Sei sulla pagina 1di 2

VI Conferenza sul Software Libero CONFSL 2012

Universita` Politecnica delle Marche, Ancona


22-23 Giugno 2012 www.confsl.org
Il 22 e 23 giugno 2012 l'Universit Politecnica delle Marche ospiter la VI Conferenza Italiana sul Software Libero, per fare il punto sullo stato dellarte del Software Libero in Italia. Questo appuntamento il luogo dincontro di quanti in Italia sono attivi nella ricerca sul Software Libero, nello sviluppo di Software Libero, nella promozione e nella diffusione del Software Libero.

Call for Papers


http://www.confsl.org/confsl12/index.php/call-for-papers.html

SCADENZE Spedizione Extended Abstract Comunicazione contributi ammessi Spedizione articoli in versione bozza per la pubblicazione 30 Aprile 2012 15 Maggio 2012 7 Giugno 2012

Come nelle precedenti edizioni, sono attese anche per quest'anno le diverse anime del Software Libero in Italia, dai semplici utenti alle associazioni, dalle aziende agli enti pubblici, ai ricercatori e agli sviluppatori. I temi di interesse sono molteplici, coprendo tutte le possibili aree tematiche legate al Software Libero, dagli aspetti economici, giuridici e tecnici, a quelli etici, sociali e filosofici. I temi scelti per quest'anno sono: Ricerca e sviluppo: Il software libero trova nella ricerca un terreno fertile, perch le ragioni che spingono ad usare licenze software libere sono analoghe a quelle che, ormai da alcuni secoli, spingono gli studiosi a diffondere i loro risultati. Moltissime Universit del mondo ed aziende rilasciano i risultati delle loro ricerche come Software Libero per facilitarne la diffusione, il testing, la ricezione dei feedback, la contaminazione di altre ricerche e la possibilit di ricevere contributi migliorativi. Soluzioni: Ogni giorno le aziende risolvono problemi con software libero. Alcune semplicemente utilizzano soluzioni esistenti, altre le migliorano, altre sviluppano e rilasciano soluzioni nuove integrando pezzi esistenti o realizzando qualcosa ex-novo. L'obiettivo condividere problemi ed esigenze, assieme alle relative soluzioni di software libero individuate o realizzate. Qualit del Software: Il software il prodotto ingegneristico con alte percentuali di insuccesso. Il settore della ricerca scientifica introduce nuove complessit e requisiti particolarmente stringenti nella scelta e nella creazione del software. Esistono elementi qualitativi che hanno orientato la ricerca scientifica verso ladozione e la creazione del software libero? Il metodo scientifico riuscito a permeare nella cultura e nella produzione del software libero ed ha contribuito a migliorarne la qualit? Open Data e Open Government: L'adozione del software libero nelle pubbliche amministrazioni un tema sempre pi in auge. I concetti di Open Data ed Open Government nel nostro Paese hanno lo scopo triplice di permettere ai cittadini sia di collaborare meglio con la PA (per il benessere comune) sia di conoscere a fondo la situazione del proprio territorio e di offrire una base di informazione su cui le aziende possono realizzare il loro business offrendo servizi di utilit comune. Green IT: Con il termine Green Computing, o Green IT, ci si riferisce ad un'informatica ecologicamente sostenibile. Si occupa dello studio e della messa in opera di tecniche di progettazione e realizzazione di computer, server, e sistemi connessi come ad esempio monitor, stampanti, dispositivi di archiviazione e reti e sistemi di comunicazione efficienti con impatti ambientali limitati o nulli. La Green IT comprende la sostenibilit ambientale, l'efficienza energetica, ed il costo di smaltimento e riciclaggio. Scopo principe della Green IT, in definitiva, il miglioramento dell'efficiente energetica di tecnologie informatiche.

VI CONFSL 22 e 23 giugno 2012 www.confsl.org Call for Papers Per info: team-confsl12@jagom.org

Istruzioni per la spedizione di contributi


La lingua ufficiale della conferenza litaliano ma sono accettati articoli anche in inglese. Gli Autori sono invitati ad inviare articoli di ricerca originali sotto forma di abstract oppure articolo completo. Gli abstract devono essere di massimo due pagine A4, mentre gli articoli completi devono essere tra le 8 e le 10 pagine, incluse figure e bibliografia. Per la stesura dellarticolo finale gli autori sono invitati ad utilizzare il Template della conferenza (disponibile sul sito). La sottomissione avverr nell'area apposita, sul sito della conferenza.

Pubblicazione degli Atti della Conferenza


Gli articoli ritenuti pi rilevanti dal Comitato Scientifico saranno raccolti in un volume pubblicato in occasione della Conferenza e disponibile in formato elettronico ad accesso libero.

Nota importante
Tutto il software presentato nella conferenza deve avere licenza libera (riconosciuta FSF) o open source (OSI). Gli articoli devono avere licenza che ne consenta la libera pubblicazione e fruizione e ammettere la generazione di derivati. Esempi di licenze accettate: CC (attribution, sharealike), FDL.

Comitato Organizzativo
team-confsl12@jagom.org Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, Univ. Politecnica delle Marche............................................. ADI Ancona ..................................................................... FLOSS Marche ................................................................ Ditta Individuale Luca Ferroni (progetti beFair) ............. Cooperativa Sociale Mosaico .......................................... Prof. Aldo Franco Dragoni a.f.dragoni@univpm.it Prof. Luca Spalazzi spalazzi@dii.univpm.it Francesco Spegni spegni@dii.univpm.it Egidio Cardinale egidio.cardinale@gmail.com Luca Ferroni luca@befair.it Matteo Bucciarelli

VI CONFSL 22 e 23 giugno 2012 www.confsl.org Call for Papers Per info: team-confsl12@jagom.org