Sei sulla pagina 1di 5

INVESTIMENTI ALTERNATIVI

NUOVI STRUMENTI

PASSIONE E GUADAGNO,
NEL VINO SI INVESTE COSÌ
Un fondo comune basato di Lorenzo Simoncelli
■ vini del pianeta. L’indice è decisa-
mente sbilanciato sulle produzioni
in Lussemburgo, l vino d’autore è sì piacere, passio- francesi; infatti, il 94,49% è composto
Ine e glamour, ma dal ‘98 le etichette
specializzato in bottiglie più pregiate possono trasformarsi in
da vini Bordeaux, il restante 5.51% se
lo spartiscono lo Champagne e qual-
un’importante forma d’investimento. che produzione italiana (0.49%).
di grande pregio, apre Il vino, infatti, può rappresentare or- VINO E FINANZA
mai un’interessante occasione di
nuove prospettive guadagno, tanto che oggi, in seguito Già prima del ’99, si era mosso
alle crisi che stanno attraversando i qualcosa in relazione al binomio vi-
ad un mercato in crescita, mercati finanziari, sta superando no- no-finanza; infatti, il vero pioniere
tevolmente Bot, Borsa e beni immo- dell’investimento vinicolo è stato
oltretutto slegato dagli alti biliari. Christian Roger (vedere l’intervista
L’investimento in vini d’annata non è nelle pagine seguenti) che nel 1998
e bassi della finanza. certo nuovo al mercato borsistico ha avuto la brillante idea di fondere
che ha già assistito alla nascita nel la sua passione di sempre, il vino,
Caratteristiche 1999 del Liv –Ex(London Internatio- con la sua esperienza maturata ne-
nal Vintage Exchange), un borsino gli anni lavorando in prestigiose
e opportunità di un che riflette il valore medio di quelli banche internazionali. Nasce così
che dovrebbero essere i cento mi- Vino e Finanza, prima società che
investimento particolare gliori e più commercialmente ambiti oggi opera nel settore del vino a

074 Investire ■ settembre 2008


360°, occupandosi in particolare di COME SI INVESTE Biondi Santi, storica griffe che ha
consulenza nell’investimento delle Immaginate di affidare ad un gestore creato il Brunello di Montalcino, è la
bottiglie, ma anche consulenza ad una somma di denaro, e fin qui nes- cantina a più alto indice di rendimen-
aziende vitivinicole e organizzazio- suna novità, poi però al posto di azio- to in Italia, infatti la Riserva 1955, uni-
ne di degustazioni di alto livello. ni od obbligazioni nel vostro portafo- co vino italiano inserito tra i migliori
Sulla scia di questa iniziativa poi si glio avrete etichette prestigiosissime, dodici del Novecento nella classifica
sono create delle strutture off-shore tutte rigorosamente scelte e selezio- diWine Spectator, la bibbia enologi-
in Gran Bretagna, Svizzera e Cana- nate da un professionista che acqui- ca degli Usa, si è rivalutata del
da, finchè a Parigi nel 2001 è nato il sta e vende vino al posto vostro. L’ac- 141.923% dal 1961. Naturalmente so-
primo fondo comune di investimen- cesso ai vari fondi è aperto sia ad in- no esempi rari, ma ci teniamo a ri-
to sui vini. Questo primato aggiunto vestitori istituzionali che a singoli pri- cordare come vi possano essere del-
a quello inerente la produzione vini- vati qualificati tramite la sottoscrizio- le bottiglie italiane che reggono tran-
cola consegna alla Francia il gradi- ne di una polizza assicurativa che per- quillamente il confronto con i grandi
no più alto del podio enologico, su- mette agli amanti del nettare di Bacco Premier Crus francesi.
bito dietro l’Italia. Da gennaio 2008 di investire i propri capitali benefi-
nasce poi la prima SICAV (società ciando dei vantaggi propri dello stru- NOBLE CRUS
d’investimento a capitale variabile), mento assicurativo e allo stesso tem- A proposito di grandi Crus francesi,
Elite Advisers, di cui tratteremo am- po di realizzare un ritorno finanziario da gennaio 2008 c’è una nuova real-
piamente nelle pagine successive. derivante dall’incremento di valore tà nel panorama dell’investimento
Se prima dunque gli appassionati di del fondo sottostante. Il vino ogni vinicolo. Conosciamola meglio. Si
vino potevano trarre profitti solo at- mese viene valorizzato sulla base di chiama Elite Advisers, è una società
traverso la compravendita tra priva- sei liste di prezzi: due provenienti dai lussemburghese di consulenza che
ti di bottiglie di valore variabile, dal wine merchant in Europa, due dai wi- ha lanciato un primo fondo d’investi-
1998 gli investitori possono realizza- ne merchant del Regno Unito e due mento specializzato sull’innovativo
re il binomio perfetto: investire su dalle aste di Christie’s e Sotheby’s. Le concetto di Passion Investment, dal
una propria passione, in questo ca- aste vinicole sono circa 300 l’anno, titolo Noble Crus. Miriam Mascherin
so il vino. Tra l’altro questa nuova quasi una al giorno, e da lì escono un e Michel Tamisier, i due managing
forma d’investimento genera profit- gran numero di etichette pregiate, partner della società, vogliono porta-
ti generalmente più cospicui rispet- molto spesso vendute a un prezzo in- re emozione nella finanza e i primi ri-
to alla semplice vendita tra privati o feriore a quello del mercato. Al termi- sultati sono quasi inebrianti: infatti al
cantine. ne del periodo d’investimento, in ba- 30 giugno 2008 si è registrato un +
se agli accordi presi con il gestore al 14,75% sul valore patrimoniale netto
momento della sottoscrizione del al lancio (02.01.2008) che era di 100
fondo, è possibile recuperare l’am- euro. Questi risultati sono frutto del-
montare del riscatto in cash oppure l’esperienza maturata dai due mana-
in bottiglie, e proprio in questo sta la ging partner della società nel corso
sostanziale differenza con una nor- degli anni, ricoprendo incarichi di ri-
male operazione di investimento. Il liev. In BNP Paribas a Milano Tami-
vino dunque, come disse l’Avv. sier, passato poi in J.P. Morgan Lu-
Agnelli, “male che vada si può sem- xembourg e infine managing direc-
pre bere”. tor alla Carmignac Gestion Luxem-
bourg, prima di approdare in Elite
LA QUALITA’ Advisers. Altrettanto brillante il cur-
PRIMA DI TUTTO sus della Mascherin, prima presso il
Le regole del gioco quindi sono sem- Gruppo Elco, poi in Technicolor e in-
plici, ma rigorose. Quattro i requisiti fine anche lei approdata alla direzio-
affinché una bottiglia possa generare ne della Carmignac Gestion Luxem-
profitti: altissima qualità, durata nel bourg. Noble Crus è dunque il frutto
tempo, richiesta di mercato e rarità. di un accordo che ha riproposto la
Le etichette super top, le cosiddette collaborazione manageriale tra Mi-
“blue-chips wine”, possono arrivare chelTamisier e Miriam Mascherin,
anche ad una percentuale di rivaluta- ormai consolidata nel tempo e che
zione del 500%, naturalmente questi aveva già dato ottimi risultati.
numeri possono essere raggiunti so-
lo da pochissime etichette di pochis- COSA C’E’
sime marche. Quindi se si vuole inve- NEL PORTAFOGLIO ?
stire in Italia si deve puntare sui gran- Michel Tamisier ha spiegato a Inve-
di rossi: Brunello, Barbaresco e Baro- stire la tripartizione del portafoglio
lo su tutti. Per fare un esempio la del fondo: “Il 70% è investito nei mi-

settembre 2008 ■ Investire 075


INVESTIMENTI ALTERNATIVI
NUOVI STRUMENTI

Intervista con Christian Roger, uno dei massimi esperti del mercato

I SEGRETI DELL’INVESTITORE DOC


PERCHÉ HA SUCCESSO L’IN- nere in considerazione che è QUALI LE ETICHETTE GIUSTE ? decenni e da secoli. Può ca-
VESTIMENTO NEL VINO ? l’unico prodotto agro-alimen- “Bisogna fare attenzione alla pitare di puntare su etichette
“Innanzitutto perché è un pro- tare che si modifica nel tem- liquidità del prodotto, quindi “moderne”, ma sempre con
dotto di lusso, che contraria- po. Un vino di un’annata giu- al potenziale di rivendita, vi- molta cautela perché poi bi-
mente a quanto si pensi non è sta con il trascorrere del tem- ge la regola classica sogna vedere come il prodot-
un prodotto di collezionismo, po garantisce il capitale ini- dell’80/20: se si prende un ca- to evolve e capirlo anticipa-
ma di consumo; infatti, non- ziale, anzi quasi sicuramente talogo d’asta, e di aste ce ne tamente è molto difficile. E’
ostante sia un bene di lusso lo fa lievitare”. sono circa 300 all’anno, si ve- importante quindi compren-
al contrario di barche o mac- de come l’80% delle etichette dere subito il potenziale di
chine, che pochi possono per- IN QUALI VINI INVESTE IL saranno costituite da un nu- invecchiamento che fa cam-
mettersi, il vino invece è dis- FONDO NOBLE CRUS? mero ridotto di nomi e il 20% biare a sua volta il potenziale
ponibile a molte persone. Una “Investiamo nei primeurs un sarà costituito da una grande di valore. Una cosa è certa: i
bottiglia da mille euro non è 10/15% degli assets, sui Bor- moltitudine di vini. Noi come vini che stanno sotto i 100 eu-
una spesa irraggiungibile, è deaux, ma soprattutto sui struttura d’investimento an- ro hanno poche possibilità di
un lusso che molti possono of- grandi crus della Borgogna diamo su quel 80% e quindi avere delle evoluzioni; inve-
frirsi. Secondo, il vino è total- che sono più difficili da repe- su prodotti che sono noti da ce vini che partono da 500 eu-
mente decorrelato dai merca- rire, ma che hanno potenziali
ti, segue logiche diverse, e di crescita di valore netta-
quindi anche in periodo di re- mente superiori, per il sempli-
cessione si possono avere ce fatto che le produzioni so-
delle plusvalenze sulle grandi no più piccole che nella zona
bottiglie”. di Bordeaux”.
QUAL È E COME CRESCE IL E I VINI ITALIANI?
VALORE DEL VINO ? “Gli italiani hanno una quota
“Il valore è legato in modo parte importante, piccola ri-
stretto all’aspetto qualitativo, spetto a Bordeaux e Borgo-
cioè del suo potenziale di in- gna però è la seconda davanti
vecchiamento, poi dopo un a Spagna, Stati Uniti e Austra-
certo numero di anni entra in lia. Spicca qualche etichetta
gioco un secondo aspetto che toscana, piemontese, e un
è la rarità, bottiglie che vanno paio venete.
dai 30 ai 50 anni, ma i due Il problema è legato soprattut- ro in su hanno grosse possi-
aspetti sono molto legati. La to al prodotto: i vini italiani , “Bisogna bilità in base alla legge del-
rarità senza la qualità non
porta a nessun risultato. Ad
anche se hanno fatto molti
progressi negli ultimi 10-15
avere l’offerta e della richiesta, so-
prattutto in seguito alla gran-
esempio una bottiglia di Ro- anni, rimangono vini che per grande de richiesta dei mercati emer-
manèe-Conti del ’44 che ormai cultura vinicola non hanno genti”.
è un’annata morta non vale sempre un potenziale d’invec- rispetto
più di 50 euro, un Romanèe- chiamento molto lungo. QUALE L’ORIZZONTE TEMPO-
Conti del ‘45 ne può valere 10 Questo perché il cliente ita- del vino, RALE DELL’INVESTIMENTO?
mila. La differenza sta tutta
nella qualità del prodotto. Og-
liano non è interessato a vini
invecchiati, e quindi questo
perché “ Nel vino ci possono essere
periodi di stabilità totale dove
gi il vino gioca lo stesso ruolo frena la selezione. I SuperTu- dietro c’è i prezzi non variano e poi in
che aveva l’oro qualche anno scans hanno un arco di vita quindici giorni avere uno sca-
fa nei confronti della Borsa. I relativamente corto e quindi l’anima del lino abbastanza importante.
prezzi dei grandi vini degli ul-
timi 30/40 anni non sono mai
sono tagliati fuori da una tipo-
logia di prodotto di investi-
produttore” Ad esempio il vino vendem-
miato nel 2007 inizierà ad ave-
diminuiti, bisogna sempre te- mento”. re vita sul mercato nel 2010”.

076 Investire ■ settembre 2008


gliori Crus, soprattutto vecchie eti- azionario, dove il processo di investi- avere un accesso facilitato a questo
chette, caratterizzato da un approccio mento consiste in una selezione ac- fondo attraverso una polizza assicu-
vario, dove il valore della bottiglia sul curata dei vini dopo un’attenta anali- rativa di diritto estero, ma non italia-
mercato è conosciuto e quindi l’o- si del mercato, si può paragonare no, perché le compagnie italiane
biettivo consiste nel trovare la stessa dunque ad un normale fondo equity. possono acquisire solo fondi armo-
etichetta ad un prezzo inferiore trami- Visto però – continua Tamisier - che nizzati”.
te l’acquisto dalle cantine private o non è un fondo armonizzato e coor-
dai ristoranti, molto simile ad una ge- dinato, e non è UCIT’s III, non può es- I VINI ANCHE
stione di fondi tradizionale; il 20% nei sere autorizzato in Italia e distribuito IN UNA POLIZZA
primeurs, dove il gestore compra vini al pubblico, ma può essere venduto CON FARAD
di cantine note per la loro qualità e solo ad istituzioni e privati sofisticati. Tra le compagnie di diritto estero
scommette sulla crescita di un pro- E’ un prodotto che si vende come spiccano la Farad International, bro-
dotto di questa società, e il restante fondo alternativo estero, private pla- ker assicurativo specializzato nel Pri-
10% rimane cash”.Ad oggi le etichette cement; e siccome il fisco italiano lo vate Insurance, che ha lanciato sul
presenti nel portafoglio di Noble Crus tassa come tale, non è conveniente mercato italiano Private Alternative
sono per il 55.5% Borgogna, tra cui per chi lo compra direttamente dal Selection, polizza unit-linked, che ha
spiccano un Romanèe-Conti del ’90, proprio conto corrente perché poi obiettivi di ritorno assoluto grazie al-
un Richebourg dell ’85, annata eccel- tutte le plusvalenze e i proventi even- l’utilizzo di una gestione attiva in
lente, e un La Tache del 2005. Grande tuali sono inseriti nella dichiarazione strumenti d’investimento decorrelati
rilevanza anche per i vini Bordeaux dei redditi”. “La vera novità – termina dall’andamento dei mercati finanzia-
che ricoprono il 37% del portafoglio uno dei due managing partner della ri. “Quando Elite Advisers ci ha pre-
con un Mouton-Rotschild MG del ’45, società – consiste nella possibilità di sentato questo veicolo – spiega Giu-
altra ottima annata, un Lafleur del seppe Frascà, Partner di Farad Inter-
2005 e uno Chateau d’Yquem del ’21. national – abbiamo trovato interes-
Per i grandi vini francesi dunque l’in- Le regioni nel fondo sante questo prodotto come stru-
teresse del gestore del fondo Chri- mento di diversificazione per i nostri
stian Roger si è incentrato sui grandi 2,7% Piemonte clienti esteri e abbiamo pensato po-
formati delle vecchie annate, sempre 3,0% Toscana 0,3% Vari tesse essere anche una modalità per
rare e quindi molto ricercate, oltre il collocamento in Italia”. “Sottoscri-
naturalmente a una gamma di vini vere questo fondo in Italia – prose-
più recenti, selezionati sempre in ba- gue Frascà – è infatti fiscalmente
se alla loro qualità. C’è infine anche sconveniente perché si paga sugli
una piccola percentuale di vini italia- 37,0% utili l’aliquota marginale con la tas-
ni e di altri paesi come Spagna, Usa Bordeaux sazione piena, come acquistare un
e Australia. Come già spiegato le eti- 57,0% hedge nelle isole Cayman”. L’obietti-
chette all’interno del portafoglio va- Borgogna vo di Farad è dunque “cercare di da-
riano, e chissà che nei prossimi mesi re al cliente private dei veicoli fiscal-
non vi si possa trovare l’ultima sco- mente efficienti e giuridicamente ec-
perta del panorama vinicolo, la più cellenti per poter accedere a delle
antica bottiglia di Veuve Clicot, anna- La suddivisione per provenienza dei vini formule d’investimento di nicchia”.
ta 1893, trovata per caso all’interno nei quali è investito il fondo Noble Crus. L’accordo che sta alla base tra Elite
di un castello scozzese.

CARATTERISTICHE Le etichette nel caveau di Noble Crus


DEL FONDO VINO CASTELLO REGIONE ANNO
L’importo minimo d’investimento ri-
chiesto è di 125 mila euro, per due ROMANÈE – CONTI DRC BORGOGNA 2005
motivi, primo perché l’Elite Advisers LA TACHE DRC BORGOGNA 2005
la considera una soglia adeguata per MOUTON – ROTHSCHILD MOUTON – ROTSCHILD BORDEAUX 1945
il target previsto, secondo perchè è ri- ROMANÈE – CONTI DRC BORGOGNA 1990
chiesto dalle leggi lussemburghesi RICHEBOURG HENRI JAYER BORGOGNA 1978
per investitori qualificati. “Noble Crus LAFITE – ROTHSCHILD LAFITE – ROTHSCHILD BORDEAUX 2007
– spiega Tamisier – appartiene alla ca- RICHEBOURG HENRI JAYER BORGOGNA 1985
tegoria gestione alternativa, seppure ROMANÈE – SAINT VIVANT DRC BORGOGNA 2005
non sia un vero e proprio hedge, in- RICHEBOURG DRC BORGOGNA 2005
fatti non ci sono prestiti, non c’è leve- MONTRACHET DRC BORGOGNA 2005
rage nè shorting. Il funzionamento è
quello di un fondo long only, con una Le bottiglie nelle quali ha investito Michel Tamisier, managing
il fondo Noble Crus. partner di Elite Advisers.
gestione molto simile ad un fondo

settembre 2008 ■ Investire 077


INVESTIMENTI ALTERNATIVI
NUOVI STRUMENTI

Advisers e Farad è dunque chiaro attività prevede inoltre la vendita e


Pro & Contro “Noi promuoviamo il loro fondo e la l’arbitraggio sui vini, la copertura dei
società lussemburghese promuove rischi e il controllo dell’imbottiglia-
l’accesso alle polizze Farad tutte le mento e del trasporto verso i siti di
BICCHIERE volte che incontrano un cliente priva- stoccaggio specializzati come il Porto
MEZZO PIENO to che vuole investire in questo stru- franco di Ginevra.
■ Decorrelato dai mercati mento”. Il rendimento di questa poliz- A spingere il mercato la continua
finanziari e dal normale ciclo eco- za è legato a tre asset class equamen- crescita di domanda proveniente
nomico, e vista la situazione attua- te ponderate: un fondo di fondi che dai Paesi emergenti, e dalla cliente-
le non è poco. investe nel Life Settlement (Alpha la HNWI(High Net Worth Individual),
■ Investimento alterna- SIS), “dove possessori di polizze vita mantenendo pur sempre l’offerta
tivo è una diversificazione rispet- di puro rischio, a causa dell’alto costo fissa.
to alle tradizionali forme d’investi- dei premi, - spiega il dott.Frascà - de-
mento, agisce su settori non utiliz- cidono di cederle a società specializ- EMERGENTI
zati dalla finanza classica. zate, che al momento della morte del ANCHE NEL VINO
■ Domanda in aumento possessore incassano i premi”; No- A proposito di paesi emergenti nel
e offerta costante. Un binomio vin- ble Crus e un fondo hedge con strate- consumo del vino un ruolo rilevante
cente, infatti la richiesta dei cosid- gia market neutral total return (He- è giocato dal gruppo denominato
detti paesi di recente industrializ- rald Fund – USA Segregated Portao- BRIC (Brasile, Russia, India e Cina).
zazione non conosce sosta, mentre lio One), che assume cioè posizioni Questi sono visti oggi dagli esperti
la produzione non può variare più di a medio/lungo termine su azioni li- come quelli che possono esprimere
tanto. quide del mercato statunitense in significativi tassi di espansione dei
■ Attrattivo stimolante per gli correlazione con lo S&P100. Oltre a consumi e che, essendo paesi di
appassionati, per gli addetti del Farad ci sono anche altre assicura- grande dimensione potranno poten-
mestiere, ma anche per tutti coloro zioni che garantiscono questo servi- zialmente premiare gli sforzi com-
che credono nel vino come una zio come Irish Life , e la Lombard di merciali di chi si sta cimentando nella
possibile e redditizia fonte di gua- diritto lussemburghese, l’importan- loro penetrazione. I BRIC tra l’altro,
dagno. te è che i contratti siano di domicilio negli ultimi due anni hanno mostrato
estero. Gli investitori italiani dun- tassi di crescita annuali delle impor-
BICCHIERE que che volessero sottoscrivere No- tazioni superiori al 20%.
MEZZO VUOTO ble Crus, non hanno scelta, devono Ma non finisce qui; infatti dati aggior-
■ Esperienza intesa come stipulare una polizza con una di nati dimostrano come sia in forte au-
anni passati nel settore vitivinicolo, queste compagnie assicurative per mento anche la produzione vinicola
ma anche e soprattutto come cono- maggior convenienza. in questi Paesi: la vite coltivata fuori
scenza delle numerose difficoltà dall’Europa (51,3%) ha superato
che ruotano attorno al mondo del FONDO S.I.F. quella dell’Europa a 27 paesi (48.7%).
vino. Accesso ai mercati e rapporti CON LIQUIDAZIONE Solo il ritardo nelle tecniche agricole
diretti con i produttori permettono MENSILE fa sì che i paesi emergenti non riesca-
di acquistare le bottiglie a prezzo Tutto ciò dopo il 13 febbraio 2007, os- no a raggiungere i livelli di produzio-
inferiore, aspetto importante per sia da quando è stata emanata la ne dei paesi occidentali, Francia e Ita-
chi opera in questo settore. nuova legge che consente la creazio- lia su tutti. Basta vedere la percentua-
■ Medio-Lungo termine ne di Specialise Investment Fund le dei vitigni rossi per capire che fra
non è adatto a chi ha bisogno di (SIF), cioè dare la possibilità ad un qualche anno l’eldorado della vite
guadagnare subito, buoni profitti si prodotto di investire in settori ricerca- avrà forse gli occhi a mandorla.
possono registrare dopo un periodo ti, Noble Crus dunque è un SIF. Dato Insomma il panorama mondiale del
di circa cinque anni. non irrilevante poi la possibilità di li- vino sta cambiando e nonostante le
■ Logistica bisogna sapersi quidazione mensile, che permette a buone performance del vino italiano
muovere, organizzazione dei tra- qualsiasi investitore che ha sotto- sul mercato internazionale si rischia
sporti, dello stoccaggio, il tutto alla scritto Noble Crus, la possibilità di che i Gulliver del nuovo mondo pos-
ricerca delle migliori condizioni entrare o uscire a suo piacimento, te- sono invadere i Lilliput del vecchio e
economiche. nendo sempre conto che il vino ha bi- del vino d’autore.
■ Rallentamento del sogno di tempi medio lunghi per ga- Nonostante tutto, la domanda vitini-
mercato molto difficile ma non rantire determinati rendimenti. Il tut- cola è viva e in costante crescita, e al-
impossibile, anche perché quello to alla fine è nelle mani di un gestore lora “Una cantina oggi, un patrimo-
del vino, non è un mercato borsisti- di grande esperienza come Christian nio domani” potrebbe essere lo slo-
co e quindi non c’è una piattaforma Roger che seleziona e acquista le eti- gan di chi ha deciso di cimentarsi in
ufficiale, tranne il Livex. chette presso i produttori di vini en questo nuovo tipo di investimento al-
primeur o grand crus classificati, o in ternativo, che spesso genera i suoi
occasione di vendite all’asta. La sua frutti: il vino e la finanza. ■

078 Investire ■ settembre 2008