Sei sulla pagina 1di 14

Ottobre2012 Novembre2013

La citt mobile che cambia Ecosostenibile bella abitabile

Le proposte dei bergamaschi per una citt migliore e Bella.

in collaborazione con

Le proposte dei bergamaschi per una citt migliore e Bella.

in collaborazione con

IL progetto

FUTURO
Quale futuro attende Bergamo? Che citt lasceremo in dote ai nostri figli, ai nipoti? per rispondere a queste domande, semplici solo per modo di dire, che il 10 ottobre del 2012 LEco di Bergamo - in collaborazione con lUniversit di Bergamo e Ipsos - ha invitato gli abitanti di citt e hinterland a far sentire la propria voce. Con laiuto di tutti volevamo incoraggiare il sorgere di un ideale di citt, in linea con le cosiddette smart cities che la Comunit Europea ha individuato quale modello di riferimento per lo sviluppo urbano dei prossimi decenni; e nello stesso tempo far conoscere ai lettori temi e punti di vista a quel tempo inediti e oggi, grazie anche al nostro impegno, decisamente pi sentiti e discussi. Per arrivare a ci che sta a cuore a tutti: il futuro. Con questo nostro percorso abbiamo voluto contribuire a delineare una Bergamo che funziona e appassiona, aperta e vivace, nobile e bella: insomma, una citt in cui vivere bene, finalmente capace di redimere i suoi disagi senza negarli, che discute, si accapiglia magari, ma con lonesta furia di chi non si limita a fare, ma ci tiene a fare bene.

IL progetto

5 TEMI
LECOlab un progetto talmente originale da non avere precedenti, quanto meno in Italia. Per prima cosa grazie a Ipsos abbiamo identificato gli ambiti sui quali portare lattenzione di cittadini e lettori: la mobilit e il traffico, i cambiamenti urbanistici di Bergamo, la sostenibilit ambientale, cultura e turismo, i servizi sociali. Questi i cinque temi che per oltre un anno abbiamo affrontato uno dopo laltro sul nostro blog, grazie ai post dei ragazzi dellUniversit di Bergamo e dei giornalisti, agli articoli, ai tanti commenti. Al termine di ciascun modulo, e grazie al sondaggio conclusivo dellintero progetto, abbiamo distillato proposte e progetti per il futuro di Bergamo. LEco e gli altri mezzi del Gruppo Sesaab hanno articolato il dibattito, portando a conoscenza di tutti situazioni problematiche e suggerimenti concreti. stato cos possibile far germogliare prospettive prima sconosciute o considerate impossibili. I cittadini di Bergamo e dellhinterland, oltre a tutti coloro che a Bergamo lavorano o si recano con regolarit, hanno cos potuto discutere, argomentare, confrontarsi. Bergamo ascolta Bergamo lespressione migliore per chiarire il senso e il frutto del nostro lavoro.

Bergamo ascolta Bergamo

le soluzioni

mobile
Il primo modulo affrontato da LECOlab stato uno dei pi caldi: il traffico, percepito in netto peggioramento negli ultimi anni. Senza abbandonarsi a progetti difficilmente realizzabili o particolarmente controversi, come la chiusura al traffico del centro cittadino, i bergamaschi non hanno avuto esitazioni: il progetto che va attuato senza indugi quello di trasformare la linea ferroviaria Albano-Bergamo-Ponte San Pietro in un servizio metropolitano. Tra le proposte inerenti al tema, questa risultata la preferita nel sondaggio conclusivo di Ipsos. A riprova che la mobilit tema particolarmente sentito e sempre vivo. Le altre proposte selezionate dai bergamaschi: Potenziamento trasporto pubblico notturno e bike-sharing Navette gratuite per citt alta Polo logistico per ingresso merci Informazioni in tempo reale per i cittadini Acquisto di biglietti per bus e parcheggi con smart-phone

la citt

linea metro

ALBANO s.alessandro bergamo

apertura porte

ponte san pietro

Metro

BerGamo

BG

Ferrovia

metropolitana

le soluzioni

cambia
Il tema della citt che cambia ha riguardato in particolare le soluzioni urbanistiche, la destinazione e riqualificazione degli edifici storici, il rapporto con i comuni limitrofi. In linea generale, la proposta in questo caso quella di progettare sul lungo periodo e su vasta scala, evitando soluzioni di corto respiro, andando oltre le contingenze di un solo mandato elettorale. In particolare, la proposta ha assunto la forma di un no convinto e perentorio: necessario opporsi alla conversione residenziale degli edifici quali lex ospedale e la caserma Montelungo. La programmazione lungimirante e il bene pubblico devono avere sempre la meglio sugli interessi privati. Le altre proposte selezionate dai bergamaschi: Affido degli spazi abbandonati o dequalificati ad associazioni di volontariato Ipotesi di uno stadio nuovo nellarea di Porta Sud

la citt che

lungo
Periodo

Progettare sul

nuovo
stadio

10

le soluzioni

11

Eco

sostenibile

la citt

Questo tema ha smosso gli animi e le idee: chiarito che la raccolta dei rifiuti e in generale la cura della citt sono servizi particolarmente apprezzati dai bergamaschi, secondo i nostri concittadini linquinamento uno degli aspetti maggiormente peggiorati in questi ultimi anni. In linea generale, i bergamaschi

sono convinti che i comportamenti sostenibili vadano premiati con adeguati incentivi, ma la proposta che ha ottenuto un vero e proprio plebiscito a livello di classifica generale stata quella di incentivare i Last Minute Market, luoghi ove vendere a prezzi scontati i prodotti alimentari prossimi a scadenza.

Le altre proposte selezionate dai bergamaschi: Aumento degli spazi verdi in centro citt Creazione di un percorso verde che raccordi i parchi cittadini Istituzione di un marchio green a vantaggio delle aziende eco-sostenibili

last minute
market

Percorsi
verdi

12

le soluzioni

13

Bella
Bergamo una citt bella, a forte vocazione turistica. I bergamaschi lo ricordano, indicando che occorre avere una maggiore consapevolezza nelle nostre possibilit, e comunicare meglio e oltre le Mura la nostra eccellenza artistica e culturale. Il lavoro e lesperienza della candidatura di Bergamo a Capitale Europea della Cultura potranno certamente contribuire a superare la storica duplicit di una Bergamo antica e moderna, culturale e industriale, accogliente e scontrosa. In ambito culturale, la proposta concreta che prevale quella di dotare la citt, e non solo, di cartelli indicatori di nuova generazione per valorizzare i nostri monumenti. Le altre proposte selezionate dai bergamaschi: Creazione di un marchio Bergamo capace di aggregare le iniziative culturali di alto livello Miglior coordinamento tra le molteplici iniziative cittadine

la citt

bergamo

Porta san giacomo

BG
in

made

Marchio Cartelli
interattivi bergamo

14

le soluzioni

15

abitabile

la citt

Lultimo modulo, la citt abitabile, ha messo in luce il fatto che mentre sulle politiche sociali prevalgono nettamente i giudizi positivi dei cittadini, sulle politiche giovanili un bergamasco su due esprime una valutazione negativa. In questo ambito si registrata una delle proposte pi votate in assoluto tra tutte quelle testate da Ipsos:

la necessit di una mappatura delle oltre 150 associazioni di volontariato presenti in citt, con particolare attenzione sia alla loro attivit, sia ai potenziali utenti. A seguire unidea semplice e bella: come avvenuto a Milano, modificare i regolamenti che limitano gli orari di gioco dei bambini nei cortili. Un richiamo, questo, a quelle reti familiari e di prossimit che aiutano le famiglie a reggere lurto della crisi economica.

Le altre proposte selezionate dai bergamaschi: Pi attenzione ai quartieri Investimento in spazi di socializzazione per le diverse et Pi attenzione alla citt invisibile e ai soggetti fragili

Giocare
nei cortili

Mappatura
associazioni

16

i protagonisti

17

lECO di Bergamo
In tutti questi mesi, con questo suo lab LEco di Bergamo ha dedicato alla citt e al suo futuro dialoghi in rete, interventi sul giornale, incontri pubblici, trasmissioni televisive e altre occasioni. Ogni cittadino stato chiamato a dire la sua sui vari temi trattati, in una leale prospettiva di rete. Le proposte qui raccolte saranno ricordate nel tempo a tutti coloro che avranno il compito di governare la citt a partire dal 2014. LEco di Bergamo vigiler affinch quel che i bergamaschi hanno indicato come prioritario venga tenuto ben presente e realizzato da chi governer Bergamo nei prossimi anni. Lintento di questo nostro giornale, fondato nel lontano 1880, chiaro: con LECOlab abbiamo voluto dare una mano alla nostra citt e contribuire a regalarle il futuro che merita. Non un futuro qualunque, o peggio avventato. Semmai un futuro possibile. Cio condiviso e migliore.

Dare voce
ai cittadini

18

i protagonisti

19

Ipsos

Ipsos ha collaborato al progetto in quattro mosse: dapprima proponendo ai bergamaschi alcuni video di Nando Pagnoncelli con spunti basati su dati, analisi e trend. I ricercatori dal canto loro hanno dato ascolto ai cittadini di Bergamo sul blog de LECOlab, e successivamente attivato dei forum

online con la partecipazione di circa venti cittadini bergamaschi per ciascuno, bilanciati per genere ed et, e di soggetti impegnati nel tessuto associativo di Bergamo. Articolando tutti questi dati, a cura del team de LECOlab sono state selezionate le proposte dei cittadini per ciascun modulo tematico.

A conclusione del percorso, alcune tra le idee pi rilevanti dei bergamaschi sono state sottoposte a una verifica di gradimento e di priorit grazie a un sondaggio condotto su un campione rappresentativo di tutta la popolazione cittadina.

1
Video

forum

Dati trend Focus

sondaggio

20

i protagonisti

21

universit
Quando stato lanciato il bando dellufficio tirocini, per LECOlab si sono fatti avanti ben 150 ragazzi; dopo le selezioni, gli eletti sono stati 21, una ragazza ha addirittura seguito il progetto tutto lanno: proprio cos, LECOlab diventer anche una tesi di laurea. A coordinare il gruppo, un professore universitario, che in qualit di tutor ha seguito il progetto in ogni sua fase e sviluppo. Divisi in gruppi di lavoro per ciascun tema, i ragazzi hanno collaborato al blog realizzando video, post e interviste sia ai cittadini bergamaschi che agli studenti Erasmus sparsi per il mondo, oltre a segnalare esempi di best practice pescati in rete. Per le serate finali in tv, gli studenti hanno realizzato progetti su misura, video, fumetti, interviste: un impegno notevole, ma - assicurano - nello stesso tempo necessario e bello.

post e interviste

tesi di laurea

22

23

414 Giorni
10 Ottobre 2012 | 28 Novembre 2013 Blog LEco di Bergamo

Cuore bergamasco Oltre 100

leco di Bergamo
Eccoci alla conclusione di questa bella avventura: anzi, no, molto meglio dire che da oggi LECOlab prende il via, perch quello che voi bergamaschi ci avete suggerito far certamente parte della nostra agenda delle priorit negli anni a venire. State certi, cari lettori e concittadini: ai primi posti tra i suoi compiti LEco di Bergamo metter sempre quel che vi sta pi a cuore. Lo far con opportuna fermezza, con appassionato rigore: LEco di Bergamo, cuore bergamasco.

52.428

Visitatori unici

Articoli pubblicati

160.873 326
Post

Pagine visitate

Bergamo TV | Eco Web

Serate in diretta

556 14

Commenti

Ipsos

5 1

Video realizzati

Forum tematici (100 persone coinvolte)

Sondaggio conclusivo (600 persone coinvolte)

i de

numeri lecolab

l delle

agenda priorit

Ottobre 2012 novembre 2013


www.ecodibergamo.it/ecolab
LEco di Bergamo/Gruppo Sesaab Coordinamento generale Claudio Calzana Redazione/Bergamotv Giorgio Gandola, Alberto Ceresoli, Dino Nikpalj, Max Pavan Ipsos Nando Pagnoncelli, Alberta Giorgi, Cecilia Pennati, Eva Sacchi Universit degli Studi di Bergamo Referente Piera Molinelli Tutor Marco Sirtori Ufficio tirocini Elena Gotti, Ilaria Merlini Studenti Greta Ambrogi, Carmen Architravo, Marina Belotti, Dario Brena, Nicol Crotti, Valentina De Padova, Lorenzo Franzosi (fumettista), Vanessa Guerini, Sara Maierotti, Gloria Maino, Elena Nodari, Ilaria Perletti, Luca Piludu, Chiara Rinaldi, Francesca Rivellino, Giulia Rota, Angela Runcio, Valeria Runcio, Eleonora Sirtoli, Michela Suardi, Edoardo Taschini, Francesco Vittori Moma Comunicazione Laura Colleoni, Daria Donadoni, Barbara Grena Fascicolo Testi Claudio Calzana Progetto grafico/Illustrazioni Nicola Signorelli Stampa Litostampa Istituto Grafico srl Sesaab Spa Novembre 2013

lecolab

Serate televisive Giorgio Gandola - Direttore de LEco di Bergamo Max Pavan - Conduttore 10 ottobre - Serata di apertura Nashid Nabian Docente alla Harvard Graduate School of Design 22 gennaio - La citt mobile Enrico Bonfatti - Presidente Nuova Mobilit Claudia Ratti - Presidente di A.ri.bi. Gianni Scarfone - Direttore Generale ATB Pierluigi Troncatti - Presidente di Axteria 19 marzo - La citt che cambia Simona Leggeri - Vice presidente Ance Bergamo Giuseppe Marinoni - Architetto, StudioMarinoni Mariola Peretti - Architetto, Italia Nostra Mauro Piantelli - Architetto, De8 Architetti 7 maggio - La citt ecosostenibile Diego Bonata - Segretario di Light-is Mario Carminati - Dottore agronomo Nicola Cremaschi Presidente di Legambiente Bergamo Renato Ferlinghetti Docente Universit degli Studi di Bergamo Elena Ferrario Coordinatrice di Cittadinanza Sostenibile 18 giugno - La citt bella Francesco Bellotto Direttore Artistico del Teatro Donizetti Simone Facchinetti Conservatore del Museo Adriano Bernareggi Maria Cristina Rodeschini - Responsabile Accademia Carrara e GAMeC, Direttore Claudio Visentin Direttore della Fondazione Bergamo nella storia 15 ottobre - La citt abitabile Claudio Angeleri CdPM, musicista e promotore culturale Renato Bresciani - Psicologo, Direttore del Dipartimento Assi, ASL Bergamo Gigi Parma Imprenditore nel campo della ristorazione Don Fausto Resmini Responsabile del Servizio Esodo Alessandro Trotta Presidente 1a Circoscrizione Bergamo 28 novembre - Serata conclusiva Eugenio De Giorgi Attore e regista, nei panni di Arlecchino Piera Molinelli - Prorettore delegato allOrientamento universitario di Ateneo Nando Pagnoncelli Presidente e Amministratore Delegato Ipsos Michele Vianello - Smart Communities Strategist