Sei sulla pagina 1di 48

Come usare il diritto di

accesso alle informazioni


Houston, we have a problem
SI FA PRESTO
A DIRE
TRASPARENZA
Il mito della casa di vetro
LA REALT...
6
Ritarto culturale
(...e normativo)
le norme che ci sono
non vengono rispettate
manca un FOIA

le nuove norme sono
poco evolute

... ma la colpa non
tutta delle Amministrazioni

DIRITTI DI
TRASPARENZA
Diritto di accedere alle informazioni
oggetto di pubblicazione obbligatoria sui
s i t i i s t i t u z i o n a l i d e l l e p u b b l i c h e
amministrazioni (Decreto Legislativo n.
33/2013)
Di ri t t o di accedere agl i at t i e ai
d o c u me n t i r e l a t i v i a s i n g o l i
procedimenti amministrativi (Legge n.
241/1990)
Contrasta con i principi fondamentali dellordinamento
giuridico italiano la pretesa di equiparare la posizione di
una testata giornalistica a quella di qualunque soggetto
giuridico in quanto attiene al diritto di accesso ai
documenti ammi ni strati vi , onde f arne deri vare
linesistenza in capo alla prima di una posizione
differenziata e qualificata alla conoscenza di atti
amministrativi, non riservati, che possono interessare i
lettori. A un organo di stampa pu dunque legittimamente
riconoscersi il diritto di chiedere allamministrazione
copie di atti - in numero anche elevato - la cui conoscenza
specificamente preordinata allesercizio del diritto di
cronaca o di informazione.
(Cons. Stato, sez. IV, sent. 570/1996)
IL FOIA ITALIANO
DECRETO LEGISLATIVO 33/2013
Attuativo della normativa anti-corruzione
(Legge n. 190/2012)
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 80 del 5
aprile 2013
Contiene il riordino della disciplina
riguardante gli obblighi di pubblicit,
trasparenza e diffusione delle informazioni
da parte delle pubbliche amministrazioni
DECRETO 33/2013
OBIETTIVI
Favorire la prevenzione della corruzione
Innescare forme di controllo diffuso
delloperato della PA
Rendere pi semplice laccesso ai dati e ai
documenti della PA
PRINCIPIO GENERALE
La trasparenza i ntesa come
accessibilit totale delle informazioni
concernenti l ' organi zzazi one e
l ' a t t i v i t d e l l e p u b b l i c h e
amministrazioni, allo scopo di
favorire forme diffuse di controllo sul
pers egui ment o del l e f unz i oni
istituzionali e sull'utilizzo delle risorse
pubbliche.
(art. 1)
AMBITO DI
APPLICAZIONE
1. Le disposizioni del presente decreto
individuano gli obblighi di trasparenza
concernenti l'organizzazione e l'attivit
delle pubbliche amministrazioni e le
modalit per la sua realizzazione.
(art. 2)

OGGETTIVO
AMBITO DI
APPLICAZIONE
1. Ai fini del presente decreto per pubbliche amministrazioni si
intendono tutte le amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del
decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni.
2. Alle societ partecipate dalle pubbliche amministrazioni di cui al
comma 1 e alle societ da esse controllate ai sensi dell'articolo 2359
del codice civile si applicano, limitatamente alla attivit di pubblico
interesse disciplinata dal diritto nazionale o dell'Unione europea, le
disposizioni dell'articolo 1, commi da 15 a 33, della legge 6 novembre
2012, n. 190.
(art. 11)

SOGGETTIVO
OBBLIGHI DI
PUBBLICAZIONE
COME
DIRITTO ALLA
CONOSCIBILITA
1. Tutti i documenti, le informazioni e i dati
oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi
della normativa vigente sono pubblici e
chiunque ha diritto di conoscerli, di fruirne
gratuitamente, e di utilizzarli e riutilizzarli ai
sensi dell'articolo 7.
(art. 3)

1. Le pubbliche amministrazioni garantiscono la qualit
delle informazioni riportate nei siti istituzionali nel
rispetto degli obblighi di pubblicazione previsti dalla
l egge, as s i curandone l ' i nt egri t , i l cos t ant e
aggiornamento, la completezza, la tempestivit, la
semplicit di consultazione, la comprensibilit,
l'omogeneit, la facile accessibilit, nonch la conformit
ai documenti originali in possesso dell'amministrazione,
l'indicazione della loro provenienza e la riutilizzabilit
secondo quanto previsto dall'articolo 7.
2. L'esigenza di assicurare adeguata qualit delle
informazioni diffuse non pu, in ogni caso, costituire
motivo per l'omessa o ritardata pubblicazione dei dati,
delle informazioni e dei documenti.
(art. 6)
OPEN DATA
1. I documenti, le informazioni e i dati oggetto di
pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente,
resi disponibili anche a seguito dell'accesso civico di cui
all'articolo 5, sono pubblicati in formato di tipo aperto ai
sensi dell'articolo 68 del Codice dell'amministrazione
digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e
sono riutilizzabili ai sensi del decreto legislativo 24 gennaio
2006, n. 36, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e
del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, senza
ulteriori restrizioni diverse dall'obbligo di citare la fonte e
di rispettarne l'integrit.
(art. 7)
OBBLIGHI DI
PUBBLICAZIONE
PER QUANTO TEMPO
OBBLIGHI DI
PUBBLICAZIONE
DOVE
RESTYLING PER
I SITI WEB
Creazione della sezione Amministrazione
Trasparente (collocata in home page e
indicizzata dai motori di ricerca)
Soppressione delle sezioni Trasparenza,
val ut azi one e meri t o - Operazi one
trasparenza - Amministrazione aperta
OBBLIGHI DI
PUBBLICAZIONE
COSA
DISPOSIZIONI
GENERALI
Programma per la trasparenza e
lintegrit
Atti generali
Oneri informativi per cittadini e imprese
ORGANIZZAZIONE
Organi di indirizzo politico-amministrativo
Sanzioni per mancata comunicazione dei dati
Rendiconti dei gruppi consiliari regionali/
provinciali
Articolazione degli uffici
Telefoni e posta elettronica
PERSONALE
Incarichi amministrativi di vertice
Dirigenti
Posizioni organizzative
Dotazione organica
Personale non a tempo indeterminato
Tassi di assenza
Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti
Contrattazione collettiva
Contrattazione integrativa
PERFORMANCE
Piano della performance
Relazione sulla performance
Ammontare complessivo dei premi
Dati relativi ai premi
Benessere organizzativo
ENTI CONTROLLATI
Enti pubblici vigilati
Societ partecipate
Enti di diritto privato controllati
Rappresentazione grafica
ATTIVIT E
PROVVEDIMENTI
Dati aggregati sullattivit amministrativa
Tipologie di procedimento
Monitoraggio tempi procedimentali
Dichiarazioni sostitutive e acquisizioni
dufficio dei dati
PROVVEDIMENTI
Provvedimenti di indirizzo politico
Provvedimenti dirigenti
SOVVENZIONI,
CONTRIBUTI E SUSSIDI
Criteri e modalit
Atti di concessione
BILANCI
B i l a n c i o p r e v e n t i v o e
consuntivo
Piano degli indicatori e dei
risultati attesi di bilancio
BENI IMMOBILI E
GESTIONE
PATRIMONIO
Patrimonio immobiliare
Canoni di locazione o affito
SERVIZI EROGATI
Carta dei servizi e standard di qualit
Costi contabilizzati
Tempi medi di erogazione dei servizi
Liste di attesa
PAGAMENTI
DELLAMMINISTRAZIONE
Indicatore di tempestivit dei pagamenti
IBAN e pagamenti informatici
Collaborazioni e consulenti
Bandi di concorso
Controlli sulle spese
Bandi di gara e contratti
Opere pubbliche
Pianificazione del territorio
Informazione ambientali
Strutture sanitarie accreditate
Interventi straordinari e di emergenza
Altri contenuti
LE SANZIONI
Sanzioni disciplinari
Sanzioni per responsabilit dirigenziale
Responsabilit per danno erariale

Mancato trasferimento di risorse

INDIVIDUI
ORGANIZZAZIONI
ACCESSO CIVICO
civic hacking
1. L'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle
pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti,
informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di
richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la
loro pubblicazione.
2. La richiesta di accesso civico non sottoposta ad alcuna
limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del
richiedente non deve essere motivata, gratuita e va
present at a al responsabi l e del l a t rasparenza
dell'amministrazione obbligata alla pubblicazione di cui al
comma 1, che si pronuncia sulla stessa.
(art. 5)

3. L'amministrazione, entro trenta giorni, procede alla
pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o
del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al
richiedente, ovvero comunica al medesimo l'avvenuta
pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a
quanto richiesto. Se il documento, l'informazione o il dato
richiesti risultano gi pubblicati nel rispetto della
normativa vigente, l'amministrazione indica al richiedente
il relativo collegamento ipertestuale.
(art. 5)

TAR LAZIO - Roma sent. n. 03014/2014
l a Tr a s p a r e n z a c r e a
dipendenza
33
46
Continuiamo a parlarne on line...
blog.ernestobelisario.eu
www.linkedin.com/in/ernestobelisario
www.twitter.com/diritto2punto0
www.facebook.com/belisario
www.youtube.com/diritto2punto0
www.slideshare.net/ernestobelisario
studiobelisario