Sei sulla pagina 1di 31

ISTITUTOISTITUTOISTITUTOISTITUTO COMPRENSIVOCOMPRENSIVOCOMPRENSIVOCOMPRENSIVO

DIDIDIDI BARBERINO DI MUGELLO

ScuolaScuolaScuolaScuola dell’infanziadell’infanziadell’infanziadell’infanzia DonDonDonDon MMilaniMMilaniilaniilani sezionesezionesezionesezione MistaMistaMistaMista

Via Petrarca

ESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDO ILILILIL GIARDINOGIARDINOGIARDINOGIARDINO DELLADELLADELLADELLA NOSTRANOSTRANOSTRANOSTRA SCUOLASCUOLASCUOLASCUOLA

ALLAALLAALLAALLA SCOPERTASCOPERTASCOPERTASCOPERTA DIDIDIDI PICCOLIPICCOLIPICCOLIPICCOLI ANIMALIANIMALIANIMALIANIMALI lucertola,lucertola,lucertola,lucertola, ragno,ragno,ragno,ragno, chiocciolachiocciolachiocciolachiocciola

Anno scolastico 2004/2005

PREMESSA.

Il progetto riprende un’esperienza già in atto da due anni sull’esplorazione del giardino. Nel giardino della scuola abbiamo conosciuto diversi animali e tre di loro sono stati nostri ospiti all’interno della sezione in un terrario. Dobbiamo ringraziare la lucertola, il ragno e la chiocciola che hanno contribuito ad attivare nei bambini il desiderio della scoperta e la voglia di conoscere e apprendere. La finalità del progetto era quella di portare i bambini a prendere consapevolezza:

1) della struttura morfologica dei tre animali; 2) delle loro caratteristiche; 3) dei loro comportamenti; 4) dei loro ambienti di vita; 5) del confronto per cogliere differenze e somiglianze Il progetto è stato impostato con il seguente itinerario:

*osservazione libera di un animale *osservazione guidata *rappresentazione grafica/pittorica e simbolica

Il percorso strutturato in quattro unità di apprendimento ha interessato la sezione mista composta da 12 bambini di cinque anni, quattro bambini di cinque anni e 7 bambini di tre anni Il progetto, iniziato ad Ottobre 2004, è terminato ad Aprile 2005 lavorando due giorni alla settimana e rispettando delle pause per ogni unità di apprendimento di circa due settimane.

1° UNITA’ DI APPRENDIMENTO La lucertola

ATTIVITA’

Osservazione e rilevazione dei colori

Pittura e manipolazione

Imitazione e drammatizzazione

CONOSCENZE

Animali tipici del proprio ambiente di vita

ABILITA’

Documentare un’esperienza.

Raccontare e descrivere

Localizzare e collocare se stesso, oggetti e persone in situazioni spaziali

DURATA

1 mese

ESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDO ILILILIL GIARDINOGIARDINOGIARDINOGIARDINO DELLADELLADELLADELLA NOSTRANOSTRANOSTRANOSTRA SCUOLASCUOLASCUOLASCUOLA

ALLA SCOPERTA DI PICCOLI ANIMALI

LALALALA LUCERTOLA,LUCERTOLA,LUCERTOLA,LUCERTOLA,

Nella progettazione del percorso non era stata ipotizzata l’idea di lavorare sulla lucertola, ci sembrava difficile la cattura e la sua presenza nella scuola in condizioni ottimali. Casualmente, però, proprio nei primi giorni di scuola, alcuni bambini notano questo rettile sul muretto della montagnola e molto incuriositi suggeriscono di provare a catturarlo per inserirlo nel terrario presente nell’aula. Utilizzando una bottiglia di plastica, facilmente riusciamo, con successo, a portare a termine l’impresa e quindi il progetto iniziale subisce una variante. Con l’aiuto di alcuni testi specifici attrezziamo il terrario in modo tale da creare un habitat favorevole, infatti l’animale si adatta facilmente in tempi brevi. Per il cibo, sempre con il supporto di testi specifici, provvediamo con pezzi di mela, acini d’uva e piccoli insetti che si sviluppano proprio dal deterioramento di questi frutti. Nella prima fase la lucertola sistemata nel grande terrario che avevamo a disposizione è entrata a far parte della vita scolastica senza che ai bambini venisse richiesta nessuna attività specifica. L’ entusiasmo che aveva contraddistinto il momento della cattura è durato molto a lungo, tanto che è stato necessario prolungare la fase di osservazione libera. C’era una forte attrazione, una curiosità continua nell’osservare il comportamento di questo animale.

nell’osservare il comportamento di questo animale. La grandezza e la trasparenza del terrario permette poi di

La grandezza e la trasparenza del terrario permette poi di vedere i vari strati di materiali presenti, sassi, sabbia e terriccio e di conseguenza di seguire anche gli spostamenti della lucertola che spesso scava per interrarsi.

Abbiamo così pensato, proprio partendo dalle richieste dei bambini, di dedicare alcuni momenti della giornata all’osservazione dell’animale. Trattandosi di una sezione mista i bambini sono stati divisi in piccoli gruppi eterogenei; in questa fase non abbiamo operato una distinzione in base all’età.

Successivamente abbiamo potuto fare anche un’osservazione più precisa, inserendo l’animale all’interno di un ingranditore, ciò ha permesso di notare la struttura del manto; infatti la parte superiore è diversa, sia di forma che di colore, da quella inferiore.

è diversa, sia di forma che di colore, da quella inferiore. Quando la lucertola è stata

Quando la lucertola è stata trovata la tonalità del colore era verde, ci siamo accorti, durante le fasi di lavoro che l’animale aveva cambiato colore, la dominanza non era più verde bensì marrone, era avvenuto un adattamento mimetico all’ambiente. Infatti, nonostante la semina effettuata seguendo le indicazioni di un testo specifico, il crescione non ha attecchito e quindi la lucertola si è mimetizzata con il terriccio. La scoperta è stata fatta dagli stessi bambini e ci ha portato a rivedere il nostro lavoro di osservazione, apportando il cambiamento avvenuto nella parte grafica dei cartelloni con i lucidi in modo da evidenziare come era prima e come è diventata dopo. Dopo circa venti giorni di osservazione libera, abbiamo iniziato la parte operativa con una serie di richieste differenziate per età.

LALALALA LUCERTOLA,LUCERTOLA,LUCERTOLA,LUCERTOLA,

TreTreTreTre annianniannianni

Sono interessati al progetto sette bambini di tre anni

Attività grafico- pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Ai bambini viene richiesto di

osservare attentamente la lucertola per rilevare i colori. Sul tavolo vengono posti i vari barattoli di pittura a dita e si

individuano VERDE_GIALLO_MARRONE_ NERO Ai bambini viene richiesto di disegnare l’animale.

:

Attività linguistica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

In seguito individualmente si procede alla verbalizzazione. La domanda posta ad ognuno è:

come è, cosa ha la lucertola

Attività

manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Si procede alla scelta dei colori rilevati per costruire la lucertola con il pongo

dei colori rilevati per costruire la lucertola con il pongo Alice B. - E’ verde e

Alice B. - E’ verde e gialla: Ha gli occhi e i piedi. Gli occhi neri. Anita - E’ verde e marrone, gli occhi sono neri e grandi, sono due. Le zampe sono quattro e sono verdi. La coda è lunga, è verde e marrone. Martina - Ha le zampe e gli occhi. E’ nera e verde. Alice T.- La lucertola è gialla e verde. Alessandra - La lucertola è verde e marrone. Ha la coda e gli occhi. Le zampe dietro e davanti. Giosuè - E’ gialla e verde, con le bambine gialle, poi ha gli occhi, la bocca, poi la coda. Irene - La lucertola è verde, nera, marrone. Ha i puntini bianchi sulla pelle. Ha le zampe, quattro, ha la coda e gli occhi.

bianchi sulla pelle. Ha le zampe, quattro, ha la coda e gli occhi. Versione 2004-05 –

Attività

manipolativa

grafico/pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta collettivacollettivacollettivacollettiva

Si procede alla socializzazione dei lavori individuali per costruire un cartellone collettivo che riporti le caratteristiche rilevate da ognuno. Condivisione e realizzazione di una lucertola multimaterica: riso soffiato, colla, bottoni, tempera. Si riportano i contributi di tutti i bambini.

Attività

manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Si invitano i bambini a spugnare un foglio con il colore marrone dove è inserita con il biadesivo la sagoma della lucertola. Una volta asciutto viene tolta la sagoma in cartoncino ottenendo così la forma dell’animale che risulta non colorata.

Attività linguistica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

In seguito individualmente si procede alla verbalizzazione. La domanda posta ad ognuno è:

cosa fa la lucertola

La domanda posta ad ognuno è: cosa fa la lucertola Alice B. – Cammina!! Ha le
La domanda posta ad ognuno è: cosa fa la lucertola Alice B. – Cammina!! Ha le

Alice B. – Cammina!! Ha le zampe!! Anita – La lucertola mangia l’uva, fa la cacca. Martina – La lucertola sta ferma e guarda e guarda i fiori del terrario. I fiori che ha messo Nadia. Alice T.- La lucertola cammina. Alessandra - La lucertola mangia, beve, fa la cacca. Giosuè – La lucertola va sul sasso, dorme. Irene - La lucertola delle volte va a bere, ma io non la vedo mai, quando beve. Certe volte va sul sasso, dorme e sogna i bambini, quelli che sono in classe!!

Attività

manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Si consegna ad ognuno una scheda dove è disegnata una lucertola, al centro del foglio c’è una linea tratteggiata. Si nvitano i bambini a ritagliare lungo il tratteggio e a ricomporre l’immagine della lucertola con l’uso della colla.

Attività

manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Le insegnanti preparano per ognuno una lucertola in cartoncino composta da testa, corpo, zampe, coda. Ai bambini viene richiesto di ricomporre l’animale nella maniera corretta incollando i vari pezzi su un foglio predisposto. La domanda posta ad ognuno è: dove vive la lucertola

Attività

manipolativa

grafico/pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta collettivacollettivacollettivacollettiva

Realizzazione di una lucertola multimaterica: pasta, colla, bottoni, tempera, sabbia, sassi. Si riportano i contributi di tutti i bambini.

sabbia, sassi. Si riportano i contributi di tutti i bambini. Versione 2004-05 – Sez. mista –
sabbia, sassi. Si riportano i contributi di tutti i bambini. Versione 2004-05 – Sez. mista –
sabbia, sassi. Si riportano i contributi di tutti i bambini. Versione 2004-05 – Sez. mista –

Attività

manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Per evidenziare la differenza del manto della lucertola sopra e sotto, evidenziato più volte dai bambini si procede ad una proposta specifica con l’uso di

timbri

dall’insegnante. La diversa configurazione del manto è individuata con macchie per il dorso e strisce per la pancia. Viene consegnato un elaborato in cui l’immagine della lucertola è riprodotta da un lato con il corpo visto da sopra e dalla

in

predisposti

parte opposta,

corrispondenza, il corpo visto da

sotto. Si invitano i bambini ad usare le patate/timbro per riempire le immagini date.

Attività motoria

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Tracciati sul pavimento del salone alcuni percorsi i bambini imitano il movimento della lucertola. I tracciati sono lineari con un punto di partenza e un punto di arrivo

tracciati sono lineari con un punto di partenza e un punto di arrivo Versione 2004-05 –
tracciati sono lineari con un punto di partenza e un punto di arrivo Versione 2004-05 –
tracciati sono lineari con un punto di partenza e un punto di arrivo Versione 2004-05 –

Attività

manipolativa

grafico/pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

I bambini sono invitati a riempire con il colore a dito il percorso tracciato sul foglio per portare la lucertola al punto di arrivo. Intenzionalmente il percorso è il più fedele possibile a quello eseguito a livello corporeo

Gioco del puzzle

PropostaPropostaPropostaProposta collettivacollettivacollettivacollettiva

Si procede alla costruzione di un lucertola ricomponibile nelle varie parti:

corpo

testa

zampe

occhi

nelle varie parti: • corpo • testa • zampe • occhi Versione 2004-05 – Sez. mista
nelle varie parti: • corpo • testa • zampe • occhi Versione 2004-05 – Sez. mista
nelle varie parti: • corpo • testa • zampe • occhi Versione 2004-05 – Sez. mista

In seguito i bambini scelgono spontaneamente questa attività, individualmente o a piccolo gruppo

spontaneamente questa attività, individualmente o a piccolo gruppo Versione 2004-05 – Sez. mista – Gruppo 3

2° UNITA’ DI APPRENDIMENTO Il ragno

ATTIVITA’

Osservazione e rilevazione dei colori

Pittura e manipolazione

Imitazione e drammatizzazione

CONOSCENZE

Animali tipici del proprio ambiente di vita

ABILITA’

Documentare un’esperienza.

Raccontare e descrivere

Localizzare e collocare se stesso, oggetti e persone in situazioni spaziali

DURATA

1 mese

ESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDO ILILILIL GIARDINOGIARDINOGIARDINOGIARDINO DELLADELLADELLADELLA NOSTRANOSTRANOSTRANOSTRA SCUOLASCUOLASCUOLASCUOLA

ALLA SCOPERTA DI PICCOLI ANIMALI

ILILILIL RAGNORAGNORAGNORAGNO

Dopo aver trascorso un periodo di tempo di circa due settimane, abbiamo iniziato l’osservazione e lo studio del ragno. Siamo andati alla ricerca di questo piccolo animale e sul muro esterno della scuola è stato catturato un ragno. L’animale non è stato inserito nel ternario perché sarebbe stato mangiato dalla lucertola, ma in una teca più piccola, dove era facilitata l’osservazione. Nella fase dell’osservazione libera sono state usate delle lenti e degli ingranditori per poter permettere ai bambini di cogliere le varie caratteristiche morfologiche e i comportamenti tipici di questo animale.

morfologiche e i comportamenti tipici di questo animale. Molto interesse e curiosità è stata registrata nel
morfologiche e i comportamenti tipici di questo animale. Molto interesse e curiosità è stata registrata nel

Molto interesse e curiosità è stata registrata nel gruppo, per questo motivo abbiamo ricercato notizie più precise su alcuni testi specifici. Di notevole aiuto è stata la ricerca portata da una bambina, fatta a casa insieme ai genitori, che ci ha fornito una serie di informazioni sul comportamento dell’animale. Come costruisce la ragnatela, come e cosa mangia, quali sono i suoi ambienti di vita, come si procura il cibo. Dopo circa dieci giorni di osservazione libera, abbiamo iniziato la parte operativa con una serie di richieste dove, così come era avvenuto per la lucertola.

Il ragno è rimasto con noi per molto meno tempo, in quanto diventava troppo complesso procurargli il cibo, anche se avevamo letto che la sua sopravvivenza senza cibo può durare anche per periodi molto lunghi. Comunque abbiamo adottato lo stesso sistema usato per la lucertola, inserendo all’interno della teca della frutta in modo da favorire la crescita di piccoli insetti. Considerato poi il grande interesse mostrato dai bambini per la caratteristica di tessere la ragnatela, molte proposte sono andata proprio in questa direzione.

molte proposte sono andata proprio in questa direzione. Nessun bambino ha dimostrato di avere paura e

Nessun bambino ha dimostrato di avere paura e questo ha facilitato il osservazione.

lavoro di

ILILILIL RAGNORAGNORAGNORAGNO

TreTreTreTre annianniannianni

Sono interessati al progetto sette bambini di tre anni

Attività grafico- pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

di

osservare attentamente il ragno per

rilevare i colori. Sul tavolo vengono

posti i vari barattoli di pittura a dita

e si

GIALLO_MARRONE_NERO Ai

bambini viene richiesto disegnare l’animale.

di

individuano :

Ai bambini viene

richiesto

l’animale. di individuano : Ai bambini viene richiesto Attività linguistica PropostaPropostaPropostaProposta

Attività linguistica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

In seguito individualmente si procede alla verbalizzazione. La domanda posta ad ognuno è: come è, cosa ha il ragno

Alice B. - E’ nero e giallo: Ha gli occhi e i piedi. Anita – E’ giallo, marrone e nero. Ha le zampe e la testa. Martina – Il ragno è marrone, giallo, e……Ha la testa, le antennine, il corpo e le zampe,1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8. Alice T.- Ha la testa, il corpo, le zampe, le strisce gialle. E’ nero e marrone. Alessandra – E’ il ragno con le zampe, la testa e il corpo. E’ nero, e giallo e marrone. Giosuè – Ha le pinze e le gambe. La testa e poi basta. Irene – Il ragno è marrone, giallo e nero. Ha quattro zampe da una parte e quattro dall’altra. Ha le antenne sulla testa

Attività manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Si procede alla scelta dei colori rilevati per costruire il ragno con il pongo

alla scelta dei colori rilevati per costruire il ragno con il pongo Versione 2004-05 – Sez.
alla scelta dei colori rilevati per costruire il ragno con il pongo Versione 2004-05 – Sez.

Attività manipolativa grafico/pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta collettivacollettivacollettivacollettiva

Si procede alla socializzazione dei lavori individuali per costruire un cartellone collettivo che riporti le caratteristiche rilevate da ognuno. Condivisione e realizzazione di una ragno a collages con carta crespa. Si riportano i contributi di tutti i bambini.

Attività manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Si invitano i bambini ad osservare la ragnatela prodotta dall’animale, riprodotta dalle insegnati su un elaborato viene richiesto di ripassare le linee con il colore a dita

Attività linguistica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

In seguito individualmente si procede alla verbalizzazione. La domanda posta ad ognuno è: cosa fa il ragno

La domanda posta ad ognuno è: cosa fa il ragno Alice B. – Il ragno cammina
La domanda posta ad ognuno è: cosa fa il ragno Alice B. – Il ragno cammina

Alice B. – Il ragno cammina sulla …strada della ragnatela. Anita – Il ragno fa la ragnatela. Il ragno succhia……….la minestra? NOO!!!! Succhia degli animali, mette il veleno e Martina Alice T.- Alessandra – E’ il ragno fa la ragnatela e cammina sopra, perché il ragno cammina. C’è anche un buco nella ragnatela. Giosuè – Fa la ragnatela. Il ragno lega i fili. Irene – Il ragno fa la ragnatela, la ragnatela è la sua casa, la sputa dalla bocca e si fa una bella ragnatela grossa. Ci sta dentro e ci gioca.

Attività manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Individualmente i bambini vengono seguiti dall’insegnante per la costruzione personale di un ragnatela con il filo di lana

Attività manipolativa grafico/pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta collettivacollettivacollettivacollettiva

Realizzazione di

ragnatela sempre con

lana.

una

grande

della

l’uso

Attività motoria

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Viene costruita nel salone con la lana una ragnatela gigantesca . I bambini si devono muovere liberamente passando sopra o sotto ai fili. In seguito aumenta la complessità con l’inserimento di alcuni campanelli. Il compito è quello di attraversarla senza far suonare il campanello

è quello di attraversarla senza far suonare il campanello Alice B. – Il ragno cammina sulla

Alice B. – Il ragno cammina sulla …strada della ragnatela. Anita – Il ragno fa la ragnatela. Il ragno succhia……….la minestra? NOO!!!! Succhia degli animali, mette il veleno e Martina Alice T.- Alessandra – E’ il ragno fa la ragnatela e cammina sopra, perché il ragno cammina. C’è anche un buco nella ragnatela. Giosuè – Fa la ragnatela. Il

anche un buco nella ragnatela. Giosuè – Fa la ragnatela. Il Versione 2004-05 – Sez. mista

Attività manipolativa grafica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

I bambini sono invitati a colorare e a mettere in relazione il ragno con i colori che gli appartengono

. Attività manipolativa grafica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

I bambini sono invitati a ritagliare l’immagine del ragno a colorarla e ad incollarla nella colonna dell’elemento che gli appartiene

ragno lega i fili. –

ragnatela, la ragnatela è la

Irene

la

Il

ragno

fa

sua casa, la sputa dalla bocca e si fa una bella ragnatela grossa. Ci sta
sua
casa,
la
sputa
dalla
bocca
e
si
fa
una
bella
ragnatela
grossa.
Ci
sta
dentro e ci gioca.
si fa una bella ragnatela grossa. Ci sta dentro e ci gioca. Versione 2004-05 – Sez.

3° UNITA’ DI APPRENDIMENTO La chiocciola

ATTIVITA’

Osservazione e rilevazione dei colori

Pittura e manipolazione

Imitazione e drammatizzazione

CONOSCENZE

Animali tipici del proprio ambiente di vita

ABILITA’

Documentare un’esperienza.

Raccontare e descrivere

Localizzare e collocare se stesso, oggetti e persone in situazioni spaziali

DURATA

1 mese

ESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDO ILILILIL GIARDINOGIARDINOGIARDINOGIARDINO DELLADELLADELLADELLA NOSTRANOSTRANOSTRANOSTRA SCUOLASCUOLASCUOLASCUOLA

ALLA SCOPERTA DI PICCOLI ANIMALI

LALALALA CHIOCCIOLACHIOCCIOLACHIOCCIOLACHIOCCIOLA

La chiocciola è stato l’ultimo animale osservato e studiato per evidenziarne le caratteristiche morfologiche, i comportamenti e gli ambienti di vita. Già all’inizio dell’anno scolastico, erano state inserite nel terrario alcune chiocciole che subito erano cadute in letargo; posizionate a ventosa sulle pareti del terrario, sono state inserite in dei contenitori trasparenti più piccoli proprio per agevolare l’osservazione. Con la stessa metodologia abbiamo conosciuto la chiocciola, ad un periodo di osservazione libera sono seguite una serie di proposte specifiche guidate dall’insegnante. Questo animale si è rilevato il più adatto per la dimensione, la lentezza nei movimenti, la facilità con cui si sveglia, mangia e si muove alla presenza dei bambini senza nessun problema. La consultazione di alcuni testi specifici ci ha permesso inoltre di aumentare le nostre conoscenze attraverso tutta una serie di informazioni tra cui quella che l’uso del termine “lumaca” non è corretto perché in questo caso ci si riferisce alla specie, anche questa molto diffusa, senza il guscio.

alla specie, anche questa molto diffusa, senza il guscio. E’ stato possibile riprodurla graficamente avendola

E’ stato possibile riprodurla graficamente avendola proprio sul tavolo, vicino al foglio, i bambini inoltre sono rimasti molto affascinati dalle sue caratteristiche, in particolare il guscio dalla forma a spirale e dal fatto che vi può entrare dentro e chiudersi come se fosse una casa. Un altro aspetto che li ha affascinati è la scia che lascia quando si muove, la strada che segna così lucida e brillante. Proprio tenendo conto degli aspetti che hanno maggiormente interessato e motivato i bambini sono state fatte una serie di proposte finalizzate alla conoscenza di questo animale.

LALALALA CHIOCCIOLACHIOCCIOLACHIOCCIOLACHIOCCIOLA TreTreTreTre annianniannianni

Attività grafico- pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Ai bambini viene richiesto di osservare attentamente la chiocciola per rilevare i colori. Sul tavolo vengono posti i

vari barattoli di pittura a dita e si individuano :

GRIGIO_MARRONE_NERO-

BIANCO. Ai bambini viene richiesto di disegnare l’animale.

BIANCO. Ai bambini viene richiesto di disegnare l’animale. Attività linguistica PropostaPropostaPropostaProposta

Attività linguistica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

In seguito individualmente si procede alla verbalizzazione. La domanda posta ad ognuno è: come è, cosa ha la chiocciola

Alice B. – La lumaca ha il guscio e si chiama chiocciola. Ha le corna, ne ha due piccine e due grandi. Anita – Ha le antenne, il corpo e la testa. Martina – La chiocciola ha le corna, ne ha quattro, due sono piccole e due sono grandi. E’ un po’ marrone e un po’ bianca. Alice T.- Ha il corpo, la testa, le corna. E’ marrone, nera, bianca. Alessandra – La lumaca con il guscio bianco, marrone e grigio. Ha quattro corna, due sono piccole e due sono grandi Giosuè – Ha una corna, la casina di questo colore e di questo. Irene – La lumaca ha il guscio duro e il corpo morbido. Ha quattro corna, due piccole e due grandi.

Attività

manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Si procede alla scelta dei colori rilevati per costruire la chiocciola con il pongo.

Attività

manipolativa

grafico/pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta collettivacollettivacollettivacollettiva

Si procede alla socializzazione dei lavori individuali per costruire un cartellone collettivo che riporti le caratteristiche rilevate da ognuno. Condivisione e realizzazione di una chiocciola multimaterica:

colla, pasta, stoffa. Si riportano i contributi di tutti i bambini.

colla, pasta, stoffa. Si riportano i contributi di tutti i bambini. Versione 2004-05 – Sez. mista
colla, pasta, stoffa. Si riportano i contributi di tutti i bambini. Versione 2004-05 – Sez. mista

Attività

manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Si invitano i bambini ad osservare il guscio della dell’animale. La forma a spirale, riprodotta dalle insegnati su un elaborato viene ripercorsa dai bambini con il movimento del dito partendo dall’esterno per arrivare all’interno e viceversa. Viene poi inserito con la colla il pongo manipolato dai bambini a “serpentello”.

Attività linguistica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

In seguito individualmente si procede alla verbalizzazione. La domanda posta ad ognuno è: cosa fa la chiocciola.

Attività manipolativa e grafica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Si invitano i bambini ad osservare nuovamente il guscio della dell’animale. La forma a spirale, riprodotta dalle insegnati su un elaborato viene ripercorsa dai bambini con il movimento del dito partendo dall’esterno per arrivare all’interno e viceversa. Viene poi ripassata con il colore a dita.

e viceversa. Viene poi ripassata con il colore a dita. Alice B. – La chiocciola striscia,

Alice B. – La chiocciola striscia, dorme, fa la cacca, la pipì e mangia. Anita – La chiocciola fa la pipì, la cacca e dorme. Martina – La chiocciola beve, fa la cacca, la pipì, scappa, mangia, guarda con le antenne. Alice T.- La chiocciola fa la cacca e la pipì. Alessandra – La chiocciola striscia, beve, fa la cacca, fa la pipì. Mangia e dorme. Giosuè – Va nel guscio. Mangia il grano, beve e fa la cacca nel suo gusci. Salta!! Irene – La chiocciola cammina…striscia.

nel suo gusci. Salta!! Irene – La chiocciola cammina…striscia. Versione 2004-05 – Sez. mista – Gruppo

Versione 2004-05 – Sez. mista – Gruppo 3 anni 23

Attività

manipolativa

grafico/pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Spugnatura di un foglio formato A3 con la tempera verde. Ritaglio della forma a spirale disegnata su un cartoncino per preparare il guscio della chiocciola.

Attività

manipolativa

grafico/pittorica

PrPropostaPrPropostaopostaoposta individualeindividualeindividualeindividuale

Sul foglio spugnato viene attaccata con il biadesivo messo nel punto più interno, la spirale ritagliata. Viene poi disegnato con il colore a dita il corpo e la testa della chiocciola.

disegnato con il colore a dita il corpo e la testa della chiocciola. Versione 2004-05 –
disegnato con il colore a dita il corpo e la testa della chiocciola. Versione 2004-05 –

Attività motoria

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Ai bambini viene richiesto di imitare la chiocciola; per questo motivo devono muoversi imitando l’animale.

Attività Grafica e topologica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

I bambini sono invitate a colorare il percorso che la chiocciola deve fare per arrivare ala foglia di lattuga

che la chiocciola deve fare per arrivare ala foglia di lattuga Versione 2004-05 – Sez. mista
che la chiocciola deve fare per arrivare ala foglia di lattuga Versione 2004-05 – Sez. mista

Attività

manipolativa

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

I bambini sono invitati a ritagliare lungo la linea tratteggiata l’immagine della chiocciola e a ricomporre le due parti ottenute incollandole su un foglio.

Attività

manipolativa

grafico/pittorica

PropostaPropostaPropostaProposta individualeindividualeindividualeindividuale

Spugnatura di un foglio formato A3 con la tempera

del colore preferito. Ritaglio

di due immagini, la chiocciola

e la foglia di lattuga.

Ai bambini viene chiesto di

incollare in alto a sinistra l’immagine dell’animale e in basso a destra quella dell’insalata. Segnano poi con la colla il percorso che la chiocciola deve fare per arrivare al cibo. Viene poi evidenziato con l’uso dei brillantini.

arrivare al cibo. Viene poi evidenziato con l’uso dei brillantini. Versione 2004-05 – Sez. mista –
arrivare al cibo. Viene poi evidenziato con l’uso dei brillantini. Versione 2004-05 – Sez. mista –

4° UNITA’ DI APPRENDIMENTO Riflessioni sui tre animali

ATTIVITA’

Ritaglio e incollaggio

CONOSCENZE

Animali tipici del proprio ambiente di vita

ABILITA’

Ordinare

e

grandezza.

raggruppare

per

colore,

forma,

Localizzare e collocare oggetti in situazioni spaziali

Documentare un’esperienza

Raccontare e descrivere

DURATA

15 Giorni

ESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDOESPLORANDO ILILILIL GIARDINOGIARDINOGIARDINOGIARDINO DELLADELLADELLADELLA NOSTRANOSTRANOSTRANOSTRA SCUOLASCUOLASCUOLASCUOLA

RIFLESSIONI GUIDATE SUI TRE ANIMALI ANALIZZATI

LALALALA LUCERTOLA;LUCERTOLA;LUCERTOLA;LUCERTOLA; ILILILIL RAGNO;RAGNO;RAGNO;RAGNO; LALALALA CHIOCCIOLACHIOCCIOLACHIOCCIOLACHIOCCIOLA

TreTreTreTre annianniannianni

Ai bambini vengono fatte una serie di proposte dove è necessario operare confronti e cogliere somiglianze e differenze tra i tre animali analizzati.

ASSOCIAZIONE: Ai bambini vengono consegnate una serie di immagini dei tre animali studiati. La richiesta è di incollare in un apposito elaborato rispettando le indicazioni del cartellino attributo.

elaborato rispettando le indicazioni del cartellino attributo. Versione 2004-05 – Sez. mista – Gruppo 3 anni

Discriminazione di grandezza –GRANDE/PICCOLO - Lucertola. Ai bambini vengono consegnate due serie di immagini che riproducono questo animale in formato grande e piccolo. La richiesta e quella di ritagliare e incollare seguendo l’indicazione dell’elaborato predisposto.

seguendo l’indicazione dell’elaborato predisposto. • Discriminazione di grandezza –GRANDE/PICCOLO - Ragno.

Discriminazione di grandezza –GRANDE/PICCOLO - Ragno. Ai bambini vengono consegnate due serie di immagini che riproducono questo animale in formato grande e piccolo. La richiesta e quella di ritagliare e incollare seguendo l’indicazione dell’elaborato predisposto.

e incollare seguendo l’indicazione dell’elaborato predisposto. Versione 2004-05 – Sez. mista – Gruppo 3 anni 29

Discriminazione di grandezza –GRANDE/PICCOLO - Chiocciola. Ai bambini vengono consegnate due serie di immagini che riproducono questo animale in formato grande e piccolo. La richiesta e quella di ritagliare e incollare seguendo l’indicazione dell’elaborato predisposto.

seguendo l’indicazione dell’elaborato predisposto. • Organizzazione topologica – DENTRO Ai bambini viene

Organizzazione topologica – DENTRO Ai bambini viene consegnata un’immagine per ciascun animale ed un elaborato predisposto con tre immagini: il terrario, la ragnatela e la vaschetta. La richiesta e quella di incollare ogni animale dentro al proprio ambiente.

e quella di incollare ogni animale dentro al proprio ambiente. Versione 2004-05 – Sez. mista –

Organizzazione topologica – FUORI Ai bambini viene consegnata un’immagine per ciascun animale ed un elaborato predisposto con tre immagini: il terrario, la ragnatela e la vaschetta. La richiesta e quella di incollare ogni animale fuori dal proprio ambiente.

e quella di incollare ogni animale fuori dal proprio ambiente. Versione 2004-05 – Sez. mista –