Sei sulla pagina 1di 4

Tutorial Ansys 12 1) Per definire la tipologia di elemento da voler utilizzare: Processor--->Element type--->Add Ricorda che per avere la soluzione

bisogna attivare nel men options l'opzione INCLUDE OUTPUT. 2) Per definire la sezione dell'elemento scelto utilizzare: Processor--->Real Constant--->Add Consultare sempre l'Help per capire come compilare le varie sezioni a disposizione. 3) Per definire le propriet del materiale utilizzare: Processor--->Material Properties--->Material Models Ex=Modulo di Young PRXY=Modulo di Poisson 4) Per creare il modello geometrico su cui vogliamo lavorare possiamo fare come segue: Processor--->Modelling--->Create---> Da qui poi possibile scegliere gli elementi di cui abbiamo bisogno. 5) Per creare la mesh bisogna procedere nel seguente modo: Processor--->Modelling--->Meshing--->Size Ctrl--->Manual Size---> Scegliere lelemento che si desidera meshare E' possibile scegliere se dare un numero finito di elementi in cui verr suddivisa la geometria precedentemente disegnata oppure se dare la lunghezza degli elementi che andranno a replicare la geometria stessa. Adesso per creare la mesh dobbiamo confermare la discretizzazione che abbiano eseguito: Mesh--->Lines (o altra geometria) e confermare. 6) Per dare una diversa colorazione agli elementi replicanti la geometria: Plot Ctrl--->Numbering--->Elem/Attributes--->Element Number Numbering shown with--->Colors only 7) Applicazione dei vincoli al sistema: E' possibile applicare i vincoli ai nodi oppure ai keypoints; in quest'ultimo caso sar il programma a provvedere a trasferire dai keypoints ai nodi i carichi.

Preprocessor--->Modelling--->Loads--->Define Loads--->Apply--->Structural--->Displacement--->On Keypoints Si aprir una finestra in cui verranno esposti i vari gradi di libert che possibile limitare, constant value sar uguale a zero se il vincolo non cedevole. E' possibile che non vengano visualizzate le texture che visualizzano i carichi. Possiamo allora fare cos: Plot Ctrl--->Symbols--->All BC + reactions e mettere la spunta su on. Potrebbe persistere il problema; allora bene farsi listare dal programma i vincoli stessi. List--->Loads--->DOF Costraints---> scegliere la opportuna geometria su cui sono stati messi i vincoli. 8) Per applicare i carichi procedere nel modo seguente: Preprocessor--->Loads---> Define Loads--->Apply--->Structural--->Pressure(oppure force dipende)--->On Beams Attenzione!! I carichi vanno applicati non sulle lines ma sugli elementi da noi introdotti e quindi ad esempio le Beam. Per selezionare pi beams contemporaneamente possibile scegliere box al posto di single e selezionare appunto con un rettangolo. Verr aperto un men: VAL i = valore al nodo i VAL j = valore al nodo j possibile,dando valori diversi ai 2 VAL, avere un carico distribuito che varia linearmente dal valore VAL i al valore VAL j sull'elemento. 9) Per impostare una analisi e risolvere il problema si pu proseguire come segue: Solution--->Analysis Type--->New Analysis da qui possibile scegliere il tipo di analisi da effettuare. AAA DA SPIEGARE SOLUTION CONTROLS Adesso bisogna dire al programma di risolvere il tutto: Solution--->Solve--->Current LS 10) E' possibile vedere ci che stato calcolato dal programma: General post-proc--->Plot Results Scegliendo ad esempio la deformata questa viene esaltata dal programma per far si che sia visibile. Se volessimo la scala reale possiamo procedere cos:

Plot Ctrl--->Style--->Displacement Scaling--->True 11) Per vedere altre risultati dello studio seguire i seguenti passaggi: General post-proc--->Plot Results---> Contour plot---> Nodal solution--->DOF Solution E possibile farsi listare le varie DOF solution in un file di testo: List---> Results---> Nodal Solution---> DOF Solution e scegliere ci che ci interessa. Per avere una visualizzazione live: General post-proc--->Query results--->Subgrid 12) Per gli elementi monodimensionali c bisogno di definire una tabella per avere i valori delle sollecitazioni: General post-proc--->Element table--->Define table---> Andare sullhelp per vedere come compilare la tebella;esempio: BEAM 3: Tabella 3.2 Taglio nodo i Taglio nodo J Momento asse Z nodo i Momento asse Z nodo j SMISC,2 SMISC,8 SMISC,2 SMISC,12

Per visualizzare i risultati derivanti dalla element table: General post-proc--->Plot Results--->Contour Plot--->Element table Per vedere invece i risultati in stile scienza delle costruzioni invece procedere cos: General post-proc--->Plot Results--->Contour Plot--->Line element result Attenzione perch Ansys disegna i grafici dei momenti dalla parte non delle fibre tese ma delle fibre compresse; purtroppo ha questa convenzione. Per vedere i risulatati in forma numerica procedere nel seguente modo: List--->Results--->Nodal Solution--->DOF Solution (per elementi mono-D) 13) Nellesercitazione 2 abbiamo utilizzato la BEAM 44: nel definire le real constants ricorda che torsional stress factor linverso del modulo di resistenza a torsione. AAA COS SHEAR AREA???

14) Per quanto concerne le varie geometrie a cui sono meshati gli elementi ricorda che le real constants vengono definite in base ad un riferimento cartesiano locale che pu essere richiamato,visualizzato come segue: Plot Ctrl--->Symbols--->Element Coordinates System--->On Anche nella definizione della element table tutto ci che viene inserito riferito al riferimento cartesiano locale e non globale.