Sei sulla pagina 1di 16

ANNO IV - Numero 6

SETTEMBRE 2008

UNA POLTRONA
SEMPRE PIU’ VUOTA
Riuscite a vedere? È il Sindaco stampa dei gruppi consiliari e poi di euro. Con una cifra simile Sig. due geniacci del management:
ombra seduto in poltrona con il pa- ordino al responsabile ufficio stam- Sindaco, dica al suo assessore spen- l’assessore Brandi e la preside
ese che gli fa da sfondo in lontanan- pa del comune, pagato per questo, daccione, si può quasi costruire una Trufini.
za. di non spedirli ad alcuna redazione intera scuola nuova. Nel piano fi- E non finisce qui.
Solidarietà e tanta comprensio- soprattutto se provengono dal grup- nanziario dell’opera c’è anche la Per quei bambini tutta la giunta
ne per le difficoltà planetarie, per i po L’Alternativa. Ma che bravi! somma che dovremmo ricavare dal- sta preparando un futuro SWAP,
tagli alla spesa pubblica proposti Il Sindaco lo sa ma non fa nulla la vendita delle case di Via Bozzi, con eterni cantieri aperti, strade
dal governo vergogna di centrode- per far diventare il comune una pa- occupate un tempo da famiglie a senza più alberi, ricoperte di tanta
stra, per l’insufficienza del perso-
nale. Però non si può tollerare
l’inconcludenza, l’arroganza e
spesso la volgarità che si manife-
stano senza più alcun pudore du-
rante i consigli comunali, i dibattiti

foto: F. Mele 2008


nelle commissioni, le riunioni delle
conferenze dei capigruppo. Sembra
quasi che “grandeur” berlusconiana
e rozzezza leghista serpeggi tra i
banchi del consiglio di Trinitapoli.
Si è arrivati al punto che si discute
nella conferenza dei capigruppo se
in un consiglio con pochi punti
all’O.d.G. sia meglio eliminare la
fase iniziale delle interrogazioni ed
interpellanze.
Quanto è lontana l’epoca in cui
a Trinitapoli l’opposizione demo-
cristiana e missina e la maggioranza
comunista e socialista votavano
talvolta all’unanimità “per il bene
del paese”, si diceva.
La decisione rivoluzionaria, ad
esempio, di far gestire la rete del
metano direttamente dal comune fu
votata da tutti i gruppi presenti in
consiglio comunale nel 1984, de-
cisione oltremodo coraggiosa in un
periodo in cui tutti i paesi preferi-
vano dare in concessione la gestione Poltrona al tramonto.
della rete. Cosa significa questo?
Gli altri comuni risparmiarono le lestra di democrazia. È in auge il basso reddito, proprio quelle fami- buona “monnezza” che il consorzio
spese di costruzione e affidarono pensiero filosofico, definito dal con- glie i cui figli vengono così copio- SIA non riesce più a raccogliere con
però i guadagni futuri al concessio- sigliere Mauro Vitale: a cuccia! samente bocciati dalla Scuola Me- efficienza perché il Comune gli deve
nario. A Trinitapoli, al contrario, la In poche parole: non dovete dia. 300.000 euro. Forse gli assessori
rete gas ha fruttato una media di parlare, dovete solo alzare la mano In sintesi: siamo con le pezze non sanno che il consorzio va anche
400 mila euro l’anno, entrata comu- e non disturbare i manovratori, stare al sedere e ci vendiamo le case per pagato ogni tanto!
nale che altre città della Puglia at- insomma a cuccia. costruire sei aule al costo di 895.000 E così il Sindaco, seduto su
tualmente non hanno. È ovvio che È anche vero che il povero Sin- euro, senza aver mai fatto una pia- quella grande poltrona, guarda tri-
questi risultati costarono decine e daco non ce la fa a fronteggiare le nificazione generale del fabbisogno stemente la sua città che svanisce a
decine di lunghissime riunioni e decisioni capotiche dei suoi asses- di aule e di altre strutture a supporto poco a poco. Però, senza crederci
tanto, ma tanto, rispetto per le per- sori più titolati e separati in casa. della scuola. molto promette: tranquilli, i Cava-
sone, “i zizì” di allora impegnati Prendiamo, ad esempio, Scompare una palestra, trasfor- lieri di Malta salveranno il Patto di
nella discussione. l’ampliamento della Scuola Media mata in biblioteca, mentre il Palaz- Stabilità.
Ora gli attuali decisionisti hanno Garibaldi. D’accordo alla sopraele- zetto dello Sport deve coprire Eccoli laggiù, arrivano a galop-
seri problemi con il vocabolario. vazione, a patto che si rispettino gli un’utenza scolastica di almeno 1000 po.
Per loro democrazia significa que- standard interni, ma non è possibile alunni che vanno sin lì a piedi dal Cittadini, scansatevi!
sto: ti concedo un link sul sito web pretendere di costruire solo 6 aule, Liceo Staffa. Non c’è che dire, una
comunale riservato ai comunicati dico sei, al costo di quasi un milione programmazione geniale, frutto di ANTONIETTA D’INTRONO
2 lestagionidiunastrada SETTEMBRE 2008

Il giallo di Viale Vittorio Veneto


è sempre più giallo
Quando termineranno i lavori di Viale Vitto-
Nubi all’orizzonte.
rio Veneto, che ormai da due anni stanno esaspe-
rando i residenti e facendo perdurare una fasti-
diosissima limitazione della viabilità, non è dato
sapere. Nonostante il Capogruppo de
L’Alternativa, Antonietta D’Introno, abbia scritto
al responsabile dell’Ufficio Tecnico, Architetto
Salvatore Grieco, questi non è stato in grado di
chiarire quanto durerà questa situazione di stallo,
non avendo egli ricevuto dal Direttore dei Lavori
una relazione in merito alla richiesta di rinego-
ziazione della scadenza avanzata dalla ditta che
sta eseguendo i lavori. Manca l’autorizzazione
alla proroga.
Non è servita a diradare le nubi neanche
l’interrogazione che, il 15 settembre scorso, la
Consigliera Anna Tarantino ha rivolto
all’Assessore ai lavori pubblici Peppino Brandi,
il quale senza rispondere al quesito ha urlato
sostenendo che lui non ha mai detto che i lavori
sarebbero dovuti finire a giugno scorso, depistan-
do così la discussione da ogni possibile tentativo
di risoluzione della ormai assurda vicenda. Ci
viene il dubbio che non abbia mai letto il contratto.
Non si sa come finirà. Una cosa è certa che
Rifondazione Comunista e il Peperoncino non si
stancheranno di seguire la questione affinché
trovi soluzione. Forse, però, è opportuno che
anche i cittadini si sveglino un po’ per dare uno
scossone, o meglio uno spintone, a questa Am-
ministrazione che brancola nel buio.

FRANCO CARULLI

A proposito
Che fine
hanno fatto le foto: F. Mele 2008

“chianche”
dell’antico manto
stradale?

IMPORTANTE!!!
Anno IV - Numero 6 - SETTEMBRE 2008 Il Peperoncino Rosso
Direttore Responsabile Fotografie
Nico Lorusso Autori vari
Vice Direttore
Antonietta D’Introno
Impaginazione grafica
Mario di Bitonto
è on-line
Segretaria di Redazione Stampa
Grafiche Del Negro
Veronica Tarantino
Editore
Centro di Lettura “GlobeGlotter”
Via Cairoli, 35 - Tel. 0883.631097
Trinitapoli Fg
per leggerlo digitare
delnegrolina@virgilio.it
Registrazione
Iscr. Reg. Periodici Trib. Foggia Direzione e Redazione
n. 414 del 31/03/2006
Distributore volontario
Gigino Monopoli
Via Staffa, 4 - Trinitapoli Fg
Tel. 0883.634071 - Cell. 340.1206412
info@globeglotter.it
www.globeglotter.it
SETTEMBRE 2008 anteprima 3
Ma che cos’è questa GlobeGlotter?
Si può essere globeglotter in abbiamo spesso organizzato rasse-
ogni parte del mondo, anche in gne teatrali offrendo ai ragazzi al di
provincia di Foggia. sotto dei 25 anni un’opera della
Ne è convinta Antonietta collana Einaudi teatro da leggere.
D’Introno, una delle fondatrici Un altro esempio di diffusione
(insieme alla scrittrice Angela Sar- sempre della lettura è stato sicura-
cina e al compianto prof. Antonio mente la mostra dello scorso di-
Zingrillo) e responsabile del Centro cembre Proibito, Percorsi e lin-
di Lettura GlobeGlotter – Lingue e guaggi alla diavola che invitava a
culture in movimento di Trinitapoli. riflettere sulla censura esercitata nel
Abbiamo incontrato alcuni soci corso dei secoli nei confronti della
per cercare di conoscere meglio stampa, del cinema, della musica e
l’associazione e le iniziative che del sapere in generale.
ogni anno propone.
Quali sono i progetti per il nuovo
Quando e perché nasce il Centro anno?
di Lettura Globeglotter a Trinita- Dopo il corso di fotografia tenuto
poli? da Alessandro Cirillo è in pro-
Il centro è nato circa venti anni fa gramma, nella prima settimana di
con la collaborazione di docenti, dicembre, la mostra intitolata
studiosi, e appassionati di libri, in ‘riScatto’ che vedrà esposte ben 43 Seminario:
quanto il fine dell’associazione è fotografie che ritraggono le diverse La parola efficace, parlare in pubblico senza problemi.
sempre stato promuovere la lettura, tipologie di lavoro femminile pre- Febbraio/Marzo 2006
in tutte le forme. senti a Trinitapoli. Sono state foto-
Si è partiti organizzando conferenze, grafate nel complesso 157 donne. le età, avvicinandole alla lettura. solo apparentemente lontane dalla
incontri con autori, seminari di Poi, come sempre, partiranno i corsi Questo perché crediamo che leggere vita quotidiana.
lingue straniere e spettacoli teatrali. di lingua: inglese, spagnolo ed anche aiuti a cambiare prospettiva, ad avere Ovviamente non mancheranno i se-
tedesco! un approccio diverso ai problemi minari in Inglese patrocinati dal
Quali altre iniziative ha promosso Infine LibriAmo, la manifestazione del mondo. Trinity College London, una delle
e continua a promuovere forse più nota, che si avvierà tra examination board più prestigiose
l’associazione? pochi giorni. E proprio in occasione Sono previste delle novità nel corso del mondo.
Globeglotter ha realizzato anche dell’8ª edizione di LibriAmo verrà del prossimo anno? Una nuova formula, infine, avrà
laboratori musicali. Si ricordano, ad inaugurata la nuova sede, sita in via Abbiamo programmato incontri e anche l’annuale corso di teatro che,
esempio, quelli con i Folkabbestia Cairoli 23, che si chiamerà, appunto, seminari su una problematica (emer- quest’inverno, non si svilupperà nei
che nella formazione O’Briens LibriAmo e sarà un pied-á- terre sa dall’indagine PISA/OCSE) che consueti incontri settimanali ma in
suonavano musica irlandese – ed della Globeglotter dove si svolge- coinvolge la scuola italiana e che tre lunghi weekend-stage con attori
incontri interculturali per favorire ranno tutte le attività di promozione sottolinea la scarsa cultura scientifica di fama nazionale.
la comprensione reciproca delle della lettura. e matematica degli studenti.
culture. Questo evento, che ormai è diventato In collaborazione con la casa editrice Le case editrici danno un supporto
Inoltre, dagli anni ’90 in poi, il segno di riconoscimento La Meridiana (che pubblica soprat- importante alle attività della Globe-
l’associazione propone produzioni dell’associazione, non vuole essere tutto libri di didattica) organizzeremo Glotter?
teatrali che mirano a diffondere la un festival letterario per le élite o workshop con studiosi ed autori di Certamente. Le case editrici sosten-
cultura del teatro. E, sempre per per gli intellettuali, ma mira a coin- giochi matematici per cercare di far gono le nostre iniziative, donando
collegare tutte le attività alla lettura, volgere sempre più persone, di tutte appassionare gli studenti a materie libri e rendendo possibile il boo-
kcrossing, attività che contribuisce
a diffondere la lettura, creando una
enorme biblioteca aperta e in viaggio
per il mondo.

In conclusione, chi sono i complici


di GlobeGlotter?
I complici sono tutti coloro che
sfogliano con noi le pagine del
grande libro della conoscenza, non
trasformano la cultura in fiera della
vanità, rispettano gli individui senza
diventare individualisti, non si
sentono stretti in una cittadina vivace
come Trinitapoli, riescono ad essere
GlobeGlotter in ogni luogo, non
temono di essere voci fuori dal coro
ed infine leggono o scrivono sul
Peperoncino Rosso.

DANILA PARADISO

Il clown canadese Ian Algie


gioca con i globeglotterini
degli anni ’90
(Claudia Guerra, Marianna Di
Biase, Roberta di Candia
e i fratelli Pina e Antonio Losapio).
4 people SETTEMBRE 2008

Dopo il Telegiornale

I pensieri di Giovanni
Spesse volte mi viene in mente
l’episodio del mio maestro delle
elementari che, per aiutare un alun-
no molto asino agli esami di 5ª
elementare, poneva la domanda:
“chissà la Grecia a’ tene o non la’
tene à capitale? La’ tene? Ah si,
bravo, la’ tene”.
Noi italiani, al di là della nostra
fede politica, abbiamo il diritto,
come popolo, di chiedere al nostro
governo: “i soldi li abbiamo o non
li abbiamo? Li abbiamo? Si, li
abbiamo”. “Siamo ricchi o non sia-
mo ricchi?” Se si, perché fare tanti
sacrifici e non vivere una vita più
dignitosa.
I nostri vecchi ci insegnano:
prima i denti poi i parenti, mentre
‘dio – Silvio’ sostiene che non è
così.
Domenica 31 agosto 2008 Ber-
lusconi, in Libia, ha voluto offrire
a Gheddafi cinque miliardi di dol-
lari, dei nostri soldi, come risarci-
mento dei danni causati dal colo-
nialismo fascista.
Io non so a quanto ammonta la
cifra in euro, ma mi chiedo: “è
giusto?”
Noi persone civili, senza fare Piazza Umberto I:
alcun ostruzionismo, ci associamo
al “coro” dei si. Ma quello che non
inaugurazione corsi premilitari, saggio
è giusto è semmai la “parzialità”
del risarcimento.
dei “figli e delle figlie della lupa”, 28 ottobre 1939.
Perché la Libia si e l’Etiopia
no, perché non metterci anche
l’Eritrea e la Somalia?
Anch’esse furono colonie fa-
sciste. Suvvia! Siamo italiani e sia-
mo brava gente. Lo disse “il Negus”
Hailè Sellassiè, il re dei re, ad Addis
Abeba, all’indomani dal rientro
dall’esilio: grazie Italia ho lasciato
una “STALLA” e mi ritrovo una
“STELLA”. Ma i nostri danni chi
li paga?
Quelli di Marzabotto. Quelli
delle fosse Ardeatine, delle Foibe,
di Montecassino, di Barletta.
E quante Cesire e Rosette, stu-
prate durante l’ultima guerra, avreb-
bero voluto parlarci ed invece han-
no taciuto per pudore. “Va là,
Signor Presidente … non potevi
fare di meglio”, te lo disi mi (mila-
nese per “te lo dico io”).
“Giovanni!!!” Chi è? Scusate,
mia moglie mi chiama: devo portare
fuori Minnie, la cagnolina di mio
nipote Luca a far pipì.
Fine dei pensieri.
Consoliamoci con Mike Buon-
giorno, sempre arzillo e pronto a
dire “Allegria!!!”
GIOVANNI FILIPPONIO

Le foto sono state


inviate alla redazione
del Peperoncino dal cit-
tadino trinitapolese An-
Scuola Elementare Don Milani 1939:
tonio Pinto, residente manifestazione fascista nel sito attuale
ora ad Alessandria.
della Villa Comunale Papa Giovanni XXIII
SETTEMBRE 2008 people 5
Con Cecchino muore un’epoca
La locuzione “bidello del delle suppellettili. Era sempre burbero e scontro- nisti perché i dirigenti suoi avevano
partito” non suscita oggi alcuna Lo trovavi alle 6 del mattino so e negli ultimi anni le vicissitu- deciso così.
attenzione particolare se non l’idea dietro l’edicola per prendere la dini di un partito che ha cambiato “Non li si s’nten”, non li ascol-
di qualcuno che apre e chiude e prima copia dell’Unità da leggere nome per ben tre volte non lo hanno tare, diceva in dialetto, quelli stanno
tiene in ordine un luogo di incontro, per poi metterla a disposizione sui affatto sconvolto perché lui era a Roma e non sanno che noi qui
chiamato partito. tavoli del partito per altri compagni. tranquillo nella stessa stanza, affac- siamo sempre comunisti.
Per Cecchino Lomuscio, ses- Custode orgoglioso della ban- ciata su Corso Trinità come sem- “È come la moda dei pantaloni:
santa anni fa, diventare il bidello diera rossa, la metteva fuori in oc- pre. può cambiare la piega di sotto, li
del Partito Comunista di Trinitapoli casione di manifestazioni, cortei, Spesso mi fermavo a chiac- puoi fare più larghi o più stretti,
fu un grande onore perché le sue comizi o per commemorare con un chierare con lui, e scherzando gli ma sempre pantaloni sono”.
mansioni e il suo impegno andava- fiocco nero la morte di un compa- dicevo che non ci potevamo più Muore uno degli ultimi comu-
no oltre la custodia delle chiavi e gno. chiamare né compagni e né comu- nisti del Partito Democratico.

Comizio unitario CGIL - CISL - UIL 1° maggio 1971.


Da sinistra Cecchino Lomuscio, Mimino Larovere,
Biellino Miccoli, Arcangelo Sannicandro.
Un accorato appello

Una casa per mia sorella


Margherita non è mai stata La mia è stata una lunga di contribuire ad accorciare i tempi gente a non avere paura di noi. La
molto bene. Dopo essersi sposata battaglia, ma ce l’ho fatta dopo anni per un trasloco verso un’abitazione povertà non significa delinquenza.
ha avuto tre figli, una dei quali ha ed anni di umiliazioni e di più salubre e spaziosa. È troppo?
dato alla luce un bambino a soli 17 assistenza richiesta a gran voce ai Dovrebbero solo rassicurare la ROSA MELE
anni. servizi sociali di Trinitapoli. Adesso
Anche Ilaria, la giovane giro senza sosta per il paese per
mamma, si porta dietro, dalla
nascita, una drammatica
inconsapevolezza di sé.
trovare una casa più grande.
Ogni volta che ne trovo una,
succede che mentre ci si accorda
L’appello della
In tutto sette, tra figli, nipote,
marito e genero. Sette persone che
vivono in trenta metri quadri.
per firmare il contratto,
d’improvviso ed inspiegabilmente
la trattativa si blocca.
redazione al Sindaco
Avete capito bene: trenta metri Hanno paura che una famiglia Pubblichiamo una lettera che evidenzia un problema molto
quadri che divisi in sette parti fanno così disgraziata non possa in seguito comune a tanta gente sfrattata oppure alloggiata in abitacoli di fortuna.
quattro metri e qualcosina a cranio. pagare il fitto. Noi ora possiamo Il fenomeno è molto più grave di quanto emerga in superficie e ci
Il giudice ha nominato me come garantire la cifra mensile per il fitto. spinge a lanciare anche dal nostro giornale l’appello a non vendere
tutrice di mia sorella ed ora riscuoto I Servizi Sociali del comune le case di proprietà comunale che potrebbero essere assegnate a
per lei la pensione ed ho una dovrebbero mettere anche una famiglie a basso reddito stabilendo un canone adeguato.
sommetta su un libretto di risparmio buona parola per farci chiudere il Chiediamo che i Servizi Sociali del Comune si facciano carico
affidatomi per assicurarle una vita contratto. Non chiediamo dei problemi attuali della signora Margherita.
decorosa. l’elemosina ma soltanto l’impegno
6 incomune SETTEMBRE 2008

Interrogazioni ed interpellanze del Gruppo L’Alternativa

Consiglio Comunale del


15 settembre 2008
All’Assessore alla Cultura Al Sindaco
Con lettere protocollate ( 5172 In occasione del Premio Cava-
del 09/06/2008, 6470 del lieri di Malta, a fronte degli 881
15/07/2008 e 7850 del 03/09/2008) biglietti venduti, ci sono stati anche
abbiamo a più riprese richiesto una un certo numero di omaggi dati ad
serie di atti amministrativi relativi autorità civili, militari e religiose.
al cambiamento d’uso della palestra Al di là della nostra opinione, con-
della Scuola Media di Via Caval- traria ai biglietti gratuiti in serate
lotti, trasformatasi improvvisa- che hanno come finalità la benefi-
mente in Biblioteca Civica senza cienza, volevo chiedere al Sindaco
alcuna preventiva informazione sotto quale voce il denaro non ver-
dovuta all’unica Consulta esistente sato al comune debba essere ripor-

foto: F. Mele 2008


del comune di Trinitapoli: la tato in bilancio: si chiede cioè se
Consulta della Biblioteca. Volevo le gratuità offerte debbano essere
chiedere all’Assessore alla Cultura definite come “spese della politica”
se è a conoscenza delle motivazioni oppure come “spese di
per le quali la dott.ssa Mariella rappresentanza”.
Montanaro non risponde da tre mesi Antonietta D’Introno
ad alcune delle richieste inviate. Si
allegano le lettere.
Antonietta D’Introno Interpellanza su
Viale Vittorio Veneto
Al Sindaco L’ultima promessa pubblica Lumache al sole.
Abbiamo chiesto con prot. n. fatta dall’amministrazione ai com-
7889 alla responsabile dell’ufficio mercianti di viale Vittorio Veneto Vittorio Veneto e la data della loro mune di Trinitapoli ha effettuato
Finanze del Comune, dott.ssa Maria ed alla cittadinanza è stata la chiu- conclusione. sulla struttura dei derivati;
Rosaria Marrone, di fornirci con sura dei lavori entro il 3 giugno In ultimo Le chiedo a seguito in quale modo sono state valutate
urgenza copia della relazione ela- 2008. dell’impegno formalmente assunto le varie operazioni dal punto di
borata sul contratto SWAP dal dott. È evidente che, nonostante sia- dalla giunta nel consiglio comunale vista qualitativo e quantitativo;
Marco Ortica, consulente finan- mo in settembre, i lavori di viale del 29/4/2008 per il rimborso delle se sono state interpellate altre ban-
ziario indipendente. La stessa, come Vittorio Veneto non sono ancora tasse comunali ai commercianti di che e quali;
è ormai notorio, è stata anche lar- finiti. viale Vittorio Veneto lo stato di a proposito dei margini bancari o
gamente commentata nell’articolo Più volte ci siamo recati presso attuazione delle modalità del rim- spese occulte, se siete in grado di
del Sole 24 ore del 9 agosto 2008. l’ufficio urbanistica a chiedere ver- borso. quantificarle.
La risposta è stata, per ben due balmente informazioni ed in ultimo Anna Maria Tarantino Infine, e non per ultimo, vorrei
volte, un secco no. Volevo chiedere in data 4/9/2008 con prot.7890 ab- conoscere alla luce di quanto in
al sindaco se è informato della biamo chiesto di ottenere copia Al Sindaco nostro possesso, quali misure il
motivazione addotta dalla dott.ssa degli atti di concessione di proroga Qualche tempo fa a proposito dei Comune di Trinitapoli intende adot-
Marrone e se la condivide. La dei lavori per poter comprendere contratti SWAP di Trinitapoli il tare “o se ha già adottato” per risol-
gravità del rifiuto risiede, tra l’altro, qual è la data di chiusura lavori. Sole 24 ore, noto quotidiano finan- vere il problema, senza ulteriore
nell’evidente difficoltà del fun- Ad oggi, non avendo ricevuto ziario, ha dedicato addirittura un aggravio per i cittadini.
zionario a formalizzare per iscritto risposta neanche alla richiesta scrit- inserto sull’argomento. Gradirei risposta scritta.
il diniego di accesso agli atti da ta, si compiaccia di informare noi Lascio stare ogni considerazione. Luca Miccoli
parte dei consiglieri. consiglieri e tutta la cittadinanza Chiedo:
Antonietta D’Introno sul prosieguo dei lavori su viale quali studi se ci sono stati, il Co-

Interpellanza sulla
Polizia Municipale
È stato denunciato tramite di- Non è nota la condotta di questa dei Comuni e, soprattutto, quella presunte violazioni di norme e re-
verse missive a tutti i capigruppo amministrazione sull’oggetto del da tenersi, anche considerando che golamenti.
di questo consiglio che è in corso contraddittorio, non abbiamo cono- l’argomento in discussione è stato Abbiamo da perderci anche noi
un duro contrasto all’interno del scenza di nessun atto volto a diri- già oggetto di parere da parte del qui presenti e l’immagine della città
corpo della nostra Polizia Munici- mere questa controversia. nostro esimio Segretario in sede di di Trinitapoli.
pale. Il richiesto intervento istruttoria con atto prot.365 nel lon- Il nostro intervento politico è
Da quel che si appreso la que- dell’autorità giudiziaria lascia poi tano ottobre 2007. finalizzato UNICAMENTE a sol-
stione è dibattuta a colpi di carte supporre che i toni ormai sono stati Sono certa che Ella ha ben con- lecitare di mettere immediatamente
da svariati mesi nell’Unione dei resi davvero esasperati. sapevolezza che l’organo di Polizia fine con competenza all’alterco, il
Comuni di cui questa amministra- Si invita il sig. Sindaco coin- Municipale rappresenta il senso nostro compito resta solo quello di
zione fa parte e si è persino giunti volto anche nella qualità di Presi- stesso dell’osservanza della legge contribuire al rispetto della nostra
ad esposti alle autorità Giudiziarie. dente dell’Unione dei Comuni ad all’interno di un Comune ed è ancor Polizia municipale per far splendere
La faccenda dopotutto, con la una sollecita risposta scritta a più vergognoso lasciar apparire che solo la professionalità ed il decoro
diffusione a mezzo stampa sui quo- quest’illustre Consesso che chiari- sia l’inerzia dell’amministrazione con cui ogni nostro singolo agente
tidiani locali, è diventata anche di sca la condotta tenuta comunale a permettere di esporre ha da sempre indossato la divisa.
dominio pubblico. dall’amministrazione e dall’Unione alla cittadinanza questa diatriba su ANNA MARIA TARANTINO
SETTEMBRE 2008 incomune 7
Interpellanza sul Contratto SWAP
Con enorme sorpresa abbiamo
constatato due delibere di giunta ine-
renti i contratti di swap in essere, ed
è stata una piacevole sorpresa.
L’assessore alle Finanze dott. Sa-
verio Lamacchia ci ha dato un esempio
di buona politica.
Ricordo che abbiamo subito qual-
che mese fa la Sua ira perché il gruppo
L’Alternativa aveva denunciato tutte
le proprie perplessità sui 2 contratti di
finanza derivata in essere, perché era-
vamo in disaccordo sul documento da
lui redatto sullo swap che descriveva
tale operazione in modo tanto favore-
vole, per finire con la mancanza di
una accurata esposizione sulla relazio-
ne che accompagnava il bilancio di
previsione dove si commentavano solo
i proventi per l’intero 2008 nel con-
tratto di swap.
Avevamo sostenuto con vigore
che i proventi certi terminavano a fine
giugno e che all’indomani di quella
data ci saremmo esposti a rischi note-
voli sino alla scadenza del contratto
ovvero fino al 2031.
foto: F. Mele 2008

Avevamo chiesto in quel consiglio


comunale la nomina di un consulente
indipendente che ci è stato in male
modo negato, interpretando una tale
richiesta come una offesa alla profes-
sionalità dell’assessore, siamo stati
anche tacciati di aver fatto una monta- Angeli del lavoro.
tura sullo swap… e se leggo ancora
da quella delibera in consiglio … ad-
dirittura sono stata accusata di fare
terrorismo psicologico!!! Trinitapoli città più verde d’Italia
E invece oggi sono qui a compli-
mentarmi con l’assessore Lamacchia
perché all’improvviso ha seguito ogni
nostro suggerimento, ricredendosi
completamente, mostrando una mente
Grazie alle amministrazioni
scevra da pregiudizi ed evidenziando
un comportamento di indiscussa re-
sponsabilità per il ruolo delicato che
riveste di assessore alle finanze.
che ci hanno creduto!
Per un anno vedremo circolare verificate occasioni come quelle di del progetto PIRP per il recupero
Un nostro sincero pieno consenso per le nostre strade una supereco- acquisire l’area vicino all’ufficio UNRRA CASAS. Nonostante tutto
su questo modo di operare che permet- logica Peugeot Sw 1.6 Hdi Fap con postale o le aree ferroviarie dismes- e grazie ad alcuni buoni ex ammi-
terà di metter luce veramente il logo di Trinitapoli. Il Comune se. Vi è di più. In alcune occasioni nistratori il premio è arrivato. Spe-
sull’operazione di swap, grazie alla l’ha ricevuta in comodato d’uso per il mio partito ha dovuto ingaggiare riamo che come lo stesso Sindaco
nomina del consulente indipendente essersi aggiudicata la nona edizione delle vere e proprie battaglie per di Gennaro ha dichiarato serva di
dr. Ortica. del premio “Città per il verde” evitare che fossero sottratte aree stimolo “a fare meglio per il futuro”
Non vi sarà sfuggito, colleghi con- organizzato dalla casa editrice “il già destinate allo scopo. A tal pro- (traduzione: avremo di nuovo gli
siglieri comunali tutti che addirittura Verde editoriale di Milano” e pa- posito si possono citare quella con- alberi in Via Vittorio Veneto?).
anche il quotidiano “il Sole 24ore” si trocinato da Ministero tro il dimezzamento della villa co- FRANCO CARULLI
è occupato del contratto di swap del dell’Ambiente, ANCI e UPI. munale di via Papa Giovanni XXIII
nostro Comune nell’articolo dal titolo L’evento è sicuramente motivo per costruirci la seconda
sibillino: “Trinitapoli incassa bene ma d’orgoglio per la nostra città e di Chiesa di Cristo Lavo-
si prepara alle perdite”. merito per quegli amministratori ratore e quell’altra che ci
Le chiedo, illustre assessore, di che negli ultimi trent’anni si sono ha visti sventare il ten-
chiarirci perché ha repentinamente cimentati in un’apprezzabile azione tativo di realizzare su
cambiato idea tanto da condividere la
nostra posizione, qual è il rischio col- di tutela e promozione del verde. un’area destinata a verde
legato al contratto di swap delineato Ma è alquanto paradossale che a una piscina coperta che
nella relazione del dott. Ortica, perché ricevere il premio sia poteva tranquillamente
a noi consiglieri almeno di opposizio- l’Amministrazione che più si sta essere collocata poco più
ne, questo atto non è noto, e anche separando da quella buona pratica. in là su un’idonea area
perché la Giunta ha inteso nominare Come è noto l’attuale ammini- per attrezzature sportive.
persino un avvocato. strazione, nonostante i pressanti Non va dimenticata an-
Concludo rinnovando da parte di inviti di Rifondazione Comunista che la denuncia fatta dal
tutto il gruppo L’Alternativa il sincero a ripensarci, sta pervicacemente Peperoncino Rosso
apprezzamento per il suo recente ope- portando avanti quell’interminabile (maggio 2007)
rato in materia di swap che, auspichia- progetto di trasformazione sull’ennesima variante
mo caldamente, sia il primo di succes- dell’ombrosa passeggiata di Viale alla 167 che prevedeva
sivi atti che potranno riscuotere tutto Vittorio Veneto in un’arida piazza. l’espulsione del verde al
il nostro consenso. In questi ultimi due anni non è stato suo esterno per far posto
conquistato un metro di verde ad alloggi da destinare a
ANNA MARIA TARANTINO pubblico anche quando si sono parcheggio nell’ambito
8 incomune SETTEMBRE 2008

Chi mente sapendo


di mentire?
Negare l’evidenza. Questa ormai è l’arte che si pratica nella cattiva
Stralcio della Delibera
politica. È meglio insinuare il dubbio, generare confusione nei cittadini di Consiglio n. 2 del 29 marzo 2007
piuttosto che ammettere di aver torto.
Sono stata personalmente accusata in un manifesto del Partito Socialista, Tarantino: con la convocazione di questo C.C. si è appreso che è
affisso per la città, di aver commentato sul Peperoncino di Luglio la stata sollevata a questo consesso una petizione da 39 cittadini
sentenza del TAR sulla concessione di suolo pubblico in Via XX trinitapolesi, ai sensi dell’art. 36 del nostro statuto comunale e non
Settembre, a posteriori, e non con la dovuta TEMPESTIVITÀ come citato, credo per mero errore materiale ai sensi dell’art.35,
e, inoltre, di aver inventato la soluzione trovata dalla Giunta. In particolare: depositata il 13-3-2007 di cui oggi discuteremo. In modo inusuale
l’invenzione di una ordinanza definita caducata. si è appreso, altresì, che in data 13-12-2006, altri cittadini hanno
Ho preferito dare la risposta riportando gli atti citati nel mio articolo. depositato altra petizione; di quest’ultima petizione sottoscritta da
Le bugie hanno le gambe corte. Non vi è altro da aggiungere. 30 cittadini, che sollevano l’attenzione dell’Amministrazione comunale
ANNA MARIA TARANTINO sull’ampliamento di un distributore di carburanti nel centro cittadino,
verifichiamo che non è stata portata all’attenzione di questo C.C. o
dei gruppi presenti in esso, come prescritto dall’art.36 c.3 del citato
Che capolavoro statuto, né si ha notizia dell’iter prescritto dal successivo c.4; si chiede
all’assessore alla trasparenza la puntuale verifica degli adempimenti
prescritti, nonché un rigoroso controllo su tutti gli atti che si devono
Sindaco! inoltrare ai gruppi di minoranza.

Una sentenza di questo mese del T.A.R. Puglia, che condanna il Comune Il Sindaco risponde:
di Trinitapoli alle spese ed annulla alcune delibere dell’amministrazione …al consigliere Tarantino: Per la seconda petizione non si è proceduto
Di Gennaro, è il limpido esempio dell’attuale modo di operare. nello stesso modo perché è stata inoltrata al Sindaco e non al C.C.
Modalità che il gruppo de L’Alternativa ha sempre denunciato con
ogni mezzo quando in consiglio comunale ci veniva negata la parola.
Anche su questa faccenda dell’ampliamento di un distributore di
carburanti nel centro cittadino che vede, come abbiamo annunciato, il
comune di Trinitapoli condannato dal T.A.R., questa opposizione aveva
tentato il dialogo nel consiglio comunale del 29/3/2007, reclamando a gran
voce che la petizione dei nostri 30 concittadini venisse ascoltata e discussa
in consiglio comunale.
Nulla da fare, il Sindaco l’ha ritenuta affare privato alla stregua del
rigassificatore o della vendita degli immobili di Via Bozzi.
SCOOP
E dopo gli inutili tentativi nei confronti del loro Sindaco e dell’assessore
al ramo, a questi cittadini non è rimasta che la possibilità di ricorrere (a
loro spese!) al tribunale amministrativo per vedere affermato un loro diritto.
Ed anche dopo questo iniziativa l’amministrazione non si arrende e
prova a resistere nel giudizio (ovviamente a spese delle collettività).
IMPERTINENTE
Cittadini,
Ma cerchiamo di approfondire perché questo atto è particolarmente in questi ultimi tempi, in Trinitapoli, Rifondazione Comunista tra manifesti, giornalini e minacce di
grave. denunce alla Procura della Repubblica di Foggia sta tentando di far perdere immagine e credibilità
all’Amministrazione Comunale.
La vicenda è vecchia di molti anni. Lo scoopismo è una passione inquinante e maniacale per lo scoop. Per un noto giornalista
Nel 1996 il sindaco in carica su invito della Regione Puglia per “il giornalismo oggi è malato di cialtroneria, smania di sensazionalismo, scoopismo”.
ottemperare ad una legge del 1990 emette un’ordinanza sindacale che revoca La Consigliera Comunale Anna Maria Tarantino ha ritenuto di dover fare un articolo dal titolo
la concessione del suolo pubblico al distributore di carburanti di Via XX “Che capolavoro Sindaco” dilettandosi ad insinuare ed accusare falsamente anche l’Assessore ai
Lavori Pubblici.
Settembre. È vero che il Sindaco Brandi su invito della Regione Puglia ha emesso l’ordinanza n. 12/1996
L’allora sindaco non ebbe il tempo (?) di dare esecuzione a quella per revocare la concessione di suolo pubblico al distributore di carburanti Esso di Via XX Settembre.
ordinanza. Così come è vero che la vice sindaco D’Introno per cinque anni ha dimenticato l’ordinanza.
Le amministrazioni successive sembrano dimenticare l’ordinanza,
addirittura continuando a percepire il canone concessorio! Non è vero che la predetta ordinanza
Ma l’attuale amministrazione fa di più!
Decide con delibera di giunta n.69/2007 di rinnovare la concessione sia CADUCATA perché mai applicata!
per un periodo di 10 anni! E dell’ordinanza del sindaco del 1996 cosa ne È anche vero che con delibera di Giunta n. 69/2007 è stato deliberato di rinnovare la concessione.
facciamo? Non è affatto vero che “Tutto accade alla presenza dell’assessore ai Lavori
Pubblici…”.
Semplice! In barba a qualsiasi legge si definisce CADUCATA perché
mai applicata!
Tutto questo accade alla presenza dell’assessore ai Lavori Pubblici che La Tarantino ha appreso subito
dovrebbe almeno in via personale ricordare cronologicamente gli avvenimenti
in questione: era il sindaco del 1996!
l’arte del mentire!
Ma niente, niente da fare, nessuno ferma questi atti scellerati che, si E, invece, di agire tempestivamente
Grafiche Del Negro _ tel. 0883.631097 _ Trinitapoli

sottolinea, sono contro gli stessi nostri concittadini.


C’è un passo di questa sentenza del TAR che ben racchiude tutto
l’operato dell’amministrazione comunale: a“la delibera della giunta n.69
contro questi atti scellerati dopo una
del 28/3/2007 viene a superare a piè sospinto tutte le ragioni che avevano
comportato la revoca della concessione di cui al provvedimento sindacale
sentenza e dopo 18 mesi dal
del 1996, senza che alcun cenno venga fatto all’interesse pubblico che
pur doveva essere espresso a fondamento del diverso opinare.”.
deliberato con maldicenza decide di
Quindi sentenza di totale condanna per il comune di Trinitapoli con
spese a carico… ma chi ha pensato all’interesse pubblico come giustamente
denunciare i fatti.
Le due compagne hanno solo il pregio di continuare a recriminare in modo pietoso la mancanza
si pretende dalla nostra giunta comunale? di parola ed esaltarsi nell’affermare di amministrare dai banchi dell’opposizione.
Che vittoria hanno ottenuto i concittadini? Noi ci auguriamo che, le due consigliere, invece delle informazioni bla bla bla per il futuro
Dodici anni per vedere riconosciuto un loro diritto alla fine da un agiscano per la vera tutela dei cittadini imparando che, grazie all’ordinanza del Sindaco Brandi, dei
giudice e le spese degli avvocati del comune a carico di noi tutti. Cittadini hanno potuto tutelare i loro diritti. Questi i fatti!
Sindaco metta la ciliegina su questo capolavoro: faccia anche appello I misfatti li lasciamo alla Fabbrica dei veleni!
alla sentenza, ma a spese sue però! Trinitapoli, 5 agosto 2008
ANNA MARIA TARANTINO
BUON FERRAGOSTO DAL
Articolo pubblicato sul Peperoncino Rosso n. 5 - Luglio 2008
SETTEMBRE 2008 incomune 9

Delibera di giunta n. 69 del 28/03/2007.


Oggetto: Concessione suolo pubblico via XX Settembre per distributore di carburanti. Determinazioni.

Presenti: tutti tranne Di Feo Nicola.

Preliminarmente, si dà atto che si sono allontanati gli Assessori Brandi e Marcellino.

L’Assessore alle Finanze, dott. Saverio Lamacchia, sulla base della istruttoria espletata dal competente Ufficio Tributi, confermata dal
Responsabile di Settore, dott. Antonio Parente, riferisce quanto segue:
•Con deliberazioni di Consiglio Comunale n. 101 del 01/12/1998 e n. 5 del 15/02/2005, è stato approvato il Regolamento Comunale per
l’applicazione del Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche;
•con atto di concessione del 23/10/1990, Rep. n. 3623, l’occupazione permanente di suolo pubblico in Via XX Settembre per una superficie
pari a 100 mq. e per una durata di 10 anni, dietro versamento della tassa di occupazione e per svolgere l’attività di distributore di carburanti;
•con ordinanza sindacale n. 12 – prot. n.2914 del 6-2-1996 si disponeva la revoca dell’autorizzazione alla occupazione del suolo pubblico
sul quale insiste l’impianto,
•tale ordinanza, non eseguita, deve ritenersi caducata,
•con permesso di costruire n. 111/06, rilasciato il 21/11/2006, pratica edile n. 135/06, la Sig.ra *** è stata autorizzata all’adeguamento
dell’impianto, ai sensi della Legge Regionale n. 2/2006;
•la Sig.ra *** ha regolarmente pagato i canoni per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche fino a tutto il 31/12/2006;
•la Sig.ra *** in data 27/02/2007, prot. n. 1829, ha presentato richiesta di rinnovo della concessione di suolo pubblico permanente in Via
XX Settembre per una superficie di 130 mq. e per un periodo di 20 anni per l’esercizio dell’attività di distributore di carburanti;
•Il Comando Vigili Urbani e l’Ufficio Tecnico hanno espresso parere favorevole in merito alla concessione per l’occupazione di suolo pubblico;
•Si ritiene opportuno concedere l’occupazione permanente di suolo pubblico in Via XX Settembre per un periodo di 10 anni, a decorrere dalla
data di sottoscrizione della concessione, per una superficie pari a 130 mq., da servire per l’esercizio dell’attività di distributore di carburanti;

L’Assessore alle Finanze, sulla scorta delle risultanze istruttorie sopra riportate, propone alla Giunta l’adozione del conseguente atto finale.

LA GIUNTA COMUNALE

Udita la relazione e la conseguente proposta dell’Assessore alle Finanze;


Visto l’art. 48 del T.U.E.L. n. 267 del 18/08/2000;
Visti i pareri positivi espressi dal Responsabile del Servizio, in ordine alla regolarità tecnica, nonché l’attestazione di conformità alle Leggi,
allo Statuto ed ai Regolamenti espressa dal Segretario Generale;

Con voti favorevoli unanimi, legalmente espressi,

DELIBERA

1) di concedere l’occupazione permanente di suolo pubblico in Via XX Settembre per un periodo di 10 anni, a decorrere dalla sottoscrizione
della concessione, per una superficie pari a 130 mq., meglio identificato nella planimetria allegata al presente atto, da servire per l’esercizio
dell’attività di distributore di carburanti, dietro versamento del canone annuale di occupazione spazi ed aree pubbliche permanente;
2) di dare atto che la sig.ra *** alla scadenza della concessione rilascerà il suolo pubblico oggetto della concessione, rimuovendo l’impianto
e bonificando l’area e a garanzia di tali prestazioni presenterà idonea polizza fideiussoria prima della stipula della concessione;
3) di demandare al Responsabile del 4° Settore i conseguenti adempimenti;
4) di comunicare il presente atto ai capigruppo consiliari, ai sensi dell’art. 125 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267;

Successivamente,

LA GIUNTA COMUNALE

Stante l’urgenza di provvedere;


ad unanimità di voti,

DELIBERA

di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 del


Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267.

Stralcio della sentenza


n. 01651 del 08/07/2008
Caducando caducando… La delibera G.C. n. 69 del 28.3.2007 viene a superare a piè sospinto
tutte le ragioni che avevano comportato la revoca della concessione
di cui al provvedimento sindacale del 1996, senza che alcun cenno
Caducata venga fatto all’interesse pubblico che pur doveva essere espresso a
caduca fondamento del diverso opinare. V’è un accenno alla precedente
revoca ove si afferma che l’ordinanza sindacale di revoca, non
cadu eseguita, deve ritenersi caducata. Essa motivazione
cad è però del tutto erronea.
ca
c.…!
10 scrittori SETTEMBRE 2008

Cosa avrebbero risposto gli autori


di LibriAmo 2008 a Marcel Proust?
Abbiamo sottoposto agli scrittori Paolo Comentale, Paolo Di Stefano, settimanale del Corriere della sera Io Donna.
Salvatore Giannella e Francesco Marocco, ospiti della città di Trinitapoli Paolo Comentale, burattinaio, direttore Gran Teatrino di Bari.
nella settimana di LibriAmo, il famoso gioco-questionario ideato dallo Paolo Di Stefano, 52 anni scrittore e giornalista del Corriere della Sera.
scrittore francese Marcel Proust agli inizi del ’900. Salvatore Giannella, 59 anni scrittore e giornalista.
Il questionario è stato ripreso e rielaborato da Paolo Di Stefano nel Francesco Marocco, 32 anni scrittore e architetto.

Salvatore Giannella Francesco Marocco


Il tratto principale del suo colonne sonore in tre film Il tratto principale del suo I suoi poeti preferiti?
carattere? all’ultimo Festival di Venezia). carattere ? Non amo la poesia. Sono fermo a
La non cattiveria e un ottimismo, Disponibilità e pigrizia: un cocktail Catullo.
per dirla con Scipione Staffa, I suoi pittori preferiti? micidiale. Puoi chiedermi
“temperato e razionale”. Caravaggio ieri, quelli che qualunque cosa, ma ti prego di non Il suo eroe o eroina nella
rilasciano fattura oggi. farlo. finzione?
La qualità che preferisce in un Primperan il trentaneo, ovviamente,
uomo? I suoi eroi nella vita reale? La qualità che preferisce in un anche se si tratta di un antieroe
La non violenza e la generosità. Pasquale Rotondi: salvò migliaia uomo? dichiarato. Più i supereroi della
di capolavori dell’arte italiana Coraggio, caparbietà, eleganza. Marvel, soprattutto l’Uomo Ragno.
La qualità che preferisce in una durante la seconda guerra
donna? mondiale. Gli ho dedicato un libro La qualità che preferisce in una
La creatività energica e due occhi e un film. E il capitano della donna? I suoi compositori preferiti?
che rispecchiano bellezza e lettura marina sovietica Vassjly Arkhipov Bellezza, ironia, stile. Bach.
di libri. che con il suo no al lancio di un
missile nucleare durante la crisi Il suo sogno di felicità? I suoi pittori preferiti?
Il suo sogno di felicità? di Cuba evitò lo scoppio della Continuare a scrivere, davanti agli Certi colori di Gauguin. Il futurismo
Essere fino all’ultimo vitale e terza guerra mondiale. occhi e nel cuore una finestra da italiano. Picasso. Detesto Mirò.
curioso. cui guardar fuori il mondo, senza
Quel che detesta più di tutto? mai perdere la curiosità. I suoi eroi nella vita reale?
Quale sarebbe, per lei, la più La menzogna, l’ipocrisia e Mi piace la gente coerente. Baggio
grande disgrazia? l’arroganza. Quale sarebbe, per lei, la più e Vasco Rossi mi sembra lo siano.
Veder decadere i miei neuroni. grande disgrazia?
I personaggi storici che Un lutto di un affetto importante. Quel che detesta più di tutto?
Il colore che preferisce? disprezza di più? Una malattia. La prepotenza.
Il giallo che incorniciava la rivista Hitler e Pol Pot.
che ho diretto per nove anni, Il colore che preferisce? I personaggi storici che disprezza
“Airone”. L’impresa militare che ammira Ho molte magliette verdi. Gli di più?
di più? asciugamani mi piacciono I politici italiani degli ultimi
Film cult? La marcia di Annibale fino arancioni. Gli intonaci bianchi. Su vent’anni. Il portato storico del loro
Amarcord e gli altri firmati come all’incontro con la bella Iride di tutti il colore dei fiori del disastro si capirà solo più avanti.
sceneggiatore da Tonino Guerra. Salpi. melograno, rosso vermiglio. Colpevoli di aver ideato e diffuso
un pessimo modello etico, come
Attore preferito? Libro preferito? Film cult? Vespa, Costanzo e Antonio Ricci.
Michele Placido. “Lezioni americane” di Italo Preferisco sempre una lettura ad un
Calvino. film. Da piccolo, L’attimo fuggente. L’impresa militare che ammira
Attrice preferita? Più avanti, Amelie o i film di di più?
Sophia Loren. L’alternativa al mestiere che ha Tarantino, Guy Ritchie, Inarritu, In famiglia si racconta che alla
fatto? Aronofski. spedizione dei Mille prese parte un
Il giorno più felice della sua vita? Avrei sperato di essere un buon nostro avo. Al di là di questo, l’uso
Domani. insegnante, come quelli che hanno Attore preferito? dell’arma è sempre un luogo nel
insegnato a me. De Niro, Penn, Del Toro, Brody, i quale non hanno saputo arrivare la
Il più infelice? grandi italiani, Mastroianni, parola, né l’intelligenza.
Quando mi parlarono di una Il dono di natura che vorrebbe Gassman.
malattia dalla quale era difficile avere? Libro preferito?
uscire. Avere mani sapienti per saper Attrice preferita? Tokyo blues, norwegian wood, di
suonare, come sapeva suonare mio Sandra Bullock, Halle Berry, Lucy Murakami.
I suoi autori preferiti in prosa? padre, e per saper creare oggetti Liu. Ma sono più modelli di donna
Italo Calvino, Primo Levi e Rachel di artigianato come mio zio che attrici. L’alternativa al mestiere che ha
Carson, l’americana autrice della Ciccillo Regano. fatto?
“Primavera silenziosa”. Il giorno più felice della sua vita? Un’altra??? Già ne ho due. Anche
Stato attuale del suo animo? Ne ho avuti tanti. Tutti quelli in cui se sarei stato un’ottima pop-star.
I suoi poeti preferiti? Sereno, riconoscente a molti succede qualcosa che ho desiderato
Omero, Neruda e Tonino Guerra. maestri (non solo di scuola o di a lungo. Il dono di natura che vorrebbe
giornalismo, cito per tutti avere?
Domenico Lamura) che mi hanno Il più infelice? Saper suonare il violoncello.
Il suo eroe o eroina nella orientato nella vita, deluso da Certamente meno di quelli belli.
finzione? molti politici (ma non dalla Stato attuale del suo animo?
Clark Kent, alias Nembo Kid, e politica). I suoi autori preferiti in prosa? Eccellente, grazie. E lei?
Valentina di Crepax. Su tutti Carver e Murakami. Poi
Il suo motto? Camus, Bukowski, Fante, Medina Il suo motto?
I suoi compositori preferiti? Prendi ciò che vuoi e pagane il Reyes, Ammaniti, Pennac, Coe, Formalità: poca, però che duri.
L’eterno Ennio Moricone e il prezzo. Pirandello, Palanhiuk.
giovane Andrea Guerra (sue tre
SETTEMBRE 2008 scrittori 11
Paolo Comentale Paolo Di Stefano
Il tratto principale del suo I suoi compositori preferiti? Il tratto principale del suo I suoi poeti preferiti?
carattere ? Vivaldi. carattere ? Dante, Rilke, Saba, Caproni,
La gioia di vivere. La tenacia. Montale.
I suoi pittori preferiti?
La qualità che preferisce in un Mattotti, Moebius. La qualità che preferisce in un Il suo eroe o eroina nella
uomo? uomo? finzione?
La leggerezza. I suoi eroi nella vita reale? L’onestà. Ulisse.
Niki Vendola.
La qualità che preferisce in una La qualità che preferisce in una I suoi compositori preferiti?
donna? Quel che detesta più di tutto? donna? Mozart e Paolo Conte.
Il mistero. La violenza cieca che distrugge La complicità.
tutto. I suoi pittori preferiti?
Il suo sogno di felicità? Il suo sogno di felicità? Caravaggio, Goya, Turner,
Parlare con mio padre dell’Africa. I personaggi storici che disprezza Un Sud qualunque, una casa Picasso, Kubin.
di più? enorme sul mare che contenga una
Quale sarebbe, per lei, la più Non lo so, ho sempre amato molto libreria di circa ventimila volumi I suoi eroi nella vita reale?
grande disgrazia? la ricerca storica e di conseguenza perfettamente ordinati. Mia madre e il cardiologo Antonio
Suscitare l’odio in una persona. tutti i personaggi storici anche i più Bartorelli.
negativi. Quale sarebbe, per lei, la più
Il colore che preferisce? grande disgrazia? Quel che detesta più di tutto?
Il giallo. L’impresa militare che ammira Perdere un figlio. La disonestà.
di più?
Film cult? La beffa di Alessandria: maiali Il colore che preferisce? I personaggi storici che
Momenti di gloria. contro la più forte Marina Militare Azzurro (escluso quello politico). disprezza di più?
del mondo. Risultato 3 a zero con Quasi tutti.
Attore preferito? audacia , cavalleria e sprezzo del Film cult?
Paolo Sassanelli. pericolo. Gli intoccabili”. L’impresa militare che ammira
di più?
Attrice preferita? Libro preferito? Attore preferito? Nessuna.
Una questione privata di Beppe Totò.
Il giorno più felice della sua vita? Fenoglio. Libro preferito?
Ogni giorno è bello per me. Attrice preferita? La Divina commedia.
L’alternativa al mestiere che ha Grace Kelly.
Il più infelice? fatto? L’alternativa al mestiere che ha fatto?
Non lo so. Nessuna. Il giorno più felice della sua L’architetto o il calciatore in serie A.
vita?
I suoi autori preferiti in prosa? Il dono di natura che vorrebbe Tanti. Il dono di natura che vorrebbe
Beppe Fenoglio e Luis Sepulveda. avere? avere?
Sono contento per come sono. Il più infelice? La facilità nell’imparare le lingue.
I suoi poeti preferiti? Domenica 9 aprile 1967.
Sono tanti: per brevità Lorca, Stato attuale del suo animo? Stato attuale del suo animo?
Neruda, Montale. Felice con brio. I suoi autori preferiti in prosa? Perplesso.
Stendhal, Zola, Dostoevski e
Il suo eroe o eroina nella Il suo motto? Gadda. Il suo motto?
finzione? Oggi è una bellissima giornata. Resistere.
Tex Willer.

Lo scrittore
Marcel Proust
autore de
“Alla ricerca
del tempo
perduto”

A destra
il gioco-
questionario
da lui ideato
e al quale
egli stesso si
sottopose
12 vitainregione SETTEMBRE 2008

Intervista al Presidente del Gruppo Regionale del PRC, Arcangelo Sannicandro

Approvato il Piano
Regionale della Salute
Presidente, dopo una lunga stagione Come a dire che la Salute è cosa A cosa si riferisce? menti presentati dal Gruppo di Rifon-
di ascolto e di elaborazione, è fi- diversa dalla Sanità, occupandosi Sto pensando a tutti quei sindaci dazione; ai migranti, per i quali è pre-
nalmente stato approvato il Piano quest’ultima solo della parte che ri- che non si rendono conto che la pro- visto un trattamento perfettamente iden-
regionale della Salute. Cosa c’è di guarda la malattia e dunque la cura. mozione della salute è anche un loro tico a quello dei cittadini italiani, siano
straordinario in questo Piano? Tutto il resto è Salute. dovere. A che vale avere anche sotto essi migranti regolari o meno, etc…
Paradossalmente e d’istinto ti La Carta di Ottawa, frutto della casa il miglior ospedale possibile se Infine, il nuovo modello organiz-
direi che non c’è nulla di straordinario. I Conferenza internazionale sulla pro- non si opera per modificare gli stili zativo centrato sul domicilio e territo-
Con l’approvazione del Piano della mozione della salute (tenutasi ad Ot- di vita della popolazione dannosi per rio ed infine sull’ospedale.
Salute, la Regione Puglia ha tawa, appunto, nel 1986), è una sorta la salute. Non fa il suo dovere, ad
“semplicemente” inserito un ulteriore, di vedemecum-impegno che gli stati esempio, quel Sindaco che non fa Cosa significa esattamente?
definitivo tassello di quel mosaico partecipanti hanno inteso sottoscrivere osservare le norme sull’uso del casco Andare in ospedale deve costitu-
che è il benessere e la salute della per rivoluzionare il concetto di salute e i cui vigili tollerano l’uso del tele- ire l’ultima ratio. Come già detto, la
popolazione pugliese. Benessere e sino ad allora imperante. fonino mentre si guida. Non fa il suo salute si “coltiva” con dei percorsi
salute perseguiti programmaticamente Cardine concettuale di tale docu- dovere il Sindaco che non stimola, virtuosi fuori e prima del sistema sa-
in questi tre anni di governo. mento è l’individuazione dei soprattutto i giovani, alla pratica dello nitario. Laddove ciò non riuscisse, si
“prerequisiti della salute”, cioè le sport. Sarebbe veramente grottesco devono comunque attivare tutta una
Vuol spiegare meglio l’impianto condizioni e le risorse fondamentali ed in contrasto con gli obiettivi del serie di filtri intermedi che evitino il
generale? per la salute, che sono la pace, Piano della Salute, per esempio, se a ricorso alla ospedalizzazione fino a
Questo Piano costituisce il mo- l’abitazione, l’istruzione, il cibo, un Trinitapoli il Sindaco, come si dice, quando si può.
mento conclusivo di un processo che reddito, un ecosistema stabile, le ri- mettesse a disposizione degli studenti Ecco la funzione dei Distretti
ha visto coinvolti un po’ tutti gli As- sorse sostenibili, la giustizia sociale della Scuola Media un pulmino per Sociosanitari che, insieme ad un mas-
sessorati; da quello all’Ambiente, con e l’equità. trasportarli al vicino Palazzetto dello siccio incremento della domiciliariz-
tutte le misure di tutela e prevenzione Il miglioramento dei livelli di Sport per l’ora …di ginnastica. zazione, consentono una razionalizza-
dai rischi di inquinamento ambientale, salute deve essere saldamente basato Laddove in molti comuni, invece, zione della rete ospedaliera.
a quello all’Urbanistica, con lo sforzo su questi prerequisiti fondamentali. le Amministrazioni Comunali sono
immane di dotare i cittadini di abita- Ma questi determinanti “di impegnate a diffondere l’uso della Questo vuol dire che sono stati ta-
zioni salubri; da quello al Demanio, salute” devono essere tenuti presenti bicicletta o ad organizzare tra i bambini gliati dei posti letto negli ospedali?
con la liberazione dei litorali dagli nelle politiche non solo dei governi della scuola l’abitudine del “piedibus” Nient’affatto, tutto il contrario!
abusi e dagli ostacoli al libero accesso nazionali e regionali ma anche degli con tutto ciò che si guadagna in termi- I posti letto totali sono passati dai
al mare, all’Assessorato Enti Locali, delle Scuola e delle fami- ne di salute e riduzione della circola- 16.518 del 2006 agli attuali 17.675,
all’Agricoltura, con le varie misure glie che debbono porli alla base ogni zione motorizzata così come in tante con un accantonamento di ulteriori
di tutela della agricoltura pulita e loro iniziativa! scuole si installano distributori di latte 700 posti letto che sarà direttamente
biologica; da quello allo Sport, con Bene, non sembri immodesto af- e di frutta fresca al posto di bibite la Giunta ad assegnare, e con molta
la legge regionale sulla promozione fermarlo, ma in questo scorcio di le- gassate e merendine preconfezionate. probabilità sarà la Bat a beneficiarne.
dello sport, appunto, fino a quello del gislatura abbiamo provato, con un Si contrasta insomma il moderno e Starà però alle singole Asl, per
Lavoro, con le migliaia di stabilizza- certo successo, a rispondere punto per preoccupante fenomeno dell’obesità usare un’espressione del Presidente
zioni che sono state attuate, ecc. ecc. punto ad ognuno di essi, chiudendo di bambini e adolescienti frutto, ripeto, Vendola, “tagliare i rami secchi” ed
Potrei continuare a lungo ma in poi il cerchio con l’adozione del Piano di stile di vita sbagliati che andrebbero individuare quelli più floridi ove far
sintesi voglio dire che la Giunta di cui stiamo parlando, che in qualche semplicemente corretti. convergere i posti letto assegnati.
Vendola è stata osservatrice zelante modo costituisce la summa di tutto il Ecco, questo è un altro aspetto
della Carta di Ottawa. nostro operato. Ora, però, veniamo appunto al mo- importante del Piano, il ruolo attivo
mento culminante di questo percorso, dei direttori generali delle Asl, ai quali
Cosa sarebbe questa Carta di Ot- Dunque più prevenzione e meno cu- veniamo al Piano della Salute. Quali è demandato l’onere di proporre il
tawa? ra? si sente di indicare come gli aspetti PAL-Piano di attuazione locale che,
Per spiegarlo voglio riportare una Certamente. Però di cura e dunque più rilevanti e caratterizzanti il Pia- sottoposto al giudizio della Giunta,
frase di essa che mi ha particolarmente del servizio sanitario, purtroppo, ci no? costituisce lo strumento di pianifica-
colpito: “Il ruolo del settore sanitario sarà sempre bisogno ma si deve pun- È assolutamente impossibile elen- zione strategica dell’azienda.
deve andare sempre più nella dire- tare di più sulla prevenzione così come carli tutti. Posso provare ad andare
zione della promozione della salute, il piano appena approvato dispone. per brevi cenni schematici. Insomma, tutto bene, dunque?
al di là della sua responsabilità di Non sempre, però, tutti gli inte- Innanzitutto, questo Piano è il Molto bene, non tutto bene.
garantire servizi clinici e curativi.” ressati agiscono in tale direzione. frutto di un lungo e faticoso ascolto. Nella sanità pugliese abbiamo fatto
Si può ben definire il Piano della cose importanti. Rifondazione informa
Salute dei pugliesi, perché loro ne pubblicò qualche mese fa un allegato
sono stati i protagonisti attivi, anche incentrato su quanto di buono era stato
grazie allo sportello di ascolto istituito fatto nella sanità. Bene, va aggiornato,
in internet, oltre che attraverso le perché molto altro è stato fatto, ma
centinaia di audizioni, assemblee, non tutto ciò che avremmo voluto. Il
convegni, e iniziative varie sul terri- perché è drammaticamente semplice.
torio. La Puglia, a fronte del suo essere
Quindi vorrei sottolineare lo tra le regioni meno “spendaccione”
spirito di apertura che si è avuto nei d’Italia, è anche una delle meno finan-
confronti di culture ed orientamenti ziate dal riparto nazionale, e questo
a volte assai differenti all’interno non può che nuocere alla nostra capa-
stesso della maggioranza. Penso, ad cità di spesa e di investimento. Pur-
esempio, alla valorizzazione e al ruolo troppo non sembra che il modello di
centrale della rete consultoriale. federalismo che si va prospettando
Penso all’attenzione riservata agli sia molto rispettoso di questa realtà,
ultimi: alla popolazione carceraria, nonostante la presenza al “tavolo delle
oggetto di tutta una serie di innovative regioni” di un ministro pugliese.
I consiglieri regionali del PRC, Pietro Mita e Arcangelo Sannicandro. attenzioni, frutto anche di emenda- GIANFRANCO GORGOGLIONE
SETTEMBRE 2008 politica 13
Il sabotaggio di un grande progetto
Osservando le linee architetto- lizio nel centro culturale

foto: F. Mele 2008


niche della scuola media di via Mar- della nostra città.
coni e della annessa Chiesa “L’ospedaletto”
dell’Assunta intuii che l’intero com- sarebbe diventato mu-
plesso edilizio doveva essere stato seo (era in corso la
costruito sulla base di un unico pro- prima fortunata cam-
getto. pagna di scavi su via
Ma da chi e a quale scopo? Mare), la Chiesa sa-
Incaricai un mio collaboratore, rebbe diventata audi-
il dr. Savino Reggio, funzionario torium, l’ala nuova della
comunale di vecchio stampo, di scuola media fatta co-
compiere opportune ricerche negli struire dal sindaco
archivi comunali e presso la Con- Sarcina nel vecchio
servatoria dei Registri Immobiliari. giardino sarebbe di-
Scoprimmo che l’intero complesso, ventata una moderna
compresa la Chiesa dell’Assunta, biblioteca e la palestra,
era di proprietà del Comune di Tri- fatta costruire sempre
nitapoli che alla fine dell’800 l’aveva dal sindaco Sarcina,
acquistato da un imprenditore an- sarebbe stata messa a
driese di nome Lionetti (se mal ri- disposizione delle sco-
cordo) che a sua volta aveva appro- laresche e di tutta la
fittato della messa in liquidazione popolazione. E poiché
della fondazione creata con i lasciti per l’attuazione del
di un sacerdote trinitapolese, tale Di progetto era indispen-
Biase. Per sua decisione era sorto, sabile trasferire altrove Libertà per Trinitapoli!
appunto, un piccolo ospedale con la scuola media ne
annesso edificio di culto e circostante venne redatto velocemente il pro- mente con l’amministrazione Bari- pubblici.
giardino. Ne è rimasta traccia nelle getto e acquistata subito l’area in sciano l’ala della vecchia scuola Anziché proseguire nell’opera
parole “l’ospedaletto” e “maternità” via Lombardo Radice accanto alla media venne trasformata in museo di potenziamento e arricchimento
con cui ancora oggi i trinitapolesi si scuola materna da poco inaugurata. e nel contempo portata a termine delle infrastrutture culturali del no-
riferiscono all’edificio della ex scuo- La recinzione ancora oggi visi- la trasformazione della Chiesa stro paese che ti fanno costoro? Ti
la media di via Marconi. bile sul lato destro né è la sconsolata dell’Assunta in auditorium, realiz- aprono sì la palestra, ma per farvi
Acquisita la consapevolezza che testimonianza. Pensavo, insomma, zando una parte importante di un entrare... la biblioteca comunale
anche la Chiesa era di proprietà del di dotare la città di una sorta di lungimirante progetto. mentre l’ala di via Cavallotti resta
Comune, chiesi alla curia arcivesco- piccolo campus della scuola All’amministrazione Di Genna- in parte inutilizzata e in parte inutil-
vile di Trani, di restituircene il pos- dell’obbligo (scuola materna, ele- ro sarebbe spettato l’onore e l’onere mente occupata.
sesso, considerato che non veniva mentare e media) in prossimità a di completare l’opera: apertura della E così naufragò miseramente
più celebrata la liturgia e la sagre- sua volta del liceo classico e, a tre palestra a tutti i cittadini anche nelle sugli scogli di un assessore incon-
stana l’aveva trasformata in un de- passi dal corso principale, di un ore pomeridiane e serali ovviamente cludente e di un altro assessore pa-
posito di private masserizie. moderno complesso culturale poli- con modalità regolamentate e trasfe- sticcione un percorso ormai venten-
Dopo numerosi contatti e riunio- valente. rimento definitivo della biblioteca nale per dotare Trinitapoli di un
ni, finalmente, con lettera autografa Devo dare atto che i miei suc- comunale nell’ala di via Cavallotti. complesso culturale polivalente per
dell’arcivescovo Carata e con il con- cessori hanno proseguito l’opera: il Non avevamo fatto i conti con la tutela della salute fisica e psichica
senso del clero locale, l’edificio ven- sindaco Silvestro Miccoli iniziò i l’ineffabile dr. Aquilino, pare asses- dei nostri concittadini, ivi compresi
ne restituito al Comune. primi lavoro di adeguamento e dopo sore alla Cultura e alla Pubblica ovviamente l’assessore Aquilino e
Poté, così, prendere corpo l’idea la parentesi insignificante Istruzione e con quel mattacchione l’assessore Brandi.
di trasformare quel complesso edi- dell’amministrazione Brandi, final- di Brandi, assessore pare ai lavori ARCANGELO SANNICANDRO

Dio come siamo caduti in basso!


Nella consegna ideale del te- campo sportivo, un bocciodromo, schiena dritta da parte degli ammi- sato bene di vendersi i cinque ap-
stimone, sindaci e assessori degli un centro di cultura ambientale nistratori. Ma la irresponsabile re- partamenti acquistati dalla ammi-
anni passati hanno, con determina- (casa di Ramsar) ed aree verdi e sistenza della Preside e l’ignavia nistrazione Sannicandro per fron-
zione, lavorato per dotare Trinita- per il tempo libero dentro e fuori degli amministratori li ha indotti a teggiare la crisi degli alloggi.
poli di tutte le infrastrutture di base il centro abitato. intraprendere un percorso devastan- Non solo! Una spesa folle e
indispensabili per lo studio, la cul- Una dotazione di tutto rispetto te per le finanze comunali e non inutile che non tiene conto della
tura, lo sport, il tempo libero ed il per una cittadina di meno di 15.000 solo. Gli assessori Brandi ed Aqui- imminente bancarotta del bilancio
turismo. abitanti ma che gli attuali ammini- lino hanno pensato bene di distrug- comunale, della enorme esposizio-
Gli attuali amministratori han- stratori non dimostrano di volere gere la palestra di via Aspromonte ne verso le banche per irresponsa-
no ricevuto in consegna: tre edifici ampliare né di sapere utilizzare. e di trasformarla in biblioteca. Non bili scelte di carattere finanziario
di scuola materna ed altrettanti per Incredibile e paradossale quan- basta! Per giustificare la resistenza (vedi questione swap) che indur-
la scuola elementare, tutti ben di- to sta accadendo intorno al destino della Preside e la loro incapacità rebbero qualunque persona di buon
stribuiti sul territorio, un edificio della biblioteca comunale fino a ad indurla alla ragione hanno pen- senso a ponderare bene ogni deci-
per la scuola media ed un altro per poco tempo fa sistemata in locali sato di costruire altre sei aule sione destinata ad incidere sulle
il liceo. Un auditorium, un museo in affitto. sull’edificio esistente per la modica finanze comunali.
ed un’area archeologica attrezzata. Da tempo, invece, l’ala nuova cifra di 895.000 euro, come a dire Un percorso perverso, diceva-
Ben quattro palestre di cui una della scuola media di via Cavallotti per la modica cifra di 4000 euro a mo, che devasta il bilancio comu-
purtroppo, quella di via S. Pietro, potrebbe ospitare definitivamente metro quadro al netto dell’area già nale, che priva il patrimonio comu-
mai utilizzata per problemi di sta- la biblioteca trasferendo altrove le di proprietà del comune, al netto nale della proprietà di cinque
ticità, da quando fu costruita dal sei classi che ancora vi vengono del valore della palestra della cui appartamenti e di una palestra. Tut-
sindaco Nunzio Sarcina; una biblio- mantenute con espedienti prete- funzione la scuola e la città vengo- to questo per non scontentare la
teca, un palazzetto dello sport, cam- stuosi. no private. Preside e per nascondere la propria
pi da tennis, un campo di calcetto Basterebbe un minimo senso Non solo! Non avendo i soldi inettitudine.
in via Reggio Calabria e un grande di responsabilità della preside e di per sostenere la spesa hanno pen- Siamo proprio caduti male!
14 ladiscussione SETTEMBRE 2008

Il volontariato del Centro Arcobaleno

Abbattere
il muro
dell’indifferenza
“La carità è inventiva dell’affermazione della persona,
all’infinito…”, è quanto affermava affinché da “assistita” diventi
San Vincenzo De’ Paoli, vissuto nel “autonoma”.
1600, a cui va riconosciuto il merito Arcobaleno”, ha spiegato Maria-
di aver capovolto l'atteggiamento Tina, “offre da sempre un sostegno,
di allontanamento e di emargina- materiale e spirituale, alle famiglie
zione allora prevalente nei confronti emarginate. Con il tempo c’è stata
dei poveri, per andarne in cerca e una evoluzione: i volontari si sono
soccorrerli attraverso l'aiuto e la specializzati, seguendo corsi di Infatti sempre più spesso al una parte ha accettato la presenza
collaborazione di quanti più fosse formazione e anche se si continua Centro Arcobaleno di Trinitapoli si marocchina, dall’altra ha ancora un
possibile. a lavorare con le famiglie, rivolgono soggetti e famiglie che forte pregiudizio verso quella polac-
Fu proprio San Vincenzo De’ l’attenzione è rivolta maggiormente chiedono la possibilità di avere una ca e rumena. Non si tratta di vere e
Paoli ad organizzare in Francia, nel ai minori a rischio di emarginazione seconda occasione, di essere accet- proprie forme di razzismo”, ha spie-
1697, il primo gruppo di volonta- sociale”. tati da una società che spesso dimen- gato la volontaria, “ma, cosa non
riato che ben presto prese il nome Il Centro Arcobaleno, frequen- tica, di integrarsi nella realtà locale. meno grave, di atteggiamenti di
di Volontariato Vincenziano. tato da ragazzi italiani e stranieri (in Una realtà locale che, come ha indifferenza”.
Oggi nel mondo si contano ben prevalenza marocchini) compresi sottolineato MariaTina Alò, “se da DANILA PARADISO
250.000 volontari vincenziani ed in nella fascia di età che va dai 7 ai 14
questo numero rientrano anche anni, svolge non solo attività di af-
quelli del Centro Arcobaleno di fiancamento scolastico - indispen-
Trinitapoli che promuove sul ter- sabile per una relazione continua
ritorio un lavoro attento, mirato alla con il minore – ma anche ludico-
conoscenza del disagio, ricreative e di laboratorio.
all’avvicinamento ed L’impegno dei volontari si estende
all’affiancamento della persona. anche alle famiglie dei ragazzi, con
Un lavoro condotto con fatica un ascolto attento ed un sostegno
e passione che, come ci ha spiegato morale attuato attraverso le visite
una delle volontarie, MariaTina Alò domiciliari.
(laureata in giurisprudenza e con un Il Centro collabora con altre
Master in Gestione Educativa del realtà presenti sul territorio, come i
Disagio tra scuola e territorio), in- servizi sociali del Comune, la scuola
contra spesso ostacoli reali, dovuti e l’Università, enti che spesso non
all’impossibilità di rispondere a tutte riescono, da soli, a dare la giusta
le emergenze, ma che continua nel importanza alla diversità delle pro-
perseguire l’obiettivo primario blematiche degli immigrati.

È un problema di puzza o di razza?


Sali su un pullman affollato, lontana dai posti vuoti azzarda spontaneo allineare Dopo il primo momento di
che va da Trinitapoli a Marghe- la domanda “Ma perché nessuno l’interlocutore tra i vigliacchi che smarrimento, riprende la conver-
rita di Savoia, e ci sono posti si siede lì?” scaricano la responsabilità delle sazione e la signora così scopre
vuoti accanto ai vari Hamid, Con una naturalezza che rag- proprie scelte sulla debolezza che Hamid viene dal Niger, che
Mohamed, Jang, Zhou,… gela il suo corpo accaldato le dell’emarginato. è in Italia da 5 anni, che non
È strabiliante osservare que- viene educatamente spiegato Finalmente questa riesce a vuole un lavoro stabile perché
sta folla di signore benpensanti “Perché puzzano”. I soggetti del- guadagnare uno spazio per arri- desidera tornare al suo Paese ap-
e di fanciulle scolarizzate, magari la risposta sono sempre Hamid, vare ad un posto “lasciato volu- pena possibile, che è architetto,
assidue frequentatrici di parroc- Zhou, Jang, …, che continuano tamente vuoto” e Hamid, sorri- che parla francese e inglese tanto
chie, di sedi di volontariato etc., a guardare i loro compagni di dendo, si scosta e spiega subito correntemente quanto l’italiano.
accalcarsi al centro della corriera viaggio con un misto di commi- che è partito da Foggia e, chi è Stamattina la signora ha avu-
e rimanere in piedi, annullando, serazione e di pena per cotanta salito dopo ha preferito stare in to la fortuna di imparare molto
con i loro corpi sudaticci, gli ignoranza, mentre si godono il piedi piuttosto che sedersi vicino da un ragazzo nigerino (non ni-
effetti provvidenziali dell’aria loro giusto posticino, dove non a lui. La signora si vergogna di geriano, come lui le ha spiegato)
condizionata, sostituita da effluvi sono costretti a toccare braccia appartenere alla razza umana, di accanto al quale non si voleva
ascellari assolutamente maleodo- appiccicose. essere “bianca”, di essere euro- sedere nessuno.
ranti. Alla seconda “coraggiosa”, pea, di essere italiana, di essere Scuola, Chiesa, Politica loca-
Qualcuno brontola, altri che azzarda la stessa domanda, meridionale. le di fronte alla diffusione di com-
esprimono la loro insofferenza viene risposto “Perché LORO Ma i meridionali non erano portamenti così vergognosi nei
guardando con adeguato disprez- mettono le borse, cosa vuoi, qui famosi per la loro capacità di confronti dei nostri ospiti di etnia
zo i signori seduti accanto ad un è così”. È impossibile intavolare accoglienza? diversa quale risposta educativa
posto lasciato vuoto. una discussione nella calca, men- Viene un dubbio: danno?
Una signora “coraggiosa”, tre si rischia un soffocamento per “accoglienti” fino a quando gli
nuova dell’esperienza, trovandosi alitosi, ma pensare si può e viene “accolti” erano loro? LUCIA DI FIDIO
SETTEMBRE 2008 libriamoduemilaotto 15

8ª EDIZIONE

25 SETTEMBRE
1° OTTOBRE
GIOVEDÌ 25 SABATO 27 Ore 19 - Storie dal mondo.
ore 10 - L’illustrazione non è dise- Ore 10 e 11.30 - Che vestito mi Lettura animata a cura della libreria
gnare ma dare voce alle parole. metto? Miranfù di Trani. Storie raccontate
Laboratorio d’illustrazione condotto Performance teatrale tratta dalle da Vincenzo Covelli, burattinaio raccon-
da Vittoria Facchini fiabe di Andersen tastorie
Workshop aperto agli studenti Aperto a tutti
Aperto alle classi del I ciclo
degli istituti di grafico-pubblicitario della scuola elementare
MARTEDÌ 30
Ore 19 - Topipittori. Ore 19 - Voglia di cambiare. Ore 10 - L’estate in cui il Bari
Esercizi di lettura sulla relazione fra Presentazione dell’ultimo libro di comprò João Paulo. Presentazione
parole e immagini condotto da Agata del libro di Francesco Marocco. Ed.
Diakoviez della libreria Oompa Loom- Salvatore Giannella. Ed. Chiarelettere.
Introduce Valentino Losito de La La Meridiana
pa di Bisceglie
Aperto a insegnanti e genitori Gazzetta del Mezzogiorno
Ore 19 - Attività e laboratori di
Aperto a tutti
lettura a cura della Libreria Le Città
VENERDÌ 26 Invisibili di Terlizzi
Formaggio o cioccolato? DOMENICA 28 Aperto a tutti
Ore 10 - Laboratorio e presentazione Bookcrossing a piedi per la città.
dei libri: 250 libri di letteratura per ragazzi, MERCOLEDÌ 1 Ottobre
• Il formaggio una storia vera, anzi romanzi per adulti e per bambini Ore 10 - Le avventure dell’ispettore
due. Ed. Slow Food saranno “abbandonati” su panchine, Pinguino
• Il cioccolato. Diario di un lungo muretti e luoghi d’incontro. Presentazione del libro di Paolo
viaggio. Ed. Slow Food Comentale. Ed. La Meridiana
Aperto alle classi di scuola
Ore 11 - Sergio Guastini. Il noto Aperto a tutti i bambini
elementare e media inferiore di Scuola Elementare
raccontalibri sorprenderà bambini e
Grafiche Del Negro _ tel. 0883.631097 _ Trinitapoli

Ore 19 - Il benessere a piedi nudi. genitori in Viale Vittorio Veneto Ore 19 - Chiusura LibriAmo 2008,
Riflessologia plantare con letture premio al vincitore del gioco
“a bassa voce”. Tecniche di massag- LUNEDÌ 29 L’autore nascosto.
gio plantare a cura della naturopata Ore 10 - Nel cuore che ti cerca. Info e regolamento su
e riflessologa Annamaria Matera Presentazione del romanzo di Paolo www.globeglotter.it
Aperto a tutti su prenotazione Di Stefano. Ed. Rizzoli A seguire Happy hour

Tutte le attività si svolgeranno nella nuova sede di LibriAmo in Via Cairoli, 23


Tel.: 0883/634071- Fax: 0883/632256
INFO E PRENOTAZIONI: Via S. Staffa, 4 - 71049 Trinitapoli (FG)
e-mail: libriamo.trinitapoli@libero.it
www.globeglotter.it
16 vogliadicambiare SETTEMBRE 2008

“Immaginate di
poter essere
licenziati con un
preavviso di solo
cinque giorni…
da subito riceverete
un’indennità di
disoccupazione
dell’80%…
E poi,
entro tre mesi,
l’ufficio pubblico
del lavoro
preparerà un
job plan su
misura per voi,
che vi potrà trovare
non solo un nuovo
lavoro ma
un buon lavoro”.

La “flessicurezza” in Danimarca

(pagg. 29-30)

SABATO 27 SETTEMBRE 2008


ORE 19,00
VIA CAIROLI, 23 - TRINITAPOLI
Il giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Valentino Losito presenta il libro
del concittadino Salvatore Giannella: Voglia di cambiare. Ed. Chiarelettere