Sei sulla pagina 1di 1

La mia famiglia è composta da quattro persone:

Mamma: alta un metro e 76, capelli castani ondulati, occhi verdi, naso all'insù, labbra carnose, il suo fisico e robusto.
Ha un carattere molto dolce e comprensivo, è sempre disposta ad aiutarti in qualsiasi momento. Fa la casalinga. Il
pomeriggio le piace fare aerobica e step in una palestra .
Papà: alto un metro e 80, capelli neri lisci, occhi azzurri, naso grande, labbra fini, il suo fino è molto piazzato. Ha un
carattere più duro di quello di mamma ma è comunque dolce e giocherellone, gli piace vedere il calcio in tv
soprattutto se a giocare è l'Inter. Fa il muratore ma nel tempo libero va a giocare a calcetto con un paio di amici.
Mio fratello: Alto un metro e 78, capelli castani ricci, occhi merroni, naso piccolino, labbra normali, il suo fisico è
molto magro. Io e lui non andiamo molto daccordo però abbiamo molte cose in comune. Passa la maggior parte del
suo tempo con gli amici a divertirsi e a volte va a giocare a calcio.
Infine me: Alta un metro e 70, capelli biondo scuro ricci, occhi azzurri, naso a patatina, labbra carnose e fisico molto
magro ed esile. Sono molto simpatica, mi piace molto ridere. Il mio Hobby preferito è danzare e scrivere e stare con la
mia migliore amica.

La mia famiglia è formata da tre membri: io, mia mamma e mio papà. Ho scelto di descrivere mia mamma e mio papà
perché sono due persone stupende! Inizio con descrivere mia mamma: si chiama Mariateresa e ha 42 anni.
È alta 1,70 m, paffutella ma non troppo, simpatichissima e giocherellona. Quando si arrabbia sono cavoli amari ma è
una persona solare. È una madre stupenda con gli occhi azzurri e i capelli marroni, con i colpi di sole naturali, e ricci,
più ricci dell’immaginabile. Ha un sorriso da farti cadere ai suoi piedi sbavando. Quando sorride io vedo gli uccellini
che le volano intorno e il sole che le sorge dietro la schiena. Da un po’ porta gli occhiali che le calzano a pennello.
Sono bordeaux e ogni volta che si soffia il naso le si appannano le lenti.
Lavora a Busto e ogni volta che vado al lavoro con lei guadagno 1 € per ogni parolaccia. Mia mamma è
soprannominata “il colonnello” perché appena arriva lei c’è sempre ordine, tranne in camera mia.
Adesso descriverò mio papà: si chiama Vincenzo, ma lo chiamano tutti Enzo, e ha 43 anni.
È alto 1,82 m, anche lui è paffutello ma non troppo, simpatico e sorridente ma non come mia madre. È carino e ogni
volta che esce da casa si mette il gel. Ha gli occhi marroni, i capelli neri e la pelle sempre un po’ abbronzata come me.
Ogni volta che passiamo davanti alle persone che ci conoscono, ci dicono che siamo uguali. Gli piacciono i cartoni e li
guarda sempre con me. Il suo gesto particolare è che mi dà sempre le pacche sulla coscia e questo mi fa capire che mi
vuole bene. Quando ride fa scatenare un terremoto da 10° della scala Mercalli, ma è una delle tante cose che mi
piacciono di lui. Anche lui porta gli occhiali ma solo quando deve fare lunghi viaggi. Lavora a Legnano ed è
bravissimo.