Sei sulla pagina 1di 3

Il primo passo del Discorso Perfetto Analizzare il tuo Pubblico.

Sentiti pure libero di distribuire gratuitamente questo Mini-report a tutti coloro che ritieni possa interessare, a patto di non modificarne alcuna parte e mantenendone la formattazione originaria.

Copyright Di Simone Moroni. www.lacomunicazioneefficace.eu

Mi chiamo Simone Moroni e mi occupo di crescita personale, motivazione e tecniche di comunicazione. Sono convinto che quella dell'oratoria un arte che pu essere imparata da chiunque. Mettendo in pratica le giuste tecniche anche tu puoi imparare a parlare in pubblico e riuscirai a tenere l'ansia sotto controllo, anzi a farla lavorare a tuo favore. Mi piacerebbe offrirti un report gratuito che tratta 7 segreti per parlare in pubblico in maniera efficace. Solo il primo segreto potrebbe aiutarti a parlare in maniera chiara e rilassata. Scaricalo gratis, ancora per poco tempo da qui: I 7 Segreti di un Discorso Efficace.

Parlare e Ascoltare sono due azioni strettamente dipendenti, l'una dal altra. Sono come due facce della stessa medaglia. Il compito del bravo oratore di provocare e mantenere vivo l'ascolto e l'interesse del suo pubblico: solo facilitando l'ascolto potrai avere successo. Per ottenere questo risultato devi innanzi tutto conoscere il Tuo Pubblico. Si, perch parlare in pubblico vuol dire prima di tutto parlare per un pubblico.

E' Importante Conoscere chi Ti Ascolta.


Il tuo pubblico ha personalit, interessi e opinioni proprie e diverse dalle tue. Questi fattori determinano quanto sar ricettivo nei confronti di ci che dici. Per questo motivo fondamentale avere quante pi informazioni possibili riguardo alle persone che ti ascolteranno. Se vuoi preparare in maniera eccellente il tuo discorso, devi conoscere il pubblico a cui ti rivolgi: sapere quali sono le attese che esso ha nei tuoi confronti e nei confronti del tuo intervento e, soprattutto, capire quali sono i bisogni che esso si aspetta che tu soddisfi. Essendo a conoscenza delle aspettative del tuo uditorio, potrai calibrare il tuo discorso in modo da mostrare al pubblico i benefici che esso pu ottenere da quanto andrai a proporre e spingerlo allazione per realizzare quegli stessi benefici. Dovresti fare in modo, infine, che i benefici prospettati al pubblico collimino il pi possibile con lobiettivo che ti era prefisso di raggiungere con il tuo intervento. Tutto questo parte da una conoscenza il pi possibile approfondita delle persone che ti stanno ascoltando. Ovviamente, non possibile pretendere che tu conosca personalmente ogni partecipante alla conferenza, ma dovresti fare degli sforzi per conoscere il gruppo al quale ti rivolgerai.

Analizza il Tuo Pubblico.


Cerca di identificare le loro caratteristiche principali: il rapporto tra maschi e femmine, le oscillazioni di et, la presenza di stranieri, il loro lavoro, la loro estrazione sociale o il loro grado di preparazione sull'argomento. Poniti te stesso delle domande per cercare di capire prima che tipo di persone ti troverai davanti. Potresti fare delle domande a qualcuno che sar presente in quell'occasione o agli organizzatori dell'evento. Poi, partendo dalle risposte ricevute, potrai valutare su quale aspetto dell'argomento in questione puntare in particolare. E' chiaro che il tuo messaggio dovr variare, per adeguarsi al tipo di pubblico che ti ascolter. Dovr variare il linguaggio, il tipo di messaggio, gli esempi che utilizzerai, l'obiettivo del tuo discorso e la proposta che eventualmente andrai a fare.

Ricordati sempre di concentrarti sul tuo pubblico e non su te stesso. E' il primo passo verso il successo. Se non vuoi deluderli, cerca di sapere quante pi cose di loro in modo da avere un indicazione - seppure generica - su come le persone potrebbero pensarla su un dato argomento. Per il momento tutto, ma non finisce qui. Nei prossimi articoli scoprirai come preparare il tuo Discorso Perfetto. Se hai trovato utili queste informazioni sicuramente troverai molto interessante il report gratuito I 7 Segreti di un Discorso Efficace. Puoi scaricarlo da qui. A presto. Simone.