Sei sulla pagina 1di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane

in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

COLOMBIA NOTA CONGIUNTURALE MAGGIO 2012

ICE Caracas maggio 2012

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

La Colombia il terzo paese pi popolato del continente sudamericano, con 46 milioni di abitanti, pu contare su considerevoli risorse energetiche e detiene una strategica posizione geografica privilegiata con sbocco su due oceani. La Colombia ha avuto una crescita economica costante nel periodo 2004 / 2007: da un aumento del 5,3% nel 2004, il PIL cresciuto del 4,7% nel 2005, del 6,7% nel 2006 e del 6,9% nel 2007. Nel biennio successivo lo sviluppo economico ha subito una decelerazione, con una crescita del PIL pari a 3,5% avuta nel corso del 2008 e dell1,7% nel 2009. Nel corso del 2011 leconomia del Paese ha avuto un tasso di sviluppo pari al 4% . Gli ultimi dati del PIL colombiano pubblicati dal Departamento Administrativo Nacional de Estadstica (DANE), rilevano che leconomia colombiana nel 2011 cresciuta del 5,9% rispetto al 2010. Tra le attivit economiche che compongono il PIL risaltano maggiormente i tassi di crescita dei seguenti settori: estrazione mineraria (14,3%); logistica (6,9%); commercio al dettaglio ed attivit di ristorazione ed alberghiere (5,9%); finanziario (5,8%); costruzione (5,7%) e manifattura (3,9%). Il tasso di disoccupazione a dicembre 2011 stato pari a 10,8%, inferiore di 1 punto percentuale rispetto allo stesso periodo del 2010 che stato pari al 11,8%. Secondo gli ultimi dati statistici pubblicati dal Departamento Administrativo Nacional de Estadsticas en Colombia Dane, il tasso dinflazione relativo al 2011 stato pari allo 3,73% con un incremento di 0,56 punti percentuali rispetto allo 3,17% rilevato nel 2010. Per il 2012 il livello inflattivo programmato dal Banco de la Repblica oscilla tra il 2% e 4%. Il deficit delle partite correnti della bilancia dei pagamenti nel 2011 stato di 9,9 miliardi di USD in aumento del 13,7% rispetto agli 8,7 miliardi del 2010, dovuto principalmente al deficit registrato nel reddito dei fattori produttivi (-15,8 miliardi USD) ed al deficit bilancia dei servizi (-4,6 miliardi di USD). I trasferimenti unilaterali nel 2011 hanno fatto registrare un surplus di 4,9 miliardi di USD, in aumento dell11,3% rispetto ai 4,4 miliardi del 2010 Il risultato positivo dei trasferimenti unilaterali dovuto principalmente alle rimesse degli immigrati pari a 4,1 miliardi di USD.

Pagina 2 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

La Bilancia Commerciale nel 2011 ha evidenziato un avanzo di 5,5 miliardi di USD, nettamente superiore ai 2,2 miliardi di USD riportati nel 2010. Il Conto Capitali ha registrato un avanzo di 13,3 miliardi di USD con un incremento del % rispetto ai 11,7 miliardi di USD registrati nel 2010. Il Debito Estero nel 2011 ha raggiunto i 75,8 miliardi di USD, superiore ai 64,7 miliardi di USD del 2010. Il tasso di cambio medio registrato nel 2011 stato pari a 1.848,17 COP/USD. Nel 2010 il tasso di cambio medio registrato stato pari a 1.897,89 COP/USD. Le riserve internazionali, pari a 32,3 miliardi di USD alla fine del mese di dicembre 2011, sono aumentate di circa 4 miliardi di USD rispetto ai 28,4 miliardi del 2010. Il rischio paese ad agosto del 2011 non ha subito variazioni. La SACE, nella valutazione del paese, ha mantenuto loutlook stabile, gi assegnato in bollettini precedenti. Resta anche invariata in 4/7 la categoria OCSE assegnata dalla societ. La SACE, nella valutazione del paese, ha mantenuto loutlook stabile, gi assegnato in bollettini precedenti. Resta anche invariata in 4/7 la categoria OCSE assegnata dalla societ. Il rischio globale del paese resta invariato su un livello di rischio M2, valutabile nella categoria di rischio moderato. Il rating del debito sovrano colombiano assegnato da Fitch, Standard & Poors e dallagenzia Moodys di BBB-. Al 30 giugno 2011, le garanzie deliberate (capitale e interessi) in Colombia ammontavano a 24,3 milioni di Euro. Le garanzie perfezionate in quota capitale erano pari a 8,2 milioni di Euro, di cui 5,6 milioni gi erogati. Rating S&Ps BBBFonte: SACE

Moodys BBB-

Fitch BBB-

Pagina 3 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

INDICATORI MACRO-ECONOMICI 2007 PIL a prezzi correnti in miliardi di $ (**) Variazione del PIL reale (%) PIL pro-capite in $ a prezzi correnti (**) Tasso di inflazione Tasso di disoccupazione (in %) Debito pubblico totale (% del PIL) Debito estero (% del PIL) Investimenti esteri in milioni di $ Saldo Bilancia Commerciale in miliardi di $ Riserve internazionali in miliardi di $ Tasso di cambio con $ 207,6 6,9 4.735 5,6 9,8 31,1 21,5 9.028 -0,8 20,9 2.076 2008 244,6 3,5 5.470 7,6 10,6 30,6 19,0 10.600 0,4 24,0 1.966 2009 234,1 1,7 5.206 2,0 12,0 33,6 22,4 7.137 1,6 24,9 2.156 2010 289,4 4,0 6.359 3,1 11,8 34,7 22,8 6.899 2,2 28,4 1.848 2011 321,4 5,9 6.980 3,7 10,8 34,9 23,0 13.234 5,5 32,3 1.897

Fonte: DANE / Banco de la Republica / DNP; ** fonte IMF

Andamento dei settori nel 2011 Il settore dellestrazione mineraria continua a registrare buoni tassi di crescita: nel 2011 il settore ha evidenziato un aumento del 14,3%, da attribuire principalmente allestrazione di carbone (+15,4%), allaumento dellestrazione di petrolio, gas e minerali radioattivi (+17,5%), allestrazione di minerali non metallici (+5,2%). Da rilevare allinterno dellestrazione mineraria la crescita dellestrazione di platino e argento (+48,0%). I trasporti hanno registrato un aumento del 6,9% rispetto al 2010, da attribuire alla crescita dei servizi di trasporto terrestre (+5,5%) e allaumento dei servizi di trasporto aereo

Pagina 4 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

(+10,5%), allaumento dei servizi del trasporto (+11,3%) ed ai servizi postali e telecomunicazioni (+7,0%). Nel periodo in esame, il settore del commercio e dei servizi alberghieri e di ristorazione ha registrato un incremento del 5,9% rispetto allo stesso periodo del 2010. Il settore finanziario ha registrato, nel 2011, una crescita del 5,8% rispetto al 2010, da attribuire al buon risultato dei servizi di intermediazione finanziaria, assicurativi e servizi connessi (+11,8%). Il settore immobiliare e locazione di immobili per uso abitativo ha registrato, nel 2011, una crescita del 2,9% rispetto al 201.0 Il settore agricolo durante il 2011 ha fatto segnare una crescita del 2,2% rispetto al 2010, sostenuta dallincremento della produzione di altri prodotti agricoli (+3,8%), delle produzioni zootecniche (+4,2%), silvicoltura, produzione di legno, e produzione ittica (1,3%). Si rileva invece una diminuzione della produzione di caff (-11,2%). Ha evidenziato una ripresa il settore della manifattura, con una crescita, nel 2011, del 3,9% rispetto al 2010. Il settore delle costruzioni, si caratterizzato nel periodo in esame per una crescita del 5,7%. Il risultato da attribuire allincremento nella costruzione di edifici (+5,0%), congiuntamente con laumento nella costruzione di opere civili (+6,5%). Il settore dei servizi sociali, composto sia dal settore pubblico e dal privato, cresciuto del 2,7% nel periodo gennaio-settembre del 2011. Il settore dellelettricit, gas ed acqua, nel periodo in analisi, si cratterizzato dallincremento dell3,1%. Investimenti Esteri Gli investimenti esteri nel Paese nel 2011 sono stati pari a 13,2 miliardi US$, con un incremento importante del 92,01% rispetto al valore di 6,8 miliardi di dollari raggiunto nel 2010. Si rileva che 4,4 miliardi USD corrispondono a nuovi investimenti di capitale, 3,7 miliardi a reinverstimento di utili e 5,0 miliardi coincidono con gli investimenti diretti al settore petrolifero.

Pagina 5 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

In termini geografici, nel 2011 i principali paesi di provenienza degli investimenti esteri sono stati: Olanda (18,3%), Spagna (16,5%), Panama (14,7%), Cile (13,1%). LItalia occupa il posto 25 nella graduatoria con un valore pari a 15,2 milioni USD, in diminuzione rispetto ai 17,5 milioni di USD investiti nel 2010. Gli IDE italiani rappresentano comunque soltanto lo 0,3% del totale del capitale investito. I dati forniti evidenziano inoltre che il totale degli IDE registrati nel periodo 1994-2011 in Colombia stato di circa 91,12 miliardi USD. Investimenti diretti esteri in Colombia (valori espressi in milioni dollari )

2008 Flussi in Entrata Var. (%)


Fonte: Banco de la Repblica

2009 7.137 -32,3%

2010 6.899 -3,3%

2011 13.234 +88,8%

10.583 +17,0%

Orientamento geografico degli investimenti esteri in Colombia (valori espressi in milioni di dollari) Pos. 1 2 3 4 ... 24 25 26 27 Paese Olanda Spagna Panama Cile ... Bahamas Italia Cina Giappone ... Totale nuovi investimenti di capitale Totale reinvestimento di utili Totale investimenti al settore petrolifero Totale
Fonte:Banco de la Repblica

2011 809,6 732,5 649,6 583,0 ... 16,3 15,2 12,4 9,8 4.419,1 3.731,7 5.083,3 13.234,2

Partecipazione % 18,3 16,5 14,7 13,1 ... 0,3 0,3 0,2 0,2 36,3 28,1 38,4 100

Pagina 6 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Grado di apertura del Paese al commercio internazionale ed agli investimenti esteri Gli accordi bilaterali in atto rivolti a favorire il commercio internazionale e gli investimento esteri evidenziano limportante grado di apertura economica del Paese . Con la Legge vigente sulla protezione degli investimenti gli operatori economici dispongono di un quadro normativo di garanzie stabili . Secondo il Rapporto dellOMC , la Colombia ha attuato politiche economiche indirizzate a liberalizzare il regime commerciale e ridurre le barriere doganali . La Colombia ha inoltre intrapreso riforme in molti settori economici, in particolare in quello dei servizi, con il risultato di aumentare la competitivit, ampliare le possibilit di scelta dei consumatori e limitare la crescita dei tassi inflattivi . Nel 1994 la Colombia ha sottoscritto con Messico e Venezuela un Accordo bilaterale di libero commercio (G-3). Anche se il Venezuela si ritirato, lAccordo continua vigente fra i due Paesi restanti e prevede un programma di progressiva liberalizzazione che non comprende per il settore agricolo. stato recentemente firmato tra il Presidente colombiano Santos e il Presidente venezuelano Chvez un accordo commerciale bilaterale che prevede agevolazioni doganali su n. 3.500 prodotti che hanno caratterizzato linterscambio commerciale degli ultimi anni dei due Paesi. Nel contesto del Centroamerica sono in corso negoziati per firmare un trattato di libero scambio con il triangolo nord dellAmerica Centrale (El Salvador, Honduras e Guatemala). Nel quadro della Comunit Andina CAN (Colombia, Ecuador, Per e Bolivia), stato concesso lingresso al Cile come membro associato . Tale atto segue altri precedenti accordi di implementazione in zone di libero scambio di merci, firmati in precedenza con Paesi appartenenti al MERCOSUR (Brasile, Argentina, Paraguay e Uruguay). Nel quadro dei paesi del CARICOM la Colombia ha firmato un accordo che prevede agevolazioni doganali per determinate classi di merci. Inoltre, i rappresentanti dei governi della Colombia e dei Paesi aderenti alla Asociacin Europea de Libre Comercio, AELC, acronimo spagnolo della EFTA, hanno firmato un Accordo di Libero

Pagina 7 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Scambio. Gli attuali Paesi membri dellEFTA sono la Svizzera, la Norvegia, lIslanda ed il Liechtenstein. Nellambito del VI Vertice UE - America Latina - Caraibi, svolto a Madrid, la Colombia ha firmato un Accordo Commerciale con lUnione Europea. I punti pi importanti dellaccordo prevedono laccesso preferenziale in Europa ad una percentuale importante di prodotti agricoli, ittici ed industriali colombiani. Nellaccordo rientrano le produzioni agricole colombiane di eccellenza: fiori, tabacco, caff, biocombustibili, olio di palma, e la maggior parte dei prodotti ortofrutticoli. Laccordo una volta sottoscritto ed approvato dal Parlamento Europeo potrebbe entrare in vigore nel 2013 . E stato recentemente firmato dai rispettivi ministri , un accordo tra la Colombia e la Corea del Sud per la protezione e promozione reciproca degli investimenti diretti esteri, Acuerdo de Promocin y Proteccin Recproca de Inversiones (APPRI) . Oltre allaccordo sugli investimenti, che dovr essere ratificato dal Parlamento colombiano, tra la Colombia e la Corea del Sud si conclusa recentemente la terza sessione di trattative indirizzate alla stipula di un accordo di libero scambio. Lattuale strategia economica della Colombia, di cui la firma dellaccordo con la Corea del Sud ne rappresenta un tassello importante, rivolta ad aumentare i legami commerciali con i Paesi asiatici. Ad oggi la Colombia ha firmato accordi APPRI per la protezione e promozione reciproca degli investimenti con la Spagna, Svizzera, Cina, Belgio, Lussemburgo, India, Regno Unito e Per, ha recentemente concluso la fase preliminare delle trattative per un accordo APPRI con il Kuwait, mentre sono ancora in corso i negoziati con il Giappone ed entro la fine del corrente anno inizieranno le trattative con gli Emirati Arabi Uniti. La Colombia ha sottoscritto capitoli specifici per la protezione e promozione bilaterale degli investimenti nei Trattati di Libero Commercio TLC con il Messico, Cile, USA, El Salvador, Guatemala, Honduras, Canada, e nellaccordo commerciale con i Paesi europei EFTA.

Pagina 8 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Nelle fasi negoziali in corso, sono stati inclusi capitoli relativi alla protezione degli investimenti negli accordi per la stipula dei Trattati di Libero Commercio con Panama e la Corea del Sud. Tra l'Italia e la Colombia vigente un Trattato Generale di Cooperazione firmato il 29.11.1994 (ratificato dal nostro Paese nel 1999 e dalla Colombia nel 2001). TLC con gli USA Il Congresso degli Stati Uniti dAmerica ha ratificato mercoledi 12 ottobre 2011 il Trattato di Libero Commercio con la Colombia. Il Trattato ratificato con la Colombia chiude dopo anni gli accordi commerciali bilaterali firmati cinque anni fa dagli allora Presidenti George W. Bush e Alvaro Uribe. Il Presidente colombiano Juan Manuel Santos ha dichiarato che lo sviluppo commerciale con gli Usa creer nel Paese circa 250 mila nuovi posti di lavoro ed implementer del 6% circa le esportazioni . TLC con il Canada Il Presidente colombiano Juan Manuel Santos in occasione della visita ufficiale in Colombia del primo ministro canadese Stephen Harper ha annunciato, lentrata in vigore dal 15 agosto 2011 del Trattato di Libero Commercio tra i due Paesi. Il Trattato oltre ad implementare il commercio estero bilaterale andr a sviluppare la cooperazione sul lavoro, ambiente e turismo . Il 97,9 % dei prodotti agricoli ed il 99,8% dei beni industriali colombiani avranno accesso al mercato canadese con tariffe doganali preferenziali ; tra le varie tipologie merceologiche si citano : zucchero , riso, ortaggi, prodotti tessili, olii vegetali, prodotti della pesca , cacao, sigari, fiori, e gioielli . Il Canada esporta verso la Colombia prevalentemente grano , orzo, prodotti della metallurgia e della carta . Con il TLC si aspetteranno nuovi investimenti di capitali canadesi in Colombia in materia di telecomunicazioni , prodotti alimentari , industria energetica , mineraria , industria della carta.

Pagina 9 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Celac Nel corso del vertice svoltosi a Caracas nei giorni 2 e 3 dicembre 2011 , stata costituita , con un atto approvato dai Capi di Stato e rappresentanti dei Governi di 33 Stati del Centro e Sud America, la Comunidad de Estados Latinoamericanos y Caribeos Celac . La Celac ha come obiettivo la promozione dei processi di integrazione regionale in materia politica , economica, sociale e culturale dei seguenti Paesi Latinoamericani : Antigua y Barbuda, Argentina , Bahamas , Barbados, Belice , Bolivia , Brasile , Cile , Colombia , Costa Rica , Cuba, Repubblica Dominicana, Dominica , Ecuador, El Salvador, Grenada, Guatemala , Guyana, Hait, Honduras, Jamaica, Messico, Nicaragua, Panam, Paraguay, Per, Santa Lucia, San Cristbal y Nieves, San Vicente y Las Granadinas, Surinam, Trinidad y Tobago, Uruguay, Venezuela . Il nuovo Organismo Comunitario del continente americano, che non include Stati Uniti e Canada, e che intende erigersi come unalternativa alla Organizacin de Estados Americanos OEA , formata da tutti gli Stati del continente americano , compresi gli Stati Uniti e Canada , associa Paesi aventi una popolazione complessiva di 550 milioni di persone su un territorio di 20 milioni di Kmq , con risorse energetiche, minerali , petrolio e gas, che consentiranno di sostenere nel futuro il forte sviluppo economico attualmente in corso nei Paesi del Centro Sud America .

Pagina 10 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Interscambio commerciale Colombia Mondo

Fonte: DANE

Lente statistico ufficiale colombiano, il Departamento Administrativo Nacional de Estadstica (DANE), ha informato che linterscambio commerciale del Paese nel 2011 stato pari a 111,5 miliardi di US$, in aumento rispetto ai 78,1 miliardi di US$ registrati nel 2010. Le esportazioni colombiane nel periodo in analisi hanno registrato un aumento del 43%, passando da 39,8 miliardi di US$ nel 2010 a 56,9 miliardi di US$ nello stesso periodo del 2011. Nel sopraindicato periodo, i principali Paesi clienti della Colombia sono stati gli Stati Uniti , con una quota del 38,1%, la UE con il 15,6%, i paesi della Can con il 6,1%. Nel dettaglio si rileva che i principali prodotti esportati sono rappresentati dai prodotti petroliferi e gas naturale (27,9 miliardi di US$), carbone (8,3 miliardi di US$), prodotti chimici (3,3 miliardi di US$) e prodotti alimentari e bevande (5,3 miliardi di US$).

Pagina 11 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Nel 2011 le importazioni della Colombia invece sono state pari a 54,6 miliardi di US$, che rappresenta un aumento del 34,4% rispetto ai 40,6 miliardi di US$ registrati nello stesso periodo del 2010. Nel 2011, sono stati principalmente importati caldaie, macchinari e loro parti (7,4 miliardi di US$), autovetture e autoparti (6,5 miliardi di US$), apparecchiature e materiale elettrico (4,9 miliardi di US$). I principali Paesi fornitori sono invece stati gli Stati Uniti (24,9%), la Cina (15%), il Messico (11,1%), Brasile (5%) e la Germania (4,1%). Bilancia Commerciale (Valori in milioni di $) 2007 Esportazioni Importazioni Saldo della Bilancia
Fonte: DANE

2008 37.625 37.155 470,5

2009 32.853 31.188 1.665

2010 39.820 38.351 1.469

2011 56.953 54.674 2.279

29.991 30.816 -824,3

Orientamento Geografico del Commercio Estero I principali Paesi fornitori sono stati gli Stati Uniti con una quota del 24,9%, la Cina con il 15%, seguono il Messico con l11,9%, il Brasile con il 5% e la Germania con il 4,1%. LItalia detiene una quota dell1,5%. I principali Paesi clienti della Colombia sono stati gli Stati Uniti, con una quota del 38,1%, i Paesi Bassi con il 4,4%, il Cile con il 3,9%, la Cina con il 3,5%, Ecuador con il 3,4%, e Venezuela con il 3,1%. LItalia detiene una quota dell1,3%. Principali paesi dorigine (fornitori) delle importazioni colombiane (Valori in milioni di $) Pos. 1 2 3 4 Paese Stati Uniti Cina Messico Brasile 2011 13.594 8.176 6.059 2.740 2010 10.477 5.477 3.857 2.370 Quota (%) 24,9 15,0 11,1 5,0

Pagina 12 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

5 6 13 14 15 16 17 Totale
Fonte: DANE

Germania Argentina Canada Cile Italia Spagna Trinidad & Tobago

2.215 1.872 960 902 794 614 584 54.674

1.658 1.509 823 688 640 502 374 40.683

4,1 3,4 1,8 1,79 1,5 1,1 1,0 100

Principali paesi di destinazione (clienti) delle esportazioni colombiane (Valori in milioni di $) Pos. 1 2 3 4 5 ... 12 13 14 15 16 ... Totale
Fonte: DANE

Paese 2011 Stati Uniti 21.705 Paesi Bassi 2.524 Cile 2.205 Cina 1.989 Ecuador 1.909 ... ... Italia 745 Messico 705 Repubblica Dominicana 621 Belgio 621 Canada 614 ... .... 56.954

2010 16.748 1.660 1.086 1.620 1.825 ... 527 638 535 450 532 ... 39.820 ... ...

Quota (%) 38,1 4,4 3,9 3,5 3,4 1,3 1,2 1,1 1,1 1,0 100

Ripartizioni settoriali del Commercio Estero Le principali voci commerciali delle importazioni sono state composte da macchinari e apparecchiature (22,7 miliardi di US$), prodotti chimici (9,2 miliardi di US$) e prodotti dellindustria manifatturiera (8,5 miliardi di US$).

Pagina 13 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

I principali prodotti esportati invece sono stati rappresentati da Combustibili e lubrificanti e prodotti connessi (36,4 miliardi di US$), prodotti alimentari (5,3 miliardi di US $), e prodotti dellindustria manifatturiera (3,4 miliardi di US$). Importazioni settori di provenienza (valori in milioni di $) Pos. 1 2 3 Totale
Fonte: DANE

Settore Macchinari ed Apparecchiature Prodotti chimici Prodotti dellindustria manifatturiera .

2011 22.780 9.205 8.552 54.674

2010 16.618 7.458 6.389 40.683

Quota (%) 41,7 16,8 15,6 100

Esportazioni settori di provenienza (valori in milioni di $) Pos. 1 2 3 Totale Settore Combustibili e lubrificanti prodotti connessi Prodotti alimentari Prodotti dellindustria manifatturiera 2011 e 36.482 5.362 3.472 56.954 2010 22.564 4.253 3.337 39.820 Quota (%) 64,1 9,4 6,1 100

Fonte: DANE

Pagina 14 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Interscambio commerciale con lItalia

Fonte: Elaborazioni ICE su dati ISTAT

COMMERCIO ESTERO ITALIA COLOMBIA 2007 Export Import Saldi 357.629 555.307 -197.678 2008 402.144 544.175 -142.031 2009 315.830 440.939 -125.109 2010 444.338 524.869 -80.531 2011 639.445 557.113 82.332 Var. % 2010-2011 43,9 6,1 202,23

Fonte:ICE su dati ISTAT; valori in migliaia di Euro

Pagina 15 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Analisi dellinterscambio al 31 dicembre 2011 LItalia detiene il 12 posto nella classifica dei Paesi clienti ed al 14mo posto tra i Paesi fornitori. LItalia si colloca al terzo posto dopo la Germania e la Francia tra i Paesi UE fornitori della Colombia. A dicembre 2011, linterscambio commerciale tra lItalia e la Colombia stato pari a 1,1 miliardi di Euro circa, in aumento del 33,3% rispetto al 2010, considerando gli incrementi sia dellexport italiano pari al 43,9%, che delle importazioni pari al 6,1%. Le nostre esportazioni verso la Colombia per il sopraindicato periodo sono state pari a 639,4 milioni di Euro. Le importazioni in Italia dalla Colombia hanno registrato un valore di 557,1 milioni di Euro. Il saldo della Bilancia Commerciale, per caratteristiche merceologiche non favorevole per lItalia, ha registrato invece un saldo positivo di 82,3 milioni di Euro. Analisi storica Linterscambio commerciale tra Italia e Colombia, caratterizzato da saldi negativi negli ultimi anni per lItalia, nel 2011 ha registrato un avanzo di circa 82 milioni di Euro, in aumento rispetto al deficit di circa 80 milioni di Euro del 2010. In particolare nellultimo quinquennio il nostro export passato da 357 milioni di Euro nel 2007 a 639 milioni nel corso del 2011, mentre nello stesso periodo le importazioni in Italia sono rimaste sostenzialmente costanti , da 555 milioni nel 2007 a 557 milioni nel 2011.

Pagina 16 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Fonte: Elaborazioni ICE su dati ISTAT

Dallanalisi storica dei valori, si rileva che i settori pi importanti delle esportazioni italiane verso il Venezuela sono: Macchinari e apparecchiature, Prodotti chimici, Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici, Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature, Apparecchiature elettriche.Il settore Macchinari e apparecchiature si conferma da sempre trainante per il nostro export.

Pagina 17 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Analisi per settori merceologici Interscambio Italia-Colombia anni 2010 e 2011, per settori merceologici Settori Predefiniti AA - Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura BB - Prodotti delle miniere e delle cave CA10 - Prodotti alimentari CA11 - Bevande CA12 - Tabacco CB13 - Prodotti tessili CB14 - Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) CB15 - Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili CC16 - Legno e prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio CC17 - Carta e prodotti di carta CC18 - Prodotti della stampa e della riproduzione di supporti registrati CD19 - Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio CE20 - Prodotti chimici Esportazioni 2010 2011 1.785 1.319 5.959 1.296 . 12.164 8.211 3.102 721 7.352 24 2.381 922 7.179 1.103 . 19.507 10.248 5.415 2.011 11.117 125 Importazioni 2010 2011 90.307 197.913 39.199 360 . 577 2.874 22.201 73 37 6 87.562 238.692 53.085 471 . 690 3.197 27.280 59 29 .

var % 33,4 30,1 20,5 14,9 . 60,4 24,8 74,6 178,8 51,2 425,7

var % -3,0 20,6 35,4 31,1 . 19,5 11,3 22,9 -19,3 -20,4 100,0 . -31,3

8.209 31.626

2.484 35.554

-69,7 12,4

. 5.569

. 3.824

Pagina 18 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

CF21 - Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici CG22 - Articoli in gomma e materie plastiche CG23 - Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi CH24 - Prodotti della metallurgia CH25 - Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature CI26 - Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi CJ27 - Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche CK28 - Macchinari e apparecchiature nca CL29 - Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi CL30 - Altri mezzi di trasporto CM31 - Mobili CM32 - Prodotti manifatturiere delle altre industrie

24.747 12.053 5.314 11.666 33.765 23.530 16.602 183.053 15.953 2.289 8.505 18.751 . 6.281 444.338

36.250 14.293 9.176 19.316 54.235 21.583 28.090 306.177 18.437 3.083 8.758 20.675 . 1.247 639.445

46,5 18,6 72,7 65,6 60,6 -8,3 69,2 67,3 15,6 34,7 3,0 10,3 . -80,1 43,9

246 3.573 216 145.700 2.952 346 51 2.612 . 33 69 9.047 . 908 524.869

205 3.394 228 119.242 1.054 495 139 1.283 7 24 69 13.098 . 2.986 557.113

-16,7 -5,0 5,7 -18,2 -64,3 43,2 172,3 -50,9 . -28,8 -1,0 44,8 . 228,9 6,1

DD35 - Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata ZZ - Altri prodotti e attivit TOTALE Fonte: elaborazioni ICE su dati ISTAT (Valori in migliaia di Euro)

Pagina 19 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Le esportazioni di prodotti italiani verso la Colombia sono rappresentate principalmente da macchinari ed apparecchiature nca. (306,1 milioni di Euro), in aumento del 67,3% rispetto al 2010. Seguono, in ordine di importanza, i prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature che, con un aumento del 60,6%, hanno raggiunto il valore di 54,2 milioni di Euro. I prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici si sono attestati su un valore di 36,2 milioni di Euro circa, con un aumento del 46,5% rispetto al 2010. Seguono a ruota i prodotti chimici, hanno fatto segnare un aumento del 12,4%, raggiungendo il valore di 35,5 milioni di Euro. Con un valore di 28,0 milioni di Euro, che rappresenta un significativo aumento del 69,2%, seguono le apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche. I computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi si sono invece caratterizzati per una flessione del -8,3%, evidenziando un valore di 21,5 milioni di Euro.

Pagina 20 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Fonte: Elaborazioni ICE su dati ISTAT

Le importazioni dellItalia dalla Colombia sono state pari a 557,1 milioni di Euro nel 2011, in aumento del 6,1% rispetto al 2010. Sono state composte principalmente dai prodotti e miniere e delle cave con un valore pari a 238,6 milioni di Euro, con un incremento del 20,6% rispetto al 2010. Seguono i prodotti della metallurgia con un valore pari a 119,2 milioni di Euro, in calo del 18,2% rispetto allanno precedente. I prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura hanno riportato un valore pari a 87,5 miliardi di Euro, con una lieve flesione del -3,0% rispetto al 2010. Infine i prodotti alimentari hanno fatto registrare un valore pari a 53,0 miliono di Euro con un incremento del 35,4% rispetto al 2010.

Pagina 21 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Presenza itaiana in Colombia Continua linteresse delle imprese italiane interessate al Paese , confermato dalle recenti missioni effettuate da importanti gruppi , tra cui si citano la Benetton, Diesel, Finmeccanica e Natuzzi. Il gruppo Assicurazioni Generali il principale investitore italiano in Colombia, concentrandosi da tempo sulle assicurazioni private individuali, con una buona quota di mercato. Una nota di particolare rilievo merita il ritorno dei marchi FIAT/Alfa Romeosul mercato automobilistico colombiano con 5 punti vendita (3 a Bogot, 1 a Cali e 1 a Medelln). A giugno 2011 sono inoltre stati inaugurati 3 punti vendita ed assistenza della IVECO (Bogot, Cali e Medelln). Si segnala inoltre l'apertura a Bogot , avvenuta nel giugno 2009, di un punto vendita e assistenza Ferrari-Maserati. Nel corso del 2011 la Ferrero ha istallato a Bogot un ufficio direttivo commerciale composto da 54 persone per sostenere lo sviluppo delle proprie attivit nel Paese.L'ammontare dell'investimento previsto in Colombia di 4 milioni l'anno. Il Gruppo prevede di raggiungere in Colombia un volume d'affari pari a 50 milioni di dollari nel periodo 2011-2012 (1 settembre 31 agosto). Nel settore dell'energia, la Societ italiana Enel ha acquisito nel 2009 la spagnola Endesa, che a sua volta ha un'importante partecipazione nella maggiore Societ di energia elettrica colombiana "Codensa. La societ di forniture idriche ACEA, controllata al 51% dal Comune di Roma, gestisce attraverso la "HydrosColombia S.A. ex Agua Azul (51% delle azioni) la distribuzione dell'acqua in tre delle cinque aree in cui suddivisa Bogot (zona 1, zona 2 e zona 5), con un bacino di utenze pari a 4,5 milioni di abitanti (ed ingressi nel 2010 di 25M USD), per conto dell'acquedotto pubblico di Bogot "E.A.A.B. Da segnalare peraltro l'importante piano di opere infrastrutturali varato agli inizi del 2009 dal Governo Uribe, e portato avanti dal Governo Santos, per contrastare la crisi economica e dotare il Paese di un pi efficiente sistema di trasporti ed energetico, che rappresenta indubbiamente un'opportunit per le imprese italiane.

Pagina 22 di 23

Agenzia per la promozione allestero e linternazionalizzazione delle imprese italiane


in gestione transitoria Sezione per la Promozione degli Scambi dellAmbasciata dItalia

Nel settore delle grandi opere va menzionata l'aggiudicazione, nel dicembre 2009, al Gruppo "ICT II Sas di cui fa parte la nostra Impregilo, del contratto per la realizzazione delle opere civili del progetto idroelettrico "Hidrosogamoso (800 MW), nel Dipartimento di Santander (al centro della Colombia) e delle paratie, comprendente anche la parte elettromeccanica. Il contratto ammonta a circa 350 milioni di euro. I lavori sono iniziati nel mese di gennaio 2010 e la loro conclusione prevista ai 1.500 giorni (circa 4 anni) dall'apertura del cantiere. La commessa si aggiunge ai lavori gi in corso, da parte dell'Impregilo, per l'esecuzione delle opere preliminari (tunnel di deviazione), il cui valore ammonta a circa 55 milioni di euro. L'intera centrale idroelettrica stimata in 1,4 miliardi di dollari che, oltre al contratto con "ICT II, comprende anche acquisto ed installazione di turbine, trasformatori ed altre apparecchiature. Un consorzio guidato da Impregilo ha in corso la costruzione di un tratto di 464 Km. della "Ruta del Sol (autostrada di oltre 1.000 Km. che collegher Bogot con Santa Marta sulla costa atlantica). Il valore del contratto ammonta a circa 900 milioni di euro. Nel dicembre 2010, infine, Impregilo in consorzio con la spagnola "HL, ha ottenuto l'aggiudicazione dei lavori per la centrale idroelettrica di Quimbo, sul fiume Magdalena (Dipartimento del Huila). Il contratto ha un valore di 250 milioni di euro e la centrale, che dovrebbe entrare in funzione nel 2014, avr una capacit installata di 400 Mw. Da segnalare ancora l'aggiudicazione alla SICIM Spa di Busseto (PR) del primo tratto (Km. 230) dell'oleodotto "Bicentenario, che si svilupper nei Dipartimenti di Arauca e Casanare, per un totale di 960 Km fino al porto di Coveas (Dipartimento di Sucre). L'oleodotto, una volta terminato, potr trasportare fra 450.000 e 600.000 barili di greggio al giorno. La SICIM si aggiudicati i contratti per la costruzione di altri due gasdotti: il primo, di circa Km. 45, tra le stazioni di Cupiagua e Cusiana (Dip.to di Casanare) ed il secondo di 55 Km. tra le stazioni di El Porvenir (nei pressi di Monterrey) e di Miraflores (Casanare).

Pagina 23 di 23