Sei sulla pagina 1di 7

Marted 24 settembre 2013 ore 12.

00
Sala Emanuele Banterle, Teatro Manzoni Via Alessandro Manzoni 23, Monza

CONFERENZA STAMPA
----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Stagione 2013-2014 del Teatro Manzoni

Intervengono: Roberto Scanagatti Sindaco Comune di Monza Francesca DellAquila Assessore alle Politiche culturali e di sostenibilit Comune di Monza Gian Mario Bandera Presidente Teatro di Monza srl Luca Doninelli Direttore Artistico Teatro Manzoni di Monza

Nel corso degli anni, tra il Teatro Manzoni e la nostra citt si generato un circolo virtuoso di crescita artistica, un significativo percorso che ha rafforzato il ruolo di Monza in ambito teatrale. Il cartellone 2013/2014 ricco di appuntamenti, con rappresentazioni di grandi maestri del teatro italiano e generi i pi diversi, dal musical ai classici della drammaturgia, dai balletti di danza alle opere liriche. Una programmazione che dimostra apertura verso il pubblico, incontro con le varie forme espressive che sono condizioni imprescindibili del fare cultura. Ancora una volta si deve riconoscere alla direzione artistica la capacit di individuare proposte certamente stimolanti. Francesca DellAquila Assessore alle Politiche Culturali e di Sostenibilit Comune di Monza

Gi gli antichi greci, quando inventarono il Teatro, sapevano che il suo fondamento era uno soltanto: il Mito. Cos era e cos sarebbe stato, per sempre. Che cos il Mito? E quel complesso di storie, racconti, fatti, sia reali che immaginari, che formano, per cos dire, larchitettura della mente. Il Teatro greco non raccontava storie sconosciute ai suoi spettatori: tutti sapevano chi era Edipo, tutti sapevano coserano state le Guerre Persiane. Il Teatro non raccontava novit, faceva molto di pi: aiutava i cittadini greci a riflettere sul Mito, cio sul fondamento stesso del loro modo di pensare, vivere, operare. Oggi le cose non sono cambiate. La funzione del Teatro sempre la stessa. E cambiata invece la mitologia, sono cambiati i racconti, i volti, le immagini di cui tappezzata la mente di tutti noi. A Dante, a Leonardo, a Michelangelo, al Manzoni si sono aggiunti la televisione, internet e soprattutto il Cinema. Basti pensare a film come Matrix, come Blues Brothers, come I soliti sospetti o Pulp Fiction per renderci conto di chi siano, oggi, i nuovi Ulisse, Edipo, Oreste. Oppure alla quantit di grandi star hollywoodiane impegnate a fondo nel teatro, da Jack Nicholson a John Turturro a Kevin Spacey, che addirittura Direttore di uno dei pi importanti teatri di prosa del mondo. Che il Teatro, per rimanere fedele a s stesso, si trovi, nel tempo presente, in diversissime forme, a fare i conti con il Cinema, inevitabile. Il Teatro Manzoni ha sempre avuto un occhio di riguardo a questo rapporto fondamentale: ricordiamo per esempio il recente, grande successo di Servo di scena. La nuova stagione del Manzoni offre in questo senso alcuni esempi che, grazie anche alla bravura degli interpreti, non mancheranno di divertire e affascinare il nostro gi affezionatissimo pubblico, dal capolavoro di Billy Wilder A qualcuno piace caldo ai classicissimi Eva contro Eva e Frankenstein Junior fino al recente, pluripremiato Il discorso del re. A questi racconti, che appartengono a pieno titolo alliconografia mitologica moderna, la stagione aggiunge due vette assolute nellarte della Commedia: due modelli di perfezione con i quali il cinema di tutto il mondo si sempre misurato: La locandiera di Carlo Goldoni, dove il tragico si cala perfettamente sotto la maschera della pura comicit, e Limportanza di chiamarsi Ernesto, dove il genio inarrivabile di Oscar Wilde dimostra come grazia e profondit di pensiero si possano trovare in abbondanza in uno dei testi pi esilaranti che siano mai stati scritti. Altri due classici della commedia concludono il quadro della nostra stagione: Variazioni Enigmatiche, opera di quel mago della commedia che Eric Emmanuel Schmitt, e La coscienza di Zeno, classica sceneggiatura di Tullio Kezich tratta dal romanzo di Italo Svevo. Tra i grandi interpreti, alcuni dei quali ben noti al nostro pubblico - segno di un rapporto affettivo tra spettatori e interpreti che si stabilito nel corso degli anni ricordiamo Justine Mattera, Luca Barbareschi, Pamela Villoresi, Giampiero Ingrassia, Nancy Brilli, Giuseppe Pambieri, Geppy Glejeses. Siamo certi che il pubblico del Manzoni accoglier con favore una stagione improntata, come nella nostra tradizione, alla ricerca di un giusto equilibrio tra rispetto della classicit e confronto serrato con i temi e le immagini della vita contemporanea. Luca Doninelli Direttore Artistico Teatro Manzoni di Monza

Il Teatro Manzoni di Monza propone per la Stagione di Prosa 2013-2014 spettacoli di grande qualit. Si parte con il musical SUGAR A QUALCUNO PIACE CALDO il 14 novembre, VARIAZIONI ENIGMATICHE e IL DISCORSO DEL RE prima di Natale, a gennaio EVA CONTRO EVA e FRANKENSTEIN JUNIOR, fra febbraio e marzo LA LOCANDIERA e LA COSCIENZA DI ZENO, e in chiusura ad aprile LIMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO. Otto spettacoli in scena dal gioved alla domenica, con il nuovo turno del sabato pomeriggio, per un totale di quaranta repliche, dal 14 novembre 2013 al 13 aprile 2014.

TRE BUONI MOTIVI PER ABBONARSI ALLA STAGIONE DI PROSA DEL MANZONI
1. Per lasciarsi interrogare dalla cultura, dallo spettacolo dal vivo, dal teatro Come tutelare, costruire e proporre larte e la cultura? Incontrando chi fa il teatro. Ecco le parole di tre figure teatrali italiane: un impresario, un regista e unattrice. - Il teatro per la sua intrinseca sostanza fra le arti la pi idonea a parlare direttamente al cuore e alla sensibilit della collettivit. Paolo Grassi - Cosa farne del teatro? La mia risposta, se debbo tradurla in parole, : unisola galleggiante, unisola di libert. Derisoria, perch un granello di sabbia nel vortice della storia. Ma sacra, perch cambia noi. Eugenio Barba - Comunicazione la vera ragione del teatro, avere la capacit di captare il silenzio, che realizza una partecipazione miracolosa. Mariangela Melato Ma il teatro per esistere non necessita solo dei professionisti. Il Pubblico parte integrante dello spettacolo dal vivo! 2. Per partecipare a otto rappresentazioni di maestri del teatro italiano fra tradizione e contemporaneit Dalle commedie brillanti di autori dei nostri giorni ai grandi classici con Goldoni, Svevo e Wilde. Dalle riprese di film di successo alle commedie musicali. Spettacoli di grande qualit con interpreti di eccellenza come Giampiero Ingrassia, Nancy Brilli, Giuseppe Pambieri, Geppy Gleijeses, Pamela Villoresi, Luca Barbareschi, Saverio Marconi, Justine Mattera, Romina Mondello.

3. Per la comodit e la convenienza proprie dellabbonamento - Posto fisso senza code in botteghino per tutta la Stagione. - Grande risparmio sul prezzo dei singoli biglietti (e inoltre la prevendita inclusa nel prezzo). - Possibilit di scelta fra cinque turni di abbonamento: gioved sera, venerd sera, sabato sera, domenica pomeriggio e NOVITA: sabato pomeriggio! - Possibilit di scelta del proprio posto in tre differenti settori: platea, balconata, galleria. - Riduzioni sul prezzo dei biglietti degli spettacoli Fuori Abbonamento. - Facilitazioni nelle modalit di acquisto in botteghino (tramite contanti, assegno, bancomat e carta di credito). - Facilitazioni nelle ampie tempistiche della campagna abbonamenti (abbiamo aperto la campagna abbonamenti gi dal mese di luglio).
INFO Biglietti interi acquistabili botteghino e on-line, da 11,00 a 33,00 + prevendita Riduzioni per: persone diversamente abili, under 18, Enti Convenzionati, utenti Sistemi interbibliotecari della Provincia MB, under 30 che aderiscono allAbbonamento Open. Abbonamenti interi acquistabili in botteghino fino al 16/11/13, da 80,00 a 178,00 Riduzioni per: Enti Convenzionati. Nella cartella stampa flyer abbonamenti e schede di ogni spettacolo

8 febbraio VENGO A PRENDERTI STASERA con Mauro Di Francesco e Nini Salerno regia e partecipazione straordinaria di Abatantuono 28 febbraio TEO TEOCOLI RESTYLING con Teo Teocoli

Diego

15 marzo A CENA COI CRETINI con Max Cavallari, Gabri Gabra, Marco Della Noce, Giorgio Verduci e con la partecipazione di Raffaella Fico 20 marzo QUELLI DEL CABARET con Cochi e Renato 9 maggio 50 SFUMATURE DI PINTUS con Angelo Pintus

Programmazione in definizione 17 ottobre HAYDN, SINFONIA DEGLI ADDII - MOZART, CONCERTO PER VIOLINO K219 TRKISCH con Alina Ibragimova e Academy Of Ancient Music Nellambito di Pavia Barocca e del Circuito Lombardo di Musica Antica 6 dicembre BEATLES! con John Stanson Band 23 dicembre LO SCHIACCIANOCI con Balletto di San Pietroburgo 24 gennaio IL PAESE DEI CAMPANELLI con Matteo Micheli e Silvia Santoro, Compagnia Italiana di Operette, Direzione Musicale M Maurizio Bogliolo 1 febbraio IL BARBIERE DI SIVIGLIA di Gioachino Rossini con As.Li.Co. Pocket Opera, Orchestra 1813, regia Danilo Rubeca

Programmazione in definizione 22 e 23 novembre RITTER, DENE, VOSS di Thomas Bernhard con Carlo Rossi, Valerio Bongiorno, Piero Lenardon, regia Renato Sarti 27, 28, 30 dicembre UNA BALLATA PER MILANO da Walter Waldi, Carlo Emilio Gadda, Enzo Jannacci e dalla tradizione popolare milanese regia Marta Marangoni

31 dicembre CALIFORNIA SUITE con Gianfranco DAngelo e Paola Quattrini 21 febbraio IL MALATO IMMAGINARIO di Molire compagnia Teatro Aperto/Teatro Dehon regia Luciano Leonesi 22 febbraio IL MENTALISTA con Francesco Tesei 8 marzo LA BRUTTINA STAGIONATA con Gabriella Franchini, regia Franca Valeri 4 e 5 aprile LA DISCESA DI ORFEO di Tennesee Williams compagnia Teatro dell'Elfo, regia Elio De Capitani

FESTIVAL DI MUSICA E TEATRO-MUSICA HO PRESO UNA NOTA! Il festival HO PRESO UNA NOTA! unoccasione di ascolto e di partecipazione dei bambini e delle loro famiglie. La musica rappresentata nelle sue diverse forme espressive (spettacolo, lezione-concerto, laboratorio) e di genere (musica classica, jazz, musica folk, canti della tradizione) rispettando i bisogni, le curiosit e le modalit di ascolto dei bambini nelle diverse fasce det. Unopportunit per incontrare e vivere la musica a stretto contatto con i musicisti e i loro strumenti! RASSEGNA MANZONI PER LA FAMIGLIA Dopo il felice tentativo dello scorso anno, abbiamo deciso di rinnovare anche per questa stagione la Rassegna per la Famiglia. Certi che larte teatrale sia uno strumento prezioso per la crescita e leducazione dei bambini e delle bambine, chiediamo alle famiglie di collaborare insieme a noi nella formazione di piccoli spettatori di oggi e grandi spettatori di domani. Inoltre per agevolare laccesso a questo percorso culturale dedichiamo riduzioni particolari per gruppi di 5 o di 10 persone (bimbi e adulti insieme). Il Teatro diviene il luogo dello stupore e del divertimento, un posto nuovo dove conoscere storie, personaggi, mondi; una casa in cui si costruisce cultura. In cartellone dal 1 novembre al 6 aprile sette spettacoli per bambini dai 3 ai 10 anni, accompagnati dalle loro famiglie.
INFO Nella cartella stampa flyer rassegna per la famiglia e flyer festival Ho preso una nota!

Stagione per la Scuola del Teatro Manzoni propone per la 31 edizione 19 titoli in matine per un pubblico dai 3 ai 19 anni. Spettacoli su misura che trasmettono, con una molteplicit di linguaggi espressivi, la voce di aut ori classici e moderni: Shakespeare, Molire, Leopardi, Omero, Carroll, Lindgren, Rodari, James, Kressmann Taylor. La musica regna protagonista in un progetto dedicato che si sviluppa in tre proposte: una divertente lezione concerto con The Blues Point, un viaggio nei paesaggi delle Cartoline Illustrate con i versi di Rodari musicati dal Quartetto Cetra e la melodia famigliare ma dimenticata, quella dellocarina, in Piccolo Passo. Una riflessione sulla Storia contemporanea attraverso tre produzioni sul tema della Shoah e sulla repressione del gruppo di resistenza tedesco La Rosa Bianca. Un nuovo progetto in inglese con due titoli, Alice e The Lion and the Mouse dove limmediatezza del linguaggio del corpo e linterattivit aumenteranno la fiducia nelle capacit linguistiche dei partecipanti. Per i pi piccoli raccontiamo fiabe di varie tradizioni, nel teatro di figura de Il Miracolo della Mula, nelle storie natalizie e ne Il Re Pescatore che riapre il Progetto delle Favole Filosofiche accolto con successo negli scorsi anni. ManzoniLab si amplia dando spazio a pi linguaggi espressivi. Continuano nella Sala Banterle, dopo lo spettacolo, gli ormai storici appuntamenti del laboratorio grafico Lascia un segno, un pezzo, uno strappo con lillustratrice Elisabetta Cagnolaro per il pubblico dai 3 ai 14 anni. Novit di questanno: mettiamo a disposizione presso i Vostri Istituti diversi laboratori teatrali (propedeutica alle tecniche sceniche, immersione nellimprovvisazione o messa in scena di testi) con la possi bilit di organizzare dei percorsi ad hoc direttamente con Voi. Concorso di Illustrazione prosegue con la 5 edizione: la sfida rimane quella di illustrare con la tecnica del collage una frase dello spettacolo visto.
INFO Nella cartella stampa libretto stagione per la scuola

INFO PER TUTTI GLI SPETTACOLI


I biglietti dei singoli spettacoli saranno in vendita presso il botteghino del Teatro Manzoni e on-line tramite il sito www.teatromanzonimonza.it NOVITA: ABBONAMENTO dedicato agli under 30 nella cartella stampa flyer abbonamento open Promo e info dedicate anche sulla Pagina Facebook del Teatro Manzoni di Monza

-----------------------------------------Ufficio Stampa Letizia Schiavello


Indirizzo: via A. Manzoni 23, 20900 Monza (MB) E-mail: letizia@teatromanzonimonza.it Cell: 340 5705230 Tel: 039 386500 (centralino Mart-Sab 10.30-13, 15-18) Fax: 039 2300966