Sei sulla pagina 1di 1

Gennaro Bullo Gennaro, un bulletto di 11 anni, oggi era pi felice del solito, aveva rubato ad u n bambino pi piccolo, il suo

pokemon, un gligar, che all'inizio non accett il nuov o padrone, ma dopo intere giornate di torture, Gligar si rassegn al fatto che Gen naro sarebbe stato il suo nuovo allenatore, per in lui c'era una costante aria di tristezza. Alcuni giorni dopo, Gennaro salt la scuola (cosa che faceva abbastanza spesso) e si diresse nella foresta vicina, per poter allenare il suo Gligar e per diventar e abbastanza forte da rubare altri pokemon, la cosa lo entusiasmava moltissimo. Convinse pure un suo amichetto, Francesco, a saltare la scuola per andare con lu i all'avventura, i due quindi armati di pallone si inoltrarono per un p nel bosco , dopo un intera giornata di giochi e lotte con i pokemon selvatici, i due decis ero di riposarsi in un area tranquilla, facendosi una partitina a pallone, quand o, ad un certo punto il pallone dopo aver ricevuto un colpo troppo forte vol oltr e un gruppo di alberelli, fuori dalla loro vista, i due bambini si misero a corr ere in direzione del pallone, fino a quando lo avvistarono, per era finito dietro una recinzione, nella quale c'era scritto 'attenzione, alta tensione, pericolo di morte'. Essendo la rete molto vecchia gennaro intu che non potesse essere ancora elettrif icata, per per precauzione decise di farla toccare a gligar, dicendogli -Tranquil lo glighi, anche se ti fai male, non morirai.. sei un pokemon, ti porter di corsa al centro pokemon con le mie gambe e ti rimetteranno in sesto!- anche se in rea lt sapeva che dopo una simile scossa, persino un tyrannitar sarebbe stato spaccia to, il gligar accett, mostrando al ragazzo una faccia felice, con un aria per un p ambigua, con un ombra di malvagit. Il piccolo pokemon si diresse dunque vicino alla rete, e dopo un attimo di esita zione tocco la rete.. non accadde nulla.. la faccia di Gennaro era stracolma di felicit, e disse al suo amico -Hai visto, ti avevo detto che era senza corrente!! HahaSenza pensarci due volte si diresse verso la recinzione con l'intenzione di scav arcarla, a quel punto, quando Gennaro aveva ormai toccato la recinzione, Gligar lanci un verso, seguito da una risata diabolica, Gennaro pot soltanto sentire l'od ore della sua carna che friggeva, Francesco scappo via urlando. Qualche giorno dopo un poliziotto buss nella porta della famiglia Bullo, una sign ora disperata apr la porta, appena vide il poliziotto url -Avete notizie di mio fi glio?- Il poliziotto rispose -No, mi spiace darle la brutta notizia, ma vede, su o figlio morto, il suo corpo nell'ambulanza qua vicino, ma non le consiglio di v ederloQuasi come se il poliziotto non avesse detto niente, la donna si diresse corrend o verso l'ambulanza, togliendo di mezzo i medici che la volevano bloccare, e tol se il velo che copriva il cadavere, alla vista di quell'ammasso di carne informe e carbonizzata, la donne svenne col volto ricoperto dalle lacrime La settimana seguente ormai tutti sapevano del tragico evento, Francesco aveva d etto tutto, e nonostante le malefatte del ragazzino, Gennaro fu visto come un es empio, o meglio come un esempio da non imitare, i maestri delle scuole insegnar ono infatti quanto pu essere pericolosa l'ignoranza, e il caso vuole, che il gior no che Gennaro salt la scuola, perse la lezione su l'inefficacia del'eletricit ve rso la terra, da quel giorno nessuno and pi male a scuola. Gligar nel frattempo era tornato dal suo vecchio proprietario, al suo incontro e mise dei versi molto felici e and incontro a lui per abbracciarlo, il ragazzino d isse -Gligar!! sapevo che saresti tornato, perche noi siamo come due fratelli gu isto?!- Gligar rispose son felici gemiti, e i due tornarono a casa.