Sei sulla pagina 1di 3

Patrimonio Unesco in Campania: 1-Reggia di Caserta e parco, l'Acquedotto Carolino e il complesso di San Leucio. 2-Centro storico di Napoli.

3-Costiera amalfitana. 4-Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano con il sito archeologico di Paestum, Velia e la Certosa di Padula . 5-Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata .

Criteri di inserimento nel patrimonio Unesco: (i) (ii) rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo. aver esercitato un'influenza considerevole in un dato periodo o in un'area culturale determinata, sullo sviluppo dell'architettura, delle arti monumentali, della pianificazione urbana o della creazione di paesaggi. costituire testimonianza unica o quantomeno eccezionale di una civilt o di una tradizione culturale scomparsa. offrire esempio eminente di un tipo di costruzione o di complesso architettonico o di paesaggio che illustri un periodo significativo della storia umana. costituire un esempio eminente di insediamento umano o d'occupazione del territorio tradizionale, rappresentativi di una culturale (o di culture) soprattutto quando esso diviene vulnerabile per effetto di mutazioni irreversibili. essere direttamente o materialmente associato ad avvenimenti o tradizioni viventi, idee credenze o opere artistiche e letterarie con una significanza universale eccezionale (criterio da applicare solo in circostanze eccezionali o in concomitanza con altri criteri).

(iii) (iv) (v)

(vi)

1-Reggia di Caserta e parco, l'Acquedotto Carolino e il complesso di San Leucio. Il Comitato ha deciso di inserire questo bene sulla base dei Criteri I, II, III, IV ritenendo che il complesso monumentale di Caserta, che ha caratteristiche simili a quelle di altre residenze reali del XVIII secolo, straordinario per l'ampiezza circolare del suo disegno, che include non solo un imponente palazzo e un parco, ma anche il paesaggio naturale circostante e un ambizioso progetto di una nuova citt secondo i precetti dell'urbanistica del tempo. Il complesso industriale di Belvedere, progettato per la produzione della seta, anch'esso di particolare interesse per i principi idealistici che erano alla base della sua originale concezione e gestione.

2-Centro storico di Napoli. ANNO DI ISCRIZIONE 1995 Criteri II, IV: Napoli una delle pi antiche citt d'Europa il cui tessuto urbano contemporaneo conserva ad oggi gli elementi della sua storia ricca di avvenimenti. I tracciati delle sue strade, la ricchezza dei suoi edifici storici caratterizzanti epoche diverse conferiscono al suo centro storico un valore universale senza eguali, che ha esercitato una profonda influenza su gran parte d'Europa e aldil dei confini di questa. Esso testimonianza di un rilevante scambio di conoscenze durante un determinato periodo, o in una determinata area culturale, sullo sviluppo dell'architettura o della tecnologia, delle arti monumentali, della pianificazione della citt, o della creazione di paesaggi. Offre un eminente esempio di un tipo di costruzione o di complesso architettonico o di paesaggio che illustra un periodo significativo della storia umana.

3-Costiera amalfitana. ANNO DI ISCRIZIONE 1997 Criteri II, IV, V: la Costiera Amalfitana un eccezionale esempio di paesaggio mediterraneo, con uno scenario di grandissimo valore culturale e naturale dovuto alle sue caratteristiche spettacolari ed alla sua evoluzione storica. 4-Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano con il sito archeologico di Paestum, Velia e la Certosa di Padula . ANNO DI ISCRIZIONE 1998 Criterio III: Durante la preistoria e il Medio Evo la regione del Cilento stata il principale passaggio per le comunicazioni culturali, politiche e commerciali in un modo particolare, cio attraverso le catene montuose che corrono da est ad ovest creando cos un panorama culturale di notevole significato e qualit. Criterio IV: In due momenti chiave dello sviluppo della societ umana del Mediterraneo come regione la zona del Cilento ha costituito l'unico modo esistente di comunicazione tra l'Adriatico e il Tirreno nella regione del Mediterraneo centrale, e ci chiaramente illustrato da quello che resta oggi del paesaggio culturale.

5-Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata . ANNO DI ISCRIZIONE 1997 Criteri II, IV, VI: Il Comitato ha deciso di iscrivere tale area sulla base dei criteri culturali (ii) (iv) (v) considerando che gli straordinari reperti delle citt di Pompei, Ercolano e delle citt limitrofe, sepolte dall'eruzione del Vesuvio del 79 d. C., costituiscono una testimonianza completa e vivente della societ e della vita quotidiana in un momento preciso del passato, e non trovano il loro equivalente in nessuna parte del mondo.