Sei sulla pagina 1di 5

Peter O'Toole, l'arte di saper morire all'ora esatta.

Pubblicato da Tito Maci il 16 dicembre 2013 alle 11:30 a.m. Vedi blog Traduzione dallo spagnolo di Luciano Drusetta

La vita fisica di una essere umano inserita in uno spazio-tempo che va dal momento della sua nascita fino al momento della sua morte: un arco di tempo in cui si sviluppa l'Opera Prima di ogni persona. Si nasce in un preciso momento: anno, mese, giorno e ora; e si muore in un altro preciso momento. Tra una data e l'altra, si sviluppa tutta l'esistenza. La domanda : il giorno della fine gi scritto? Domanda terribile! A mio parere, direi che ci sono momenti che potrebbero essere l'ultimo giorno, il giorno della morte; ma molto difficile saperlo con certezza. Per questo motivo, una previsione in tal senso molto rischiosa e a volte perfino sbagliata, perch la morte si pu estendere un poco di pi rispetto a quanto indicato. L'Astrologia come la conosciamo oggi frutto della cultura greca: tanto che se vogliamo trovare opere di Astrologia nella Biblioteca Vaticana, dobbiamo cercarle nella sezione dedicata all'Astronomia greca. I greci avevano le Parche o la Moire, personaggi mitici che dobbiamo assolutamente conoscere se vogliamo capire il senso e l'arrivo della morte. Vedi anche: http://titomacia.ning.com/profiles/blogs/6248574:BlogPost:67799

Per i motivi sopra esposti, non possiamo fare una previsione certa sulla morte di nessuno: possono sempre agire le Parche in camice bianco che sono in grado di prolungare la vita. Tuttavia, possiamo fare un'analisi sulla morte, un'analisi il cui scopo duplice: 1) fornire il miglior conforto possibile agli amici e alla famiglia del defunto, e 2) farci comprendere che l'Astrologia una scienza superiore di verit: autentica, agghiacciante, ma vera. Le morti sono una prova di quanto affermo.

Peter O'Toole era nato il 2 agosto 1932 ed morto il 14 dicembre 2013. In questo spazio-tempo ci ha deliziato con il suo lavoro di attore: presi dalla sua perfetta recitazione abbiamo attraversato con lui la penisola arabica da est a ovest, strofinandoci le guance con i dorati granelli di sabbia del deserto, pur masticando allo stesso tempo il nostro popcorn comodamente seduti nella sala del cinema.

Questa il tema natale di Peter O'Toole calcolato per l'ora della levata del sole. Questo tipo di grafico si chiama carta solare. Vediamo subito come funziona. Nella torre a 360 piani del sistema armonico ci sono parecchi piani con i loro orologi speciali che ruotano attorno alla morte. Il primo di tutti il piano numero 13, dove tutto percorre un giro completo ogni 13 anni: il primo piano della morte. Il sistema astrologico iscritto nel sistema del 12: sono dodici i segni e dodici le Case che compongono il nostro sistema, in modo tale che 12 moltiplicato 13 d un risultato di 156, che il piano dove si trova l'orologio di tutte le morti. Per vedere come funziona questo orologio non c' niente di meglio che analizzare la morte di personaggi famosi e conosciuti, cos come Peter O'Toole. Negli orologi della morte i pianeti incaricati di uccidere possono essere tranquillamente Plutone e Saturno. Sappiamo gi come si comportano questi pianeti; cos, analizzare la loro influenza nell'orologio di tutte le morti pu portare a risultati sorprendenti sempre che ci resti ancora la capacit di sorprenderci. Perch qui non c' nessun trucco, tutta pura matematica. In spagnolo diciamo che si fa un "atacir" quando, con movimento uniforme e ad un ritmo particolare, spostiamo i pianeti dalla posizione radicale fino al momento considerato.i Ora, tramite atacir o direzione armonica uniforme (erroneamente conosciute come "profezioni") sposter nel ciclo di 156 anni l'orologio di tutte le morti per analizzare la morte dell'attore, ma usando oltre al Sole soltanto i pianeti Plutone e Saturno.

Nel ciclo di 156 anni (l'orologio di tutte le morti), il giorno del decesso di Peter O'Toole, l'atacir di Plutone si congiungeva al luogo occupato da Saturno; contemporaneamente, l'atacir di Saturno arrivava a congiungersi al Sole: si tratta di due atacir della morte, necessariamente mortali. Oltre all'orologio di tutte le morti, al piano 96 si trova l'orologio delle situazioni limite, dei decessi viscerali e della morte personale. Il numero 96 il risultato della moltiplicazione di 12 (che il

numero del sistema astrologico) per 8, che il numero della Casa Ottava, lo scenario della morte. Per questo si tratta dell'orologio delle morti personali, dove entra in gioco l'Ottava Casa e i pianeti reggenti dell'Ottava.

Nel grafico di O'Toole, nell'Ottava Casa troviamo Aquario e Pesci, i cui reggenti possono essere Urano e Giove, anche se potrebbero anche essere Saturno e Nettuno; ma in questo caso sono Urano e Giove a farsi notare. Ora calcoler l'atacir del ciclo di 96 anni lasciando solanto i pianeti Urano e Giove.

Nel ciclo di 96 anni (l'orologio delle morti personali), l'atacir di Urano arriva sulla cuspide dell'Ottava Casa che si trova in Aquario (meno di 2 gradi); mentre crea opposizione al pianeta Urano che il co-reggente dell'Ottava: lo scenario della morte. Segnali del cielo, pietre miliari celeste che segnalano la fine dell'Opera prima del nostro ammirato attore del cinema.

Fare atacir un'espressione astrologica spagnola che significa dirigere o portare un pianeta da un luogo a un altro, come si si trascinasse nel cielo un pianeta per portarlo a un'altra posizione del grafico. Ci sono diversi modi per fare atacir: uno di questi spostare un pianeta facendogli fare un giro completo in 12 anni. Questo procedimento conosciuto come "Profezioni del 12": una delle tecniche predittive pi comuni nel Rinascimento. Si parte dall'idea che pianeti trascinano il loro significato e lo portano con s da un posto all'altro: questa la chiave di lettura, che dobbiamo imparare per poter interpretare gli atacir con facilit.

(http://astrologosdelmundo.ning.com/forum/topics/atacir)