tri"liceridi! to"lie
stanchezza! utile nelle arteriosclerosi! normalizza il battito
cardiaco ed accresce lampiezza del battito stesso.
.utilizzo della"lio per disin0a%%are lor"anismo e ben noto
da millenni; utilizzate la cura della"lio! anche %ualsiasi problema
di circolazione san"ui"na! in %uesta pa"ina e indicato come
preparare la soluzione da assumere con la"lio biolo"ico.
.abbinamento con !ar&one $e'etale! fun"e da anti
spasmodico intestinale.
. A'lio abbinato con 1iancospino in capsule o "el! e un ottimo
prodotto per chi ha problemi circolatori! di cuore! di ansia e
stress.
In piccole dosi @ ben tollerato ed @ un aroma nella cucina
mediterranea. A"lio ed acciu"he pestati in pastetta da man"iare
con pane e sidro di mele! possono essere afrodisiaci per molti
so""etti. Coloro che usano la"lio non saranno punti facilmente
dalle zanzare. In vitro invece! leMetto battericida @ stato riferito
da parecchi autori.
Il %i'lior %odo di assu%ere lA'lio e 2uello di utilizzare!
per sfruttarne le valenze salutari e %uello di ricorrere ai bi bulbi
freschi che conten"ono tutti i suoi componenti attivi. .a"lio
cotto perde 2uasi tutte le sue proprieta salutari.
.A"lio lo si trova anche sotto forma di succo! estratto
idroalcolico! in compresse! in capsule od ovuli "astroresistenti!
per impedire il solito Aalito da a"lioB$; come succo od estratto! 45
"occe 8 o 0 volte al d=; in pillole od ovuli da 8 a 48 pillole od ovuli
oppure 8 o 9 spicchi di a"lio al "iorno sono uno dei pi( antichi
rimedi contro) in5ammazioni in "enere! intestinali! sia dei villi che
della parete viscerale! anche se %ueste sono croniche; parassiti!
fun"hi #candida ecc. N vedi anche aceto di mele! mirra! estratto di
semi di pompelmo e stevia$! vermi e verme solitario; previene la
dissenteria; preventivo per larteriosclerosi.
I Aprincipi attiviB conosciuti della"lio sono) olio essenziale
contenente principalmente bisolfuro di allilpropile! bisolfuro di
allile! trisolfuro di allile! solfuro di divinile! allilvinilsolfossido ed
altri polisolfuri allilici; tali sostanze volatili posse""ono proprietC
battericide in vitro.
.e due principali sostanze presenti ne"li estratti di A"lio sono)
lAllicina! #estere allilico dellacido alliltiosol5nico$ che da anche il
tipico odore! ed e una molecola a base di zolfo che si forma
dallalliina per triturazione dei bulbi! sostanza antimicotica e
batteriostatica che conferisce allA"lio la %ualitC di buon
disinfettante ed antibiotico naturale intestinale.
lAOoene sostanza dalle proprietC antitrombotiche! utile per la
circolazione san"ui"na
3ra "li altri componenti trovati in letteratura #non sempre in
se"uito confermati$) la allisatina I e II! acido solfocianico!
isosolfocianato di allile! un "licoside #scoldinina A e +$.
Vi sono in commercio delle pasti"lie "astroresistenti in modo che
la"lio passi direttamente nellintestino e non dia fastidio a coloro
che lo ri5utano! perche il loro stomaco non riesce a tenerlo.
.e AproprietCB derivano anche e non solo da"li eMetti di %uesti
composti solforati) azione vasodilatatrice! ben osservata %uella
cutanea! la"lio @ un revulsivo secondo una vecchia dizione
farmacolo"ica! ossia contuso e spalmato sulla cute "enera un
alone iperemico abbastanza esteso! 5no ad avere eMetto
AvescicatorioB con formazione di vescicole e Pittene.
I principi dellolio essenziale ven"ono eliminati dallapparato
respiratorio in maniera predominante %uesto potrebbe spie"are il
blando eMetto Puidi5cante mucolitico riferito.
QQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQ
QQQQQ
LA-LIO per in$ecc3iare %e'lio
Alcune forme molecolari dellossi"eno #&KS reactive o-,"en
species$hanno un ruolo molto pericoloso nei processi di
invecchiamento e nelle malattie perche provocano modi5cazioni
del 6FA !delle proteine e dei lipidi. li estratti da"lio
invecchiati !conten"ono antiossidanti capaci di prevenire il danno.
>uesti sono composti or"anoGsolforici liposolubili tipici solo
della"lio!Pavonoidi e selenio.
li estratti devono pero subire un processo di invecchiamento di
almeno 80 mesi in cui ven"ono stabilizzate le proprieta de"li
antiossidanti instabili come allicin.
.a"lio! elimina &KS e favorisce "li enzimi antiossidanti! inibendo
lossidazione lipidica e riducendo i danni ischemici. Erote""e le
cellule endoteliali dai processi che portano allarteriosclerosi.
Si ha inoltre linibizione della trascrizione del fattore FRGDappa
+!che provoca immunode5cienza.
Erote""e il 6FA dallattacco dei radicali liberi e difende dalle
radiazioni ionizzanti e dallesposizione ai ra""i HV. In topi in cui
sono stati prodotti sperimentalmente processi di
invecchiamento!si e constatato che lestratto determina un
mantenimento dei processi co"nitivi ed un raMorzamento della
memoria.
3ratto da) Journal of Nutrition 131 #0$!8004
QQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQ
QQQQQ
Tutti i &ene0ci della'lio G 45 Aprile 8044.
In tema di alimentazione non possiamo non tenere in
considerazione tutti i bene5ci della"lio. >uestultimo infatti si
caratterizza per diverse proprietC salutari che non dovrebbero
essere trascurate. In particolare da mettere in rilievo sono le
proprietC depurative cha aiutano il nostro or"anismo ad espellere
le tossine. 6a ricordare che molti eMetti bene5ci si perdono se
la"lio viene cotto.
.a"lio e la cipolla possiedono importanti virt( per la salute.
.elenco sarebbe davvero lun"o! ma a titolo di esempio possiamo
ricordare che a"lio e cipolla sono alleati contro lipertensione.
In eMetti si pu4 a5er%are con certezza che la"lio si dimostra
utile per il cuore! perchS @ in "rado di normalizzare landamento
del battito cardiaco e di rendere il san"ue pi( Puido. Inoltre la"lio
aiuta a ridurre il livello di colesterolo nel san"ue e a"isce per la
prevenzione dellaterosclerosi.
Rorse lunico inconveniente @ costituito dallalitosi da a"lio! che si
puo contrastare con) prezzemolo! chicchi di caMe od il latte.
In o"ni caso! a parte "li inconvenienti! la"lio ci aiuta a rendere
pi( resistente il sistema immunitario! svol"endo unazione di
prevenzione nei confronti di raMreddori e inPuenza. Infatti non
biso"na dimenticare che la"lio ha delle rilevanti proprietC
antisettiche contro virus e batteri.
Hn toccasana anche per il sistema nervoso! in %uanto! "razie al
contenuto di fosforo e zolfo! @ capace di svol"ere unazione
sedativa e calmante. Si @ visto che la"lio riesce a far aumentare
la serotonina nel cervello! combattendo lo stress e "li stati
depressivi.
In sostanza la"lio @ un valido alleato del nostro benessere
"enerale.
+, . &ini N 3ratto da) tantasalute.it
!o%%ento Fd&) Comun%ue pi( di uno spicchio di a"lio crudo al
"iorno #masticato e?o schiacciato o tritato$ pu7 causare irritazioni
alle pareti intestinali e man"iare troppo a"lio crudo per lun"hi
periodi di tempo pu7 danne""iare le cellule ematiche e provocare
anemia.
Me"lio utilizzare il macerato da"lio fatto in casa! 2ui sotto
indicato.
Attualmente @ possibile trovare nei ne"ozi di alimenti naturali
diversi prodotti a base di a"lio crudo privi delle sostanze chimiche
irritanti pur conservando %uelle bene5che e con proprietC
terapeutiche.
.a"lio @ come il limone uno dei pi( potenti cibi medicamentosi
esistenti in natura! e perche contiene allicina! un potente
antimicrobico e lapoene! che oltre ad abbassare il colesterolo!
ridurre la pressione e incrementare la serotonina! potenzia le
difese immunitarieA; i Coreani! sono chiamati dai cinesi Aman"iaG
a"lioB! pero diTcilmente si ammalano di tumore.
' molto utile anche per mal di pancia! dolori di schiena! mal di
denti #%ualche "occia del macerato sul dente che duole$! ecc.
.a"lio! @ come dicono "li orientali! Amolto caldoB) se ta"liato ne
fuoriesce una sostanza che letteralmente AbruciaB.. 3ant@ cos=
che! uno de suoi usi @ precisamente %uello di usarlo come una
specie di AacidoB per to"liere! calli e $erruc3e. .a ricetta per
farlo @ semplice) ve ne si applica sopra o"ni "iorno un po! al
massimo per venti minuti #bendando! od utilizzando un cerotto$!
5no a vederli cadere.
.a"lio si pu7 man"iare in insalata! ma se il vostro stomaco non
fosse abituato! la maniera mi"liore @ prenderlo in decotto. Kppure
mischiarlo a %ualche tisana favorita! piuttosto che prenderlo da
solo ; in alternativa! alcuni utilizzano il latte al posto dellac%ua. Il
latte con la"lio! sarC molto utile anche in caso di forti e varie
punture dinsetti! tipo zanzare; %ualora vi foste dimenticati autan!
far"an! ecc! e non aveste altro. Cospar"etelo come una crema!
senza paura! noterete subito il sollievo) la"lio AassorbeB il veleno!
oltre ad aiutare e velocizzare la "uari"ione dei tessuti.
' lunico rimedio naturale riconosciuto! che elimini veramente e
de5nitivamente da o"ni problema cutaneo da Afun"hiB! parassiti!
amebe! micobatteri! ecc ecc.
' possibile utilizzarlo anche in macerazione nel Miele; fare! uno
strato di miele ed uno di 5ne di a"lio tritato! uno di miele e
unaltro ancora da"lio! e cos= via; 5no a riempire il barattolo il
preparato non AscadeB mai perche e il miele che lo preserva.
Il miele alla"lio cos= ottenuto! @ eTcace per
combattere) febbre! catarro! tosse! inPuenza! ecc ecc.
Supposte va"inali e?o Irri"azioni)
.e donne possono usarlo come supposta va"inale in caso di
Candida o altri disturbi.
Eer far %uesto! biso"na RA&' ASSK.H3AM'F3' A33'FUIKF' per7!
a FKF 3A.IA&' il 6'F3' neanche un po! altrimenti! ne
fuoriuscirebbe il li%uido che! come abbiamo "ia detto!
brucerebbe le delicate pareti interne della mucosa nella
membrana uterina.
Ereparazione) +uttate sui i denti da"lio dellac%ua bollente! la
buccia verrC via facilmente! senza biso"no di ta"liarli. Altrimenti!
se avete dei dubbi! sostituitelo con dei lava""i interni va"inali! a
base di decotto da"lio. .a vostra costanza verrC premiata; fatelo
tutti i "iorni per7! noterete "iC al primo mese dei risultati.
QQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQ
QQQQQ
A-LIO U,INO #molto utile$ vedi) Erodotti FA3H&A.I
.A"lio immunomodulatore anche nellalimentazione canina
Hna delle principali proprietC della"lio @ di fun"ere da
antiossidante "razie ai suoi componenti bioattivi e %uindi di
captare i radicali liberi che sono alla base dellinvecchiamento
cellulare
Molti sono stati "li studi che hanno controllato le proprietC
della"lio nella medicina umana! mentre il suo uso in medicina
veterinaria @ stato valutato solo a partire dal 411; ad o""i.
.a"lio pu7 essere assunto crudo o cotto #me"lio crudo e ben
masticato$! come estratto in polvere solubile in ac%ua od olio!
come forma puri5cata dei biocomponenti attivi.
Utile in) parassitosi intestinale! asma! en5sema! pertosse!
tubercolosi! inPuenza! raMreddori! malattie infettive! litiasi
urinaria! stabilizza la pressione san"ui"na! vasodilatatore;
abbassa il colesterolo; contro larteriosclerosi! alluniversitC di
+erlino in ermania! si @ visto che la"lioscio'lie
nelle arterie le minuscole placche di "rasso e calcio che si
depositano sulle pareti.
Hno studio eMettuato in 900 centri medici europei ha dimostrato
su 8000 pazienti! che un principio attivo! la lacidipina! rallenta la
pro"ressione dellarteriosclerosi! molto di pi( dei farmaci usati in
%uella patolo"ia.
Eer uso esterno) pia"he! ulcere! calli! verruche! punture di insetti!
scabbia! ti"na! sorditC! dolori alle orecchie.
Anche le proprietC antisettiche potrebbero derivare da %ueste
sostanze #noto storicamente luso della"lio per prote""ersi dalle
pestilenze! mettendo teste da"lio nei lun"hi AbecchiB dei
cappucci dei medici cin%uecenteschi e sopra tutto il fatto di
le"are sulle porte delle case le teste di a"lio da utilizzare o"ni
"iorno come prevenzione delle malattie?vampiri$! ma certamente
la %uantitC necessaria avrebbe fortissime controindicazioni #oltre
che per lalito che sa di a"lio$ per lazione irritante sulla mucosa
"astrica.
Supposta anche una sua azione sulla tiroide! probabilmente
inibendo la AcatturaB dello iodio.
Ipotensivo di valore. Azione balsamica a livello polmonare. Azione
coadiuvante del diabete.
Erevenzione dellarteriosclerosi; in5ammazioni catarrali!
intestinali e contro la dissenteria infettiva.
Attiva leliminazione dei metalli pesanti. &aMorza il sistema
immunitario! riduce il rischio delle malattie cardiache. Rorte
azione antielmintica. Spiccata azione batteriostatica! battericida!
nelle aMezioni dellapparato respiratorio e del tubo "astro
enterico. Ravorisce il metabolismo dei "rassi in %uanto
disin5amma la mucosa intestinale.
Kvviamente con un intestino funzionante a dovere! il san"ue
prodotto sarC pi( puro e i valori delle sostanze da esso
trasportate adatti ad una buona salute.
Eer esempio @ noto da sempre in Medicina +iolo"ica! che la"lio e
la cipolla crudi! assunti "iornalmente e per tempi prolun"ati!
manten"ono una buona circolazione ed allontanano le possibilitC
dellinfarto e dei cancri! %uesto sempre per il precedente
postulato. Eer eliminare "li eMetti dellalito cattivo! si pu7
ricorrere al succo di biancospino ottenuto da fo"lie! 5ori! e frutti!
che aiuta a re"olarizzare il battito cardiaco; oppure assumerlo in
capsule "astroresistenti od ovuletti; me"lio in estratto! come
indicato %ui nella pa"ina.
Estratto dA'lio #preparato li%uido da somministrare in "occe$
Eestare al mortaio 050 "r. di a"lio &iolo'ico pulito! si ta"lia a
piccoli pezzi; a %uesta polpa di a""iun"ono 800 "r di alcol a 1:2;
si chiude il barattolo a chiusura ermetica! ove si immette il
tutto! e lo si lascia in fri"o 40 "iorni; poi si 5ltra e si rimette in
fri"o per 8 "iorni! dopo di che e pronto da utilizzare anche per
uso esterno! massa""i su parti doloranti e?o traumi senza ferite.
Eer uso esterno) pia"he! ulcere! calli! verruche! punture di insetti!
scabbia! ti"na! sorditC! dolori alle orecchie! ecc.
Eosolo"ia)
si assume a "occe puro oppure in ma-. 50 "rammi di ac%ua
o latte #me"lio evitare %uello bovino$! me"lio se di pecora! pri%a
di o'ni pasto! iniziando da 4 "occia al mattino! 8 "occe a
mezzo"iorno! 0 "occe alla sera! 9 "occe il 82 "iorno al mattino! 5
"occe il 82 "iorno a mezzo"iorno! : "occe il 82 "iorno alla sera
ecc! aumentando di "iorno in "iorno! ad o"ni pasto! 5no a
ra""iun"ere le 85 "occe! poi re"redire di 4 "occia o"ni pasto! dal
52 "iorno 5no a ritornare a 4 "occia al 40 "iorno.
In se"uito assumere ad o"ni pasto 85 "occe 5no a 5nire la
pozione preparata.
>uesto tipo di cura della"lio! puo in alcuni maschi! produrre un
abbassamento del desiderio sessuale.
Si puo utilizzare %uesto macerato anche in dosi ma""iori!
dipende dal so""etto utilizzatore! ma laumento deve essere fatto
per "radi e non immediatamente in un solo "iorno.
6uesta terapia e da e5ettuare al%eno una $olta o'ni 7
anni) #via orale$
QQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQ
QQQQQ
Macerato di a'lio #altro tipo di cura$
Si puo fare in casa propria il preparato #tintura$ in "occe in
%uesto modo
G mettere uno spicchio di a"lio in un barattolo di vetro! coprirlo di
alcol e lasciarlo macerare da un minimo di 0 ""
G si puo fare anche un piu so5sticato prodotto a base di a"lio!
con il solito barattolo con piu spicchi! messo per 90 "iorni al
sole ..e la sera alla luna! solo %uando crescente..oscurandola in
luna decrescenteV.5niti i 90 "iorniVto"liere la parte solida!
mantenendo la parte li%uida nel barattolo di vetro e strizzare
la"lio! lasciarlo asciu"are in ambiente! mettere cio che rimane in
una padella e ridurlo in cenereVsino a scor"ere i AcristalliB;
%uesti sono i saliVinsolubili! da a""iun"ere al soluto lasciato nel
barattolo.
Si puo man"iare lA'lio #me"lio se biodinamico$
in spicc3i precedente%ente %essi in un &arattolo di $etro
con olio di oli$a G %uesto meccanismo elimina il forte odore di
a"lio! se man"iato in %uesto modo! ma"ari con un poco di
pane. Se ne possono ma"iare 5no a 40 spicchi! alla volta e ben
masticati! se necessario N non superare i 80 al "iorno N e un
ottimo anti&iotico naturale oltre che un
ottimoantiparassitario.
Kppure utilizzare le capsule di a'lio W &iancospino #almeno 8 al
di! sera e mattina$! ormai in vendita anche nei supermercati
!o%%ento Fd&) IM+O,TANTE ) durante o dopo la cura
della"lio! assumere dei #er%enti lattici! enzimi ed in certi casi
il Carbone ve"etale**
,icordia%o anche che le alterazioni de"li enzimi!
della Pora! del p/ di"estivo e
della %ucosa intestinale inPuenzano la salute! non soltanto a
livello intestinale! ma anche a distanza in %ualsiasi parte
dellor"anismo.
vedi) Intossicazione W In0a%%azione W Disintossicazione

QQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQ
QQQQQQ
A-LIO anti +arassiti #ossiuri! tenia ecc.$ N assumere alla sera
00 minuti prima di coricarsi)
Rar bollire in un bicchiere di latte #me"lio di capra$! da 4 a 0
spicchi di a"lio! per ; minuti! lasciare in infusione per altrettanto
tempo! indi bere e masticare "li spicchi di a"lio. +ere o"ni sera
%uesto infuso per almeno ; "iorni! successivamente la 82
settimana! passare ad un "iorno si ed uno no; alla 02 settimana!
bere o"ni 0 sere; alla 92 settimana una volta alla settimana.
Assu%ere durante il 'iorno e dal pri%o 'iorno!
delle capsule di a"lio e biancospino oppure di solo a"lio! 1
capsule N 0 alla volta per 0 volte al di! per ; "iorni; 82 settimana!
ridurre la %uantita di capsule di una! o"ni volta; 02 settimana.
ridurre di unaltra capsula! o"ni volta! sempre 0 volte al di; 92
settimana una sola capsula per 0 volte al di.
I%portante dal pri%o 'iorno #are clistere di ca5e o
di &icar&onato e8o di er&e! o"ni due 'iorni! per la prima
settimana; 82 settimana fare 5no alla 92 una volta alla settimana
%uel tipo di clistere N se il clistere al caMe non viene sopportato!
utilizzare camomilla e?o bicarbonato.
QQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQQ
QQQQQQ
!ura dellA-LIO una $olta allanno" in pri%a$era)
Eer evitare il sapore della"lio! ta"liare uno spicchio a pezzetti in
un piattino con un "occio di olio di oliva e-tra ver"ine in modo
che rivesta i pezzettini.
&iempire un cucchiaio e con un sorso dac%ua in"oiare
tutto senza %asticare.
Cominciare con piccoli %uantitativi. In %uesto modo la"lio non
impre"na del suo profumo nemmeno lesofa"o e riduce la
possibiltC che si senta lodore di a"lio. Erenderlo preferibilmente a
stomaco vuoto! circa 95 minuti prima di man"iare! al mattino e
alla sera.
Hn paio di spicchi al "iorno sono suTcienti.
Se notate intolleranze forti #reazioni aller"iche o bruciori o altri
sintomi "astrointestinali$ riducete la dose e se continuano
rinunciate.
li eMetti positivi si possono apprezzare solo dopo un mese circa
di cura.
li eMetti "enerali sono notevoli #stabilizzazione della pressione e
circolazione san"ui"na %i'liorata! sensazione di benessere
"enerale! ma soprattutto dona una notevole e piacevole luciditC
mentale$.
Ma si deve saper aspettare! %uesta cura naturale e lente nel suo
eMetto.
Molto utile e anc3e lA,-ILLA #fan"o di terra
ar"illosa$ %an'iata co%e un AdolceA o'ni 'iorno od o'ni 2 o
9 'iorni per un certoperiodo c3e in 'enere
$aria da so''etto a so''etto" con un %ini%o di 17 'iorni;
alle $olte e necessario
assu%erla per periodipiu lun'3i) Rare attenzione che lar'ill
a puo portare stitic3ezza: in 2uesto caso &ere solo
lac2ua lasciando pre$enti$a%ente depositare sul #ondo
del &icc3iere lar'illa)
Lar'illa con il suo potere %ineralizzante"
cicatrizzante e c3elante" #ornisce un otti%o ausilio a tutti
coloro che si
de&&onodisintossicare dalle sostanze tossic3e! aiutando
la disin0a%%azione e la disintossicazione dellapparato
di'erente ed il corpo intero.
,isultati di controlli al %icroscopio su pri%a e dopo una
cura della'lio)

!o%e curarsi certi sinto%i #dette impropriamente
malattie$ con la'lio
'cco alcune ricette a base di a"lio.
Sono indicate per la prevenzione e! in alcuni casi! per la cura di
disturbi e malattie tra i pi( comuni.
>uesti rimedi apparten"ono! in parte! alla medicina popolare
italiana o a tradizioni di altri paesi. Eer la sua azione Puidi5cante
del san"ue la"lio in forti dosi @ sconsi"liato in caso di emorra"ia!
di ulcera "astroGduodenale e in "ravidanza.
A%enorrea
Consiste nellassenza del Pusso mestruale.
G In +olivia! un noto rimedio per provocare delle mestruazioni che
tardano a venire! consiste nellapplicare sul basso ventre una
polti"lia di a"lio! chiusa in una pezzuola di tela.
Artrosi
>uella che se"ue @ una ricetta del dottor X. Valnet! aMermato
esperto di 5toterapia.
G In 8 parti di olio canforato mettete a macerare 4 parte di a"lio
"rattu"iato. Con %uesto preparato ese"uite! frizionando
le""ermente! dei massa""i alle zone doloranti.
As%a &ronc3iale
G .asciate per 40 "iorni in 000 " di alcol puro a :02!:0 " di a"lio
ta"liato a pezzettini. Erendetene 4?8 cucchiaino in un po dac%ua
zuccherata o"ni sera.
G Se lasma @ accompa"nata da catarro! lasciate macerare per 40
"iorni! in 8 litri di "rappa! 400 " di a"lio ta"liato a pozzetti.
Erendetene 8 cucchiaini in un po di ac%ua zuccherata o"ni sera.
>uesto rimedio @ particolarmente indicato per i fumatori.
Atcrosclerosi
Y favorita da unalimentazione ricca di "rassi animali! dal
sovrappeso e dal fumo. .a 5toterapia ci propone due rimedi! uno
preventivo e uno curativo.
G Hna volta allanno! fate la se"uente cura preventiva) mettete in
una botti"lia 800 " di alcol a 152 e 400" di spicchi da"lio
"rossolanamente pestati; ponete il recipiente al sole per 45
"iorni! a"itando di tanto in tanto. Riltrate con una "arza! e
prendetene 8 "occe il primo "iorno! 9 il secondo e cos= via! 5no
ad arrivare al dodicesimo "iorno con 89 "occe. 6opo di che!
continuate la cura diminuendo di due "occe al "iorno 5no a
terminare con 8 "occe.
G >uando i primi se"ni di aterosclerosi iniziano a manifestarsi!
o"ni sera! prima di coricarvi! assumete 4 cucchiaino #diluito in un
po dac%ua$ di estratto alcolico di a"lio! ottenuto facendo
macerare 50 " di a"lio fresco tritato in 800 " di alcol a :02 per
almeno 40 "iorni.
1ronc3ite)
G .a"lio @ ricco di sali minerali e lo zolfo or"anico in esso
contenuto ne fa un alimento adatto a tutti coloro che presentano
una debolezza cronica delle vie respiratorie. Eer i bambini che
hanno spesso bronchiti e tosse! ecco una cura decisamente
eTcace.
G 3a"liate a pezzetti alcuni spicchi da"lio e metteteli sul fondo di
un piatto in un unico strato. Cospar"ete %uesto strato con
zucchero di canna e lasciate macerare almeno per una notte. 44
"iorno dopo racco"liete il succo che si sarC prodotto! unitelo a un
infuso concentrato di timo! e datelo a cucchiaini al bambino.
G Hn ottimo espettorante si prepara mettendo a cuocere in 4
bicchiere di latte 8 o 0 spicchi di a"lio per %ualche minuto.
G Eer preparare una tintura da"lio indicata per curare la
bronchite! lasciate macerare per 40 "iorni in 8 litri di alcol a :02!
:0 " di spicchi da"lio. Assumete la tintura una volta al "iorno!
ponendo 4 5G00 "occe in un po dac%ua.
!alli e duroni
G Eestate in un mortaio 8 spicchi da"lio con mezzo cucchiaino di
olio di oliva caldo! in modo da formare una crema densa. K"ni
sera! spalmate un po di %uesta crema sul callo! fasciando poi con
una pezza di cotone. Erose"uite la cura 5no a estirpazione del
callo.
Denti cariati o doloranti
G In mezzo bicchiere daceto bollite per 8 minuti 4spicchio da"lio
tritato 5nemente; fate raMreddare e utilizzate il preparato per fare
de"li sciac%ui.
G Se il mal di denti si irradia per tutto il viso! inserite un
tamponcino di "arza contenente a"lio "rattu"iato nellorecchio.
G Se il dolore dovuto a carie @ localizzato in un unico dente!
ponete sul dente uno spicchio da"lio caldo.
Di#terite
G Erendete o"ni mattina 4 spicchio da"lio crudo! in"oiandolo a
pezzetti! senza masticarlo! con ac%ua zuccherata! t@ o caM@.
Kppure) lasciate per 5 "iorni in 4 litro di "rappa o di alcol a :02!
50 " di a"lio; trascorso il tempo indicato! 5ltrate. Assumete 4
cucchiaino di %uesto preparato in un po di ac%ua zuccherata! alla
mattina o alla sera.
E%orroidi
G Introducete nel retto una supposta da"lio! cio@ uno spicchio
da"lio al %uale avrete tolto la buccia esterna! ma non la pellicina
sottile che lo ricopre. Attenzione) durante %uesta operazione!
evitate di intaccare lo spicchio! altrimenti il rimedio provocherC
un forte bruciore.
Enuresi
G Y un disturbo che colpisce soprattutto i bambini! ma in situazioni
particolari pu7 presentarsi anche ne"li adulti! soprattutto donne
in "ravidanza e anziani.
G Ereparate un decotto facendo bollire per 5 minuti in 8 litri di
ac%ua 4 testa di a"lio e 4 manciata di 5ori di biancospino.
>uando sarC pronto! versate il decotto in un catino o
direttamente nel bidet! e fate un semicupio. &ipetete i lava""i 8
volte al "iorno.
*e&&re ti#oide ;#or%a le''era<
G Erendete 8 cucchiaini di tintura da"lio preparata lasciando
macerare per 40 "iorni in 8 litri di alcol a :02! 50 " di spicchi.
*erite
.e proprietC antisettiche e disinfettanti della"lio ne fanno un
rimedio ottimo per trattare pia"he! ta"li e ferite.
G Eestate 8 o 0 spicchi di a"lio! metteteli in 4G8 cucchiai di aceto
di vino bianco! e applicate il preparato sulla zona interessata a
mo di cataplasma.
G Se la ferita @ stata prodotta da una sche""ia e non riuscite a
tirare fuori il corpo estraneo che vi produce dolore! prendete un
po di pece #si ac%uista nelle dro"herie ben fornite$! mischiatela
con la polpa di 4 spicchio di a"lio "rattu"iato e ponetela sulla
ferita. >uesto preparato disinfetterC la ferita e permetterC la
fuoriuscita della fastidiosa sche""ia.
G Se vi siete ta"liati! to"liete la pellicina che ricopre lo spicchio
da"lio! e applicatela immediatamente sul ta"lio; %uesta pellicina!
oltre a disinfettare! favorisce anche una rapida cicatrizzazione.
-iradito
Avvol"ete il dito in una compressa imbevuta del se"uente
preparato.
G In 4 litro dac%ua bollente! mettete in infusione 8 pizzichi per
o"nuna delle se"uenti erbe) papavero! santore""ia! "emme di
abete.
>uando linfuso sarC tiepido! unitelo al succo ottenuto spremendo
4 spicchio da"lio! e con %uesto li%uido preparate la compressa;
rinnovatela %uando si raMredda! 5no a che il disturbo sarC
scomparso o comun%ue mi"liorato.
-otta
Hn valido rimedio per uso esterno) fate macerare per 8 "iorni in
800 cc di petrolio #che troverete in vendita in dro"heria$ 50 " di
a"lio tritato a pezzettini. Hsate il preparato per fare! o"ni sera!
delle pennellature sulle parti dolenti; fasciate poi larto dolorante
con una pezza di lana calda.
In/uenza
Eer prevenire e curare linPuenza! fate infusi e decotti da"lio! e
aumentate la %uantitC da"lio nella vostra dieta %uotidiana.
G Eer preparare linfuso! ponete 8 spicchi da"lio tritati in 4 tazza
di ac%ua bollente! e lasciate in infusione per 5 minuti. 3rascorso
%uesto tempo! 5ltrate! a""iun"ete 4 cucchiaino di miele e bevete
4 volta al "iorno! preferibilmente prima di andare a dormire.
G Eer preparare il decotto! fate sobbollire lentamente per 4G8
minuti 4 tazza dac%ua con 0 spicchi da"lio 5nemente tritati
>uindi 5ltrate e assumete il decotto con le stesse modalitC
dellinfuso.
Insonnia
Secondo la medicina popolare! la"lio crudo avrebbe eMetti
soporiferi. >uindi! se avete diTcoltC ad addormentarvi! fate in
modo che il vostro pasto serale conten"a sempre uno o pi(
spicchi da"lio! oppure assumete uno dei se"uenti rimedi.
G Eestate 4 spicchio da"lio e mettetelo in 4 tazza di latte caldo.
.asciate in infusione per circa 40 minuti! e bevete il latte prima di
andare a dormire.
Ipertensione
G Hn rimedio eTcace consiste nel far macerare una parte di a"lio
in 5 di alcol a :02 per 45 "iorni. 6opo %uesto periodo! 5ltrate il
tutto e prendetene 80G00 "occe! in un po di ac%ua! prima dei
pasti principali. >uesta terapia abbasserC sicuramente la vostra
pressione! senza sbalzi! "radatamente e mai al di sotto di un
certo limite per le proprietC ipotensive della"lio.
Leucoder%ia
Si tratta di fastidiose e antiestetiche chiazze bianche della pelle!
che predili"ono il collo! il petto! il dorso delle mani! e che sono
dovute a mancanza di pi"mento. Si possono trattare con
unantichissima ricetta! lun"uento alla"lio.
G Eestate alcuni spicchi da"lio in un mortaio di bronzo! %uello che
un tempo non mancava mai nella botte"a dello speziale! e che @
necessario aTnch@ si veri5chi la reazione chimica di formazione
di sali di rame.
.a"lio assumerC un colore verde. Con il composto ottenuto
dovrete massa""iate la zona colpita.
Metrorra'ia
Se il Pusso mestruale @ troppo abbondante o se si prolun"a per
troppi "iorni! ecco una ricetta di Maurice Messe"uS! uno dei pi(
famosi erboristi contemporanei.
G Eonete in 8 litri dac%ua bollente 4 testa da"lio schiacciata! 4
pu"no di 5ori di biancospino e 4 pu"no di fo"lie di ciascuna delle
se"uenti piante) malva! rovo! salvia; a""iun"ete anche 4 o 8
fo"lie di celidonia. .asciate in infusione per 5 minuti! %uindi
5ltrate e usate una parte di li%uido per irri"azioni va"inali! una
parte per ba"ni alle mani e una parte per pediluvi. Continuate il
trattamento per alcuni "iorni.
Mial'ia ;dolore %uscolare<
G Mettete a macerare per 8 "iorni! in 800 cc di olio di semi di
sesamo! 50 " di a"lio tritato.
Hsate %uesto preparato una volta al "iorno! preferibilmente di
sera! facendo delle pennellature sulle parti dolenti; fasciate poi
con una pezza di lana calda.
+ertosse
Y una malattia tipica dei bambini! che alcune volte pu7 colpire
anche "li adulti; non @ "rave! ma pu7 impressionare per i suoi
sintomi! e disturbare il bambino! soprattutto durante il sonno.
G Ereparate uno sciroppo da"lio! utile per ridurre i sintomi e per
raMorzare lor"anismo! abbreviando il decorso della malattia.
In un %uarto di litro di ac%ua bollente! mettete alcuni spicchi di
a"lio tritati nelle se"uenti! dosi)
G 45 " 5no a 4 anno;
G 85 " 5no a 5 anni;
G 90 " 5no a 40 anni;
G :0 " per "li adulti.
.asciate macerare per 00 minuti circa! e somministrate nelle dosi
indicate)
G 5no a 4 anno! < "occe al "iorno;
G 5no a 5 anni! < cucchiaini da caM@ al "iorno;
G 5no a 48 anni! < cucchiai da dessert al "iorno;
G per adulti! < cucchiai da minestra al "iorno.
Fota) se i bambini si ri5utassero di bere %uesto sciroppo a causa
del suo sapore piuttosto s"radevole! preparatene uno
a""iun"endo allinfuso una %uantitC doppia di miele o di zucchero
di canna! oppure mettendo in infusione! insieme con la"lio!
anche 4 cucchiaino di ti"lio! 4 di menta! 4?8 di ori"ano o di
lavanda.
+ia'3e cancrenose o ecze%atose
G Mettete in una botti"lia 4 litro dac%ua bollente e 80 spicchi
da"lio. 3enete il recipiente ben chiuso per unora circa.
3rascorso il tempo indicato! 5ltrate e conservate in luo"o fresco e
al riparo dalla luce. Hsate %uestac%ua per fare de"li impacchi
sulle parti interessate! da 5 a : volte al "iorno! dopo averla fatta
intiepidire.
+unture dinsetti
G Se siete stati punti da un insetto! potrete eliminare il fastidioso
prurito stro5nando la parte colpita con 4?8 spicchio da"lio.
,a5reddore
Ai primi sintomi! mettete in bocca uno spicchio da"lio intero e
tenetevelo per %ualche ora. Fon sentirete alcun sapore! ma i
principi attivi penetreranno u"ualmente nelle mucose . >uesto
rimedio @ anche un ottimo preventivo.
,aucedine
G +evete succo da"lio misto a miele! terapia "iC usata da Ferone
e! ancor o""i! da molti cantanti lirici.
,eu%atis%i
G Erendete 8 spicchi da"lio! fatene una polti"lia! inserite
allinterno di una "arza ripie"ata e fatene applicazioni ripetute
sulla parte dolorante.
.a ricetta che se"ue proviene dallestremo Kriente.
G Klio da"lio) mettete alcuni spicchi da"lio in una "arza! fatene
un fa"ottino che appenderete al coperchio di una pentola.
&iempite dac%ua la pentola! chiudetela con il coperchio e
mettetela sul fuoco! lasciando bollire lac%ua per 9G5 ore. In
%uesto modo "li spicchi si rammolliranno e! schiacciandoli!
potrete ricavarne un olio! particolarmente indicato per calmare i
dolori reumatici.
G Hn altro rimedio per uso interno! ottimo nella cura dei
reumatismi! @ il se"uente) lasciate macerare per 40 "iorni in 8
litri di alcol a :02! oppure di "rappa! 50 " di a"lio ta"liato a
pezzettini. Riltrate e prendetene 4?8 cucchiaino in un po dac%ua
o"ni sera.
,itenzione idrica
G A di"iuno! in"oiate 4 spicchio da"lio intero! de"lutendolo con
un sorso di vino bianco.
cottature
G Sulla parte bruciata! dopo averla raMreddata sotto ac%ua
corrente o con del "hiaccio! applicate una polti"lia preparata
impastando polpa da"lio schiacciata e olio e-traver"ine doliva.
inusite
G .essate per pochi minuti 8 teste da"lio! ponetele allinterno di
una pezzuola ripie"ata e applicate il cataplasma ancora caldo
sulla fronte. >uando %uesto si sarC raMreddato! to"lietelo e
sostituitelo prontamente con un nuovo cataplasma! sempre ben
caldo.
ordit=
G Se la vostra sorditC @ solo temporanea e di ori"ine reumatica! vi
potrC arrecare un certo sollievo il porre nellorecchio un tampone
di ovatta imbevuto di succo da"lio appena spremuto.
to%aco ;cra%pi allo<
G Rate bollire in 800 " di ac%ua! 800 " di zucchero "rezzo di canna
e 400 " di a"lio; %uando il decotto sciropposo sarC pronto!
5ltratelo e conservatelo in una botti"lia chiusa ermeticamente;
prendetene 8G0 cucchiai al "iorno! secondo la necessitC.
Tac3icardia
G Erendete 500 " di a"lio! spremetelo e unite il succo ricavato a
unu"uale %uantitC di alcol a 902. +evetene 8G0 cucchiaini al
"iorno per una settimana.
>a'inite
3ritate 5nemente %ualche spicchio da"lio e introducete la
polti"lia ottenuta in una pezzuola di cotone! che arrotolerete 5no
a ottenere un tampone di dimensioni tali da poter essere
a"evolmente introdotto nella va"ina.
Attenzione) la"lio non deve assolutamente fuoriuscire dalla
pezzuola! perchS altrimenti! entrando in contatto con la mucosa!
potrebbe danne""iarla.
>er%i
I vermi intestinali sono un problema soprattutto dei bambini.
>uando il vostro bambino non sta bene! si sve"lia molte volte di
notte! di"ri"na i denti nel sonno! si "ratta in continuazione il
sederino! potete ra"ionevolmente pensare che abbia contratto
una parassitosi verminosa.
G .a medicina popolare consi"liava un tempo di appendere una
collana di teste da"lio al collo del bambino.
G Hn risultato analo"o si pu7 ottenere mettendo 8G0 spicchi
da"lio "rossolanamente pestati in un sacchettino! che 5sserete
sullombelico del bambino 6opo 8G0 "iorni i vermi ven"ono
espulsi con le feci.
Il rimedio @ pi( eTcace se!contemporaneamente! frizionate i polsi
e le cavi"lie del bambino con una spicchio da"lio.
G Hna ricetta indicata per i bambini che abbiano compiuto almeno
: anni! e anche per "li adulti) tritate 9 spicchi da"lio e fateli
bollire in 850 " di latte per 5 minuti. .asciate intiepidire e
somministrate o"ni sera! prima che il bambino vada a dormire.
G li adulti possono usufruire di un rimedio "radito al palato) la
bruschetta!preparata sfre"ando su una fetta di pane tostato
mezzo spicchio da"lio. A piacere! condite con un 5lo dolio
e-traver"ine doliva e un pizzico di sale.
G Eer eliminare la tenia! il famoso verme solitario! bevete alla
mattina! a di"iuno!4 tazza di latte nel %uale avrete fatto bollire
per 80 minuti una "rossa testa da"lio schiacciata. Continuate la
cura 5no allespulsione del parassita.
>erruc3e
Sono escrescenze cutanee! dovute a ipertro5a delle papille
dermiche provocata da un virus; molto conta"iose! colpiscono pi(
fre%uentemente le mani o i piedi! e sono caratterizzate dalla
consistenza cornea e dal colore "ri"iastro.
G Erendete alcuni spicchi! pestateli nel mortaio e applicateli sulla
verruca per tutta una notte.
Attenzione) @ bene che la polpa da"lio non tocchi la parte sana
dellepidermide! per evitare che si in5ammi.
A tale scopo! prendete un cerotto e praticatevi un foro delle
dimensioni della verruca; %uindi applicatelo in modo che la
verruca riman"a scoperta. Eonete al di sopra del cerotto la pasta
da"lio e ricoprite il tutto con un altro cerotto. Fel "iro di 40G45
"iorni! con una nuova applicazione o"ni notte! la verruca
scomparirC.
G Se preferite un rimedio pi( semplice! ma meno sicuro! potete
stro5nare pi( volte al "iorno la verruca con uno spicchio da"lio
ta"liato. Applicate %uindi un cataplasma preparato mescolando 4
cucchiaio di ar"illa con ac%ua suTciente a ottenere un composto
cremoso.