Sei sulla pagina 1di 1

Lesperto, Ernesto Belisario

Il vantaggio di un sistema partecipato

Ernesto Belisario

io ai dirigenti
funziona il Patto di Sistema

Da Fiat a Val dAgri

SOLO 10 anni fa non avremmo immaginato che l'innovazione tecnologica ci avrebbe datola possibilitdiaccedereal mondoconun click. E invece eccoci qui. Minuto per minuto abbiamo seguito i rivoluzionari fatti di Piazza Tahrir, blogger e haker hanno dato una forte spinta ai processi di rivoluzionari della primavera araba. Un movimento nato dal basso, oggi sempre pi diffuso ed conosciuto con il nome di Open Government Data, si sta diffondendo nei paesi industrializzati con lobiettivo di ottenere l'accesso libero e proattivo ai dati in ambiti specifici: quello delle istituzioni politiche e della pubblica amministrazione. Ne abbiamo parlato con l'avvocato Ernesto Belisario che, oltre ad occuparsi di diritto amministrativo, si occupa di diritto delle nuove tecnologie. E presidente del circolo dei Giuristi telematici, dellassociazione Italiana per l'Open Governament e segretario generale dellIstituto per le Politiche dellInnovazione. Perch proprio Open Data? I dati, devono essere liberi da limitazioni tecnologiche e legali che ne impediscano il riuso, la modifica e la combinazione con altri dati, cos da far accedere alle informazioni in maniera molto diretta e trasparente. Poi, i dati pubblici sono una miniera di informazioni e conoscenze sui sistemi economici, sociali, geogra?ci, umani. Ci permettono di monitorare la realt in cui viviamo. E poi costa poco perch i dati sono gi digitali e connessi alle reti . Pu generare vari tipi di ritorni in termini di ef?cienze ed ef?cacia: risparmio sulle forniture, disponibilit di nuove applicazioni, migliore comunicazione. fondamnetale, per, censire i dati in proprio possesso e decidere quali possano essere messi a disposizione per il riutilizzo. Open Data e Open governament le due facce di una stessa medaglia... L'Open Government i considerato da molti un pilastro importante di una democraziabenfunzionante, sivadelineandocome una nuova modalit di amministrazione tesa a riavvicinare e ristabilire la fiducia tra governanti e governati. Serve rafforzare due principi fondamentali di questo rapporto: la trasparenza e la partecipazione. La partecipazione non va limitata alla possibilit di raccogliere le opinioni e i pareri dei cittadini, ma trasforma i processi decisionali rendendo i cittadini parte attiva. Altri Paesi hanno scommesso molto su questa nuova prassi. In Italia? In Italia ancora si fa fatica a parlare di open data. Le pubbliche amministrazioni devono acquisire caratteri propri della trasparenza che troppo spesso manca perch chi amministra assume su si s e si chiude nel ruolo di Dominus. Da pochissimo, su spinta delle associazioni che si occupano di ci nato il portale www.dati.gov.it portale attravreso cui sono reperibili i dati pubblici delle amministrazioni. In Basilicata? Spesso mi capita di andare in giro per l'Italia per fare formazione e noto un dinamismo che qui ancora manca, ma spero che presto se ne cominci a parlare di pi anche qui di Open Data. Anche perch quando parliamo di dati aperti irrimediabilmente parliamo anche di potenziare l'infrastrutturazionedellarete dapoteressereutilizzata anche come fonte di sviluppo economico. Teresa Russo