Sei sulla pagina 1di 5

LELASTICO DIFENSIVO

Autore Angelo Iervolino All.UEFA B Stagione 2012-13 All. in seconda Primavera SS Juve Stabia

Si forma un triangolo che ha come vertice alto il centro dellarea di rigore fino ad allargarsi ai lati del cerchio di centrocampo. Questo triangolo sar utile sia nellavanzamento per dare ampiezza e sia nellindietreggiamento per dare protezione alla porta. Fig.1

Uno dei movimenti cardine della difesa , di ogni singolo membro e di tutta la difesa come collettivo, senza dubbio lelastico difensivo. Questo prevede lavanzamento e lindietreggiamento della difesa in situazioni e momenti determinati. La prima esercitazione allenante a tale movimento prevede il solo utilizzo dei due difensori centrali e del mister che d ritmo allesercitazione.

Fig. 1

Il mister posizionato a centrocampo si muove prima avanti (verso la porta) per allenare lindietreggiamento, fig. 2, e poi allindietro (verso il centrocampo) per allenare lavanzamento in

ampiezza

,fig.3.

gioco , con gli stessi movimenti di avanzamento e indietreggiamento. Fig. 4 56.

Fig. 2

Fig. 4

Fig. 3

Da tenere sotto osservazione la posizione del corpo dei due difensori durante lindietreggiamento: devono essere frontali tra di loro , quasi a guardarsi, ovviamente tenendo sotto controllo lazione. La stessa esercitazione pu essere svolta per gli esterni difensivi, lavorando solo con loro nella loro posizione di

Fig. 5

Fig. 6

Gli esterni difensivi devono prestare maggiore attenzione alla

linea difensiva, perch coloro che danno la linea sono i centrali , e come abbiamo detto per il loro indietreggiamento, loro non possono vedere la posizione dei compagni sugli esterni perch sono in posizione quasi frontale tra di loro, per cui gli esterni devono rapportarsi ai centrali per mantenere la linea difensiva. Ovviamente tutto il reparto dovr fare attenzione alla linea e ad avere come rifermenti il trittico palla-compagnoporta. Entrambe le esercitazioni devono essere svolte per un tempo minimo di quattro minuti. Esercitati prima i centrali e poi gli esterni difensivi , successivamente possibile attuare la medesima esercitazione ma con tutta la difesa

schierata.

Fig.

Fig. 7

importante che la difesa riesca a mantenere una distanza tra essa e il mister di non oltre 20m. Fig. 8 9 .

Fig. 8

Fig. 9

Importante fare attenzione a: Che la difesa resti in linea La posizione dei centrali Gli esterni che facciano riferimento ai centrali per la linea Mantenere la distanza massima di 20m tra mister e linea difensiva. Un altro aspetto da no sottovalutare il movimento della difesa su spostamento orizzontale dellavversario. Possiamo allenare tale aspetto con i medesimi esercizi visti in precedenza ma con movimenti orizzontali Fig. 10.

Fig.10

In questesercitazione il mister si muove orizzontalmente e la linea difensiva deve muoversi insieme a lui mantenendo sia le distanze tra i giocatori che da dal mister. Ovviamente la linea asseconda i movimenti del mister, quindi nel caso il mister salisse leggermente la difesa indietreggia e viceversa se il mister indietreggerebbe. Fig. 11 12 .

Fig. 11

Fig.12

Lesercitazione pu essere ripetuta per cinque minuti consecutivi per tre

serie intervallate da altre esercitazioni.